Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 16 di 343 PrimaPrima ... 614151617182666116 ... UltimaUltima
Risultati da 151 a 160 di 3422
  1. #151
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant

    Mentre sto aspettando il consenso di Drako per entrare, Elen esce dalla tenda con un libro in mano.
    << Grazie infinite, credo mi sarà molto utile! Larieth, se hai bisogno di me mi trovi nella tenda!>>a quanto pare sta prendendo seriamente in tutta questa faccenda, sono contenta che si stia impegnando per la nostra causa, alla fine poteva decidere di andarsene, Drako non l'avrebbe di certo trattenuta, anzi conoscendolo, l'avrebbe accompagnata lui stesso in un posto sicuro.
    Annuisco soddisfatta, magari più tardi la raggiungo per continuare l'allenamento.
    <<Vieni Larieth, entra pure…>>entro velocemente nella tenda pensando ancora a quanto siamo fortunati ad avere Elen con noi, << Mi piace molto sai, Elen intendo, si sta impegnando vuole essere utile, io mi fido di lei, mio padre mi diceva sempre che io tendo a fidarmi troppo presto delle persone, ma io non trovo che sia sbagliato fidarsi o no? >> chiedo più a me stessa che a lui.
    <<Ho notato che non hai toccato cibo, ecco prendi questo>> dichiaro porgendogli la frutta. << Anche se non hai fame devi sforzarti a mettere qualcosa nello stomaco, devi essere in forze per affrontare tutto questo>>
    Finalmente trovo il coraggio di guardarlo negli occhi e quello che vi leggo non mi piace affatto, lo vedo stanco, provato e forse anche sfiduciato.
    Predo coraggio e mi siedo sul pagliericcio vicino a lui senza esser invitata, gli sorrido dolcemente << Come stai Drako?>> lo fisso sempre più intensamente come a voler che il mio amore lo avvolga e lo culli in un caldo abbraccio. << Come stai davvero?>> rimarco con forza, come a volergli dire, che io non mi accontento solo di un "bene grazie".
    Resto immobile e continuo ad osservarlo indugiando sulle sue labbra morbide. Mi sento così stupida, ho avuto il coraggio di dire a mio padre che volevo andarmene da Tyravul sapendo di arrecargli un grande dolore, ho il coraggio di scendere in battaglia anche se sono cosciente di non essere abbastanza forte e che potrei morire, ma non ho il coraggio di dire all'uomo che amo quello che provo. Sei una vigliacca Larieth.
    Poi continuo: << Prima tu e Ryuk avete nominato un certo Lord Tywin, chi è? Il nome non mi è nuovo, ma non riesco a ricordare dove l'ho sentito, forse mi sbaglio.>>
    Ultima modifica di saphira_84; 20th December 2014 alle 10:53

  2. #152
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Drako Kalisi

    Larieth entra nella mia tenda e non attende molto prima di esprimere un parere positivo su Elen, ho notato come la guarda, nello stesso modo in cui guarda ogni donna che si avvicina a me… ho sempre il timore di ferirla, è sensibile, forse troppo… ma non posso rimproverarle e rimproverarmi nulla. Avere un cuore come il suo è un immenso punto di forza, ma soprattutto una debolezza se non riesce a gestirlo, esattamente come me. Negli anni ho imparato a mettere tutto il resto del mondo avanti ai miei sentimenti, ho preteso di riuscire a gestire qualcosa più forte della mia volontà ed alla fine ho sbagliato… ho sbagliato anche io, ma non è il momento di pensarci. “Elen è molto forte, ma non lo ha capito ancora. Durante questi anni mi sono approcciato a numerosi soldati, alcuni non avevano idea delle proprie potenzialità, ma basta toccare i punti giusti ed il guerriero viene fuori da sé. Mi fido anche io di lei come te… tuo padre forse ha ragione, ma probabilmente non è un male possedere una sensibilità come la tua, avere fiducia negli altri è un dono, spero che non te lo portino mai via…” Alzo lo sguardo e mi accorgo che mi sta fissando, prendo ciò che mi ha portato da mangiare e le sorrido gentilmente “Ti ringrazio, a volte mi dimentico che mangiare è qualcosa di necessario, non vorrei svenire durante qualche discorso importante, mentre faccio la parte del capo tutto d’un pezzo” cerco di sdrammatizzare, ma non sono sereno e lei se n’è accorta più degli altri. Si siede accanto a me, è così leggera ed esile che il pagliericcio quasi non accusa il suo peso “Sto… bene, insomma… almeno credo” non riesco a sostenere lo sguardo di qualcuno quando mento, inevitabilmente finisco per distoglierlo ed in questo momento mi ritrovo a fissare i libri piuttosto che lei, ma… un nome cattura nuovamente la mia attenzione, non che prima non l’avesse già, ma i miei occhi tornano nuovamente sui suoi “Hai sicuramente sentito nominare Lord Tywin in molte occasioni, ma credo che tu abbia avuto la fortuna di non incontrare mai il suo viso, anche se suo figlio lo ricorda molto. Lord Tywin Leithien, dominatore dell’uragano, alfiere del Re, le terre delle Rose al confine con Adamantem gli appartengono, così come l’intera catena montuosa ed i suoi giacimenti di diamanti. Sai su cosa si fonda l’economia di Dohaeris, Larieth? Proprio su quei “sassi” trasparenti, che, a quanto pare, valgono più dell’anima di qualsiasi essere vivente per quell’uomo. Tywin è il padre di Ryuk e lo Zio di Lumen, praticamente è il Vice Re, anche se Lantis apparentemente detiene il potere da reggente, chi ha l’ultima parola è proprio Tywin, ma non per rispetto, il Principe lo teme.” Sento la rabbia farsi spazio attraverso la tristezza del momento appena passato, quell’uomo… quell’uomo è ciò di peggio possa esistere, un demonio sceso in terra “Per quanto Ryuk possa sembrare temibile e crudele, credimi… è solo un agnellino in confronto a lui, hai notato come si è adombrato nominandolo? E’ come se bastasse la sua sola presenza per appesantire l’aria, come se quel corpo non fosse in grado di trattenere l’aura pregna di oscurità ed uscisse prepotentemente, investendo ogni cosa, ogni persona, terrore… è questo che infonde. Spero che tu non possa incrociarlo mai…”

  3. #153
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Io… mangio! E gli altri che fanno? Chi farnetica, chi lecca nelle sue fantasie la faccia di Drako, chi compare e se ne va, chi quasi scoppia in una crisi isterica… bah, ma non avevamo vinto? Non mi aspettavo donne nude con boccali di luppolo ad accoglierci, ma… almeno un grazie! E poi dicono che io sono maleducato, ma se sono così buono e civile “Buurp” Baritonale, bello pieno, ah….!
    Zigo ha lasciato la parte di sopra degli abiti per terra, ok che qui ci sono le cuoche, ma non credo vogliano fare anche da serve, peccato… Mi alzo e mi sistemo il cavallo del pantalone, va un po’ stretto sui gioielli di famiglia, noi Leithien siamo famosi per essere ingombranti… in personalità ovviamente, mi sfugge un altro suono baritonale, ma dalla via di uscita posteriore “MMmH!” mi sento più sgonfio! Mi dirigo verso la mia tenda e sfilo gli abiti pesanti, non amo le armature, mi tolgono il respiro, meno cose indosso e meglio è! A mio padre non è mai piaciuta questa mia abitudine, potevo concedermela solo lontano dai suoi occhi, come ora, mi ha sempre costretto a bardarmi con quegl’abiti chic… tessuti pregiati, corazze, medaglie, sbrilluccichii… odio tutto quel rigore, odio tutto quel mostrarsi austeri… odio i suoi modi, odio lui.

    Sono totalmente nudo e mi sento finalmente a mio agio… anche se puzzo come un muflone che ha fatto il bagno nella saliva della septa, sarà il caso di lavarmi prima che la pelle mi si sciolga. Senza importarmi di turbare l’innocenza delle fanciulle del campo, esco dalla tenda così come mi trovo con tutto al vento e mi dirigo al lago, attraversando il corridoio delle tende fino alla fine. L’acqua è gelida, ma rigenerante, mi immergo totalmente e cerco di ritemprarmi fisicamente. Quando mi rialzo, sento i muscoli tesi, tonici, la magia di Elen ha fatto decisamente il suo dovere, così come il freddo dell’acqua. Ritornato alla tenda ancora grondante, dopo aver ripercorso il tratto precedente a ritroso, m’infilo i miei comodi pantaloni, ma… i miei stivali??? Dove sono i miei stivali??? Cerco ovunque in questo metro quadrato di tenda… ma nulla… mah! Li avrò lasciati da qualche parte distrattamente… credo! Apro il cassettone di fianco al pagliericcio… ma tutto ciò che trovo è un violino (?), il mio vecchio violino… era il mio diletto, mi rilassava, mi definirono un virtuoso e probabilmente tutta la mia grazia regale, si limita alla bravura con questo strumento. Mi accorgo che questa è la stessa tenda che mi venne assegnata tempo fa dal precedente Primo, sono tutte uguali ed è passato così tanto tempo. Lo prendo con delicatezza, sembra logoro, ma non troppo danneggiato. Esco dalla tenda e mi poggio al tavolo dove ci riuniamo e cerco di accordarlo.

  4. #154
    sim esperto L'avatar di Rayky
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Milano
    Età
    31
    Messaggi
    829
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Raheed T'Keelah


    Ritorno all'accampamento e noto che i miei compagni d'armi stanno iniziando a rifocillarsi. Ancora scosso dall'incontro con mia madre riesco comunque a notare che i due rudi uomini con cui ho stretto "amicizia" indossano un armatura e sembrano essere appena tornati da un duello, ancora intatti, nonostante tutto.
    “Kalisi avete riposto la vostra fiducia nei guerrieri giusti, Amaranthis è nostra"
    sento dire dal randagio che mi ha attaccato il giorno prima. Forse li ho giudicati troppo presto, in fin dei conti se Amaranthis ora è nelle nostre mani, è merito delle loro doti di guerrieri. Alcuni membri del gruppo sono intenti a riempire gli stomaci brontolanti mentre altri scompaiono nelle loro tende. Il bastardo del vento, con mio grande stupore, appare con in mano un violino. Sembra stia tentando di accordarlo. Questa è bella. Sono curioso. Resto in attesa che lo spettacolo inizi.





  5. #155
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Percorro il vialetto tra le tende per raggiungere il lago quando noto Ryuk salire per il sentiero nella mia direzione.



    "Ma è nudo?"




    Torno sui miei passi per evitare l'imbarazzante incontro e vado a sedermi alla tavola comune per leggere un po'.


    Dopo qualche minuto mi raggiunge Ryuk, scalzo, ma con almeno i pantaloni, tenendo in mano un vecchio violino.


    Intanto che accorda lo strumento colgo l'occasione per chiedergli di una sua reazione che mi ha colpito a pranzo.
    <<Ryuk, sto per farvi una domanda personale per cui sentitevi libero di non rispondere... Oggi a pranzo avete accennato a vostro padre e alla sua eventuale presenza in battaglia. Temete possa schierarsi contro di noi? Purtroppo - o per fortuna- ho vissuto lontana dagli intrighi di corte, ma il nome di lord Tywin incuteva un certo"timore" -spero di non offenderlo parlando così del padre- perfino al capotribù.>> non ho intenzione di turbarlo, ma ho bisogno di sapere contro chi abbiamo a che fare, non posso continuare a rimanere nella bolla di ignoranza in cui mi proteggevo prima. Devo conoscere i motivi di questa guerra e gli interessi che ci sono in gioco, dalla malattia del re gli equilibri sono cambiati e noi siamo tutti pedine di una grande scacchiera.
    <<Non conosco molto di lui, ma dai racconti dei saggi sembra essere una delle persone più influenti, perfino della corona stessa. Voi, che siete suo figlio, lo confermate?>> domando con schiettezza.
    "Avrò osato troppo?"
    Secondo la mia maestra, la vecchia Chiyo, lord Tywin e la sua famiglia sono i "burattinai" e noi siamo tutte marionette nelle loro mani. Di certo non posso confessargli i miei dubbi, ma credo che avere un Leithien dalla nostra parte sia un grande vantaggio.
    Mi accorgo solo ora della presenza di Raheed. "Dove sarà stato tutto il giorno?"


    <<Forse non è il momento più adatto per questa conversazione... Se volete allietateci prima con la vostra musica!>>
    Ultima modifica di albakiara; 1st January 2015 alle 11:30 Motivo: modificati colori e alcune frasi

  6. #156
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant

    Drako cerca di sdrammatizzare e prende il cibo che gli ho portato, sospettavo però che non si sarebbe confidato con me, già il fatto che non mi abbia risposto," tutto bene" nascondendosi dietro ad un falso sorriso, ma che abbia dimostrato un po' di titubanza è già tanto per lui.
    So che è bravissimo a nascondere quello che prova, ma so anche, che tutto questo l'ha scosso più di quanto voglia dimostrare, infatti non è stato in grado di sostenere il mio sguardo.
    Ti conosco Drako, più di quanto immagini, so che non riesci a mentire alle persone guardandole dritte negli occhi.
    Per ora lascio cadere il discorso e mi concentro su Lord Tywin, resto in silenzio un po' per metabolizzare quanto appena appreso, non so perchè ma a parlare di quell'uomo sento brividi freddi corrermi lungo la schiena e mi viene spontaneo stringermi tra le braccia, come a proteggermi.
    << Quindi Ryuk e la regina Lumen sono cugini?>> Chiedo stupita a Drako, << Perchè allora Ryuk si è alleato con noi invece di lottare per i reali?>> Continuo poi imperterrita senza aspettare la risposta.
    <<Se il principe Lantis lo teme possiamo definirlo come il burattino di Lord Tywin >> affermo riflettendo ad alta voce. Mi vien da chiedermi quanto di quello che fa sia opera sua e quanto invece sia opera di altri, in particolare di Lord Tywin. << Re Rickard che pensava di lui? lo temeva o gli teneva testa?>> Mille domande continuano a bombardarmi il cervello e non riesco proprio a tenermele per me. << Giravano voci a palazzo che la regina era la promessa del principe Lantis perchè invece poi è andata in sposa al re? Non credo che si sia poi innamorata follemente di re Rickard>>
    Ultima modifica di saphira_84; 22nd December 2014 alle 09:51

  7. #157
    sim dio
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    3,378
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Zagarth Sovengard

    Lo zotico continua imperterrito a disturbare il mio sonno di bellezza che, ahimè, tarda ad arrivare. A quanto pare anche Morfeo ci si mette di mezzo, oltre a questo cretino che comincia a mandarmi in brodo di giuggiole. Mi alzo dal pagliericcio, stanco e seccato di questo burbero che - da anni e anni - si presenta di punto in bianco nei momenti meno opportuni a dettarmi legge con quel suo tono di voce irritante. <<Invece di fare la muffa qui in tenda, alzati e renditi utile.>> mi ordina, lanciandomi un'occhiata gelida. Cosa dovrei fare secondo lui, eh? a me di questa questione poco importa. Di Dohaeris poco mi importa, visto che non ho dimora fissa qui e mi sposto di lungo e in largo da una vita, da vero e proprio viandante che sono.
    Mi alzo definitivamente dal giaciglio, alterato, e mi affaccio dalla tenda per vedere la situazione all'esterno.
    Noto Ryuk uscire dalla sua tenda, completamente nudo. Mi piace il ragazzo, farà sicuramente strada. Ma rimane il fatto che lo odio. Forse è ora che gli faccia capire chi è che comanda qui dentro.
    Scalzo, esco dalla mia tenda dirigendomi furtivamente in quella di occhi di serpe, con il desiderio di "prendere in prestito qualcosa" sempre più forte. Ma... che puzza qui dentro, per tutti i cieli!
    Cerco qualcosa che possa tornarmi utile, ed ecco lì quello che fa per me. I suoi... puzzolenti.... stivali. Sì, puzzolenti, ma quanto sono belli! Me li infilo, per poi uscire dalla sua tenda.
    Cammino di soppiatto verso il retro, così da non farmi vedere dagli altri, anche se il tavolo delle riunioni è molto vicino. Dio, quanto vorrei ridere! no Zagh, zitto, non di nuovo! non devi ridere, assolutamente. NO! Mi sta per sfuggire uno dei miei soliti "Yeheheh" che per fortuna riesco a reprimere, e mi chiedo cosa posso fare ora, per rendermi "utile".
    Decido di dirigermi verso la tenda di Kalisi, così, preso dalla noia, correndo il più veloce possibile, cercando di non fare troppo rumore: attirare l'attenzione degli altri non rientra di certo nei miei piani.
    Mi avvicino alla tenda di Drako, poggiandomi di spalle su di questa: <<(...) Tywin è il padre di Ryuk e lo Zio di Lumen, praticamente è il Vice Re, anche se Lantis apparentemente detiene il potere da reggente, chi ha l’ultima parola è proprio Tywin, ma non per rispetto, il Principe lo teme.>>
    Le parole mi arrivano chiare, e senza volerlo vengo a scoprire una cosa clamorosa: occhi di serpe è imparentato con la bionda focosa dei Reali. Me la ricordo molto bene, era presente quel dì, quando poco ci mancava che mi ghigliottinassero solo per quei poveri cavalli in cerca di un padrone. Comincio a prenderci gusto. Aguzzo ancora di più l'udito, cercando di cogliere qualche altro particolare:
    <<Per quanto Ryuk possa sembrare temibile e crudele, credimi… è solo un agnellino in confronto a lui, hai notato come si è adombrato nominandolo? E’ come se bastasse la sua sola presenza per appesantire l’aria, come se quel corpo non fosse in grado di trattenere l’aura pregna di oscurità ed uscisse prepotentemente, investendo ogni cosa, ogni persona, terrore… è questo che infonde. Spero che tu non possa incrociarlo mai…>> Questo Tywin dev'essere un pezzo grosso di Dohaeris, a giudicare dalla nomina e dal potere di Vice Re. Il fatto che sia temuto da gran parte dei popolani, compreso Ryuk, mi fa ammirare ancor di più quest'uomo. Vorrei conoscerlo, non mi dispiacerebbe affatto. Il fatto di immaginare Ryuk come un agnellino mi fa godere da pazzi. Piccolo, dolce ed indifeso lui! Lo sapevo che sotto quell'aria da duro si nascondeva la figura di una dolce donzella indifesa e sottomessa da qualcuno! una voce femminile, dall'interno della tenda, risponde stupita alle parole di Drako: <<Perchè allora Ryuk si è alleato con noi invece di lottare per i reali? Se il principe lo teme possiamo definirlo come il burattino di Lord Tywin>>. Burattino, burattino, BURATTINO! Aaaaah, quanto mi piace questo argomento! Tana, caro Leithien: a quanto pare qui abbiamo trovato il tuo tallone d'Achille!
    Mi volto per un attimo, e noto occhi di serpe armeggiare con un violino... ed è scalzo. Sghignazzo sottovoce, e attendo qui ancora per un po'. Questa conversazione sembra più interessante del previsto
    Quindi, rimango qui fuori a vedere cos'altro hanno da dire i due, rimanendo nascosto e cercando di non farmi vedere dagli altri... ma data l'ora e il sole ormai calato dietro le montagne circostanti non dovrei attirare la loro attenzione.
    Se il discorso prenderà una piega noiosa, mi dirigerò dagli altri così da animare la festa.
    Con o senza scarpe? vedremo, però devo ammettere che sono davvero comode!
    La parte in cui Zaghart origlia è stata approvata dal Master tramite mp.

  8. #158
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Le corde del violino sono in buono stato, le provo una ad una pizzicandole ed a seconda del suono le accordo man mano… non ricordo quando è stata l’ultima volta che ho suonato, sarà passato qualche anno più o meno, da quando mio padre si è tolto il vizio di costringermi a farlo avanti i suoi ospiti, il fatto che mi fossi totalmente ubriacato ed avessi vomitato al centro della sala gli è bastò per desistere, peccato che i miei piedi ci abbiano rimesso le unghie degl’alluci… è sempre stato monotono nell’infliggermi punizioni corporali. Elen si avvicina ed approfitta della calma per pormi alcune domande… su mio padre, menziona un capo tribù che lo teme, chissà da dove proviene questa ragazza, non sarà di certo una terra vicina, ma non mi sorprende affatto che la fama di Lord Tywin sia arrivata ai confini del mondo. “Il violino non è ancora pronto… posso rispondere alle tue domande piccola guaritrice” Alzo lo sguardo e la osservo sorridendo, prima di tornare allo strumento “Non temo che mio padre si schieri contro di noi… lo è già! Non mi meraviglio della reazione del tuo capo-tribù, solo chi non lo conosce resta indifferente a quel nome, purtroppo o per fortuna… godo della sua eredità in fatto di suscitare “simpatie” come ogni Leithien, ma essendo io l’unico figlio, puoi ben capire come l’associazione avvenga di conseguenza” Non posso negare che la questione mi sia tornata utile più volte, anzi… i miei occhi ed il cognome sono un biglietto da visita impossibile da non riconoscere, l’unica pecca di essere Ryuk Leithien è avere un genitore che si definisce Padre, solo per aver collaborato a metterlo al mondo… nulla più! “Non sono certo che scenderà in campo, dipende dai suoi interessi e da quanto questa guerra possa intaccarlo, ma se dovesse farlo... dovremo prepararci al peggio, non è un tipo che ama perdere. Ecco… è pronto” Il violino è perfettamente accordato e lo sollevo per suonarlo, mi accorgo che anche Lupo Seduto ci ha raggiunti, vedrò di non farlo commuovere troppo. “Questa melodia appartiene alla mia famiglia da generazioni, ma in pochi riescono a renderla al meglio, spero di non aver perso il mio tocco e l'intonazione della voce..” Lentamente… inizio a suonare ed a cantare (Rain of Castamere violino voce )

  9. #159
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Drako Kalisi

    Larieth ha vissuto per alcuni anni al Castello, ha avuto modo di conoscere le persone che lo praticavano e ci vivevano, così come la Regina ed il Re… il nostro amatissimo Re Rickard. La mia espressione non muta, resto impassibile mentre rispondo alle domande della ragazza, nominare quella donna mi fa rabbrividire “Sì… sono cugini, come ho detto Ryuk è il figlio maggiore di Lord Tywin, mentre la Regina Lumen è figlia unica di Gordon, fratello minore del primo, non vi sono altri Leithien, loro quattro sono tutto ciò che rappresenta quella casata. Le madri di Ryuk e di Lumen sono entrambe decedute, le donne che sposano i Leithien hanno solo due destini: morire o impazzire” La domanda successiva mi mette in difficoltà: perché Ryuk è nostro alleato? Bella domanda, la realtà è che non lo so… quell’uomo è una mina vagante, probabilmente l’idea di infastidire il padre con questa mossa lo diverte o c’è qualcosa sotto che non so. Sta di fatto che non posso dire questo a Larieth, non posso dirle che con noi c’è uno squilibrato e che non ho idea del perché ci abbia seguito, le causerei solo paura ed è l’ultima cosa che voglio, con la mia presenza non potrà fare del male a nessuno e questo basta “Perché probabilmente è stanco anche lui di suo padre e di come l’ha trattato in tutti questi anni, cerca riscatto e vuole farsi valere in un modo o nell’altro. Re Rikard non è mai stato un sostenitore dei Leithien, quando la Regina Margarete era ancora in vita, aveva maggior controllo su di loro, quella donna sapeva imporsi e farsi rispettare come poche, ma… a seguito della tragedia Tywin è riuscito a farsi un varco sempre più grande, fino a giungere alle spalle della corona, per quanto Re Rickard lo guardi con testa alta, deve fare i conti con l’economia e le necessità del regno. Lantis… Lantis probabilmente ha la presunzione di tenerlo in pugno facendo di lui un alleato e se lo conosco abbastanza bene, probabilmente sta cercando un modo per neutralizzarli, ma la corona non è un ostacolo abbastanza grande per Tywin.”
    La mela che ho tra le mani ha perso la propria consistenza, l’ho girata e rigirata tra i palmi e spinto con la punta delle dita sulla buccia, affondando nella polpa morbida, senza che il succo sia fuoriuscito, delle macchie scure iniziano a prender vita sotto i miei occhi ed il rosso si colora di scuro come fossero lividi. “L’amore non rientra nelle priorità di Lady Lumen… “ Rispondo con tono aspro “E’ vero… Lantis avrebbe dovuto sposarla ed era pronto a farlo non solo per il bene del regno, era come affascinato da quella bellezza prepotente, poi…” per un momento perdo il controllo e la mano stringe la presa sulla mela in modo troppo forte… finendo per spappolarla “ …si è innamorato! Si è innamorato di una donna che ha visto solo due volte nella sua vita e della quale conosce appena il nome… Reneè” Il fiato mi si smorza e attendo qualche secondo prima di recuperare le parole “ Lantis si rifiutò di sposare Lumen, ma il fidanzamento non venne sciolto ufficialmente, si trascinò per diverso tempo, fino a quando Tywin non impose una data, ciò che gl’importava era unire i due casati nulla più, così Re Rickard, ormai vedovo, si propose di sposare Lumen al posto del figlio e lei divenne Regina accorciando i tempi”
    Sento la melodia di un violino… note a me purtroppo familiari e la voce di Ryuk che sembra sbeffeggiarmi con le parole dedicate ai Leithien… a Tywin… a Lumen…

  10. #160
    sim dio L'avatar di tati
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Busto Arsizio
    Età
    38
    Messaggi
    10,910
    Potenza Reputazione
    33

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elwing

    La mia lama colpisce esattamente là dove avevo intenzione di colpire...bene almeno so di poter confidare sui miei sensi...

    "Hei Elwing... tutto ok? Ti va di allenarci insieme? Con l'occasione potremmo anche parlare un po'... cosa ne pensi?"

    senza neppure voltarmi le rispondo sorridendo "stavo giusto pensando che combattere contro dei manichini è noioso...certo, se hai domande chiedi pure...io sto bene sono solo un pò pensierosa...questa guerra non mi piace, preferisco di gran lunga la pace...tu cosa ne pensi?" mentre finisco la frase mi volto verso di lei...cambio posizione lasciando il manichino alle mie spalle...continuo a tenere stretta tra le mani la mia spada...ma mi tengo pronta ad utilizzare anche la magia...Niniel utilizza l'arco e se mi attacca da distanza dovrò rispondere con la magia...aspetto che sia lei a fare la prima mossa...sono curiosa di vedere come deciderà di attaccare...

    "cominciamo le danze??"

    Wilya Aglar -> Forma dormiente




 

 
Pagina 16 di 343 PrimaPrima ... 614151617182666116 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •