Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 316 di 343 PrimaPrima ... 216266306314315316317318326 ... UltimaUltima
Risultati da 3,151 a 3,160 di 3422
  1. #3151
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Continua a mantenere gli occhi aperti, seppur a fatica, ma riesce a percepire soltanto alcune ombre.
    La vista diventa sempre più offuscata, l'aria non riesce quasi più ad accedere ai polmoni ed il battito cardiaco è sempre più rallentato e flebile.

    L'altra, ancora inginocchiata accanto a lei, la fissa con disprezzo, pregustando la sensazione di potere già sperimentata in passato. Quella frenesia che le ha sempre dato la forza, che le ha permesso di uccidere moltissime anime innocenti e che ora, tra pochi istanti, inonderà il suo cuore, trascinando la sua ennesima vittima nell'abisso più oscuro e profondo.

    "Sai cosa mi rende felice? - domanda abbozzando un sorriso compiaciuto - Che puoi ancora sentirmi. Magari non avrai più la forza di voltarti verso di me e di guardarmi negli occhi, ma puoi udire ogni singola parola..."



    "Inoltre... - proferisce abbassando la voce - Puoi ancora sentire il dolore... e non hai la minima idea del piacere che proverò nel fare ciò che ho in mente..."



    "Credevi che pugnalarti allo stomaco sarebbe stato doloroso? Che sarebbe bastato a placare l'ira e la sete di sangue di un ipotetico Dio che avrebbe scagliato la maledizione che il tuo popolo tanto teme da anni?"

    Allunga un braccio in direzione del petto della donna, mentre un ghigno compare sul suo volto...



    "Sono io quel Dio che tutti temete..."

    Un attimo. Solo un istante e la sua mano riesce a perforare il petto della donna che, inerme, non può far altro che gridare tutto il suo dolore, tutta la sua disperazione. Il terrore si fa strada nella sua mente, perché solo ora ha realizzato, solo ora ha effettivamente compreso le conseguenze del suo gesto...

    "Non hai ancora il mio permesso di morire. Voglio guardarti da vicino... voglio vedere la vita abbandonare i tuoi occhi... il tuo sguardo... e soprattutto voglio farti una promessa: ovunque sarà... ovunque si nasconderà... io la troverò.... e la ucciderò. E tu ora morirai con la consapevolezza che questo patetico tentativo di salvarle la vita è stato solo vano..."

    Stringe il cuore dell'elfa nella mano, mentre il sangue cola lento ed inserobabile.



    "Averla abbandonata, averla allontanata dal vostro villaggio, dal luogo che credevi fosse il più pericoloso al mondo per lei... non hai fatto altro che condannarla a morte. Perché per me sarà solo un piacevole intrattenimento darle la caccia, trovarla e distruggerla... - stringe ancora più forte, mentre ormai l'elfa non riesce più a gridare, pochi spasmi, gli ultimi respiri, la separano dalla fine - L'Amore è solo una debolezza.
    Solo una parola. Lei morirà e tu non potrai fare niente per proteggerla...
    "



    "Ni... niel..."


    ***************

    Tutto diventa improvvisamente buio. Non riesce a vedere niente, ma non avverte più il dolore.
    Una piacevole sensazione di benessere, la culla in un morbido abbraccio.
    Poi, in un istante, una luce fortissima, calda e brillante, le compare davanti...

    "Niniel resisti, vedrai che andrà tutto bene"

    Il giovane allunga una mano verso di lei...



    "Non mollare..."




    *"Dahmer..." pronuncia, chiudendo gli occhi, mentre tende la mano verso di lui...


    *********************

    Apre lentamente gli occhi. E' ancora tutto sfocato, ma le sembra di vedere... Drako?
    Ryuk? Esperin? Elen? Non riesce a capire... sono veramente loro?

    "Cos... cosa... - domanda con tono confuso e tremante, ricambiando la stretta con entrambe le mani - Cosa mi è... successo?"



    *Il "Dahmer" detto da Niniel durante la sua visione, è udibile da tutti i compagni Reietti presenti nella tenda
    Ps. Perdonatemi per le foto in più. U_U





    Ultima modifica di valuccia85; 31st March 2016 alle 16:02

  2. #3152
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Niniel continua a dimenarsi ed a gridare dal dolore anche mentre Elen sprigiona la propria magia curativa per risanare le due ferite, soprattutto quella all'altezza del cuore che ovviamente è più grave. La rassicura così come cerchiamo di fare tutti, le passa un panno bagnato sulla fronte mentre Ryuk le prende la mano preoccupato, Drako invece sembra in trance e continua a fissare la ferita per un pò prima di rispondere alla mia domanda "L'ho trovata in riva al piccolo lago dietro la mia tenda, era sola, riversa nel proprio sangue e sono certo che avesse solo un taglio allo stomaco, quello al cuore... quello al cuore si è come formato dopo" dopo...che vuol dire? Come può essersi formato da solo? E chi può averla lasciata riversa nel proprio sangue sulla riva del lago? Torno a guardarla quando mi accorgo che ha ripreso a respirare regolarmente, smette di dimenarsi e la vedo allungare la mano nella mia direzione, "Dahmer..." chiude ancora gli occhi e stringo d'istinto la sua mano, probabilmente non si rende conto di dove si trovi o di chi abbia davanti, la ferita era molto grave ed è normale che sia ancora confusa e sotto shock, ha perso moltissimo sangue. Ricambia la mia stretta anche se la mano le trema ancora "Cos... cosa...Cosa mi è... successo?" chiede confusa tornando a guardarci, sembra non ricordare nulla "Resta distesa... non fare movimenti bruschi" le dico fermandola in modo che non si alzi di scatto rischiando probabili giramenti di testa "Drako ti ha trovata sola in riva al lago e ti ha portata qui. Avevi una ferita allo stomaco ed una al petto che però... sembra essersi formata dopo" aggiungo un pò incerta, chiaramente perplessa dalle mie stesse parole "Ricordi niente? Eri con qualcuno al lago prima di perdere i sensi?." Stringo ancora la sua mano, sono contenta che ora si sia ripresa "Ci hai fatto prendere un bello spavento, ho cercato di calmarti con la mia aura mentre Elen ti curava, eri molto confusa e spaesata... hai nominato Dahmer, non sono ancora tornati da Candonga" lascio la sua mano per un momento e le riempio un bicchiere d'acqua "tieni, ti aiuterà a riprenderti." Mi allontano un pò per lasciarle prendere aria, mi avvicino a Ryuk e stringo la sua mano, mi sento molto scossa per quello che abbiamo scoperto di Valerius ed ora per queste strane ferite di Niniel, ha rischiato davvero di morire e non siamo in grado di risalire al responsabile come non sappiamo come risolvere il problema di Valerius, tutta questa situazione non mi piace e mi mette agitazione.

  3. #3153
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Mi sento ancora molto confusa, ma almeno la vista sta tornando normale e riesco a distinguere le persone che sono davanti a me. Chiaramente. E... e Dahmer non c'è.
    Era... era forse un'altra visione? E perché ho visto proprio lui?
    Quello che ho visto... io... io ancora non posso crederci. Quella donna... lei...

    "Resta distesa... non fare movimenti bruschi"

    La voce di Esperin mi distoglie dai pensieri e fa bene a fermarmi perché, senza nemmeno rendermene conto, mi stavo già sollevando per alzarmi in piedi e... mi gira la testa. Meglio rimanere distesa.

    "Drako ti ha trovata sola in riva al lago e ti ha portata qui. Avevi una ferita allo stomaco ed una al petto che però... sembra essersi formata dopo"

    In riva al lago. La ferita allo stomaco. Sì, certo... quella allo stomaco.
    Ma... l'altra si è formata dopo? Ma... allora... possibile che...

    "Io... io non so spiegarlo perfettamente... Non sono sicura di aver compreso cosa mi sta succedendo..."

    "Ricordi niente? Eri con qualcuno al lago prima di perdere i sensi?"

    Se ricordo, mi chiede? Ricordo tutto. Purtroppo. E non posso ancora credere a ciò che ho visto.
    Faccio un respiro profondo.

    "Ero andata al lago per fare una nuotata e provare a rilassarmi un po'. Ero sola. Mi sono immersa sott'acqua e poi..."

    Mi blocco: cosa penseranno di me? Che sono strana? Che sono pazza? Tuttavia non posso tacere la verità ai miei compagni... possono anche aver pensato che qualcuno sia riuscito ad introdursi nell'accampamento, trovandomi in quello stato... No.
    Devo essere sincera e dire come stanno le cose...

    "Ho avuto una visione - enuncio abbassando lo sguardo visibilmente imbarazzata - Drako conosce questa mia condizione - continuo sollevando lo sguardo verso l'uomo - Mi è già capitato altre volte, ma... mai in questo modo..."

    Abbasso lo sguardo sul mio stomaco e sul petto. Non un graffio. Eppure... eppure quel dolore era così reale...
    Lei stava soffrendo terribilmente, potevo sentirlo. Ogni minimo dolore si riversava come un fiume in piena sul mio corpo. Com'è possibile? Come può accadere tutto questo?!

    "Io... non so come spiegarlo... ma la donna che veniva ferita nella mia visione... anche lei aveva una ferita allo stomaco ed una profonda al petto - rivedo il suo volto contorcersi dal dolore e le sue ultime parole, il sussurrare il mio nome, rimbombarmi nelle orecchie ed una lacrima sfugge al mio controllo - Stava... morendo..." concludo per poi asciugarmi immediatamente il volto. Che caspita ti prende, Niniel?
    Reagisci. Tu non sei così. Non ti lasci andare in questo modo.

    "Ci hai fatto prendere un bello spavento, ho cercato di calmarti con la mia aura mentre Elen ti curava, eri molto confusa e spaesata..."

    Alzo lo sguardo su di lei, per poi guardare Elen...

    "Mi dispiace di avervi fatto preoccupare - affermo abbozzando un sorriso e tirando su con il naso - Grazie. Ad entrambe"

    Chissà che spavento che si saranno prese per causa mia. Loro e... Ryuk? Ehm... Ryuk che mi tiene la mano?
    Rivolgo un sorriso cordiale anche a lui, nonostante la mia espressione sorpresa, per poi ringraziarlo e ringraziare anche Drako. Tutti si sono preoccupati per me. Se da una parte mi sento profondamente a disagio per essere stata così al centro dell'attenzione, dall'altra mi sento... felice. Per la prima volta, dopo tanto tempo, mi sento in famiglia.

    "...hai nominato Dahmer, non sono ancora tornati da Candonga..."

    Resto di sasso. Le parole mi muoiono in gola. Ma allora... io... io ho davvero...
    Rivolgo istintivamente lo sguardo verso Elen, per poi distoglierlo immediatamente, nell'imbarazzo più totale.
    Non posso aver fatto davvero il suo nome mentre ero priva di sensi... non posso averlo fatto.
    Cavolo, che imbarazzo! Era meglio morire in quella visione e non risvegliarsi!!!

    "Tieni, ti aiuterà a riprenderti"

    Afferro il bicchiere d'acqua quasi senza rendermene conto.

    "Gra...zie..." sussurro, profondamente imbarazzata, mentre sorseggio subito un po' d'acqua.

    Abbasso lo sguardo. Non so cosa dire ed ho la sensazione di avere gli occhi di tutti puntati su di me.
    Quando torno ad osservare i miei vestiti, però, resto come ipnotizzata... solo ora realizzo: quanto sangue.
    Tutto quel sangue. Il suo sangue. Che, a quanto pare, è veramente anche il mio...
    Ultima modifica di valuccia85; 31st March 2016 alle 20:25

  4. #3154
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE

    Esco dal Glados fischiettando lo stesso motivetto che ho sentito intonare ad Andreus nella Valmorguli: è allegro, rispecchia il mio stato d'animo, come mi sento adesso e cioè felice e contento.
    La mia vita sta andando per il verso giusto, devo solo cercare di non morire in battaglia ed andrà tutto bene.
    La luna sta sorgendo in cielo e l'immagine di mia madre compare per qualche secondo davanti ai miei occhi: "Mamma, andrà tutto bene adesso. Penserò io a tutti, stà tranquilla." - sussurro dolcemente.
    Continuo a camminare tutto baldanzoso verso il campo e trovo Valerius seduto al tavolo in mezzo alle scartoffie: "Hai deciso di prendere il diploma?" - gli dico scherzando, in questo momento niente potrà farmi cambiare umore, niente e nessuno - "Dove sono gli altri? Va tutto bene qui?" - chiedo dopo averlo guardato in viso, non è mai stato quello che si dice un adone, ma in questo momento, francamente, sembra anche peggio!


  5. #3155
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen

    Dahmer? No, ho capito male, Niniel è delirante.
    Lentamente la ragazza si riprende e inizia a raccontare cosa le è successo anche se i ricordi sono confusi <<Io... non so come spiegarlo... ma la donna che veniva ferita nella mia visione... anche lei aveva una ferita allo stomaco ed una profonda al petto Stava... morendo...>>
    Uhm, forse questo può spiegare il mistero della sua ferita, ma proprio non comprendo <<Ci hai fatto prendere un bello spavento, ho cercato di calmarti con la mia aura mentre Elen ti curava, eri molto confusa e spaesata...>>
    Guardo Esperin e poi Niniel <<Mi dispiace di avervi fatto preoccupare. Grazie. Ad entrambe>> ricambio il sorriso, anche se abbiamo avuto degli screzi son veramente contenta che stia bene <<...hai nominato Dahmer, non sono ancora tornati da Candonga...>>
    Mi volto subito verso Esperin e il sorriso si cancella di colpo dal mio viso, credevo di aver capito male io, invece... Perchè ha fatto il suo nome se mi ha assicurato di non provare niente per lui?
    Guardo Niniel, ha lo sguardo basso: forse non riesce a sostenere il mio sguardo? Cerco di mascherare la cosa ripulendomi dal sangue sulle mani e sulle braccia col panno, dov'è finita la sensazione di calma provata poco fa?

  6. #3156
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien


    Si danno tutti un gran da fare per l'elfa col caratteraccio a quanto pare, io stesso mi ritrovo a stringerle la mano, dopo chissà quante volte ho desiderato spezzargliela o fargliela ingoiare con la sua lingua biforcuta. Mi ricordo ancora il primo giorno che l'ho vista, pensai che Drako avesse raccolto i disperati dai campi, stavamo entrando in guerra ed attorno a me vedevo solo signorine impaurite, un indiano che aveva smarrito la via e Zaghy, beh... Zaghy è Zaghy chissà a chi sta rompendo le uova nel paniere ora. Ed adesso mi ritrovo a stringere la mano a lei, come se non bastasse sono anche sinceramente preoccupato, ho mia moglie di fianco e Drako che mi guarda in cagnesco... almeno una costante nella vita ci vuole. Quando Niniel si ridesta tiro un sospiro di sollievo, anche se nomina Dahmer... e se fosse stato lui a farle del male? No... è stupido, ma non fino a questo punto. Beh oddio... se avesse scelto di disertare in guerra come fece Deirdre con i reali, potrebbe essere da lui, ma preferisco attendere Niniel, prima di trarre conclusioni affrettate "Sembra che le ferite siano del tutto riassorbite" le dico cercando di scrutare oltre le macchie di sangue. Parla di una sorta di sogno, dove c'era una donna che subiva le sue stesse ferite, può trattasi di suggestione o di un trauma che la sua mente stava rielaborando dopo l'aggressione "Quando ti ho vista nel pomeriggio eri stesa proprio in quel punto, ma non avevi alcuna ferita, dormivi profondamente" cerco di ricordare quei momenti, sono certo al cento per cento che non avesse alcun danno. Dice che Drako è al corrente di qualcosa che riguarda questi sogni, ovviamente.... mica c'è qualcosa che lui non sa eh! "Credo che sia meglio che tu riposi, ma ti porto nella mia tenda, perchè voglio tenerti d'occhio, voglio evitare che ricapiti. Quando te la senti riprendiamo quel nostro discorso, ti porto da quella persona per parlare un pò" Guardo Drako e non capisco a cosa si riferisca, probabilmente questo "problema" ed il sogno di Niniel non sono qualcosa relegati al trauma che avevo ipotizzato. Ma che succede oggi? Tutti i mostri hanno deciso di farsi una scampagnata dai Reietti? Non c'è neanche Jarak qui con noi ora, spero di non ritrovarmelo mutato in un maleficoso interamente, che già un solo occhio mi inquieta abbastanza. "Dahmer e Alinor non si vedono ancora, possiamo andare tutti a riposare, mentre li attendiamo, domani sarà una lunga giornata" Guardo Esperin prima di incamminarmi verso la sua tenda, entro e prelevo un pagliericcio, chi se ne frega che gli altri mi vedono, lo porto dritto nella mia tenda e lo piazzo accanto al mio, lascio il pagliericcio con le lenzuola ad Alinor, dopo una battaglia intensa avrà bisogno di dormire su qualcosa di comodo, io ho una coperta nel cassettone, la arrangio al meglio per Esperin, così non dorme sulla paglia.

  7. #3157
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Niniel stringe la mia mano e cerca di calmarsi, mi guarda confusa come se non sapesse esattamente cosa le è successo e chi l'abbia ridotta in questo stato, sposta lo sguardo da me ad Elen, poi verso Drako e Ryuk ed infine torna su di me, aspetto che sia lei a riprendere a parlare senza metterle fretta. "Ero andata al lago per fare una nuotata e provare a rilassarmi un po'. Ero sola. Mi sono immersa sott'acqua e poi...Ho avuto una visione" parla in modo confusionario, è evidente che ancora non abbia realizzato cosa le sta accadendo e che ne sia spaventata "Drako conosce questa mia condizione" guardo per un momento Drako, sono contenta che almeno lui sappia di questo suo problema (?) e che possa quindi aiutarla. Una visione... e come può implicare la presenza di queste ferite? Mi è già capitato altre volte, ma... mai in questo modo. Io... non so come spiegarlo... ma la donna che veniva ferita nella mia visione... anche lei aveva una ferita allo stomaco ed una profonda al petto" sgrano gli occhi quando ci spiega questo particolare, cosa significa? Che si sia lasciata condizionare dalla visione finendo per ferirsi da sola? Ma è impossibile, la seconda ferita al cuore si è formata con Drako già presente e non le avrebbe permesso di farsi del male "Stava... morendo..." e per poco non stava accadendo la stessa cosa anche a lei, tutto questo è tremendo, spero che Drako sappia come risolvere questa questione prima che diventi ingestibile. "Quando ti ho vista nel pomeriggio eri stesa proprio in quel punto, ma non avevi alcuna ferita, dormivi profondamente" ed era da sola, questo almeno vuol dire che non si è introdotto nessuno nell'accampamento. Torno a guardare Niniel, è palesemente imbarazzata e noto uno scambio di sguardi tra lei ed Elen prima che l'elfa abbassi lo sguardo sul bicchiere d'acqua farfugliando un grazie poco convinto. Impiego poco a capire che il motivo di questo imbarazzo tra di loro sia il fatto che Niniel abbia nominato Dahmer dopo essersi svegliata, Elen mi aveva accennato ad un probabile interesse tra i due... osservo prima l'una e poi l'altra ma poi distolgo lo sguardo limitandomi a fare finta di non aver inteso nulla, è meglio così. "Credo che sia meglio che tu riposi, ma ti porto nella mia tenda, perchè voglio tenerti d'occhio, voglio evitare che ricapiti. Quando te la senti riprendiamo quel nostro discorso, ti porto da quella persona per parlare un pò" sorrido a Niniel e stringo nuovamente la sua mano, anche se non so di cosa stiano parlando sono certa che Drako saprà aiutarla a stare meglio ed a non subire più gli effetti di queste strane visioni. "Dahmer e Alinor non si vedono ancora, possiamo andare tutti a riposare, mentre li attendiamo, domani sarà una lunga giornata" Ryuk mi guarda per un istante prima di uscire, muovo qualche passo verso l'esterno dell'infermeria e lo vedo prendere un pagliericcio dalla mia tenda e portarlo nella sua, sorrido per il suo gesto e poi torno a guardare gli altri "Dovremmo riposare un pò tutti, soprattutto tu Niniel, cerca di recuperare le forze e poi segui il consiglio di Drako" saluto tutti evitando lo sguardo di Drako, non me la sento di affrontarlo ancora, sono troppo stanca e scossa in questo momento. Esco dalla tenda e saluto anche Valerius e Sage al tavolo, poi entro in quella di Ryuk richiudendo il telo alle mie spalle, ha disteso una coperta sul pagliericcio dal mio lato per non farmi dormire sulla paglia e mi viene da sorridere ancora. Mi stendo sul pagliericcio e mi stringo forte a lui poggiando la testa sul suo petto e chiudendo gli occhi, mi sento veramente distrutta ma per fortuna lui è qui con me "Sembra che Raiden si stia divertendo con i Reietti oggi" sollevo la testa e gli do un bacio sulle labbra per poi stringermi nuovamente a lui, mi fa sentire al sicuro "spero che si sistemi tutto."

  8. #3158
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Valerius Urthadar

    La vita, e non solo la mia, la vita di ogni persona, dal momento in cui abbandona il ventre materno fino a quando esala l'ultimo respiro, non è altro che una storia. Tu ne sei il protagonista, il narratore, lo scrittore, tu incarni la storia e la storia incarna te stesso. E quando incontri altre persone, quando incontri altre vite, la tua storia si intreccia con la loro e il risultato è imprevedibile: a volte si tratta semplicemente di brevi scambi, una condivisione che termina in fretta, senza nessuna conseguenza. Altre volte tu racconti te stesso, l'altro racconta se stesso e le due storie si fondono e ne creano una nuova, originale, una storia mai vista prima, una nuova vita. Non esiste più la tua storia, la sua storia: esiste solo la nostra, la vostra, la loro. Fino ad allora, però, hai solo te stesso. La tua vita è la tua unica certezza, l'unica cosa che ti fa andare avanti anche quando le tenebre ti avvolgono e non ti permettono di vedere il domani: nel buio, il battito del tuo cuore è l'unica melodia che puoi seguire. Ma cosa succede quando viene a mancare anche quella? Cosa succede quando non puoi più essere sicuro nemmeno della tua vita, della tua storia, di te stesso? Quando ciò che ritenevi la tua unica ancora non è più stabile, quando le fondamenta crollano con un intero palazzo sopra di esse? Cadi. Non hai più nulla a cui aggrapparti, e cadi. Ecco cosa mi sta succedendo: sto cadendo nel vuoto, nel nulla, e non posso nemmeno toccare terra perché non c'è più, è crollata insieme al resto, mi rimane solo la caduta infinita. La voce di Esperin si fa strada tra tutto e raggiunge le mie orecchie, sono ancora me stesso, mi dice, e ne è assolutamente sicura. Ma come può esserlo? E se fossi uno di quegli spiriti, coi ricordi di Valerius, ricordi di una vita che non mi appartiene e non mi è mai appartenuta? La donna va avanti, non so dove trovi la forza ma riesce a terminare la traduzione, il problema è che non trovo il coraggio di leggere quelle ultime righe. Sono completamente immobilizzato dalla paura. "Forse è il caso di chiedere a Drako, potrebbe saperne di più, o magari di rivolgersi ai Saggi". Drako, i saggi, ma come potrebbero aiutarmi? Come potrebbero aiutare Valerius, se non sono Valerius? Sono diventato Jarak perché non volevo più essere un Urthadar... quanto sei divertente, Raiden, che mi fai scoprire solo ora che mia madre alla fine ce l'ha fatta? Che è morto davvero? Che sono solo un abominio disgustoso che sta reclamando un titolo che non gli spetta? "C'è sicuramente una soluzione, hai un solo occhio rosso ed hai ancora il controllo dei tuoi pensieri e dei tuoi ricordi, fortunatamente ci sono molte differenze con quanto descritto in questi fogli quindi la tua situazione è differente, concentrati su questo. Vado un attimo a vedere cosa sta succedendo in infermeria". La voce gentile, forse un po' preoccupata, ma comunque ferma di Esperin mi... mi calma, mi rilassa, mi dona di nuovo la lucidità. Ha ragione. I miei ricordi... è vero, forse non sono miei, ma se ne ho il controllo... se i miei pensieri sono quelli di Valerius... cosa mi distingue da lui? Anche se quello spirito fosse riuscito a possedermi, se la mia volontà è la stessa di prima, cosa cambia? Sono sempre io. Sono sempre l'uomo che ce l'ha fatta, contro ogni previsione, contro ogni probabilità, sono l'uomo che è sopravvissuto e che sta combattendo per ritrovare se stesso e per aiutare i suoi compatrioti. Ma non è neanche detto che il maleficarum abbia avuto successo, Esperin non ha torto, mi sento sempre più debole e ho quell'occhio rosso, è vero, ma il resto del testo non descrive affatto la mia situazione. Sento pressione sulla spalla, qualcuno mi sta toccando e forse qualche settimana fa avrei rifiutato il contatto, ma ora no, ora ne ho bisogno perché è di questo che hanno bisogno le persone: di affetto, di essere consolate quando stanno male, e io non faccio eccezione. Perché non sono un mostro. Sono una persona. "Sei ancora tu, quando hai svelato la tua identità abbiamo parlato di quando eravamo ragazzini, ti ricordo esattamente così, qualsiasi cosa ti abbiano fatto non è giunto a conclusione e se... se c'è quella cosa dentro di te, cercheremo il modo di strapparla via", è... è troppo. Una singola lacrima, o forse di più, mi riga il viso. Me lo merito? Mi merito questo supporto? Per Raiden, che idiota che sono: la risposta è sì. Me lo merito. Sono una brava persona, dannazione, basta compatirsi, basta punirsi, basta, basta, basta. Voglio essere egoista, voglio essere felice. E in questo momento, grazie alle parole di Ryuk ed Esperin... lo sono. <<Grazie>>, è tutto ciò che riesco a dire, per poi asciugarmi gli occhi con la manica del vestito. Anche l'uomo si allontana, mi pare di aver capito che sia successo qualcosa in infermeria, ma prima di andare a controllare devo fare mente locale e il modo migliore credo sia trascrivere la traduzione per intero, senza correzioni e concentrandomi soprattutto sull'ultima parte, che non ho ancora letto. Quindi faccio esattamente questo sul retro della pergamena che abbiamo usato.



    La nota finale non fa che confermare che è proprio questa l'origine del mio problema. Duncan, o meglio, il maleficarum dentro di lui ha provato a possedermi e nonostante abbia fallito deve avermi fatto qualcosa... forse ha lasciato una traccia del suo passaggio, o una specie di... maledizione, non so. Però... ma sì, avrei dovuto pensarci prima: quando sono fuggito dal fienile Duncan era ancora posseduto. Ne sono sicuro. Quindi non è possibile che quel maleficarum si trovi ora nel mio corpo... o forse sì? Forse si è diviso in due? Dei... stiamo parlando di spiriti millenari, tutto è possibile. <<Xerneas...>>, ripeto questo nome, ma non mi dice assolutamente niente. "Hai deciso di prendere il diploma?", la voce di Sage mi fa alzare lo sguardo: sembra allegro, non l'ho visto da queste parti prima, dev'essersi appena svegliato. Dormiglione! È sera! La sua battuta mi fa ridere, è proprio un ragazzo simpatico, è riuscito ad alleggerire l'atmosfera. <<Forse sono posseduto e sto morendo ma per il resto tutto bene>>, Dei, continuo a ridere, mi sento sollevato e non so neanche per qualche motivo. <<No, scherzo. Troverò una soluzione. Gli altri sono in infermeria perché...>>, rivolgo uno sguardo alla tenda: sia Esperin che Ryuk sono corsi là ma mi rendo conto solo adesso che ne ignoro il motivo. <<È successo qualcosa, vado a vedere>>. Afferro la mia pergamena e la infilo in tasca, le pagine originali per quanto mi riguarda possono anche bruciare, ed entro in infermeria dove trovo Drako, Elen e Niniel, che... ha tutti i vestiti sporchi di sangue! Strabuzzo gli occhi. <<Stai bene? Cos'è successo?>>.
    Our wills and fates do so contrary run

  9. #3159
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Esperin non ci impiega molto a raggiungermi, sorride quando entra nella tenda e nota la coperta al suo posto, sono piccole attenzioni che so sa apprezzare. Così si stende accanto a me e non esito un secondo prima di abbracciarla, è piacevole non dover più far mille ragionamenti su cosa sia giusto o sbagliato, su come comportarmi o meno."Sembra che Raiden si stia divertendo con i Reietti oggi" Si volta verso di me e mi da un bacio, proprio mentre stavo per risponderle, ma abbassa nuovamente la testa sul mio petto e mi lascio andare ad una stretta "spero che si sistemi tutto." Sospiro pesantemente e chiudo gli occhi per qualche istante mentre le accarezzo la testa con la mano "Mi dispiace molto per Valerius e non capisco cosa stia accadendo a Niniel, ma la cosa che mi sorprende di più è che io mi sia preoccupato per loro, fino a qualche settimana fa non mi sarei mai sognato di provare a confortare qualcuno o sperare che le cose si sistemassero, ma è così. Spero realmente che si sistemi tutto, anche con Drako. Io e lui non ci siamo mai potuti vedere, ma tu sei un motivo valido per giungere almeno ad una sopportazione civile" La tiro a me in modo che sollevi il volto per poterle dare un altro bacio, ma sento uno strano sapore metallico appena accennato e quando mi stacco da lei noto un piccolo rivolo rosso scivolare via dalle sue labbra. "Ti ho fatta male... accidenti" sarà stato prima, quando stavo per parlare e mi dato quel bacio. Le passo un dito sul labbro per portare via la goccia si sangue e la stringo nuovamente a me. "Scusami..."

    *azioni concordate

  10. #3160
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti





    Continuo a bere l'acqua, a piccoli sorsi, ma con la coda dell'occhio osservo la reazione di Elen.
    Come l'avrà presa? Si sarà offesa? Cavolo! Ma ti pare che vado a fare il nome di quel beota?!
    Davanti a lei, poi! Che caspita ti passa per la testa, Niniel?

    "Sembra che le ferite siano del tutto riassorbite. Quando ti ho vista nel pomeriggio eri stesa proprio in quel punto, ma non avevi alcuna ferita, dormivi profondamente"

    Rivolgo lo sguardo verso l'uomo, ma resto in silenzio a riflettere sulle sue parole.
    Non può essere. Com'è possibile che sia accaduta una cosa del genere?
    Ho visto chiaramente quelle ferite sul SUO corpo... come possono essere comparse anche sul mio?
    Non ha senso! E'... è assurdo...

    "Credo che sia meglio che tu riposi, ma ti porto nella mia tenda, perchè voglio tenerti d'occhio, voglio evitare che ricapiti. Quando te la senti riprendiamo quel nostro discorso, ti porto da quella persona per parlare un pò"

    Annuisco restando in silenzio, mentre ricambio la stretta di mano di Esperin. Istintivamente.

    "Grazie mille. Certo, va bene..." replico, mentre gli rivolgo un sorriso cordiale.

    Riuscirò a risolvere questa situazione, ne sono sicura. Mi fido del giudizio di Drako. Inoltre... non posso continuare così: devo assolutamente capire cosa sta succedendo al mio corpo e fino a che punto queste visioni possono influenzare la mia vita. Siamo in guerra... devo imparare a gestire questa condizione.

    "Dahmer e Alinor non si vedono ancora, possiamo andare tutti a riposare, mentre li attendiamo, domani sarà una lunga giornata"

    Dahmer. Dahmer. Dahmer. Perché sei apparso nella mia visione?
    Cosa significa tutto questo?

    "Dovremmo riposare un pò tutti, soprattutto tu Niniel, cerca di recuperare le forze e poi segui il consiglio di Drako" aggiunge prima di salutare tutti i presenti ed abbandonare la tenda.

    "Sì... grazie Esperin..." replico, mentre mi alzo lentamente in piedi.

    La testa gira ancora un po', quindi resto accanto al pagliericcio.
    Dovrei darmi una lavata... altro che andare a dormire. Faccio schifo ridotta così.

    "Stai bene? Cos'è successo?"

    Alzo di scatto lo sguardo. Jarak. Giusto, non l'avevo ancora visto.
    Sta guardando i miei vestiti sporchi di sangue, con sguardo preoccupato.

    "Adesso sto bene, grazie. Come vedi... anch'io vi faccio preoccupare, adesso... - accenno un sorriso e subito sento le guance avvampare - A quanto pare ho delle strane visioni... non so come spiegarlo, ma sembra che ciò che vedo... poi... ecco... che mi accadano le stesse cose..." rivolgo, ancora una volta, lo sguardo verso Drako, come in cerca di risposte. So bene che probabilmente nemmeno lui, adesso, potrebbe spiegarmi cosa mi sta accadendo, ma al momento è l'unico punto di riferimento che ho.

    "Comunque non preoccuparti - aggiungo rivolgendo nuovamente lo sguardo verso il mio compagno - sono dura a morire!"

    Sorrido. Cerco di sorridere, ma la realtà è che ho rischiato di morire insieme a lei.
    Che l'ho vista morire davanti ai miei occhi e che ora sono a conoscenza dell'esistenza di quella donna che, a quanto pare, vuole uccidermi. Perché? Perché vorrebbe uccidere me? E come faceva a conoscere il nome di mia mad... il suo nome? Troppe domande. Ho bisogno di risposte e l'unica cosa che posso fare è parlare di nuovo con Drako e seguirlo ovunque vorrà portarmi. E da chiunque.

    "Direi che è il caso di darsi una sistemata. Drako... ti raggiungo in tenda appena ho finito la doccia. Se sei d'accordo... vorrei affrontare subito l'argomento. Non ho intenzione di addormentarmi tanto presto..."

    Non voglio. Farò di tutto per restare sveglia, ma non voglio più addormentarmi.
    Non finché non saprò cosa sta succedendo.
    Rivolgo un saluto con la mano ai presenti, ringraziandoli ancora una volta per il loro aiuto, ed esco dalla tenda: devo darmi una ripulita in fretta e chiarire questa situazione... una volta per tutte...






    Ultima modifica di valuccia85; 1st April 2016 alle 20:52

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •