Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 146 di 343 PrimaPrima ... 4696136144145146147148156196246 ... UltimaUltima
Risultati da 1,451 a 1,460 di 3422
  1. #1451
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Per certe cose occorre tempo, calma e soprattutto ci si deve dedicare totalmente alla donna che si ha tra le braccia, senza pensare ad altro, senza calcolare tempi, mosse o qualsiasi atto implichi l'ausilio della mente. Sono un istintivo, un passionale, lascio che sia la carne a guidarmi, insisto quando le vibrazioni si fanno intense e continuo a seconda di ciò che i sensi mi comandano di fare.



    Mi estraneo del tutto, non sento quasi l'acqua che continua a scivolare su noi e le increspature che si propagano in cerchi smorzati, c'è solo l'odore della pelle, il sapore delle labbra, il suono dei gemiti che mi fomentano, il tatto, gli occhi che si perdono percorrendo i centimetri del corpo... e nient' altro.
    Ancora con i residui dell'affanno la guardo, prendendomi ancora le labbra in un bacio casto. "Vieni con me in tenda"

    le sussurrò a bassa voce, prima di uscire dall'acqua ed, una volta indossati gli abiti, mi dirigo nella mia tenda, dove mi siedo sul pagliericcio.




  2. #1452
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lysa perde 10 punti per i volatili
    Devon perde 20 punti per la falce dormiente

  3. #1453
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant



    Respiro a fatica, cercando di riprendermi dall'ondata di piacere appena esplosa tra noi , osservo Ryuk soddisfatta, so bene che il mio giochino ha avuto l’effetto sperato e le pulsazioni del suo cuore me lo confermano.
    Prima di staccarsi da me, mi lascia una scia di baci sul collo e sul mento per poi fermarsi sulle labbra.


    << Vieni con me in tenda>>mi sussurra prima di uscire dall’acqua e rivestirsi, spero che non voglia fare subito un'altra sessione, perché ho ancora le gambe che mi tremano, quindi non riuscirei a dare il meglio di me.
    Esco anch’io dal lago e mi avvicino ai brandelli di stoffa, non credo che Jarak sia capace di aggiustarmi il vestito, fortunatamente trovo un pezzo abbastanza ampio da girarmelo attorno ai fianchi, lasciando però le mie gambe e il seno scoperto, prendo gli altri pezzi di tessuto per non lasciare tracce e corro più veloce che posso verso la mia tenda arrivando da dietro, lo strappo in fondo alla tenda ora mi avrebbe fatto comodo.


    Entro e butto i pezzi del mio vestito stracciato dentro al baule, ne prendo un altro e dopo averlo indossato e asciugato un po’ i capelli con un telo, mi dirigo verso la tenda di Ryuk, ci sono alcune cose di qui vorrei parlare.


    Arrivata lo trovo seduto sul pagliericcio, mi siedo anch'io vicino a lui e scherzando gli dico: << Spero che non mi chiederai il bis perché non sono ancora pronta>>.




    Sono di buon umore, tranquilla e rilassata, ci voleva un po’ di sano esercizio fisico.


    Ultima modifica di saphira_84; 5th August 2015 alle 23:16

  4. #1454
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    E pensare che da qui a qualche ora, potrei diventare una sorta di eremita, avrò la compagnia di qualche donna di strada ogni tanto, Shayla sa il fatto suo, peccato che la mia scorta di diamanti sia realmente limitata, mah... non so neanche che valore abbiano, probabilmente ne basterebbe uno solo per dar da vivere ad una famiglia intera per una vita, ma non sono abituato a dovermi giostrare coi conti. Sistemo gli stivali di fianco al pagliericcio e sollevo le gambe per poi incrociarle, i muscoli sono rilassati, ma non quanto vorrei, starei sicuramente peggio se Larieth non si fosse prodigata per me, peccato che il mio stress non si possa cancellare con un pò di sesso, anche se è stato eccezionale, devo ammetterlo << Spero che non mi chiederai il bis perché non sono ancora pronta>>



    alzo lo sguardo e la vedo entrare in tenda, ha nuovi abiti, quelli prima li ho ridotti a brandelli senza pensarci due volte. La invito a sedersi sul pagliericcio accanto a me, per portarmi poi dietro di lei, divaricando le gambe e posizionando il mio busto dietro la sua schiena. "Non sono uno che chiede, ma no... per questa sera va bene così, abbiamo da parlare"



    E così dicendo, se si sarà lasciata posizionare, le farò un massaggio dietro alle spalle ed al collo, ricoprendo tutta la zona della schiena "Una volta preferivo sottomettere senza tanti preamboli, che fossero consenzienti o meno non m'importava molto, le prendevo e basta..." cercherò di dosare la forza, so i punti da toccare per alleviare la tensione dei muscoli, oltre che a poterli stracciare senza particolare attenzione



    "... ma col tempo ho imparato ad apprezzare la collaborazione, non sono più un ragazzino e se so vendermi bene, se so compiacere nel migliore dei modi, allora verrò sicuramente ripagato con la stessa moneta" Aumenterò un pò la forza nel massaggiarle le spalle, per poi scendere lungo le braccia ed ancora risalire



    "...ammetto che tra noi c'è una certa complicità, mi piaci quando ti abbandoni alle mie mani, non mi hai deluso..." la forza aumenterà ancora "...come sono certo che non mi deluderai, tenendoti per te la questione di mio figlio o dovrei ucciderti"


  5. #1455
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti


    Devon Balythòn

    Ed eccolo, uno dei tanti momenti quotidiani che a nessuno piacerebbe vivere sulla propria carne: il dolore. Mi verrebbe facile pensare che buona parte della giovinezza, vissuta a corte sotto il titolo di un comune seguace di Kalisi, fosse in realtà un’utopia fatta e completa. Come se in questo mondo ci fosse uno spazio per la vita del mio alter ego dall’indole opposta, tanto tenace quanto spietato, in confronto all’io originale. Convivendo in mezzo ai Reietti, il mio cuore ha concepito un’obiettivo, uno scopo di estrema importanza da raggiungere, così come ognuno di noi ha intenzione di portare a termine il proprio: fondere la personalità attuale con quella opposta, in modo da creare il giusto equilibrio tra una virtù e l’altra. Unire due cose di natura differente non vuol dire che il risultato non sarà un bello spettacolo, basta sapersi affidare alla stabilità. E’ così che si diventa forti: saper tenere a bada il lato istintivo e selvaggio che noi mortali siamo consapevoli di avere anche nei momenti che a noi appaiono critici. Nel mentre Elen si prende una pausa, una lama piuttosto conosciuta affonda nelle mie carni, bersagliando la spalla sinistra sana.



    «Mai voltare le spalle ad un avversario.»
    delucida la tizia mascherata, mi volto e noto con piacere che i gufi non mi hanno deluso, le vesti di ella sono rovinate per le varie zampettate dei miei uccellini, direi che hanno eseguito gli ordini con successo. Dietro di lei intravedo i corpi dei gufi... trucidati. Bastarda tu e bastardo Dahmer, ma che avete contro gli animali? Non rispondo al "consiglio" della donna e la fisso con un’aria... irrilevante.



    Non le darò la soddisfazione di mostrarmi come una vittima priva di speranze che attende la morte, quel che ho subito non è niente in confronto alle gambe mozzate altrui che ho dovuto riattaccare. Le ferite alle spalle emanano sì un bruciore tremendo ma pensandoci bene tutto si risolverà alla grande con la rigenerazione, il che significa che non c’è alcun motivo di complicarsi la vita. Vuoi giocare con me, donna? Non c’è problema, ti accontenterò volentieri.



    Apro leggermente la mano sinistra e cerco di instaurare una sorta di connessione con la massiccia compattezza di Phoenix tastata minuti fa... passano quattro-cinque secondi e del bastone neanche l’ombra... ho fallito. Ignorando la domanda a me stesso sul perché non sono capace di controllare l’arma come un tempo, non mi arrendo e faccio un secondo tentativo... stavolta con la destra.



    In meno di cinque secondi la mia volontà si realizza: l’arma, in tutta la sua egregia e rudimentale bellezza, è pronta all’uso. Reggendola con entrambe le mani la determinazione che mi pervade è tale da accendere quel fuoco spento dalle lacrime del passato... un fuoco rimasto imprigionato nei meandri più oscuri dell’anima per l’eternità e che, finalmente, ha l’occasione di evadere da tutto ciò che lo ostruisce inesorabilmente. Scorgo una serie di ardenti sfere comparire dall’estremità del bastone, le quali ruotano vorticosamente attorno ai corni fino a toccare le piume scendendo sempre più in basso, andando a creare una sorta di barriera elementale che farà del bastone una fonte incandescente. Le sfere, ormai divenute fiamme, si alzano e si abbassano ritmicamente, come se volessero garantire una miglior appiccatura a tutto ciò che incontrano al loro passaggio.



    Arma - Bastone in Forma Attiva
    Fuoco: l'arma diventa incandescente, raggiungendo la temperatura di 180° - Forsworn Stave (Phoenix)
    Scatto in direzione della donna con l’intento di conficcare in profondità, sul braccio che sostiene la falce, gli spuntoni... usufruendo di ogni particella della mia forza. Se tutto andrà secondo i miei piani, costei si ritroverà il braccio ustionato non lievemente e con esso si aggiungeranno ulteriori danni dovuti all’affilatezza dei pezzetti di legno. In caso schivasse, non esiterò a ruotare l’arma sul raggio d’azione opposto...


    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 10th August 2015 alle 18:18


  6. #1456
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Devon perde altri 20 punti costituzione


  7. #1457
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant



    Quando mi siedo sul pagliericcio, Ryuk si posiziona dietro di me divaricando le gambe <<Non sono uno che chiede, ma no... per questa sera va bene così, abbiamo da parlare>>.
    Lo sento appoggiare le mani sulle mie spalle, rimango immobile perplessa, non capisco cosa abbia intenzione di fare, poi sento le sue mani muoversi abili sulla mia schiena e sul collo, ma mi sta facendo un massaggio forse? << Una volta preferivo sottomettere senza tanti preamboli, che fossero consenzienti o meno non m'importava molto, le prendevo e basta...>> Non fatico a credere alla sue parole, a palazzo giravano voci inquietanti su di lui.
    <<...ma col tempo ho imparato ad apprezzare la collaborazione, non sono più un ragazzino e se so vendermi bene, se so compiacere nel migliore dei modi, allora verrò sicuramente ripagato con la stessa moneta>>.
    Che lui sappia compiacere una donna non c'è dubbio, sento che aumenta la forza massaggiandomi le spalle, per poi scendere lungo le braccia, non c'è che dire, questo uomo sa usare abilmente le mani.
    <<...ammetto che tra noi c'è una certa complicità, mi piaci quando ti abbandoni alle mie mani, non mi hai deluso...>>. Non riesco a capire dove voglia andare a parere, la forza aumenta ancora, forse un po' troppo per i miei gusti <<...come sono certo che non mi deluderai, tenendoti per te la questione di mio figlio o dovrei ucciderti>>.
    Mi giro di scatto con il busto e con la testa verso di lui cercando di togliere le sue mani da me e lanciandogli uno sguardo accigliato. <<Non reagisco bene ne alle minacce ne agli ordini, di solito tendo a fare l'esatto contrario>> dichiaro a denti stretti, tenendo comunque un tono basso in modo che solo lui possa sentirmi. << Comunque non sono abituata a spettegolare sugli affari degli altri, non avevo intenzione di dire niente a nessuno>> affermo risentita continuando a sostenere il suo sguardo.
    Cerco di calmare la mia irritazione e gli chiedo: <<Chi altro sa di tuo figlio? Cos'è successo tra voi?>>
    Ultima modifica di saphira_84; 14th July 2015 alle 22:01

  8. #1458
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lady Blackstone



    Il ragazzino mi rivolge uno sguardo superficiale. Vuole forse dimostrare di aver coraggio e di non aver paura di morire? Sciocco.
    Lo osservo incuriosita mentre apre leggermente la mano, attendendo che succeda qualcosa.



    Inclino la testa a destra, perplessa. Una finta o è solo un incapace che non riesce a connettersi con il suo potere?
    Ci riprova stavolta con l'altra mano, mentre comincio a spazientirmi.



    Un bastone rudimentale appare finalmente nelle sue mani. Scuoto la testa di fronte a tanta incapacità.
    L'arma si accende facendo comparire delle fiamme sulle estremità dei due corni.



    Se avessi un minimo di senso dell'umorismo batterei le mani di fronte a questo spettacolino di prestigio.
    Il nuovo guaritore cerca invano di colpire il mio braccio destro (quello che sostiene la falce) poi quello sinistro. In entrambi i casi riesco ad evitare tranquillamente i colpi, anche se nell'ultimo tentativo, il fuoco è così vicino al braccio che brucia una parte della manica.
    Per rispondere ai suoi attacchi andati a vuoto, afferro rapidamente la mia falce con entrambe le mani e con un movimento rapido e secco miro alle sue di mani fingendo di colpirgliele, ma infine farò rapidamente ruotare la mia falce verso le gambe del giovane colpendole con forza, compromettendo così le la loro funzionalità. Vorrei vedere molto del sangue di quest'insulso essere spruzzare dappertutto, bagnare di rosso l'erba che calpesto.



    Ma dovrò avere pazienza e...calma. Mi allontanerò da lui preparandomi al contrattacco. Sempre se riesca a mantenersi in piedi e se non muoia dissanguato.




    Dark Sister - Arma in Forma Dormiente
    Ultima modifica di scarygirl; 28th July 2015 alle 13:39


  9. #1459
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien



    Larieth si sposta, ruotando il busto, si libera dalla mia presa e mi osserva con sguardo accigliato... uno sguardo che spaventerebbe neanche mia nonna, no... forse mia nonna non è l'esempio giusto<<Non reagisco bene ne alle minacce ne agli ordini, di solito tendo a fare l'esatto contrario. Comunque non sono abituata a spettegolare sugli affari degli altri, non avevo intenzione di dire niente a nessuno. Chi altro sa di tuo figlio? Cos'è successo tra voi>> La osservo a mia volta, sollevando un sopracciglio, cercando di portarle una mano al viso per accarezzarle il mento, solo successivamente le sorrido sarcastico "Ohh... ma quella non era una minaccia, nè un ordine, era solo un avviso tesoro. Comunque cerca di rispettare le tue... più che giuste abitudini sulla riservatezza altrui, perchè vedi, neanche io non sono il tipo nè da minacce, nè da ordini, io sentenzio e basta"

    Cerco di far passare la gamba sinistra dietro la sua schiena, in modo che io possa stendermi sul letto e lasciarla seduta accanto a me, non rispondo immediatamente alle sue domande, non ne avrei l'intenzione di norma, ma dato che non posso cancellarle la memoria e sono costretto ad andare via, tanto vale comprarmela con le buone, così inizio a parlarle con un tono di voce molto basso, in modo che possa ascoltarmi bene, ma, al tempo stesso, le mie parole non trapelino oltre il sottile strato di tessuto della tenda.



    "Sì chiama Auron ed ha quasi diciannove anni, nessuno sa della sua esistenza... tranne te e Drako, gliel'ho svelato l'altro giorno prima di andare alla Torre della Mezzaluna, come garanzia sul fatto che io non avessi intenzione di giocare un tiro mancino, se mio Padre sapesse di avere un nipote, sarebbe la fine. Puoi ben capire perchè non mi sono ribellato alla decisione di Drako, ho il timore che possa usarlo contro di me in qualche modo"

    Sospiro fortemente e dopo alcuni istanti di silenzio ricomincio a parlare "Sua madre è morta, quando lui aveva pochi mesi, ci saremmo dovuti sposare di lì a poco, una cerimonia segreta per poi fuggire lontano da Dohaeris, mio Padre non mi avrebbe mai permesso di sposare una donna del popolo. All'epoca avevo più o meno diciotto anni e non ero in grado di allevare un bambino da solo e non avrei potuto portarlo al Castello Nero, nella migliore delle ipotesi avrebbe avuto la mia stessa infanzia e non potevo permettere che diventasse come... come me. Così lo affidai alle cure di una coppia di contadini, spacciandolo per un trovatello, nessuno mai avrebbe conosciuto le sue vere origini ed avrebbe avuto l'opportunità di crescere lontano da me e da mio Padre"


  10. #1460
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant


    <<Ohh... ma quella non era una minaccia, ne un ordine, era solo un avviso tesoro. Comunque cerca di rispettare le tue... più che giuste abitudini sulla riservatezza altrui, perchè vedi, neanche io non sono il tipo nè da minacce, nè da ordini, io sentenzio e basta>>
    afferma Ryuk sorridendo sarcastico accarezzandomi il mento, mi ritraggo stizzita, non lo sopporto quando si comporta da stronzo.
    Lo osservo mentre si sdraia sul letto e io, dopo essermi tolta i sandali, mi siedo portando le ginocchia al petto, posizionandomi frontalmente a lui con la schiena rivolta verso l’entrata della tenda, per un attimo penso che non voglia rispondere alle mie domande, ma poi comincia a parlare a bassa voce. <<Sì chiama Auron ed ha quasi diciannove anni, nessuno sa della sua esistenza... tranne te e Drako, gliel'ho svelato l'altro giorno prima di andare alla Torre della Mezzaluna, come garanzia sul fatto che io non avessi intenzione di giocare un tiro mancino, se mio Padre sapesse di avere un nipote, sarebbe la fine. Puoi ben capire perchè non mi sono ribellato alla decisione di Drako, ho il timore che possa usarlo contro di me in qualche modo>>
    Annuisco e continuo ad rimanere in silenzio ad ascoltarlo nel caso voglia aggiungere qualcos’altro, lo sento sospirare e poi riprende a parlare.
    <<Sua madre è morta, quando lui aveva pochi mesi, ci saremmo dovuti sposare di lì a poco, una cerimonia segreta per poi fuggire lontano da Dohaeris, mio Padre non mi avrebbe mai permesso di sposare una donna del popolo. All'epoca avevo più o meno diciotto anni e non ero in grado di allevare un bambino da solo e non avrei potuto portarlo al Castello Nero, nella migliore delle ipotesi avrebbe avuto la mia stessa infanzia e non potevo permettere che diventasse come... come me. Così lo affidai alle cure di una coppia di contadini, spacciandolo per un trovatello, nessuno mai avrebbe conosciuto le sue vere origini ed avrebbe avuto l'opportunità di crescere lontano da me e da mio Padre>>
    Il mio sguardo si fa triste e dispiaciuto, aiutare gli altri è una cosa che mi viene istintiva come respirare, ma spesso, come in questo caso, non c’è nulla che io possa fare. Cosa dovrei digli? Che mi dispiace per quello che gli è successo? Le mie parole non servirebbero ne a riportare in vita la ragazza ne a farlo ricongiungere con il figlio, quindi abbasso lo sguardo restando in silenzio.
    Il pensiero vola inevitabilmente verso mio padre e alla mia infanzia tutto sommato felice, poi penso a Ryuk e a quelle poche cose che mi ha raccontato di se e di lord Tywin, non c’è davvero da stupissi che lui sia diventato l’uomo che è ora, anche se come gli ho detto ieri in infermeria, è troppo facile dare la colpa agli altri dei propri errori.
    Il fastidio per come mi abbia minacciato prima torna a tormentarmi, avrebbe potuto dirmi le cose in maniera diversa, ma no, non lui di certo.
    <<Io sentenzio e basta>> borbotto scimmiottando la su voce, facendogli poi la linguaccia, quanto vorrei avere la forza necessaria per pestare a sangue quella sua faccia da schiaffi.
    Scuoto la testa rassegnata: <<Quello che mi ha raccontato rimmarà tra noi, te lo giuro, non perchè ho paura che tu mi uccida, ma perchè so essere leale e come ti dissi prima, io non vado in giro a raccontare gli affari degli altri>>. Poi gli chiedo << Come è morta lei? >>
    Ultima modifica di saphira_84; 15th July 2015 alle 10:57

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •