Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 74 di 343 PrimaPrima ... 2464727374757684124174 ... UltimaUltima
Risultati da 731 a 740 di 3422
  1. #731
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant

    Drako mi sorride raccogliendo i pantaloni per poi nascondersi dietro ad un cespuglio e finire di vestirsi, abbasso lo sguardo imbarazzata mentre lo sento affermare: << Sto bene, il malanno sembra improvvisamente scomparso, sai? Non lo dico per tranquillizzarti, è come se ora mi sentissi meglio di prima, più forte di prima>>




    Lo osservo e annuisco poco convinta, poi lo seguo verso il glados ad aspettare il ritorno delle due elfe.



    Sono via praticamente da un giorno intero, la battaglia sta durando più del previsto.
    All'improvviso il portale si illumina e Niniel esce dal glados imbrattata di sangue con Elwing tra le braccia.
    Resto pietrificata dalla scena che mi si para d'innanzi, sono sicura di essere vittima di una terrificante illusione, il corpo di Elwing è senza testa.


    <<Siamo tornate. Franthalia appartiene ai Reali>>
    la voce di Niniel è inespressiva e lo sguardo è assente.
    La vedo portare il corpo dell'amica nella tenda seguita da Drako.
    Io non riesco a muovere un muscolo e improvvisamente un ricordo che credevo aver seppellito per sempre torna a galla.



    Era la mia prima uscita ufficiale, mia madre mi aveva fatto preparare per l'occasione, indossavo un abitino rosa e bianco a balze, i lunghi capelli azzurri erano intrecciati con dei nastri dello stesso colore del vestito e ai piedi indossavo dei sandali tinta avorio.
    La tradizione imponeva che la famiglia reale, al compimento dei dieci anni d'età della loro primogenita, andasse a presentare la futura erede al trono, alle contee vicine.
    Ero seduta nella carrozza reale con mi madre, la balia e la vecchia Ruth, mio padre era in groppa al suo cavallo in prima fila affiancato da Terk il suo braccio destro, dietro di loro altri cinque soldati e altri dieci dietro alla carrozza per chiudere la fila.
    Doveva essere un viaggio tranquillo, quindi il grosso dell'esercito era rimasto a protezione del regno.
    All'improvviso i cavalli iniziarono a nitrire e a scalpitare, la carrozza cominciò a sbandare, misi fuori la testa dal finestrino per controllare cosa stesse accadendo, quandi vidi una ventina di uomini armati sbucare all'improvviso.
    << Non sei contento di vedermi fratello?>> A parlare fu l'uomo dai lunghi capelli neri come la notte.
    <<Fargo, che ci fai qui?>> risponde mio padre in modo freddo.
    Fratello? mio padre ha un fratello? Perchè non l'ho mai visto nel regno?
    <<Su via fratello non essere il solito scontroso, sono venuto a conoscere mia nipote, e a portarle i miei omaggi>> ribatte lo sconosciuto.
    <<Vattene Fargo, non sei il benvenuto qui>>
    Velocemente scendo dalla carrozza e corro vicino a mio padre e gli chiedo << Chi è quest'uomo?>>
    << Larieth torna nella carrozza>> replica brusco il re continuando a fissare il fratello davanti a se.
    Non è da lui parlarmi in quel modo, è sempre stato dolce e paziente con me.
    << Ma padre io.....>> provo ancora a parlare ma lui sbraita <<LARIETH HO DETTO DENTRO, SUBITO!>>
    Spaventata rientro di corsa in carrozza quando lo sento affermare: << Non sei più il benvenuto qui, non da quando hai ucciso nostro padre>>
    << Doveva morire!>> urlò Fargo fuori di se.
    << Ha sempre preferito te a me, tu eri quello perfetto, io invece non ero mai abbastanza, io sono il maggiore, io dovevo essere re, ma nostro padre ha scelto te, lui sceglieva sempre te...>> Fargo era fuori di se dalla rabbia, all'improvviso sguainò la spada e colpi mio padre al fianco sinistro, Terk scattò a fianco del re e sguainò la sua arma.

    << Proteggi mia figlia Terk>> gli ordinò.
    Scesi dalla carrozza per corrergli incontro quando il braccio destro di mio padre mi prese tra le braccia per riportarmi in carrozza.
    All'improvviso gli uomini del re attaccarono quelli di Fargo.
    Io scalciavo e gridavo tra le braccia di Terk, ero spaventata a morte ma non riuscivo a distogliere lo sguardo da quello scempio.
    Grida disumane riecheggiavano nella foresta, il terreno si coprì presto di sangue e di cadaveri mutilati.
    Il fratello di mio padre riuscì a scappare, con non più di un paio di uomini, teletrasportandosi.
    Anche la nostra scorta ne uscì terribilmente ridotta.

    Quello fu il mio primo contatto con la morte.
    Ricordo che dopo quel terribile evento, non riuscii a parlare per settimane, mangiavo a fatica e di notte mi svegliavo in preda a incubi spaventosi.
    Ultima modifica di saphira_84; 16th May 2015 alle 17:58

  2. #732
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya



    Lo sconosciuto mi precede silenzioso, svelandomi unicamente di provenire da oltre il confine.




    <<Ohh>> non riesco a trattenere la mia sorpresa, ho sempre voluto viaggiare e vedere posti nuovi.
    Lo seguo fino alle tende fantasticando sull'aura di mistero che lo avvolge, quando si ferma in attesa che gli mostri la tenda di Drako.


    <<Da questa par...>> vedo Dahmer fuori dalla tenda di Niniel così gli corro incontro senza terminare la frase.


    <<Hai visto Drako? Abbiamo visite... - gli dico indicandogli l'ospite, poi guardo la tenda di Niniel - Sai se sono tornate dalla battaglia? Mi sono appisolata e non mi sono accorta di nulla... Ormai è l'alba!>>.
    Sono preoccupata per loro, è da troppo tempo che sono fuori.
    Ultima modifica di albakiara; 14th May 2015 alle 13:39

  3. #733
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    "Voglio un'elfetta elfetta elfetta un'elfetta senza testa testa testaaaa"
    Non riesco a schiodarmi questo motivetto dalla mente, quella visione celestiale dagli occhi! Mi metto però subito all'attenti quando il gran capo entra di impeto nella tenda e ci resta a fare non so cosa... sono geloso, dovevo palpare io quel corpo, non tu! Sto per fare il mio ingresso, magari riesco subdolamente ad approfittare per toccarla ma la mia cagnetta scodinzola veloce verso di me, manco fossi una confezione gigante di croccantini.



    Mi chiede dove sia Drako, se ho visto le guerriere... ma è andata a fumare roba buona? Se Deirdre dell'Ovest è venuta a spacciare le sue erbette anche qui, sarebbe stato carino avvisarmi! Dietro di lei scorgo uno straniero... oh Raiden, che faccione duro e severo! Un altro palo nel sedere come Drako? Ma spero di no! "Elen" dico tutto contrito, abbassando il tono della voce e spacciando il mio nervosismo di non poter toccare la fu Elwing per ansia e preoccupazione





    "io... Drako è nella tenda e... sta dando l'estremo saluto a Elwing... o almeno così credo... io so che vi conoscevate, che la reputavi tua amica... mi dispiace, piccola".



    Cercherò di metterle le mani sulle spalle, se vorrà gettarsi tra le mie braccia la consolerò volentieri. Ho bisogno di toccare delle chiappe femminili se voglio placare questa fame!


  4. #734
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Dopo aver comunicato la notizia a Drako, entro a passo lento nella mia tenda.
    Il corpo di Elwing è sul mio pagliericcio, ormai impregnato di sangue.



    Vederla così... ogni volta è come se un pugno mi colpisse alla bocca dello stomaco, come se una lama affilata penetrasse nel mio cuore.



    Il fiato viene meno. Non riesco a respirare bene.
    Improvvisamente, Drako entra nella tenda e la chiude alle sue spalle.
    Non so perché è qui... io... non riesco a pensare.



    La testa mi scoppia: è come se mille pensieri lottassero fra loro per farsi strada nella mia mente. Mi sento... confusa.
    Alzo lo sguardo quando sento proferire delle parole, ma in realtà non sto guardando un punto preciso. Vorrei... Vorrei guardarla ancora una volta. Vorrei guardare Drako negli occhi, eppure... non ci riesco. Non posso farcela. Non ora.

    "Con il tuo consenso... vorrei occuparmi del rito funebre. Potremmo erigere un pira, posizionarla nel lago o nel campo di addestramento e... insomma... se per te va bene..."



    Lo sguardo vacuo. Il tono di voce inespressivo.



    Non mi importa di cosa potranno pensare gli altri. In questo preciso momento non me ne frega proprio di nessuno.
    Non so cosa mi risponderà. A dire il vero non so nemmeno perché l'ho chiesto.
    La bocca si muove da sola, la testa sta per esplodere e l'aria sembra diminuire ogni secondo che passa. Attenderò la sua risposta, dopodiché mi laverò, cambierò e... Elwing...



    Ultima modifica di valuccia85; 6th May 2015 alle 00:56 Motivo: Foto aggiunte

  5. #735
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    L'espressione preoccupata sul volto di Dahmer e il tono contrito con cui dice il mio nome non fanno presagire nulla di buono.


    <<Drako è nella tenda e... sta dando l'estremo saluto a Elwing... o almeno così credo... io so che vi conoscevate, che la reputavi tua amica... mi dispiace, piccola >>


    Elwing è morta? No, non è possibile, non è vero... Sto ancora sognando, le guerriere sono tornate e lo straniero non esiste, ora mi sveglierò dal glados e tutto tornerà come prima.
    Invece no, non sto dormendo, sento le mani di Dahmer poggiarsi sulle mie spalle.
    Scuoto la testa, spero sia uno stupido scherzo, ma la sua espressione triste dice tutto.
    Mi stacco da lui e scosto il tendaggio dell'ingresso, noto Drako e Niniel poi il mio sguardo cade sul pagliericcio tutto inzuppato di sangue, il corpo di Elwing è adagiato, immobile, come se stesse dormendo. Seguo le sue forme risalendo con gli occhi dai piedi fino alla testa...


    <<Ahhhhhhhhhhhhh>> uno strillo acuto mi esplode nel petto.


    Lascio il tendaggio chiudendomi la macabra visione alle spalle e guardo Dahmer pietrificata, le gambe tremano e mi lascio cadere sulle ginocchia.
    Chi può aver fatto una cosa simile? Le immagini del suo corpo decapitato, dei lembi di pelle penzolanti all'attaccatura del collo e di tutto quel sangue iniziamo a vorticare nella mia mente. Che cosa ne faranno della sua testa? La esporranno barbaricamente su una picca? Mi manca l'aria e sono assalita da conati di vomito, è il terzo cadavere che vedo nel giro di una settimana e temo che il numero è destinato ad aumentare.


    La guerra non è un gioco, ora ne ho avuto la conferma, devo allenarmi ancora più duramente se non voglio diventare anche io un trofeo per i nemici.
    Cerco di calmarmi facendo respiri profondi <<Perchè? Perchè uccidere in questo modo? - chiedo a nessuno in particolare - Chissà se le hanno almeno chiuso gli occhi...>>
    Ultima modifica di albakiara; 14th May 2015 alle 13:44

  6. #736
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti


    Sto ancora fissando il cadavere di Elwing, non riesco a pensare nulla, so che dovrei dare delle parole di conforto a Niniel, ma ora come ora non le servirebbe a nulla. La ragazza mi parla ancora, la voce atona e fredda come prima
    "Con il tuo consenso... vorrei occuparmi del rito funebre. Potremmo erigere un pira, posizionarla nel lago o nel campo di addestramento e... insomma... se per te va bene..."
    “Sì… erigeremo una pira nel campo di addestramento, lo faremo stasera stessa, il bagliore delle stelle condurrà la sua anima nel campi eterni. Conosci la sua famiglia? E’ mio dovere comunicare loro l’accaduto, è mia responsabilità…” Non riesco a pronunciare altro, Elen entra ed alla vista del cadavere non tratteniene un urlo, avevo chiuso appositamente la tenda per non mostrargliela in questo modo, dovrò cercare di tranquillizzarla, anche se… anche se dovrà abituarsi a scene come queste, purtroppo. “Ascoltami Niniel, non interverrò con l’influsso della mia aura su di te e non userò neanche il mio potere, affinchè tu possa rimuovere queste immagini dalla tua mente, se oggi sono quel che sono è perché ho vissuto troppe volte accadimenti come questi, non so se sia un bene, ma… la morte di un compagno d’armi, la morte di un amico è il motivo per proseguire questa guerra e vincere, prendi la sua forza e falla tua. Ti lascio sola, se dopo vorrai sfogarti sono a tua disposizione e per sfogarti intendo anche picchiare” Mi dirigo all’esterno della tenda e là trovo Elen, è sconvolta <<Perchè? Perchè uccidere in questo modo? Chissà se le hanno almeno chiuso gli occhi...>>
    Accanto a lei Dahmer e… “Jarak?” esclamo questo nome istintivamente, non ho mai visto in viso l’uomo appena menzionato, ma deve essere lui, altrimenti non potrebbe essere qui. “Sei giunto in un momento nefasto, abbiamo la guerra ha strappato la vita di una nostra compagna”

  7. #737
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lady Blackstone



    Ogniqualvolta che il sole sorge rischiarando l'oscurità della notte, l'ansia viene a cercarmi. Non sopporto il giorno, non sopporto il sole, la luce.



    La luce di quella divinità che mi ha ormai abbandonato da tempo. "Va via!" urlo sollevando gli occhi al cielo. Neanche al gufo che sorvola sulla mia testa piace il giorno, siamo creature della notte noi due. Avanzo in questa boscaglia che sembra voglia soffocarmi, spezzando ogni ramo, ogni pianta che ostacola il mio cammino.



    Secondo le indicazioni che mi ha fornito questo Drako, non dovrei essere lontana dall'accampamento. Non mi fido, ma non ho nient'altro su sui fare affidamento.



    Il mio mantello nero provoca un fastidiosissimo fruscio strofinandosi sulla vegetazione ad ogni mio singolo passo. Finalmente giungo ai piedi di un laghetto dove noto dei vestiti messi ad asciugare al sole.



    Più in lontananza scorgo quella che sembrerebbe una tenda (quella di Drako).



    Mi acquatto dietro di essa, prima di entrarvi. Non c'è nessuno.



    Uscendo, mi assicuro che non ci sia nessuno in giro e mi dirigo alla tenda affianco (quella di Ryuk). All'interno, vi trovo un uomo che dorme.



    Senza fare alcun rumore mi ci avvicino e lo fisso con riluttanza. Sarà lui Drako? Glielo chiederò non appena aprirà gli occhi.

    Ultima modifica di scarygirl; 7th May 2015 alle 21:10


  8. #738
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant


    L’urlo di Elen mi fa tornare alla realtà, la vedo uscire di corsa dalla tenda e accasciarsi a terra: <<Perchè? Perchè uccidere in questo modo? Chissà se le hanno almeno chiuso gli occhi...>>


    Mi inginocchio vicino a lei e la stringo in un forte abbraccio e le sussurro << Purtroppo questo è il prezzo della guerra, prima o poi qualcuno doveva morire e di sicuro lei non sarà l’ultima>>



    Resto un attimo in silenzio continuando a tenerla stretta, non ci sono molte cosa da dire in questo momento, poi aggiungo: << Dobbiamo vendicala, dobbiamo allenarci e diventare più forti, bisogna trovare la forza in questo lutto altrimenti Elwing sarà morta invano>>.



    <<Jarak? Sei giunto in un momento nefasto, la guerra ha strappato la vita di una nostra compagna>>



    Alzo la testa quando sento la voce di Drako e solo ora mi rendo conto della presenza dello sconosciuto nell’ accampamento.


    Ultima modifica di saphira_84; 16th May 2015 alle 18:50

  9. #739
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Jarak

    Proprio mentre la giovane mi stava per mostrare la tenda di Kalisi, un uomo fa la sua comparsa uscendo da uno dei giacigli più piccoli e la mia interlocutrice gli corre incontro.


    Inizio davvero a spazientirmi, sono tentato di entrare in ogni tenda fino a quando non trovo questo maledetto ex Primo. Gli chiede di Drako, e cerca anche informazioni riguardo a delle combattenti che a quanto pare sono andate in battaglia. Stanno tardando, e l'esperienza mi ha insegnato che non è mai un buon segno... Scruto il viso dell'uomo: è giovane, forse anche lui un adolescente, mi colpiscono in particolare i capelli: sono di una sfumatura verdognola, un colore che non si vede spesso.


    Inizio a temere che in questo accampamento abbiano tutti la metà dei miei anni e i capelli dai colori più strani. Lo vedo osservarmi per qualche istante, e poi risponde alla sua compagna... Elen. Così l'ha chiamata. Abbassa poi la voce, un accorgimento non raro in presenza di un estraneo, ma ciò che mi disturba è la reazione della ragazzina: si stacca violentemente dall'uomo e controlla l'interno della tenda a loro vicina, per poi emettere un urlo acuto e fastidiosissimo. Si allontana, torna a parlare con l'uomo e crolla a terra, distrutta e disperata. Ma che diavolo sta succedendo? <<Perchè? Perchè uccidere in questo modo?>>, la sento ansimare. Uccidere... Ora è chiaro: le combattenti che tardavano... in realtà sono già tornate.


    Ignorando l'arrivo di un'altra donna digrigno i denti, frustrato e nervoso. Questa gente combatte contro i nobili più addestrati e armati del regno, non mi sorprende che vi sia stata una vittima e non dovrebbe sorprendere neanche loro, eppure... non dev'essere facile perdere un compagno. Posso solo immaginare il dolore, sono stato un lupo solitario per così tanto tempo... non saprei nemmeno cosa dire per aiutarli, per farli sentire meglio. Il silenzio... è stato il mio unico amico, per così tanto tempo.
    Sollevo lo sguardo quando qualcun altro esce dalla stessa tenda: è un uomo giovane, aitante, con gli occhi chiari, i capelli corvini e la barba incolta. Anche lui è provato, lo si capisce dalla sua espressione, espressione che muta quando i suoi occhi incontrano i miei. “Jarak?”, esclama, e in quell'esatto istante comprendo di trovarmi davanti al Dragone.


    <<Kalisi>>, rispondo quasi istintivamente. È questo, il fautore della rivolta? L'uomo che vuole accettare tra le sue fila un randagio come me? Me lo aspettavo... diverso, forse più avanti con l'età, eppure... non posso negare che ha una certa aria da leader, non so perché, forse è la voce, forse l'aspetto... ha quel qualcosa che ti spinge ad ascoltarlo, a seguirlo, a fidarti di lui. Oppure, semplicemente, è suggestione. <<Capisco>>, dico ancora, riferendomi al loro lutto. <<Mi spiace>>, bofonchio poi, dopo qualche secondo di silenzio. <<Devo parlarti>>, continuo. <<Seguimi>>.


    Se accetterà di conversare, mi incamminerò qualche metro più in là, giusto per avere un po' di privacy. Altrimenti rimarrò fermo, e ascolterò ogni cosa che avrà da dirmi. La cosa certa, però, è che non parlerò del motivo per cui mi trovo qui davanti a tutti. So che potrebbero diventare miei compagni, miei alleati, ma... ho bisogno di tempo, per fidarmi. Non ho nemmeno intenzione di dire tutta la verità a Kalisi, per ora, figuriamoci se ne parlerei davanti a due ragazzini.
    Our wills and fates do so contrary run

  10. #740
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    “Sì… erigeremo una pira nel campo di addestramento, lo faremo stasera stessa, il bagliore delle stelle condurrà la sua anima nel campi eterni. Conosci la sua famiglia? E’ mio dovere comunicare loro l’accaduto, è mia responsabilità…”



    "Sì. Sì... io... li conosco, certo - proferisco in un sussurro - Ma se non ti spiace vorrei occuparmene personalmente"

    Non gli sto chiedendo il permesso. Stavolta no.
    Cosà farà? Manderà una missiva per avvisarli?
    No. Loro non meritano questo. Lei non lo merita.

    Il grido di Elen mi riporta momentaneamente alla realtà. Uno sprazzo di lucidità si affaccia nella mia mente, seppur per un breve istante: forse avrei dovuto coprire il corpo per evitare scene come questa.



    Un conato di vomito si fa strada prepotentemente nella mia gola. Porto istintivamente una mano davanti alla bocca.



    “Ascoltami Niniel, non interverrò con l’influsso della mia aura su di te e non userò neanche il mio potere, affinchè tu possa rimuovere queste immagini dalla tua mente, se oggi sono quel che sono è perché ho vissuto troppe volte accadimenti come questi, non so se sia un bene, ma… la morte di un compagno d’armi, la morte di un amico è il motivo per proseguire questa guerra e vincere, prendi la sua forza e falla tua. Ti lascio sola, se dopo vorrai sfogarti sono a tua disposizione e per sfogarti intendo anche picchiare”

    "Grazie".

    Non riesco a proferire altro. Non ora.
    Il cuore mi sta scoppiando nel petto. Il sudore cola lungo il volto. La testa mi scoppia.
    L'aria... non riesco più a respirare... Il corpo inizia a tremare. La vista è offuscata.

    -Che cosa mi sta succedendo?-

    Esco rapidamente dalla tenda, avendo l'accortezza di chiuderla alle mie spalle.
    Devo liberarmi di quest'armatura soffocante e lavarmi.
    Mi dirigo lentamente verso la tenda adibita a lavacro. I passi sono lenti. Mi gira la testa ed il malessere che ha iniziato a manifestarsi nella mia tenda non accenna a diminuire. No. Aumenta.



    Una volta raggiunta la tenda, mi spoglio velocemente. Gli spasmi si accentuano ad ogni faticoso respiro.
    Mi immergo nell'acqua fredda. Completamente.
    Stare con la testa sott'acqua solitamente mi aiuta a distendere i nervi, ma in questo caso sembra non sortire alcun effetto. Riemergo dall'acqua. Faccio respiri profondi.



    E' come se dentro di me ci fosse qualcosa. Qualcosa che mi impedisce di respirare.
    Solo in quel momento realizzo: l'acqua si è tinta di rosso.

    "Sangue. Il... il tuo sangue..."



    Le parole muoiono in un singhiozzo, mentre le lacrime iniziano a scendere copiose sul mio volto.

    Esco velocemente dall'acqua. Il respiro sempre più affannoso, la testa pulsa e vortica come fosse impazzita.



    -Sto impazzendo? Cosa... cosa mi succede?-

    In un istante le gambe smettono di sorreggermi e cado sulle ginocchia.



    Il panico si impossessa del mio corpo, scosso da spasmi sempre più violenti e frequenti.
    Non so cosa mi sta succedendo, ma non riesco a muovermi. Il corpo sembra come paralizzato.
    Resterò qui per ora. Nessuno deve vedermi in questo stato. Nessuno.







    Niniel non ha fatto caso a Jarak (scusa Pey!) ed agli altri solo perché è palesemente sconvolta. Scusate se alcune foto non sono granché, ma sto ancora facendo pratica con photoshop.


    Ultima modifica di valuccia85; 6th May 2015 alle 01:04 Motivo: Foto aggiunte

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •