Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 232 di 343 PrimaPrima ... 132182222230231232233234242282332 ... UltimaUltima
Risultati da 2,311 a 2,320 di 3422
  1. #2311
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Ricambio l'occhiolino di Ryuk con un ghigno, perchè diciamolo, Shayla è la numero uno! La farei dea, dea della fratellanza maschile! Guardo un po' storto Niniel quando fa delle affermazioni sarcastiche sulle nostre frequentazioni: bhe mia cara falena, siamo uomini virili, abbiamo bisogno di donne fatte a donne come la bella meretrice di Capo Tempesta! "In femminilità potresti imparare molto da Shayla" le dico ironico. Imparare, dovrebbe rifarsi tutta daccapo per sembrare anche vagamente una femmina! Poi però le sorrido un po' sfrontato, di simpatia: le è tornato il buon umore, anche se non dura molto. Finita la riunione, rincorre la Princy, Sage chiacchiera con Valerius e io... bhe non praticamente niente da fare, l'alba è sorta e non ho sonno. Vado verso al dispensa, per cercare di recuperare la legna che vi ho lasciato ma... è tutto un disastro, non c'è stato tempo per sistemarla. Sospiro profondamente, meglio rimboccarsi le maniche. Inizio quindi a sistemare la tenda, ripiantare i pioli, le assi di legno per aiutano a reggere la struttura, a tendere bene i tiranti. Tutti scansafatiche qui, eh? Dovrò chiedere una lauta mancia per tutta questa manutenzione!

  2. #2312
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Accetta le mie scuse e mi sento subito meglio. Chissà perché.



    E' come se qualcuno avesse tolto un enorme macigno dal mio cuore. Mi sento... sollevata.



    Cazzo... quanto sono complicata. Qualcuno dovrebbe analizzarmi. Sì... inizio seriamente a pensarlo.
    Spera di poter essere considerata per i propri ideali e non per la fazione da cui proviene e nell'udire queste parole la sensazione di disagio aumenta. Posso comprendere il suo discorso, davvero, ed è stata anche gentile con me finora, ma... tempo. Ho solo bisogno di tempo. Tempo per elaborare tutto questo. No. Per accettarlo.
    Devo solo riuscire ad accettarlo.
    Mi limito ad annuire. Perché... perché è più facile. Comprendo il suo punto di vista razionalmente, ma il cuore... quello sanguina ed ora non posso ancora accettare tutto questo. Non ce la faccio.
    Improvvisamente, però, le sue parole ed il suo sorriso... io... semplicemente... sorrido. Cosa mi succede?
    Chi mi capisce è bravo...

    "Grazie... - affermo accennando un sorriso - Adesso vado. Devo fare una cosa. Grazie per... la... sì, hai capito... la nostra chiacchierata..."



    Ricambia di nuovo il mio sorriso, così mi volto di spalle ed inizio ad incamminarmi per raggiungere l'infermeria.
    Dopo tre passi, tuttavia, mi blocco. Mi volto nuovamente verso di lei ed aggiungo...



    "E' un grande guerriero. Se sono ancora qui è solo merito suo..."



    Mi giro di nuovo e ricomincio a camminare. Devo cercare una cosa in infermeria e spero di trovarla.



    N.B. Sorriso di Esperin concordato con Serenarcc



    Ultima modifica di valuccia85; 6th December 2015 alle 00:35

  3. #2313
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    A quanto pare sono l'unico maschio del campo a non aver conosciuto questa Shayla! Poco male, sono sicuro che le mie amiche di Ethis sono molto meglio e soprattutto nessuna di loro si fa pagare. Mi scappa da ridere al solo pensiero, ma Drako mi riporta alla realtà dandomi la possibilità di scegliere fra ben tre tende di alcuni ex compagni. Fantastico, fino a ieri dormivo fuori e oggi sono multiproprietario!
    La riunione è giunta al termine a quanto sembra, Niniel, dopo avermi rivolto parole di incoraggiamento, si allontana seguendo Esperin, anche Ryuk va via e poi Dahmer. Come se fosse un fantasma, Valerius si alza senza proferire parola e prima che si allontani gli faccio un cenno di saluto.
    Bene, credo sia giunta l'ora di andare. Mi affaccio alla tenda di Drako per chiedergli: "Un'ultima cosa e poi non ti rompo più per oggi" - alzo gli occhi al cielo, è già l'alba e non manca molto al sorgere del sole, ma è stata una giornata abbastanza faticosa per non andare a dormire - "Non vorrei intrufolarmi in tende il cui proprietario è ancora in circolazione, mi indicheresti le tre libere? Da lì in poi mi arrangio da solo."
    "Certo, la terza e la quarta sulla destra erano rispettivamente di Larieth e Lysa, quella subito dopo l'infermeria sulla sinistra di Zagarth" - la risposta del Gran Maestro non tarda a arrivare.
    "Grazie, buon riposo."- mi allontano e saluto gli altri che saranno rimasti al tavolo prima di andare verso il campo d'allenamento per recuperare la legna che ho lasciato lì ieri sera. Poi raccoglierò tutte le mie cose e mi sistemo nella tenda vicino all'infermeria, mi sembra un buon posto e finalmente dormirò con un tetto sulla testa, sperando che Elen non decida di farsi un altro viaggetto tra le nuvole!

    *risposta di Drako concordata


  4. #2314
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    Durante la riunione rimango silenziosa a riflettere sulle novità: abbiamo vinto nuovamente, ma a rovinare la bella notizia è il tradimento della strega dell'Ovest che a quanto pare è tornata giovane ed è riuscita a liberarsi dalla prigionia dei Raeghar. La cosa è preoccupante, ma spero che Esperin abbia ragione nel dire che non ha recuperato i suoi pieni poteri, in fondo non ne ha fatto uso in battaglia.
    Tranquillizzata dalle sue parole mi concentro sulle nuove informazioni dei rivali e sulla prossima battaglia che vedrà scendere in campo Sage e Devon: non li ho ancora visti combattere, ma sono certa che daranno il massimo per conseguire una nuova vittoria, un nuovo tassello per assicurarci il futuro di Dohaeris.
    La riunione tetermina, ma invece di andare a dormire, anche se è già l'alba, mi avvicino a Dahmer che sta cercando di riparare al mio disastro con la tenda.
    <<Posso aiutarti in qualche modo? Voglio rimediare al pasticcio che ho combinato...>>
    Non sono molto pratica con queste cose, ma se vorrà lo aiuterò con le travi e a tendere il telo, con il volo dovrei riuscire facilmente a legarlo nei punti più alti.

  5. #2315
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Niniel non è di molte parole, si limita ad annuire ed a ringraziarmi dicendomi poi di avere qualcosa di importante da fare. Però mi sorride, gesto che ricambio subito, e questo mi fa capire che quella tensione che avvertivo si è in parte affievolita, ne sono contenta.



    Sta per andare via quando si volta nuovamente e mi parla di Ryuk, del fatto che è qui grazie a lui e che è un grande guerriero. Mi ritrovo a sorriderle ancora, mentre si allontana, e poi mi siedo su un sasso e poggio la schiena contro un tronco incrociando le braccia attorno alla vita, chiudendo per un momento gli occhi stanchi. E' certamente per la stanchezza e per i troppi pensieri di oggi che mi sento così demoralizzata e spossata, sicuramente se riuscissi a riposare un pò andrebbe meglio.



    Dovrei tornare in tenda e dormire ma il gioco di luci ed il movimento dell'acqua del lago mi rilassano, quindi decido di restare ancora qualche minuto qui. Sono contenta di aver chiarito con Niniel, anche se le sue parole mi hanno scosso più di quanto avrei voluto, non è per niente facile mettere da parte l'affetto che provavo per loro e per mio fratello, anche se sono consapevole di aver fatto la cosa più giusta, vorrei che non fosse stato necessario.



    Faccio un profondo respiro, iniziando ad intonare nella mia mente una canzone che mi insegnò mia madre durante una delle nostre lezioni di canto e che sembra rispecchiare il mio pessimo umore, dando poi voce a quella melodia. Ricordo i suoi consigli, le sue ammonizioni, il suo sguardo soddisfatto quando riuscivo a mettere in atto i suoi insegnamenti, così come ricordo la sua voce dolce e melodiosa ma allo stesso tempo sicura e forte che si intrecciava alla mia nel cantare insieme. Amavo cantare e lo amo tutt'ora, era una delle passioni che coltivavamo insieme, anche se io ho sempre preferito farlo in privato, non amando stare al centro dell'attenzione.




    In tante occasioni ho sperato di diventare risoluta e fiera come lei, ma alla fine quel lato di me più affine a mio Padre ha prevaricato sul resto definendo il mio carattere, e ne sono felice. Quando canto però, soprattutto se come in questo momento so che non mi ascolta nessuno, mi sento molto più sicura di me, proprio come lei avrebbe voluto che mi mostrassi anche nella quotidianità. Forse ricordo male le parole della canzone...ma non ha importanza.

    My hope is on fire
    My dreams are for sale
    I dance on a wire


    Quanti sogni che avevo. Sogni in cui non credo più da quando mi sono ritrovata faccia a faccia con tutto questo schifo. La speranza di riuscire a cambiare qualcosa, di fare la cosa giusta, ed il fuoco che guida ora le mie scelte. Sono felice di aver seguito Drako, in lui credo ancora.

    I walk against the stream
    Fight for what I believe in
    I run towards the end
    Trying not to give in


    Sto lottando per ciò in cui credo, finalmente, senza guardarmi indietro ora che ho aperto gli occhi. E ci stiamo riuscendo, stiamo vincendo, non potrei esserne più felice! Eppure...

    My heart is frozen
    I'm losing my mind


    ...Eppure a volte, come ora, mi sento confusa, sia nel pensare a cosa sta succedendo altrove, sia nel dare un senso a determinate strane sensazioni o reazioni che...non controllo e non comprendo. Non dovrei lamentarmi, non sono qui per farlo. Però ho dovuto lasciarlo, e come posso stare tranquilla pensando a quello che è diventato? Io ho provato...

    I tried to revive what's
    Already drowned
    They think I'm a fool
    Can't realize
    Hope plays a wicked
    Game with the mind
    'Cause I thought that
    Love would bind


    ...ho provato, per tanti e tanti anni, non l'ho abbandonato e non devo pensare il contrario, come mi ha confermato anche Drako. Me lo dicevano, continuamente, sia le persone che i fatti, nonostante non fossi ancora in grado di comprendere determinate cose. Mi mostravano che era inutile, che giorno dopo giorno si stava avvicinando l'inevitabile, che lo avrei perso. La speranza gioca con la ragione, con la mente, illudendoti dell'impossibile, ed io pensavo che l'amore per lui sarebbe bastato, che la mia vicinanza sarebbe bastata, ma non è stato così e non mi resta che combatterlo con tutte le mie forze, congelando quei sentimenti.



    Riapro gli occhi e smetto di cantare sentendomi una stupida a perdere tempo in questo modo, a deprimermi dietro una canzone. Spero solo di non aver alzato troppo la voce.
    Sono forte, sto lottando accanto a Drako, dalla parte giusta, andrà tutto bene e se gli Dei vorranno riusciremo anche a far ragionare Lantis, ma ora devo smetterla di fare la ragazzina lagnosa e... devo andare a dormire così da essere presto in forze per un nuovo allenamento, e perchè no...anche per festeggiare degnamente questa vittoria! Si...un minuto e vado.

  6. #2316
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    “Mhh” ok ho ufficialmente male ovunque e si… questa febbre non accenna ad andar via, credo proprio che necessito di qualcosa in infermeria.



    Mi stiracchio sul pagliericcio, senza alzarmi, resto con le braccia stese all’indietro ed piede poggiato in terra, mentre sono rivolto a pancia in su. Respiro profondamente con gli occhi ancora chiusi ed uno stizzo di tosse mi fa contrarre l’addome violentemente. “Raiden” sibilo a denti stretti e finalmente mi sollevo, resto seduto qualche secondo mente mi sfilo qualche ago di paglia che si è insinuato in parti poco opportune ed inevitabilmente mi viene in mente Esperin con quelle grosse occhiaie a gonfiarle il viso, se io, che dormirei perfino su di un masso, ho difficoltà a chiudere occhio su questo groviglio di aghi, figuriamoci lei viziata com’è. Non ho intenzione di avere una principessa zombie al campo, specialmente se non dorme e diventa più isterica di quello che è già, ogni volta che mi avvicino sembra che voglia mangiarmi vivo e non nel senso “bello”, purtroppo. Mi alzo e mi sistemo alla meglio, mentre mi passo una mano sul viso e strofinarla poi sugl’occhi, mi rendo conto che la barba sta crescendo un po’ troppo, devo tagliarla prima che diventi come quella di mio padre, odio quando ci somigliamo più del dovuto ed odio quando me lo fanno notare. Quando esco dalla tenda mi rendo conto che è ormai l’alba, un giorno nuovo e sono ancora tra i vivi, dopo tutto quello che è successo è solo per intercessione divina, sento che non mi vogliono neanche all’Elysio o nei campi di Raiden. Niniel mi passa avanti, sembrava incazzata con me, decido quindi di evitarla e mi avvicino alla tenda con le vivande ma è totalmente sotto sopra, che cazz? Non mi sono reso conto che fosse ridotta in questo stato, ma che è successo? Dahmer ed Elen stanno armeggiando per sistemarla, io semplicemente passo oltre, non mi perdo d’animo e cerco qualcosa da mangiare. Trovo un bel pezzo di formaggio, sembra fresco senza muffa, né vermi, quindi lo addento senza vergogna trangugiandolo tutto, fino a sentire il rutto che risale prepotente come segno di ringraziamento da parte del mio stomaco. Decido di andare al lago e rinfrescarmi il viso, ma quando giungo nei pressi della riva, sento qualcosa… una voce femminile cantare, è decisamente melodiosa e… bella, sì è una bella voce ed io sono veramente critico in fatto di musicalità. Mi avvio verso la fonte della melodia ed è là che la vedo: Esperin. Canta, canta con una voce che non credevo possedesse, nonostante la tonalità bassa.



    Resto quasi incantato ad osservarla ed ascoltarla, sembra giù di morale… so che faccio parte dei motivi per i quali non saltare di gioia, so che la morte di Rickard è ancora fresca, l’allontanamento dalla torre, il matrimonio.., forse sono stato troppo duro con lei, specialmente dopo quello che ha fatto per me, non gliel’avevo chiesto, non era suo dovere venire a casa mia, non era suo compito aiutarmi col braccio congelato, eppure lo ha fatto.



    Ultimamente penso troppo agli altri, non è da me, non è da quello che dovrei essere, ma devo sdebitarmi in qualche modo con lei. Faccio il giro lungo ed arrivo a Glados, così da non essere visto da lei e lo attraverso. Arrivato a Faradorn salgo velocemente al secondo piano della mia casa e cerco quel che serve nei cassetti. “Trovato” Aggroviglio il tutto tra le mani e torno rapidamente al campo, devo essere veloce e spero che nessuno noti il fatto che sto entrando nella tenda di Esperin, anche se beh… c’è gente qui fuori, ma confido che si facciano i fattacci propri, dopotutto sto entrando in tenda di mia moglie, no? Mi chiudo per bene la stoffa alle spalle, sistemo ed armeggio un po’, fino ad osservare il risultato finale, dovrebbe andar bene così, tutto ben fermo.



    Lascio la mia firma, qualcosa che lei solo capirà ed esco dalla tenda, senza badare ai presenti, mi siedo al tavolo e dopo aver poggiato i piedi su di un altro tronco, alzo il viso verso il sole e chiudo gli occhi, un pò di relax per me.


  7. #2317
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    L’ennesimo sbadiglio mi convince ad alzarmi per tornare indietro, stendo così le pieghe del vestito lasciando cadere la polvere a terra e poi inizio ad incamminarmi lentamente verso la mia tenda. Non ho intenzione di poltrire tutto il giorno, è già l’alba, ma ho bisogno almeno di chiudere gli occhi per un paio d’ore, sempre se Saraswaty mi farà la grazia di riuscirci considerato l’andazzo di questi giorni.



    Attraverso il corridoio con le altre tende e mi accorgo che sono ancora tutte aperte e vuote, probabilmente ancora nessuno è andato a dormire, ed infatti quando arrivo nei pressi del tavolo noto un gruppetto di persone nei paraggi. Dahmer ed Elen stanno facendo qualcosa in dispensa, Ryuk è seduto su un tronco, Sage sta riponendo della legna, forse l’unico ad essere in tenda è Drako ma suppongo che sia immerso in qualche scartoffia e non stia dormendo, come suo solito.



    Saluto tutti e nessuno in particolare, trattenendo un altro sbadiglio, per proseguire poi senza dire altro ed entrare nella mia tenda. Ne chiudo il tessuto alle mie spalle e mi volto verso il pagliericcio con l’intenzione di stendermici sopra, quando quello che vedo mi lascia decisamente stupita.



    Sgrano gli occhi nel notare che il pagliericcio è stato legato con dei lacci a tenerlo fermo e rivestito quasi a formare un letto, con tanto di lenzuola, coperte, ed un cuscino dall’aspetto decisamente morbido, mi sembra anche di averlo già visto quel cuscino da qualche parte, ma infondo i cuscini sono tutti uguali. Non ho dubbi su chi sia stato, sicuramente Drako deve essersi preoccupato dopo aver notato le mie occhiaie oggi in tenda ed ha quindi cercato di migliorare le condizioni del pagliericcio, considerate quelle che erano le mie abitudini, è tipico di lui ed apprezzo le sue premure ma non era necessario. Già ho la tenda più grande, il tavolo con le sedie, il doppio baule, i libri…ora anche il pagliericcio rivestito, cosa penseranno gli altri? Finirà che mi prenderanno in odio considerandomi troppo privilegiata, non voglio questo, sarei riuscita ad adattarmi. Apro il tessuto della tenda e muovo qualche passo verso l’esterno con l'espressione titubante, intenzionata ad andare in quella di Drako per ringraziarlo ma anche per spiegargli che preferisco essere trattata come gli altri per non dare adito a lamentele, ma poi mi blocco e torno a guardare il letto. Sembra così comodo... tanto comodo e tanto invitante. Mi avvicino nuovamente, passo una mano sul lenzuolo e questa scorre facilmente fino al cuscino senza incontrare quegli odiosi aghi del fieno, forse… forse potrei stendermi solo un attimo, prima di andare a parlargli, non cambierebbe poi molto la situazione ormai.



    Non mi preoccupo neanche di richiudere la tenda, il tessuto è rimasto semplicemente accostato, lentamente mi stendo sul letto ancora vestita ed abbraccio il cuscino sprofondandoci con la testa, si...è proprio morbido, non mi sbagliavo, profuma di pulito anche, e non di fieno. Va bene, giusto un minuto, poi vado a parlargl-zZzZz



    *Esperin non ha ancora notato la "firma" di Ryuk

  8. #2318
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Resto col viso alzato verso il sole ed i caldi raggi già mi fanno sentir meglio.



    Quando volto il viso alla tenda di Esperin la vedo sul letto, ormai non ha più senso chiamarlo pagliericcio, sembra in coma profondo, beh almeno ha apprezzato per una volta, anche se non mi aspetto un ringraziamento, sicuro mi inveisce contro, tanto è una abitudine.



    Sorrido appena e riporto l'attenzione a chi è attorno a me, Valerius sta fissando un foglio di carta con entrambi gli occhi... un momento! E la benda?



    Perché lo noto solo ora? Che ricordi non doveva averlo neppure l'occhio! Almeno mi sembrava di aver capito così ed invece è funzionante, a meno che il seguire l'altro non sia un puro riflesso.



    Mi avvicino di un posto e chino la testa nell'avvicinarmi a lui... voglio osservarlo meglio... "Che... cosa hai fatto?"



    Non so neanche cosa chiedergli con precisione, se l'ha fatto ricrescere, se gli sta facendo prendere aria, se ha perso la benda...

  9. #2319
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Elen mi aiuta, in fondo l'ha combinato lei sto disastro ma gli sorrido gentile lo stesso, indicandole cosa tenermi fermo, cosa sollevare, cosa mantenere. Vedo Niniel recarsi in infermeria e appena finiamo l'opera, saluto la guaritrice per seguirla. Che pizza, sembra tornata triste. Larieth mi mancherà: almeno era allegra quando non si tagliava le vene per Drako. O per Ryuk. O per solo Raiden sa chi. Perchè le femmine sono così complicate? O meglio, alcune femmine: quelle come Shayla non lo sono affatto, quelle come Niniel non so se si possano definire donne e quelle come Esperin... quelle sono proprio impossibili. Noi maschi invece siamo così semplici, prendiamo la vita come viene, ci divertiamo. Noi maschi se ridiamo è perchè una cosa ci fa ridere davvero. Se invece una femmina ride... eheh... possono esserci inferni di significati esoterici dietro quella risata! Ma che combina? Una candela... che le serve una candela? "In mancanza di un uomo che ti renda felice, prendi una candela?" le dico sarcastico, attirando la sua attenzione. Con lei devo dire che mi sento come in osteria tra soldati: non ha per niente l'aspetto di una fanciulla indifesa!

    Azione di Niniel concordata con Valuccia

  10. #2320
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Post Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Ma dove caspita... possibile che non riesco a trovarla?



    Mmm... no, qui non c'è. Forse... forse da questa parte... se controllo bene qui... oh, eccola!



    "Trovata!" annuncio a me stessa sinceramente entusiasta.

    Inizio ad osservare la candela ed è perfetta. Anche il colore, bianco, è quello giusto.
    Adesso devo solo trovare un posto isolato in cui...



    "In mancanza di un uomo che ti renda felice, prendi una candela?"

    Perché. Perché. Qualcuno mi spieghi il perché.
    Perché devo avere a che fare, ogni maledetto giorno della mia misera esistenza, con un deficiente come lui?



    Ho fatto qualcosa di male nella mia vita passata, forse? C'è qualche divinità che pensa di punirmi in questo modo?
    O che si diverte alle mie spalle? E' una sorta di maledizione che mi è stata inferta per aver ucciso tutte quelle persone? Cosa? Di cosa si tratta? Vorrei tanto saperlo!
    Mi volto verso la sua direzione e quel sorrisetto da beota stampato sulla faccia... Porca puttana quanto mi irrita!

    "Eh, certo - proferisco con tono beffardo pur mantenendo un tono di voce basso, così che soltanto lui possa udire le mie parole - perché voi uomini vi credete indispensabili, vero? - stringo la candela con forza nella mano sinistra - Magari questa candela è più utile di te e quell'idiota di Ryuk messi insieme! - avanzo verso di lui con uno sguardo pieno di rabbia - Chi lo dice che abbiamo bisogno di un uomo? Eh?! Eh?! - sono faccia a faccia con lui adesso - Magari pensi pure che noi donne non siamo in grado di difenderci da sole, no?! Certo! Perché siete voi maschi quelli forti, cazzuti e potenti, vero? Noi siamo solo delle povere incapaci che meritano di essere protette da tutto, vero? Sai qual è la novità, cocco?! Non abbiamo bisogno di voi! Non abbiamo bisogno di avere un uomo che ci difenda, siamo perfettamente in grado di proteggerci! Quando lo capirete, eh?!
    Come quell'imbecille: ero perfettamente in grado di difendermi da sola, non avevo bisogno di essere trascinata via come... come...
    "



    Il respiro è affannoso ed il cuore batte nel petto all'impazzata.
    Avrei tanta voglia di colpirlo, di dimostrargli quanto sono forte, di fargli comprendere che non ho bisogno di protezione o di...

    "Tu... tu... uffa!!!! - alzo momentaneamente la voce e poi concludo di nuovo con tono più basso - Meglio che me ne vado, sennò non so che faccio, guarda!"

    Senza nemmeno dargli il tempo di rispondere, esco dalla tenda e mi allontano in direzione del lago.
    Non ho proprio voglia di ascoltare le sue idiozie. Ora voglio pensare solo a ciò che voglio fare. Che devo fare.
    E devo calmarmi. Ora devo calmarmi...


    NB: Sorrisetto beota... concordato con Mary24781 U.U
    Ultima modifica di valuccia85; 6th December 2015 alle 00:39

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •