Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 186 di 343 PrimaPrima ... 86136176184185186187188196236286 ... UltimaUltima
Risultati da 1,851 a 1,860 di 3422
  1. #1851
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Resta muta, come ipnotizzata. Sarà la maschera? Sono solo due o tre colori dipinti, non dovrebbe spaventarsi per così poco.



    Prendo la borraccia che porto sempre con me, mi sciacquo velocemente il viso e torno lindo e pinto come quel bastardo di mio padre mi ha strappato dal grembo materno.





    Jarak si è aggiunto a noi, lo noto quando mi dice che vuole combattere. Stringe il suo pugnale... lo guardo con un ghigno, ma dovrò fare attenzione a lui. E' il vincitore del Sinelux ed è fulmine. Inoltre ha il teletrasporto e la velocità non è mai stata il mio forte, anche se mi sto allenando per migliorare. Ma a parte il teletrasporto e il pugnale, non so nient'altro di lui. Sarà meglio evitare gli attacchi elementali per ora, potrebbe riservarmi qualsiasi tipo di sorpresa.



    Evoco dalla terra la mia Ripper, risale lentamente fino a quando non stringo in pugno la sua elsa. È una piccola lama, se dovessimo incrociarle dovrei avere la meglio. "Non mi tiro mai indietro, nonno" gli rispondo beffardo.



    Mi lancio contro di lui, cercando di colpirlo proprio per fargli alzare il pugnale... se tenterà di parare in questo modo, i polsi dovrebbero essere in bella vista e io punterò proprio a quelli, cercando di danneggiare i suoi legamenti al livello dei tunnel carpali. Starò comunque attento a ciò che potrebbe avvenire alle mie spalle: devo essere pronto a bloccare con la lama della mia spada anche un attacco che può venire da lì, usando tutta la mia destrezza.

    Ripper Blade -> forma dormiente

  2. #1852
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Inutile. E' tutto inutile. Non riesco a liberarmi di quelle grida, di quei lamenti, del terrore, del panico, del pianto, del dolore, della devastazione, della morte, del silenzio.



    Tutto continua a ripresentarsi nella mia mente, nei miei occhi, nelle mie orecchie.
    Posso avvertire ogni cosa con ogni fibra del mio corpo e della mia anima.



    Un brivido mi percorre la schiena.
    Poi, nel preciso momento in cui avverto la presenza di qualcuno davanti a me, riprendo il controllo di me stessa.
    La mia solita lucidità.
    Elen mi passa accanto, ma con la coda dell'occhio noto il suo sguardo e... sembra... provata.



    Dev'essere successo qualcosa...

    "Allora, c'erano altri tuoi amici in quei fogli? Ah già, immagino tu non abbia molti amici"



    Sollevo lo sguardo in sua direzione e solo adesso mi accorgo di... ma cosa caspita si è dipinto sulla faccia?

    " - pronuncio con tono fermo e deciso - C'erano nomi di persone che conoscevo. Per alcuni di loro... definirli amici è totalmente impossibile, ma... per altri... più che amici erano conoscenti. Sì, effettivamente non ho mai avuto molti amici - continuo con un tono di voce più disteso - e credo che questa sia la prima ed unica cosa che abbiamo in comune. Non credi?"



    Non devo cedere. Devo seguire i suoi consigli ed imparare a controllare le mie reazioni.
    Vorrei chiedergli se ha fatto qualcosa ad Elen. Perché se la mia sensazione è corretta, potrebbe essere lui la causa di quel turbamento che mi è sembrato di percepire negli occhi della giovane.

    "Bella la tua maschera - continuo abbozzando un sorriso - Qualcuno ha organizzato una festa e non sono stata invitata, forse?" concludo ironica.

    "Combattiamo"

    La voce dell'uomo mi fa voltare di scatto e noto immediatamente che stringe un pugnale nella mano destra.

    "Sarà un piacere combattere contro uno dei due vincitori del Sinelux - affermo rivolgendogli un sorriso cordiale - Anzi... complimenti per la vittoria".

    Fiuuu... anche questa è fatta.

    "Non mi tiro mai indietro, nonno" ribatte con i suoi soliti modi spavaldi del cavolo.

    E sia. Diamoci da fare.
    Nel preciso istante in cui si lancia contro l'uomo, evoco il mio fedele arco, incocco una freccia e la scaglio alle sue spalle.

    Earine: forma dormiente
    Ma non ho finito. Quella servirà semplicemente a distrarre i miei avversari, perché in realtà il mio scopo è quello di colpire entrambi, sfruttando proprio uno dei due manichini alle mie spalle.

    Alterazione ed Illusione -Telecinesi - spostare oggetti o lanciarli con la forza della mente - Esperto - Nel raggio di 5 metri, può sollevare fino a 250kg di peso
    A prescindere dall'esito del mio attacco, sarò pronta ad indietreggiare velocemente, fino a ritrovarmi con il secondo manichino alle mie spalle, restando in posizione difensiva. In questo modo dovrei riuscire ad evitare almeno gli attacchi alle spalle... spero...

    Ultima modifica di valuccia85; 5th September 2015 alle 18:52

  3. #1853
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    <<Capisco>>
    Prolisso <<Io non... non pensavo>> Continua, ma scorgo qualcosa di nuovo nella sua espressione, ma comunque resta indecifrabile, quest'uomo ha perso l'uso dei muscoli facciali, quelle rare risate che gli ho visto fare, probabilmente, sono dovute a qualche sorta di paresi momentanea <<Ti fa onore>>



    Ah, resto perplesso da questa sua ultima frase, onore... non hanno mai usato questo termine nella stessa frase associandolo al mio nome, neanche per sbaglio. Devio lo sguardo, non so come replicare, probabilmente non voglio neanche farlo, intravedo un altro boccale mezzo vuoto e gli dedico tutta la mia attenzione, bevendo la birra fino all'ultima goccia <<Vado ad allenarmi>> Alzo lo sguardo, ma non dico nulla ancora, non ho neanche voglia di allenarmi al momento, strano.



    Non vedo ancora Esperin e non sento la sua voce fastidiosa da un pò, non vorrei fosse scappata dal fratello per urlargli quanto è brutto e cattivo o peggio ancora, per cercare ancora di farlo ragionare. Mi alzo, un pò spazientito, e mi guardo in giro, non vi è alcuna ombra di lei nella sua tenda, mi affaccio al campo di allenamento, ma non è neanche là. Mi sposto da un punto ad un altro, persino alla tanto snobbata tenda bagno ed alla lavanderia, certamente l'ultimo posto dove potrei vederla, ma non c'è, non la trovo. Ad ogni passo mi sento sempre più impaziente, deve per forza essere uscita, maledetta, maledetta stupida ed avventata. Decido, purtroppo, di rivolgermi a Drako, anche se entrare nella sua tenda mi mette a disagio "Scusami" E' ancora chino su dei fogli a leggere chissà cosa



    "Non trovo Esperin da nessuna parte, ho il timore che sia andata al Castello per..."
    "E' in neutra"
    Faccio un passo all'interno, avvicinandomi a lui "Ne sei sicuro? Io non mi fido molto di lei""Io mi fido, ti deve bastare come garanzia" Questa volta si gira verso di me, ha lo sguardo serio, ma non vi leggo rabbia nei miei confronti "Capisco"



    Mi volto per andarmene, ma Drako mi chiama nuovamente "Come sta lui?" Trattengo il respiro per un attimo, mi ha colto alla sprovvista "Ho visto come sei corso via, è facile capire dove andavi" "St-sta bene, per fortuna. E' più forte di quel che pensassi" "Non mi sorprende, è pur sempre un Leithien, non è un complimento" "Non è un Leithien e non lo sarà mai"Rispondo di getto, ma Drako mi sorride di rimando, spiazzandomi ancora, forse era quello che voleva sentirsi dire "Puoi andare"



    continua poi, tornando con il capo sui tomi. Sono intontito da questo suo modo di fare, ma cerco di non badarci troppo. Mi dirigo al lago, dove c'è il Glados e mi siedo accanto al portale, aspetterò qui Esperin, ha delle domande alle quali rispondere.

  4. #1854
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Mi giro e mi rigiro sul pagliericcio, la rabbia e la delusione sono più forti della stanchezza e non riesco a chiuder occhio, e pensare che solo qualche minuto prima festeggiavo la vittoria al Sinelux, poi le stragi di Lantis e la rivelazione di Dahmer hanno distrutto ogni mia illusione.




    La pancia borbotta rumorosamente così mi dirigo nella dispensa per prendere del pane, ormai secco, e del formaggio, poi afferro al volo una mela e ritorno velocemente nella tenda.




    Non ho proprio voglia di vedere nessuno.
    Mangio con voracità il formaggio e la mela, ma constato che purtroppo il pane è troppo vecchio così lo tengo da parte per inzupparlo poi nel latte.
    Anche se non sono ancora sazia mi rimetto a letto costringendomi a non pensare a Dahmer e per fortuna ci riesco grazie a Jarak, o meglio, Valerius Urthadar.

    Ultima modifica di albakiara; 7th September 2015 alle 18:07

  5. #1855
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Esperin non si fa viva, ma devo cercare di calmarmi, Drako ha detto che si fida di lei ed io mi fido di… ma che cazzo, da quando mi fido di lui? Tutta questa situazione ha del surreale. E pensare che io questa avrei dovuto sposarla, avrei dovuto unirmi ad una Raeghar con la puzza sotto al naso, che probabilmente non sa neanche da che parte si afferra un uomo a letto. E pensare che mio Padre mi ha proposto decine e decine di nomi negli anni passati, solo una volta fui io a fare il nome di qualcuno.

    “Ho deciso Padre” Mi fermai di fianco a lui, ricordo tutto come se fosse oggi: era seduto a sorseggiare una tisana, mentre scriveva una missiva per chissà chi, non era comunque mai cosa buona quando si trovava alla scrivania, poteva trattarsi o di lavoro o di qualche uccisione, anche entrambe.



    “Nome”
    Si limitò a rispondere con quest’unica parola, mentre con la mano destra tirò a sé il pesante tomo con i nomi di tutte le casate conosciute. “Tyrell” Non mi guardò neanche, cominciò a sfogliare, li aveva fatti catalogare secondo un suo preciso ordine, non alfabetico, ma a seconda del potere economico ed i possedimenti territoriali di ognuna. Cominciò a sfogliare ed io rimasi in silenzio, in realtà ero cosciente di ciò che mi avrebbe detto, non so perché speravo nella sua indulgenza o un minimo di affetto nei miei confronti, considerato che ero comunque il suo unico figlio e desiderava che io convolassi a nozze per dargli un nipote. “Non figurano nel primo gruppo”



    Rispose già seccato, i Tyrell non c’erano tra quelli che potevano vantare un certo patrimonio, ma non li avrebbe trovati neanche tra quelli che possedevano più terre, non li avrebbe trovati in tutto il libro probabilmente. Restai fermo per venti minuti buoni, il tempo che lui sfogliasse attentamente l’intero libro, rigo per rigo, casata per casata, mi convinsi che superati i primi tre gruppi, continuò solo per umiliarmi



    “Non ci sono” esclamò con voce pacata, mentre chiudeva il libro e lo rimetteva al suo posto “Probabilmente li troverete nell’elenco delle casate decadute” Sentii una risata dal tono basso, gutturale, a stento trattenuta, continuò a non guardarmi negli occhi e riprese a bere la propria tisana, solo dopo qualche sorso si degnò di parlare “Non posseggo una raccolta del genere. Sai già cosa vuol dire” Sapevo già, lo sapevo fin troppo bene “Che la sposerò senza il Vostro consenso” Decise di alzarsi, ma la sua calma era disarmante, mi fissò negli occhi, ma non parlò, non ce n’era bisogno, in quello sguardo era racchiuso tutto il suo pensiero “Divertiti con la tua Tyrell, prendi ciò che vuoi e poi sbarazzatene, ma non portarla al Castello, scopatela in qualche porcile, non voglio feccia tra queste mura”



    Non mi scomposi più di tanto nel sentire queste frasi, dovevo aspettarmelo, parlare di sentimenti era inutile e non desideravo vederlo ridere ancora. “Con permesso”



    replicai, senza tornare sulla questione, chinai il capo ed uscii dalla stanza, era convinto di aver deciso per me, di avere il potere su ogni singola cosa che mi riguardasse, ma si sbagliava di grosso, avrei sposato Irina, a costo di fuggire lontano, rinnegare ogni cosa e farmi credere morto.

  6. #1856
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Jarak

    Dahmer mi guarda, mi studia, e basta il suo ghigno per confermarmi che ha accettato la mia sfida.


    Improvvisamente la terra ai suoi piedi si frantuma, e dal suolo fuoriesce la sua enorme spada, un'arma che mi fa decisamente paura: tutti i miei compagni hanno armi inquietanti, a partire dalle falci di Ryuk e la donna mascherata, fino alla più modesta spada di Elen. Sono l'unico con un pugnale, ma d'altronde è la lama che più si addice al mio stile di combattimento, e non la cambierei con niente al mondo.


    "Non mi tiro mai indietro, nonno", corre verso di me e noto subito la sua velocità, inferiore comunque a quella di Elen: ricordo il nostro allenamento, quella ragazzina è un razzo. Ha lo spadone alto, vuole eseguire un colpo frontale, non ho alcun modo di difendermi se non cercare di evitare completamente il colpo.




    Di riflesso mi abbasso e tendo di scivolare sotto le sue gambe dandomi un'energica spinta, ma l'uomo mi si scaglia addosso prima che possa completare il passaggio e mi colpisce una spalla, proprio quella che l'armatura lascia scoperta, provocandomi un taglio non indifferente.


    Ignoro il bruciore e arrivo a terra dietro di lui, faccio per alzarmi ma vedo una freccia rivolta a un punto proprio sopra di me. Rimango quindi a terra, con la schiena a contatto col suolo per evitarla, e quando sono sicuro che sia passata mi rialzo e comincio a correre il più velocemente possibile contro la donna davanti a me, riuscendo ad evitare il manichino che si sta dirigendo verso di noi. Se non avessi cercato di schivare il colpo di Dahmer così tempestivamente, probabilmente mi avrebbe colpito, è stata solo questione di fortuna... ma almeno ora so che Niniel ha a disposizione la telecinesi. Perché sì, quel manichino può essere stato lanciato solo da lei, dato che si trova proprio sulla traiettoria di Dahmer. Continuo a correre e, quando mi troverò a pochi centimetri dall'elfa, mi abbasserò all'improvviso e tenterò di pugnalarla al ventre con la lama pervasa dalla corrente elettrica.

    Arma - Pugnale in forma attiva - Fulmine
    L’arma è percorsa da corrente continua a 120 volt
    Simmiller knife - Kajeet-Kivar
    Vorrei poter prestare attenzione anche a quello che succede alle mie spalle ma è impossibile, e comunque non sarei abbastanza veloce per reagire... se Dahmer mi attaccherà di nuovo, agirò di conseguenza. So che doma delle radici, ma ignoro altri eventuali poteri.
    Our wills and fates do so contrary run

  7. #1857
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Sto attento alle mosse di Jarak, è parecchio veloce, ma niente di ingestibile, non è Elen o la Princy, e riesco a ferirlo sul fianco.





    Mi passa a fianco le gambe, scivolando per terra e quando sto giusto infierendo su di lui, un dolore come un pugnale nella carne mi colpisce d'improvviso alla spalla. Mi volto subito, istantaneamente, con la spada sguainata e faccio a malapena in tempo a tranciare in due il manichino che mi vedo arrivare contro. La mia azione, però, porta la parte superiore del manichino a colpirmi cmq al fianco, mentre si stacca a causa del mio fendente. La freccia, è una freccia che viene dall'arco di Niniel, glielo vede imbracciare e quel manichino...ha incoccato una freccia, non può avercelo lanciato con forza, ha le mani occupate.





    Telecinesi? Vento? Questo è impossibile, nessuno di noi tre ha il vento e non vedo nessun altro nei paraggi. Telecinesi sicuramente. E Jarak non si sarebbe buttato addosso un manichino, non è stupido. Così, il potere di Niniel oltre l'acqua è la telecinesi, molto interessante. Il nonno si scaglia comunque contro l'elfa, io approfitterò del loro tafferuglio per evocare le mie sabbie mobili e bloccare Niniel fino al bacino. Non avranno un diametro molto grande, sarà di circa un metro con la falena al centro.



    Se la conosco bene, cercherà di usare l'arco per difendersi dal nonno, perchè non ha mica capito che non è una spada, questo dovrebbe distrarre l'uomo, che io attaccherò alle spalle con la mia Ripper, infilandogliela di forza all'attaccatura del suo braccio destro, quello che usa per stringere il pugnale. Se dovessi riuscire, proverò ad estrarre la mia arma e allontanarmi qualche metro per mettermi in difesa: dovrò pensare a qualcosa per detronizzare quel fottuto arco!

    Ripper Blade -> forma dormiente
    Distruzione
    Previa concentrazione, si è in grado di legare la propria volontà al sottosuolo e plasmarne la forma, tramutandolo in sabbia:

    Esperto Sabbie mobili - Area di 5 metri di diametro, che si crea ai piedi del nemico, facendolo affondare lentamente fino a metà corpo.

  8. #1858
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Attraverso rapidamente il portale fino a trovarmi nuovamente al Lacrima Mundi, mentre i pensieri continuano ad affollarmi la mente. Non so se mi aspettavo altro da questo incontro, o da Cassandra, la sua reazione come le sue parole erano prevedibili anche se credevo avrebbe provato più a giustificare ciecamente Lantis piuttosto che lasciarsi andare a quelle offese personali che mi ha rivolto senza dubbio alcuno.



    Mi hanno fatto male, come mi ha fatto male vedere quella delusione e quello sguardo nei suoi occhi, come mi ha fatto male lasciarli, ma non potevo mostrare alcun cedimento, come non posso farlo con nessuno. Probabilmente il suo era solo un atteggiamento difensivo, non sapendo come altro ribattere davanti all'orrore di cui Lantis si è macchiato, solo uno stolto potrebbe giustificarlo ormai.



    Mi chiedo se Alinor deciderà di rispondere alla mia missiva, so che il suo pensiero è molto vicino al mio ma temo possa sentirsi abbandonata, soprattutto dopo la nostra ultima conversazione. Non è così, e credo lo comprenderà anche lei, la conosco bene e la reputo quasi come una sorella...riuscirà a guardare oltre, a differenza di Cassandra. L'alba è ormai sorta da molto, credo sia quasi pomeriggio a giudicare dalla posizione del sole, devo essere stata in quel luogo un bel pò e Drako potrebbe essere in pensiero...dovrei andare ad informarlo del mio ritorno.



    Velocemente quindi appena calpestato il suolo del campo faccio qualche passo avanti diretta alle tende, quando una voce alle mie spalle mi blocca "ESPERIN" sento dire, la voce è quella di Ryuk. Mi volto, titubante, notando che è seduto proprio accanto al Glados, a terra, non lo avevo visto avendo tenuto per tutto il tempo lo sguardo dritto avanti a me.



    Che ci fa lì, e che vuole da me? "Ryuk...?!" gli chiedo, con sguardo stranito.



    *Frase di Ryuk concordata

  9. #1859
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Mi domando perchè certi ricordi spiacevoli, mi vengano in mente, pensando a gente ancor più spiacevole.



    Il sole è alto, ma non fa molto caldo, le tipiche brezze dei mesi delle foglie sono decisamente piacevoli, così mi crogiolo con il viso verso l'alto e la schiena rilassata contro il Glados e gli occhi chiusi, cercando di sgomberare la mente. Proprio quando sento che sto per addormentarmi, il calpestio dell'erba mi ridesta, apro gli occhi e mi rendo conto che finalmente è tornata



    "ESPERIN" chiamo a voce alta, mentre mi alzo da terra per avvicinarmi a lei. "Ryuk...?!"



    Tu guarda, ha anche l'espressione stranita, come nulla fosse "Dove. Diamine. Sei stata?"



    le domando conservando il tono alto ed alterato. So bene della Zona Neutra, me l'ha detto stesso Drako, ma voglio capire se mi mente.


  10. #1860
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    E' Pomeriggio

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •