Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 228 di 343 PrimaPrima ... 128178218226227228229230238278328 ... UltimaUltima
Risultati da 2,271 a 2,280 di 3422
  1. #2271
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    "Che odiasse i Raeghar è risaputo, ciò che la teneva alla Torre era solo l'anatema. Quindi si, lo ritengo possibile certo, potrebbe essere stata una spia, ma trovo comunque assurdo che dopo tanti anni sia riuscita a spezzare la maledizione dell'anatema e fuggire"



    .Dal resoconto dell’ultima battaglia dove ha combattuto Deirdre, sembra che stesse recuperando i propri poteri, sinceramente non ricordo neanche quali fossero, in alcune rappresentazioni di libri storici è disegnata in piedi sul suo bastone, presumo la levitazione, ma non ne ha fatto uso in battaglia… credo, o non me ne sono accorto, ma le sue radici su Larieth non erano certamente da principiante. "Lo stai rompendo..."



    Non capisco in un primo momento, ho gli occhi incollati al laccio che non ne vuole sapere di slegarsi, ma quando la osservo, mi rendo conto che si riferisce proprio a quello, le cuciture della casacca si stanno rompendo, dovrò farla aggiustare da Jarak, oppure è venuto il momento buono che imparo anche a cucire "aspetta..."



    Si avvicina a me e fissa a sua volta il nodo, si alza in punta di piedi ed inizia ad armeggiare con entrambe le mani, la lascio fare, altrimenti rischio di strapparmi l’armatura dalle spalle per il nervoso



    "mi chiedo come tu abbia fatto ad intrecciarli in questo modo..." Come ho fatto? Sono andato in un bordello e le meretrici hanno riso di me, quando mi hanno spogliato hanno aggrovigliato i figli e quando mi sono rivestito ho combinato un casino, perché mi giravano le scatole… ma quel po’ di intelligenza che mi rischiara la mente ogni tanto, mi suggerisce che non è proprio una bella idea dirle la verità, quindi mi limito a risponderle con una frase generica



    “La fretta… il nervosismo… l’impazienza” Tutto vero in fin dei conti, non si può dire che io abbia mentito, no? "Sei sicuro che gli occhi fossero i suoi?" Torno serio e mi avvicino un po’ a lei, per aiutarla a slacciare e finalmente il nodo si scioglie “Conosco gli occhi della mia septa, sono inconfondibili, anche se li ho guardati per pochi secondi prima di accecarla: li ho schiacciati nelle orbite” Le dico senza particolare espressione “Io non ne capisco molto di stregoneria, ma quella donna ne sa una in più di Raiden, sarebbe capace di tutto. E’ stato un bene che tu sia andata via dalla torre prima che diventasse più forte, ti avrebbe sicuramente usata in un modo o nell’altro, sono… sollevato in un certo senso” Cerco i suoi occhi per farle capire che sono sincero, se fosse rimasta alla torre, se solo avessi ritardato nel cercare di convincerla ad unirsi a noi, probabilmente sarebbe stato troppo tardi ed avrei mandato ogni cosa in fumo. “ Mi aiuti a sfilarla?” Se mi aiuterà, lascerò che mi sfili la parte anteriore dell’armatura, per poi girarmi e toglierla del tutto.

  2. #2272
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Sciogliere questi lacci sembra più ostico del previsto ed il fatto che la casacca sia totalmente fradicia peggiora le cose, sono sicura che intenzionalmente non sarebbe riuscito ad incastrarli in questo modo, è ovviamente frutto del nervosismo. Si avvicina ancora di più e mi blocco un attimo nel movimento, a disagio, per poi continuare a districarli un attimo dopo in modo più agevole grazie alla vicinanza, già la differenza in altezza che mi costringe a stare in punta di piedi non è d'aiuto, almeno ora riesco ad afferrarli meglio.



    Risponde serio alla mia domanda mentre contemporaneamente il nodo finalmente si scioglie “Conosco gli occhi della mia septa, sono inconfondibili, anche se li ho guardati per pochi secondi prima di accecarla: li ho schiacciati nelle orbite” mi dice senza particolare tono nella voce, mentre io torno con i piedi a terra e mi scosto leggermente da lui continuando a riflettere su quanto mi sta dicendo “Io non ne capisco molto di stregoneria, ma quella donna ne sa una in più di Raiden, sarebbe capace di tutto. E’ stato un bene che tu sia andata via dalla torre prima che diventasse più forte, ti avrebbe sicuramente usata in un modo o nell’altro, sono… sollevato in un certo senso” alzo lo sguardo stranita incrociando il suo mentre ascolto queste parole, sembra molto serio e credo che sia sincero, ovviamente lo pensa solo perchè servo a lui ed alla fazione per il cognome che porto, ma mi fa comunque piacere sentirglielo dire anche se è decisamente strano "Si...anche io sono sollevata. Non sarebbe riuscita ad usarmi così facilmente, non sono più la Esperin che tutti conoscevate, ma una volta libera dall'anatema avrebbe potuto provare ad uccidermi prima di fuggire, ed aveva libero accesso alle mie stanze considerato il suo ruolo. E' un bene che sia andata via prima, se era davvero lei" abbasso lo sguardo, continuando a rimuginare su quanto sta emergendo dal resoconto di questa battaglia. Dovremmo accertarci che sia effettivamente lei, i suoi occhi sono certamente inconfondibili ma nessuno ci assicura che siano unici, potrebbe essere una coincidenza. Forse...potrei provare a convocarla in Neutra dopo la riunione per avere conferma dei nostri dubbi, ma devo prima discuterne con Drako per capire se è un buona idea considerata la situazione, o se ha già avuto informazioni a riguardo. “ Mi aiuti a sfilarla?” alzo nuovamente lo sguardo quando sento questa sua richiesta, tentenno un attimo a disagio ritenendola abbastanza inopportuna, ma poi decido di aiutarlo notando il suo sguardo stanco e serio. Così mi avvicino nuovamente a lui, torno in punta di piedi e senza guardarlo porto le mani all'altezza delle sue spalle afferrando il tessuto della casacca fradicia, tiro i ganci verso di me con un gesto delicato per non rischiare di fare altri danni e sfilo in questo modo la parte anteriore dell'armatura cercando di evitare per quanto possibile il contatto con la pelle, liberandolo dal suo peso ingombrante. Mi sento molto in imbarazzo anche se razionalmente so che non ne ho motivo e quindi cerco di non lasciarlo trasparire, non è certamente il caso, sto solo aiutando una persona a sfilare un'armatura difettosa, mi è capitato altre volte alla Torre, non c'è niente di strano o di imbarazzante in tutto questo.



    Mi ritrovo così con la casacca in mano e con lo sguardo che involontariamente segue per un attimo i contorni del suo tatuaggio accentuato dalla pelle bagnata, resto interdetta ma un attimo dopo mi ridesto e distolgo lo sguardo incrociando il suo e distogliendolo ancora, per poi abbassare i piedi ed allontanarmi di qualche passo ripiegando la casacca. Evito di guardarlo concentrandomi su quello che sto facendo e lui si gira per sfilare la parte posteriore dell'armatura mentre io sempre più a disagio decido che è proprio il caso di uscire, non avrei mai dovuto prestarmi a tutto questo, decisamente non è il caso e non è opportuno, non dovrei essere qui soprattutto in questa circostanza, ma cosa mi è passato per la testa?



    Mentre valuto dove poggiare la casacca torno a guardarlo per dirglielo ma qualcosa attira la mia attenzione, ora che si è girato noto che dietro la spalla ha qualcosa di rosso, ma non è decisamente sangue... è rossetto. Il segno certamente di un bacio, un rossetto rosso molto acceso e molto volgare, decisamente non il rossetto che indosserebbe una fanciulla per bene.



    Ecco quindi il motivo del suo ritardo, mentre i suoi compagni erano in pensiero per la sua vita lui era a divertirsi chissà in quale bordello o chissà con quale donna di facili costumi raccattata alle porte dell'Abgruntis. E ci credo che è così stanco, poverino, mi fa quasi pena...ma per niente, che schifo! Un animale, ecco cos'è, un depravato...ma che mi frega? Niente, non mi frega niente. E' che poteva tornare al campo e rassicurarci prima di andare a fare i suoi comodi ma NO, freghiamocene, tanto cosa importa a lui degli altri? Fanculo. Ed io che ho avuto paura di dovermi occupare delle sue cose, dei suoi diamanti, del suo Castello e che mi sono preoccupata persino di suo figlio, ma chi se ne frega... sto stronzo. "Hai del rossetto sulla spalla" gli dico col tono più indifferente che riesco ad usare e che mi riesce decisamente bene, eh si, sono brava, anche se aggiungerei volentieri qualche insulto random al termine della frase, ma figurati se mi spreco per un essere così, non me ne importa proprio nulla, semplicemente poteva avvisare prima di allontanarsi considerato che non c'è solo la sua merda di vita coinvolta in tutto questo.



    Me ne devo andare, mi fa schifo anche solo respirare l'aria di questa tenda, potrebbe aver contratto qualcosa ed io ho pure toccato quello schifo della sua armatura, la tengo pure in mano ancora, ma che schifo! Poggio la casacca sul pagliericcio pulendomi poi le mani sulla gonna, prima di aggiungere con tono fintamente tranquillo "Bene...se non devi dirmi altro vado così puoi cambiarti" e magari lavati, che puzzi "vado da Drako ad informarlo della vittoria e di quello che ci siamo detti su Deirdre" aggiungo poi, e se non replicherà uscirò dalla tenda per andare ad avvisare Drako.

    *Presenza del rossetto concordata

  3. #2273
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    Jarak mi conferma che effettivamente hanno preso informazioni sulle fazioni avversarie e si allontana per poi tornare subito dopo con delle pergamene.
    <<Le ha scritte Drako. Ci sono molte informazioni sui nostri nemici. Non tutte, non sono aggiornate. Al Sinelux è sceso un ribelle molto forte. Domina il fuoco e usa un'ascia. Ma non figura nella lista. Probabilmente mancano anche altri nomi>> - mi dice l'uomo. Mi accorgo di stare fissando il suo occhio rosso in maniera un pò troppo insistente e riabbasso subito lo sguardo sui fogli che mi sta porgendo, sperando che non si sia accorto di nulla.
    "Ehm, grazie Jarak. Se non ti dispiace vorrei dargli un'occhiata veloce" - cerco tra i nomi dei ribelli quello di Andreus. Eccolo lì, Andreus de Lagun, il suo elemento è la terra e il suo potere il pozzo sabbioso. Sfioro con le dita il suo nome impresso con l'inchiostro, come se così facendo potessi essere in grado di sentirlo, in realtà non ho idea di come combatta, da ragazzini pensavamo di più a divertirci quando eravamo insieme. Insomma quando facevamo a botte era più per scherzo che per farci realmente del male, quindi queste informazioni mi giungono comunque nuove. Sembra diventato un uomo forte e temibile, eppure nei miei ricordi sarà per sempre il ragazzino dolce che mi chiedeva come stavo dopo una scazzottata.
    Faccio un mezzo sorriso prima di cambiare foglio e andare alla ricerca di Cassandra, questa volta tra le fila dei reali. Se di mezzo non ci fosse una guerra tremenda direi che questa storia è piena di ironia: tre persone che non molto tempo fa erano amiche adesso scendono in campo l'uno contro l'altro. Se il destino perfido vorrà che ci ritroveremo tutti e tre in battaglia ci uccideremmo a vicenda? Prevarrà la fazione o il sentimento? La ragione o il dovere?
    Mi scopro a deglutire rumorosamente, questo nodo allo stomaco è terribile, dovrei essere felice per la vittoria dei miei compagni, ma sapere che Cassandra è stata ferita gravemente è stato come un pugno in pieno viso senza che me lo aspettassi, spero che tra i reali ci siano degli abili guaritori perchè saperla in quelle condizioni mi fa male.
    Riprendo fiato e mi rivolgo di nuovo a Jarak: "Se vuoi condividere le informazioni che sai su quel ribelle posso pensarci io ad annotarle, anche se potrebbe non sembrare, so scrivere. Non che l'abbia fatto spesso, però sono in grado, ma il mio forte sono sicuramente i numeri." - bene, straparlo come al solito e di cose che non interessano a nessuno. Jarak sembra un brav'uomo e sembra avere molta pazienza, almeno so che non mi manderà a quel paese, spero. Lancio un'occhiata veloce a Dahmer che festeggia la vittoria con Elen e gli altri, per ora cercherò di evitarlo per quanto possibile e se Jarak sarà d'accordo con me mi concentrerò su queste pergamene.


  4. #2274
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    La cozza di Gaearmir, ecco da dove viene la somiglianza della ferita con quella fatta da Vicent! Il ghiaccio è un potere davvero pericoloso nel combattimento corpo a corpo, non c'è che dire. Nonostante le braccia mozzate, le ha pure spaccato la mascella... è decisamente un troll, altro che donna! Dell'altra reale non mi viene in mente niente, a parte la caratteristica degli occhi eterocromi, come quelli di Valerius. Come quelli della Strega dell'Ovest: ma Ryuk parla di una donna giovane, capelli rossicci... è abbastanza risaputo che la vecchia sia pelata, ma soprattutto lui l'avrebbe riconosciuta subito. A quanto pare, avere un occhio di un colore e l'altro diverso non è un particolare così raro come credevo. Immagino che vogliano fare subito al riunione, devo spicciarmi ad assemblare il tavolo: "Termino il mio lavoro sul tavolo, così possiamo fare la riunione". Mi allontano e mi metto subito sotto, riesco pure a incidere dei fregi alle gambe. Dei draghi, per precisione: siamo reietti, siamo seguaci del Dragone. Questa cosa mi pare abbastanza epica. Stiamo vincendo questa guerra, mi pare giusto fare qualcosa di epico. Do gli ultimi ritocchi, voglio che tutti possano ammirare la mia bravura!

  5. #2275
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Non hanno altre domande da rivolgermi. Meno male perché, sinceramente, in questo momento non ho voglia di parlare. Potranno gioire e festeggiare come pazzi per aver conquistato un'altra vittoria, ma non io. Non c'è nulla da festeggiare. Nulla per cui gioire.
    Sono stata trascinata via dal campo di battaglia di peso perché... perché è esattamente ciò che sono stata. Un peso per il mio compagno che si è ritrovato praticamente solo, durante una battaglia difficile, a dover gestire un arduo scontro e contemporaneamente pensare a come salvarmi il culo. Non l'ha fatto per me, questo lo so bene, l'ha fatto per la fazione. E sapere di non essere stata di alcun aiuto per il mio alleato e per la mia fazione è... umiliante. Doloroso ed umiliante. E' tornato all'accampamento illeso, mentre io... io...
    Ammetto che ora mi sento molto meglio. Posso muovere le dita della mano senza sentire alcun dolore e... sì, anche il polso... il braccio... Cavolo! Devon è veramente un bravissimo guaritore!


    "A più tardi"


    Proferisco con voce incolore, mentre continuo a massaggiarmi e muovere il braccio, per poi dirigermi nella mia tenda.



    Afferro i vestiti, un telo e mi dirigo nella tenda adibita a bagno.



    Qui mi libero velocemente e senza troppe difficoltà dell'armatura e mi concedo una doccia.



    L'acqua calda scivola lungo il mio corpo, liberandomi dalla tensione e dal dolore. Perché non può far scivolare via anche la rabbia, la tristezza, la delusione e la frustrazione? Perché?



    Volevo... voglio... diventare più forte ed invece anche oggi ho avuto la dura dimostrazione di non essere ancora all'altezza. Di essere una guerriera inutile ed incapace.
    Sbatto il pugno destro contro il legno della doccia: è per questo che sei morta del resto, no? A causa della mia incapacità.
    Esco dalla doccia, mi asciugo velocemente il corpo, indosso i vestiti e dopo aver riposto l'armatura ed il telo nella mia tenda, mi dirigo verso la dispensa. Inizio ad avere un certo appetito.



    Afferro un pezzo di pane, taglio una fetta di formaggio ed esco dalla tenda.
    Il beota in versione falegname. Che novità. Sembra anche bravo.
    Senza rendermene conto, mi siedo su un tronco e comincio a mangiare, osservo il suo operato.
    Ultima modifica di valuccia85; 6th December 2015 alle 00:12

  6. #2276
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Valerius Urthadar

    Purtroppo non tutti riescono a fingere indifferenza come la principessa: è impossibile infatti non notare la curiosità di Sage nei riguardi del mio occhio rosso, mi sta fissando come se mi fosse cresciuta una seconda testa. Non posso comunque fargliene una colpa, è strano, brutto e inquietante, probabilmente se i ruoli fossero invertiti anche io faticherei ad ignorare una cosa del genere. "Ehm, grazie Jarak. Se non ti dispiace vorrei dargli un'occhiata veloce", mi risponde poi, abbassando lo sguardo sulle righe scritte da Drako come se stesse cercando un qualche nome in particolare. Dopo qualche secondo sembra anche averlo trovato ma non mi impiccio e non tento nemmeno di spiare sul foglio, non è di certo affar mio e ho intenzione di riservargli lo stesso rispetto che ogni altro reietto ha riservato al sottoscritto. Lo vedo poi scrutare la lista dei reali con la stessa foga di prima, sembra che qualcosa lo abbia davvero colpito ma anche stavolta evito di fare domande scomode. "Se vuoi condividere le informazioni che sai su quel ribelle posso pensarci io ad annotarle, anche se potrebbe non sembrare, so scrivere. Non che l'abbia fatto spesso, però sono in grado, ma il mio forte sono sicuramente i numeri". Il ragazzo conferma l'impressione iniziale che ho avuto di lui con questa proposta, è molto espansivo, un aggettivo che non posso dire si addica anche a me. <<Va bene>>, gli rispondo annuendo, per poi indicare uno dei tanti tronchi liberi. <<Immagino ti serva una superficie su cui scrivere. Dato che non abbiamo un tavolo, credo che uno dei tronchi vada bene>>. Mi posiziono proprio vicino a uno di essi e aspetto che Sage mi raggiunga. <<Usa questo per scrivere>>, continuo, consegnandogli il mio pezzetto di carboncino. Poi gli fornisco la descrizione del ribelle. <<Scrivi "uomo muscoloso" al posto del nome. Il cappuccio nascondeva il viso, quindi non posso dirti molto. Domina il fuoco e brandisce un'ascia. Uno dei poteri che ha a disposizione è il soffio di fuoco>>. Mi rendo conto che è un po' povera, ma non so altro. Rimango in silenzio, ma poi mi ricordo che devo dirgli un'altra cosa. <<Ah. Puoi chiamarmi anche Valerius. Cioè...>>, tossicchio, nervoso, <<Preferirei che lo facessi>>. Forse dovrei anche tentare di socializzare... non abbiamo parlato molto da quando è arrivato. E poi lui è così socievole... non voglio sembrare un maleducato. <<Come va? Con... tutto?>>. Eh? <<Nel senso. Ti piace qui?>>.
    Our wills and fates do so contrary run

  7. #2277
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    Mi sistemo in ginocchio di fronte ad un tronco su cui poggio i fogli che mi ha dato l'uomo e ascolto il suo racconto sul ribelle per poi scrivere tutto quello che si ricorda con il pezzo di carboncino che mi ha dato lui stesso.
    "L'uomo muscoloso" - ripeto ad alta voce rileggendo ciò che ho scritto - "Certo che deve essere stato un soggetto difficile da domare, ma tu ce l'hai fatta e sei riuscito a sconfiggerlo. E' fantastico!" - è un uomo davvero strano, silenzioso e taciturno, ma con lo sguardo buono nonostante il suo ... ecco, lo sto fissando di nuovo: stupido Sage, piantala!
    <<Ah. Puoi chiamarmi anche Valerius. Cioè... preferirei che lo facessi>>
    "Valerius? Scusa io ... credevo ti chiamassi Jarak, almeno, gli altri ti chiamano così, devo aver capito male?" - oppure si è presentato proprio lui come Jarak? Non è che mi sta prendendo in giro perchè si è accorto che gli fisso l'occhio? Lo guardo stranito, ma lui cambia repentinamente argomento domandandomi come sto e se mi trovo bene.
    "Sto benissimo, mi avete accolto come se fossi un membro di vecchia data della fazione e ve ne sono grato." - faccio un pausa guardando a terra, poi riprendo, grattandomi una tempia col carboncino - "Ho preso a pugni Dahmer, prima. Lui ha tranquillamente confessato di essere il boia della Luna, lo stesso boia che ha ... che ha ucciso mio cognato per ordine del re, ma sembra che a nessuno qui importi. Al mio arrivo è stato uno di quelli che mi ha aiutato di più ad integrarmi e adesso io non capisco, sono confuso. E quello che provo in questo momento non mi piace, vorrei tanto che non avesse detto nulla!" - faccio un sospiro profondo e tiro su col naso - "Scusa se ti dico queste cose, ma è come se in te vedessi qualcosa di mio padre e con lui mi confidavo sempre, gli dicevo tutto. O quasi. Un pò mi manca."
    Che stupido che sono, non riesco mai a tenere la bocca chiusa, ma che posso farci: anche con quell'occhio inquietante quest'uomo mi ispira fiducia da ogni poro.
    "Ho scritto tutto giusto? Devi aggiungere altro oppure abbiamo finito, Valerius?"


  8. #2278
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Esperin mi aiuta a sfilarmi un pezzo dell'armatura, immediatamente il senso di oppressione si attenua, il petto è libero dal tessuto pesante e bagnato, la pelle si rinfressca mentre sento delle goccioline di acqua scivolarmi sui pettorali. Respiro profondamente, prendendo una grossa boccata d'aria, il mal di testa che stava iniziando a martellare, svanisce nel nulla. Punto gli occhi su Esperin e la trovo a fissarmi la spalla ed il petto, starà pensando che sono un rozzo come al solito, ma è strana... sembra nervosa, titubante.



    Mi guarda, ma devia quasi subito, puntando gli occhi altrove... conosco questo tipo di atteggiamento, ma no... non voglio credere che sia così, non lei e non con me. Sarebbe fin troppo strano, non ho considerato mai la Raeghar per qualcosa che andasse oltre il suo cognome, anche se l'idea di sbattermela come un tappeto è stato costante per un certo periodo, ma unicamente come dispetto alla corona ed al fratello, a volte avevo persino difficoltà a mettere a fuoco il suo viso nei miei pensieri, pur avendola costantemente avanti gli occhi tra Castello e Torre. Prima di voltarmi le rivolgo un sorriso accennato, cercando un ulteriore contatto visivo, questo suo atteggiamento mi incuriosisce, anche se stento a credere a quello che mi è balenato per un attimo in mente.
    "Hai del rossetto sulla spalla"



    Sgrano gli occhi pietrificandomi, per fortuna è alle spalle e non può vedere la mia reazione, ma MERDA! Quella stronza mi ha sporcato con quello schifo di rossetto e non me sono neanche accorto! Che immensa figura di merda! MERDA! Avrà capito perchè sono arrivato in ritardo, potrei dirle che non è come pensa e sfortunatamente è esattamente così, non ho fatto un bel niente. "Bene...se non devi dirmi altro vado così puoi cambiarti"



    Mi parla con tono serio, troppo serio, fino a qualche istante fa non era così, non è un bene, per niente... "Ho detto tutto"



    non replico al rossetto, che dovrei dirle? Ho scarrozzato Niniel sulle spalle all'Abgruntis e mi ha sporcato? Non ce l'ha neanche quello schifo di rossetto e solitamente è viola. E poi non vedo perchè io debba darle spiegazioni sinceramente, è chiaro che questo matrimonio non ha nulla a che vedere col rispetto reciproco, posso farle quante corna mi pare, non andrebbero neanche considerate tali e poi oh, dove sta scritto che dopo la battaglia devo correre subito qui? "vado da Drako ad informarlo della vittoria e di quello che ci siamo detti su Deirdre" "Bene"



    rispondo diretto, forse con tono nervoso senza farlo di proposito, questi cambi di umore influiscono sui miei, sta stronza. Appena esce dalla tenda, mi spoglio totalmente e mi poggio sul pagliericcio, ora voglio dormire, me lo merito, fanculo.

  9. #2279
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    "Bene" si limita a rispondere Ryuk, bene, ma bene cosa? Razza di screanzato. Ha pure improvvisamente l'aria nervosa, incazzata, come se la mia semplice constatazione lo avesse infastidito per non so quale ragione, o come se questo suo comportamento irresponsabile e menefreghista fosse normalissimo in un momento ed in un contesto come questo, con tutto quello che c'è in ballo, e non meritasse la mia disapprovazione. Al diavolo, non vale la pena farsi il sangue amaro, è tornato vivo, respira ed è questo che mi interessa, così potrò avere il mio annullamento e tornare alla mia vita quando tutto questo sarà finito, con la fortuna di poter stare a chilometri di distanza da lui e dai suoi diamanti. Che ribrezzo, che odio sapere che il mio nome è legato al suo, se tornassi indietro in questo momento col cavolo che gli direi di si... ma che dico, lo farei perchè mi serve, perchè serve alla fazione, ma quanto mi disgusta lo sanno solo gli Dei.



    Devo calmarmi... calmarmi ed andare da Drako che certamente merita tutto il tempo e l'impegno che IO sto dedicando a questa causa, a differenza sua, e che mi riserva la considerazione ed il rispetto che merito per i miei sforzi. Ma va bene, va BENE, ormai la battaglia è finita ed è andato tutto bene, abbiamo anche vinto, non potevo sperare di meglio. Cammino rapidamente attraverso il corridoio illuminato dalle fiaccole, fino ad arrivare dove prima era il tavolo, vedo Niniel intenta a mangiare e ad osservare Dahmer costruire il nuovo tavolo, sembra aver quasi terminato e se non sbaglio sta anche incidendo il simbolo della fazione sui piedi del tavolo, è davvero un lavoro egregio, devo ammetterlo "è molto bello" esclamo sorpresa, provando ad essere gentile, mentre gli passo accanto diretta verso la tenda di Drako. Noto Sage assieme a Jarak intenti a scrivere qualcosa su una pergamena, sembra...sembra come quella dove ho annotato un paio di giorni fa le informazioni che avevo, ma mi sembra di scorgere meno righe di quelle che ricordavo. Che sia un'altra? Dovrò chiedere a Drako ed in caso provvedere ad aggiornarle tutte. "Niniel e Ryuk sono tornati ed abbiamo vinto" gli dico di getto, entusiasta, entrando nella tenda col sorriso sulle labbra, il nervosismo è ormai passato, quasi.



    Mi avvicino porgendogli il foglio che i saggi ci hanno lasciato, in modo che sappia del tradimento "Una delle reali ha tradito, c'erano Cassandra ed...un'altra donna. Ryuk pensa che fosse Deirdre, però era giovane e la cosa è preoccupante. A giudicare da come l'ha accecata facilmente dubito però che abbia riacquistato i propri poteri, anche se fosse. Potrei chiamarla in Neutra domani per accertarcene" gli spiego velocemente, prima di avvicinarmi al tavolo dove avevo lasciato la pergamena aggiornata



    "ho visto Sage e Jarak aggiornare una pergamena ma non è..." la trovo dopo qualche tentativo, ormai sommersa da altre carte, e la sollevo mostrandogliela



    "...non è questa, scusami pensavo fosse l'unica e non ti ho avvisato. E' aggiornata con tutte le informazioni in possesso dei Reali fino al momento della mia fuga" e mi è costato tantissimo compilarla, ma era necessario



    "potresti mostrarla durante la riunione ed unire le informazioni" dovrei avergli detto tutto, questa faccenda di Deirdre è davvero un bel problema per noi, spero non sia come pensiamo anche se minuto dopo minuto me ne convinco sempre di più.



  10. #2280
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Una mano di vernice ad acqua dovrebbe renderlo resistente agli agenti atmosferici, inoltre questo tipo di pittura trasparente asciuga in un battibaleno. La falena mi osserva mentre mangia, passa pure la Princy che sembra gradire la mia opera. Metto in piedi il tavolo e lo osservo soddisfatto: con un legno più pregiato e stagionato avrei fatto di più, così con una pittura più raffinata, ma tutto sommato è abbastanza bello. Raiden ha benedetto le mie mani, qualsiasi cosa faccia con loro mi riesce sempre bene. Molte fanciulle possono confermare. Altre no, ho dovuto ammazzarle, ma anche quelle morti sono state artistiche. "Sarà bello inaugurare il nuovo tavolo con la vittoria dell'Abgruntis" esclamo contento. Sono cresciuto tra maghi, quando per la prima volta mi recai lì, mi sentii davvero a casa, tra tante altre persone della mia razza. Me la feci sotto quando giunse Lord Tywin Leithien, lui non aveva bisogno di rilasciare l'aura di tenebra, ormai era diventata così potente che la si poteva percepire sempre. Il suo sguardo era freddo, impassibile, severo: lo ammirai, avrei voluto essere come lui, crudele, spietato, senza rimorsi. Ho desiderato persino averlo come padre, altro che quell'inetto che mi ero ritrovato io. Ma ora... è ancora così? Sicuramente, il potere che esercitava Tywin gli consentiva una libertà che chiunque gli invidiava. Il potere rende liberi, ti consente di fare che diavolo vuoi e di affrontarne le conseguenze. Di rendere Dohaeris ciò che vorresti che fosse. Prima di venire nelle fila di Kalisi, avevo solo il desiderio di vendetta e di distruzione che mi scorreva nelle vene e ora... ora devo riconoscere di essere cambiato. Qui, in questo campo, tra queste tende è tornata quella sensazione che provai all'Abgruntis... la sensazione di essere a casa.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •