Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 233 di 343 PrimaPrima ... 133183223231232233234235243283333 ... UltimaUltima
Risultati da 2,321 a 2,330 di 3422
  1. #2321
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Valerius Urthadar

    Non so quanto tempo sia passato, fatto sta che mi trovo ancora seduto al tavolo e nessuna parola è magicamente apparsa sul foglio di carta davanti a me. Non che mi aspettassi diversamente, però è sempre bello sperare. La gente va e viene dalla zona, da qua riesco a vedere Dahmer ed Elen che tentano di ricostruire la dispensa, mentre Sage si allontana, probabilmente verso la sua tenda dato che l'ho sentito chiedere a Drako dove potesse dormire. L'unica persona che mi presta attenzione è Ryuk, pensavo si fosse ritirato a riposare, e invece me lo ritrovo vicino... fin troppo vicino per i miei gusti. Sta decisamente invadendo il mio spazio personale. Quando mi pone la fatidica, vaghissima domanda, non riesco a trattenere un sospiro. <<A quanto pare ho due occhi>>, gli rispondo tranquillo, senza distogliere lo sguardo dalla pergamena. <<Ho perso la benda. Poi ho scoperto di essere stato vittima di charme 23 anni fa. Non ho perso l'occhio ma gli hanno fatto qualcosa e non so ancora cosa comporti. Me lo avevano fatto dimenticare. Drako ha usato il suo charme per annullare lo... charme... credo>>. Faccio una smorfia, non è molto chiaro neanche a me. <<Tutto nell'arco di un giorno>>. Sospiro ancora, riassunta così la situazione sembra ancora più assurda e ridicola, forse facevo prima a inventarmi una qualche altra storiella. Sicuramente sarebbe stata più verosimile. Rimango in silenzio, con gli occhi ancora fissi sul foglio, in attesa che il Lord dell'Adamantem dica qualcosa... Un momento. Ryuk è il nuovo Lord dell'Adamantem. Si è recato appositamente al castello che era di suo padre per reclamarlo. Chi meglio di lui può aiutarmi? Sì, devo chiederglielo: anche se rifiuterà di darmi una mano, avrò almeno tentato. <<Aiutami>>, mi giro di scatto verso di lui, complice forse l'adrenalina. <<Scusa. Ho bisogno di una mano>>, continuo, più calmo, <<Ho deciso di reclamare Capo Tempesta. Credo che il primo passo sia far sapere ai lord locali che sono vivo, ma... non so se è una buona idea. Pensavo di mandare... lettere...>>, sposto lo sguardo sulla pergamena vuota, per poi tornare a guardare l'uomo. <<Non posso presentarmi lì senza preparare il terreno. Mi ammazzerebbero. Cosa devo fare?>>.
    Our wills and fates do so contrary run

  2. #2322
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Esce le unghie (le falene hanno le unghie?) e digrigna i denti come una cagnetta inferocita: noi donne così, noi donne colà, noi noi noi... se non avete il maschio che vi porta i soldi a casa o qualche cinghiale cacciato, morite di fame, ecco la verità! E manco sapete cucinare! Se ne va verso il lago tutta stizzita, manco le avessi detto chissà che battuta sconcia... no vabbè era sconcia, ma probabilmente tratteneva da un po' tutta quella tensione. Nello sclero... Ryuk l'ha trascinata via? Ah ecco come ha fatto a sopravvivere, si è fatta salvare il sederone da Leithien! Noi uomini non serviamo a niente, eh? Ma 'ste ipocrite isteriche psicopatiche nevrasteniche... uff forse la battuta me la potevo risparmiare. Era divertente però. Sospiro profondamente e chiudo gli occhi, per poi puntarli verso il lago: forse dovrei raggiungerla.

  3. #2323
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Mi siedo vicina alla riva, ma comunque distante a sufficienza per impedire alla candela di bagnarsi con l'acqua, l'accendo con i fiammiferi recuperati in infermeria poco fa e chiudo gli occhi.






    "Questa vittoria la dedico a te, Amica mia. L'unica persona che abbia mai amato nella mia vita. Mia sorella. Prometto che ti vendicherò. Non avrò pace finché quel mostro non avrà pagato con la sua misera vita per ciò che ti ha fatto..."



    Una lacrima scende lenta sul mio volto.



    Resto seduta. Immobile. Gli occhi incatenati sulla fiamma della candela.

    Ultima modifica di valuccia85; 6th December 2015 alle 00:42

  4. #2324
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Che spettacolo... non voglio muovermi da questa posizione per tutto il resto del giorno, al diavolo gli allenamenti, gli eventuali festeggiamenti, il cibo, tutto...non ho intenzione di uscire da questa tenda. Sono crollata in un sonno profondo appena ho poggiato la testa sul cuscino e sto dormendo così bene come non facevo da giorni, se non da settimane, e non ho alcuna intenz- "Esperin R-..." "Non ora!" esclamo stizzita gettando il cuscino nella direzione da cui proviene la voce di.... Mercur?



    Ho lanciato il cuscino in faccia al messaggero dei Saggi? Per tutti gli Dei, che figura di merda! Mi alzo di scatto scusandomi per i modi inopportuni mentre Mercur col suo solito modo di fare calmo ed impassibile mi porge una missiva prima di svanire nel nulla, lasciandomi sola ed ancora incredula per averlo colpito in quel modo. Mi decido a guardare la lettera e già dal sigillo capisco da dove provenga e chi sia il mittente, questa U spezzata da un fulmine è inconfondibile, mi chiedo cosa possa volere Aiden Urthadar da me dopo tutto quello che è successo, probabilmente l'unico suo interesse al momento è di vedermi morta dato che sono la causa principale del fallimento dei suoi piani per legare le due casate.



    La osservo per qualche secondo prima di aprirla, indecisa, quell'uomo mi inquieta e non posso negarlo, ma all'interno di questa missiva potrebbero esserci informazioni importanti di cui dovrei forse essere a conoscenza, quindi mi decido a leggerne velocemente il contenuto...

    Citazione Originariamente Scritto da Pey'j
    Esperin,
    Ho utilizzato il mio sigillo per darvi una scelta: aprire la busta, conscia dei rischi che entrambi corriamo, o rifiutare qualunque tipo di contatto con il sottoscritto. Se state leggendo queste righe significa che avete scelto la prima opzione, probabilmente non a cuor leggero, ma lo avete fatto comunque: perciò vi chiedo di continuare a leggere le parole che seguono per quello che sono, e di non vedere secondi fini dietro ad esse.

    Ci sono tante cose che vorrei dirvi. Ci sono tante cose che dovrei dirvi. Ma una lettera non è il luogo adatto per farlo, quindi sono costretto ad ammettere ciò che mai avrei pensato di ammettere: ho bisogno di incontrarvi. So che probabilmente non volete parlare faccia a faccia con un vostro nemico, proprio come io non amo rischiare di perdere la testa per tradimento, ma non vi starei proponendo un incontro se la situazione non lo richiedesse e non mi avesse reso disperato. Lantis è impazzito, non so se la sua nomina a Gran Maestro degli Stregoni c’entri qualcosa, ma non agisce più seguendo la logica: dopo il tradimento di Deirdre, di cui vi sarà sicuramente giunta voce, in poche ore ha trasformato la Torre in un vero e proprio carcere. Vi sono guardie ovunque, siamo costantemente tenuti sotto controllo ed è un miracolo che sia stato in grado di scrivere e consegnare ai Saggi queste poche righe. Lady Alinor è la principale vittima della sua pazzia: essendo stata una vostra cara amica e affidata alla septa, Lantis la vede come la prossima traditrice e una possibile spia nella fazione nonostante la sua nuova carica di Consigliera. Non ho mai nascosto il mio risentimento per la donna, ma pure io devo ammettere che certi provvedimenti deterrenti potevano e dovevano essere evitati. Lo so che siamo tutti vostri nemici, adesso, io forse più di altri, ma so anche che il vostro animo è buono e che non potrete dormire sonni tranquilli sapendo i pericoli che corre colei che un tempo era vostra amica. Voi, tra tutti, siete l’unica persona che può aiutarmi a risolvere questo casino, e vi spiegherò come. Non lo faccio per altruismo, mi conoscete, lo faccio per pura sopravvivenza: senza il vostro aiuto, ogni Reale perirebbe in pochi giorni. E so che questo non è l’obiettivo del Dragone.

    Vi imploro: trovate la forza nel vostro cuore di ascoltarmi. Non possiamo incontrarci alla Valmorghuli per motivi che vi spiegherò se accetterete il mio invito, sono riuscito ad accedervi per consegnarvi la lettera poco prima che diventasse inaccessibile. Vi propongo l’Auspex, un terreno sacro alla vostra razza e che non oserei mai macchiare con un’imboscata. Prendete ogni precauzione che desiderate, non ho intenzione di aggredirvi, né di combattere: voglio solo cercare di uscire vivo da tutto questo.
    Vi chiedo ancora un’ultima cosa: venite subito all’incontro, appena ricevete la missiva, oppure bruciate questa lettera e ignorate ciò che vi ho scritto. Anche se non vi fidate di me non agite di testa vostra, non scrivete a lady Alinor né a nessun altro, e non chiamate nessuno alla Valmorghuli: potreste finire con l’ammazzarci tutti.

    Che gli Dei vi assistano,
    Aiden Urthadar, Lord delle Tempeste, Signore di Castello del Tuono, Comandante delle guardie reali di Dohaeris
    Leggo e rileggo la missiva non so quante volte, indecisa su cosa ritenere vero e cosa puramente una menzogna del suo contenuto.



    Conosco Aiden e non mi fido assolutamente di lui, eppure ciò che scrive ha un senso, una reazione del genere da parte di Lantis sarebbe realistica e prevedibile, soprattutto dopo il tradimento di Deirdre, che quindi abbiamo la conferma sia la reale scesa in campo all'Abgruntis. Non posso credere che lo stia facendo davvero, non posso pensare che stia sfogando la propria rabbia su chi come Alinor mi era vicino quando ero alla Torre ma che non ha avuto niente a che fare con la mia decisione, di cui tra l'altro non era neanche a conoscenza. Aiden parla di misure eccessive nei suoi confronti, eppure nella lettera che mi ha mandato non accennava a nulla di tutto questo, ma potrebbe essere successo da poco, dopo l'ultima battaglia. O potrebbe essere tutta una scusa per tendermi un agguato sfruttando il mio buon cuore e l'affetto che mi legava a loro, non lo escludo minimamente e mi sembra certamente la spiegazione più plausibile per questa sua richiesta.



    Non posso andarci, non devo, sarebbe una follia, una stupidaggine, potrei ritrovarmi schierate tutte le guardie reali pronte ad ammazzarmi ed imprigionarmi...o forse davvero la situazione alla Torre è precipitata, non posso escludere neanche questo. E' inutile mentire a me stessa, non posso ignorarlo, non ne sarei capace, non posso fare finta di nulla sapendo che Alinor sta pagando per le mie scelte... devo andare, devo affrontare quell'uomo e qualsiasi cosa voglia dirmi. Esco dalla tenda con la missiva ancora in mano, ormai stropicciata per averla tenuta stretta con troppa forza, ma poi rientro di corsa ed apro il baule ricordando di non dover dimenticare la fede, devono credere nel matrimonio e non avere alcun dubbio in merito. Rovisto nel baule con foga ma non riesco a trovare l'anello, Dei! Spero di non averlo perso, sarebbe un disastro, non ora che non ho tempo di cercarlo con calma, dannazione! Le mani mi stanno tremando per il nervosismo e sto per gettare per aria tutto, quando finalmente un suono metallico mi avvisa che l'anello è caduto sul fondo e riesco a recuperarlo infilandolo al dito di fretta. Prendo di nuovo la lettera ed esco diretta senza esitazione verso la tenda di Drako, devo informarlo di quello che sta succedendo e del fatto che andrò a questo incontro, sono certa che capirà che devo farlo e che non posso ignorare quello che forse sta succedendo alle persone a me care. Arrivo ad un metro circa dall'ingresso della sua tenda e mi blocco, riflettendo...che sto facendo?! So già cosa farà Drako, cercherà di dissuadermi per la mia sicurezza, perchè questa scelta è troppo pericolosa considerata la mia posizione, e se dovessi insistere troverebbe un modo diverso per farmi cambiare idea, ne sono certa. Resto ferma qualche secondo e poi mi volto verso il sentiero che porta al Glados, forse dovrei andare da sola, non posso rischiare che mi fermi, ma è davvero troppo rischioso, sarebbe troppo stupido. Però... in effetti c'è un'altra persona con cui mi sentirei abbastanza tranquilla in una situazione del genere, potrei...chiedere a lui, nonostante tutto. Mi volto verso il tavolo e vedo Ryuk e Jarak parlare tra di loro, guardo ancora una volta la tenda di Drako incerta, per poi tornare a guardare Ryuk e voltarmi nella sua direzione, raggiungendo il tavolo. "Scusate" chiedo ai due, con la missiva ancora stretta con forza nella mano dove porto l'anello, "Dovrei parlarti, in privato, è importante" aggiungo rivolta a Ryuk, cercando di nascondere seppure a fatica il mio turbamento e la mia angoscia.



    Lascio che i due eventualmente terminino il loro discorso e mi dirigo senza pensarci verso la sua tenda, restando in attesa che mi raggiunga. Quando entrerà senza aggiungere altro gli darò in mano la missiva in modo che possa leggerla, e quando avrà terminato aggiungerò "Prima della mia fuga eravamo promessi in matrimonio, quindi suppongo sia tra quelli che maggiormente mi vogliono morta, al momento" gli dirò brevemente, per fargli capire la situazione e per quale motivo mi serve il suo aiuto "non sto chiedendo il tuo parere, andrò ugualmente anche se so che potrebbe essere un'imboscata. Ma mi sentirei più tranquilla se non fossi sola" gli dirò sincera, per poi abbassare lo sguardo aggiungendo "Drako non deve saperlo".

  5. #2325
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    Sono stati due giorni intensi, molto intensi. Sono arrivato, mi sono presentato e sono stato scelto per andare in battaglia, chi può vantare una carriera più fulminante di così?
    La scelta della tenda sembra ottima, finisco di sistemarla e mettere a posto le mie cose: è spaziosa, essenziale ma confortevole, mi piace e poi ... annuso l'aria, profuma di vissuto.
    Lancio le scarpe ai piedi del pagliericcio e mi distendo con le braccia dietro la testa a fissare il soffitto dal colore indefinito.
    E' giorno, è la luce filtra tra le innumerevoli fessure. Mi alzo e tiro fuori dalla sacca la coperta a scacchi: la tengo un pò fra le braccia lasciando che la stoffa mi solletichi la pelle.
    E' arrivato il momento di riposare un pò, mi getto di faccia sul pagliericcio e mi avvolgo la coperta intorno alla testa.
    "Thor, svegliami tra un paio d'ore." - d'improvviso torno in me, non c'è nessun cagnaccio peloso con me: "Stupido ammasso di pulci" - biascico con la voce già impastata dal sonno prima di cadere addormentato.


  6. #2326
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Piego un attimo il collo di lato, guardando Niniel piuttosto incuriosito: al lago, con quella candela accesa. Deve essere amareggiata per come si sono svolte le cose all'Abgruntis, conoscendola si starà rimproverando di chissà quale idiozia e per questo che mi avrà urlato contro. Non deve essere stato facile nemmeno riportare la stessa identica ferita di Franthalia, ma davanti a carri armati come Vicent Dreth o Cassandra De Lagun non siamo ancora abbastanza forti. "Vuoi dare fuoco a tutto l'accampamento?" domando sarcastico. Così dovrei riuscire ad attirare la sua attenzione, farla voltare verso di me. Ottengo l'effetto sperato e sto per aggiungere altro di sprezzante, come è solito in questa specie di nostro gioco a chi offende di più e come è successo prima ma... piange. Sta piangendo e questo mi frena, mi fa richiudere subito la bocca e guardarla con serietà. "Ancora tu" mi dice asciugandole frettolosamente. Riporta gli occhi sul lago, non mi risponde, resta in silenzio. Mi sa che non è proprio il momento di fare lo stronzo. Mi gratto la guancia con l'indice, lo faccio sempre quando sono in imbarazzo, anche se capita di rado. Vorrei poterle dire qualcosa che le ridia il buonumore, vederla così mi deprime e vorrei festeggiare la vittoria senza pensieri, non le faccio manco la cazziata per lo sclero di prima. "Hai agito nel migliore dei modi, all'Abgruntis, grazie a questo abbiamo vinto... stiamo vincendo questa guerra, è l'unica cosa che importa" le dico con tono incerto, ma sicuro sul contenuto. Questa è una guerra importante, non potevamo perdere una battaglia così importante per cose stupide come l'orgoglio personale. Dignità, moralità, etica... tutte parole che lascio a ipocriti come i Dreth. "Vincere, sopravvivere, contano solo queste due cose... il resto è superfluo" aggiungo più determinato. Ho sempre avuto poca pazienza per i moralisti, perchè di solito sono i primi che in difficoltà calano le braghe. A parole ricamano un mondo dignitoso fatto di perfetta seta bianca, ma nei fatti... manco il più grezzo dei tessuti. Non la sopporto così silenziosa e passiva. "Se mi attacchi la tiritera dell'onore, inizierò a chiamarti Vicent" le dirò provocatoriamente. Su, Niniel, fammi vedere che là dentro, in quel corpo che pare insensibile a questo freddo, ci sei ancora tu, come prima in infermeria.

  7. #2327
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Proprio lui! Perché proprio lui? Di tutte le persone che potevano raggiungermi qui, in questo preciso momento, lui. Perché?! Di nuovo questa domanda...



    Questo è un destino perverso. Un fottuto destino perverso. Anzi no: è sfiga. Sfiga pure e semplice.
    Dai, comincia a ridere. Inizia pure a sfottere, su. Mi hai visto piangere. Ebbene sì, sono debole. Una stupida, cretina, debole elfa. Anzi, no: una stupida, cretina, debole... falena. Così mi chiameresti, no?


    "Hai agito nel migliore dei modi, all'Abgruntis, grazie a questo abbiamo vinto... stiamo vincendo questa guerra, è l'unica cosa che importa"



    Mi volto di nuovo verso di lui e sono... sorpresa. Non riesco quasi a credere alle sue parole. E'... è forse un modo per consolarmi, questo?
    Una lacrima scivola velocemente lungo la mia guancia, ma stavolta non mi preoccupo di asciugarla... sono ancora sbalordita dalle sue parole.



    "Vincere, sopravvivere, contano solo queste due cose... il resto è superfluo"



    Vincere. Sopravvivere. Ho vinto. Sono sopravvissuta. Conta davvero solo questo? E' per questo che sto lottando? Che sto andando avanti?
    Sbaglio ad essere arrabbiata con Occhi di Falco per avermi portata via in quel modo dal campo di battaglia?
    A pensare che sono una guerriera inetta?


    "Se mi attacchi la tiritera dell'onore, inizierò a chiamarti Vicent"



    Afferma con il suo solito tono arrogante ed un sorriso nasce spontaneamente sul mio volto. Ora lo riconosco.


    "Perché tuo cugino sa cos'è l'onore? Ho dei seri dubbi al riguardo... - il tono è fermo e deciso, ma non aggressivo - Inoltre "Vicent" è un nome orribile, preferisco il mio, grazie..." concludo con un sorriso.


    Non sono arrabbiata. Delusa, amareggiata, frustrata, ma non arrabbiata.
    Non si tratta di onore. Non me ne frega nulla dell'onore. E' una questione di principio: so che ha fatto la cosa giusta per la fazione, ma avrei voluto essere utile... avrei voluto... io...


    "Ti sei mai sentito inutile?" domando di getto, senza riflettere.


    Poi sollevo lo sguardo palesemente imbarazzata. Ma che cavolo ho nella testa? Come mi viene in mente di rivolgere una domanda simile ad uno come lui? Un'altra lacrima sfugge al mio controllo e mi sento terribilmente a disagio. Basta lacrime. Basta.
    Ultima modifica di valuccia85; 6th December 2015 alle 00:45

  8. #2328
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    Aiuto Dahmer come posso nella ricostruzione della dispensa ascoltando attentamente le sue direttive quando assisto ad un siparietto tragicomico tra lui e Niniel.
    Uomini e donne, sesso forte e sesso debole. Anche nel villaggio sono stata abituata fin da piccola a questa contrapposizione, gli uomini cacciatori e le donne raccoglitrici, ma in fondo le diversità si compensano.
    <<perché voi uomini vi credete indispensabili, vero?>> sorrido alle sue parole <<Chi lo dice che abbiamo bisogno di un uomo? Eh?! Eh?! >>
    Mi rispecchio in quello che dice: ho sempre cercato di dimostrare ai maschi che potevo essere come loro, se non meglio. Da bambini siamo uguali, ma poi crescendo le differenze fisiche diventano sempre più evidenti, ma non per questo noi donne siamo più deboli, solo dobbiamo compensare la minore forza con altre doti come la destrezza e l'intelligenza.
    Quando i due si allontanano verso il lago raggiungo la mia tenda e mi stendo sul pagliericcio, ho bisogno di riposare ma le parole di Niniel mi tormentano: anche io avrò bisogno di un uomo che mi protegga? O questa guerra mi renderà forte ed indipendente? La cosa buffa è che spesso sono proprio gli uomini quelli da cui dobbiamo difenderci, anche da quelli col volto innocente come Dahmer.
    Nonostante la sua immagine nella mente riesco finalmente ad addormentarmi... ZZZzzzzz

  9. #2329
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Jarak non si smuove ed io continuo ad osservare l'occhio, è rosso, strano colore... forse ha preso qualche botta, forse è realmente cieco e mi sto ponendo domande inutili e...<<A quanto pare ho due occhi>> Ma non alza lo sguardo da quel pezzo di carta, che deve scrivere di così interessante?<<Ho perso la benda. Poi ho scoperto di essere stato vittima di charme 23 anni fa. Non ho perso l'occhio ma gli hanno fatto qualcosa e non so ancora cosa comporti. Me lo avevano fatto dimenticare. Drako ha usato il suo charme per annullare lo... charme... credo>>



    Eh? Ah... hem sì, non ho capito, ma va bene <<Tutto nell'arco di un giorno>>Ok... sì, ora è più chiaro, ho capito tutto! Annuisco con un gesto del capo, ma la mia espressione suggerisce tutto il contrario <<Aiutami>>"Eh?"



    Faccio un scatto in dietro col busto col rischio di cadere dal tronco <<Scusa. Ho bisogno di una mano. Ho deciso di reclamare Capo Tempesta. Credo che il primo passo sia far sapere ai lord locali che sono vivo, ma... non so se è una buona idea. Pensavo di mandare... lettere...>> Finalmente capisco il senso della sua agitazione e a cosa serve quella pergamena vuota che ha continuato a fissare insistentemente <<Non posso presentarmi lì senza preparare il terreno. Mi ammazzerebbero. Cosa devo fare?>> Assumo l'espressione seria e sì, cerco di non fissargli l'occhio, la domanda è alquanto spinosa, gli Urthadar non sono gente che scherza e far sapere a quel pallone gonfiato di Aiden che suo fratello maggiore è vivo e ... hey Capo Tempesta è suo di diritto, non è proprio cosa facile."Sei stato via molto tempo, non so se ricordi i nomi della casate affiliate a quella degli Urthadar, magari sono cambiate nel tempo, ma basterebbe sfogliare un bel mattone con l'elenco di tutte. Non so se quello che sto per proporre sia una buona idea..." Sospiro profondamente, non sono un genio in tattiche politiche, anche se la cosa del matrimonio con Esperin è stata un lampo di genio, che so non tornerà tanto facilmente "Gli Urthadar hanno molti nemici, tuo fratello ha molti nemici, sono certo che se...""Scusate"



    Mi volto di scatto verso Esperin, stringe qualcosa nel palmo della mano ed inevitabilmente gli occhi mi cascano sull'anello, non lo aveva alla riunione, ne sono certo, questo piccolo particolare basta per mettermi in allerta "Dovrei parlarti, in privato, è importante" Dice prima di dirigersi vero la mia tenda. Resto per un attimo perplesso, mi volto poi verso Jarak prima di alzarmi e raggiungere Esperin "Scusami, riprendiamo appena termino con lei" Entro nella mia tenda, ma la ragazza inizia a parlare ancor prima che io riesca a dire qualcosa "Prima della mia fuga eravamo promessi in matrimonio, quindi suppongo sia tra quelli che maggiormente mi vogliono morta, al momento"



    Raccolgo la lettera dalle sue mani ed inizio a leggere. Man mano che i miei occhi scorrono le righe, avverto un forte fastidio risalirmi lungo la schiena, Aiden, quell'Aiden vuole incontrarla all'Auspex. Probabilmente è vero che Lantis sia impazzito, non stento a crederci, tra la morte del padre, la fuga di Esperin, il matrimonio, i tradimenti, ma non è una scusa per poter accettare di vedersi in un luogo che non sia la zona neutra, per Raiden, no, non lo permetto "non sto chiedendo il tuo parere, andrò ugualmente anche se so che potrebbe essere un'imboscata. Ma mi sentirei più tranquilla se non fossi sola" Alzo lo sguardo, portando i miei occhi ai suoi, cercando di trattenere un forte tremore alle mani per la rabbia. Faccio un lungo respiro per riuscire a calmarmi e strappo la missiva in piccoli pezzi, concentro poi la mia energia nel palmo della mano e richiamo a me il mio elemento, immediatamente gli strappi appallottolati si congelano in un unico blocco, che lascio ricadere ai piedi, per poi calpestarlo e spaccarlo in mille pezzi "Drako non deve saperlo" "Inizi a ragionare. Andiamo" Mi limito a risponderle guardandola con lo sguardo alto "Non farti intimorire da lui, non cedere, mostrati come hai fatto coi miei soldati"



    Non aggiungo altro, esco dalla tenda e guardo Jarak "Mi devi una birra" non capirà, ma vado a fargli un grosso piacere, gliene parleremo al nostro ritorno. Quando Esperin mi avrà raggiunta al Glados, l'attiverò e l'oltrepasserò al suo fianco. Voglio proprio vedere se Aiden apprezza le precauzioni di Esperin.

    Distruzione L’incantatore ha la capacità di concentrare la propria energia nel palmo di una mano e congelare ciò con il quale viene in contatto:


    Maestro Crystal Grave -congela tutto il corpo a contatto, causandone la paralisi ed ingenti danni da assideramento (Uso al grado allievo)

  10. #2330
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Ryuk legge la missiva di Aiden mentre io gli parlo, vedo chiaramente che si innervosisce e che appare alquanto contrariato, posso comprenderne facilmente i motivi dato che questa cosa è una pazzia, ma non ho intenzione di cambiare idea.



    Solleva lo sguardo sostenendo il mio prima di fare un respiro per calmarsi, strappa la lettera in mille pezzi per poi congelarli in un unico blocco che fa cadere a terra e spacca con un piede... e meno male che doveva calmarsi.



    Ok, forse non è d'accordo o forse non vuole accompagnarmi, bastava dirlo, non è necessario ogni volta di essere così aggressivi...andrò da sola.



    "Inizi a ragionare. Andiamo" mi dice invece lasciandomi stupita, con lo sguardo alto, e mi sento subito più sollevata



    "Non farti intimorire da lui, non cedere, mostrati come hai fatto coi miei soldati" mi dice poi mentre usciamo dalla tenda e mi limito ad annuire mentre ripenso a quel momento in cui mi sono sentita in realtà decisamente fuori luogo, mentre lui è già la seconda volta che mi fa intendere di avermi considerata all'altezza della situazione, è piacevole anche se non sono propriamente della stessa opinione.



    Dice qualcosa a Jarak che non comprendo prima di incamminarci verso il Glados, per poi attivarlo focalizzando la nostra destinazione, l'Auspex, il luogo sacro per la mia razza purtroppo ora nelle mani sbagliate. Attraverso il portale al fianco di Ryuk, pronta ad affrontare una discussione che non preannuncia nulla di buono.


    Continua qui.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •