Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 332 di 343 PrimaPrima ... 232282322330331332333334342 ... UltimaUltima
Risultati da 3,311 a 3,320 di 3422
  1. #3311
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Afferra la bottiglia, inizia a ridere e mi sento subito più leggera.
    La Niniel di non molto tempo fa... avrebbe assistito a questa scena inorridita, rifiutando anche solo l'idea di condividere la stessa aria con lei, ma ora... ora posso veramente affermare di aver trovato un'amica in Esperin e questo non può che farmi piacere. Nella mia mente affiorano, inevitabilmente, i volti di Elwing e Keyra... le uniche due amiche che abbia mai avuto, così diverse, ma comunque ugualmente importanti. Afferro di nuovo la bottiglia e bevo un altro sorso, per poi rivolgerle un sorriso. Il nostro rapporto è cambiato così velocemente... io sono cambiata così velocemente che... quasi stento a riconoscermi. Allora perché fatico così tanto ad accettare il cambiamento di Dahmer? Io... l'ho visto, insomma... l'ho vissuto... lo vivo ogni giorno... eppure... è così difficile.
    Non dipende da lui, in cuor mio lo so bene, dipende da me: quel ricordo è riaffiorato così violentemente ed inaspettatamente... che mi ha colpito come un pugnale in pieno petto. Direi che il paragone è calzante... posso dire di sapere perfettamente cosa si prova. Un brivido mi percorre la schiena, mentre rivedo il volto di mia madre nell'esatto momento in cui la vita ha abbandonato il suo corpo. Quello sguardo spento, assente, vuoto.
    Mi rendo conto di essere rimasta in silenzio per un po' di tempo, ad osservare la bottiglia, quindi mi schiarisco la voce e, continuando a fissare la bottiglia che ho tra le mani, esprimo di nuovo il mio stupore per l'incremento dei miei poteri. Davvero è... sorprendente. Non c'è altro modo per definirlo. Le porgo nuovamente la bottiglia e dopo averla osservata ingerire un generoso sorso di idromele, l'ascolto con interesse mentre mi parla del... turbine. D'acqua, deduco, visto che è l'unico potere, dopo la telecinesi, che condivido con lei. Riprendo la bottiglia tra le mani per poi lasciarla a terra, tanto non avrei comunque più bevuto, e resto semplicemente incantata... senza parole... mentre ammiro il suo potere prendere vita davanti ai miei occhi: un turbine d'acqua che danza maestoso davanti a noi. Lo sento così affine a me, alla mia essenza, a tutto ciò che sono. E' come se mi stesse chiamando, come se mi esortasse ad agire, a manifestare, a mia volta, il potere che da sempre mi appartiene.

    "Allora... che stai aspettando?"

    Mi rivolge uno sguardo carico di sfida ed un sorriso che riesco a decifrare immediatamente: mi sta spronando a fare lo stesso, a manifestare il mio potere, ad imparare a gestire una forza che, forse, è molto più grande di me.
    No. Posso farcela. So che posso. Sono maestra ormai, il controllo sul mio elemento mi è sempre venuto naturale, molto più di quello sulla simbiosi per assurdo, quindi riuscirò ad evocare il turbine.

    "Non pensare a come si fa, segui l’istinto"

    Il suggerimento calza proprio a pennello: l'istinto non mi ha mai tradita.
    Mi alzo da terra, mi allontano giusto di qualche passo e chiudo gli occhi.
    Inspira ed espira.
    Inspira ed espira.
    Inspira ed espira.
    Continuo a respirare, mentre tutti gli altri sensi sono concentrati sul turbine che, nel frattempo, continua a vorticare davanti a noi. Posso udire il nostro elemento dimensarsi, toccare gli schizzi d'acqua che mi bagnano la pelle, assaporare quelli che arrivano sulle mie labbra, annusare l'odore dell'acqua che seguita ad agitarsi senza sosta, come il mare in tempesa. Apro lentamente gli occhi ed osservo stupefatta il turbine, il mio turbine stavolta, prendere vita davanti a me.

    Distruzione Previa concentrazione si è in grado di generare all’interno della propria mano, una quantità controllata di acqua, la quale può essere lanciata con forza contro l’avversario, causandone danni da impatto: Maestro - Ira di Nettuno – L’incantatore è in grado di generare un turbine di acqua nelle sue immediate vicinanze (alto al massimo tre metri e largo due) e direzionarlo, lanciandolo con forza contro il nemico, il quale, se colpito, viene imprigionato nel vortice. Chi subisce le conseguenze di questo potere, può riportare gravi danni da contusione ed ossa rotte. Chi si trova nel turbine non affoga
    Mentre il mio cuore inizia a battere all'impazzata, il turbine diventa sempre più imponente ed è soltanto la scarica di adrenalina che mi permette di contenerlo, mentre avverto, contemporaneamente, la spossatezza farsi strada nel mio corpo. Riesco a gestire la mia forza e, sebbene con fatica, a direzionare il turbine verso quello di Esperin.
    Ora, ancora in piedi nonostante la stanchezza, li osservo con soddisfazione mentre si uniscono, vorticando insieme in quella che sembra una folle danza.

    "Wow... - sussurro estasiata, mentre continuo a fissare il turbine con immensa compiacenza - Con questo potere riuscirò sicuramente a spaccare il culo a Dahmer! - sorrido soddisfatta - Lui e quel fottuto pozzo di sabbia malefico!!!"

    Mentre il turbine continua a volteggiare, con la coda dell'occhio noto che Esperin accenna un sorriso, si alza e poi inizia ad incamminarsi verso le tende. Cavolo! Sono stata troppo esplicita, vero? Sto per rincorrerla e scusarmi, ma all'improvviso si ferma, si volta verso la mia direzione e dopo qualche esitazione...

    "Niniel, non trovo giusto intromettermi ma neanche restare in silenzio. Stai attenta. Dahmer si è comportato molto male con Elen ed anche se ora hanno chiarito non credo che sia pronto ad una relazione stabile, ma è anche vero che lo conosco poco e che fino a qualche settimana fa avrei detto la stessa cosa anche di Ryuk. Spero di sbagliarmi. In ogni caso non voglio vederti soffrire"

    Per un attimo, solo per un attimo, mi si gela il sangue nelle vene.
    Poi, con tono palesemente imbarazzato, e con sguardo triste e rassegnato, mi limito a risponderle: "Sì, ma non mi interessa di Dahmer... cioè, figuriamoci, no.... lui... è semplicemente un amico, diciamo. Ma grazie per il consiglio" concludo in un sussurro. Non è solo un amico... ma chi voglio prendere in giro?

    "Buon viaggio" aggiunge con un sorriso e dopo il mio augurio per la battaglia imminente, mi volta le spalle e riprende il suo cammino verso le tende.
    La battaglia. Avevo quasi rimosso questo... dettaglio. Domani... lei...
    Non posso credere nemmeno io a quello che sto per fare, ma... non mi importa... devo e voglio farlo.
    Corro verso di lei che, non appena percepisce il rumore dei miei passi sull'erba, si volta verso di me, le getto le braccia al collo e la stringo in un forte abbraccio.

    "Vedi di tornare indietro, sana e salva. Non ti perdonerò mai se non lo farai..." enuncio in un sussurro, mentre continuo a stringerla forte.



    NB. Post concordato <3



    Ultima modifica di valuccia85; 3rd May 2016 alle 20:25

  2. #3312
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Sorrido quando Niniel avanza di qualche passo concentrandosi per evocare il turbine, presto le verrà naturale come lo è materializzare le sfere che ha usato finora, deve solo fare pratica e soprattutto abituarsi a quest'energia più forte che ora le scorre nelle vene e che probabilmente la destabilizza. Vedo il suo turbine materializzarsi lentamente e con incertezza, per poi iniziare a roteare in modo sempre più deciso man mano che la ragazza realizza di essere riuscita nel proprio intento e finalmente ne assume totalmente il controllo, meravigliandosi come ha fatto poco fa con la rigenerazione. Lo avvicina al mio talmente tanto che diviene quasi impossibile dall'esterno distinguere dove termina l'uno ed inizia l'altro, se non fosse che sento ogni molecola d'acqua connessa al mio potere, è comunque uno spettacolo unico ed un'agglomerato di energia potenzialmente distruttiva che non ho mai avuto finora modo di osservare. Quando richiamo il mio elemento cominciando a risentire dello sforzo mi rendo conto che il suo primo pensiero è stato quello di mostrare i propri progressi a Dahmer e sebbene abbia detto di non volermi intromettere non riesco a restare in silenzio, finendo per esporle seppure in maniera molto velata i miei dubbi su di lui. So che non ammetterà, almeno per il momento, di essere presa da lui e non mi aspetto una risposta che infatti non arriva, sono contenta però di averle detto cosa penso e cosa temo per il suo bene, sarò ben felice di ammettere di essermi sbagliata se sarà così ma avrò anche la certezza di aver provato ad evitarle una delusione in caso contrario, per quanto mi è stato possibile. Sto per allontanarmi diretta verso il tavolo dopo averle augurato di fare un buon viaggio ed averle rivolto un sorriso in risposta al suo augurio per la battaglia, ma quasi subito i suoi passi alle mie spalle tornano a farmi voltare e con grande sorpresa mi accorgo che mi è saltata letteralmente al collo, abbracciandomi con forza. "Vedi di tornare indietro, sana e salva. Non ti perdonerò mai se non lo farai..." mi sussurra mentre ricambio il suo abbraccio dopo un attimo di smarrimento iniziale, non mi aspettavo che si lasciasse andare in questo modo al contatto fisico, abbiamo fatto enormi passi avanti noi due e ne sono felice "ovviamente anche Ryuk deve tornare... sì... sano e salvo. Ha ancora molte cose da insegnarmi...." aggiunge ancora mentre scioglie l'abbraccio e mi guarda imbarazzata, sorridendomi appena "Puoi contarci, andrà tutto bene" le dico decisa e col sorriso sulle labbra e poi insieme ci avviamo verso le tende ridendo e scherzando ancora, dopo che la ragazza ha raccolto la bottiglia con l'intenzione di riporla in dispensa. Quando arriviamo nei pressi del tavolo noto Sage intento a parlottare con Alinor, non voglio disturbarli, magari nascerà davvero del tenero tra di loro e sono carini insieme, mentre Elen è più in disparte. Mi limito a salutare tutti i presenti per poi avvicinarmi alla tenda di Ryuk mentre Niniel entra nella sua, con l'intenzione forse di riposare un pò. "Ehy" dico scostando il telo ed entrando, Ryuk è sul pagliericcio e mi siedo accanto a lui sorridendo ancora "Potrei essere un pò su di giri per colpa dell'idromele, magari dovrai fermarmi tu stavolta" scherzo prendendolo in giro per prima ed avvicinandomi per dargli un bel bacio, probabilmente ne sentirà il sapore ancora sulle labbra. Sorrido divertita e solo in quel momento mi accorgo che tra le mani ha il carillon di Auron, lo stesso che stava ascoltando quando sono andata a trovarlo. Resto ad osservarlo incuriosita per qualche istante tornando seria, non mi ha detto di averlo incontrato dopo la loro discussione ma probabilmente è successo prima che chiarissimo "lo stava ascoltando quando sono andata da lui, era evidente che lo considerasse un oggetto prezioso e quando mi ha detto che era un tuo dono ho capito che era giusto parlargli" gli sorrido e poggio la testa contro la sua, sono felice che si sia sistemato tutto tra loro "Come mai lo hai tu?"


    *Post concordato

  3. #3313
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Quando riapro gli occhi mi rendo conto che è sera, quanto avrò dormito? Un paio di ore almeno, meglio così, sono consapevole che questa notte ci sarà poco da riposare, il pensiero di domani si fa sempre più pensate ed avverto una forte ansia, non sono mai stato il genere di uomo che si cruccia per la battaglia da affrontare, ma è pur vero che non sono mai stato l'uomo che sono adesso. Quando mi metto a sedere gli occhi cascano sul cofanetto avanti ai miei occhi, non sono ancora convinto di quello che voglio fare, probabilmente dovrei lasciar perdere, ma averlo conservato tutti questi anni sembra acquistare un senso solo ora. Porto la mano alla chiave al lato, quella per dare la carica al carillon e lo ruoto un paio di volte, gira senza problemi, non sembra guasto o arrugginito. Quando sollevo il coperchio la melodia comincia con una nota singola e dopo un attimo di silenzio prende a suonare... è perfetto come lo era anni fa "Ehy" Sollevo lo sguardo e vedo Esperin entrare in tenda, ha il viso disteso, è allegra, come mi piace vederla e sì... ha anche bevuto dell'idromele a giudicare dal sapore che mi lascia sulle labbra. Si side accanto a me e porto un mio braccio alla sua vita, mentre continuo a reggere il carillon con l'altra mano "Potrei essere un pò su di giri per colpa dell'idromele, magari dovrai fermarmi tu stavolta" Le sorrido, anche se non replico, questa musica mi distrae e cattura tutta la mia attenzione, inevitabilmente, gli occhi tornano sul cofanetto "lo stava ascoltando quando sono andata da lui, era evidente che lo considerasse un oggetto prezioso e quando mi ha detto che era un tuo dono ho capito che era giusto parlargli" Non collego immediatamente le sue parole, ma dopo alcuni istanti è chiaro che lo abbia scambiato per il cofanetto di Auron. E così lo stava ascoltando anche lui, questa musica ha qualcosa di magico racchiuso in sè, c'è tutto l'amore di mia madre e non ho mai conosciuto nulla di più forte, spero che Auron lo regali a suo figlio un giorno. "Come mai lo hai tu?" So che quello che sto per dirle non le piacerà, ma non ho intenzione di mentirle e se ha imparato a conoscermi, spero, che riponga un pò di fiducia in me "Questo non è il cofanetto che ho regalato ad Auron, è il suo gemello, è di Lumen, li abbiamo ereditati da piccoli." Le spiego tutta la vicenda partendo dall'inizio, mi dilungo in dettagli che forse dovrei evitare, ma serve per farle comprendere la faccenda a fondo "Dovrei ridarglielo, è giusto così, non lo faccio per lei, ma per me. Prima che sia troppo tardi"

  4. #3314
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Alinor Waters




    Il ragazzo, Sage, non si risparmia nella risposta. A prima vista avrei detto fosse un tipo taciturno, ma magari la sua era solo timidezza iniziale.
    Dopo aver confessato di essere stato in pena per me, mi spiega che la nuova ragazza è in realtà Niniel, l'elfa di Franthalia. "Ah..." sibilo sbarrando gli occhi.
    Mi spiega inoltre che oggi è proprio il suo compleanno e quello di Drako. Ecco spiegata torta e regali anticipati. Dovrei avvicinarmi a lei e farle i miei auguri..magari con la scusa palottare anche un po'. A Drako posso darli in qualsiasi momento.
    "Tu ed Esperin eravate molto amiche? Com'era la vita tra i reali? Voglio dire, avevate posate d'oro, piatti d'argento, servi? Rimpiangi di essere qui con noi, tra polvere e fango e omaccioni mezzi nudi?"
    A questa domanda, gli sorrido. "Io ed Esperin siamo come sorelle. Alla Torre eravamo molto affiatate.. e ti dirò anche che non mi manca per niente quel covo di serpi. Mi sento molto di più a mio agio qui tra tende, fango e paglia." Gli sorrido nuovamente e mi avvicino al suo orecchio quasi bisbigliando: "La vita da Lady mi è sempre stata stretta!".
    Faccio per alzarmi dalla sedia, ma poi cambio idea. Non sono mai stata una a cui piace chiacchierare, ma dovrò conoscerli meglio i miei compagni. Meglio di quanto son riuscita a fare con i Reali.
    "E tu?... Che mi dici di te? Hai un cognome importante o no?" gli chiedo alla fine, mossa da semplice curiosità.


  5. #3315
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    L'armoniosa melodia del carillon continua a risuonare nella tenda e Ryuk ne sembra totalmente catturato, chiudo gli occhi poggiando la testa sulla sua spalla e resto in ascolto delle note dolci e malinconiche che prendono vita dal cofanetto, quando l'ho sentita da Auron la prima volta mi ha colpita molto ed ha accentuato la tristezza che sentivo nel pensare a come si erano lasciati il giorno prima, assieme alla consapevolezza di dovergli dire la verità quando ho capito cosa rappresentasse per lui. Mi stringe in vita e non aggiungo altro fin quando non è lui a parlarmi con quest'aria pensierosa che non riesco a spiegarmi del tutto, non è da lui nonostante l'inevitabile preoccupazione per la battaglia di domani "Questo non è il cofanetto che ho regalato ad Auron, è il suo gemello, è di Lumen, li abbiamo ereditati da piccoli" alzo lo sguardo su di lui perplessa ed ascolto in silenzio le sue parole, non avevo idea che il carillon che ha donato ad Auron fosse di sua madre anche se il rosa della pietra incastonata e del rivestimento interno avrebbero potuto suggerirmi qualcosa, ed inoltre che il suo gemello, ora qui tra le sue mani, fosse di Lumen... ma dovrei essere abituata ormai al fatto che qualsiasi cosa sia legata al suo passato o alla sua casata non è mai semplice o normale, come non lo è tutto il resto del suo racconto. Sentire nominare quella donna mi provoca un profondo senso di fastidio che a stento riesco a nascondere, la odio con tutta me stessa... nonostante le parole di Ryuk e ciò che mi ha confessato di averle fatto in passato, nonostante la consapevolezza di quanto debba essere stato difficile anche per lei portare quel nome e vivere in quella famiglia, nonostante sappia che probabilmente è diventata quello che è solo per sopravvivenza, nonostante tutto... ha contribuito a fare del male alla mia famiglia assieme a suo zio, ha causato la condanna a morte di Drako, ha insabbiato l'assassinio di mio padre e tramato per ingannarlo, non proverò alcuna pena per lei o per suo padre quando raggiungeranno i campi Elisi e non avrò ripensamenti nel mandarceli io stessa, se ne avrò l'occasione "Dovrei ridarglielo, è giusto così, non lo faccio per lei, ma per me. Prima che sia troppo tardi" avevo intuito già quest'intenzione ascoltando il suo discorso e sebbene detesti il solo pensiero che si ritrovi a respirare la sua stessa aria, non per gelosia ma piuttosto per ciò che lei rappresenta, concordo con la sua decisione. Quando finirà questa guerra, quando troveremo il modo di iniziare la nostra vita insieme superate le responsabilità o le conseguenze che ne deriveranno, voglio che sia totalmente libero da un cognome che ormai non gli appartiene più e che non ci sia più nulla a tenerlo legato al passato. Lo guardo negli occhi e gli sorrido dolcemente, nonostante senta lo stomaco contrarsi sempre di più per il fastidio "Lo penso anch'io... vai prima che faccia notte e torna presto da me" mi avvicino e lo stringo tra le mie braccia, liberando un respiro profondo per scacciare questa sensazione.

  6. #3316
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Non oso guadare Esperin durante tutto il racconto, parlarle ancora di com'ero, neanche troppo tempo fa, mi fa sentire a disagio, sono cosciente di quanto odi Lumen, come biasimarla, ha avuto modo di conoscerla essendo stata la sua matrigna per qualche tempo, probabilmente gli anni migliori della sua vita, mia cugina, li ha trascorsi proprio al castello accanto a Rickard, le ha fatto da padre, non avrebbe potuto essere diverso. Non nego che sicuramente le ha dato agio di fare quello che voleva con altri uomini, Lumen è giovane ed ha quel suo modo di fare, delle sue esigenze, so che anche lei ha sofferto per la morte di lui, ma non si è mai avvicinata ad Esperin, si odiano entrambe. Poggia la testa alla mia spalla, mentre continuo a parlare, è sicuramente turbata, non me lo nasconde neanche, il suo fastidio è così evidente che per un attimo, solo un attimo, la mia decisione è quella di infilare questo cofanetto nel cassetto e lasciarlo a marcire là, ma non servirebbe a nulla, devo concludere questa storia ed al più presto, così mi limito a chiuderlo ed a poggiarlo ai piedi del pagliericcio. "Lo penso anch'io... vai prima che faccia notte e torna presto da me" Esperin solleva il viso e mi osserva per qualche istante, prima di abbracciarmi e lasciarsi andare ad un profondo respiro. Sento il suo cuore battere, è agitata, non mi piace che stia così per colpa mia, ma passerà presto "E' l'ultima volta che ho intenzione di vederla in vita mia" Perchè se ce ne fosse un'altra, l'ammazzerei con le mie mani. "Abbiamo ancora un pò di tempo..." La tiro a me cercando di farla adagiare sul letto "Riposiamoci un pò" continuo a tenerla stretta, cercando di farla calmare il più possibile.

  7. #3317
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    SAGE BLOODBORNE


    La faccia che fa Alinor quando le dico che quella lì è la nostra Niniel è troppo buffa! Scoppio a ridere mentre la guardo fare i suoi collegamenti tra quello che vedo e quello che le racconto.


    Poi quando le chiedo di Esperin, senza esitazione mi dice che erano come sorelle alla Torre e che quella vita non le manca per niente, sorvolando però sui maschioni mezzi nudi; forse sono stato troppo audace, ma Alinor mi sorprende avvicinandosi al mio orecchio e sussurrando: "La vita da Lady mi è sempre stata stretta!"




    La guardo negli occhi e sto per risponderle quando lei accenna ad alzarsi, poi cambia idea e si risiede. Sorrido, è una ragazza divertente.
    "E tu?... Che mi dici di te? Hai un cognome importante o no?"


    "Un cognome importante? Oh no, la leggenda narra che il mio bisbisnonno fosse soprannominato così perchè sopravvissuto ad un parto difficile. Ti risparmio i dettagli cruenti, ma puoi intuirlo da te." - le rispondo in tono scherzoso. Appoggio le mani indietro e alzo lo sguardo verso il cielo, cercando la luna e in essa il volto di mia madre - "Sembra sia una costante per la mia famiglia, anche mia sorella Erin è se l'è cavata per miracolo. Sei figlia unica?" - le chiedo di getto, sempre guardando fisso verso l'alto.


  8. #3318
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Esperin Raeghar


    Ryuk chiude il cofanetto ed all'interno della tenda scende nuovamente il silenzio, lo ripone a terra accanto al pagliericcio e torna a guardarmi in viso, sembra teso probabilmente per aver percepito il mio fastidio e rammaricato di esserne in parte la causa, ma non è necessario, ho capito le sue ragioni e condivido il suo gesto nonostante l'odio che provo per lei, non sarà certo questo a turbare i nostri ultimi momenti di tranquillità prima della battaglia "E' l'ultima volta che ho intenzione di vederla in vita mia" aggiunge ricambiando il mio abbraccio ed ancora stretta a lui porto una mano dietro la sua testa accarezzandogli i capelli "Mi fido di te" gli dico sincera e mi sento anche più rilassata, stare tra le sue braccia mi fa sempre questo effetto e nonostante la gelosia incontrollata che provo nei suoi riguardi da ancora prima di riuscire ad accettarla ho davvero fiducia in lui e nel nostro rapporto, non solo per Lumen ma in generale, possono guardarlo quanto vogliono tanto so che lui ora è solo mio, glielo leggo negli occhi. "Abbiamo ancora un pò di tempo...Riposiamoci un pò" mi tira con sé e ci stendiamo sul pagliericcio ancora abbracciati, poggio la testa sul suo petto e chiudo gli occhi per qualche istante ascoltando i battiti regolari del suo cuore e riflettendo sulla giornata di domani. Chissà a quest'ora dove saremo, se avremo ancora la possibilità di dormire abbracciati in questo modo, se saremo riusciti a conquistare Luna di Diamante ponendo fine a questa guerra oppure se dovremo difenderci dagli attacchi delle guardie reali o ribelli, ma è inutile pensarci ora, affronteremo tutto a tempo debito come abbiamo fatto finora "Credi che sia opportuno raggiungere il Castello prima dell'alba per le ultime disposizioni ai soldati?" gli chiedo pensierosa tornando a guardarlo negli occhi, avrà probabilmente pensato già a tutto ma mi sentirò più tranquilla avendone la conferma "Approfitterò di questo tempo che sarai via per sistemare le nostre cose, domani sarà una giornata frenetica e preferisco che sia tutto pronto già da stanotte, se per te va bene. Tanto in ogni caso saremo insieme" gli sorrido ed avvicino le mie labbra alle sue per baciarlo ancora.

  9. #3319
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti





    Raggiungo finalmente la tenda e crollo distesa sul pagliericcio.
    Non posso ancora credere di... di essere riuscita ad esternare i miei sentimenti in quel modo. Io che... che abbraccio qualcuno... è... è... così strano. Una sensazione piacevole, francamente, che mi ha fatto sentire subito più leggera. Rincuorata solo per qualche minuto, in realtà, perché le parole di Esperin tornano a riombombarmi violentemente in testa. Parole a cui, fino a qualche giorno fa, non avrei dato il minimo peso e...
    No. Devo imparare ad essere onesta con me stessa nell'affrontare tutta questa vicenda, quindi non posso, non devo e non voglio nascondermi dietro ad un dito e cercare di mascherare l'evidenza: ciò che provo per lui è... reale e devo imparare ad accettarlo e conviverci perché... perché devo mantenere la lucidità. Non posso perdere il controllo proprio ora e farmi distrarre da queste... queste... stupidaggini. No. Tra poco dovrò affrontare un viaggio impegnativo, dovrò scontrarmi con una realtà che non mi piacerà e dovrò affrontare... dovrò... affrontare... quella che potrebbe diventare la mia nuova vita. Magari alla fine di questa guerra... o magari no... ma devo conoscere la mia storia e quella della mia famiglia perché, a questo punto, bramo di scoprire tutta la verità.
    Devo rimanere concentrata, rilassata e razionale. Ovvio. Devo.
    Eppure non ci riesco.
    Continuo a pensare che si sono chiariti. Hanno parlato, quindi, e risolto la loro situazione, ma... se i miei sentimenti... se... se riuscissi a ferirla? Non molto tempo fa, non solo ho negato di essere interessata a lui, ma le sono scoppiata a ridere in faccia, facendola passare per visionaria. In realtà... aveva ragione.
    I miei sentimenti, quindi, erano talmente evidenti anche all'epoca che... che... se ne è accorta prima di me?!
    Dovesse accadere qualcosa con lui, cosa che ovviamente non succederà, come potrei guardarla ancora negli occhi? Come potrei farle comprendere che non ho mentito in quell'occasione, ma che solo ora ho realizzato ciò che provo per lui? Sarebbe gelosa? Mi odierebbe? No... no, no, no. Devo tenermi tutto dentro, così da evitare situazioni spiacevoli, sia personali che alla fazione. Non voglio che soffra ed inoltre non è nemmeno detto che lui... si, ecco... che lui... ehm... mi trovi interessante.
    Ohhh, basta pensare! Mi è scoppiato il mal di testa e non voglio tornare a bere quell'intruglio, quindi decido di chiudere gli occhi solo per qualche minuto. Così... il... dolore... passerà... i...n... frett....a...

    .......zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz......
    ..zzzzzzzzz..
    ...zzzzz...

    NB: Colori ed eventuali modifiche tra domani e sabato <3

  10. #3320
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Cammino verso il Glados, Drako mi sta già aspettando lì, sono sulle spine perchè non riesco mai a capire cosa frulla nella testa di mio padre. Cosa mi aspetta al Valmorghuli? Inutile indugiare ancora, tocco la luce blu del portale pronunciando la formula: "Rem tene, verba sequentur".

    Continua qui

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •