Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    ( SAGA) SUPERMAN DAL 1° AL RETURNS





    SUPERMAN


    Superman è un film del 1978, diretto da Richard Donner, ispirato all'omonimo personaggio dei fumetti, interpretato per la prima volta da Christopher Reeve. Vinse un Oscar per i migliori effetti speciali. Grazie all'enorme successo ottenuto, vennero realizzati altri tre seguiti: Superman II, Superman III, Superman IV.
    Il film è conosciuto anche come Superman: The Movie.




    [youtube:2e9kl2bk]gveUCMXHlu0&feature[/youtube:2e9kl2bk]

    TRAMA
    Pianeta Krypton, 1498. Jor-El, uno degli uomini più influenti del pianeta, accusa davanti al Consiglio di Governo tre pericolosi ribelli, il generale Zod, Ursa e Non, di aver voluto tentare di rovesciare l'ordine pubblico costituito, e li condanna all'esilio perpetuo nella Zona fantasma, una dimensione parallela in cui i prigionieri vivono in una sorta di limbo, alienati dal mondo reale.
    Geniale scienziato, Jor-El successivamente informa le autorità* che il mondo kryptoniano è condannato a venire risucchiato nel proprio sole rosso in soli trenta giorni, e che risulta necessario trasferire l'intero popolo su un altro mondo abitabile. Il Consiglio di Governo teme che Jor-El voglia scatenare il panico, quindi le sue teorie non vengono altro che derise da tutti. La comunità* scientifica è infatti convinta che Krypton stia soltanto cambiando la propria orbita, e che non sussista nessun pericolo reale per la popolazione. Non volendo rinunciare, l'uomo, in accordo con la moglie Lara, costruisce una piccola astronave con la quale lancerà* il piccolo figlio, Kal-El, su un mondo incredibilmente lontano, che i nativi chiamano Terra, illuminato da un sole giallo, lo stesso che, data l'insolita biologia genetica e molecolare dei kryptoniani, gli conferirà* poteri superumani. Il veicolo viene lanciato nell'iperspazio appena in tempo, e il pianeta esplode violentemente insieme al proprio sole, esattamente come lo sventurato Jor-El aveva previsto con tanta esattezza. Il viaggio, che avviene a velocità* della luce, per il veicolo durerà* tre anni, mentre per il resto dell'universo trascorreranno molti secoli.
    Il piccolo Kal-El raggiunge la Terra e si schianta in un campo di grano a Smallville, in Kansas, dove viene trovato e adottato dai coniugi Jonathan e Martha Kent, che lo chiameranno Clark. Quando compie i diciotto anni, Clark Kent ha già* sviluppato moltissimi dei suoi poteri: può correre più veloce di un treno, può vedere attraverso le cose e addirittura sollevare a mani nude degli autoveicoli. L'unico tormento che lo insegue è la curiosità* circa le sue vere origini e il motivo per cui dispone di questi poteri, che lo rendono diverso dagli altri.
    Alla morte del padre adottivo Jonathan, ritrova un misterioso cristallo verde luminoso, e percepisce di dover andare nell'Artide. Giunto tra le nevi e i ghiacci perenni, lancia il cristallo nel mezzo di una calotta, da cui emerge una struttura cristallina monumentale, la Fortezza della solitudine. Clark accede alle memorie custodite in essa, frutto del lavoro di Jor-El, il cui spirito gli riferisce che egli è l'unico superstite di un pianeta esploso molte centinaia di anni addietro, e che la Fortezza è un antico baluardo kryptoniano che sarebbe stato edificato per motivi di colonizzazione. Sotto la guida paterna, Clark capisce chi è in realtà*, e che cosa deve fare: aiutare l'umanità* a evolversi senza però interferire nella loro storia.
    Giunto a trent'anni, Clark inizia a lavorare come giornalista presso il Daily Planet, la testata principale di Metropolis, dove recita la parte del ragazzotto imbranato, timido e persino ridicolmente goffo. Al suo fianco lavorano la giornalista Lois Lane, il fotografo Jimmy Olsen e il redattore capo Perry White. Proprio in questi giorni, nei sotterranei di Metropolis, il criminale Lex Luthor sta tirando i fili per completare una folle e complessa macchinazione che gli frutterebbe miliardi di dollari: da tempo, infatti, sta comprando a prezzi stracciati molti terreni brulli e deserti in California, e tra breve il governo statunitense lancerà* due missili atomici sperimentali. Il suo intento è riprogrammarli perché esplodano sulla falda di San Andrea, facendo sprofondare la California in mare, e facendo sì che i terreni comprati (situati, secondo i suoi calcoli, sulla nuova linea costiera prodottasi dopo il cataclisma) vengano sfruttati rendendogli una fortuna inestimabile.
    Clark fa la sua prima apparizione in costume, blu e rosso con un grande mantello, per salvare la vita a Lois, in pericolo su un elicottero, sventando poi due rapine e salvando l' Air Force One del Presidente degli Stati Uniti, da un temporale devastante. Tornato alla Fortezza della Solitudine, Kal-El chiede al padre Jor-El consiglio sul da farsi. Il padre gli suggerisce di mantenere la sua identità* terrestre e di continuare a salvare i bisognosi, ricordandogli di non interferire con la storia umana per nessun motivo.
    Lois Lane intervista lo sconosciuto eroe, che le riferisce di arrivare da Krypton e di essersi messo a disposizione per servire la giustizia. àˆ proprio lei a coniare il nome con cui l' insolito paladino della giustizia diverrà* famoso: Superman. Lex Luthor, frattanto, si rende conto che, per evitare impedimenti nella realizzazione del suo piano, deve eliminare Superman. Indagando sulle origini kryptoniane del nemico, scopre che alcuni frammenti del pianeta esploso, detti kryptonite, sono arrivati in massa sulla Terra, e che sono letali per qualunque kryptoniano.
    Parlando tramite ultrasuoni, Luthor invita Superman nel suo rifugio, facendogli credere con l'inganno che sta per uccidere il popolo di Metropolis con del gas mortale. Quando i due finalmente si incontrano, il folle criminale lo espone alle radiazioni di un frammento di kryptonite, che in pochi istanti indebolisce Superman fin quasi a ucciderlo. Intanto, i due missili, riprogrammati adeguatamente, vengono lanciati. La bella collaboratrice di Lex Luthor, temendo per le sorti della propria madre che abita nella zona che verrà* colpita dall'impatto dell'esplosione, libera Superman dal meteorite mortale. Riacquisita la propria forza il supereroe tenta di fermare i due missili, ma riesce a deviarne solo uno. L'altro, esploso nel punto voluto da Luthor, causa una catastrofe e la California inizia a sprofondare. Superman raggiunge il sottosuolo e rialza il poco terreno finito in mare, ma una sciagura lo sorprende in pochi minuti.
    Lois Lane, infatti, è in California, nei pressi della Diga di Hoover, per riportare al Planet un colossale scoop giornalistico, e rimane uccisa durante il terremoto causato dal missile. Violando il comando del padre, che gli ha imposto di non interferire nella storia degli uomini, Superman vola a supervelocità* intorno alla Terra, invertendone il moto rotatorio. Il tempo torna indietro di alcuni minuti, così da rendergli possibile salvare la donna che ama. Il film si chiude con l'Uomo d'acciaio che consegna in carcere Lex Luthor, il quale, infuriato per la sconfitta e il denaro perso, si leva il parrucchino.


    Il film era all'avanguardia della tecnica per l'epoca e diversi degli effetti speciali utilizzati vennero appositamente inventati per l'occasione, con particolare attenzione a rendere realistiche le sequenze in cui Superman vola. Il production designer fu John Barry (Guerre Stellari) e per la fotografia venne assunto Geoffrey Unsworth (2001: Odissea nello spazio e premio Oscar nel 1972 per Cabaret). A quest'ultimo, morto nell'ottobre del 1978 a causa di un attacco di cuore, è dedicato con amore e rispetto Superman: The Movie.

    [youtube:2e9kl2bk]BavGRZ_mF10&feature[/youtube:2e9kl2bk]

    Christopher Reeve riferisce il seguente aneddoto nella sua autobiografia: il giovane e idealista Reeve chiese al maturo veterano Gene Hackman quale fosse la sua motivazione nell'interpretare il ruolo di Lex Luthor; Hackman rispose «Intendi oltre al milione di dollari?».
    Marlon Brando pretese come stipendio per la parte di Jor-El quattro milioni di dollari e una percentuale sugli incassi.
    Questo film ha segnato un'improvvisa impennata nella carriera di Christopher Reeve, fino ad allora un attore praticamente sconosciuto. La straordinaria notorietà* derivata dal film, e la sua bravura nell'interpretazione del personaggio, per contro, legarono indissolubilmente la sua immagine al solo personaggio di Superman, limitandone di fatto la carriera.
    Per la parte di Superman furono considerati anche Paul Newman e Robert Redford.
    I primi attori a confermare la loro presenza nel film furono Marlon Brando e Gene Hackman.
    L'utilizzo del simbolo a forma di S, tipico del costume di Superman, anche sul costume di Jor-El, fu un'idea di Marlon Brando, che la suggerì al regista Richard Donner, allo scopo di mostrare, "certificare", meglio, il legame tra Superman, i suoi genitori e il suo pianeta natale, agli occhi degli spettatori.




    SUPERMAN 2







    Superman II è un film del 1980, diretto da Richard Lester e interpretato per la seconda volta da Christopher Reeve. Ispirato all'omonimo personaggio dei fumetti, e sequel del film Superman del 1978. Sarà* succeduto da Superman III (1983) e Superman IV (1987).



    TRAMA

    Parigi vive ore di terrore a causa di un gruppo di terroristi trinceratisi nella Torre Eiffel con una bomba all' idrogeno capace di distruggere l' intera città*. Lois Lane si intrufola clandestinamente sotto un ascensore, con l'intento di scrivere uno scoop capace di garantirle il Pulitzer.
    Superman raggiunge il posto quando l'ascensore viene fatto precipitare nel vuoto dalla polizia, causando inavvertitamente l'innesco del terribile ordigno. Salvata la giornalista, l'ultimo figlio di Krypton lascia l'atmosfera del pianeta Terra e scaglia nello spazio profondo l'ascensore. L'esplosione che ne segue è spaventosamente forte. L'onda d'urto che si propaga raggiunge l' antica e ormai dimenticata zona fantasma che, proprio in quel momento, sta transitando presso la Terra. La fessura cristallina vagante per lo spazio da un tempo infinito custodisce il generale Zod, Ursa e Non, i tre famosi rivoluzionari kryptoniani che Jor-El aveva condannato di fronte al Consiglio di Governo poco prima che Krypton esplodesse. Appena l'onda d'urto la raggiunge, essa esplode tragicamente, liberando i tre pericolosi malfattori proprio in prossimità* dell'orbita del pianeta Terra.
    Frattanto, Lex Luthor sta scontando una condanna all'ergastolo, ma sta per progettare una fuga, a cui seguirà* una vendetta contro Superman, vendicandosi del nemico, colpevole di avergli impedito un massacro in California da cui avrebbe tratto il massimo profitto finanziario. Nella manica ha un asso: in cella, infatti, custodisce un miracoloso rilevatore di onde Alpha, capaci di intercettare gli spostamenti di Superman. Prima di andare in carcere, Luthor aveva scoperto che il kryptoniano si dirigeva costantemente a nord. Trae quindi la conclusione che l'alieno abbia un segreto che potrebbe renderlo vulnerabile.
    Zod, Ursa e Non raggiungono la luna, dove sviluppano rapidamente i superpoteri ottenuti dal beneficio dei raggi del sole giallo terrestre, e massacrano barbaramente una squadra di astronauti russi e statunitensi. Equivocando con le comunicazioni spaziali, essi chiamano il pianeta Houston, e scoprono che esso è popolato da una civiltà* rimasta indietro secoli e secoli, quindi facilmente soggiogabile. Zod ordina ai due suoi compagni mutanti pertanto di raggiungerlo, poiché finalmente otterranno lì quanto su Krypton non ottennero mai: un regno tutto per loro.
    Luthor, con l'intercettatore Alpha, raggiunge il Polo Nord e penetra nella Fortezza della solitudine, dove accede alla conoscenza kryptoniana e curiosa nelle registrazioni ataviche contenute nei cristalli. Scopre così che Superman aveva un padre di nome Jor-El, che un giorno aveva sfoggiato tutta la sua autorità* imprigionando tre pericolosi ribelli in una fessura spazio-temporale anomala, da cui c'era comunque una possibilità* di fuga.
    In quei giorni, Clark Kent e Lois Lane raggiungono le Cascate del Niagara, sotto copertura, incaricati di svelare ai rotocalchi tutti i retroscena di una serie di truffe matrimoniali. Inaspettatamente, Lois scopre attraverso un banale incidente domestico che Clark, l'amico imbranato e pacioccone, timido e fifone, altri non è che Superman. Insieme, i due volano fino alla Fortezza della Solitudine, dove l'ultimo figlio di Krypton le racconta la grandezza della civiltà* da cui nacque e il modo in cui, anni prima, il cristallo verde lo aveva condotto fino al luogo dove la Fortezza si erge con fierezza. In poche ore, dopo aver consultato la madre Lara, Kal-El si espone in una camera di cristallo ai raggi rossi sintetici del sole di Krypton, i quali lo privano dei suoi superpoteri: ora può finalmente dedicarsi a Lois. Insieme raggiungono un piccolo pub sulla strada per mangiare qualcosa e Clark, ormai privo dei suoi poteri, viene picchiato da Roky, un cliente abituale del locale molto violento; Clark vede così per la prima volta il suo sangue e decide di riacquistare i suoi super poteri, mosso anche dal fatto che i tre criminali stanno conquistando la terra. Ma non è affatto il momento adatto. I tre malfattori kryptoniani arrivano sulla Terra, e radono al suolo uno sconosciuto paese di provincia, brutalizzando un commando dell'esercito degli Stati Uniti. Giunti alla Casa Bianca, i tre convincono il Presidente degli Stati Uniti a cedere loro il comando dell'intero pianeta.
    Superman è costretto quindi a riattivare la tecnologia della Fortezza, e a riprendersi i poteri. Luthor raggiunge Zod e lo informa che sa come raggiungere il figlio di Jor El, offrendogli la possibilità* di vendetta. I tre kryptoniani raggiungono il Daily Planet e ne distruggono l'edificio, prendendo in ostaggio Lois. Superman raggiunge in volo il posto, e tra i quattro superalieni scoppia una battaglia tremenda che rischia di distruggere l'intera Metropolis. In piena lotta, Superman scappa inspiegabilmente. Presa Lois come debole e sventurata prigioniera, i tre loschi individui lo inseguono fino alla Fortezza della Solitudine, dove lo affrontano in un secondo e più arduo combattimento. Superman, stavolta, ha la meglio: nel frattempo, infatti, i raggi sintetici del sole rosso di Krypton sono stati sprigionati al di fuori della cella di cristallo, e il figlio di Jor-El si salva usandola facendo credere loro che ne sarebbe stato vittima solo lui, al suo interno. Caduti fatalmente i tre malvagi e feroci criminali in un crepaccio, Lois e Superman riconsegnano Lex Luthor al carcere.
    Lois non è affatto felice, anzi, è affranta nel sapere che l'uomo che ama non potrà* mai essere veramente suo. Clark le fa dimenticare il segreto della sua duplice identità* dandole un bacio. Lois torna a ritenere Clark come un ragazzo semplice, bonario e, a volte, persino un po' goffo, mentre in Superman continua a vedere il grande amore della sua vita. Clark torna nel locale per incontrare Roky, il violento cliente che lo aveva picchiato quando era un uomo normale, e gli impartisce una piccola lezione scaraventandolo su un flipper, dopo che da solo Roky si era fatto male alla mano colpendo Clark allo stomaco, pensando di metterlo di nuovo K.O., senza sapere che Clark era ritornato ad essere Superman

    [youtube:2e9kl2bk]cwp7Sr_czLc&feature[/youtube:2e9kl2bk]







    Il regista Richard Donner cominciò a girare una versione del sequel del suo film girato nel 1978, mentre stava ancora ultimando il primo film.
    Nella prima versione della sceneggiatura, si era immaginato che la distruzione della zona fantasma fosse dovuta all' esplosione di uno dei due missili nucleari usati da Lex Luthor nel film Superman.
    Era previsto il reinserimento nella storia del personaggio di Jor-El, interpretato nuovamente da Marlon Brando. Tuttavia, la sceneggiatura venne ultimata dando maggior risalto a Lara, la madre di Kal-El e moglie di Jor-El, interpretata, come nel primo film, dall' attrice Susannah York.
    La critica rimase profondamente colpita dalla trama di questo sequel, e lo giudicò perfino migliore del primo film.
    La versione originale concepita da Richard Donner è stata montata e completata recentemente, sostituendo con le scene girate da Marlon Brando quelle interpretate da Susannah York. Il film è uscito esclusivamente per il mercato DVD con il titolo Superman II - The Richard Donner Cut. Questa versione è stata distribuita nel 2006 in Italia in un cofanetto DVD insieme con la versione ufficiale di Richard Lester.
    Per il lancio di questo film la Warner Bros ha distribuito la pellicola dapprima in Sudafrica e in altre parti del mondo, ed è giunta nella sale cinematografiche americane soltanto nel giugno del 1981.
    In Superman II vengono introdotti strani poteri di cui non c"™è traccia nel fumetto, come un potere di levitazione (Zod solleva con un raggio lo sceriffo della contea attaccata a inizio film) e una strana "S" che Superman si toglie dal petto per poi lanciarla contro Non che lo stava attaccando.
    Tra le scene eliminate dal regista Richard Lester c'è quella in cui Lex Luthor fugge per la seconda volta dalla prigione grazie all'intervento della signorina Teschmacher. Questo è impossibile, visto che Luthor viene condannato ai lavori forzati e da cui ne uscirà* solo grazie all'intervento di suo nipote Lenny in Superman IV.
    Terence Stamp, insieme a molti del cast, è tornato nel mondo di Superman prestando la voce a Jor-El nella serie Smallville.
    Nel telefilm smallville per Lex Lutor è molto più facile trovare un cristallo di kriptonite e poi l' idea dei missili nucleari non è adatta ad un tipo come lui.





    SUPERMAN 3

    Superman III è un film del 1983, diretto da Richard Lester. Ispirato all'omonimo personaggio dei fumetti, interpretato per la terza volta da Christopher Reeve, è il secondo sequel di Superman del 1978 (dopo Superman II del 1980). Il film fu seguito da Superman IV

    In giro per il mondo e lungo le strade di Metropolis, tutto procede tranquillo e Superman non ha troppi problemi da risolvere. Il giovane di colore August Gorman viene assunto dal colosso finanziario gestito dal ricco e potente magnate Ross Webster come programmatore di computer. In pochi giorni, grazie a un'astutissima manovra informatica, riesce a dirottare sulla propria voce "spese extra" la bellezza di 85.000 dollari, ma dopo pochi giorni si fa notare alla guida di un'auto fiammeggiante. Frattanto, con Lois Lane in vacanza alle Bermude, Clark Kent convince Perry White a mandarlo a Smallville, la sua città* d'origine, per scrivere un servizio su di un raduno dei vecchi studenti del liceo. Il goffo giornalista viene accompagnato dal giovane fotografo Jimmy Olsen, che aspira a divenire un giornalista.
    Scoperto chi ha eseguito la magistrale truffa, Ross Webster, avido affarista senza scrupoli, minaccia August: se non vuole finire in galera, dovrà* riprogrammare il satellite meteorologico Vulcan perché scateni un nubifragio apocalittico sull'intera Colombia. Se infatti quello stato venisse sommerso dalle acque, il suo mercato di caffè ne risulterebbe indelebilmente danneggiato, e Webster guadagnerebbe miliardi di dollari nello stesso mercato.
    Gorman accetta e riprogramma Vulcan, ma il nubifragio viene placato da Superman, che si tuffa nel tornado, rovesciandolo al di sopra delle nuvole. Dopo aver salvato una centrale chimica nelle vesti di Superman, Clark raggiunge Smallville, e alla festa rincontra Lana Lang, la sua prima fidanzata, ora divorziata e con un figlio di nome Ricky. Ella è tormentata da Brad Wilson, un ubriacone disoccupato che ama fare lo spaccone prendendo in giro il buon Kent. Infuriato per l'intervento di Superman, Webster incarica August di scandagliare lo spazio con un satellite affinché ritrovi l'area in cui esisteva Krypton e analizzi un frammento di kryptonite vagante.
    L'operazione ha buon fine solo in parte, poiché August scopre che il frammento spaziale ha un componente sconosciuto che lui sostituisce con il tabacco per le sigarette. Mentre è a Smallville, Superman viene decorato dal sindaco per aver salvato la vita del piccolo Ricky, il figlio di Lana. Proprio in quest'occasione, vestito da soldato, August consegna all' Uomo d' Acciaio il frammento di kryptonite sintetica, che però non uccide Superman, ma invece sortisce l'effetto di cambiare (in peggio) la sua personalità*: in breve tempo, Superman diventa cattivo, egoista, vandalo, violento. Si rifiuta di salvare la vita a un camionista in bilico su un ponte, raddrizza la Torre di Pisa e alle Olimpiadi compie un gesto di spregio spegnendo la fiaccola col supersoffio. Addirittura, si lascia sedurre dalla giovane assistente di Webster in cambio della distruzione di una petroliera.
    Mentre Superman sfreccia in tutto il mondo arrecando danni, August Gorman convince Webster a costruirgli un gigantesco supercomputer senziente. In cambio, lui dovrà* riprogrammare le navi del petrolio perché si fermino in mezzo all' Atlantico, così il miliardario potrà* ricattare il mondo intero. Dopo essersi ubriacato in un bar, Superman sente col super-udito le parole del figlio di Lana, che lo prega di ritornare buono come un tempo; questo causa in lui un vero e proprio "sdoppiamento": la parte buona di lui si stacca da quella cattiva, sotto forma di due Superman distinti. Il duello che ne segue sarà* brutale, e il Superman cattivo viene ucciso tramite strangolamento. Così, il vero Superman rimette a posto i danni causati dall'altro e scopre che Webster e i suoi collaboratori sono in una caverna dove il computer di August è stato completato. Lo scontro con l'elaboratore avanzato sarà* spaventoso, ma alla fine Superman vince gettando una fiala di acido, blando acido a temperatura ambiente ma estremamente corrosivo allo stato gassoso, nei circuiti principali. Webster viene consegnato alla polizia, mentre August viene aiutato a cercare un nuovo lavoro.
    Per fuggire da Smallville, e da Brad Wilson, Lana Lang segue Clark a Metropolis, dove trova lavoro come nuova segretaria di Perry White.







    SUPERMAN 4







    Lex Luthor evade di prigione grazie all'intervento insperato del giovane nipote Lenny, e intravede la possibilità* di distruggere Superman una volta per tutte. Proprio in quei giorni, i vertici diplomatici comunicano al mondo intero che i rapporti tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica si sono fatti assai tesi, e che si è resa necessaria una corsa agli armamenti nucleari.
    Il Daily Planet, frattanto, viene comprato da David Warfield, il quale vorrebbe trasformarlo in una testata scandalistica che si occupa quasi esclusivamente di gossip a luci rosse, ma trova l'opposizione di Perry White, Lois Lane e di Clark Kent. Egli affida alla sua bella figlia Lacy il compito di gestire il giornale assieme al capo Perry White. Lois e Clark cercano di convincerla a mantenere la verità* giornalistica. Lacy rimane molto affascinata da Clark. Il telegiornale annuncia il fallimento del vertice internazionale e l'intenzione del presidente di rafforzare gli armamenti nucleari. In una scuola un bambino di nome Jeremy decide di scrivere a Superman per chiedergli di liberare il mondo dalle armi nucleari. Lois riceve la lettera di Jeremy per Superman e Lacy intravede un possibile scoop: Jeremy viene invitato al Daily Planet per una conferenza stampa, e la notizia finisce sul giornale del giorno dopo.
    Il giorno dopo Superman incontra Jeremy, e insieme al bambino, a Lois e a Lacy si reca di fronte all'ONU e promette di liberare il mondo da tutte le armi di distruzione di massa. La missione lo terrà* impegnato per alcuni giorni nell'orbita del pianeta Terra.
    Luthor incontra un generale russo, un affarista bellico americano e un contrabbandiere di armi francese, tre viscidi individui infuriati per aver perso miliardi a causa dell'intervento dell'ultimo figlio di Krypton, e propone loro un affare: lui distruggerà* Superman grazie a un clone che è prossimo a creare, e loro potranno commerciare per conto suo un gran numero di armi atomiche e nucleari. Grazie a un capello rubato in un museo, Luthor crea l'Uomo Nucleare, un clone di Superman modificato geneticamente, bombardato di radiazioni nucleari, l'unico essere teoricamente in grado di distruggere l'Uomo d'Acciaio.
    Attirato con l'inganno nel covo del folle criminale, Superman incontra per la prima volta l'Uomo Nucleare, con cui ingaggia una lotta selvaggia. Dopo aver scorrazzato su tutta la Terra e per la sua orbita, l'Uomo Nucleare graffia Superman, rilasciando nel suo sangue le radiazioni letali che, in pochi giorni, gli risulteranno fatali. Tutto il mondo ritiene che Kal-El sia morto, e Lex Luthor conclude affari d'oro nel mondo bellico. Superman invecchia vistosamente, ma recupera in fretta i suoi superpoteri grazie a un cristallo verde che la madre, Lara, gli indica come «tutto ciò che resta dell'energia di Krypton». Rimessosi in salute, affronta per la seconda volta il perfido clone, che mette fuori combattimento eclissando il sole spostando la luna dalla sua orbita convenzionale. L'Uomo Nucleare, infatti, trae la sua energia dal sole, e, in assenza di esso, si "spegne". Tolto di mezzo il rivale, Superman insegue Luthor e lo riporta in carcere, mentre affida il giovane Lenny a un istituto religioso per ragazzi difficili.
    Il Daily Planet, grazie a una manovra finanziaria studiata dal vecchio White, riesce a sbarazzarsi di Warfield, recuperando la propria rispettabilità*.








    SUPERMAN RETURNS




    Il film è ispirato all'omonimo personaggio dei fumetti e costituisce un ideale seguito di Superman e Superman II, dalle cui vicende la trama trae spunto.
    Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche negli Stati Uniti d'America il 28 giugno 2006, mentre in Italia è uscito il primo di settembre 2006, dopo varie anteprime in diverse città* della nazione nel corso del mese di agosto.



    Superman (Brandon Routh) è ormai scomparso da circa 5 anni, alla ricerca del suo pianeta natale Krypton, di cui alcuni astronomi sembravano aver trovato traccia nel cosmo.
    In una lussuosissima casa alla periferia di Metropolis, Gertrude Vanderworth (Noel Neill) detta le sue ultime volontà* al suo amante, che lei stessa ha aiutato ad uscire di prigione: Lex Luthor (Kevin Spacey). Luthor si ritrova così erede universale di un'immensa fortuna e di un grandioso yacht, che utilizza per raggiungere al Polo Nord la Fortezza della solitudine, dove Kal-El un tempo era solito ritirarsi per brevi periodi. Grazie ai cristalli che lui stesso aveva imparato ad utilizzare scopre ogni segreto dell'avanzatissima tecnologia di Krypton.
    Nel frattempo Superman, grazie a una navicella forgiata dalla medesima tecnologia dei cristalli, fa ritorno alla fattoria di Smallville, dove vive la sua anziana madre terrestre Martha Kent (Eva Marie Saint), a cui spiega che nonostante le sue ricerche, non ha trovato nessun altro sopravvissuto di Krypton e per questo ha deciso di tornare alla sua vita di sempre e ad assumere nuovamente l'identità* di Clark Kent.
    Tornato al Daily Planet e al suo vecchio lavoro, però, scopre una cosa che gli cambia la vita: il suo antico amore, Lois Lane (Kate Bosworth), convive da tempo con un uomo, Richard White (James Marsden), nipote del direttore del giornale Perry White (Frank Langella). Inoltre, i due hanno persino un figlio, Jason. Infine, Clark scopre che Lois ha vinto il Premio Pulitzer per un articolo intitolato "Perché il mondo non ha bisogno di Superman", scritto in sua assenza. Nel frattempo, Lois è impegnata in un servizio su uno speciale aereo progettato per i viaggi spaziali e per il trasporto dello shuttle.
    In quel momento Luthor è tornato a villa Vanderworth e per dimostrare ai suoi scagnozzi l'efficacia della tecnologia kryptoniana, getta un microframmento di cristallo nell'acqua di un grande plastico della città*. L'effetto è devastante e oltre a creare un'enorme cristallo che distrugge il modellino e parte della stanza, provoca un black-out totale in tutta la contea. Questo manda in tilt il sistema di lancio dell'aereo su cui si trova Lois, impedendo allo shuttle di sganciarsi e incendiando l'alettone posteriore dell'aereo. Superman interviene a sorpresa, salvando lo shuttle e facendo atterrare l'aeroplano in uno stadio di baseball, acclamato dalla folla e lasciando attonita Lois.
    Il giorno dopo, Superman è al centro di tutti i notiziari del pianeta e delle prime pagine dei quotidiani. Lois, però, memore dei suoi trascorsi con l'ultimo figlio di Krypton (nonostante abbia dimenticato buona parte degli eventi narrati in Superman II), cerca in tutti i modi di evitare di doversi occupare ancora di lui.
    Luthor, una volta saputo del ritorno del suo arcinemico alieno, decide di rubare una pietra contenente kryptonite, la sostanza letale a tutti i kryptoniani, dal museo di Metropolis.
    Clark, Lois, Richard e Jimmy Olsen, in compagnia di Jason, stanno lavorando al giornale, quando Lois si assenta per fumare una sigaretta di nascosto. Clark ne approfitta per presentarsi a Lois come Superman in privato. Lui le spiega le sue ragioni sul perché abbia abbandonato la terra (e soprattutto lei) per così tanto tempo. Dopo un dialogo piuttosto nervoso e un lungo volo come ai vecchi tempi, Lois sembra accettare parzialmente le sue scuse, facendo però capire all'Uomo del Domani che ormai lei si è fatta un'altra vita senza di lui.
    Lois continua, ad insaputa di Perry White, ad indagare sul black-out. Seguendo il suo incosciente spirito d'iniziativa, finisce sullo yacht "Gertrude", di proprietà* di Lex Luthor, il quale approfitta del fortuito incontro per rapire lei e Jason. E per fermare Superman, si è procurato un grandissimo pezzo di kryptonite, davanti al quale Jason, come lo stesso Luthor nota, sembra reagire in maniera molto strana.
    Lois e Jason sono prigionieri di Luthor. Lois riesce a spedire al Planet un fax su cui ha scritto parzialmente le coordinate dove si trova lo yacht, causando, però, l'ira di uno degli scagnozzi di Luthor. Improvvisamente Jason, per salvare la madre, scaglia un pianoforte contro il criminale, uccidendolo e cominciando a far pensare alla madre che il vero padre del bambino possa non essere Richard (Lois non ricorda di essere stata con Kal-El in Superman II).
    Richard e Clark ricevono il fax di Lois e intuiscono cosa le cifre scritte sul foglio significhino. Richard, pilota provetto, decolla verso la nave e lo stesso fa Clark/Superman, ma nel frattempo lo spietato Luthor ha già* messo in atto il suo piano, lanciando un cristallo kryptoniano arricchito di kryptonite in mare. La reazione rischia subito di radere al suolo Metropolis e solo l'intervento di Superman evita vittime. Nel frattempo Richard ha raggiunto la nave e trovato Lois e Jason, ma un pezzo dell'enorme continente che sta nascendo spezza in due lo yacht, finendo per imprigionarvi i tre dentro la nave che affonda. Quando tutto sembra perduto, Superman interviene e libera Lois e famiglia, per poi recarsi sulla nuova isola per fermare Luthor.
    Superman, però, è ignaro della kryptonite. Appena giunto sull'isola inizia a perdere i suoi poteri e Luthor e la sua banda hanno gioco facile: il supereroe viene pestato a sangue dagli sgherri di Luthor, che alla fine lo accoltella con un pezzo acuminato di kryptonite, spingendolo poi giù dalla scogliera. Sembra finita, ma fortunatamente Lois e famiglia sono tornati indietro, intuendo il pericolo. Lois salva Superman e asporta la maggior parte del materiale radioattivo, e nonostante le ferite l'uomo d'acciaio vuole completare la sua missione, e torna indietro per fermare il piano di Luthor.
    Superman solleva l'enorme isola, portandola in volo nello spazio con un enorme sforzo (accentuato anche dai residui di kryptonite sia nel suo corpo che nell'isola) che gli costa quasi la vita. Luthor riesce a salvarsi, anche se solo per poi rimanere senza carburante esiliato su un'isola deserta. Dopo aver sventato la minaccia, Superman si schianta nel Centennial Park di Metropolis. Rimane sospeso tra la vita e la morte per alcuni giorni, ma i medici riescono ad estrargli i rimasugli di kryptonite dal corpo, permettendo all'eroe di salvarsi.
    Clark Kent e Lois Lane sembrano ormai convinti che Jason sia in realtà* figlio dell'Uomo d'Acciaio, sebbene non venga mai affermato esplicitamente. Superman, perciò, dopo essere uscito dall'ospedale si reca a casa di Jason, dove mentre il ragazzino dorme, gli rivolge le stesse parole pronunciate per lui dal padre Jor-El, quando lo spedì nello spazio da neonato. Dopo di questo Superman e Lois si scambiano due brevi battute e lui si accomiata dicendo «Mi rivedrai sempre in giro», come a dire che non andrà* mai più via. Il film si conclude con la scena di Superman che esce dalla Terra per volare nello Spazio.

    [youtube:2e9kl2bk]zXopSGu8tZc&feature[/youtube:2e9kl2bk]
    Ultima modifica di edalina; 16th May 2012 alle 23:54
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


  2. #2
    sim dio L'avatar di SingforAbsolution
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    3,288
    Potenza Reputazione
    13

    Re: FILM DI SUPEREROI

    gli hai messi proprio tutti, brava!!
    L'ultimo non mi è piaciuto tantissimo, ma gli altri si
    Segui la mia RadioFreccia --> Radio Jewel Box
    Exchange-->Jewel Box Exchange
    Diario -->The Red String of Fate


  3. #3
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    Re: FILM DI SUPEREROI

    bhe si sing per forza che liho messi ero e sono una grande fan dell attore che ha fatto il primo film era bravissimo nonchè stupendo come uomo mi piacciono molto i film veccchi si fosse capito?? perche oltre ad effetti speciali nascenti in questi film si poteva vedere gli attori che ancora recitavano mi piacciono molto non si poteva non metterli
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


  4. #4
    sim onniscente L'avatar di edalina
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    romana de roma ke piu de cosi se more :)
    Età
    36
    Messaggi
    1,144
    Potenza Reputazione
    11

    Re: ( SAGA) SUPERMAN DAL 1° AL RETURNS

    lo adoro questo personaggio dei fumetti miticizzato dall america post bellica fino allesoso ma bello ci son cresciuta vedendo superman i vecchi cartoon non quelli di ora
    VORREI ESSERE NATA AL CONTRARIO X VEDERE DRITTO QUESTO MONDO STORTO
    -


    Non sprechiamo momenti preziosi di una vita già* troppo breve.
    venitemi a trovare nella sezione cinema e tv e leggete sempre gli indici
    INDICE CINEMA E TV vi aspetto che postate cose bellissime :+


 

 

Discussioni Simili

  1. SAGA UNDERWORLD
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 9th October 2012, 19:18
  2. (SAGA) X MEN tutti i film
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 2nd July 2011, 09:30
  3. ( SAGA ) FAST AND FURIOS
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 27th June 2011, 20:59
  4. (SAGA) PIRATI DEI CARAIBI
    Di edalina nel forum Cinema e TV
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 10th June 2011, 10:00
  5. NDS Il professor Layton - saga
    Di eliviola nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 31st January 2010, 17:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •