Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 188 di 343 PrimaPrima ... 88138178186187188189190198238288 ... UltimaUltima
Risultati da 1,871 a 1,880 di 3422
  1. #1871
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    <<Cosa mi aspetto?>> mi chiede incerta Elen, tornando ad avvertire nei suoi occhi quell'imbarazzo che non riesce a celare nonostante gli sforzi. Si osserva i piedi mentre li fa dondolare in un gesto molto infantile, sicuramente appropriato alla sua età <<Uhm, a quanto ho capito è stato lui a condurre queste stragi nei villaggi e la cosa mi rattrista, ma magari stava solo eseguendo ordini contro la sua volontà...>> mi guarda negli occhi speranzosa, forse cerca un segno di assenso, uno spiraglio a cui aggrapparsi per credere che Aiden sia estraneo a tutto questo.



    Un segno che scelgo di non darle, continuando a guardarla senza tradire alcuna emozione, voglio che termini di spiegarmi ciò che si aspetta da lui prima di dirle ciò che penso. <<Dahmer lo ha incontrato al Valmorguli e mi ha detto che lui si sente come un fratello per me...che mi vede come una sorellina da proteggere.>> aggiunge poi, sempre con quel tono speranzoso che mi fa male, perchè in lei rivedo tanto dell'ingenuità e della buona fede che mi ha sempre caratterizzata, e che poi si è frantumata in mille spezzi davanti alla realtà dei fatti.



    Dahmer, maledetto, ero certa che ci fosse anche il suo zampino in tutto questo. Aiden non si smentisce mai, è arrivato persino a raggirare Dahmer propinandogli questa cavolata, o...molto più probabilmente, i due erano d'accordo nel raggirare Elen, approfittandosi della sua ingenuità. La guardo negli occhi, non riesco a celare il mio dispiacere, vorrei tanto che il mondo fosse meno crudele per persone buone come lei, ma purtroppo non è così. Aiden è un maestro del raggiro, è giusto che lei lo sappia per potersi tutelare.



    <<Sai, in realtà io non ho sangue Urthadar nelle vene, ma mia madre era sposata con suo zio e ora che i miei genitori sono morti loro sono la cosa più vicina che posso considerare una famiglia.Ecco, questo è tutto quello che so di lui... Non è molto ed è per questo che chiedo a te.>> mi avvicino di più a lei, prendendo le sue mani tra le mie, continuando a fissarla con dolcezza e tristezza. "Elen..." mi fermo un attimo, cercando le parole giuste per spiegarle tutto "Aiden appartiene ad una delle casate più potenti e senza scrupoli del Regno. Tu sei il frutto di un tradimento, sebbene in te non scorra il suo sangue sei comunque legittimata come bastarda Urthadar, visto che tua madre era regolarmente sposata con uno di loro. Un bastardo, Elen, è qualcosa che i nobili come loro temono e... cercano di eliminare, il più delle volte" ci sono delle eccezioni certo, ma non è questo il caso.



    La guardo negli occhi, so bene che vedrò la sua illusione crollare istante dopo istante, e per quanto vorrei non averlo causato io so che è giusto così e che devo essere forte anche per lei "Conosco Aiden, conosco la sua sete di potere... una sete che l'ha portato a compiere gesti aberranti per raggiungere i propri scopi. Devo essere sincera con te, perché le parole ingannevoli che ti ha riferito Dahmer mi preoccupano molto, e devi essere cosciente di come stanno le cose".



    Stringo ancora di più le sue mani, prima di concludere "Non mi ha mai parlato di te ma... so che Aiden voleva risolvere il problema bastardi alla radice, e questo può significare solo una cosa. Mi dispiace tanto Elen"

  2. #1872
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Quando termino il mio discorso Esperin si avvicina maggiormente a me prendendomi le mani, il suo sguardo è dolce anche se mi sembra di scorgervi anche della tristezza.
    <<Elen... Aiden appartiene ad una delle casate più potenti e senza scrupoli del Regno.>> il mio sguardo è interrogativo <<Tu sei il frutto di un tradimento, sebbene in te non scorra il suo sangue sei comunque legittimata come bastarda Urthadar, visto che tua madre era regolarmente sposata con uno di loro.>>


    La principessa inizia a parlarmi di leggi e di regole circa il matrimonio e i figli nelle famiglie nobili e non riesco a capire dove voglia arrivar o meglio, lo capisco e lo temo <<Un bastardo, Elen, è qualcosa che i nobili come loro temono e... - no, ti prego, non dirmelo - cercano di eliminare, il più delle volte>>.


    Guardo la principessa negli occhi, il suo è un discorso generale che ha una sua logica: il figlio illegittimo, il bastardo, è una minaccia per i nobili e questi cercano di liberarsene... Ma questo non deve necessariamente valere per me e Aiden, io non sono una minaccia per lui.


    Aspetto che continui il suo ragionamento e che arrivi ai particolari <<Conosco Aiden, conosco la sua sete di potere... una sete che l'ha portato a compiere gesti aberranti per raggiungere i propri scopi. Devo essere sincera con te, perché le parole ingannevoli che ti ha riferito Dahmer mi preoccupano molto, e devi essere cosciente di come stanno le cose>> aumenta la stretta nelle sue mani e io abbasso lo sguardo su esse, ho capito.
    Una lacrima solitaria scivola calda sulla mia guancia <<Non mi ha mai parlato di te ma... so che Aiden voleva risolvere il problema bastardi alla radice. Mi dispiace tanto Elen>>


    E così io sono un problema, una radice da estirpare... Come ha potuto Dahmer ingannarmi anche su questo? Sono furente, delusa, triste, tante emozioni che si scontrano insieme e ardono nel mio petto.
    <<Non devi dispiacerti>> le dico sforzandomi di rimanere impassibile <<La verità è l'unica cosa di cui ho bisogno in questo momento... - una seconda lacrima sfugge al mio controllo - Grazie...>>


    Non credo di riuscire a trattenermi ancora per molto prima di scoppiare in lacrime, devo andarmene.
    <<Grazie per la tua sincerità, grazie per il tempo che mi hai dedicato... Ora me ne vado così ti lascio riposare tranquilla... Io devo... Io vado a...>> farfuglio rimanendo ancora lì seduta.
    Ultima modifica di albakiara; 8th September 2015 alle 18:25

  3. #1873
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    <<Non devi dispiacerti>> mi dice Elen, cercando di restare calma anche se le lacrime hanno già tradito il suo stato d'animo, e posso comprendere benissimo la sua reazione fin troppo matura data la giovane età. Sperava di aver trovato una famiglia, un cugino, anche se probabilmente è sbagliato già a priori volerla trovare presso la stessa casata che è responsabile della morte dei propri genitori, ma in ogni caso... ho distrutto le sue illusioni e dovevo farlo, non ho alcun dubbio che siano tali ed era necessario farlo prima che qualcuno se ne approfittasse. <<La verità è l'unica cosa di cui ho bisogno in questo momento... Grazie...>>.



    Si sforza ancora, la voce è bassa, strozzata, come se stesse per scoppiare in un pianto incontrollato... vorrei poter fare qualcosa, farla stare meglio, non sopporto vedere le persone soffrire soprattutto se buone d'animo come mi sembra lei. Continuo a stringere le sue mani, non sono brava in queste cose, non sono brava con le parole, ma spero che il calore di un contatto o di un sorriso siano sufficienti a farle capire che non è sola.



    <<Grazie per la tua sincerità, grazie per il tempo che mi hai dedicato... Ora me ne vado così ti lascio riposare tranquilla... Io devo... Io vado a...>> farfuglia, in evidente difficoltà, non riuscendo palesemente a collegare le parole con le azioni, dato che ancora è seduta accanto a me immobile.



    Con uno slancio mi avvicino ancora a provo a stringerla in un abbraccio, sebbene la conosca da poco sento una forte affinità con lei, sarà perché rivedo tanto di quella che ero io nella sua bontà ed ingenuità "Piangi se ti fa stare meglio, non devi nascondere quello che provi" le dico dolcemente, stringendola ancora un pò, forse sfogarsi le farà bene, a me spesso ha aiutato...anche se forse non sono io la persona giusta, dato che non mi conosce affatto e quindi difficilmente credo si lascerà andare con me, ma vederla così mi impedisce di restare semplicemente a guardarla.



    "Non sei più sola, è questa la tua famiglia ora, lo sai vero? Sono arrivata da poco, so che nessuno si fida ancora di me qui, ma per qualsiasi cosa...voglio che tu sappia che puoi contare anche su di me" le dico poi, tornando a guardarla negli occhi "beh...basta che non mi chiedi di cucinare" aggiungo infine sorridendo, sperando di strapparle così un sorriso.


  4. #1874
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya


    Devo andarmene, devo alzarmi, ma la mia volontà vacilla: come dovrò comportarmi d'ora in poi con Aiden e con gli altri Urthadar dovessi mai incontrarli? Forse Jarak potrà consigliarmi, in fondo la nostra situazione è simile, siamo entrambi sopravvissuti a quella maledetta famiglia.


    Chiudo gli occhi per trovare la forza di alzarmi, quando inaspettatamente mi sento avvolgere in un caldo abbraccio <<Piangi se ti fa stare meglio, non devi nascondere quello che provi - mi dice dolcemente - Non sei più sola, è questa la tua famiglia ora, lo sai vero? Sono arrivata da poco, so che nessuno si fida ancora di me qui, ma per qualsiasi cosa...voglio che tu sappia che puoi contare anche su di me...>>


    A queste parole lascio le lacrime libere di sfogarsi e tra un singhiozzo e l'altro cerco di farle capire quanto apprezzi il suo gesto <<Grazie... Anche tu puoi contare su di me... Per qualsiasi cosa...>>


    La principessa si scosta leggermente per guardarmi negli occhi, che sfrego per asciugarli dalle lacrime <<beh...basta che non mi chiedi di cucinare>> mi sorride.


    <<Va-va bene... - ricambio il sorriso, sincero - Per quello ci penso io, so fare un ottimo stufato di selvaggina... Ti piace? O i nobili mangiano altro?>> in effetti essendo vissuta in una tribù nella foresta non conosco affatto le abitudini di corte e forse mangiano tutte altre cose.


    La guardo negli occhi: per la prima volta mi rendo conto che è abituata a tutta un altra vita e non deve essere facile per lei adattarsi a questo posto, ma forse posso aiutarla in qualche modo.
    <<Ho notato che indossi ancora lo stesso abito, ti serve un ricambio? - abbiamo taglie diverse, ma credo di aver qualcosa per lei - Scusa se non c'ho pensato prima, solo ora mi rendo conto di quanto possa essere difficile per te integrarti qui, ma se vuoi posso aiutarti.>> devo contraccambiare il suo gesto.
    Ultima modifica di albakiara; 8th September 2015 alle 18:28

  5. #1875
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Sapevo che aveva bisogno di piangere, non trovo giusto che debba trattenersi soprattutto dato che ciò che le ho appena detto deve averla indubbiamente scossa molto, non mi stupisco quindi di vederla cedere totalmente alle lacrime stretta nel mio abbraccio. <<Grazie... Anche tu puoi contare su di me... Per qualsiasi cosa...>> mi dice gentile, e queste sue parole non fanno che confermare l'impressione che avevo di lei.



    Non dovrebbe fidarsi in questo modo di me, non dovrebbe farlo in generale delle persone. Ero una reale fino a ieri, ero una sua nemica, ho lottato e vinto contro i suoi compagni, quindi dovrebbe provare astio per me, come tutti gli altri... tuttavia, queste sue parole mi risollevano il morale, non lo posso negare. Riesco a farla sorridere con la battuta sulla cucina, che poi forse non è realmente una battuta ma questo non è importante adesso, la vedo asciugarsi le lacrime prima di mostrarsi pronta ad aiutare come suo solito <<Va - va bene. Per quello ci penso io, so fare un ottimo stufato di selvaggina... Ti piace? O i nobili mangiano altro?>> sorrido ancora per questi suoi continui tentativi di rendersi utile agli altri, deve avere davvero un cuore grande, prima di risponderle "Certo, stai tranquilla" stufato di selvaggina... non so neanche che sapore abbia, ma non importa, non potrà mai essere peggio di quella zuppa di Ryuk.



    Mi guarda negli occhi, sembra titubante, pensierosa, prima di aggiungere <<Ho notato che indossi ancora lo stesso abito, ti serve un ricambio? Scusa se non c'ho pensato prima, solo ora mi rendo conto di quanto possa essere difficile per te integrarti qui, ma se vuoi posso aiutarti.>>. Un vestito...si, un vestito mi servirebbe davvero!



    Devo ancora restituire questo a Ryuk e non saprei cos'altro indossare, tuttavia non vorrei approfittare del suo altruismo, forse dovrei chiedere a Larieth con cui ho più confidenza. "Si in effetti... ho provato a cercarne nel baule in infermeria ma ho trovato solo abiti maschili, piccoli o... da infermiera, credo" le dico, leggermente perplessa



    "tuttavia... non vorrei rovinare un tuo abito, credo di poter trovare altro, in qualche modo" concludo, dubbiosa.


  6. #1876
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya



    <<Si in effetti... ho provato a cercarne nel baule in infermeria ma ho trovato solo abiti maschili, piccoli o... da infermiera, credo - mi sembra perplessa - tuttavia... non vorrei rovinare un tuo abito, credo di poter trovare altro, in qualche modo>> mi chiede gentile.


    Scoppio a ridere, l'immagine di Zagarth con indosso l'abito da infermiera, a cui certamente si riferisce la principessa, torna viva nella mia mente.


    <<Scusa, mi hai fatto ricordare una cosa divertente... - cerco di ricompormi o mi prenderà per pazza - Credo di avere qualcosa per te, seguimi nella mia tenda così te la do subito e non preoccuparti perchè questi abiti non sono miei, li ho trovati qua al campo e poi è impossibile non rovinarli con tutti gli allenamenti!>>


    Raggiungo la mia tenda seguita da Esperin e le cerco il vestito rovistando tra i miei.
    <<Tieni. - le porgo l'abito - L'avevo preso dal baule con gli abiti civili, ma è troppo grande per me... - osservo il suo corpo dalle forme più generose delle mie - Dovrebbe andarti bene, in caso puoi chiedere a Larieth... Credo abbiate la stessa taglia.>>




    Ultima modifica di albakiara; 8th September 2015 alle 18:32

  7. #1877
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Elen scoppia a ridere quando le parlo delle mie ricerche di un vestito in infermeria, anche se non ne capisco il motivo, e poco dopo le sue parole rispondono parzialmente al mio dubbio <<Scusa, mi hai fatto ricordare una cosa divertente... Credo di avere qualcosa per te, seguimi nella mia tenda così te la do subito e non preoccuparti perchè questi abiti non sono miei, li ho trovati qua al campo e poi è impossibile non rovinarli con tutti gli allenamenti!>> mi dice, ricomponendosi e proponendomi di seguirla.



    Annuisco e la seguo in silenzio verso la sua tenda, sono contenta che abbia riacquistato un pò di buonumore, prima sembrava decisamente sconvolta e posso ben comprenderlo. Non so se accettare nuovamente un abito in prestito, ma sembra essere sicura delle sue parole e non ho alternativa, di certo non posso acquistarne uno o cucirlo, non avrei né la stoffa né probabilmente l'abilità per farlo. Entriamo nella sua tenda e la vedo frugare per un pò nel baule per poi sollevare del tessuto verde che mi porge poco dopo.



    <<Tieni. L'avevo preso dal baule con gli abiti civili, ma è troppo grande per me...>> prendo l'abito tra le mie mani, osservandone le fattezze e le dimensioni, la taglia sembra essere proprio quella giusta per fortuna. <<Dovrebbe andarti bene, in caso puoi chiedere a Larieth... Credo abbiate la stessa taglia.>> aggiunge poi, continuando a guardarmi gentile "si, più o meno" rispondo distrattamente alla sua affermazione su Larieth continuando a rigirare il vestito, forse lei è leggermente meno formosa di me.



    "questo però sembra proprio della mia taglia, ed è anche molto carino! Ti ringrazio Elen" le sorrido riconoscente prima di aggiungere "vado a provarlo subito".



    Faccio qualche passo per poi voltarmi nuovamente verso di lei "Elen... per quale motivo ti fidi così di me? Ero una tua nemica fino ad ieri, non dovresti" le chiedo dubbiosa, per sapere se è semplicemente una pericolosa propensione caratteriale oppure se sono io in qualche modo ad ispirarle fiducia.


  8. #1878
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    <<Si, più o meno>> commenta circa la taglia di Larieth <<questo però sembra proprio della mia taglia, ed è anche molto carino! Ti ringrazio Elen. Vado a provarlo subito>>


    <<Di nulla... Sono contenta che ti piaccia.>> le dico quando vedo che se ne sta andando.


    Sistemo gli altri abiti nel baule quando la voce della principessa mi sorprende nuovamente <<Elen... per quale motivo ti fidi così di me? Ero una tua nemica fino ad ieri, non dovresti>>


    La sua domanda mi sorprende anche se avrei dovuto aspettarmela <<Il fatto di combattere su fronti diversi non è poi così rilevante per giudicare di chi potersi fidare...>> osservo tra me e me, Dahmer è mio alleato e pure mi ha ingannata <<Drako si fida di te e io del suo giudizio... Poi anche Ryuk sembra credere in te. - la guardo dritta negli occhi - Se questo non bastasse ho letto il dolore e la rabbia nei tuoi occhi alla notizia di tutte quelle stragi, ti vedo forte e determinata alla nostra causa.>>


    Mi metto una mano nei capelli, pensierosa <<Ovviamente posso sbagliarmi, ho la tendenza a fidarmi facilmente delle persone e spesso ne pago le conseguenze.>>

    Ultima modifica di albakiara; 8th September 2015 alle 18:35

  9. #1879
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Jarak

    Non c'è che dire, Dahmer è agguerrito, perché anche con la gola mezza bucata sembra proprio che non abbia intenzione di arrendersi.




    Comincia a correre a zig zag verso di me e data la poca distanza che ci separa, saremo a pochi centimetri in un batter d'occhio: la fuga non è di certo plausibile. Tento comunque di arretrare, in modo da lasciare più spazio tra noi e permettere ai miei riflessi di reagire con prontezza... ma è un'azione vana: il bastardo ha la spada alta e mira alla mia spalla destra, devo assolutamente evitare che mi colpisca nuovamente in quel punto, ne ho abbastanza di arti amputati.


    Anche se... lo sguardo del mio avversario punta da tutt'altra parte. Non alla mia spalla, bensì al fianco dove mi ha colpito prima... è una finta. Avendo capito dove vuole veramente colpirmi tento di spostarmi bruscamente, ma ho realizzato le sue reali intenzioni troppo tardi, e il fendente penetra nella carne del mio busto andando a peggiorare gravemente la ferita già presente.


    Non sembra, ma il ragazzo è veloce, e con questa enorme spada riesce a provocare non pochi danni anche con poche mosse. Sento il sapore del sangue in bocca e infatti dopo pochi secondi comincio a tossire, notando come la mia saliva sia impregnata di liquido cremisi: credo che per me l'allenamento stia giungendo al termine. Ma non ho intenzione di arrendermi senza prima fargli provare almeno un minimo del dolore che sto sentendo in questo momento. Riassorbo Kajeet-Kivar e accumulo il più velocemente possibile la scarica elettrica nella mano sinistra, dato che quella destra non riesco più ad usarla come vorrei.

    Arma richiamata - Pugnale
    Simmiller knife - Kajeet-Kivar
    Distruzione: Esperto - Scarica
    Toccando il nemico, si scarica elettricità a medio voltaggio, che causa paralisi di una porzione del corpo e danni medi da elettricità

    Quando avrò accumulato abbastanza energia stringerò con la mano la lama dello spadone, ancora conficcato della mia carne: anche l'elsa è fatta di metallo, mi pare, quindi l'elettricità dovrebbe raggiungere le mani di Dahmer e provocargli delle ustioni, oltre, spero, a farlo allontanare dal sottoscritto e fargli estrarre la spada dalla mia carne. <<Devo curarmi>>, annuncerò infine, con la voce rotta dal dolore ma abbastanza alta in modo che anche Niniel possa sentirmi.


    Ho fatto capire a Jarak della finta per l'intelligenza superiore, ma, essendo più lento di Dahmer, s'è preso comunque il colpo
    Our wills and fates do so contrary run

  10. #1880
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Elen appare confusa quando sente la mia domanda, smette di sistemare gli abiti nel baule per poi tornare a concentrarsi su di me <<Il fatto di combattere su fronti diversi non è poi così rilevante per giudicare di chi potersi fidare...>> mi dice, probabilmente pensando a Dahmer ed ai suoi raggiri, e vorrei dirle che non ha prettamente ragione visto che è molto più probabile che sia un nemico ad ucciderti piuttosto che un compagno di fazione, ma poi penso ad Alinor e decido di restare in silenzio <<Drako si fida di te e io del suo giudizio... Poi anche Ryuk sembra credere in te.>> mi dice con convinzione.



    Beh... Drako si fida, lo so, lo ha dimostrato più volte e credo che sia evidente anche per loro, questo è il motivo principale per cui spero mi diano modo di dimostrare le mie intenzioni. Ma che Ryuk creda in me è probabile come il fatto che smetta di comportarsi da zoticone o che si dia alla vita da monastero. Decisamente Elen è troppo ingenua e fraintende la realtà, qualche volta, ma evito di farglielo notare, non ha importanza.



    <<Se questo non bastasse ho letto il dolore e la rabbia nei tuoi occhi alla notizia di tutte quelle stragi, ti vedo forte e determinata alla nostra causa.>> continua pensierosa, tornando a toccarsi i capelli <<Ovviamente posso sbagliarmi, ho la tendenza a fidarmi facilmente delle persone e spesso ne pago le conseguenze.>>.



    Le rivolgo un sorriso gentile, prima di risponderle "Si, dovresti essere più cauta, ma...grazie" le sorrido ancora, cercando di farle capire che su di me non si sta sbagliando, prima di uscire dalla tenda e dirigermi verso la mia con l'abito in mano. Mi chiudo dentro, ancora un pò restia a spogliarmi in un contesto come questo, con solo un sottile strato di stoffa a proteggere la mia intimità, ma devo cambiarmi e provare questo vestito, non posso fare altrimenti. Sfilo prima lo scialle e poi il vestito, dando le spalle alla zona comune dell'accampamento per sicurezza, per poi infilare l'abito che mi ha prestato la ragazza. Il tessuto copre il corpo fino alle caviglie, forse è più corto dei miei soliti abiti, ma è comunque coprente e decoroso.



    Stringo il corpetto tramite i lacci di cuoio presenti all'altezza del seno fin quando il tessuto non è aderente al punto giusto e poi lo osservo... è della taglia giusta e mi sta decentemente, non mi sbagliavo. Un problema in meno.


 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •