Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 184 di 343 PrimaPrima ... 84134174182183184185186194234284 ... UltimaUltima
Risultati da 1,831 a 1,840 di 3422
  1. #1831
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Il nonno non reagisce alla mia frase sul fratello... mi suona ancora così strano che Aiden Urthadar sia suo fratello, sangue del suo sangue.





    Si dice che la mela non cada lontano dall'albero... se è davvero così, allora il ceppo degli Urthadar doveva essere bello confuso. Cerca di dare una mano, filtra lettere e le ordina per mittente. Do uno sguardo più attento, ma in effetti conosco solo i Grenoble. "Fortuna vuole che non conosca altri che i Grenoble" dico freddamente, con un certo distacco.





    Fisso la benda dell'uomo e dopo il suo occhio ceruleo. "Pensi che qualche popolazione sia insorta all'attacco dei reali e abbia potuto attaccare qualche casata fedele a Lantis?" domando pensieroso.



    In realtà, sto già preparando il terreno per il mio eventuale alibi per la strage di Aeglos. Semmai, ovviamente, me ne servirà uno.

  2. #1832
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Jarak

    Spero di essermi reso utile, non è molto... ma è un piccolo passo.


    "Fortuna vuole che non conosca altri che i Grenoble", afferma Dahmer senza una particolare emozione nel tono di voce.


    <<Mi spiace>>, biascico a mia volta. Prima ha parlato di una ragazza, la loro figlia... mi domando se fossero molto legati. Non sembra, ma forse sta solo mascherando ciò che sente, anche io non sono decisamente un libro aperto. Beh, tranne quando bevo troppo. Diamine... pensavo di reggerlo l'alcol.


    "Pensi che qualche popolazione sia insorta all'attacco dei reali e abbia potuto attaccare qualche casata fedele a Lantis?". Sembra che mi stia fissando la benda, poi mi guarda dritto nell'occhio, come se mi stesse vedendo veramente in faccia per la prima volta. Probabilmente è una reazione tardiva a ciò che gli ho rivelato stanotte. Non lo biasimo.


    <<Non lo escludo>>, gli rispondo, cercando di mantenere il contatto visivo. Per carità, la stragrande maggioranza dei nobili è profondamente corrotta e non nutre il minimo rispetto per chi sta sotto di lei, ma vi sono anche casate nobili nel vero senso della parola: ricordo che i Dreth erano gente onorevole, e i miei tentativi di appianare i contrasti con quello che era il mio casato sono sempre stati accolti bene. Poi, vabbè... è successo quello che è successo. <<Questa violenza potrebbe ritorcersi contro il Raeghar. Far aprire gli occhi a qualche lord. Proprio come qualcosa che ha fatto ha portato Esperin da noi>>. Alzo le sopracciglia, tentando di trasmettergli l'evidente messaggio... forse lui sa cosa ha convinto la principessa a tradire il fratello?

    Our wills and fates do so contrary run

  3. #1833
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti



    E così... abbiamo vinto.
    La musica, le danze, le risate, le grida. Ho seguito tutto questo da lontano, restando in silenzio, senza partecipare.



    So che dovrei sfozarmi per aprirmi di più, so che sbaglio ad isolarmi, ma in determinate situazioni è più forte di me.
    Mentre gli altri bevevano, si divertivano e scherzavano, io potevo ancora rivivere le sensazioni vissute durante il mio incubo, non appena chiudevo gli occhi.



    E poi... di nuovo quella voce. Quella donna che mi raccomanda di abbandonare qualcosa... ma cosa?
    Tutto rimbomba nella mia testa e mi sento estremamente confusa.
    Cosa vuole quella donna da me? Perché cerca di mettersi in contatto? Cosa dovrei abbandonare?
    Ho infinite domande e nessuna risposta.



    Come ho fatto a raggiungerla la prima volta? E perché ora non riesco più a vederla od a parlarle?
    Solo messaggi ambigui che non riesco a decifrare e che non si degna di spiegare.
    Non so... a volte mi sembra di impazzire.
    Un grido mi mette subito in allarme. Ormai i festeggiamenti sono finiti da un pezzo, quindi... cosa succede?!
    Senza pensarci due volte esco dalla tenda e mi avvicino a passo spedito al tavolo delle riunioni.



    Trovo radunati alcuni dei miei compagni quindi, senza esitare ancora, domando...

    "Cosa succede? Che mi sono persa?"

    Spero che qualcuno vorrà darmi una spiegazione, mentre leggerò il foglio presente sul tavolo...

    Ultima modifica di valuccia85; 5th September 2015 alle 16:52

  4. #1834
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya


    Ciò che avviene dinanzi a me ha dell'assurdo: intere famiglie e interi villaggi massacrati dal re per cercare la sorella.


    Esperin, dopo aver letto i fogli, esce dalla tenda seguita da Larieth, non deve sentirsi in colpa per l'accaduto, ma temo che in questo momento si ritenga responsabile.
    Rimango come pietrificata mentre le missive passano nelle mani degli altri, vorrei guardarle, ma temo di leggere il nome della mia tribù: l'inchiostro indelebile sulla pergamena segnerebbe per sempre il destino dei Telpë.
    <<Aiden Urthadar sa comandare in modo molto efficiente>>


    guardo incredula prima lui e poi Jarak il quale non tradisce alcuna emozione, veramente Aiden è a capo di tutti questi massacri? Donne, bambini, anziani uccisi senza alcuna colpa?




    Dahmer, scorrendo i nomi, dice di conoscere solo la famiglia dei Grenoble, in particolar modo la loro figlia. Cerco di confortarlo con lo sguardo, ma nei suoi occhi e nella sua voce percepisco una freddezza che mi spiazza. Magari vuole solo forte.
    Niniel ci raggiunge e prende le lettere mentre ci domanda cosa è successo, non le rispondo perché non so cosa dirle e credo spetti a Drako, quindi rimango in attesa di leggere il plico riguardante le tribù.
    Ultima modifica di albakiara; 5th September 2015 alle 19:48

  5. #1835
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant

    Esperin riesce a calmarsi, mi guarda e mi sorride per poi annuire decisa, il suo volto non è più segnato dallo sconforto, ma nei suoi occhi vedo brillare la forza e determinazione di chi ha deciso di non rimanere più con le mani in mano. <<Ti ringrazio per avermi raggiunta, e per il tuo sostegno>> mi dice abbracciandomi, poi aggiunge << Ora scusami, devo fare urgentemente una cosa>>. Si alza e si incammina verso le tende.
    Non so cosa abbia in mente di fare, spero non voglia ritornare a palazzo per affrontare il fratello, ma no, Esperin non è una sciocca, sicuramente ha in mente altro, ormai credo abbia capito che razza di uomo sia suo fratello, a questo punto le parole servono a ben poco.
    La vedo tornare a passo sicuro verso la mia direzione e a passo sicuro si avvia verso il glados. La seguo con lo sguardo leggermente preoccupata continuando a ripetermi che sicuramente non farà nulla di avventato.
    Fisso il portale nel quale è appena sparita Esperin stingendomi le ginocchia al petto, ripenso ancora incredula a tutte quelle lettere sparse sul tavolo, erano davvero tante, troppe, quanti innocenti sono morti per la follia di Lantis?
    Prima o poi devo trovare anch'io il coraggio di leggerle, devo sapere se le sue truppe si sono spinte fino al mio regno.

  6. #1836
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    L'uomo mi risponde, è serio, composto, completamente diverso dalla bertuccia sbevazzona di poco fa. E' tornato il Jarak di sempre, o per lo meno quello che abbiamo conosciuto qui. Ipotizza che anche qualche nobile fedele a Lantis potrebbe rivoltarsi contro di lui, fare la stessa cosa che ha fatto Esperin.





    "La furia della gente è cieca: condanna il giusto con la stessa crudeltà dell'ingiusto" commento mentre si aggiungono a noi anche Niniel. La falena scende dalle nuvole, alla festa è stata in disparte.. sarà ancora depressa per la sua amica? Non ha capito il significato di quella mia frase in allenamento, il senso delle mie parole? Se vuole vendetta, deve estirpare da sè questa tenerezza di cuore. L'odio deve dominarti, l'odio che poi ti lascia svuotato quando si è scatenato, come con me.



    "Vieni da fuori il confine, no? Il Re ha sterminato ogni cosa che confinasse con Dohaeris... villaggi, donne, bambini... vedi se riconosci qualche nome da queste lettere" le spiego restando impassibile. Mi piacerebbe giocare con lei, prenderla in giro, stuzzicarla... ma è come se non provassi più interesse.



    Devo mostrarmi per quello che sono, no? L'ho promesso a me stesso. Ho promesso di maturare, di comportarmi da uomo. Bhe questo sono io, un mostro senz'anima incapace di dispiacersi per il dolore altrui. Anzi, abile a goderne quando questo è provocato dal sottoscritto. Sono un torturatore, certamente inizierei a trovare Niniel interessante se potessi infilarle una forchetta a doppio uncino ad un collare che le stringesse il collo. Per vedere quanto tempo resisterebbe con la testa piegata verso l'alto. Non più di qualche ora, certamente. Poi la stanchezza prenderebbe il sopRavvento, lei che è figlia della rassegnazione le farebbe man mano piegare il capo, così da infilzarsi con le punte sia sotto il mento che sul petto. Piangerebbe, urlerebbe per il dolore. Io la osserverei mentre sorseggio un po' di vino rosso, so essere paziente in queste situazioni. Per Raiden, mi manca il mio lavoro, ma quello che ho fatto la scorsa notte ad Aeglos è stato abbastanza soddisfacente. Mi avvicino ad Elen e con distacco le dico: "Ho bisogno di parlarti, dimmi quando te la senti, è una cosa piuttosto importante".



    Voglio essere io a dirglielo, a vedere i suoi occhi che ora hanno pena per me spegnere la loro illusione. Tutto sommato è stato bello giocare con lei, ma il tempo dell'infanzia è finito quando la mia Ripper ha aperto da parte a parte il mio tenere nonnino. Guardami Ulfric, sono riuscito a respirare un giorno più di te.

  7. #1837
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    <<Il Re ha sterminato ogni cosa che confinasse con Dohaeris... villaggi, donne, bambini... vedi se riconosci qualche nome da queste lettere>> spiega Dahmer a Niniel e io ne approfitto per scorrere i nomi delle tribù sterminate: nulla circa i Telpë.


    Tiro un sospiro anche se so che questo non mi garantisce nulla, io comunque li ho avvisati in tempo quindi ci sono speranze che siano effettivamente salvi.


    <<Ho bisogno di parlarti, dimmi quando te la senti, è una cosa piuttosto importante>> lo guardo interrogativa cercando di interpretare le sue parole e il suo tono distaccato. Cosa dovrà dirmi di importante? Che mi ama? Ora non mi sembra più sotto l'effetto dell'alcol...


    <<Va bene... - sbadiglio - Sono un po' stanca, ma mi sembra una cosa seria... Andiamo nella mia tenda?>> gli rispondo assonnata.




    Se vorrà mi recherò con lui nella mia tenda e mi siederò sul pagliericcio invitandolo ad accomodarsi con me, altrimenti ascolterò sue eventuali proposte.
    Ultima modifica di albakiara; 5th September 2015 alle 20:35

  8. #1838
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Attraverso il Glados, questa volta a cuore leggero e non riesco a nascondere un sorriso scemo, che proprio non ha intenzione di scollarsi dalla faccia. Sono fiero di mio figlio, sì, sono proprio fiero!



    E vorrei poterlo gridare che ho un figlio forte ed intelligente che mi ha appena messo a teppeto con una facilità inaudita... ok, l'ultimo dettaglio lo eviterei, ma resto comunque contento di avere la consapevolezza della sua forza e padronanza del vento. avanzo quasi gongolando, ma un barlume di intelligenza mi impone di assumere un atteggiamento più dignitoso e sopratutto serio, non è il caso di farmi vedere così... così felice! Drako ha appena dato la notizia di centinaia di morti, alcuni certamente conosciuti dai presenti nel campo, forse li troverò in un mare di lacrime a pregare i loro dei. Comunque chissene, a me è andata bene, dovrò chiedere a mio figlio di farmi assaggiare quei peperoni. Già MIO FIGLIO.



    Avanzo dritto verso il tavolo, ma prima di sedermi prendo un bel cosciotto di manzo che ho fame, mentre mi avvio alla tenda calpesto qualcosa, sento il rumore del vetro infrangersi sotto ai miei piedi, è la brocca, chi diamine l'ha lasciata qui terra? Ahhh! io non raccolgo i cocci di certo. Col cosciotto in mano mi siedo e rivolgo lo sguardo a Jarak



    "Allora... preferisci che ti chiamo Jarak o Valerius?" La mia è una domanda retorica, credo di conoscere già la risposta, se non vuole avere nulla a che fare con la propria famiglia, è alquanto scontato. Io stesso rinnegherei all'istante il mio cognome, mi sorprende di non aver ricevuto alcuna missiva con tanto di avviso per essere stato diseredato, scommetto che mio padre sta già pensando a procreare un altro figlio per spodestarmi, beh per quel che mi riguarda può fare quello che vuole, non saprà mai che è nonno, mai! "Immagino che tu abbia parecchie domande da fare, ora che la verità è venuta allo scoperto. Se vuoi... "



    Chi più di me conosce gli avvenimenti di questi anni, non solo sono il più vicino alla sua età, ma sinceramente mi fa piacere parlare con lui, ho ancora il ricordo del Valerius appena uomo col quale scambiai giusto qualche parola.


  9. #1839
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Mi sbadiglia, nonostante io le abbia detto che sono cose importanti: ammetto che questa parte di lei, così leggera come se nulla la toccasse davvero, mi piace. Piego le labbra in un mezzo sorriso: la sua tenda, da soli... non penso sia una buona idea. Considerando quello che devo dirle, preferirei farlo all'aria aperta, dove non rischio di fare la fine dell'arrosto nel forno. "Aspettami al campo di allenamento, devo prima fare una cosa... ci metterò poco" le dico salutandola con un cenno della mano, l'indice il medio che sfiorano la tempia per slanciarsi in avanti.





    Nella mia tenda c'è tutto il necessario, non so nemmeno io perchè quella sera dal castello, ho infilato anche questa roba nel sacco. I colori con cui mi dipingevo il volto. La mia maschera, il mezzo, lo strumento che usavo per far uscire il mio vero io. Ora non ne ho più bisogno, non dopo questa notte, non dopo Aeglos.



    Ora tutti i pezzi del mio mosaico si stanno unendo, stanno andando a posto. Pochi gesti, non ho nemmeno bisogno dello specchio, è tutto così meccanico, naturale. Nella sacca, giace anche il mio cappuccio nero, con giusto i buchi per gli occhi, per il naso e per la bocca. Un cono di stoffa, niente di più. Il nero è un po' scolorito, il sangue è duro da lavare via. Lo lascio qui, la mia maschera sarà eloquente. Prima il bianco, poi i cerchi neri per incavare gli occhi, il disegno dei denti sulle labbra. Un teschio, da quanto non vedevo la mia maschera di teschio? Mi sembra da un'eternità. Eccolo, il Boia della Luna.





    Esco dalla tenda e mi dirigo al campo, Elen è seduta, poggiata ad un manichino. "Ho svolto molti mestieri, prima di giungere qui: ho lavorato nelle cucine, sono stato cacciatore, ho sudato nelle fucine e ho combattuto come soldato" esordisco avvicinandomi a lei, come se le stessi raccontando una storiella. "Ma indubbiamente, i miei talenti sono stati utilizzati in maniera eccellente per ciò che mi ha reso poi famoso. Ci tenevo a dirtelo di persona, perchè con te è iniziata la mia pantomima qui al campo: non sono quello che credi. O meglio, molta parte di me la conosci, non sono poi così bravo a fingere. Tipo quell'acqua che ti ho portato dall'Auspex: ci tenevo davvero a dartela. Non so perchè, sono domande che non mi pongo mai... io faccio le cose e basta, come mi vengono in testa. Almeno... sono sempre stato così, mosso al massimo da un sentimento di odio e vendetta, o dal piacere carnale che mi viene da determinate pratiche" continuo beffardo, come stessi recitando in teatro. Ma sono sincero, maledettamente sincero. "Prima di giungere qui, ho lavorato come boia a Luna di Diamante... le teste sulle picche, l'esecuzione di Drako... avrei dovuto fare anche quella. Sono anche dannatamente bravo nel mio mestiere, puoi chiedere a chiunque chi sia il Boia della Luna. Sono conosciuto così, con questa maschera pittata in faccia, che a te non dice niente sicuramente, ma è stata l'ultima cosa che molti hanno visto del mondo" spiego rimanendo con lo stesso tono. "E ora tutto mi sembra diverso" aggiungo d'un tratto, spegnendo il sorriso. "Ho iniziato a pensare, a riflettere su ciò che sono. Non so se questo dipende dalla routine, dal vivere con tante altre persone, da te... però succede... e questo mi rende confuso. Ma la nebbia si sta diradando e ho deciso di comportarmi da uomo. Eccomi, Elen, sono qualcosa che nessuno potrebbe mai amare e che infatti nessuno ha mai amato" dico assottigliando lo sguardo. Poi sorrido, radioso perchè finalmente mi sento libero. Libero davvero. "Non piangere per me e non rammaricarti. Non merito niente, mentre tu meriti tutto" concludo senza lasciare i suoi occhi, rimarcando quella frase che le dissi prima della battaglia dell'Auspex.

  10. #1840
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant


    Sono seduta in riva al lago con gli occhi puntanti sul glados aspettando che Esperin torni, quando il portale si illumina e Ryuk esce sorridendo, dal suo viso posso dedurre che suo figlio sia sano e salvo, sono contenta che almeno a lui sia andata bene.
    Rimango seduta ancora un paio di minuti, ma poi il mio stomaco comincia a reclamare cibo, decido quindi di alzarmi e andare a mettere qualcosa nello stomaco, è inutile stare qui ad aspettare, sono sicura che presto ritornerà e se lo vorrà, mi racconterà dove è andata e cosa ha fatto.
    Mi incammino verso le tende, e durante il tragitto cerco di trovare il coraggio per leggere quelle lettere devo sapere, non posso rimanere con il dubbio. Arrivata entro nella tenda di Drako, le missive non sono più sparpagliate, ma qualcuno le ha ordinate e divise in tre mucchietti, prendo il primo e leggo velocemente cercando di riconoscere alcuni nomi, di tutte queste tribù nominate non ne conosco nessuna. Finito di scorrere tutte le lettere tiro un sospiro di sollievo, il mio regno non è nominato, alcuni nomi non mi sono del tutto estranei, di sicuro li avrò sentiti nominare a Luna di Diamante, ma personalmente non conosco nessuno, in questi anni vissuti a Dohaeris non mi sono mai allontanata da palazzo se non per alcune commissioni, le persone che ho conosciuto erano quindi i soli abitanti del palazzo compresi i servitori e i soldati.
    Esco dalla tenda per andare in dispensa, prendo qualcosa da mangiare non badando nemmeno troppo a cosa, mi siedo a tavola e mi metto a mangiare, non ho voglia di restare sola, perchè, se lo facessi, la mia mente ritornerebbe a pesare all'orrore compiuto da Lantis a tutti quelli innocenti morti invano.
    Ultima modifica di saphira_84; 21st August 2015 alle 18:14

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •