Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 118 di 343 PrimaPrima ... 1868108116117118119120128168218 ... UltimaUltima
Risultati da 1,171 a 1,180 di 3422
  1. #1171
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar
    da qualche parte a Dohaeris...


    Lentamente comincio a riacquistare la sensibilità del corpo e dei sensi, mentre un dolore tremendo mi rimbomba nella testa, e poi si estende fino al collo, come se avessi ricevuto un colpo morto forte.



    Piego leggermente la testa di lato, ancora ad occhi chiusi, mentre il mio viso si contrae in una smorfia di fastidio involontario, causata dal dolore e dai rumori che sento intorno a me e che non fanno che aggravare il mal di testa. Provo a muovermi ma sono intontita e bloccata, e più provo a divincolarmi debolmente, più sento qualcosa stringermi facendo pressione sulla pelle. Il gracchiare di qualcuno continua a riecheggiare attorno a me, ed anche se non riesco ancora a razionalizzare chi o cosa sia, vorrei che smettesse immediatamente. Deve essere un incubo, solo un incubo.

    E' belloOoOOo 'e facciaAaAaaaaAaaa,
    e' bello 'e cOoooOOOooOOOoreEeEeeeeeeee,
    sape fa' 'mmoreEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEe.


    Muovo la testa dall'altro lato e strizzo gli occhi sperando che questo scempio finisca, quando ormai più cosciente apro gli occhi titubante.



    Sono seduta su una sedia, e con terrore mi accorgo di avere delle funi che mi tengono legate le braccia dietro la schiena ed i piedi scalzi alla sedia. Spaventata provo ancora a strattonare le funi per liberarmi, ma così facendo la corda attorno ai polsi stringe di più, e mi lascio sfuggire un lamento soffocato, mentre aumenta sempre più il fastidio e la paura per la situazione in cui mi trovo. Cosa diamine ci faccio qui dentro, in una stanzona totalmente vuota, legata mani e piedi? Chi mi ha portata qui?



    E' malandrino,
    e' tentatoreReReReReReeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeee,
    si 'o guardate ve fa' 'nnammuraAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAA LALALALALALALALALALAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'.


    Mi volto nella direzione dalla quale sento provenire questa voce tremendamente stonata e purtroppo conosciuta, anche se fino all'ultimo spero di sbagliarmi. Non può essere vero, non può aver osato fare una cosa del genere! Ed invece è proprio di fronte a me, in fondo alla stanza seduto a terra, che vedo Ryuk Leithien che sta cantando a squarciagola. Ora ricollego tutto, il disorientamento vicino al Glados, l'accecamento, il forte dolore alla testa prima di perdere i sensi. Mi ha colpita e poi portata qui ed imprigionata, ed ora si sta divertendo alle mie spalle emettendo questi versi stonati in non so quale lingua da zoticoni. Oh Dei... in che guaio sono finita! E ora...cosa faccio?!
    Lo fisso con lo sguardo carico d'ira, nonostante stia tremando impercettibilmente per la paura di cosa potrebbe farmi in queste condizioni, sforzandomi tuttavia di non lasciarlo trasparire. <<Voi!>> gli urlo, con tutto il disprezzo che provo in questo momento <<Cosa diamine pensate di fare? Liberatemi immediatamente, mi avete sentita?!>> aggiungo, cercando di sovrastare la sua voce ancora intenta a cantare quella ridicola ballata.



    E' troppo lontano, non ho abbastanza forze per sprigionare la mia aura o per usare i miei poteri contro di lui, devo riflettere, capire come uscirne, subito. Sento il nervosismo crescere dentro di me e confondersi con la rabbia, non riesco a credere a quello che ha fatto... è uno stronzo, un degno figlio di suo padre!



    Ma riuscirò a liberarmi in un modo o nell'altro, devo solo capire come, accidenti.

  2. #1172
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant


    Grazie all’effetto dell’acqua riesco a calmare i miei nervi tesi, quella sensazione di fastidio misto a terrore che ho provato prima vicino a quella donna, si è dissipata completamente.
    Credo di esser stata una sirena o un qualsiasi animale marino in una delle mie vite precedenti, perché non c’è nulla che mi faccia sta bene, come essere immersa nel mio elemento.


    Esco dal lago completamente rigenerata, quando sono fuggita non ho preso nessun vestito di ricambio, naturalmente non ne ho avuto la possibilità, quindi mi toccherà indossare di nuovo quello sporco, ma… dov’è finito? Ero convinta da averlo lasciato qui.


    Cammino vicino al bordo del lago, forse mi sono sbagliata e l’ho lasciato più in la, continuo a cercare, ma non riesco a trovarlo da nessuna parte, ormai non ho più dubbi, qualcuno sta notte è in vena di scherzi.
    << Spero che tu ti stia godendo lo spettacolo>> grido brusca a chiunque sia in ascolto, perché di sicuro, se qualcuno mi ha giocato questo tiro mancino, starà controllando la sua effettiva riuscita.


    Non perdo altro tempo e decido di usare la simbiosi per ordinare ad alcuni uccelli di portarmi un telo per coprirmi, non ho nessuna intenzione di girare nuda per il campo.
    Dopo qualche secondo di attesa, eccoli arrivare, prendo il telo e me lo avvolgo attorno al corpo per poi avviarmi verso le tende, arrivata entro nella mia e mi sdraio sul pagliericcio, giuro che il prossimo che mi sveglia lo meno.




    Simbiosi: Gli elfi nascono dalla natura e con essa hanno forte affinità, sono in grado di comunicare con la flora e la fauna nel linguaggio antico della madre terra: i fiori, le rocce, le creature, ecc
    I maghi e gli stregoni sono loro stessi frutto della natura, la luce e l’ombra fanno parte del Tutto, quindi gli elfi sono in grado di connettersi anche alle loro menti, riescono dunque a percepire ed infondere, a loro volta, le proprie emozioni. Gli effetti sono diversi a seconda del grado:
    Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (ciò vale per tutti gli stati umorali)
    Ultima modifica di saphira_84; 28th July 2015 alle 22:45

  3. #1173
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien
    da qualche parte a Dohaeris...

    <<Voi!>> Finalmente sento la vocina della Principessa, si è ridestata e non sembra affatto contenta <<Cosa diamine pensate di fare? Liberatemi immediatamente, mi avete sentita?!>>



    Rido a voce alta, in modo che se anche la distanza tra noi è ampia, lei possa sentirmi tranquillamente. Poggio la mano destra in terra e faccio leva sul ginocchio per sollevarmi “Cosa penso di fare?” Mi guardo attorno con espressione fintamente dubbiosa “Canto! Non ti piace? Se vuoi ballo anche”



    E così facendo improvviso qualche passo ancheggiante sul posto, ma poi mi blocco d’improvviso, come se avessi realizzato solo in quel momento il senso delle sue parole “Ah… ma ti riferisci all’averti rapita, che sciocco che sono” e con un gesto teatrale mi porto una mano al viso, tirando col palmo verso il basso “Beh, è semplice: ti ho appunto rapita, sai… le mani legate dietro la schiena, le gambe costrette alla sedia, non è difficile. A tal proposito: spero di non averti fatto troppo male, quando ti ho trascinata nel Glados e ti ho dato quella botta alla testa, ma sai com’è… non penso che avresti collaborato volentieri e dovevo fare il tutto molto velocemente”

    Porto le braccia ai fianchi e dondolo su me stesso “Giusto per rassicurati, non ho intenzione di farti del male, almeno non ancora, e neanche di stuprarti, quindi ho preso delle piccole precauzioni in modo tale che neanche tu possa farmi la bua." Con un gesto del braccio la invito a guardarsi attorno, anche se non è che possa muoversi più di tanto. “Ho svuotato interamente il fienile, non ci sono oggetti che tu possa lanciarmi contro, ti ho tolto le scarpe proprio per questo motivo. Mi hanno detto che hai sviluppato molto le tue abilità magiche, ora sei una maestra d’acqua, i miei complimenti, Ric sarebbe proprio fiero di te, immagino che Lantis ti abbia fatto le congratulazioni, a tal proposito ti faccio i miei complimenti per aver scelto di combattere, nonostante il lutto, la maggior parte delle donne si sarebbe messa a frignare chiusa nella propria stanza."

    Faccio silenzio osservandola fissa, anche se da questa distanza è alquanto difficile cogliere le sfumature delle sue espressioni, ma qualcosa mi suggerisce che è alquanto contrariata “Dicevo… tra me e te ci sono poco più di dieci metri di distanza, puoi ben capire il perché di questa mia precauzione, qualsiasi cosa tu voglia fare sono coperto: turbine, telecinesi o lo sfarfallio allucinogeno di voi maghi, inoltre ho una certa velocità di reazione, quindi pardon milady. Ah… quasi dimenticavo: siamo nel bel mezzo del nulla, nel caso tu voglia mandare qualche tuo clone a spasso potrebbe chiacchierare al massimo con qualche cespuglio."



    Sbatto le mani tra loro e le sfrego fortemente “Ho concluso il preambolo, ora dimmi, immagino che abbiate svolto indagini sull’avvelenamento ed eventuali avvelenatori, gradirei conoscerne gli esiti. Hai tutto il tempo, tanto da qui non ti muovi, se non mi dici quello che mi serve"

  4. #1174
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Da qualche parte, nel cuore della foresta...


    Varco il Glados e appena i piedi poggiano sul suolo a me tanto familiare il cuore mi va in gola, per calmarmi chiudo gli occhi e ispiro lentamente l'aria di casa.


    Metto la mano in tasca per accertarmi di aver preso la lettera e a passo silenzioso e svelto mi inoltro nel bosco: anche se è buio conosco la strada ad occhi chiusi.


    Avvistate le prime dimore mi muovo più cauta, furtiva, cercando di evitare ogni rametto, foglia secca o altro che farebbe rumore: voglio raggiungere la serra e prendere ciò che mi serve senza farli accorgere della mia presenza.
    Raggiunta la mia destinazione giro lentamente il chiavistello arrugginito ed entro di soppiatto chiudendomi la porta alle spalle, a quest'ora non dovrebbe esserci nessuno nelle vicinanze quindi attivo piccole fiammelle su una mano per farmi un po' di luce e con l'altra prendo la lista.


    <<Fiori di passiflora, foglie di equiseto, radici di artiglio del diavolo>> leggo ad alta voce.
    <<Bene bene bene *COFF COFF* abbiamo una giovane ladruncola!>>
    Mi volto di scatto spaventata spegnendo le fiamme della mano e sperando che l'oscurità mi nasconda, ma una torcia viene accesa ad illuminare la stanza.
    <<Ch - Chio?>> chiedo sorpresa alla vecchia seduta comodamente su uno sgabello nell'angolo del locale <<Credevo non mi avesse visto nessuno, sapevi del mio arrivo?>>


    <<Elen, bambina mia, dovresti saperlo che io vedo e sento tutto, la foresta ha le orecchie a punta!>> scherza <<E ora dimmi, cosa sei venuta a rubare con le tue manine di fuoco?>>


    Le corro incontro e mi metto a singhiozzare tra le sue braccia: è questo il motivo per cui non volevo incontrare nessuno... Ora chi mi darà la forza di andarmene per tornare tra i reietti?
    <<Mi servono delle erbe... - dico tra un singulto e l'altro - Ti avrei lasciato un biglietto per spiegarti tutto...>>
    Chio mi allontana da sè e mi lancia una sacca di iuta <<Tienila - mi ordina - e mettici dentro quello che ti passo... Radici di artiglio del Diavolo... Interessante, che vuoi farci con queste cose?>>
    La seguo afferrando tutto ciò che mi passa <<Dovrebbe essere una pozione curativa, ma devo ancora testarla...>>
    <<Mhhh, allora qualcosa dei miei insegnamenti è entrato in quella tua zucca vuota>> mi dice prima di riprendere a trafficare pensierosa con le sue piantine.



    Scudo di Efesto: protegge integralmente (solo sulla mano)

    post 1 di 3
    Ultima modifica di albakiara; 12th July 2015 alle 19:22

  5. #1175
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar
    da qualche parte a Dohaeris...


    Quando sto iniziando a temere di stare parlando a vuoto, Ryuk smette di gracchiare e mi fissa, prima di scoppiare a ridere di gusto. Lo guardo ancora più perplessa e nervosa, con un sopracciglio alzato ad esprimere tutto il mio più totale biasimo per il suo comportamento “Cosa penso di fare?” si guarda intorno dubbioso, con quella faccia da schiaffi che si ritrova “Canto! Non ti piace? Se vuoi ballo anche” aggiunge, cominciando ad ancheggiare sul posto, mentre torno a guardare le funi che mi stringono... devo trovare il modo di liberarmi, subito.



    Ah… ma ti riferisci all’averti rapita, che sciocco che sono” un animale, non c'è altro modo per definirlo “Beh, è semplice: ti ho appunto rapita, sai… le mani legate dietro la schiena, le gambe costrette alla sedia, non è difficile. A tal proposito: spero di non averti fatto troppo male, quando ti ho trascinata nel Glados e ti ho dato quella botta alla testa, ma sai com’è… non penso che avresti collaborato volentieri e dovevo fare il tutto molto velocemente”.



    Vai al diavolo, Ryuk Leithien! Strattono nuovamente le corde, dovrà pur esserci un modo per liberarmi, di farle cedere quanto basta per... <<Ahia>> sussurro impercettibilmente, quando queste stringono fino a tagliare la pelle dei polsi....dannazione! “Giusto per rassicurati, non ho intenzione di farti del male, almeno non ancora, e neanche di stuprarti, quindi ho preso delle piccole precauzioni in modo tale che neanche tu possa farmi la bua." Mi fa segno di guardarmi intorno, come se non mi fossi già resa conto dell'impossibilità di sfruttare questo posto contro di lui. Se solo ci fosse qualcosa alla portata del mio potere se la sarebbe già ritrovata in testa, come minimo, ma siamo purtroppo in uno stanzone enorme e vuoto, ed anche scarsamente illuminato.



    Ho svuotato interamente il fienile, non ci sono oggetti che tu possa lanciarmi contro, ti ho tolto le scarpe proprio per questo motivo. Mi hanno detto che hai sviluppato molto le tue abilità magiche, ora sei una maestra d’acqua, i miei complimenti, Ric sarebbe proprio fiero di te, immagino che Lantis ti abbia fatto le congratulazioni, a tal proposito ti faccio i miei complimenti per aver scelto di combattere, nonostante il lutto, la maggior parte delle donne si sarebbe messa a frignare chiusa nella propria stanza." Sento l'odio nei suoi confronti raggiungere livelli altissimi nel momento in cui pronuncia le ultime parole, ma la mia espressione non muta minimamente. Lo sguardo determinato ed adirato è ancora fisso su di lui, può legarmi, ma non avrà mai la soddisfazione di turbarmi con le sue parole, anche se la delusione per la decisione di Lantis è ancora viva nel mio cuore. Non avrei in ogni caso affrontato il lutto piangendo chiusa nelle mie stanze, ma era mio diritto esserne informata, e poter stare vicino a mio Fratello, alla mia famiglia, o a ciò che resta di essa. “Dicevo… tra me e te ci sono poco più di dieci metri di distanza, puoi ben capire il perché di questa mia precauzione, qualsiasi cosa tu voglia fare sono coperto: turbine, telecinesi o lo sfarfallio allucinogeno di voi maghi, inoltre ho una certa velocità di reazione, quindi pardon milady. Ah… quasi dimenticavo: siamo nel bel mezzo del nulla, nel caso tu voglia mandare qualche tuo clone a spasso potrebbe chiacchierare al massimo con qualche cespuglio." aggiunge, prima di sfregarsi le mani.



    Nel mezzo del nulla, dice. Può darsi che stia mentendo per scoraggiarmi, dovrà pur esserci qualcosa nei paraggi. Una cascina, una strada sterrata... con un pò di fortuna potrei vedere un viandante di passaggio, tentar non nuoce. Quindi, mentre continuo a fissarlo in silenzio ed a provare ad allentare le corde che legano le gambe, lascio che la mia energia si sprigioni e confluisca all'esterno, attraverso la stanza, dove materializzo la copia di me stessa che ho visualizzato nella mia mente. Il mio clone è libero di muoversi, di guardare, di ascoltare, ma quello che vedo è tutt'altro che rassicurante.

    Scuola di Magia: alterazione ed illusione
    Cloni- capacità di creare copie di se stesso immateriali, manovrate con la propria volontà.

    • Maestro – 5 copie
    Sono, come diceva, in una casa sperduta nel nulla, dallo stile molto rustico, sembrerebbe la casa di un contadino, o di un cacciatore. Vedo il fienile nel quale sono rinchiusa, e l'ingresso della villetta di lato ad esso. Mi avvicino alla porta e sbircio all'interno attraversandola, ma è tutto buio, temo non ci sia nessuno, anche se non sembra disabitata a giudicare da come è tenuta. Possibile che sia di sua proprietà?! Rivolgo uno sguardo alle finestre, nessuno spiraglio di luce, la casa è chiaramente vuota al momento. Provo allora a correre in varie direzioni, cercando una strada, o un'altra casa, ma quello che vedo è solo un'immensa distesa di terra non coltivata, ed a distanze maggiori non riesco a spingermi. Comincia a salirmi l'ansia, la preoccupazione, la consapevolezza di essere effettivamente in trappola. Ha detto di non volermi fare del male, ma se lo facesse non potrei proteggermi in alcun modo in queste condizioni. E' pur vero che per farlo dovrebbe avvicinarsi, ed in quel caso potrei difendermi...forse. O forse no...dopotutto è molto più forte di me. Torno indietro, intenzionata a guardare con scarso ottimismo nel retro della casa, ma qualcosa attira la mia attenzione: dei cespugli di rose proprio accanto a dei carretti apparentemente abbandonati. Rose blu, proprio come... oh, ma che diamine vado a pensare... questo tipo di rosa cresce ovunque nel Regno.

    Seduta all'interno del fienile sbuffo spazientita, la mia mossa non è servita a nulla, come anche i tentativi di allentare le corde, devo pensare ad altro. Dissolvo il clone, demoralizzata, continuando a fissarlo. “Ho concluso il preambolo, ora dimmi, immagino che abbiate svolto indagini sull’avvelenamento ed eventuali avvelenatori, gradirei conoscerne gli esiti. Hai tutto il tempo, tanto da qui non ti muovi, se non mi dici quello che mi serve" aggiunge, in risposta al mio silenzio. Mi lascio sfuggire una risata sommessa, nervosa, appena accennata, prima di rispondere decisa <<Gli effetti della botta in testa sembrate averli subiti Voi, a giudicare dalle Vostre parole ed azioni! Quello che succede alla Torre non Vi riguarda, e non mi sembra di avervi dato il permesso di rivolgervi a me con tono così confidenziale>> né ho intenzione di farlo, sta sprecando solo il suo tempo.



    <<Avete detto che non volete farmi del male, è dunque per parlare che mi avete portata qui contro la mia volontà ? Bene, liberatemi e parliamo, non userò i miei poteri se Voi non userete i vostri. Altrimenti continuate pure a cantare, se così si può definire quello che stavate facendo>> concludo, irritata.

  6. #1176
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien
    da qualche parte a Dohaeris...

    La Principessa è di buon umore, ride… oh, qualcuno con il senso dell’umorismo mi mancava <<Gli effetti della botta in testa sembrate averli subiti Voi, a giudicare dalle Vostre parole ed azioni! Quello che succede alla Torre non Vi riguarda, e non mi sembra di avervi dato il permesso di rivolgervi a me con tono così confidenziale. Non volete farmi del male, è dunque per parlare che mi avete portata qui contro la mia volontà ? Bene, liberatemi e parliamo, non userò i miei poteri se Voi non userete i vostri. Altrimenti continuate pure a cantare, se così si può definire quello che stavate facendo>>



    Alzo un sopracciglio ed un sorriso beffardo mi occupa mezza faccia, dovrei cercare di non indispettirla ulteriormente, ma proprio non riesco a contenermi, sento delle fitte allo stomaco che partono prepotenti ed esplodono in una risata fragorosa “AAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH”



    inizio perfino a lacrimare. Quando riesco a sedarmi a fatica, mi appoggio al muro osservandola nuovamente, ma la serietà non è di casa “Voi, Voi, Voi… bla bla bla. Hem forse non è chiaro chi è seduto legato con delle funi…” porto entrambe le braccia nella sua direzione per indicare l’ovvio “…e chi no. Non sei nelle condizioni di dettar legge, o fai come dico io o non uscirai da questa stanza e faresti bene a non istigarmi, perché ecco vedi… non sono famoso per riuscire a mantenere il controllo a lungo, ti conviene essere collaborativa.



    Ma se ti fa piacere canto ancora, ho molto fiato in gola, potrei farti sanguinare le orecchie”
    Ora anche i pulcini si sentono in diritto di alzare la voce. Dove crede di essere? Al suo preziosissimo castello? Dove tutti chinano la testa al suo passaggio con quel grosso sedere che sbatte a destra e sinistra.



    Oh… piccola Lady, non hai mai visto le cose veramente cattive che una persona come me è in grado di fare, ti sto concedendo una grazia che neanche immagini. Sta di fatto che se deciderà di non collaborare, mi vedrò costretto ad agire in qualche modo e sarà poco piacevole, le mostro i denti aprendo leggermente la bocca come monito, solitamente bastano per sedare i mocciosi come lei.



    Viziata che non è altro, ti apro gli occhi sulla realtà che ci circonda, così ti levi quei due pezzi di prosciutto dorati dagli occhi e finalmente inizi a vedere le cose stanno. “Io ho tutto il tempo del mondo, ma giusto per darti un incentivo… potrei essere collaborativo ed aprire bocca anche io su alcune informazioni”

  7. #1177
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lady Blackstone



    La fanciulla esce dall'acqua e si mette a cercare i suoi abiti.
    << Spero che tu ti stia godendo lo spettacolo>> urla, prima d'esser raggiunta da alcuni volatili che le portano un telo col quale si copre. Un vero spettacolo per me sarebbe veder quel corpo sinuoso ridotto a brandelli di carne.
    Attendo in silenzio una sua mossa, fin quando non comincia a percorrere la strada a ritroso.



    La osservo attentamente, passo per passo e, quando ormai è lontana, mi alzo per seguirla per scoprire poi che è tornata a dormire nella sua tenda.





    Capisco che la mocciosa non mi condurrà da Edric. Non vedo nessun altro in giro, porbabilmente nessuno vorrà dirmi dov'è.



    Ritorno nei pressi del lago, dove, affranta, mi lascio cadere a terra.
    All'improvviso mi pare di sentire un gemito...Edric! Mi rialzo subito e corro, corro verso la fitta vegetazione tenendo stretta a me la mia fedele falce.



    Massacrerò chiunque stia facendo del male a mio figlio!
    Ultima modifica di scarygirl; 4th August 2015 alle 22:32


  8. #1178
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar
    da qualche parte a Dohaeris...


    E' ormai chiaro che con questo individuo non è possibile fare un discorso serio, dato che davanti alle mie parole reagisce esplodendo in una fragorosa risata. Non mi scompongo e continuo a fissarlo accigliata, sempre più cosciente di avere a che fare con un essere spregevole e privo di senno. Se avesse voluto parlarmi avrebbe potuto slegarmi come gli ho chiesto, dubito abbia timore di un mio attacco o di una mia possibile fuga, oggettivamente ho ben poche possibilità contro un soldato con la sua esperienza, quindi se non lo fa è semplicemente per infastidirmi, si sta divertendo alle mie spalle. Non è l'uomo composto che ho incontrato in Neutra, né l'uomo con cui ho parlato sulla terrazza della Torre, mi ha semplicemente abbindolata quel giorno col discorso sulla sua casata e sull'odio per suo Padre. Ero convinta che nonostante la sua fama tale odio potesse essere un punto in comune da sfruttare per contrastare il Lord, ma sono stata solo una sciocca.



    Credevo avesse un obiettivo, un piano a lungo termine, sembrava serio e con un briciolo di buonsenso, mentre ora davanti mi ritrovo soltanto uno zoticone, un maleducato, uno stolto che sa solo ostentare la propria forza senza attivare il neurone che si ritrova in testa. Quando finalmente smette di ridere si poggia al muro e continua a guardarmi beffardo, prima di decidersi finalmente a parlare “Voi, Voi, Voi… bla bla bla. Hem forse non è chiaro chi è seduto legato con delle funi…e chi no. Non sei nelle condizioni di dettar legge, o fai come dico io o non uscirai da questa stanza e faresti bene a non istigarmi, perché ecco vedi… non sono famoso per riuscire a mantenere il controllo a lungo, ti conviene essere collaborativa. Ma se ti fa piacere canto ancora, ho molto fiato in gola, potrei farti sanguinare le orecchie” esclama minaccioso, palesando maggiormente le sue intenzioni mostrando leggermente i denti, di cui nonostante la distanza riesco a vedere il riflesso.



    Dei... quanto sono brutti! Come può un uomo sfregiarsi in quel modo semplicemente per incutere timore negli altri?! <<Non credo pensiate davvero di intimorirmi digrignando i denti come un cane a più di dieci metri di distanza>> rispondo stizzita, celando il turbamento che in realtà provo. So che dovrei stare zitta, so che è un uomo pericoloso e che sto rischiando molto qui dentro, ma non riesco a contenermi. Non lo sopporto, non sopporto i suoi modi rozzi e villani così come mi irrita la sua arroganza, mi viene naturale rispondergli. Ho smesso di provare a divincolarmi dato che non serve a nulla, sto solo finendo per farmi male da sola. Sento già i tagli ai polsi bruciare, ed un rivolo di sangue caldo scivolare fino ai palmi delle mani ed infine cadere a terra, non voglio peggiorare le cose ulteriormente. <<Se aveste voluto farmi del male lo avreste già fatto, se sono ancora viva è perché volete qualcosa da me, informazioni che non riuscireste a procurarvi agevolmente in maniera differente, suppongo. Altrimenti non vi sareste ingegnato così tanto per rapirmi>> chiamarmi in zona neutra, attendermi nascosto nei pressi del Glados, portarmi fin qui e svuotare un intero fienile di queste dimensioni. Dubito abbia ideato tutto questo piano in un giorno, e solo perché si stava annoiando o solo per chiedermi delle indagini su mio Padre. Cosa vuoi da me Ryuk? Cosa stai tramando?
    Io ho tutto il tempo del mondo, ma giusto per darti un incentivo… potrei essere collaborativo ed aprire bocca anche io su alcune informazioni” aggiunge infine, continuando a fissarmi. Dubito parli realmente, credo voglia soltanto raggirarmi per spingermi a collaborare, anche se la scorsa volta mi ha comunque rivelato dettagli molto compromettenti su Lumen, non si sa mai, ma preferisco non espormi troppo soprattutto dato che ha lui il coltello dalla parte del manico.



    <<Nessuno mi garantisce che una volta ottenute le informazioni che cercate mi lascerete uscire da qui e non completerete l'opera, quindi non vedo perché collaborare. Di certo, come avete appena precisato, non mi avete messa nelle condizioni di dare credito alle vostre parole. Non sono una stupida e conosco la vostra fama, Leithien>> aggiungo sprezzante, senza abbassare lo sguardo dal suo e ricalcando con tutto il mio odio quel cognome che tanto dice di detestare, ma di cui in realtà è perfettamente degno.
    Lui mi guarda con quella sua solita faccia da schiaffi, prima di rispondere senza scomporsi per nulla <<Nessuno ti assicura, che avute le informazioni uscirai da qui, ma se non le otterrò non ne uscirai certamente. Un dubbio contro una certezza, non c'è molto da valutare>>.



    Desisto dal ribattere ancora, ormai è evidente che non otterrò nulla in questo modo, i ragionamenti sensati con lui non funzionano. Quest'uomo è una mina vagante, non so come potrebbe reagire se dovessi continuare a rimanere della mia posizione. Cerco quindi di razionalizzare, mi ha chiesto se ci sono stati progressi nell'indagine sull'avvelenamento, già il fatto che sappia del veleno implica che sia al corrente di molte questioni riservate, certamente per merito dell'appartenenza alla sua casata che è così legata alla mia. Oggettivamente parlando, dirglielo non danneggerà in alcun modo me o Lantis, ed il processo non verrà tenuto riservato, dato che il colpevole è stato finalmente punito e tale notizia va indubbiamente diffusa <<E va bene>> sbuffo infine rassegnata, va bene...collaboriamo, vediamo se è vero che può fornirmi informazioni utili come le precedenti.



    Riprendo quindi a parlare cercando di mantenere la calma <<Dunque... >> penso a cosa dirgli, a cosa omettere... opto per una panoramica sintetica di quanto accaduto, nulla che non potrebbe sapere dal Padre o dalla cugina <<Ci sono stati vari risvolti che hanno portato ad un processo a carico dei tre Consiglieri, che si è svolto ieri alla Torre. Callien e Taras sono stati entrambi condannati a morte, il primo per l'avvelenamento ed il secondo per negligenza. Callien ha praticamente confessato pubblicamente, ed è stato proprio Vostro Padre ad eseguirne la condanna. Niniel invece è stata solo imprigionata per mancanza di prove decisive nei suoi confronti. Questo è tutto, ora...sentiamo le vostre, di informazioni>> continuo a fissarlo in attesa che risponda, sperando che abbia davvero qualcosa di utile da dirmi ma soprattutto che mi lasci finalmente andare.

    *Frase di Ryuk concordata con Eclisse

  9. #1179
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    E' l'alba

  10. #1180
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien
    da qualche parte a Dohaeris...


    Insolente, piccola ragazzina viziata che non è altro, se ne sta sempre con lo sguardo alto a fissarti negli occhi a rimarcare che è una donna fiera, una Raeghar, una classica figlia di Saraswaty testa coronata, nulla di peggio, nulla che io riesca a tollerare per più di dieci minuti senza dover far ricorso a quel minimo di pazienza che alberga in qualche meandro della mia mente. Che fare se non collabora? Ammazzarla? Mandare la sua bella testa dalla chioma fluente alla torre magari, ma no… magari i capelli me li tengo e mi ci faccio una cintura, lunghi come sono ne verrebbe una bella resistente. E’ fortunata, sì è proprio fortunata perché mi serve viva e vegeta, ma soprattutto mi serve collaborativa, mi serve che capisca come stanno le cose, che al castello è considerata come la figlia scema del Re morto, la sorella inutile del nuovo Re, buona solo per le dubbie capacità in combattimento, non è che mi fidi molto di Dahmer e Zagarth. Tu, piccola ragazzina dal culo grosso, tu sei la chiave di questa guerra per me ed è per questo che… ed è per questo che mi devo calmare e respirare profondamente.



    Resto in silenzio un paio di secondi inspirando ed espirando diverse volte, fino a quando il sangue che mi stava salendo al cervello, decide di riprendere il suo naturale corso in tutto il corpo, mi sto calmando… sì ce la posso fare.
    <<E va bene>> Mi ridesto nell’immediato sentendo queste due parole, ha deciso di collaborare? Ti ringrazio Raiden.<<Dunque... ci sono stati vari risvolti che hanno portato ad un processo a carico dei tre Consiglieri, che si è svolto ieri alla Torre. Callien e Taras sono stati entrambi condannati a morte, il primo per l'avvelenamento ed il secondo per negligenza. Callien ha praticamente confessato pubblicamente, ed è stato proprio Vostro Padre ad eseguire la sua condanna. Niniel invece è stata solo imprigionata per mancanza di prove decisive nei suoi confronti.



    Questo è tutto, ora...sentiamo le vostre, di informazioni>>
    I tre consiglieri, tutti indagati, due accusati per diversi motivi e solo Niniel la consigliera Elfa è stata sciolta dalle accuse, perché non vi sono prove a suo carico. Ho mille ipotesi che si affollano nella mia mente, ma lentamente un’idea prende forma e se non fosse che quella donna è legata alla mia famiglia ormai da secoli, prenderei le parole della Principessa per verità indiscusse, chi dubiterebbe mai della bocca verità! Il punto è che sto cercando di acquisire quante più informazioni possibili, perché questa ragazzina mi serve dalla mia parte, Lantis su quel trono è un tarlo. “Capisco, soprattutto non mi sorprende la presenza di mio Padre e neanche che la consigliera sia stata scagionata, quella donna è degna figlia di suo Padre, è degna erede della sua casata, li conosciamo bene noi Leithien e quel potere dello charme oh beh… è una vera manna dal cielo se associato a quello scudo così fastidioso che le avvolge la mente, già. Peccato che io non sia esattamente degno di mio Padre o della casata alla quale, purtroppo, appartengo, perché altrimenti… non potrei mai dirti che Niniel è una nostra infiltrata, i suoi discendenti lo sono da generazioni. Immagino che con questa mia piccola ed insignificante notizia, riuscirai a collegare diverse cose, cose che magari io neanche immagino, non c’ero a quel processo, eppure tutto mi pare così chiaro come la luce del sole.” Mi gratto la testa facendo finta di essere pensieroso “Io non mento mai” o quasi



    “credo tu abbia avuto modo di verificare la veridicità delle ultime informazioni che ti ho rivelato, non farai fatica a credere anche a questo. Comunque… sono certo che tuo fratello non ne sapesse nulla, credo… ma Lumen probabilmente sì, beh almeno ci è arrivata col tempo, non penso che Niniel sia stata così stupida da gridare ai quattro venti le sue intenzioni. Deve essere molto appagante vivere al Castello ora come ora per te, vero? Tuo fratello che ti manda in battaglia nonostante tuo padre sia morto, o è stata una tua volontà? Mh…! La Regina Madre che farà sicuramente di tutto per levarti di mezzo o per cercare di insinuarsi nel letto di tuo fratello il Re, il quale è tanto simile a tuo padre… non è vero? Così ligio, così retto, così dedito al proprio regno, al benessere del suo popolo, della sua famiglia! Dopotutto ha solo condannato a morte il suo più caro amico, lo avrebbe fatto anche tuo Padre… ne sono sicuro, non è vero Esperin?



    Ah no… scusami, tuo Padre è quello che si è sacrificato per permettere a Lantis di inseguire una ninfa qualsiasi, mai vista da nessuno tra l’altro, lo stesso Lantis che non ha fatto una piega, quando mio padre ti ha trattata come merce di scambio, a lui interessano solo le tue ovaie, devi farli tu i sacrifici, mentre lui sceglie cosa è meglio fare per tutti… o per se stesso. Correggimi se sbaglio!



    Ah… in tutto ciò, bello scherzo del destino, Drako Kalisi è il successore di Rikard, non ti sono venuti i dubbi su chi sia giusto seguire eh Principessa? Perché se Lantis è erede di sangue, Drako è il prescelto della Dea per succedere a Rickard."

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •