Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42
  1. #1
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    (SAGA) PIRATI DEI CARAIBI

    ECCOVI QUI R SU DUNQUE ALLE ARMI MA POTEVA MANCARE LA SAGA DEI PIRATI DEI CARAIBIIIII?? EH NO CHE NON POTEVA quindi eccomi qui a spulciare nel webb immagini video e quanto altro ma anche news chiacchere e co se mettete foto video o cose inerenti son sempre felice come sempre buona visione





    Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna (Pirates of Caribbean: The Curse of the Black Pearl) è un film del 2003, della Disney, diretto da Gore Verbinski.
    Il film è uscito nelle sale negli USA il 4 luglio 2003, mentre in Italia il 5 settembre 2003.
    àˆ una produzione Walt Disney Pictures, che mescola Salgari, tradizioni hollywoodiane ed effetti speciali. Il successo del film ha convinto la casa di produzione a proseguire la storia con altri due episodi: nel 2006 è uscito Pirati dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma e nel 2007 Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo.




    LA MALEDIZIONE DELLA PRIMA LUNA







    [youtube:3ycujow8]3OL-MeBmOAw[/youtube:3ycujow8]



    TRAMA

    La piccola Elizabeth Swann, sulla nave che la porta insieme al padre, il Governatore Weatherby Swann, a Port Royal, scorge il relitto di una nave appena affondata. Sopravvissuto al naufragio, un ragazzino, Will Turner viene portato a bordo; Elizabeth si accorge che al collo ha un medaglione d'oro con inciso un teschio. D'impulso, la bambina glielo sottrae e lo nasconde perché può essere la prova dell'appartenenza di Will alla pirateria. Nel frattempo, gli inglesi vedono allontanarsi una nave dalle vele nere.
    8 anni dopo Elizabeth vive col padre, mentre Will ha trovato impiego presso il fabbro della città*. Il padre della donna la vorrebbe in sposa al Commodoro Norrington. Il giorno dell'investitura ufficiale di Norrington, questi si dichiara a Elizabeth la quale, però, cade dagli spalti del forte finendo in mare, svenuta a causa del corsetto troppo stretto che la stringe. Riesce a salvarla uno strampalato personaggio appena arrivato in città*, il pirata Jack Sparrow, che inseguito dalle guardie riesce a fuggire facendosi scudo di Elizabeth. Jack trova riparo nella bottega del fabbro, dove si scontra con Will finendo catturato e imprigionato.
    La sera stessa l'equipaggio della Perla Nera, comandata da Capitan Barbossa, saccheggia il villaggio, rapendo Elizabeth che possedeva ancora il medaglione d'oro.
    La ragazza allora invoca il diritto al "parlè", chiedendo di parlamentare con Barbossa in ossequio al Codice dei Pirati. Condotta a bordo della Perla Nera, Elizabeth si finge una serva e chiede ai pirati di lasciare la città* in cambio del medaglione. Il capitano le chiede il suo nome e lei dichiara di chiamarsi Elizabeth Turner. A quel punto Barbossa decide di abbandonare il saccheggio di Port Royal portandosi però dietro anche la ragazza.
    Will, dopo aver invano tentato di unirsi a Norrington convince Sparrow ad aiutarlo dopo aver liberato dalla prigione.
    A bordo dell'Interceptor, veleggiano alla volta di Tortuga. Sparrow, ex capitano della Perla Nera, vuole riprendersi la sua nave perduta a causa di un ammutinamento e vendicarsi di Barbossa, che lo aveva abbandonato su un'isola deserta. Tra i marinai della ciurma ribelle, anche Bill Sputafuoco Turner, il padre di Will: il ragazzo, che si chiede il perché Sparrow abbia deciso di associarsi a lui solo quando ha saputo il suo nome, rifiuta però l'idea che il padre possa esser stato un pirata.
    Nel frattempo, Elizabeth scopre che la ciurma della Perla Nera e il suo capitano sono condannati a non sentire più emozioni e sensazioni, a patire fame e sete eterna: solo se li si vede attraverso i raggi della Luna rivelano il loro aspetto di cadaveri viventi. Barbossa le confida che la maledizione è caduta su di loro dopo che si erano impossessati degli 882 pezzi d'oro del "tesoro azteco" appartenente a Hernà¡n Cortés sull'Isla de Muerta, e che la maledizione sarà* tolta loro solo dopo che tutti i pezzi saranno restituiti al forziere e bagnati del sangue di coloro che li avevano rubati. Nel corso degli anni, era stato recuperato tutto l'oro maledetto, tranne l'ultimo pezzo, quello di Turner, il quale, prima che si capisse il potere della maledizione, era stato ucciso da Barbossa per essersi opposto all'ammutinamento.
    Consideratisi perduti per lungo tempo, i pirati ora tornano a sperare: hanno completato la ricerca e potranno bagnare il tesoro anche con il sangue di quella che loro credono l'erede di Turner, Elizabeth.
    A Tortuga, Jack e Will contattano Mastro Gibbs, diventato pirata dopo aver abbandonato il servizio nella Compagnie delle Indie Orientali. Jack dopo aver scoperto l'identità* di Will decide di partire verso l'Isla de Muerta, dove è custodito il forziere maledetto. Arrivati lì si dirigono verso la grotta che nasconde il tesoro. Qui, si sta celebrando il rito che servirà* a spezzare la maledizione.
    Ma non succede niente. I pirati si rendono conto che la ragazza non ha il sangue di Turner e iniziano a litigare. Approfittando della confusione, Will riesce a raggiungere Elizabeth e a portarla via insieme al medaglione. Nella grotta resta però Jack, catturato da Barbossa che non crede ai suoi occhi, vedendo davanti a sé, vivo, l'uomo che aveva abbandonato su un'isola deserta con solo una pistola e un solo colpo, quello che gli doveva servire per uccidersi quando fosse giunto alla disperazione. Ora Sparrow contratta col suo vecchio equipaggio: darà* loro la possibilità* di tornare vivi, perché lui - al contrario di loro - conosce l'identità* del vero figlio di Turner. Sulle tracce dell'Interceptor, la Perla Nera la raggiunge perché nessuna nave è veloce quanto lei. Dopo un furibondo cannoneggiamento in cui l'Interceptor viene distrutta, i superstiti vengono portati sulla nave pirata. Will stringe un ingenuo patto con Barbossa per salvare Elizabeth, confessando di essere lui l'erede di Sputafuoco, mandando così a monte i piani di Sparrow. Quest'ultimo ed Elizabeth vengono abbandonati sull'isola dove già* una volta Barbossa aveva lasciato Jack, mentre la Perla Nera riguadagna il mare aperto verso la Isla de Muerta.
    Elizabeth, conscia di essere ancora oggetto della ricerca della marina inglese, provoca un incendio nell'isola, convinta che qualcuno vedrà* il fuoco da lontano. Effettivamente, Norrington si trova nelle vicinanze e salva i due. Convinto da Elizabeth, il commodoro parte all'inseguimento della Perla Nera. Invece d'ingaggiare un combattimento nella grotta dove Jack sa che si trovano attualmente i pirati, Sparrow propone a Norrington di andare lui a terra e di farsi poi inseguire per portare allo scoperto tutta la ciurma di Barbossa. Norrington, ignorando che i pirati non possono essere uccisi, accetta ma, al tempo stesso, decide di tendere una trappola ai filibustieri subito fuori la grotta, portandosi dietro i suoi fucilieri a bordo delle scialuppe senza farne parola a Sparrow, perché non si fida di lui. Elizabeth, che ha visto Norrington cadere in trappola senza essere riuscita ad avvisarlo, cerca di liberare Gibbs e la ciurma dell'Interceptor prigioniera degli inglesi. Nella grotta, prima del rito che dovrebbe sacrificare Will, compare Sparrow che informa i pirati della presenza inglese nella baia dell'isola. Consiglia ai pirati di affrontare Norrington prima di togliersi di dosso la maledizione, in modo da mantenersi ancora invulnerabili. Potranno impadronirsi senza colpo ferire della nave ammiraglia così che Barbossa potrà* fregiarsi del titolo di Commodoro, mentre a lui, Jack, resterà* la Perla Nera.
    Sott'acqua, gli immortali procedono camminando sul fondo del mare verso la nave che vogliono conquistare, passando sotto le lance che li aspettano in superficie. Nella grotta restano solo Barbossa e alcuni dei suoi uomini con Will e Sparrow. Jack non ha dimenticato la sua vendetta: sfida Barbossa a duello mentre Will impegna gli altri pirati rimasti, aiutato da Elizabeth, sopraggiunta sull'isola dopo esser riuscita a liberare Gibbs e i suoi. Mentre sulla nave infuria la battaglia tra i vivi e i Non-Morti e in mare Norrington si accorge che i pirati gli sono sgusciati tra le mani, abbordando la sua nave, in terraferma Barbossa sembra finalmente essere riuscito a sbarazzarsi di Jack Sparrow quando lo infilza con la sua spada: ma questi, qualche momento prima, aveva sottratto dal tesoro maledetto anche lui un pezzo d'oro, ricevendone in cambio la maledizione ma anche il dono dell'immortalità* che lui sfrutta per qualche minuto prezioso che gli permetterà* di compiere la sua vendetta. Dopo lancia la moneta a Will che si ferisce e la lascia cadere nel forziere bagnandola con il proprio sangue. Ricomposto il tesoro, ricevuto il sacrificio di sangue, la maledizione scompare e i pirati ritornano uomini che possono essere feriti e uccisi: Jack rivolge verso Barbossa la pistola con il colpo conservato per anni e spara. Sulla nave, i pirati si rendono conto di non esser più invulnerabili quando restano feriti o, addirittura, cominciano a morire. Presto le armi cadono e cominciano ad arrendersi ai soldati di Norrington.
    Gibbs e i suoi, intanto, hanno conquistato la Perla Nera, con cui fuggono sul mare. Will ed Elizabeth tornano a Port Royal con Norrington insieme a Jack Sparrow che viene arrestato perché pesa su di lui la condanna a morte per pirateria. Ma, con l'aiuto di Will e di Elizabeth, proprio mentre sta per essere impiccato, Jack sfugge ancora una volta a Norrington e, recuperato dalla ciurma di Mastro Gibbs, torna libero di solcare i sette mari, al comando della sua amata Perla Nera.

    [youtube:3ycujow8]utnFY0Imy8g[/youtube:3ycujow8]

    Dopo i titoli di coda appare una scena supplementare, che ha luogo all'interno dell'Isla de Muerta, dove si vede la scimmia di Barbossa nuotare fino al corpo del suo padrone morto, arrampicarsi sul forziere di pietra contentente i pezzi d'oro maledetti e prenderne uno. In questo modo la scimmia torna ad essere maledetta e come tale appare nelle pellicole successive.







    [youtube:3ycujow8]gr3yZ5R_ZK0&feature[/youtube:3ycujow8]

    Nel film sono presenti numerosi omaggi ad altre opere letterarie ed audiovisive.
    La storia è in gran parte ambientata a Port Royal, omaggio al film di pirati Capitan Blood del '36 con Errol Flynn e diretto da Michael Curtiz.
    La camminata sott'acqua usando la scialuppa di salvataggio come serbatoio d'aria è un omaggio ad un classico del genere: Il corsaro dell'Isola Verde con Burt Lancaster.
    Quando Elizabeth cena con Barbossa, egli le offre una mela e lei gli chiede se è avvelenata, chiaro riferimento alla mela avvelenata di Biancaneve e i sette nani.
    Nel film ci sono diversi riferimenti al celebre videogioco degli anni novanta The secret of Monkey Island, come il cane "mastro di chiavi" della prigione e la rocambolesca ciurma di pirati non morti.






    LA MALEDIZIONE DEL FORZIERE FANTASMA




    « Mi dispiace per l'ammutinamento contro di te, Jack, presi le tue difese ma dopo tutto andò storto. Mi legarono a un cannone e finii sul fondo dell'Oceano, una montagna d'acqua mi sovrastava; incapace di muovermi, incapace di morire, Jack, e pensavo che anche la più tenue speranza di sfuggire a quel fato l'avrei presa, avrei dato qualunque cosa. »
    ("Sputafuoco" Bill Turner)

    [youtube:3ycujow8]vTwU0EOeFf8[/youtube:3ycujow8]

    Il giorno del matrimonio di Elizabeth Swann (Keira Knightley) e del fabbro Will Turner (Orlando Bloom) è devastato dall'arrivo di Lord Beckett (Tom Hollander), della Compagnia Inglese delle Indie Orientali. I due innamorati, per aver aiutato il Capitano Jack Sparrow (Johnny Depp) a fuggire, sono stati condannati a morte insieme al Commodoro James Norrington (Jack Davenport), che però ha consegnato le sue dimissioni ed è scappato. Sir Beckett concederà* il perdono a Will soltanto se riuscirà* a recuperare la bussola di Sparrow, ed in cambio Jack verrà* arruolato come Corsaro della Compagnia Inglese delle Indie Orientali.
    Intanto, a bordo della Perla Nera, il Capitano Jack Sparrow, dopo aver recuperato il disegno di una chiave, convince (anche se a fatica) la sua ciurma a ricercarla, ma sfortunatamente la sua bussola non funziona. Una notte, quando Jack era in cerca di rum nelle stive, gli appare "Sputafuoco" Bill Turner (Stellan Skarsgà¥rd), mandato da Davy Jones (Bill Nighy). Difatti l'uomo, per sfuggire al destino cui lo aveva relegato il Capitan Barbossa, vendette l'anima a Davy Jones, che lo costrinse a servire nella sua ciurma per cento anni.
    Sputafuoco avverte Jack che le condizioni a lui imposte valgono anche per lui, con queste parole:
    « Il tempo è scaduto. Sta arrivando, spinta dalla fame insaziabile per l'uomo che porta... la macchia nera! »
    Prima di andarsene lascia infatti nella mano di Jack la Macchia nera, il simbolo che il leggendario Davy Jones imprime o fa imprimere a coloro che dovranno essere cacciati dal Kraken e che solo lui può togliere. Tredici anni prima, infatti, il capitano dell'Olandese volante aveva recuperato la Perla Nera dal fondo del mare e l'aveva consegnata a Jack, facendolo Capitano. Adesso Davy Jones richiede che il debito sia saldato, pretendendo in cambio l'anima di Jack, altrimenti dovrà* scontrarsi con il Kraken, una terribile bestia marina mitologica agli ordini di Davy Jones. In preda al panico, Jack decide di abbandonare le ricerche della chiave e di fare rotta sicura verso terra. Dopo tante ricerche Will riesce a trovare Jack nell'isola di Pelegosto, abitata da cannibali che hanno rapito la ciurma della Perla Nera e che credono Jack il loro Dio fatto uomo. I cannibali, per liberarlo dalle sue spoglie carnali, vogliono mangiarselo. Dopo numerose peripezie, Will, Jack e la sua ciurma riescono a scappare dall'isola ed a fuggire in mare con la Perla Nera. A bordo, Will parla a Jack del patto fatto con Beckett, ma il Capitano afferma che la cederà* solo se Will lo aiuterà* a trovare la chiave del disegno. Dopo aver risalito un fiume, il gruppo incontra Tia Dalma (Naomie Harris), una sacerdotessa voodoo, la quale sostiene che la bussola di Jack non funziona perché egli non sa che cosa voglia realmente. In risposta ad una domanda posta da Will, Tia Dalma rivela che la chiave del disegno serve ad aprire il Forziere Fantasma di Davy Jones, nel quale il leggendario capitano custodisce il suo cuore pulsante, che si strappò dal petto per non sopportare il dolore dovuto al rifiuto della donna da lui amata. Tia Dalma rivela anche che è lo stesso Davy Jones a custodire la chiave raffigurata nel disegno. Poiché Davy Jones non può camminare a terra (almeno per altri 10 anni), Tia Dalma dà* a Jack un vaso di vetro contenente della terra, assicurandogli che con esso non correrà* pericoli. In questo episodio si nota nei pirati la paura verso la macchia nera, tanto che essi cercano di vanificarne l'effetto con un rito di origine popolare e alquanto ridicolo: questo prova che la maledizione della macchia nera era tanto conosciuta, quanto temuta da coloro che erano soliti solcare i mari.
    Ma i guai sono nell'aria: la Perla Nera incontra casualmente l'Olandese Volante, e Jack tenta di dare Will in cambio della sua anima. Davy Jones rifiuta, e continua asserendo che per salvarsi dovrà* portargli le anime di 100 persone. Jack, dopo aver lasciato Will come "anticipo", parte per Tortuga per recuperare le anime di altri 99 inconsapevoli marinai.
    Il Governatore Weatherby Swann, dopo aver scoperto che Beckett avrebbe concesso il perdono soltanto a Jack, libera la figlia Elizabeth, ma prima di riuscire ad imbarcarla per Londra per salvarle la vita, la carrozza viene intercettata ed il Governatore Swann viene catturato e imprigionato. Elizabeth, riuscita a fuggire, obbliga Lord Beckett a consegnargli le sue Lettere di corsa, delle lettere con le quali, se firmate da Beckett, il possessore poteva diventare un Corsaro al servizio del Re. Elizabeth riesce quindi ad imbarcarsi in un mercantile, dopo essersi travestita da ragazzo, e riesce con un trucco a far attraccare la nave nell'isola di Tortuga.
    In cerca di Will, Elizabeth trova invece Jack e Gibbs in un pub mentre stanno arruolando marinai per la loro ciurma. Tra gli aspiranti membri dell'equipaggio c'è un'irriconoscibile conoscenza di Elizabeth: l'ex commodoro James Norrington. Egli, ormai diventato un reietto, cerca di sparare a Jack, ma è la stessa Elizabeth a metterlo a tappeto colpendolo in testa con una bottiglia dopo che lo stesso Norrington aveva scatenato una rissa. L'ex commodoro si aggiunge ugualmente alla ciurma della Perla Nera. Prima di salpare, Jack chiede ad Elizabeth di usare la bussola per rintracciare Davy Jones: dato che la bussola indica la rotta verso ciò che si vuole realmente e poiché Will è prigioniero di Davy Jones, in questo caso avrebbe indicato la rotta per andare a salvare il ragazzo. Sulla nave, però, Elizabeth scopre che la bussola sta puntando Jack.
    A bordo dell'Olandese Volante, Will incontra suo padre "Sputafuoco" Bill. Quindi Will sfida Davy Jones ad una gara di dadi e scommette la sua anima in cambio della chiave che Davy Jones nasconde. Jones accetta, rivelando che la chiave del Forziere Fantasma è nascosta in mezzo ai tentacoli della sua barba. Will sta per perdere, ma il padre riesce a salvarlo perdendo al suo posto, e viene quindi condannato a servire Jones per l'eternità*. Ma poi Will gli dice che il suo unico scopo era sapere dov'era la chiave. Con l'aiuto del padre, riesce a rubarla e a scappare dall'Olandese Volante, non prima di aver promesso al genitore di pugnalare a morte il cuore del crudele Jones. Ma quest'ultimo riesce a trovare Will a bordo di un mercantile (lo stesso che ospitò Elizabeth sotto mentite spoglie) ed ordina al suo Kraken di distruggere la barca e di uccidere il suo equipaggio. Will riesce a salvarsi e si nasconde nella prua dell'Olandese Volante.
    Arrivato nell'Isla Cruces, Davy Jones ordina alla sua ciurma di recuperare il Forziere Fantasma, ma Jack è decisamente avanti. Con Norrington ed Elizabeth riesce a trovarlo, quando all'improvviso Will fa la sua apparizione. Il fabbro vuole aprire il forziere e trafiggere il cuore di Jones per liberare suo padre, ma Jack gli intima di non farlo perché solo Davy Jones avrebbe potuto richiamare il Kraken dalla caccia, e pensa quindi di utilizzare il cuore per ricattarlo. Alla disputa si aggiunge il commodoro Norrington, intenzionato a consegnare il forziere a Lord Beckett per riacquistare un po' di onore. Scatenano così una sfida con le spade. Elizabeth tenta di fermarli ma ne risulta un passamano di chiavi e forziere in cui sono coinvolti anche due pirati agli ordini di Jack ed il primo ufficiale di Jones. Mentre Will e Norrington stanno ancora combattendo, Jack riesce a rubare la chiave e ad aprire il forziere, prendendo il cuore pulsante di Davy Jones e mettendolo nel vaso con la terra che Tia Dalma gli aveva donato. Norrington riesce a trovare Jack mentre sta tornando alla nave e gli ruba sia il cuore di Jones che le lettere di corsa, per poi prendere il forziere vuoto e scappare inseguito dalla ciurma di Jones. Ad un tratto Norrington abbandona il forziere e riesce così a fuggire, mentre la ciurma riporta festante il forziere ormai vuoto sulla nave.
    L'Olandese Volante riesce a trovare la Perla Nera, ma la nave dalle vele nere è troppo veloce col vento in poppa, per cui Davy Jones decide di evocare il Kraken. A nulla valgono le proteste di Jack che vorrebbe ricattarlo, ignaro di non avere più il cuore dell'avversario. Il mostro attacca la nave e, facendo cadere a terra il vaso che si rompe, fa scoprire a Jack che il cuore di Jones è stato rubato. La ciurma della Perla Nera riesce ad allontanare il Kraken grazie all'esperienza acquisita nel precedente incontro di Will col mostro, ma il mostro marino non si arrende ed attacca una seconda volta la Perla Nera. Proprio in quel momento Jack decide di scappare lasciando la sua ciurma a combattere. A metà* strada tra la Perla e l'Isla Cruces, Jack nota che la bussola punta ancora verso la sua nave e, cominciando a capire qual è realmente il suo desiderio, decide di farvi ritorno. Dopo una dura e cruenta lotta Jack dà* a malincuore l'ordine di abbandonare la nave.
    Dopo aver realizzato che il Kraken vuole solo Jack, Elizabeth riesce a distrarlo con un bacio colmo di passione e lo incatena ad un albero della nave. Una volta nella scialuppa di salvataggio, Elizabeth dice agli altri che Jack ha deciso di rimanere con la sua nave, mentre Will, che ha visto il bacio tra Jack ed Elizabeth, adesso crede che la ragazza sia innamorata di Sparrow. Dopo essersi liberato, Jack affronta il Kraken che avvinghia la Perla Nera con i suoi tentacoli trascinandola sott'acqua. Intanto sull'Olandese Volante, Davy Jones afferma che il suo debito è pagato e scopre, una volta aperto il forziere, che il suo cuore è stato trafugato.
    Norrington raggiunge Beckett che gli chiede se ha la bussola di Jack. Ma l'ex commodoro afferma di possedere molto di più e tira fuori un sacchetto dove c'è il cuore pulsante di Jones.
    La ciurma sconsolata trova rifugio da Tia Dalma. Per consolarli, la sacerdotessa chiede loro se hanno il coraggio di navigare verso i Confini del Mondo per recuperare Jack e la Perla Nera. Tutti acconsentono, compresa Elizabeth che si sente in colpa, e Tia Dalma afferma che hanno bisogno di un capitano che conosca bene quelle acque. Così, con sorpresa di tutti, riappare il Capitano Hector Barbossa (Geoffrey Rush), il quale, ridendo, chiede: "Orsù ditemi, che ne è stato della mia nave?", per poi dare un morso ad una mela.

    [youtube:3ycujow8]OngZVVTkT5U&feature[/youtube:3ycujow8]


    Anche nel secondo film alla fine dei titoli di coda vi è una scena supplementare: nell'isola dei Pelagostos i cannibali danzano nell'attesa di liberare dal suo corpo il loro nuovo Dio, ovvero il cane "mastro di chiavi" del carcere di Port Royal, rimasto sull'isola dopo la precipitosa fuga della Perla Nera. Tuttavia il cane non sarà* ucciso, in quanto lo si vede nel film successivo.





    Il Governatore Swann stacca accidentalmente uno dei candelabri della prigione dove è rinchiusa sua figlia Elizabeth, proprio come fece Will nella casa della sua amata nel primo film.
    Quando all'inizio del film Lord Beckett dice "Jack Sparrow", Will ed Elizabeth esclamano in coro "Capitan Jack Sparrow", ricordando l'abitudine di Jack a correggere chi dimenticava deliberatamente il suo grado.
    Quando Elizabeth si sta imbarcando sulla Perla Nera, Jack chiede a Gibbs di nascondere il rum, ricordando come nel primo film la ragazza aveva bruciato tutte le casse di rum che i contrabbandieri avevano lasciato nell'isola in cui Jack era stato esiliato da Barbossa.
    Quando Will è in cerca di Jack, un tizio gli risponde che si trova a Singapore. Nel primo film, quando Jack salva Elizabeth tagliandole il corsetto, ad un soldato che gli disse che lui non l'avrebbe mai pensato, Jack rispose: "Non siete mai stato a Singapore!".
    Il Capitano Barbossa mangia finalmente una mela dopo che nel primo film lo aveva sempre desiderato.
    Quando Will è in cerca di Jack a Tortuga, incontra Scarlett e Gisele, la quale gli tira un ceffone sulla guancia, dicendogli di portarlo a Jack. Nel primo film entrambe le donne avevano schiaffeggiato Jack in faccia.
    Alla domanda di Jack su come fosse arrivato all'Isla Cruces Will risponde di essere arrivato con due tartarughe marine legate ai piedi. Questo ricorda la storia che Gibbs raccontò a Will su come Jack riuscì a scappare dall'isola in cui Barbossa l'aveva lasciato dopo il suo ammutinamento.
    Proprio quando la ciurma della Perla Nera sta per lasciare l'Isla Cruces Jack colpisce Will in testa con un remo, proprio come Will fece a Jack nella grotta dell'Isla de Muerte.
    Quando Jack, Will e Norrington stanno lottando a colpi di spada, Elizabeth tenta di attirare la loro attenzione facendo finta di svenire. Nel primo film aveva fatto la stessa cosa per distrarre suo padre e lo stesso Norrington dal tentativo di Will di liberare Jack, oltre al vero svenimento che la ragazza ebbe a causa del suo corsetto troppo stretto.
    Quando Elizabeth è rinchiusa nella prigione di Port Royal, gli altri incarcerati la chiamano allo stesso modo del cagnolino con le chiavi nel primo film.
    Will si salva dal primo attacco del Kraken aggrappandosi ad un tavola di fortuna in mare, come aveva già* fatto da bambino nell'antefatto del primo film.
    Quando Jack e Will stanno lottando nel primo film, Jack dice a Will: "Non sarai un eunuco?". Nel secondo film, quando i Cannibali portano Will a Jack, Jack descrive Will come un "eunuchy snip snip", mimando con le dita il movimento delle forbici. Nel primo film, inoltre, Jack, riferendosi a Will, dice a Barbossa: "Sentissi come canta però, è un eunuco!", riferendosi al suo stato di eunuco. Inoltre quando Jack descrive Will a Davy Jones per vendere la sua anima, lo descrive come un ottimo soprano.
    In entrambi i film Jack entra in scena con dei mezzi di trasporto molto particolari, nel primo a bordo di una barca che sta affondando, e nel secondo usando una bara come barca e l'arto di uno scheletro come remo.
    Pintel dice ad Elizabeth "Ciao bambolina", proprio come nel primo film.
    Alla fine del primo film Jack dice a Norrington che teneva per lui. Durante il secondo film Jack dice a Norrington che tiene ancora per lui.
    Nella prima scena de La Maledizione della Prima Luna, Gibbs invita Elizabeth a non cantare canzoni di pirati in modo da non attirare pirati. Nella prima scena de La Maledizione del Forziere Fantasma è lo stesso Gibbs a cantare canzoni di pirati, evidentemente perché lui è un pirata!
    Dopo essere stato messo KO da Jack, Will si riprende a bordo della Perla Nera con Elizabeth che veglia su di lui, ricordando così come si erano conosciuti nel primo film.
    In entrambi i film le sfide con la spada terminano perché combattute su strani oggetti: nel primo film su una tavola ondeggiante, nel secondo sulla ruota di un mulino.





    [youtube:3ycujow8]PY1fLJ2Wo8c&feature[/youtube:3ycujow8]




    AI CONFINI DEL MONDO




    [youtube:3ycujow8]bs2PSHc1lwg[/youtube:3ycujow8]


    Will Turner ed Elizabeth Swann stringono un patto con Capitan Barbossa, riportato in vita dalla sacerdotessa Tia Dalma per spingersi oltre i confini del mondo e liberare Jack Sparrow (inghiottito e trascinato negli abissi dal Kraken a bordo della Perla Nera) dallo scrigno di Davy Jones.
    A terra un gruppo di pirati, prima di essere impiccati, iniziano a cantare una misteriosa canzone.
    La ciurma dell'Olandese Volante è finita intanto sotto il controllo della Compagnia Inglese delle Indie Orientali a cui Norrington (reintegrato e nominato Ammiraglio) ha consegnato il cuore del capitano Davy Jones. Il malvagio e tirannico Cutler Beckett (comandante della Compagnia Inglese delle Indie Orientali) è deciso ad estirpare la pirateria dai mari ad ogni costo e senza alcuno scrupolo, tenendo sotto scacco Davy Jones, minacciandolo di distruggere il suo cuore qualora quest'ultimo non pieghi la propria volontà* ai suoi ordini ed avendolo privato del Kraken.
    Con il resto della ciurma, Will, Elizabeth, Tia Dalma e Capitan Barbossa si avventurano a Singapore, alla ricerca delle Mappe dei Confini del Mondo in possesso del pirata Sao Feng. Fallito il tentativo di Will di rubare le Mappe, Elizabeth e Capitan Barbossa fanno visita a Sao Feng per proporgli di convocare il consiglio dei "Nove Pirati Nobili" (tra i quali appunto Sao Feng, Capitan Barbossa e Jack Sparrow) con lo scopo di formare una resistenza contro la Compagnia e Davy Jones. La canzone cantata dai pirati prima di essere impiccati era infatti presagio di un evento del quale solo i pirati sono a conoscenza. Sao Feng è però restio, sentendosi tradito dal tentato furto di Will, ora suo prigioniero: lo scontro sembra inevitabile, ma gli uomini della marina britannica irrompono nel covo con l'obiettivo di eliminare tutti i pirati presenti. Durante lo scontro con la marina, Will propone a Sao Feng di aiutarlo nel tentativo di liberare suo padre da Davy Jones offrendo in cambio Jack e la Perla Nera. I due quindi si dividono con l'accordo di ricongiungersi in seguito. Beckett, rientrato a Port Royal, decide di uccidere il Governatore Swann, padre di Elizabeth, reo di essersi troppo interessato al forziere ed al suo contenuto. Per evitare che Davy Jones si ribelli, fa posizionare il forziere con il cuore sull'Olandese Volante, sotto la stretta custodia di due cannoni puntati "perennemente" in direzione dello scrigno. Come diretto referente a bordo assegna il comando del veliero all'Ammiraglio Norrington.
    Jack (in preda alle allucinazioni) e la Perla Nera si trovano confinati nello scrigno di Davy Jones, il luogo in cui sono destinati coloro che non hanno pagato il proprio debito di schiavitù con l'Olandese Volante. L'isola di sabbia, ovvero lo scrigno, si trova al confine tra il regno dei vivi e quello dei morti e vi sono i resti conficcati nella sabbia di navi e delle ciurme che in passato sono state confinate e non sono riuscite a salpare e successivamente fuggire dall'isola. La sacerdotessa vodoo Tia Dalma spiega nel suo racconto sullo scrigno e che coloro che vengono confinati, una volta fallito il tentativo di fuggire, muoiono in preda alla pazzia e al caldo che vi è sull'isola. Jack, né vivo né morto, è spinto dalla surreale tranquillità* del luogo sull'orlo della pazzia e non si dà* tregua nel tentativo di smuovere la Perla dal suo letto di sabbia. Il provvidenziale intervento dei granchi sassosi farà* però in modo di trascinarla sulla riva dell'isola. Qui Jack si ricongiunge con Will, Barbossa, Elizabeth e la ciurma che, dopo aver attraversato mari e caverne di ghiaccio, si sono lasciati inghiottire dalla cascata posta alla fine del mondo per poterlo raggiungere. Jack, non convinto delle intenzioni che hanno mosso i suoi vecchi compagni (ben quattro di loro in passato hanno cercato di ucciderlo ed Elizabeth vi è riuscita), si convince comunque a salpare ma non a lasciare il comando della nave a Barbossa. La Perla Nera e il suo equipaggio, trovato il mare, sono comunque ancora intrappolati nello scrigno di Davy Jones, rischiando di rimanervi per l'eternità* se entro il tramonto non verrà* trovato il modo di tornare alla terra dei vivi. Nelle acque dello scrigno di Davy Jones, dove vagano le anime dei morti in mare, la ciurma vede passare l'anima del Governatore Swann, ma, se pur Elizabeth cerchi in ogni modo, non c'è possibilità* di trascinarlo a bordo. Viene rivelato che il compito di portare verso il regno dei morti le anime spetterebbe a Davy Jones e all'Olandese Volante, ma che questi non svolge più il suo dovere, ed è questo il motivo per cui è ridotto nella forma in cui si trova.
    Utilizzando le mappe di Sao Feng Jack trova il modo di effettuare il trapasso, capovolgendo sottosopra la nave poco prima che il sole venga inghiottito dal mare, proprio mentre avviene il fenomeno del raggio verde, segno di un'anima che fa ritorno dal regno della morte.
    Una volta di nuovo nel Regno dei vivi, la Perla Nera finisce sulla strada di Sao Feng, che, stretto un accordo con Beckett e tradendo quello stretto a Singapore con Will, cerca di prendere possesso della nave consegnando l'equipaggio nelle mani della Compagnia delle Indie Orientali. Beckett non ha però intenzione di lasciare la Perla Nera nelle mani di un corsaro, rinnegando l'accordo e spingendo quindi Sao Feng a stringerne uno nuovo con Barbossa. I due barattano la nave con Elizabeth (che Sao Feng crede l'incarnazione della dea Calypso). La Perla viene quindi ripresa dalla ciurma di pirati che fuggono dalla stretta delle navi di Beckett, riuscito nel frattempo a mettere l'Olandese Volante all'inseguimento della nave di Sao Feng per dedicarsi personalmente alla Perla. Durante la fuga, Sao Feng rivela ad Elizabeth in che modo il primo "Consiglio dei Pirati Nobili" abbia intrappolato Calypso in un corpo umano per poter così avere il controllo dei mari. L'Olandese Volante riesce però a raggiungere i fuggitivi, ferendo a morte Sao Feng, che nomina Elizabeth capitano della nave e di riflesso membro dei nove Pirati Nobili. Tutti vengono fatti prigionieri dagli uomini di Davy Jones e dell'Ammiraglio Norrigton (la cui proposta di un trattamento preferenziale viene rifiutata da Elizabeth). L'Ammiraglio Norrington, appresa da Elizabeth la morte del padre ad opera di Beckett, ritorna sui suoi passi, decidendo così di liberarla insieme alla ciurma. Durante la prigionia, Elizabeth incontra Sputafuoco Bill Turner che la illumina sulle intenzioni di Will di strapparlo al suo destino. Chi uccide Davy Jones, infatti, è destinato a prenderne il posto, e Will dovrebbe quindi rinunciare ad Elizabeth, in quanto al capitano dell'Olandese Volante è concesso tornare solo una volta ogni dieci anni (motivo per cuo Davy Jones non può scendere a terra). Elizabeth è colpita dal gesto di Norrington e lo bacia. Una volta liberati i pirati, Norrington viene scoperto ed ucciso da Sputafuoco Bill Turner ormai con la mente avvelenata costretta alla volontà* del tiranno Davy Jones. Sulla Perla Nera, nel frattempo, Will lascia una scia di corpi in mare per far sì che la nave di Beckett segua le sue tracce. Sparrow lo scopre e lo butta in mare, non prima di avergli consegnato la sua bussola magica (unico modo per essere trovato da Beckett e quindi da Davy Jones, di cui Jack inizia a bramare l'immortalità*). Will viene recuperato dalla Compagnia delle Indie Orientali e si accorda segretamente con lord Beckett, promettendo di condurlo al luogo in cui si terrà* il consiglio dei Pirati Nobili, chiedendo in cambio della liberazione di suo padre e l'incolumità* sua e di Elizabeth. Davy Jones, convocato a bordo, accetta le richieste a patto che Tia Dalma sia uccisa. Tia Dalma infatti è in realtà* la dea Calypso, ed è anche la donna a cui ha donato il suo cuore, ma che poi ha tradito, suggerendo al Consiglio della Fratellanza come imprigionarla per non essersi presentata sull'isola a cui si erano dati appuntamento, dieci anni dopo che Jones era diventato capitano dell'Olandese, nell'unico giorno quindi in cui egli poteva scendere a terra per incontrarla.

    [youtube:3ycujow8]epdPxU2u1-E&feature[/youtube:3ycujow8]

    Il Consiglio dei nove Pirati Nobili si riunisce nella fortezza della Città* dei Relitti, una roccaforte giudicata inespugnabile. Qui viene discussa la proposta di Barbossa di liberare Calypso per affrontare l'armata di Beckett con il suo favore. Incapaci però di decidere se liberare Calypso, affrontare Davy Jones o chiudersi nella Città* dei Relitti, si propone di eleggere (come indicato nel "Codice" custodito dal padre di Jack) un Re dei pirati, che prenda una decisione inappellabile. Il Re viene eletto con metodo democratico ma ogni Pirata Nobile di norma vota per sé stesso. Così fanno tutti, tranne Jack, che vota Elizabeth, conscio del fatto che lei sia della sua stessa opinione, cioè che voglia affrontare in mare aperto Davy Jones e Beckett per liberare Will





    I comandanti delle due flotte si incontrano prima della battaglia per sentire le ragioni di ognuno. In questo incontro viene effettuato lo scambio tra Will (che si può ricongiungere a Elizabeth e Barbossa) e Jack, a cui Davy Jones chiede di pagare il proprio debito di schiavitù con l'Olandese Volante. Lo scontro è comunque inevitabile perché il nuovo "Re dei Pirati" non ha intenzione di arrendersi e consegnare la sua ciurma. Poco prima della battaglia però Capitan Barbossa, contrario alla decisione di Elizabeth, con un colpo di mano si impossessa dei due "pezzi da otto" che gli mancano per liberare la dea Calypso dal corpo di Tia Dalma. Appreso da Will di essere stata imprigionata in un corpo umano dai Pirati Nobili, ma su consiglio di Davy Jones, Calypso libera la sua furia verso Davy Jones dando vita ad un gigantesco maelstrom (mulino d'acqua in pieno oceano). La Perla Nera e l'Olandese Volante vi si buttano immediatamente all'interno dando vita ad uno scontro emozionante. Durante la battaglia, Will chiede ad Elizabeth di sposarlo ed il matrimonio viene consacrato in modo rocambolesco dal capitan Barbossa. Jack, intanto, si libera dalla cella dell'Olandese per appropriarsi del cuore di Davy Jones, pugnalarlo e prendere così il suo posto alla guida della nave per l'eternità*. Rubato il forziere, la sua fuga è bloccata da Davy Jones ed ha per risultato la perdita del forziere da parte del primo e delle chiavi da parte dell'altro. Una volta sul ponte della nave, Davy Jones viene trafitto al petto da Will nel tentativo di salvare Elizabeth, anche lei accorsa in aiuto dei compagni di viaggio. Nel frattempo Jack riesce a recuperare il forziere e la chiave, aprirlo e a prepararsi a pugnalare il cuore del capitano dell'Olandese Volante. Quest'ultimo non si fa però intimorire da Sparrow e con crudeltà* e malvagità* affonda la sua spada nel corpo di Will, finito a terra durante lo scontro, e, approfittando dello smarrimento suscitato in Jack, cerca di rimpossessarsi del cuore. Viene però ostacolato da Sputafuoco Bill Turner, che si è liberato dalla morsa di Jones e deciso a vendicare il figlio, che è riuscito a riconoscere durante il combattimento incorso tra i due poco prima. A questo punto è il capitano della Perla Nera ad approfittare degli eventi: decide che a pugnalare il cuore dovrà* essere Will (in modo da risparmiarlo dalla morte) sorreggendogli la mano nell'intento. Davy Jones è quindi sconfitto e le sue spoglie mortali risucchiate dalle onde. Will diviene quindi il nuovo capitano e, per suggellare il suo legame con l'Olandese Volante, Sputafuoco ha il compito di estirpare il cuore dal suo corpo e rinchiuderlo nel forziere perché la nave non può rimanere senza un capitano e chi è responsabile della sua morte ne prende immediatamente il posto. La nave cade quindi nell'oblio del mare. Jack ed Elizabeth abbandonano Will al suo destino aggrappandosi ad un paracadute di fortuna insieme alla scimmia Jack, uscita vincitrice dallo scontro con il servo e alleato di Davy Jones, il pescemartello Maccus, che stava combattendo contro Will, Pintel e Ragetti che l'hanno sparata dentro un cannone della Perla Nera, lanciandola contro l'uomo pesce e salvando Will. I superstiti vengono ripescati dalla Perla Nera. Il tiranno Beckett cerca di approfittare della situazione per sferrare un attacco decisivo contro la Perla Nera, ma giunto in prossimità* della nave pirata viene sorpreso dalla riemersione dell'Olandese Volante. I due velieri pirata circondano la nave sferrando un attacco incrociato, provocando la morte di un impietrito e sconfitto Beckett e il ritiro della flotta nemica.

    [youtube:3ycujow8]PcnqmuHF-ws&feature[/youtube:3ycujow8]

    Will, sopravvissuto, è però condannato a passare dieci anni in mare prima di poter fare ritorno per un giorno soltanto a terra. La promessa di liberare il padre dalla schiavitù di Davy Jones è stata onorata ma ad un prezzo altissimo. Will infatti, a differenza di Davy Jones, compierà* il suo dovere e si dedicherà* a trasportare nel regno dei morti le anime di coloro che sono morti in mare. Suo padre decide di rimanere a bordo con lui. Will passa quindi l'ultimo giorno assieme ad Elizabeth sulla terra ferma, dove consumano il loro matrimonio. Come gesto del suo amore eterno Will consegna ad Elizabeth il forziere nel quale è contenuto il suo cuore per poi scomparire all'orizzonte in un lampo di luce verde, il "Verde Baleno" (che segna il passaggio dal mondo dei vivi a quello dei morti). Approdati a Tortuga, Barbossa, approfittando del debole per le donne e per il rhum di Jack Sparrow e di Mastro Gibbs, salpa a bordo della Perla Nera e, con il resto della ciurma, si mette in cerca della Fonte della giovinezza, segnalata dalle Mappe di Sao Feng. Jack però, anticipando le mosse e le intenzioni di Barbossa, si è impossessato della Mappa e si mette in mare a bordo di una bagnarola verso la nuova avventura.

    Dopo dieci anni Elizabeth attende il tramonto per rivedere Will e insieme a lei c'è suo figlio che corre lungo la scogliera. Entrambi sono visibilmente emozionati. Calato il tramonto, dopo il verde baleno, Will si avvicina con l'Olandese Volante e vede la sua amata assieme all'erede che non ha mai conosciuto

    [youtube:3ycujow8]JO3Q0kU6uPU&feature[/youtube:3ycujow8]





    Prima della battaglia vengono fatte alzare le bandiere dai vascelli pirata. Le bandiere che si vedono sono realmente esistite (spesso sono varianti del Jolly Roger) come vessillo di pirati famosi. La bandiera issata dalla Perla Nera è, come nei
    precedenti film, quella di John Rackham.

    [youtube:3ycujow8]AKwhFMonCHM&feature[/youtube:3ycujow8]


    Quando Elizabeth lascia la Perla Nera per andare da Will, Pintel e Ragetti la salutano chiamandola bambolina ("Ciao, bambolina"). Nei precedenti due film i due l'avevano chiamata spesso in questo modo.
    Nello scrigno di Davy Jones, Barbossa ricorda a Jack l'ultima volta che si sono visti ("Isla de Muerta, mi pare...mi hai sparato"). Alla fine del primo film, infatti, i due avevano ingaggiato un combattimento all'Isla de Muerta, che si era concluso con la fine della maledizione e la morte di Barbossa.
    Sia Barbossa che Will ringraziano la scimmia Jack. Nel primo film, Barbossa aveva ringraziato la sua scimmietta per avergli consegnato il medaglione.
    Quando alla riunione dei pirati nobili arriva il cane con le chiavi, Capitan Teague (padre di Jack) dice che era fuggito dall'isola di Pelegostos grazie a delle tartarughe marine, come sostenevano di aver fatto sia Jack che Will.
    Durante la stessa riunione, quando il padre di Jack porta in scena il famoso codice della fratellanza, a portare le chiavi del codice è lo stesso cane che nel primo film ha in bocca le chiavi della prigione in cui è chiuso Jack a Port Royal. Il cane si ritrova anche nel secondo episodio che corre incontro alla nave sulla spiaggia dell'isola dei cannibali e lo vediamo poi scappare da questi.
    Il codice in questione è quello citato in "La maledizione della prima luna", scritto dai pirati Morgan e Bartholomew, che contiene anche la famosa regola del "Parlay", più volte chiamata in causa durante tutta la saga. Il libro fu citato da Elizabeth nel primo film prima che Pintel e Ragetti la rapissero.
    Quando Jack si reca da Beckett viene momentaneamente fermato da due soldati con i fucili pronuncia il detto "Parlay", termine, che nel primo film, quando era circondato dalla ciurma di Barbossa all'Isla De Muerta, non ricordava.
    Anche nel terzo film, come i precedenti due, vi è una piccola comparsa delle donne Scarlett e Gisele questa volta verso la fine del film, quando Jack è intento a farle salire a bordo della Perla Nera; quest'ultima però è stata già* salpata da Barbossa e la ciurma, lasciando Jack e Gibbs al porto. Di conseguenza, le due donne tireranno di nuovo un ceffone a Jack che a sorpresa lo tirerà* a Gibbs.
    Per uscire dalla prigione nella nave di Davy Jones, Jack usa lo stesso metodo utilizzato da Will ne La Maledizione della Prima Luna (mezzi perni).
    Alla fine del film, Elizabeth dice a Jack che fra loro due non avrebbe funzionato, proprio come ha fatto Jack alla fine del primo film.
    Nel terzo film ritornano in scena i due soldati inglesi imbranati e, come nel primo film, nel bel mezzo delle loro discussioni, Jack ne approfitterà*, stavolta per prendere il forziere di Jones. Ne La maledizione della prima luna, mentre i due sono distratti, Jack sale sulla nave Inglese nel porto.
    Jack ricorda spesso che, alla fine del secondo film, era stata Elizabeth a lasciarlo in balìa del Kraken.
    Nel secondo film, quando Jack e la sua ciurma vanno da Tia Dalma, questa dice che Davy Jones era innamorato di una donna, ma Gibbs ribatte dicendo che si era innamorato del mare. Tia Dalma dice <stessa storia, diverse versioni, e sono vere tutte>, perché Calipso è la dea del mare.
    Nel terzo film, quando Will lascia Elizabeth per imbarcarsi sull'Olandese Volante, le dice di tenere gli occhi fissi sull'orizzonte, come aveva fatto nel secondo film prima di partire alla ricerca di Jack lasciando Elizabeth in prigione.
    Ne "La maledizione del forziere fantasma", quando i pirati si recano per la prima volta da Tia Dalma, questa si rivolge a Will dicendogli: "Tu hai la mano del destino sopra di te!": previsione azzeccata, evidentemente perché sapeva già* che, come si vedrà* nel terzo film, egli sarebbe diventato capitano dell'Olandese Volante al posto di Davy Jones (infatti, la stessa "mano del destino" viene usata dalla maga per localizzare l'Olandese nel secondo film).
    La morte di Davy Jones, contrariamente a quanto aveva promesso Will a suo padre nel secondo film, non avviene per mezzo del pugnale che "Sputafuoco" aveva donato al figlio, ma attraverso l'uso della spada di Jack, spezzata poco prima dalla chele del pirata maledetto in uno scontro con Sparrow.
    Nel terzo film si viene anche a conoscenza del vero motivo per cui mastro Ragetti ha sempre conservato il suo occhio di legno: era, infatti, il "pezzo da otto" che il capitan Barbossa gli aveva affidato, che sarebbe poi servito per liberare la dea Calypso dalla sua forma umana.
    Come nei due film precedenti, nella prima scena del film c'è una canzone piratesca. I pirati condannati a morte cantano infatti "Hoist the Colours" ("Issa la bandiera"), che potrebbe riferirsi alla vicenda di Calypso: "Il Re e i suoi uomini hanno rapito la Regina dal suo letto imprigionandola sotto forma umana. I mari nostri siano, e grazie ai suoi poteri ovunque andremo navigheremo da padroni".
    La conferma che Jack Sparrow sia stato a Singapore (come egli stesso accennò nel primo film) avviene all'inizio del terzo: quando vengono spiegati gli intenti della missione a capitan Sao Feng, cioè recuperare Sparrow dallo scrigno di Jones, le due ragazze sullo sfondo (quelle addette a far giungere il vapore nella sala) si lasciano andare in un riso contenuto e allusivo; il motivo è probabilmente dovuto a dei piccoli flirt avuti in passato (simili a quelli con Scarlett e Gisele) con entrambe le ragazze, lasciandole immediatamente e insultando gravemente la nobile famiglia Feng. Questo spiegherebbe perché lo stesso Capitan Sao Feng provi una forte antipatia nei confronti di Sparrow.
    Alla nomina di Norrington quale ammiraglio della Compagnia delle Indie orientali, Beckett gli riconsegna la sua vecchia spada, quella che, nel primo film, Will aveva fabbricato per la sua investitura a commodoro.
    All'inizio della Maledizione della prima luna, Jack Sparrow lo vediamo per la prima volta in una barchetta alla ricerca della Perla Nera; nell'ultimo lo vediamo ancora in una barchetta ancora alla ricerca della Perla Nera e della Fonte della Giovinezza.
    Anche mastro Gibbs, fedele nostromo e amico di Jack Sparrow,alla fine del terzo film rimane e ritorna a Tortuga. Questo lo ricollega al primo film, dove Gibbs inizialmente era membro della Compagnia delle Indie Orientali e, dopo aver tradito la compagnia, si rifugio' a Tortuga per anni.
    Altro particolare riguardante Gibbs e Jack : alla fine del terzo film i due si salutano pronunciando la frase " Dritto alla meta e conquista la preda", stessa frase pronunciata dagli stessi nel primo film, dopo aver fatto un accordo nella locanda a Tortuga
    Sia alla fine del primo che del terzo film della serie, Jack consulta la sua bussola cantando la stessa canzone piratesca.
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


  2. #2
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    [youtube:33tygp4l]ozug-WU2B8U[/youtube:33tygp4l]

    LA SUONERIA DEL MIO CELL ahaah nemmeno a dirlo era questa chissa forse la rimetto ahah ma un omaggio al nostro amato capitan jack vera anima fi questa saga lo adoro sto svirgolato interpretato ad arte da jhonny depp che non si batte si dice che vogliano fare anche un quarto se avete notizie siam qui
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


  3. #3
    sim dio L'avatar di SingforAbsolution
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    32
    Messaggi
    3,288
    Potenza Reputazione
    12

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    Bellissimiiiiii!!! Captain Jack poi.... Anche se il mio preferito è rimasto la maledizione della prima luna
    Segui la mia RadioFreccia --> Radio Jewel Box
    Exchange-->Jewel Box Exchange
    Diario -->The Red String of Fate


  4. #4
    sim dio L'avatar di Sonia
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    sempre in ufficio
    Età
    31
    Messaggi
    4,673
    Potenza Reputazione
    15

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    a me piace la parte quando jack si ritrova da solo con molti "se stesso"...

    Se è si, va bene...
    Se è no, vattene a quel paese

  5. #5
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    eh si sonia condivido da delirio psiche delico ahahahah troppo forte
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


  6. #6
    Raw
    Raw è offline
    sim onniscente L'avatar di Raw
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1,058
    Potenza Reputazione
    11

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    Divertente, anche se non mi attira molto.

    p.s. Tempo fa, su ComingSoon, si parlava di un nuovo capitolo...
    80386 sx 33MHz / 16 Mb Ram / Hard Disk 80Mb

  7. #7
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    eh si raw si vocifera di un sequel speriamo sia alla pari del primo, la maledizione della prima luna non era male per niente l ultimo ossia ai confini del mondo non mi ha entusiasmato molto ma certe scene si tipo ecco lui paranoico all ennesima potenza anche il matrimonio in mezzo al combattimento e altre cosette ma nel complesso è una bella saga
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


  8. #8
    sim dio L'avatar di iseth
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Età
    30
    Messaggi
    4,608
    Potenza Reputazione
    15

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    tempo fa ho messo il trailer del quarto film nel topic adatto lo aspetto con ansia... (finalmente nel quarto i due piccioncini nn dovrebbero esserci si spera...ma ci sarà* penelope cruz...)




  9. #9
    Raw
    Raw è offline
    sim onniscente L'avatar di Raw
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1,058
    Potenza Reputazione
    11

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    Azz! Non ci sarà* Keira Knightley? Me gusta stu la ragazza...
    80386 sx 33MHz / 16 Mb Ram / Hard Disk 80Mb

  10. #10
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    Re: SAGA PIRATI DEI CARAIBI

    iseeeeee ho trovato il tuo video nella vecchia sezione GRAZIE di cuore mi permetto a ripostarlo
    [youtube:sz5tqcrc]dQGe30sE3CQ&feature[/youtube:sz5tqcrc]
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


 

 
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. SAGA UNDERWORLD
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 9th October 2012, 18:18
  2. (SAGA) X MEN tutti i film
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 2nd July 2011, 08:30
  3. ( SAGA) SUPERMAN DAL 1° AL RETURNS
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 2nd July 2011, 01:15
  4. ( SAGA ) FAST AND FURIOS
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 27th June 2011, 19:59
  5. NDS Il professor Layton - saga
    Di eliviola nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 31st January 2010, 16:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •