Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: MARLYNN MONROE

  1. #1
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    MARLYNN MONROE

    Altra grande grande attrice è marlyn monroe bella bella dei tempi dei tempi ad ogni estimatore di film non posso non consigliare a qualcuno piace caldo , o anche un mitico gli uomini preferiscono le bionde aahhahaha bellissimo film quest ultimo che rivedo sempre volentieri tra le curiosita poi ci sono anche un riferimento ai sims aahaha




    Uploaded with ImageShack.us



    scena bellissima che vede lei che deve far ingelosire il fidanzato e gli canta i diamanti sono i migliori amici delle donne aahh film che conosco battuta per battuta e che adoro , ma ancora belllo che in moluen rouge la nikole kidman abbia paradossato la versione si marylin bellissima anche quella scena ma l originale non si batte a mio avviso



    BIOGRAFIA

    Marilyn Monroe, nome d'arte di Norma Jeane Baker (Los Angeles, 1 giugno 1926 "“ Los Angeles, 5 agosto 1962), è stata un'attrice statunitense. Il suo mito supera di gran lunga il pur apprezzato talento artistico di un'attrice sicuramente fuori del comune, un "sogno proibito" per milioni di appassionati di cinema. Il fascino che emanava dal grande schermo e dalle copertine in carta patinata ha contribuito a farne un sex symbol fuori da ogni tempo; la fragilità* che ha contraddistinto la sua esistenza (per molti versi tumultuosa e culminata in una morte tanto prematura quanto misteriosa) l'ha resa una vera e propria icona della cultura pop.
    àˆ stata anche una cantante dalle doti non particolarmente eccelse ma con un timbro vocale in grado di affascinare l'ascoltatore. Fra i suoi successi, quasi tutti inseriti nel contesto dei film da lei interpretati, vi è anche la celeberrima My Heart Belongs To Daddy di Cole Porter. Altri grandi successi canori di Marilyn furono Bye Bye Baby, cantata nel film Gli uomini preferiscono le bionde, e I Wanna Be Loved By You, cantata nel film A qualcuno piace caldo. La Marilyn cantante sarà* tuttavia ricordata più che altro per l'intervento canoro - immortalato in un enigmatico quanto affascinante filmato video in bianco e nero con l'artista illuminata da un semplice occhio di bue - al party di compleanno del presidente Kennedy, quando intonò - con fare malizioso ed ammiccante - Happy Birthday, Mister President.



    Uploaded with ImageShack.us



    Uploaded with ImageShack.us






    Uploaded with ImageShack.us


    I SUOI FILM

    Dangerous Years, regia Arthur Pierson (1947)

    Scudda Hoo! Scudda Hay!, regia di F. Hugh Herbert (1948)

    Orchidea bionda (Ladies of the Chorus), regia di Phil Karlson (1948)

    Una notte sui tetti (Love Happy), regia di David Miller e, non accreditato, Leo McCarey (1949)

    La figlia dello sceriffo (A Ticket to Tomahawk), non accreditata, regia di Richard Sale (1950)

    Giungla d'asfalto (The Asphalt Jungle), regia di John Huston (1950)

    Eva contro Eva (All About Eve), regia di Joseph L. Mankiewicz (1950)

    Lo spaccone vagabondo (The Fireball), regia di Tay Garnett (1950)

    Il messicano (Right Cross), non accreditata, regia di John Sturges (1950)

    Home Town Story, regia di Arthur Pierson (1951)

    L'affascinante bugiardo (As Young as You Feel), regia di Harmon Jones (1951)

    Le memorie di un dongiovanni (Love Nest), regia di Joseph M. Newman (1951)

    Mia moglie si sposa (Let's Make It Legal), regia di Richard Sale (1951)

    La confessione della signora Doyle (Clash by Night, regia di Fritz Lang (1952)

    Matrimoni a sorpresa (We're Not Married!), regia di Edmund Goulding (1952)

    La tua bocca brucia (Don't Bother to Knock), regia di Roy Ward Baker (1952)

    Il magnifico scherzo (Monkey Business), regia di Howard Hawks (1952)

    Il poliziotto e il salmo (The Cop and the Anthem), episodio di La giostra umana (O. Henry's Full House), regia di Henry Koster (1952)

    Niagara (Niagara), regia di Henry Hathaway (1953)

    Gli uomini preferiscono le bionde (Gentlemen Prefer Blondes), regia di Howard Hawks (1953)

    Come sposare un milionario (How to Marry a Millionaire), regia di Jean Negulesco (1953)

    La magnifica preda (River of No Return), regia di Otto Preminger e, non accreditato, Jean Negulesco (1954)

    Follie dell'anno (There's No Business Like Show Business), regia di Walter Lang (1954)

    Quando la moglie è in vacanza (The Seven Year Itch), regia di Billy Wilder (1955)

    Fermata d'autobus (Bus Stop), regia di Joshua Logan (1956)

    Il principe e la ballerina (The Prince and the Showgirl), regia di Laurence Olivier (1957)

    A qualcuno piace caldo (Some Like It Hot), regia di Billy Wilder (1959)

    Facciamo l'amore (Let's Make Love), regia di George Cukor (1960)

    Gli spostati (The Misfits), regia di John Huston (1960)

    Something's Got To Give - incompleto, regia di George Cukor (1962



    Uploaded with ImageShack.us

    CURIOSITA

    Marilyn è nata bruna, si fece bionda ossigenata dietro consiglio di un fotografo secondo il quale in tal modo avrebbe avuto più fama.
    Era alta 1,66 cm pesava 53 kg indossava la taglia 46 americana, corrispondente all'attuale taglia 42.
    Si è affermato che Marilyn avesse avuto anche alcune relazioni lesbiche, una tra le quali con Elizabeth Short, la famosa vittima di un omicidio di Los Angeles. Ma in merito a queste affermazioni non esistono tuttavia certezze.
    La canzone Candle in the Wind (1973), scritta da Bernie Taupin ed Elton John, era dedicata a lei. Elton John l'ha successivamente riscritta per il funerale di Lady Diana Spencer.[10]
    Tra gli improbabili fans di Marilyn si annoverano Albert Einstein, Pier Paolo Pasolini e Ayn Rand.
    Marilyn fu proposta al principe Ranieri III di Monaco come possibile moglie. Lui poi sposò Grace Kelly, la cui fama si fuse con quella del principato stesso.[11]
    Le immagini di Marilyn sono proprietà* del suo fondo e non ne è permessa la copia integrale.
    L'assegno da ventimila dollari che Eunice Murray tentò di incassare dopo la morte della Monroe è in mostra allo Hollywood Entertainment Museum a Hollywood.
    Hugh Hefner ha acquistato una tomba accanto a quella di Marilyn per 85.000 dollari; l'altra tomba adiacente è stata venduta per 125.000 dollari. Non vi sono altre tombe disponibili accanto alla sua.
    Da alcune fotografie di Joseph Jasgur pubblicate nel 1946 nacque il mito che Marilyn avesse sei dita per ogni piede. Due delle fotografie, pubblicate in The Birth of Marilyn: The Lost Photographs of Norma Jeane, possono farlo pensare, ma è solo effetto della luce, come dimostrato da altre fotografie. Dato che non vi sono altre prove in merito, la storia è comunemente considerata una leggenda metropolitana.
    Marilyn vinse nel 1946 il concorso di bellezza per Miss Carciofo.
    Marilyn dovette indossare due paia di slip bianchi per girare la scena della grata della metropolitana in Quando la moglie è in vacanza. Una decisione presa dal gelosissimo marito Joe di Maggio per impedire alla folla di vedere troppo.
    Il regista Billy Wilder (che con Marilyn ha diretto Quando la moglie è in vacanza e A qualcuno piace caldo) disse che Marilyn aveva un seno di granito ed un cervello di groviera. In altre occasioni ha detto che Marilyn era un genio, si può quindi dire che la loro relazione fosse piuttosto incostante.
    Marilyn, durante la prima infanzia, visse nell'illusione di essere figlia di Clark Gable, a causa della somiglianza di uno degli uomini che la madre le indicò come suo padre con il celebre interprete di Via col vento. L'attrice dichiarò in varie interviste di essere entusiasta dell'opportunità* di poter lavorare con il divo nel film Gli spostati, che fu la sua ultima interpretazione, ma anche l'ultima di Gable: un infarto lo stroncò, infatti, un mese dopo la fine delle riprese.
    Il pubblico ha raramente guardato oltre l'immagine di scena di Marilyn, ma di lei si diceva che fosse piuttosto intelligente, ancorché nascosta dietro il cliché della bella bionda svampita. Lei rimpianse sempre di non aver potuto continuare gli studi, scrisse poesie e fu molto appassionata di letteratura.
    Il fotografo George Barris ha scattato le ultime fotografie di Marilyn in vita, ma ha rifiutato per molti anni di permetterne la pubblicazione.
    Pare che Marilyn Monroe, per mettere in risalto la propria andatura ancheggiante, calzasse scarpe con i tacchi di diversa altezza, tagliando un centimetro da un tacco di una delle due scarpe.
    Era solita dormire svestita, dimostrazione ne è l'espressione "Io dormo solo con due gocce di Chanel" da Marilyn pronunciata nella pubblicità* tramite la quale sponsorizzava appunto il profumo Chanel n° 5.
    Quando il medico legale diede il nulla osta per il funerale dell'attrice, dopo l'autopsia, i suoi più stretti collaboratori prepararono la salma per la camera ardente. Whitey Snyder, fedele truccatore di Marilyn da alcuni anni, si occupò di rendere per l'ultima volta il suo volto sfavillante di luce e di colori. Le fu poi fissata sulla testa la parrucca bionda e liscia con frangetta che aveva portato nel film Gli Spostati. Una sua collaboratrice ottenne che Marilyn indossasse per l'estremo viaggio un abito verde dello stilista fiorentino Emilio Pucci che l'attrice aveva acquistato recentemente. Poiché, dopo l'intervento del patologo, non c'era più traccia dei seni, il reggiseno fu riempito con della stoffa.
    A Natale del 2009 Suzie Kennedy, sosia perfetta dell'attrice americana, ha impersonificato la figura di Marylin nel film di Leonardo Pieraccioni Io & Marilyn, dove la Monroe viene chiamata durante una seduta spiritica.
    L'ultimo film di Marilyn rimasto incompiuto fu ripreso da Doris Day con il titolo Move Over Darling ovvero Fammi posto tesoro (1963).
    La stessa Marylin appare nel videogioco The Sims con la sesta expansion pack nel quartiere "studios". Arriverà* solo se si è in possesso dell'espansione superstar, e si presenterà* solo nelle feste più scatenate a bordo di una limousine rosa.
    Era agorafobica.[12].
    L'ex marito, Joe Di Maggio, nei primi tempi dopo la morte di Marylin, portò personalmente una volta a settimana un mazzo di rose rosse sulla tomba dell'attrice, in seguito, per quasi un ventennio li fece recapitare da un fioraio, ma solo in ricorrenza del compleanno.



    Uploaded with ImageShack.us
    Ultima modifica di edalina; 5th February 2013 alle 15:10
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •