Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 131 di 343 PrimaPrima ... 3181121129130131132133141181231 ... UltimaUltima
Risultati da 1,301 a 1,310 di 3422
  1. #1301
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Jarak

    Quel sorriso accennato è come una fitta al cuore. Nessuna risposta, nulla di nulla, solo quell'inquietante sorriso che secondo lui dovrebbe bastarmi.


    No, non mi basta. È una voce al mio fianco, quella di Dahmer, che mi distrae da quest'orrenda visione e mi spinge a girare la testa. "Perchè? Pensi ci sia un perchè? Siamo in guerra e possiamo morire da un momento all'altro, ecco il tuo perché. Che sia la meteor hammer di Sir Vicent Dreth o la falce di Ryuk Leithien ad ammazzarti, ti fa differenza? Nulla conta davanti alla morte".


    Continua il suo discorso parlando poi a Kalisi, ma penso ancora a queste sue parole.


    Stringo forte la mano in un pugno, spero che nessuno lo noti, ma mi viene istintivo farlo. Non sa cosa sta dicendo...


    <<Se la pensi così, abbiamo già perso>>. La voce mi esce più dura di quanto volessi. <<Vicent Dreth è un mio nemico. Ryuk Leithien è un mio alleato. E sono disposto a farmi staccare la testa dalla meteor hammer di sir Dreth per salvargli la vita, ma non di perdere le gambe a causa della sua falce. È questa la differenza. E di cosa pensi la morte, non mi interessa>>. Il mio sguardo è severo, incatenato a quello di Dahmer. <<Badare a voi? Cosa siete, bambini? Siete uomini, siete soldati. La morte l'avete vista tutti in faccia. E continuate a giocarci come se fosse vostra amica. La morte ci circonda a causa della guerra, non è necessario portarla anche in questo accampamento, non più del dovuto>>. Non riesco a non pensare all'elfa amica di Niniel, quella che hanno bruciato il giorno del mio arrivo. Nulla conta davanti alla morte... tutto, tutto conta davanti alla morte.

    Our wills and fates do so contrary run

  2. #1302
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Drako Kalisi


    So che avrei dovuto trattenermi, che il mio gesto è stato più crudele di quel che si potessero aspettare, il Gran Maestro... questo titolo inizia a pesarmi più del dovuto e rivesto questa carica da meno di due giorni, se fossi stato solo Drako... Drako il Reietto, forse sarebbe stato diverso, non sarò mai all'altezza di Ric, mi domando per quale motivo la Dea abbia scelto me, proprio me... che ho sbagliato ogni cosa in questi anni.
    "e Drako..."la voce di Dahmer mi ridesta, mi volto verso di lui e lo guardo negli occhi, occhi stanchi e colmi di ira, eppure sembra predisposto nei mie riguardi, il boia della luna, lui che più di altri dovrebbe capire gl'istinti di Ryuk, lui che mai mi sarei immaginato si schierasse dalla mia parte ed anche se sono fermamente convinto che voglia solo approfittarsene per i suoi biechi scopi, so che la sua è solo voglia di riscatto, voglia di essere qualcuno di diverso, non il boia, non il bastardo dei Dreth, Dahmer e basta, lo stesso desiderio di Ryuk e forse anche il mio, ma per me non sarà così, non potrà mai esserlo in ogni caso "... non ti meravigliare se quando accarezzi un cobra, questo ti morde. Ci hai accettati tutti qui, stiamo dando la vita in battaglia, non conta se per te o per i nostri interessi, la cosa ti fa comunque comodo... non è un compito facile badare a gente come noi, ma per lo meno non si muore di noia". Sto per rispondergli, ma inaspettatamente è Jarak a prendere la parola.
    <<Se la pensi così, abbiamo già perso. Vicent Dreth è un mio nemico. Ryuk Leithien è un mio alleato. E sono disposto a farmi staccare la testa dalla meteor hammer di sir Dreth per salvargli la vita, ma non di perdere le gambe a causa della sua falce. È questa la differenza. E di cosa pensi la morte, non mi interessa. Badare a voi? Cosa siete, bambini? Siete uomini, siete soldati. La morte l'avete vista tutti in faccia. E continuate a giocarci come se fosse vostra amica. La morte ci circonda a causa della guerra, non è necessario portarla anche in questo accampamento, non più del dovuto>>.Probabilmente è il discorso più lungo che gli abbia sentito proferire da quando è qui, parole accorate, pronunciate con tono severo, c'è qualcosa dietro quest'uomo, qualcosa che vorrei scoprire, ma che non credo voglia condividere così facilmente, mi basta questa sensazione di fiducia a pelle, confermata ogni giorno che trascorre in questo campo. Nonostante la natura avversa, non sento un nemico naturale in lui. Decido di lasciare la mano di Larieth e di alzarmi dal pagliericcio, mi posiziono in piedi avanti a Jarak e di fianco a Dahmer, il quale è ancora in terra. "Questa guerra ha diviso famiglie, ha diviso amici ed unito persone che mai avrebbero pensato di condividere anche solo una giornata assieme. Dahmer ognuno di voi ha i propri interessi ed è vero che forse non m'importa quali siano, ma questi scopi non verranno mai raggiunti se ci si uccide a vicenda. Con persone come Ryuk, come te o Zagarth vale la legge del più forte e se io devo essere consapevole della vostra natura, voi dovete essere coscienti della mia. Questo atto di forza nei confronti di Ryuk era dovuto per rimetterlo in riga, perchè a quanto pare le parole ed i ragionamenti non servono a molto. Da oggi in avanti il suo istinto di sopravvivenza saprà come comandare la sua volontà: non è più una questione di ruoli, io sono più forte e veloce, io posso ammazzarlo, è una regola che vale in natura... una regola che anche i cobra conoscono. E Jarak, da questa sera Ryuk non sarà più un problema, sono certo che Dahmer e Zagarth sapranno regolarsi di conseguenza da ora in avanti" Li guardo entrambi per qualche istante, prima di dirigermi verso Ryuk e sollevarlo dal suolo "E' la ragione che ci distingue dalle bestie" Mi avvicino al pagliericcio libero e lo adagio con cura "Non gli avrei tolto la vita in ogni caso"

  3. #1303
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Nulla conta davanti alla morte, tutto conta davanti alla morte. Tutto e niente, insieme, inesorabilmente fusi nella danza del Fato. La luce e l'ombra, il giorno e la notte, il bene e il male. Vicent e me. L'essere e il nulla, la realtà che nemmeno il più cieco o il più imbecille degli uomini può negare. Elen mi si avvicina, non dice niente, probabilmente non condivide il mio pensiero, ma forse le sfugge il dettaglio che io e il nonno abbiam detto la stessa cosa... da due prospettive diverse, ma la medesima cosa.



    Dinanzi alla morte, il fiato si fa corto, l'uomo cerca di sfruttare ogni battito di vita, di aggrapparsi, di goderne appieno... questo non avrà importanza in sè, la Nera Signora nullifica ogni sforzo e ogni lacrima, così come ogni sorriso nel suo abbraccio. Ma siamo qui, gettati nel mondo da dei che forse vogliono solo giocare con noi, e ci impegniamo a dare senso a tutto ciò che ci circonda, vuoto in sè di un significato che l'uomo si impone di riempire. Viviamo solo per riempire il vuoto che è intorno a noi, perchè noi ci sentiamo invece così colmi, la nostra anima che vibra di sentimenti, di qualsiasi natura essi siano, ci sono, prepotenti e potenti dentro di noi.



    Torno a respirare un poco a fatica, piego i muscoli del viso per il dolore che invade ogni fibra del corpo. Mi ha proprio ridotto uno straccio, Ryuk Leithien. Drako si aggiunge a Jarak, ma mi fa un discorso molto più concreto: il sonno della ragione genera mostri.



    Abbasso gli occhi, perchè su questo ha certamente ragione: la mia stupidità, la mia avventatezza mi hanno ridotto nello stato in cui sono. La ragione... vacilla in anime oscure come le nostre e quando si spegne... eccoci a sterminare gente che ci fa comodo, a stuprare e uccidere con la stessa leggerezza con cui si cammina. E l'utile, quella grande cosa che permette al genere umano di sopravvivere e non sbranarsi nell'autodistruzione, va a farsi fottere. E io sono così stanco di pagare. Guardo Drako, il viso è rassegnato, consapevole. "Messaggio ricevuto, Capo e... non ho dubitato un attimo che non lo avresti ucciso" gli dico serio.



    "Sai nonno, ti do ragione... davanti al baratro tutto e niente diventano solo il modo in cui descriviamo la nostra vita" aggiungo sarcastico. Quest'aria è diventata pesante, ho mal di testa e le ossa rotte mi lacerano le carni. "Elen... potresti curarmi? Vorrei tornare nella mia tenda a riposare" le mormoro mesto, un po' intristito.



    Non so più cosa pensare, o forse penso troppe cose in contrasto le une con le altre. Che diavolo mi succede? Da quando Drako è entrato in tenda mi sento... confuso.

  4. #1304
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Post Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Devon usa la sua magia curativa su di me ed inizio subito a sentirmi meglio.
    In un attimo il dolore scompare ed un senso di pace e benessere si impossessa del mio corpo.
    Lancio un'occhiata alle mie gambe ed ora sono di nuovo attaccate! Incredibile!
    Posso di nuovo muoverle... è meraviglioso!



    "Ryuk si trova in infermeria mezzo carbonizzato"



    COSA?! Ma... ma cosa caspita è successo?!



    Nel momento in cui Devon si alza, dopo avermi rivolto un sorriso cordiale, per raggiungere l'infermeria, lo seguo in silenzio e mi trovo davanti una scena veramente raccapricciante: Occhi di Falco è steso a terra... altro che mezzo carbonizzato... è completamente carbonizzato!!! Mi guardo intorno, ma chi può essere stato?
    Mi fermo un attimo a riflettere: chi può essere stato? Elen era con noi al campo, Torcia Umana è corso ad avvisarci, perciò... può essere stato solo lui. Beh, che dire... come punizione direi che è stata più che efficace.



    Tuttavia continuo a domandarmi... perché ha agito in quel modo folle e sconsiderato?
    Perché accanirsi su di noi? Siamo i suoi compagni...
    Rimango stupita quando qualcuno dà voce alla mia domanda: Jarak.



    E rimango altrettanto sorpresa nell'udire la risposta del beota.
    Il fatto che siamo in guerra giustifica il fatto che ha quasi cercato di ammazzarci tutti?!
    Allora cosa combattiamo a fare?! Tanto vale lasciare che siano i Ribelli ed i Reali a scannarsi tra loro!
    Tuttavia non dice solo stupidaggini... in effetti è stato il Boss ad accettare questi squilibrati nell'accampamento, quindi forse non dovremmo chiedere "perché" ad Occhi di Falco, ma proprio a lui.
    Perché reclutare tutti questi psicopatici? Saranno anche abili guerrieri, ma sono del tutto fuori controllo... quindi... dov'è il vantaggio?! Mah...
    Ascolto i loro discorsi e non posso che concordare con le loro parole: Drako e Jarak sono entrambi molto saggi.
    Da Drako c'era da aspettarselo, ma Jarak... è una bella sorpresa. Forse si rivelerà davvero un alleato su cui poter contare.
    Del resto si è scagliato insieme a noi contro l'uomo che ora è steso sul pagliericcio.
    Od almeno ciò che resta di lui.
    Il beota è ancora a terra e chiede ad Elen di soccorrerlo. Per quanto quel tizio sia irritante, decido che è giunto il momento di darsi una calmata: siamo alleati, quindi dovremo sostenerci a vicenda finché lotteremo per una causa comune (o finché vivremo nello stesso accampamento, se cause comuni non ne abbiamo).
    Mi avvicino a lui in silenzio e nel tendere la mano in sua direzione, gli dico...

    "Ti aiuto a tirarti su, se vuoi. Hai bisogno di una mano?"

    Non so cosa mi risponderà, potrà anche rifiutarmi e ridermi in faccia, ma dobbiamo collaborare tra noi... o moriremo. Tutti.
    A prescindere dalla sua risposta, mi rivolgerò subito verso Elen e Devon e dirò...

    "Se posso rendermi utile in qualche modo... sono disponibile. Ditemi solo cosa posso fare per aiutarvi..."

    Hanno curato tutti noi ed hanno ancora molto da fare. Aiutarli è il minimo.

    Ultima modifica di valuccia85; 5th July 2015 alle 19:46

  5. #1305
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Il discorso sulla guerra e sulla morte si fa sempre più profondo, chi da un lato sostiene che tutto è inutile di fronte alla Nera Signora e chi al contrario sostiene che l'uomo è dotato di una ragione che gli permette di fare la differenza.
    Sono consapevole che potrei morire in qualsiasi momento in battaglia, Elwing è ancora impressa nella mia mente, ma non posso e non devo perdere le speranze così. Se Dahmer avesse ragione che senso avrebbe la vita? Dovremmo limitarci a mangiare e dormire in attesa della morte per mano di un nemico o di un proprio compagno? Sarebbe più facile lasciarsi morire di fame allora.
    Drako si alza e adagia Ryuk sul pagliericcio assicurandoci che non l'avrebbe mai ucciso <<E' la ragione che ci distingue dalle bestie>>.Sono pienamente d'accordo.



    <<Elen... potresti curarmi? Vorrei tornare nella mia tenda a riposare>>


    Senza dir nulla avvicino le mani alle sue ferite e richiamo il mio potere quando arriva Niniel offrendoci il suo aiuto <<Aspetta, credo che sia meglio curarlo da terra e spostarlo dopo, ogni movimento potrebbe comprometterlo ancora... Come vanno le tue gambe?>> le chiedo.


    Sento scorrere la magia verso i palmi e anche questa volta la sento diversa, strana. Più intensa e potente, ma difficile da controllare, che mi starà succedendo?


    Quando si manifesta il consueto luccichio poggio le mani sulle ferite più profonde e resto ad ammirare i prodigi rigenerativi sul suo corpo che ogni volta riescono a sorprendermi. Ripenso alle parole di Dahmer, se tutto è inutile e vano perchè gli dei mi hanno fatto questo dono?
    <<Se non c'è differenza tra il morire per mano di un amico o di un nemico perchè tanto non cambia nulla dinanzi alla Morte, dimmi, non dovrei forse smettere di affaticarmi a curare tutti voi? - lo guardo negli occhi arrabbiata e delusa, ma con un velo di tristezza - Non sto forse sprecando tempo ed energie adesso? Tanto alla Morte non frega niente di nessuno, e se per Lei tu sei zero perchè dovresti importare a me?>>


    Rigenerazione: rigenera ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento.
    Ultima modifica di albakiara; 25th July 2015 alle 23:15

  6. #1306
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti


    Devon Balythòn

    L'atmosfera inizia a scaldarsi: il silenzio, che dominava tutti poco prima del mio ingresso, è ormai un lontano ricordo.



    Iniziano ad argomentare sulla guerra, Dahmer è in prima fila, nomina un certo Vicent Dreth a me estraneo, il quale si destreggia con una Meteor Hammer. Cavoli, non ricordo pienamente che genere di arma sia... una sorta di palla chiodata posta all'estremità di una catena corta, ma potrei sbagliarmi... se solo la mia famiglia avesse avuto mezza briciola in più nell'educarmi bellicamente di certo non mi farei questi problemi...



    l'incontro con Drako è stato davvero una botta di fortuna, senza la sua guida mi ritenevo un soldato spacciato, senza alcun punto di riferimento. E adesso, che dovrei essere padrone dei miei poteri, non sono più capace di controllarli, tralasciando la Rigenerazione. Ci sarà un modo per risvegliare il mio lato guerriero, e lo troverò. Ma se c'è un'altra cosa che non può non farmi riflettere è la seguente: nessuno conta alla morte, purchè questa è pronta a trascinare con sé ogni essere vivente: uomini e donne, bambini e adulti... buoni o malvagi che siano. Nessuno può scampare alla morte, prima o poi tutti dovremo fare i conti con essa, prima o poi arriverà la nostra ora come solo il Fato può decidere... prima o poi ci ritroveremo faccia a faccia con il vero dolore. Sono stato un po' troppo sensibile finora, non posso negarlo, ho ancora molto da imparare su come funziona realmente una guerra e su come sfruttare al meglio le mie potenzialità, ma non per questo mi tirerò indietro. Combatterò con tutte le mie forze, a prescindere se ne uscirò vincitore o perdente. Lottare per sopravvivere: questo è il vero scopo, l'obiettivo principale della guerra.



    Avere Drako al mio fianco è un qualcosa che ti fa sentire... sicuro di te stesso, qualcosa che ha a che fare con la più totale quiete. Le nostre razze non si equivalgono, questo è vero, ma c'è qualcosa di insolito in lui. I miei dubbi saranno esposti ben presto, magari in futuro. Anch'egli aggiunge le sue considerazioni sulla guerra che ci circonda, e non posso che approvare pienamente la sua saggezza. Nel frattempo Niniel ci raggiunge, finalmente le sue gambe si reggono in piedi, come quelle del tizio bendato d'altronde.



    La ragazza vuole rendersi utile, riferendosi a me ed anche a Elen. Quest'ultima sembra aver stabilito una collaborazione con ella, occupandosi di Dahmer.



    Anziché decidere di rimanere impalato a fissare il trio, mi precipito presso il pagliericcio in cui è stato disteso Ryuk, ho la convinzione di aver recuperato le forze sufficienti per adoperare la mia Rigenerazione. Dilatando leggermente le mani e portandole all'altezza del petto, evoco il potere tanto speciale quanto mistico che non tarda a farsi strada in ogni anfratto del mio essere, percorrendo pulsante e a velocità inaudita ogni vaso sanguigno fino a raggiungere due uscite differenti, ovvero i palmi delle mani che immediatamente accolgono il piacevole calore delle fiamme nitide.

    Difesa e Recupero (Allievo):
    Rigenerazione (Avviene tramite tocco)
    - Rigenera da Escoriazioni, Graffi, Contusioni e Piccoli danni da elemento.
    Quest'ultime non esitano ad investire sull'intero corpo dell'uomo, andando a riparare fino in fondo (o almeno si spera) i danni inflitti, tentando anche di ripristinare il colorito definitivo della carnagione di egli. Con la mia medicazione aggiuntiva, Ryuk dovrebbe riuscire a muovere qualche muscolo, o almeno respirare meglio...



    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 11th August 2015 alle 19:19


  7. #1307
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Quante parole inutili si stanno sprecando in questa tenda, sembra di trovarmi al giorno del benvenuto alle reclute dell'esercito, pure il disegnino bisogna fare tra poco. Resto ad ascoltare in silenzio mentre si rispondono a vicenda con ovvietà, morte, compagni e nemici, tutte serie di parole che come entrano da un mio orecchio, escono dall'altro, devono essere tutti cresciuti in grembo ad una madre grassa ed iperprotettiva. Ho capito... ho capito che devo provare a contenermi, non che non ci avessi già riflettuto in merito, ma diamine, mi sembra di stare con dei bambini dispettosi che prima rubano un dolce e poi nascondono la mano. Drako mi solleva e mi poggia sul pagliericcio come una brava donnina di casa, una donnina che stava per uccidermi e che non manca di rimarcare quanto sia grande e grosso e buono, perchè mi ha graziato.



    <<Se non c'è differenza tra il morire per mano di un amico o di un nemico perchè tanto non cambia nulla dinanzi alla Morte, dimmi, non dovrei forse smettere di affaticarmi a curare tutti voi? Non sto forse sprecando tempo ed energie adesso? Tanto alla Morte non frega niente di nessuno, e se per Lei tu sei zero perchè dovresti importare a me?

    Che qualcuno le chiuda la bocca per favore. "Quanti anni hai? Quindici, sedici? Quando sei nata avevo già regalato al Sacro Raiden una moltitudine di vite! Siete ridicoli, uno più dell'altro. Credete che io sia impazzito all'improvviso? Mi stavo allenando con Dahmer e mi avete attaccato in ogni modo: con una freccia alle spalle, con una falce, con ginocchiate in pieno viso, con pugnali ecc.



    Avete rotto le palle con questi modi di fare da santerillini del cazzo, se vi foste curati dei vostri affari ora non ci sarebbe questo caos, io e Dahmer avremmo concluso un allenamento duro e poi ci avresti guariti. Che cosa credi che in campo ti chiedano il permesso per attaccarti? Ti danno in buon giorno, buona sera e ti chiedono "allora, da dove cominciamo"? Eppure avreste dovuto capire che non dovete intromettervi in un diamine di allenamento, basta!



    Non me frega un accidenti di questi discorsi sull'amicizia o dei compagni di squadra, per me non valete niente, non siete niente, solo persone che combattono dal mio stesso lato della barricata e se mi attaccate alle spalle, di certo non resto a guardare. Ma tanto è tutto fiato sprecato, va a fare le treccine al tuo cavalluccio che è meglio"

    quasi non bado al ragazzino che mi sta curando, ma i benefici si fanno sentire presto e recupero anche la mobilità alle gambe "Se sei qui è perchè hai scelto di combattere, hai scelto di rischiare la vita e di usare il tuo dono per noi, quello è il tuo dovere, guarirci e basta"

  8. #1308
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Dahmer riacquista 45 di costituzione
    Ryuk ne riacquista 20

  9. #1309
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Entra in scena la falena e mi porge la mano, ma Elen la ferma e inizia a curarmi.



    Il suo potere penetra sotto la pelle e riscalda la carne tumefatta, sento le ossa ricomporsi e il dolore man mano svanire, lasciando dietro di sè una sensazione piacevole di sollievo. Mi pone una domanda sciocca, abbastanza slegata con il mio ragionamento, con il musetto tutto arrabbiato e gli occhietti tristi.





    Le sorrido gentile e sto per risponderle ma Ryuk interviene con irruenza, dicendo alla fine come stanno le cose. Alleati sì, ma mica amichetti del cuore. Ribadisce anche il concetto che se siamo qui a seguire Drako, è perchè abbiamo già preso coscienza di star sacrificando la nostra vita, di mettere a disposizione per la causa tutto ciò di cui siamo capaci: Elen e il suo potere di guarigione, quindi. Ora la cagnetta mi scoppierà in lacrime, ne sono certo, potrebbe persino decidersi per lo sciopero anche se so che non lo farà. Non è nella sua indole abbandonare gente ferita... piccola Elen... al richiamo della natura non ci si può opporre. Anche io potrei risponderle in diversi modi: mi devi curare perchè ti ho fatta godere; mi devi curare perchè sono molto ben fornito e sarebbe un peccato per il genere femminile perdermi; mi devi curare perchè, anche se mi comporto da bestia, sono un essere umano. Davanti alla morte nemmeno questo ha in realtà senso. Potrei dirle che alla morte non importa nemmeno che sia lei a curarmi... ma penso che abbia bisogno di una risposta meno sincera e più confortante. "Ryuk ha ragione, siamo qui per mettere le nostre abilità a disposizioni della causa... è vero, nemmeno questa avrebbe senso davanti la morte, o tutto ne ha, come suggerisce Jarak. Ma Elen... se il mondo è vuoto di significato, noi uomini siamo mandati dagli dei per riempirlo... non sono io a dirti il perchè lo fai... sei tu che l'hai scelto, sei tu che stai dando giorno dopo giorno senso e significato alle tue azioni. Così come facciamo tutti, perchè è nella nostra natura. Condannati ad essere liberi, diceva la mia vecchia septa" dico sorridendo, ridacchio sul finale. Mi rialzo il piedi, se ha capito è bene sennò non mi frega nulla. Ho bisogno di uscire qui, mi sento soffocare.



    "Vado in tenda, chi mi vuole mi trova lì... non ho recuperato del tutto ma sto bene, avete bisogno anche voi di riposo dopo tutta questa fatica" dico ai due guaritori.




    Che diavolo mi prende? Mi allontano a passo svelto, come se sto fuggendo da qualcosa che mi preme sul petto manco fosse il cazzotto di Ryuk. Mi stendo sul pagliericcio... giusto cinque minuti per chiudere gli occhi...

  10. #1310
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Le parole di Ryuk mi arrivano taglienti come pugnali nel petto, girati e rigirati nelle ferite.
    Sono ridicola, è solo colpa mia... Sono solo una bamboccia che non sa nulla della guerra e della vita...
    <<quello è il tuo dovere, guarirci e basta>> no, quello non è un dovere, ma una mia volontà, un mio piacere.


    Anche Dahmer interviene, ma le sue parole mi giungono slegate e confuse, ho troppe cose per la testa <<Condannati ad essere liberi, diceva la mia vecchia septa>> ride, poi si alza ed esce <<Vado in tenda, chi mi vuole mi trova lì... non ho recuperato del tutto ma sto bene, avete bisogno anche voi di riposo dopo tutta questa fatica>>.


    Sento un fuoco pulsare nelle vene, sotto la pelle, che freme per liberarsi. Sono furente.
    <<La prossima volta mettiti un cartello attorno al collo con su scritto "è solo un allenamento" perchè il mio cervellino da poppante non lo riesce a distinguere...>>


    Vorrei rispondergli a tono, ribattere ad ogni sua affermazione, ma non trovo le parole, riesco solo a piagnucolare banalità che non fanno altro che dargli ragione <<...E tu non sei mio padre, non puoi dirmi cosa devo o non devo fare!>>


    Delle fiamme escono incontrollate dalle mie mani e si propagano ardenti per tutto il corpo, che mi sta succedendo?


    Prima la rigenerazione, ora il fuoco, è come se non riuscissi più a controllare i miei poteri.
    Corro fuori per allontanarmi il più possibile dalle tende e dagli altri per evitare di far loro del male.

    Scudo di Efesto: protegge integralmente (evocato senza controllo)
    Ultima modifica di albakiara; 25th July 2015 alle 23:19

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •