Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 224 di 343 PrimaPrima ... 124174214222223224225226234274324 ... UltimaUltima
Risultati da 2,231 a 2,240 di 3422
  1. #2231
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Sage riesce a trascinare Dahmer fuori la tenda, sotto la pioggia, nel fango. Si avventa su di lui iniziando a prenderlo a pugni e l'altro sembra non opporre alcuna resistenza, i pugni sono rapidi, decisi, mentre nel suo sguardo è ancora percepibile quell'odio e quella rabbia che avevo già notato in infermeria.



    Il sangue inizia a ricoprire il viso di Dahmer, credo abbia il naso rotto, e non solo, ma decido di non intervenire ancora, è una faccenda personale che devono provare a risolvere senza intromissione alcuna, altrimenti resterà sempre un conto in sospeso tra loro. Elen mi raggiunge fuori dalla tenda preoccupata, così come poco dopo vedo sopraggiungere Devon.



    "Sì, sono io e ammazzarmi non ti ridarà il tuo amico. Se hai pensato che dietro quella maschera del boia si nascondesse un mostro disumano, ti sbagliavi, perchè ci stavo io, in tutta la mia umanità. Se comunque vuoi vendetta, non mi tiro indietro ma venderò cara la pelle: sono un uomo e mi difenderò con tutte le mie forze" dice determinato Dahmer ottenendo soltanto una risposta ovviamente astiosa dall'altro che preannuncia in questo modo un probabile ed inevitabile scontro tra di loro, quando d'un tratto vedo il suo viso distendersi ed inizio anch'io a sentirmi più calma e rilassata, la situazione sembra essere sotto controllo, non ho motivo di preoccuparmi.



    Dahmer gli propone di parlarne civilmente e Sage addirittura si scusa, sembra molto scosso ed afferma che non era sua intenzione reagire in questo modo, anche se credo non sia necessario giustificarsi, il suo gesto era più che legittimo.



    Si sdraia a terra accanto a Dahmer ormai calmo, sotto la pioggia che continua a scendere lavando via il sangue dal viso del boia, ed entrambi non aggiungono altro.



    Pochi istanti e Dahmer si alza sputando del sangue, afferma che non si tirerà indietro se vorrà continuare lo scontro ma suppongo che non sia nelle intenzioni di Sage a giudicare da ciò che ha appena detto. Si avvicina a Devon chiedendogli di curarlo in modo da tornare a costruire il tavolo, mentre Sage resta ancora sdraiato a terra. Mi avvicino a lui accovacciandomi prima di chiedergli gentile "Sei ferito alla mano?" guardandolo comprensiva, è coperta di sangue, non riesco a capirlo. Posso capire cosa sta provando, anche se la sua situazione è molto diversa dalla mia, e so cosa ho provato io davanti alla confessione di Niniel, quella notte. Se Dahmer avesse ucciso una persona a me cara, se avesse calato la sua spada sulla testa di Drako com'era previsto, con quel sorriso beffardo e soddisfatto dipinto sul suo viso...non mi sarei fermata a dei pugni. Non è possibile essere razionali quando è coinvolta la propria famiglia.

    *Azione di Elen concordata

  2. #2232
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    23
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Jarak

    "Ho incontrato numerose persone con occhi particolari, anche diversi tra loro, ma mai come questo, Che tu sia sotto l'effetto di charme è chiaro come il sole, Jarak. Non è che non ci hai mai pensato, è che molto probabilmente ti è stato imposto così, proprio come il ricordo impiantato per giustificare la presenza della benda". Sono parole decise, che finalmente mi forniscono una qualche sicurezza in questo immenso casino. Annuisco e tento di seguire il suo discorso, non sono un esperto delle arti illusorie ma riesco comunque a stargli dietro, anche perché la spiegazione è molto semplice: charme, charme, charme. Anche il mio strano desiderio di non voler mai levare la benda è riconducibile ad esso, così come ovviamente il ricordo dell'attacco. Tutto per mascherare l'avvenimento che mi ha portato ad avere questo occhio particolare. Ha senso, non posso contraddirlo. Oltre a fornirmi questo chiarimento Kalisi propone anche di usare il suo potere per cercare di annullare quello usato su di me, tentativo che avrebbe successo solo se il maestro che mi ha incantato sia stato più debole di lui. Non posso che sperare che sia questo il caso. Annuisco nuovamente e gli permetto di incatenare i miei occhi ai suoi, occhi che sembrano perfettamente normali, eppure pericolosissimi. "Ricorda le parole che ti sono state dette quella sera di 23 anni fa, ricorda l'ordine che ti è stato impartito ed il volto della persona che ti ha guardato negli occhi, prova a ricordare cosa è accaduto quel giorno" . Sollevo un sopracciglio, dubbioso: cosa dovrebbe succedere adesso? Sto per chiederglielo quando... quando avverto una strana sensazione alla testa. È come se la tempia sinistra stesse formicolando, e vedo... una luce strana nel suo sguardo, ma non è una visione chiara... non riesco a spiegarlo. E poi, come un fulmine a ciel sereno, le parole che devo pronunciare mi appaiono davanti agli occhi, proprio come se stessi sfogliando le pagine di un libro. <<Guardami>>, non sto più osservando il viso di Drako, sto vedendo un volto rotondo, barbuto, e iridi azzurre. <<Un mese fa...>>, sto sussurrando... ma non so perché, <<...ti sei imbattuto in un gruppo di briganti e hai deciso di farne parte. Nel corso della vostra convivenza hai stretto amicizia con il loro capo, Duncan, che però si è rivelato un meschino doppiogiochista e ha tentato di ucciderti...>>, sento le guance umide, <<...per intascare la tua parte di bottino. È riuscito a cavarti l’occhio sinistro, ma sei riuscito a scappare prima che potesse terminare il lavoro. La visione del tuo bulbo oculare cavo ti terrorizza, ti schifa, quindi indosserai sempre questa benda>>... non riesco... non riesco a credere alle mie orecchie, alla mia voce... <<anche di notte e quando ti laverai>>. Mi manca l'aria. <<Non la toglierai mai. MAI!>>, urlo infine, terrorizzato. Confuso. Perso. Mi distanzio da Drako, alzandomi, barcollando all'indietro fino a quando non cado sul suo pagliericcio, con la testa appoggiata nelle mani. <<Cosa...>>, biascico ancora e deglutisco, nervoso. È stato... orrendo. <<Dei...>>, non so cosa dire... sollevo lo sguardo, cercando quello del Dragone. Il volto, voleva sapere del volto. <<È stato un uomo che conoscevo. Lo chiamavamo Uovo... pensavamo tutti che fosse debole. Era... Dei, era un maestro?>>. Lo sto chiedendo più a me stesso che a lui. <<I miei ricordi corrispondono esattamente a queste parole. Poi lui mi ha aiutato a fuggire. Ma avevo completamente rimosso il resto>>. Fatico a respirare. <<Non mi sento molto bene>>, ammetto sincero. Ho un mal di testa che mi sta spaccando il cranio in due.
    Our wills and fates do so contrary run

  3. #2233
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Drako Kalisi

    Jarak non accenna titubanza, è determinato a scoprire cosa si cela dietro il mistero del suo occhio, perché trattasi proprio di questo: un mistero. Per quanto io possa dirmi certo, che si tratti di charme, ho imparato che esistono mille altre magie e stregonerie, mille altre probabilità che potrebbero ricondurre ad un effetto simile del mio potere, perché se di charme non si tratta, siamo proprio nei casini. <<Guardami>> Aggrotto le sopracciglia nell'osservarlo, mi parla, ma è come se non si rivolgesse a me <<Un mese fa...>> sussurra piano, devo prestare attenzione alle sue parole <<...ti sei imbattuto in un gruppo di briganti e hai deciso di farne parte. Nel corso della vostra convivenza hai stretto amicizia con il loro capo, Duncan, che però si è rivelato un meschino doppiogiochista e ha tentato di ucciderti...>> Jarak sembra in trance, sta ripetendo esattamente le parole adoperate per impartirgli l'ordine, ora abbiamo la certezza che si tratti proprio di ciò che pensavo. Osservo l'uomo con un moto di soddisfazione, ma mi rendo conto che il suo stato di agitazione sta aumentando velocemente. Porto istintivamente la mano sul suo braccio per offrirgli un'ancora per la realtà in cui si trova, le visioni, che sta probabilmente avendo, gli stanno affollando la mente e spaventando sempre più. Continua a parlare, continua con i ricordi che gli sono stati impiantati ed infine urla, arretrando e cascando sul pagliericcio. Mi avvicino a lui e cerco un contatto visivo per calmarlo o per capire se ha recuperato la lucidità, ma ha le mani sul viso. Poi un nome, un volto, qualcosa che gli è familiare e che ricompone un puzzle nella sua mente, non è affatto sollevato, quell'agitazione sta avendo la meglio, come normale che sia in questo caso <<Non mi sento molto bene>> Reagisco in maniera istintiva, nel modo più naturale ed affine alla mia essenza, cerco di calmarlo, di infondergli benessere seppur temporaneo, di abbracciarlo con la mia aura e di sedargli la mente, che in questo momento è iperattiva "Sto intervenendo su di te con la mia aura, cerca di respirare profondamente, così al termine del mio potere avrai recuperato la calma. So che è difficile, lo charme è molto violento ed invasivo, pazienta un pò e potrò eliminare l'ordine che ti è stato imposto, in questo momento hai sentimenti molto contrastanti tra realtà ed illusione, hai ancora lo charme di quell'Uovo attivo su di te, è normale che ti senta male, passerà presto."Ho avvertito una forte resistenza, quell'uomo doveva avere capacità notevoli, se non avessi acquisito maggior potenza in questi giorni, probabilmente non sarei stato in grado di intervenire in questo modo. Mi domando perchè la necessità di imporgli certi ricordi, perchè prendersi la briga di fare tutto questo per quell'occhio, a parte il colore sembra un normale bulbo, non avverto una particolare minaccia anche se la mia sensibilità alla magia è aumentata, in special modo nei riguardi degli stregoni, avendo natura avversa dovrei percepirla con maggior chiarezza, ma niente. Attendo accanto a lui che si calmi, non gli pongo altre domande, non ho intenzione di intasargli ancor più la mente.

    Aura di luce
    Maestro: Infonde un profondo stato di benessere, ci si tranquillizza ed il mago, alterando la percezione che si ha di lui, diviene, dunque, una persona nella quale riporre profonda fiducia- La volontà di combatterlo si annulla.

  4. #2234
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    Mi sono accasciato a terra, stanco e stremato per i colpi a ripetizione che ho dato a Dahmer, all'improvviso ho smesso di colpirlo, mi sono sentito tranquillo, una sensazione che però non mi appartiene: sono calmo adesso, ma quello che provo nei confronti del boia non è cambiato affatto.
    "Non dire cazzate, anche io al tuo posto lo vorrei con ogni fibra del mio essere"
    Giro il volto verso di lui: "Infatti non mi riferivo a te, volevo farti male e lo voglio ancora. Io non avevo intenzione di spaventare le ragazze, nè metterle in difficoltà." - l'ho conciato per bene, il suo volto è una maschera di sangue, anche se la pioggia incessante sta lavando via tutto.
    "Picchi forte... ma io di più. Se cerchi ancora soddisfazione, non mi tirerò indietro" - il boia si rivolge ancora a me, mentre si dirige verso Devon parlando di una pozione che non può prendere e chiedendogli di curarlo.
    "Non cerco soddisfazione, ciò che voglio è solo giustizia" - dico a denti stretti, incapace di pensare e di muovermi. Sono un vero idiota!
    "Sei ferito alla mano?" - la voce dolce e comprensiva di Esperin arriva come un raggio di sole nella tempesta, dandomi modo di raccogliere i pensieri e concentrarli in un punto. Sollevo il busto guardandomi entrambe le mani: sono rosse e gonfie, le nocche sbucciate e brucianti.
    "Non è niente, passerà." - le rivolgo un sorriso prima di alzarmi in piedi e porgerle il palmo della mano per aiutarla a tirarsi su, come farebbe un nobile cavaliere.
    "Non dovresti stare qui fuori, rischi una polmonite. Torniamo in tenda. Elen, ci raggiungi anche tu?"
    Non ho dimenticato Dahmer, come potrei ... solo ... ho bisogno di riflettere su tante cose, quella sua rivelazione a bruciapelo mi ha fatto salire il sangue al cervello, eppure Drako lo ha accettato tra i suoi, anche gli altri sembrano tollerare bene la sua presenza, questo vorrà pur dire qualcosa? Poso lo sguardo su di lui mentre parla con Devon, poi mi dirigo n tenda sperando che le ragazze mi seguano.
    Per ora mi limiterò ad una civile convivenza, poi si vedrà.


  5. #2235
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Giustizia... una parola che non ha senso in questo mondo.



    O che comunque non ne trova un'applicazione pratica. Davanti ai miei occhi è morta gente ben più meritevole di me, hanno trionfato mostri ben più spregevoli di me. "Hai più possibilità di agguantare un unicorno, che di avere giustizia in questo mondo" commento a voce bassa, atona, guardando Sage con la coda dell'occhio.





    Quanto ho approfittato di questo aspetto della vita? Non rinnegherò mai nulla di ciò che ho fatto, affronterò le Lysa e i Sage di turno sempre a testa alta e so bene che non ci sarà giustizia per loro, per me.



    Anzi, per me tutto sommato c'è stata: l'ingiustizia più grande è consentire a me di avere giustizia per i torti subiti. O forse, io ho ottenuto solo vendetta. Non ho mai compreso la differenza tra queste due cose, alla fine, entrambe sono votate allo scopo di appianare i torti. Ma è davvero possibile?



    Una madre morta non tornerà in vita, un amico giustiziato non tornerà mai a sorriderci. Eppure, sento che qualcosa delle parole di Sage mi sfugge: qualcosa che un giorno, vorrei tanto comprendere.

  6. #2236
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Fine sesta turnazione
    le valutazioni verranno effettuate fino a qui


    Smette di piovere

  7. #2237
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    È notte

  8. #2238
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Sage replica alle parole di Dahmer con determinazione e rabbia, sicuramente ha fatto un grosso sforzo per calmarsi e smettere di colpirlo, ha dimostrato un autocontrollo che non so se riuscirei ad avere in una situazione simile, ma questo ovviamente non significa che il rancore che prova nei suoi confronti sia svanito, probabilmente non succederà mai ed è perfettamente comprensibile, ma sembra aver scelto di conviverci, almeno per ora.



    Quando gli chiedo della mano mi guarda e solleva il busto, distogliendo l'attenzione da Dahmer e probabilmente da ciò che pensa di lui, si osserva le mani ora più pulite grazie alla pioggia e noto che sono entrambe gonfie ed arrossate.



    Niente di grave comunque, come conferma lui stesso prima di sorridermi ed alzarsi porgendomi poi una mano per aiutarmi a fare lo stesso. Accetto il suo gesto gentile e torno in piedi, la pioggia continua a cadere incessantemente mentre la sera sta lasciando il posto alla notte, questa giornata sembra non finire mai "Non dovresti stare qui fuori, rischi una polmonite. Torniamo in tenda. Elen, ci raggiungi anche tu?" mi dice poi, iniziando ad incamminarsi verso la tenda dopo aver rivolto un ultimo sguardo a Dahmer ancora impegnato con Devon.



    Lo seguo all'interno della tenda, sono totalmente fradicia, come tutti del resto, ed inizio a sentire freddo...devo asciugarmi, non posso assolutamente ammalarmi, non adesso. Incrocio le braccia stringendo le mani attorno al corpo per riscaldarmi, ed una volta entrata in tenda apro il baule ed estraggo due teli, porgendone uno a Sage ed iniziando ad asciugarmi con l'altro, continuando a guardarlo mentre parlo.



    "So cosa significa perdere una persona amata per mano di un'altra, ed anche cosa si prova ad ottenere quella giustizia che stai desiderando in questo momento. Dahmer è un assassino, un sadico, merita indubbiamente di pagare per i suoi crimini e sono certa che succederà prima o poi, ma l'ordine che ha eseguito è partito da colui contro il quale stiamo lottando tutti, lui compreso. E noi vinceremo, salveremo Dohaeris ed avremo giustizia anche per Goran" gli dico sicura delle mie parole, pur sapendo che non allevieranno il suo tormento. Sapere che tutto questo male è stato determinato da Lantis, da mio Fratello, è insopportabile, ma devo mostrarmi forte nonostante tutto e non lasciarmi offuscare la mente dai miei sentimenti.



    Lo fermeremo, impediremo che continui a distruggere il Regno, e chissà... magari riuscirò anche a salvarlo da se stesso, quando non ci sarà più tutto questo potere ad annebbiargli la ragione. Sto per riprendere a parlare ma vengo colta da un lieve starnuto involontario che copro con la mano voltandomi di lato. Dannazione!

  9. #2239
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    34
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Terminate le cure succede l'incredibile: Sage afferra Dahmer e lo trascina fuori dalla tenda per buttarlo nel fango e riempirlo di pugni.
    Preoccupata li seguo fuori con la principessa, ma quando capisco il motivo che ha spinto Sage a comportarsi così aspetto ad intervenire perchè capisco il suo bisogno di sfogarsi davanti alla persona colpevole di aver distrutto la tua famiglia.
    Rimango comunque pronta ad appianare gli animi con la mia aura in caso le cose si mettano male, ma non è necessario perchè Dahmer non risponde all'attacco e Sage si calma dopo qualche pugno ben assestato al volto.
    <<Non dovresti stare qui fuori, rischi una polmonite. Torniamo in tenda. Elen, ci raggiungi anche tu?>> ci chiede il ragazzo alzandosi da terra.
    <<Si, un attimo e vi raggiungo>> mi avvicino al boia che sta parlando con Devon.
    <<Non posso prendere ancora la pozione ed Elen ha appena usato i suoi poteri su di noi. Se Sage non ha niente in contrario, andrei a terminare il tavolo e rimontare la tenda della dispensa, quindi potresti pensarci tu a questo casino in faccia? Grazie, il mio debito aumenta>>
    <<Non preoccuparti, posso pensarci io...>> affermo, poi prendo tempo per una domanda <<Come mai non hai risposto ai pugni?>>
    La cosa mi ha piacevolmente stupita, forse sta cambiando veramente.
    Metto una mano sulla mascella per capire l'entità dei danni <<E' rotta, Sage deve averci messo tutta la sua forza e la sua rabbia... - constato senza alcuna emozione nella voce, se lo è meritato - Poteva andarti peggio.>>
    Già, poteva andargli molto peggio. Chissà quanti ancora cercheranno vendetta nei suoi confronti, in fondo Sage ha dimostrato grande controllo e lucidità a fermarsi, ma quanto resisterà?
    Ultima modifica di albakiara; 1st October 2015 alle 13:24

  10. #2240
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien


    Abgruntis
    Posso sentire nettamente il suono della lama che taglia le ossa, vedo quelle mani saltare una dopo l’altra e mi lascio sfuggire un ghigno di soddisfazione, ti è piaciuto il gioco, eh Cassandra? Il Primo dei miei stivali. Corro con Niniel in spalla e per fortuna è più leggera del previsto, me la scarrozzo come fosse un sacco di patate ed è proprio un tonfo che lo richiama a farmi voltare di scatto. Non mi rendo conto immediatamente di cosa è accaduto, le braccia…



    non le sento più, eppure le vedo, così come una fitta allo stomaco, mi verrebbe da urlare, ma grugnisco piegandomi su me stesso ed è allora che vedo Cassandra correre verso Niniel e calciarle sulle faccia.



    “Io ti ammazzo” le urlo mentre mi fissa “Possa essere l’ultima cosa che faccio De Lagun, io ti ammazzo è una promessa”

    Osservo Niniel in terra, abbiamo perso… cosa cazzo ho fatto? E’ viva… le do un paio di calcetti alla spalla per rianimarla ed avere la sua attenzione “Non riesco a trasportarti, Niniel” Parlo col fiatone e le fitte che mi percorrono il corpo “Siamo vicini al Glados, trascinati al suo interno” Poggio la spalla al portale ed attivo il varco “Ho una cosa da fare”

    sorrido allargando un ghigno “Fai uno scherzetto agli altri… “ Tanto lo stesso mi ammazzano per le sconfitta, tanto vale che mi goda gli ultimi istanti, spero che Niniel abbia capito. Aspetto che lei attraversi il portale e solo dopo che lo ha attraversato, visualizzo la mia nuova destinazione.

    Da qualche parte a Dohaeris
    Appena poggio piede sul manto erboso, riacquisto il pieno controllo di me, sento le mie braccia, le mie mani… tutto è dove dovrebbe essere. Ha smesso di piovere, ma gli stivali sono imbrattati, così come parte dell’armatura, ho lasciato che Gina si dissipasse rapidamente all’Abrguntis, non riuscivo neanche a reggerla e dove sto andando ora non voglio spaventare qualcuno.



    Mi aggiusto alla meglio i pantaloni e mi strofino la mano bagnata di pioggia al viso, così da ripulirmi dal sangue che ci ho spalmato sopra. Devo camminare un po’ nella boscaglia, ma ne vale la pena, sinceramente non ho per niente voglia di subire l’ennesimo interrogatorio di Drako, specialmente dopo un fallimento e neanche di sentire gli occhi di Esperin addosso, proprio i suoi… dopo che ho promesso tante cose, anche di vincere. Non sopporto l’idea di trovarmi al centro di un’altra discussione, ho bisogno di pensare ad altro, ho bisogno di distrarmi prima di tornare a quel caos di un accampamento. E’ un bel casino, almeno la vittoria non è ricaduta nelle mani di Reali… mani, mi vien da ridere. Quella donna, sono quasi certo fosse Deirdre, chi altri ha quegl’occhi e quella faccia da strega, padroneggiava la terra e sono quasi certo di aver intravisto quel suo bastone, ma era giovane, come può essere? Sarà la prima cosa da dire a Drako. Tra l’altro ho intravisto un viso sotto il cappuccio delle ribelli, una chioma rossa assolutamente familiare, non quanto quel suo bel sedere… Comunque, ho bisogno di pesare ad altro e di spassarmela almeno una volta in maniera decente, tornerò più tardi al campo.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •