Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 265 di 343 PrimaPrima ... 165215255263264265266267275315 ... UltimaUltima
Risultati da 2,641 a 2,650 di 3422
  1. #2641
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Elen sta per lasciare la tenda, il suo saluto mi suona ancora imbarazzato, potrei ancora trattenerla, mi basterebbe niente, ma non lo faccio. E' la cosa migliore per me lasciarla andare. Valerius, però, interrompe questa specie di commiato poco convinto, confuso, combattuto. Sì, è decisamente meglio che io dia ascolto al nonno piuttosto che cedere ai miei istinti. Mi annuncia che si sta recando a Capo Tempesta e che questo deve restare un segreto a meno che la sua assenza non si faccia troppo prolungata. In quel caso, mi dà l'incarico di riferirlo a Drako. Si accorge solo dopo della presenza di Elen, rimedia a questa leggerezza promettendole aiuto per le terre del suo popolo. Lo guardo curioso e allo stesso tempo ammirato. E' un uomo giusto, sta senz'altro facendo la cosa giusta. Sarà certamente un Lord migliore di Aiden per Capo Tempesta e quelli come lui rendono ancora più onorevole e importante la causa di Drako. E' poi così difficile essere come lui? Immensamente. Almeno per quelli come me. Potremmo al massimo esserlo per imitazione, che non riuscirebbe nemmeno troppo bene. Valerius cerca di salvare la sua terra, quella in cui è cresciuto nonostante vi abbia trovato odio, rivalità, morte. O quasi. Dall'altra faccia della medaglia ci sono io, invece, che ho distrutto tutto ciò che odiavo. Io che sono lo sterminatore dei Dreth e nelle cui vene scorreva solo vendetta. Giustizia... le parole di Vicent mi echeggiano in testa fastidiose, insulse. La mia non sarà stata giustizia, ma la vendetta era un mio diritto. La mia rivalsa. E' stato davvero così? Che mi ritrovo in mano? Se Drako sapesse... non avrei nemmeno una testa sul collo. Ma non potevo lasciare impunito chi mi ha torturato per anni, chi mi ha ignorato per anni. Erano tutti colpevoli, sì. Tutti, ma non Selene. Tutti, ma non quelle sacerdosse al tempio. D'altro canto sono un assassino e di nuovo la voce di mio cugino si fa fastidiosa. La scaccio via con l'annuire della testa alle parole di Valerius: "Non dirò nulla, anche perchè qualcosa mi dice che tornerai, nonno" gli dico con un mezzo sorriso. Esco dalla tenda e vado al tavolo, vi scorgo la Princy tutta sola soletta: dei guerrieri del Kratoning ancora niente. "Non sono ancora tornati?" le domando poggiandomi al tavolo con i gomiti. La osservo, la fisso serio. Ha qualcosa di diverso. La scruto meglio, piego la testa di lato. Assottiglio gli occhi... sì, ha qualcosa di diverso in faccia. Oh! Ma ha i capelli corti! Non sta male, anche se preferisco i capelli lunghi, li trovo più femminili, ma immagino che quelle con quel faccino come il suo stiano bene pure pelate. "Ti stanno bene i capelli" commento, aggiundendo poi "comunque, l'importante è che piacciano a tuo marito, in fondo. A proposito, dov'è?". La mia domanda suona distratta, al vero sono distratto, c'è qualcosa che mi mette a disagio ma non so bene cosa. Quella voce... le parole di quel broccolo. Forse menare le mani mi aiuterebbe a spegnerle.

  2. #2642
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    I minuti passano ed il silenzio al campo viene interrotto solo da qualche rumore proveniente dal campo di addestramento, probabilmente Ryuk è andato ad allenarsi, lo fa spesso appena sveglio, non so neanche perchè mi ritrovi a notare determinate sue abitudini che non mi riguardano. Resto seduta poggiando il viso sui palmi delle mani e continuando ad aspettare fin quando non noto Valerius uscire finalmente dalla sua tenda, non l'ho più visto da quando ha ricevuto la missiva da Capo Tempesta, sarei tentata di chiedergli cosa succede, se ha bisogno di un parere o di un aiuto di qualsiasi tipo, conoscendo Aiden so che sicuramente non sarà stato un cortese invito a deporre le armi e non è certamente una questione semplice da affrontare dopo tanti anni passati a rinnegare il proprio nome. Ma sembra non notarmi ed entra spedito nella tenda di Dahmer uscendone poco dopo seguito da Elen, li vedo parlare per un pò ma distolgo lo sguardo preferendo non intromettermi nelle loro questioni private e la mia attenzione viene catturata proprio da Dahmer che si avvicina al tavolo. Sento un forte fastidio ed una forte repulsione nei suoi confronti, ma devo stare calma, devo pensare alla promessa fatta a Vicent ed ai discorsi di Ryuk, allo scopo ultimo della fazione ed a tante altre cose prioritarie in questo momento, in modo da mantenere ben saldo l'autocontrollo ed evitare di insultarlo con qualcuno dei termini che mi stanno passando per la testa in questo momento. "Non sono ancora tornati?" mi domanda serio, poggiando i gomiti sul tavolo e restando ad osservarmi "ancora no" rispondo pacata, senza alzare lo sguardo su di lui, credo di essere anche abbastanza naturale nonostante tutto, forse più taciturna del solito. "Ti stanno bene i capelli" alzo lo sguardo stranita da questo complimento, "grazie" mi limito a rispondere distrattamente e poco convinta, per poi tornare a guardare il piatto "comunque, l'importante è che piacciano a tuo marito, in fondo. A proposito, dov'è?" alzo di nuovo lo sguardo e stavolta il mio disagio è ben più evidente, non riesco ad evitarlo come non riesco ad evitare di ripensare alle parole di Ryuk sui miei capelli, a quel primo approccio in tenda ieri, all'incoerenza di quelle mie parole resa palese dal modo in cui ho ricambiato il suo bacio poche ore fa, da quel desiderio di restare tra le sue braccia, di sentire ancora le sue labbra sulle mie, di non mandarlo via...anche se per fortuna l'ho fatto. Era come diceva lui ed io sono solo patetica ad esserci cascata, anche se mi sono fermata in tempo, è giusto così e non devo più pensarci, non devo tornare con la mente a quei minuti, devo ignorare tutto come fa lui che neanche mi rivolge la parola, che poi non c'è nulla da ignorare, non ha significato niente per entrambi ed è ovvio sia così, questa cosa non deve assolutamente avere alcun seguito. "L'importante è che siano pratici" gli rispondo un pò seccata, sia perchè è lui, perchè mi infastidisce la sua presenza considerato quello che ho saputo, sia perchè è inutile negare che se non li ho fatti allungare da Elen è in fondo anche un pò per le parole di Ryuk e mi sento una stupida a comportarmi in questo modo, dato che mi ripeto che non me ne importa nulla "non so dove sia Ryuk, probabilmente al campo" aggiungo subito dopo, tornando a guardare seria il sentiero che porta al Glados, spero che quest'attesa termini al più presto con una buona notizia.

  3. #2643
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Devo respirare, devo trovare la calma... guardo a terra e noto tutti i pezzetti di ghiaccio sciogliersi rapidamente, ma l'erba non si bagna, non è acqua, l'aria si fa più fredda attorno ai miei piedi, fino ad adeguarsi rapidamente alla temperatura che mi circonda.



    Le nocche della mano destra sono arrossate, ma non spaccate, anche se lo fossero non mi farei di certo frenare da un piccolo dolorino o un pò di sangue che gronda dalle mani. Mi volto verso l'altro manichino, pronto per continuare a prenderlo a pugni, pronto per spaccarlo con tutta la mia forza, ma decido di fermarmi e di arrestrare qualche metro, ho intenzione di provare altro.



    Protendo le mani e richiamo il vento che di addensa al centro dello stomaco, sento l'energia che si dimena e scalpita, sgomita per uscire e propagarsi con tutta la sua forza.



    Trattengo la furia del vento, trattengo più che posso, voglio avere il pieno controllo, voglio riuscire a manipolarlo a mio totale piacimento. Le mani si ricoprono di brina, la quale si dirama lungo le braccia e risale alle spalle. Un agglomerato di luce bianca tendente al verde prende vita dai palmi, ruota su se stessa, ruota vorticosamente, sempre più velocemente mentre acquista una nuova dimensione. Il tornado si espande in tutta la sua altezza, graffia a contatto con le mani, l'epidermide si consuma e piccole gocce si sangue vanno a mescolarsi alla brina che ruota col vento. Muovo passi veloci e scaglio il tornado contro il manichino, il quale con un frastuono si sradica dal suolo, e dopo aver fatto un volo di qualche metro, piomba a divesi metri da me.



    Mi piego su me stesso per riprendere fiato, le mani perdono sangue, ma una certa soddisfazione mi pervade, palesandosi in un sorriso.



    Distruzione L’incantatore è in grado di incanalare la propria energia nella mano e plasmare il vento:
    • Maestro Furia dei cieli – Si genera un tornado di circa 3 metri di altezza e due di larghezza, che è in grado di travolgere il nemico e sbalzarlo in aria, l'incantatore lo crea nelle sue immediate vicinanze e può direzionarlo in un'area di 10 metri. Può causare gravi danni da impatto.

  4. #2644
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Esperin mi risponde con la sua solita simpatia, anche se è infastidita come al solito ma mi ha fornito solo risposte telegrafiche. Avrà il suo ciclo di luna, anche se penso che lei viva perennemente nel ciclo di luna. Sloggio subito, capisco quando non è aria e non vorrei svegliare il mostro dell'Auspex che dorme dentro di lei, almeno m'ha detto dove sta Ryuk, se devo farmi ammazzare preferisco in mano di un uomo come lui. Mi incammino così al campo e lo vedo già impegnato a trafficare con un manichino. O meglio, quello che un tempo era un manichino. Il Leithien è sempre stato forte, ma la potenza che ha raggiunto in queste settimane ha dell'incredibile: davanti a me evoca lo stesso potere che è stato di Ulfric, che io ho ammirato molto da ragazzino. Ei fu: il manichino si sradica dal suolo e vola a qualche metro da lui. Sorride soddisfatto, le mani insaguinate, i denti da squalo scintillano alle torce del campo. L'ultima volta che mi sono allenato con lui, ha gambizzato mezzo campo, istintivamente mi accarezzo le cosce. Su, facciamo, non ho speranze ma ho bisogno di qualcosa di forte per scuotermi il cervello. O spappolarmelo, a seconda di come utilizzerà quel terribile vento. Con me avrebbe più soddisfazione che con un manichino. Per un attimo, mi viene da sorridere: se Ryuk mi ammazzasse, Vicent impazzirebbe dalla rabbia, perchè in un sol colpo il Leithien gli avrebbe tolto Principessa e Nemico numero uno! E' più veloce di me, è più forte di me, mi conviene fare la prima mossa ora che pare distratto. Provo a fare fondo a tutta la mia magia, mi connetto con ogni molecola di terra e sento la mia energia fluire verso il terreno sotto Ryuk, che si manifesta nel mio pozzo sabbioso. È la massima estensione che riesco ad evocare, è forte e la mia stretta potrebbe non essere sufficiente a trattenerlo a lungo, almeno la dimensione potrebbe giocare a mio favore. Se riuscirò nel mio intento di bloccarlo alla vita, cercherò di evocare il più velocemente possibile la mia spada e lanciarla come una lancia nella congiunzione tra braccio e spalla, così da rendergli difficile l'uso del braccio destro. Sono a bordo del pozzo, prendere la mira non dovrebbe essere complicato. Le sue mani sono pericolose, so bene che Ryuk è un soldato addestrato di alto livello, non sarà certo questo a renderlo inoffensivo, ma è un inizio. Mi metterò in difesa, servirà a poco ma cercherò di stare attento all'eventuale reazione del mio rivale. Quasi mi manca Sage: con lui, sono io il gatto mentre con Ryuk mi sento proprio un sorcio.

    Distruzione
    Previa concentrazione, si è in grado di legare la propria volontà al sottosuolo e plasmarne la forma, tramutandolo in sabbia:

    Esperto Sabbie mobili - Area di 5 metri di diametro, che si crea ai piedi del nemico, facendolo affondare lentamente fino a metà corpo.
    Ripper Blade -> Forma dormiente

  5. #2645
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Osservo il manichino nella sua caduta, dall'altezza che ha raggiunto, potrebbero averlo visto persino dal tavolo delle riunioni, comincio a gasarmi. Quando cade in terra il tonfo è ancora più ruomoroso di quello precedente, di questo passo li distruggo tutti e Drako mi costringerà a ricostruirli. Sto per voltarmi, ma senza rendermene conto, mi ritrovo con i piedi nella terra, come ho fatto a non accorgermene? Questo è un pozzo sabbioso, avrei dovuto sentire il suolo tremare ma... il manichino ed il tonfo, mi ha distratto, bella mossa e "Bella mossa Dahmer" dico alzando la voce leggermente alterato.





    Continuo a guardare la sabbia color cremisi che lentamente mi risucchia, mi trascina al suo interno, se solo mi muovo di un altro passo affonderò più rapidamente. Sto per evocare Gina, pronto ad arpionare il bordo del pozzo per trascinarmi fuori con molta fatica, ma una fitta mi pervade il braccio destro, un urlo si libera prepotente dalla gola e mi rendo conto di aver qualcosa di appuntito e molto pesante conficcato tra il braccio e la spalla, qualcosa che con il suo peso mi sta stracciando la pelle verso il basso.



    Istintivamente libero la mia energia, cerco di espandere la mia volontà alla mentre di Dahmer, perchè questo potere inconfondibile è il suo, con l'intenzione di fargli provare un dolore insopportabile: capogiri, vomito e spasmi prenderanno il controllo del suo corpo, tenendolo fermo almeno fino a quando il pozzo si sarà ritirato e proverò a trascinarmi fuori di esso. Con la sinistra estraggo la claymore ed immediatamente un rivolo caldo di sangue scivola lungo il fianco destro.



    Stringo l'elesa della spada e provo a conficcare l'arma nella sabbia più in basso possibile, così sarà disarmato per un pò, almeno fino a quando non potrà rievocarla.



    Non mi resta che attendere che questo pozzo si ritiri, senza muovermi ulteriormente.

    * Imposizione del dolore – L’incantatore si connette alla mente del nemico e crea in lui l’illusione del dolore, il corpo non subisce danni reali
    • Maestro - Genera forte dolore che pervade l’intero corpo del nemico: Difficoltà nel restare in piedi, forti tremori, nausea

  6. #2646
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    34
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    <<Non sapevo fossi lì dentro. Ma... ne sono felice>> annuisco, non capisco perchè volesse tenermi all'oscuro di tutto, o meglio, lo capisco ma non è necessario. Non ho più bisogno di essere protetta.
    Dopo qualche attimo di esitazione poggia la mano sulla mia spalla, stringendola, e guardandomi negli occhi mi rassicura <<Starò attento. Ho vissuto per 18 anni con loro. So come gestirli. Se riesco nel mio intento... se Drako ci farà vincere questa guerra, se avremo la pace... sappi che la mia porta sarà aperta, e troverai aiuto, se ne avrai bisogno. Le terre dei Vanya sono state torturate per troppo tempo. È giunto il momento che qualcuno le reclami>>
    <<Grazie...>> continuo a guardarlo negli occhi. Non basta un grazie per ricambiare tutto ciò che ha fatto per me da quando è arrivato qui al campo, prima non sapevo quasi nulla del mio passato e ora lui mi sta offrendo la possibilità di riprendermi ciò che mi è stato tolto, o almeno una parte perchè nessuno potrà ridarmi i miei genitori.
    Metto una mano sopra la sua, quella poggiata sulla mia spalla, e la stringo a mia volta <<Per tutto...>>
    <<Torna presto.>> vorrei abbracciarlo, ma questa volta non lo faccio, a lui non piacerebbe e non è più il tempo dei miei slanci infantili.
    Dopo essermi congedata raggiungo Esperin al tavolo <<Sola? Dove sono tutti?>> le domando sedendomi accanto a lei iniziando a giocherellare distrattamente con la trottola sul piano di legno.
    Rivolgo lo sguardo verso il Glados, i guerrieri non dovrebbero tardare molto.

  7. #2647
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Dahmer si allontana senza aggiungere altro, probabilmente ha pensato che io non sia dell'umore adatto per scherzare e lascio che se ne convinca piuttosto che rivelargli il vero motivo della mia acidità, proprio in quel momento un rumore più forte proveniente dal campo mi fa voltare istintivamente in quella direzione ed intravedere qualcosa, sembrerebbe un manichino sbalzato per aria che ricade a terra per gravità e col volo che ha fatto dubito sarà ancora utilizzabile dopo la caduta. Mi ritrovo a sorridere un attimo ma poi torno a guardare il sentiero e ad attendere notizie dal Kratoning mentre Elen dopo aver salutato Valerius mi raggiunge al tavolo <<Sola? Dove sono tutti?>> mi domanda sedendosi accanto a me e giocherellando con qualcosa, una trottola credo, è davvero molto carina. "Dahmer e Ryuk credo siano al campo, gli altri non so" le dico tranquilla bevendo un bicchiere d'acqua "hai fame?" aggiungo poi, preparandole una fetta di pane con burro e marmellata e porgendogliela, ho intenzione di insistere nel caso dovesse rifiutare, credo che stia mangiando troppo poco ultimamente e deve mantenersi in forze. "E' molto carina, è tua?" aggiungo poi fissando la trottola che ha tra le mani e sorridendole gentile, è sempre piacevole stare in sua compagnia, mi trasmette dolcezza e spensieratezza e ne ho proprio bisogno. Ammiro che riesca a mostrare sempre questo suo buonumore innato nonostante quello che sta succedendo in questi giorni, tranne qualche momento di malinconia, dimostra di essere molto più forte di quanto si possa pensare guardandola. Altri rumori provenienti dal campo di addestramento tornano a distrarmi, scaccio qualche stupido pensiero ed abbasso lo sguardo imbarazzata per l'impulso che sto avvertendo di chiedere ad Elen cose a cui non dovrei nemmeno pensare, ma in fin dei conti lei è qui da più tempo e potrebbe aiutarmi a fare chiarezza in determinati suoi atteggiamenti così diversi rispetto a quello che mi sarei aspettata. "Mi togli una curiosità ? Larieth è mia amica e mi ha stupita questa sua scelta di andarsene senza dire nulla. Ho notato che c'era della tensione con Ryuk, era una storia seria la loro? Pensi possa aver contribuito a farle prendere questa decisione?" le chiedo con tono tranquillo, come se fossi sinceramente curiosa ed in effetti lo sono davvero, mi è dispiaciuto che sia andata via in quel modo anche se non credo che la storia con Ryuk c'entri realmente qualcosa, ma ugualmente non riesco ad ignorare questo fastidio allo stomaco che si fa sempre più persistente "Non vorrei che l'abbia raggirata, magari illudendola con qualche gesto carino, qualche attenzione particolare o comportamento differente... per poi rivelarsi per quello che è una volta raggiunto il suo obiettivo" prendo un altro bicchiere d'acqua ed inizio a bere convinta che confermerà le mie parole, che questo sia il suo solito modo di fare "In fondo è Ryuk, non mi stupirei se fosse arrivato a provarci anche con te, nonostante la differenza d'età" anche questo in realtà non lo penso davvero considerato come si comporta con lei, ma potrebbe anche essere vero, non credo discrimini per età. La guardo in viso sentendomi un pò in colpa per il fatto di non essere chiara con lei, ma non posso ed in realtà neanche voglio affrontare questo discorso inutile, mi basta sentirmi dire che è effettivamente il suo solito atteggiamento così da smettere di chiedermi per quale motivo abbia avuto determinate reazioni strane con me dopo quello che è successo.

  8. #2648
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Fine settima turnazione
    le valutazioni verranno effettuate fin qui
    E' L'ALBA

  9. #2649
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    34
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    Esperin, con la sua solita gentilezza risponde alla mia domanda poi mi porge una fetta di pane con la marmellata. Lo prendo e gli do un piccolo morso, stranamente non ho molta fame e sono ancora sovrappensiero <<E' molto carina, è tua?>> subito non capisco a cosa si riferisca poi mi accorgo che sto giocherellando con la trottola <<Si, è un regalo... Se vuoi più tardi ti insegno a lanciarla>> le dico sporgendogliela sul tavolo così che possa vederla meglio.
    <<Mi togli una curiosità ? Larieth è mia amica e mi ha stupita questa sua scelta di andarsene senza dire nulla. Ho notato che c'era della tensione con Ryuk, era una storia seria la loro? Pensi possa aver contribuito a farle prendere questa decisione?>> mi chiede improvvisamente e per un attimo resto spiazzata <<Larieth? Uhm, non saprei, anche io sono rimasta stupita da alcuni ultimi suoi atteggiamenti, ma non la conoscevo bene>>
    <<Non vorrei che l'abbia raggirata, magari illudendola con qualche gesto carino, qualche attenzione particolare o comportamento differente... per poi rivelarsi per quello che è una volta raggiunto il suo obiettivo. In fondo è Ryuk, non mi stupirei se fosse arrivato a provarci anche con te, nonostante la differenza d'età>>
    <<Oh no, non credo Ryuk sia il tipo da gesti simili... - al massimo qualche rutto o qualche pacca sul sedere - Che io sappia non ha mai fatto promesse o gesti particolarmente carini a Larieth, almeno non davanti a noi, anzi si comportava come niente fosse scherzando con lei al pari di noialtre, tanto che io l'ho scoperto solo di recente quando proprio lui mi ha detto che è stata una delle tante e che si sente sollevato che se ne sia andata perché iniziava a diventare troppo asfissiante.>> Le sue parole erano ancora meno gentili, ma il concetto è quello. <<Non credo neppure che lui raggiri le ragazze, è schietto e fin da subito mette in chiaro di non aspettarsi altro da lui. Con me è sempre stato diretto, a volte troppo, ma mi ha aiutato molto... - ripenso a tutti i discorsi e le paternali che mi ha fatto - Solo come amico, non ci ha mai provato con me.>> chiarisco ad Esperin, stupita dal suo pensiero su me e Ryuk.
    <<Che ne dici di andare al campo a vedere il loro allenamento?>> propongo per terminare qui il discorso, ma anche perchè incuriosita dai rumori che provengono dal campo.

  10. #2650
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Elen mi sembra decisamente sovrappensiero, mangiucchia appena il pane ma è evidente che abbia la testa altrove tanto che non sembra nemmeno intuire subito a cosa mi riferisca quando le chiedo della trottola <<Si, è un regalo... Se vuoi più tardi ti insegno a lanciarla>> mi dice quando infine si ridesta, avvicinandola in modo che io possa vederla meglio. Le sorrido scrutando meglio l'oggetto che sembra davvero ben fatto e molto carino, da come lo tiene in mano sembra anche tenerci molto "Certo, mi piacerebbe!" le dico allegra, prima di cambiare argomento e chiederle di Larieth. Mi sento un pò a disagio ed in colpa per aver chiesto queste cose ad Elen, non sono affari miei e riguardano fatti personali di altre persone, non mi piace spettegolare e non l'ho mai fatto ma non è certo questo il motivo che mi ha portata ad intavolare questa conversazione e probabilmente non è un bene che io l'abbia fatto. Mi dice che non conosceva molto Larieth ma che anche lei è rimasta stupita da determinati suoi atteggiamenti, cosa che condivido dato che non mi sarei mai aspettava che se ne andasse senza neanche dirmi una parola o lasciarmi un messaggio, ma la mia attenzione è inevitabilmente concentrata sul resto del suo discorso. <<Oh no, non credo Ryuk sia il tipo da gesti simili...>> inizia a dirmi con tono sicuro ed anche un pò ironico, come se fosse una cosa assurda ed è ovvio pensarlo di lui considerato come si comporta, eppure qualche gesto carino l'ha fatto e non parlo solo di quei fiori o del letto rivestito o dell'aiuto in determinate circostanze, come in cucina, ma anche di quei piccoli gesti amichevoli che spesso riserva ad Elen, con lei è gentile il più delle volte da come ho potuto notare in questi giorni, gli va riconosciuto per quanto sia uno stronzo per tutto il resto del tempo. <<Che io sappia non ha mai fatto promesse o gesti particolarmente carini a Larieth, almeno non davanti a noi, anzi si comportava come niente fosse scherzando con lei al pari di noialtre, tanto che io l'ho scoperto solo di recente quando proprio lui mi ha detto che è stata una delle tante e che si sente sollevato che se ne sia andata perché iniziava a diventare troppo asfissiante.>> inizia a raccontarmi di loro ed abbasso lo sguardo lievemente in imbarazzo, sapevo già che non era nulla di serio, lei diceva addirittura di essere innamorata di Drako e non capisco come si possa dire di amare una persona e giacere con un'altra, eppure non posso negare di provare soddisfazione nel sentirglielo confermare e questo mi preoccupa molto, ma allo stesso modo mi stupisce sentirle dire che si comportava come niente fosse, scherzando con lei come con le altre nonostante avessero quel tipo di rapporto. In realtà è quello che mi aspetterei da lui, ha da sempre sfoggiato quel suo sorriso sfrontato anche nei momenti meno opportuni a rimarcare quanto si senta irresistibile ed invincibile, e davanti alla mia reazione in tenda, al modo in cui mi sono lasciata andare tra le sue braccia, ero certa che sarebbe stata quella la sua reazione, una risata, una presa in giro, qualcosa di simile. Non capisco, l'unica spiegazione che riesco a darmi è che si sia reso conto di quanto possa diventare complicata una situazione del genere con me ed abbia quindi evitato per quieto vivere qui al campo e magari anche per Drako che è sempre stato altamente protettivo nei miei confronti, perchè anche solo pensare alla possibilità che sia io a metterlo a disagio o che quel bacio abbia significato qualcosa per lui mi fa sentire una stupida, e non mi sentirei in questo modo se il disinteresse fosse reciproco, purtroppo. <<Non credo neppure che lui raggiri le ragazze, è schietto e fin da subito mette in chiaro di non aspettarsi altro da lui. Con me è sempre stato diretto, a volte troppo, ma mi ha aiutato molto... Solo come amico, non ci ha mai provato con me.>> torno a guardarla e le sorrido timidamente, non voglio chiedere altro e smetto proprio di pensare e di farmi domande alle quali è inutile dare una risposta, anche se sento l'istinto di avvicinarlo per capire, per chiarirmi le idee e per avere conferma delle sue reazioni, ma l'imbarazzo per quello che è successo è ancora talmente forte da impedirmelo. <<Che ne dici di andare al campo a vedere il loro allenamento?>> aggiunge poi cogliendomi di sorpresa, sembra quasi mi abbia letto nel pensiero, "Si certo...andiamo" le rispondo titubante dopo un attimo di esitazione, ancora incerta se sia realmente il caso o meno, ma in fondo non posso certo evitarlo qui al campo ed assistere ad un allenamento è sempre istruttivo, inoltre non mi va di dirle di no e poi boh...mi va e basta. Mi alzo prendendo Elen sottobraccio ed incamminandomi con lei verso il campo mentre continuo a sorriderle gentile ricambiando il suo buonumore "E' già l'alba, questa battaglia sembra non giungere mai al termine" le dico poi preoccupata mentre arriviamo a destinazione. Poco distanti da noi, di spalle, Dahmer e Ryuk sono nel pieno dell'allenamento. Il primo ha intrappolato l'altro nel proprio pozzo sabbioso color cremisi, anche Ryuk è di spalle quindi credo sia stato colto alla sprovvista ed ha già del sangue che fuoriesce da una ferita alla spalla. Non credo ci vedano per ora, impegnati come sono, e preferisco così dato che mi sento totalmente a disagio. Ci fermiamo quindi in disparte restando ad osservarli in silenzio, Ryuk è molto più forte e veloce di Dahmer, confido che gli farà molto male ed almeno di questo, per quanto riguarda lui, non ho alcun dubbio. Sorrido appena, in attesa di vedere Dahmer a terra.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •