• [BLOG] C'era una volta The Sims - Capitolo 2 "E The Sims fu"

    C'era una volta...



    Capitolo 2 - E The Sims fu...



    Nella scorsa puntata abbiamo ripercorso la cosiddetta "preistoria simmica" ovvero, Will Wright, le sue idee, le sue intuizioni, i colpi di fortuna, i giusti "contatti" che hanno permesso a Sim City per primo e poi a molti altri titoli di venire alla luce. Giochi completamente rivoluzionari per l'epoca, con un gameplay assolutamente inedito e totalmente diverso dall'universo vodeoludico disponibile in quegli anni.Questo perchè, fino a quel momento, i videogiochi erano concepiti per funzionare con livelli da superare, da un inizio e da una fine. Spesso i giochi si esaurivano in poche ore di intrattenimento. Ma Sim City no. Non era niente di tutto questo. Niente livelli, niente fine. Il gioco è infinito.





    Visto il successo di questo nuovo genere di videogioco, il 4 Febbraio 2000 debutta sullo scenario mondiale "The Sims". Anch'esso, inizialmente aveva destato perplessità, visto il concept totalmente diverso.







    Concepito per permettere ai giocatori di vivere tante vite virtuali, presto ha svelato le sue infinite potenzialità. Perchè The Sims non è solo un videogioco. E' uno strumento che ci permette di esprimere la nostra creatività, le nostre idee, di sperimentare azioni, avvenimenti e scelte che per un motivo o per un altro non possiamo affrontare nella vita reale. Chi non si è mai chiesto come sarebbe ricominciare una vita da zero? O come sarebbe la nostra stanza se avesse le pareti fucsia o verdi?







    E così ci siamo ritrovati per la prima volta a dover imparare come creare e gestire i simmini...
    Chi si ricorda la versione del CAS in The Sims 1?
    Per chi non lo sapesse le opzioni erano decisamente molto limitate rispetto a quelle dei successivi capitoli... Viso e capelli era un tutt'uno e una volta selezionati, non era più possibile cambiarli. I vestiti erano anch'essi decisamente pochi, anche se poi sono aumentati con le varie espansioni... Non esistevano le varie fasce d'età ma solo bambini e adulti e in quest'ultima rientravano anche i simmini anziani. Oltre l'aspetto esterno dei simmini era possibile scegliere ovviamente nome e cognome e i tratti della personalità, che ne determinavano il segno zodiacale e alcuni comportamenti particolari... ad esempio, un simmino poco attivo impiegava tantissimo tempo ad alzarsi dal letto al mattino (e ovviamente faceva irrimediabilmente tardi al lavoro) e i simmini estroversi facevano amicizia più facilmente rispetto ai simmini introversi.





    Una volta creati i nostri simmini, il dilemma... dove andremo a vivere? Anche qui c'erano opzioni molto limitate, non solo dal numero di lotti disponibili (aumentati anch'essi successivamente con l'introduzione delle espansioni), ma anche dai fondi disponibili. Problema tutt'ora presente in tutti i successivi capitoli... Insomma, un simmino fresco fresco di CAS, non può da subito andare a vivere nella villa lussuosissima con 7 stanze da letto purtroppo!





    Continua qui ->