Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 294 di 343 PrimaPrima ... 194244284292293294295296304 ... UltimaUltima
Risultati da 2,931 a 2,940 di 3422
  1. #2931
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    Dahmer si decide a seguirmi e mentre andiamo al lago non perde occasione per sparare cagate: "Sei una specie di feticista?"
    Continuo a camminare col macabro fagotto tra le braccia, senza rispondergli.
    "Che ci vuoi fare? Quella cosa non ha valore, non è un trofeo conquistato in guerra, Niniel lo ha semplicemente rubato"
    Siamo arrivati al lago, mi fermo e mi volto nella sua direzione: "Come potrebbe avere valore una bruttura del genere, non ci vedo niente di cui essere fieri. Quello che mi ha colpito è il fatto che lei lo ha rubato per te." - assottiglio gli occhi, voglio dargli ancora una possibilità - "Cos'è Vicent Dreth per te? E cosa ti ha fatto per meritare tutte queste ... attenzioni?"
    Non voglio fare niente di strano con questo coso, voglio solo toglierlo di mezzo al più presto.


  2. #2932
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    L'Elysium è dei ribelli. Resto silenziosamente in ascolto del resoconto della battaglia evitando con lo sguardo il piede di Vicent Dreth, perchè nonostante lui sia il responsabile della morte di Elwing non riesco a concepire il gesto di Niniel. L'odore acre della morte e le immagini dei corpi carbonizzati si rifanno vivide nella mente, tutto attorno a me si fonde e si confonde fino a perdere consistenza: sento schiamazzi e agitazione, ma continuo a rimanere immobile a fissare quel piede.
    <<La cena è pronta se volete mangiare qualcosa>> Ryuk mi ridesta servendo la cena e mi limito a scuotere il capo, non riuscirei a mandare giù niente nonostante il borbottio della pancia tradisca la mia fame.
    <<Tutto bene? Cosa ti sei fatto?>> noto la fasciatura alla mano di Ryuk <<Se vuoi posso pensarci io>>. Devo ancora ringraziarlo per il suo aiuto, ma non posso dire nulla di ciò che è successo davanti agli altri.
    Sage e Dahmer si allontanano da tavola portando via il piede, finalmente <<Ti ha fatto stare meglio?>> chiedo atona a Niniel riferendomi al gesto fatto, per quanto riprovevole sia forse potrei esserne capace anche io di fronte al responsabile del massacro.

  3. #2933
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Seduto al tavolo comincio a mangiare, uso la mano fasciata per reggere la forchetta e Niniel si accorge della stoffa che vi è arrotolata attorno <<Tutto bene? Cosa ti sei fatto?>>



    La guardo tranquillo e levo la fasciatura per farle vedere l'ustione, non è grande, solo un pezzo del palmo, ma tutto sommato sopportabile "Mi sono distratto ed ho messo la mano sul pentolone bollente"



    Sto per rimettere la fasciatura, ma Elen si avvicina a me, guardando la ferita <<Se vuoi posso pensarci io>>



    Levo del tutto le bende e le porgo la mano "Ti ringrazio" Anche se non fa male, preferisco di gran lunga avere il palmo del tutto utilizzabile <<Ti ha fatto stare meglio?>> Elen si rivolge ancora a Niniel e noto che Sage e Dahmer si sono allontanati, spero non facciano casino, proprio come feci io con Zagarth, ebbi quel brutto scatto di ira mordendogli la gola. Osservo Valerius che mangia tranquillo la propria razione di cibo



    "Ho ancora difficoltà a chiamarti col tuo vero nome. Ti sei abituato all'utilizzo dell' occhio?"




    Immagino che possa aver portato non poche conseguenze tenerlo sotto la benda per tutto quel tempo. Drako passa accanto a noi salutandoci con un cenno del capo, prima di dirigersi nella propria tenda, avrà da studiare per la prossima battaglia.

  4. #2934
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Valerius Urthadar

    Tra un sorso e un boccone, consumo in fretta la... beh, possiamo chiamarla cena, anche se ormai è notte fonda. Non che abbia mai rispettato gli orari dei pasti, quando sei sempre in viaggio è già tanto riuscire a mettere qualcosa sotto i denti anche solo una volta al giorno, perciò sono abituato ad essere irregolare nell'alimentazione. "Te l'avevo promesso che ti presentavo la mia ex... sicuro che sia... ehm... tutto in ordine laggiù?", alzo lo sguardo e osservo Dahmer, inarcando le sopracciglia. Ovviamente. Ovviamente la donna che avrebbe potuto benissimo friggerci tutti con uno schiocco di dita è la sua ex. Palese. <<Sono molto sorpreso. Davvero>>, gli rispondo, con un tono di voce che suggerisce che non sono sorpreso proprio per nulla. Lo seguo con gli occhi mentre si allontana con Sage e... il piede del Dreth, credo che vogliano saltare la cena e allenarsi, forse hanno mangiato mentre stavamo combattendo. Qualunque cosa stiano andando a fare spero solo che si disfino di quella roba, magari incenerendola, così dell'arto non rimarrebbe altro che cenere. Torno a dedicarmi al cibo ma vengo nuovamente distratto, stavolta dalla voce di Elen, che però giunge alle mie orecchie... diversa dal solito, come se avesse parlato qualcuno col suo stesso tono di voce, ma non la Elen che conosco. <<Ti ha fatto stare meglio?>>, chiede a qualcuno che identifico in Niniel, dato che sta guardando proprio lei. Ci impiego qualche secondo a realizzare a che cosa si stia riferendo, ed è difficile rimanere impassibile quando finalmente capisco che le sta domandando del piede e di ciò che ha vissuto sul campo di battaglia. Non posso intromettermi, non ne ho alcun diritto ed entrambe le ragazze sono abbastanza mature da affrontare una conversazione del genere, però... è un argomento fin troppo delicato, non riesco a rimanerne completamente estraneo. Decido semplicemente di lanciare uno sguardo all'elfa, sperando che mi noti: uno sguardo con cui sto cercando di dirle che sono qui, se ne avrà bisogno, e di ricordarsi ciò che ci siamo rivelati nei pressi del lago. "Ho ancora difficoltà a chiamarti col tuo vero nome. Ti sei abituato all'utilizzo dell' occhio?", dagli occhi di Niniel passo a quelli più freddi di Ryuk. <<Anche io>>, gli rispondo sincero, risultando forse un po' ridicolo. Ma è la verità: a volte fatico a ricordarmi che sono io Valerius, che ho combattuto per tornare ad esserlo e che ho ancora molta strada da fare per recuperare una volta per tutte il mio nome... ma voglio farlo, ed è questo che conta. Voglio essere Valerius. <<Però sforzati. Mi piace il mio nome>>. Bevo l'ultimo sorso di ricostituente, assaporando per bene il miele che si era accumulato sul fondo. È dolcissimo, forse un po' troppo per i miei gusti, ma diamine... non lo mangiavo da un sacco di tempo. <<L'occhio... non capisco. Se non sto facendo nulla di particolare, mi sembra di avere una visione normale, forse vagamente sfocata ma... nulla di tremendo. Ma se devo concentrarmi, per esempio per cucire, o se sono semplicemente stanco... è un casino>>. Istintivamente mi porto una mano sulla tempia sinistra e la accarezzo, sento già il mal di testa che si sta preparando a scoppiare. Quel vago rumore... il fischio... è debole, quasi impercettibile, ma c'è. Lo sento. <<Ho spesso emicranie. Quello è davvero fastidioso. Ma credo sia normale>>... o meglio, lo credevo. Devo ricordarmi di scrivere quella lettera. <<Per quanto riguarda il combattimento, è un discorso completamente diverso. All'Elysium ho indossato la benda: non so combattere senza. Avere un campo visivo più ampio potrebbe sembrare un vantaggio, ma... non dopo più di vent'anni passati a combattere con un occhio solo>>. Dei, da quando ho iniziato a parlare così tanto?
    Our wills and fates do so contrary run

  5. #2935
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    Ryuk si scioglie la benda improvvisata e mi porge la mano mostrandomi le lievi bruciature <<Ti ringrazio>>. Abbozzo un sorriso poi abbasso lo sguardo sulla sua mano che tengo nella mia destra, mentre dalla sinistra faccio scaturire una piccola quantità di magia che, come una nebbiolina luccicante, avvolge le bollicine scoppiandole e rimarginandole. Appena il rossore svanisce assieme a ogni traccia della bruciatura poggio il palmo sinistro sulla sua mano in modo da poterla stringere nelle mie, rimango così per qualche istante guardandolo negli occhi e facendo una lieve pressione con le dita: il mio modo silenzioso per ringraziarlo. Lascio poi la presa e torno a concentrarmi su Niniel e Valerius: sono preoccupata per il suo occhio, ma temo che la mia magia non possa fare nulla.
    Ultima modifica di albakiara; 4th February 2016 alle 18:13

  6. #2936
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Mentre sono intenta a gustare il mio piatto (cavolo, non mi ero nemmeno resa conto di avere tutto questo appetito), Ryuk risponde alla mia domanda, tranquillizzandomi: è solo una bruciatura, che Elen si offre subito di curare.
    E' un altro segnale. Sì, indubbiamente lo è. Prima non mi sarei minimamente interessata della salute di un'altra persona, mentre adesso mi sono prodigata per Valerius ed ho mostrato interesse per Ryuk.



    Non avrei mai creduto di poter cambiare in questo mai. Non avrei mai nemmeno immaginato tutto questo.

    "Ti ha fatto stare meglio?"

    Sollevo lo sguardo e... eh sì. A quanto pare ce l'ha con me.
    Ora c'è solo una cosa da capire: è infastidita solo dal gesto, oppure è scazzata perché ancora convinta di quelle assurdità su me e Dahmer?
    Sento gli occhi fissi su di me e noto che anche Valerius mi sta osservando.



    Non so il perché, ma... mi tranquillizza. Così faccio un respiro, rivolgo lo sguardo alla ragazzina e rispondo con voce incolore...



    "Moltissimo. Dovresti provare anche tu."

    Ok. Forse non sono poi tanto tranquilla. E' che il tono inespressivo della sua voce mi irrita.
    Solo io so cosa ho passato, cosa sto passando e cosa continuerò a vivere dentro di me ogni giorno, per il resto della mia vita. Il mio gesto non ti sta bene? Ok. Ma invece di rivolgerti a me in questo modo, che mi sa tanto di critica e/o giudizio, potresti preoccuparti di chiedermi come sto.
    Non che te ne debba fregare qualcosa in realtà ed allora fai meglio a tacere.
    Ok. Forse sono solo io ad avere il culo girato e lei non aveva cattive intenzioni.
    Devo darmi una calmata.

    "E' stato un qualcosa che dovevo fare. Non comprendo che tu od altri possiate capire" concludo con tono fermo, ma neutrale.



    Non voglio rogne francamente, ma non voglio nemmeno essere giudicata.
    Assisto impassibile all'allontanamento del piede. Portatelo pure dove vi pare, ma sì.
    E' servito allo scopo. O forse no. Comunque non mi interessa conservarlo.



    "Ho ancora difficoltà a chiamarti col tuo vero nome. Ti sei abituato all'utilizzo dell' occhio?"

    Occhio? Quale occhio?

    Rivolgo lo sguardo in direzione di Ryuk.

    "L'occhio... non capisco. Se non sto facendo nulla di particolare, mi sembra di avere una visione normale, forse vagamente sfocata ma... nulla di tremendo. Ma se devo concentrarmi, per esempio per cucire, o se sono semplicemente stanco... è un casino. Ho spesso emicranie. Quello è davvero fastidioso. Ma credo sia normale. Per quanto riguarda il combattimento, è un discorso completamente diverso. All'Elysium ho indossato la benda: non so combattere senza. Avere un campo visivo più ampio potrebbe sembrare un vantaggio, ma... non dopo più di vent'anni passati a combattere con un occhio solo"

    Guardo Valerius.

    Ma di cosa caspita stanno parlando?

    "Occhio? - pronuncio quasi senza rendermene conto - Quale occhio? Di cosa parlate?"

    Cado letteralmente dalle nuvole: ho notato che il suo occhio è strano... impossibile non notarlo, ma che significa "ti sei abituato all'utilizzo dell'occhio? Che storia è mai questa?
    Devo essermi persa qualcosa...
    Ultima modifica di valuccia85; 13th March 2016 alle 21:09

  7. #2937
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Guardo Sage stranito, a quanto pare i miei capelli verdi, il mio cognome da bastardo e il fatto che viene da Beslim Akosh non lo aiutano a collegarmi ai Dreth. "Bhe... è mio cugino" mi viene da rispondergli e gli volterei subito le spalle se non avessi quella sottospecie di debito nei suoi confronti. In realtà non è nemmeno un debito, ma credo che meriti di più di due parole messe in croce. "Fino a qualche tempo fa, ti avrei ricamato una tragica e patetica versione della mia infanzia, senza omettere nessuna delle torture cui sono stato sottoposto dalla famiglia Dreth per la colpa di essere un bastardo. Ma immagino non ti importi... quindi posso dirti solo che con i Dreth i conti sono patti, ma con Vicent no, anche se continuo ad odiarlo... un tempo quel piede mi avrebbe fatto gioire... ora penso solo che dovrebbe essere l'inverso. Qualcuno dovrebbe sbattere il mio piede sulla tavola di Vicent. Ma lui è un uomo del Nord, così come me e te: cercherà di prenderselo da solo e io cercherò di difendermi... è così che dovrebbero andare le cose. Per questo il mondo fa schifo: le cose non vanno quasi mai come dovrebbero andare" dico con una punta di amarezza nella voce. Poi torno sarcastico, mi sento a disagio a mostrarmi... così scoperto. "Per fortuna che lo è, o quelli come me non avrebbero vita facile" dico provando a ghignare. Ma questa angoscia che sento davanti quel piede... non riesco più ad essere allegro come prima. Che senso ha ricordare Ripper, ricordare la mia infanzia, ricordare ciò che ho perso e ciò che non ho mai avuto. Ma chi voglio prendere in giro... sotto sotto, vorrei che a qualcuno importasse. Almeno mio padre ha sempre voluto proteggermi... ma quest'ombra che vedo dietro di lui... non mi dà pace.

  8. #2938
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Drako Kalisi

    E’ trascorsa più o meno un’ora da quando Esperin è andata via, so quello che doveva fare e lo ritengo rischioso, lo sa, perché ci sta impiegando tutto questo tempo? Ormai è notte fonda, gli altri sono ancora qui fuori, ma lei non è tornata. Ho lo sguardo su queste mappe seguendone le linee ed i confini, ma sono da tutt'altra parte, non riesco a concentrarmi su niente. Mi alzo in piedi e decido di darmi una mossa, so che Esperin si arrabbierà, so che ci sarà una discussione perché le ho promesso fiducia, ma non ho intenzione di correre ulteriori rischi. Esco fuori dalla tenda, alcuni sono andati a dormire altri continuano a star seduti al tavolo, c’è qualcosa di strano nell’aria, probabilmente è solo il mio eccessivo nervosismo. Saluto con un cenno del capo e proseguo dritto verso il Glados e sfiorarne la superficie "Rem tene verba sequentur"

    continua qui

  9. #2939
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    La risposta di Dahmer non tarda ad arrivare ed è una risposta che non mi aspetto: "Bhe... è mio cugino" - mi dice, guardandomi come se fossi il più stupido sulla faccia di Dohaeris. Hey, non è colpa mia se da dove vengo non si studiavano gli alberi genealogici delle famiglie nobili del Nord! O meglio, un pò è colpa mia, visto che preferivo stare fuori piuttosto che chino a marcire sui libri, ma non è questo il punto. Sto per ribattere quando lui continua la sua storia: "Fino a qualche tempo fa, ti avrei ricamato una tragica e patetica versione della mia infanzia, senza omettere nessuna delle torture cui sono stato sottoposto dalla famiglia Dreth per la colpa di essere un bastardo. Ma immagino non ti importi... quindi posso dirti solo che con i Dreth i conti sono patti, ma con Vicent no, anche se continuo ad odiarlo... un tempo quel piede mi avrebbe fatto gioire... ora penso solo che dovrebbe essere l'inverso. Qualcuno dovrebbe sbattere il mio piede sulla tavola di Vicent. Ma lui è un uomo del Nord, così come me e te: cercherà di prenderselo da solo e io cercherò di difendermi... è così che dovrebbero andare le cose. Per questo il mondo fa schifo: le cose non vanno quasi mai come dovrebbero andare"
    Parla a raffica, come se avesse aspettato solo un pretesto per raccontare a qualcuno quello che sente. Non dovrei importarmene, dice bene, eppure ciò che racconta, seppure superficialmente, mi colpisce: che razza di uomo tortura il sangue del proprio sangue solo perchè, sfortunatamente per lui, è nato illegittimo? Scuoto la testa nell'udire le sue parole.
    Dev'essere successo qualcosa di grosso tra i due cugini, se c'è ancora così tanto odio in Dahmer da fargli desiderare che l'altro provi a cercare la vendetta. Stringo i denti, sono talmente stupido: non ho capito nulla di quello che simboleggia questo piede per Dahmer. L'ho condannato tra me per il suo desiderio di vendetta, quando invece sta solo sperando che suo cugino lo liberi dalle sue colpe.
    Che sto facendo qui? Non posso elevarmi ad essere superiore quando io stesso mi sento ribollire il sangue solo alla sua vista. Questo ragazzo è una contraddizione vivente, si compiace del male ma crede di meritarne lui stesso per quello che ha fatto, non riesco a comprendere appieno quello che prova, quello che sente o quello che crede sia giusto.
    "Per fortuna che lo è, o quelli come me non avrebbero vita facile"
    Eccolo, eccolo di nuovo quel ghigno, quella maschera, è come se lo facesse apposta, come se non volesse essere visto mentre soffre, come se non si sentisse di meritare l'affetto di nessuno, ma io non posso. Non io, non adesso.
    Senza che possa far nulla, sento una lacrima scendere lungo il viso, nemmeno io so il perchè ho lasciato che accadesse. Mi asciugo l'occhio strofinando rudemente, non mi importa di arrossarlo: "Hai tolto i panni del boia, ma non hai smesso di mascherarti. Forse se ti decidessi ad essere semplicemente te stesso e non il cugino o il figlio bastardo di qualcuno la tua vita cambierebbe in meglio." - gli passo il fagotto col piede - "Dovresti farlo tu. Seppellisci insieme a questo il vecchio boia, se davvero vuoi cambiare qualcosa." - faccio una pausa, aspettando una sua mossa - "O facci quello che ti pare, cucinalo, mangialo, spediscilo a qualcuno. Questo non cambierà le cose tra noi, comunque."
    Sarebbe il momento giusto per andarmene. E allora cosa ci faccio ancora qui?


  10. #2940
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien


    Mentre Elen applica la propria magia sulla mia mano e sento il potere curativo rigenerarmi i tessuti, guardo Valerius, il quale risponde alla mia domanda "L'occhio... non capisco. Se non sto facendo nulla di particolare, mi sembra di avere una visione normale, forse vagamente sfocata ma... nulla di tremendo."



    La mano è del tutto sanata, faccio l'occhiolino ad Elen per ringraziarla e porto nuovamente l'attenzione a Valerius "Ma se devo concentrarmi, per esempio per cucire, o se sono semplicemente stanco... è un casino. Ho spesso emicranie. Quello è davvero fastidioso. Ma credo sia normale. Per quanto riguarda il combattimento, è un discorso completamente diverso. All'Elysium ho indossato la benda: non so combattere senza."



    Il senso dell'abitudine è duro a togliersi, ha sfilato la benda solo da pochi giorni, l'ha indossata per un bel pezzo della sua vita, capisco la difficoltà in campo, ha fatto bene a metterla ancora "Avere un campo visivo più ampio potrebbe sembrare un vantaggio, ma... non dopo più di vent'anni passati a combattere con un occhio solo"



    Sto per rispondere e dirgli che secondo me è normale che i tempi per abituarsi sono piuttosto lunghi, la percezione della profondità con un occhio solo è totalmente diversa da quella con due, ma Niniel mi interrompe e non sono certo di aver capito bene la sua domanda "Occhio? Quale occhio? Di cosa parlate?"



    Alzo un sopracciglio e non so se sbattermi la mano al viso o ridere, mi limito solo a dire "Quello di mia nonna!" Mi volto ancora verso Valerius e l'osservo "Ci vuole parecchio allenamento. La luce? Come reagisce? Vent'anni al buio possono averlo reso molto sensibile"



    Magari anche le semplici reazioni istintive sono compromesse, così apro il palmo e senza dir nulla, sicuramente gli darà fastidio, indirizzo una piccola folata ad entrambi gli occhi, come se ci stessi soffiando dentro. Vediamo se reagiscono allo stesso modo.

    Vento boreale – Si crea un forte vento, il quale si propaga per la distanza di due metri, che oppone resistenza al nemico, rallentandone i movimenti

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •