Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 92 di 343 PrimaPrima ... 42829091929394102142192 ... UltimaUltima
Risultati da 911 a 920 di 3422
  1. #911
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Nel preciso istante in cui l'arma si dissolve, l'aria riprende a circolare normalmente nei miei polmoni.
    La morsa che, fino a poco fa, mi attanagliava il basso ventre ora è svanita, ma il dolore, penetrante e lacerante, non è minimamente diminuito. Porto istintivamente una mano sulla ferita e premo con forza, nel tentativo di rallentare la fuoriuscita del sangue.



    Sono ancora distesa a terra e mentre tento di alzarmi in piedi, avverto una sensazione fastidiosa, ma allo stesso tempo familiare: quel maledetto pozzo di sabbia blocca le nostre gambe per l'intera lunghezza. Devo assolutamente inventarmi qualcosa od il pazzo ci farà risucchiare dal pozzo di sabbia!



    Ma cosa caspita sta blaterando? Cosa dice?

    "Sono nato per distruggere tutto ciò che ami, Vicent"



    Vicent... Dreth! Sta parlando di Dreth!
    Improvvisamente mi afferra per la gola ed inizia a stringere. Lo sguardo colmo d'odio.
    Ma riesce a capire chi ha davanti?



    L'istinto mi suggerisce di afferrare le sue braccia e cercare di liberarmi dalla sua morsa micidiale, ma so di essere meno forte di lui, quindi sarebbe tutto inutile.
    Di sicuro devo agire ed in fretta: inizia a mancarmi l'aria. Se continua così potrei correre il rischio di svenire.
    Faccio scorrere le mie mani sulle sue braccia (voglio che creda che il mio intento sia, appunto, quello di afferrarle e cercare di liberarmi dalla sua presa), poi, sfruttando tutta la mia destrezza, le apro entrambe, con i palmi rivolti uno all'altezza del suo volto, l'altro all'altezza del suo stomaco. Avverto il mio elemento iniziare a scorrermi velocemente nelle vene.
    La forza e la pressione con cui lo sento fluire diventano sempre più prorompenti, finché, dopo pochi secondi, due sfere d'acqua iniziano a roteare vorticosamente tra le mie mani.



    Senza esitazione alcuna le scaglio contro di lui. Dovrei riuscire a colpirlo in pieno, visto che anche lui, come me, è bloccato nei movimenti. Inoltre è troppo vicino alla traiettoria di lancio, non dovrebbe riuscire a schivarle... considerato anche che non dovrebbe aspettarsi questa finta, quindi dovrei riuscire a coglierlo di sorpresa...
    Qualora il mio attacco andrà a segno ed il demente dovesse ritirare questa trappola infernale, cercherò di mettermi in piedi e distanziarmi da lui per almeno un paio di metri: devo assolutamente mantenere le distanze...
    A prescindere dall'esito dell'attacco gli domanderò...

    "Perchè? Perché tuo cugino ha fatto la spia e, soprattutto, perché tuo nonno ti ha costretto ad uccidere il tuo migliore amico?!"

    Ha detto qualcosa poco fa... una frase che mi sembra di aver già sentito...
    Devo ricordare... devo assolutamente ricordare...



    Distruzione - Previa concentrazione si è in grado di generare all’interno della propria mano, una quantità controllata di acqua, la quale può essere lanciata con forza contro l’avversario, causandone danni da impatto: Esperto - Tempesta acquatica – Ogni mano genera una sfera di acqua dal diametro di un metro, le quali roteano in sensi opposti. Vengono lanciate contemporaneamente e quando colpiscono, stringono l’avversario in una morsa schiacciandolo e strisciandoci contro con forza. Provoca escoriazioni, danni da urto e contusioni

    ​Spero sia tutto chiaro,Mary Al solito... in caso di qualche mio casotto... tu avvisa ed io modifico


    Ultima modifica di valuccia85; 26th May 2015 alle 16:38

  2. #912
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    <<Ma è... terribile. Mi dispiace davvero tanto>>



    Ecco qui, la reazione di una persona normale al racconto della mia infanzia anormale, che narro con fin troppa disinvoltura. Larieth sembra scioccata e chi non lo sarebbe? Ne conosco qualcuno, ma fanno tutti Leithien di cognome, quindi non li terrei in considerazione. "Oh... dispiace molto anche a me, credimi"
    Il discorso prende volutamente un'altra piega, non ho intenzione di parlare ancora di me, di mio padre, mia madre... la giornata scorsa è stata fin troppo estenuante anche per i miei gusti, il solo pensiero di lui mi fa venire il voltastomaco, figuriamoci sederci accanto.
    << No io non...>> Le parole della ragazza non arrivano chiare, dirette, è imbarazzata? Ma dai! Meglio insistere
    << Be è inutile che ti spieghi che sei un bell'uomo, sai bene anche tu che effetto hai sulle donne quando non ti diverti a spaventarle>> Allora non ti sono del tutto indifferente... bene a sapersi, battiamo il ferro finchè è caldo




    << Comunque è stato solo un momento di debolezza, niente di più. Ryuk dimmi perchè hai deciso di combattere con noi? Solo per indispettire tuo padre?>>
    "No... non parleremo di mio Padre ancora e sì, so di essere piacente, ma credimi... preferirei avere una faccia diversa da quella che vedi ora"



    Quale destino beffardo ha voluto che fossi la sua copia? Quale immondo scherzo del fato mi ha donato i suoi lineamenti ed occhi? Certo non posso dire che questo viso non sortisca alcuni vantaggi e non mi riferisco alle sottane, piuttosto al timore reverenziale che incuto alla sola vista, solo per la scia che lascia mio padre.Comunque sia, preferisco tornare al discorso di prima "Siamo in guerra Larieth, che cosa abbiamo se non dei rari e brevi momenti in cui ci lasciamo andare? Ora sono qui a parlarti, domani potrei essere al posto di Elwing su quella pira o magari potresti esserci tu."

    Le sorrido, cercando di avvicinare la mia mano alla sua e di sfiorarne il dorso "E' vero che non sono esattamente un gentiluomo ed è anche vero che, alcune volte, mi diverto a spaventarti, ma preferirei di più vederti fremere sotto le mie mani. Sono poche le cose che possono offrirci un pò di gioia in questi tempi di guerra, anche se effimere... anche se durano un attimo, o il tempo di una notte, preferirei cogliere al volo ciò che posso, piuttosto che..." Cerco un altro contatto, più ravvicinato, cerco di sfiorarle piano la pelle a partire dal ginocchio, per poi risalire alla coscia"piuttosto che avere solo l'ombra della morte che mi segue come compagna"


  3. #913
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant


    Ryuk non sembra affatto intenzionato a rispondere alla mia domanda riguardo al padre, beh la cosa non mi sorprende più di tanto, credo che questa sia la conversazione più lunga che abbia mai avuto con Ryuk Leithien.


    E’ sconcertante di come mi abbia parlato della morte di sua madre e della cattiveria di suo padre con assoluta tranquillità, come se la cosa non lo riguardasse da vicino, la sua voce non ha mai tentennato, gli occhi non si sono mai inumiditi, mai una smorfia o qualsiasi altra cosa che dimostrasse un minimo di coinvolgimento emotivo.
    <<Siamo in guerra Larieth, che cosa abbiamo se non dei rari e brevi momenti in cui ci lasciamo andare? Ora sono qui a parlarti, domani potrei essere al posto di Elwing su quella pira o magari potresti esserci tu.>> Ryuk mi osserva come un felino scruta la sua preda, mentre con la mano accarezza il dorso della mia.




    << E' vero che non sono esattamente un gentiluomo ed è anche vero che, alcune volte, mi diverto a spaventarti, ma preferirei di più vederti fremere sotto le mie mani. Sono poche le cose che possono offrirci un po’ di gioia in questi tempi di guerra, anche se effimere... anche se durano un attimo, o il tempo di una notte, preferirei cogliere al volo ciò che posso, piuttosto che avere solo l'ombra della morte che mi segue come compagna>>
    L’uomo è sempre più vicino, decisamente troppo, mi accarezza lentamente il ginocchio fino a salire sulla coscia.
    Finalmente riesco a riprendere il controllo di me stessa e scatto in piedi come se fossi stata punta da un’ape.




    << E’ vero sei un bel tipo, ma non mi bastano certo un paio di moine per cadere strisciante ai tuoi piedi, te l’ho già detto, io non sono come le donne a cui sei abituato tu, comunque non credo che tu ci possa lasciare le penne in questa guerra, l'erba cattiva non muore mai e per quanto mi riguarda, io so benissimo badare a me stessa>>
    .


    E così dicendo, mi dirigo velocemente verso la mia tenda furente di rabbia verso me stessa per aver lasciato che mi si avvicinasse in quel modo.

    Ultima modifica di saphira_84; 12th June 2015 alle 20:26

  4. #914
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Al mio tocco Larieth si ritrae quasi schifata, d'istinto mi vien da ridere, le piace buttare la pietra e nascondere la mano, tutte le donne hanno le proprie perversioni, i propri istinti e bisogni, nulla di male... tutto che sia riconducibile al modo naturale di essere, ma ad alcune, compresa lei, piace vestire la maschera della santarellina, della pudica senza ormoni che sogni il principe azzurro, favole per bambini





    << E’ vero sei un bel tipo, ma non mi bastano certo un paio di moine per cadere strisciante ai tuoi piedi, te l’ho già detto, io non sono come le donne a cui sei abituato tu, comunque non credo che tu ci possa lasciare le penne in questa guerra, l'erba cattiva non muore mai e per quanto mi riguarda, io so benissimo badare a me stessa>>.



    Scatta in piedi furente, manco le avessi infilato la mano tra le gambe e l'altra nei seni, questa non è abituata ad essere trattata da donna, ad avere attenzioni da un uomo che la desidera fisicamente, è la classica signorina che si scioglie come un cubetto di ghiaccio al sole, se le porti un fiore, se le disegni i cuoricini sulla sabbia o se la scarrozzii in giro mano mano nella mano, sono quelle più facili da giostrare, Dahmer avrà campo fertile, o avrebbe potuto... c'è sempre la questione che l'ha visto rotolarsi con Elen.



    "Quelle come te cedono alle prese in giro più facilmente, Larieth. Non sono un uomo da promesse nè da illusioni, quello che ho di buono da dare lo offro subito. Quando avrai voglia di sentirti una donna e non una ragazzina che sogna in riva ad un lago, sai dove trovarmi"

    Quando sento i suoi passi allontanarsi, allora decido di stendermi un pò sul terreno umido, porto entrambe le braccia dietro la testa e mi rilasso qualche istante così, senza pensieri, cercando di annullare tutto attorno a me. Quando si renderà conto che non è tempo per sognare, sarà troppo tardi, come ho fatto io...

  5. #915
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Dahmer sottrae 25 punti costituzione per il calcio ed il colpo al viso
    Niniel sottrae 35 punti costituzione per il colpo col calcio della claymore ed il fendente con l'arma attiva

    Lysa recupera la costituzione persa

  6. #916
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant



    Arrivata nella tenda, mi lascio cadere sopra il pagliericcio, le ultime parole di Ryuk mi risuonano ancora nelle orecchie: << Quelle come te cedono alle prese in giro più facilmente, Larieth. Non sono un uomo da promesse nè da illusioni, quello che ho di buono da dare lo offro subito. Quando avrai voglia di sentirti una donna e non una ragazzina che sogna in riva ad un lago, sai dove trovarmi>>
    Non riesco a capire perché mi sento ferita da quelle parole, lui non mi conosce non sa nulla di me, come può dire che sono una ragazzina ingenua?


    Ho smesso di credere nelle favole tanti anni fa, non cerco più il buono dentro a tutti, so che ci sono persone che nascono già con il marcio insidiato nel cuore, come mio zio, che ha ucciso suo padre perché voleva diventare re. E’ vero io al contrario di Ryuk ho avuto un’ infanzia splendida, circondata da gente che mi voleva bene, ma questo non vuol dire che posso essere presa in giro facilmente. Si certo io credo ancora nei sogni, credo nell’ amore, credo che un giorno incontrerò un uomo disposto ad amarmi con tutto il cuore, ma questo non vuol dire essere ingenua. Non so cosa mi riserverà la vita, ma qualsiasi cosa sia l’affronterò con coraggio.
    Continuo a rigirarmi nel letto, anche se sono stanchissima, non riesco a prender sonno, penso a Elwing distesa su quella pira in fiamme, non ho nemmeno versato una lacrima per lei, non riesco a farlo, mi sento un mostro per questo, certo mi dispiace per Niniel e comprendo il suo dolore, ma è un dolore che non riesco a sentire mio.


    Mi metto a sedere nel pagliericcio e mi massaggio le tempie, la testa mi sta scoppiando, sono bombardata da mille pensieri, mi mancano da morire i miei genitori, mia sorella Tahlia, Beran.



    Questa guerra mi sta tenendo bloccata qui, certo potrei andarmene, fregarmene di tutto questo e tornare nel mio regno, ma… non ce la faccio. Dohaeris ha bisogno di essere salvata.
    Scendo dal letto e con movimenti lenti esco dalla tenda, ho bisogno di parlare con lei, di vederla ancora una volta. Quando vivevo a palazzo quando mi sentivo giù andavo nelle sue stanze, sapevo che aveva sempre una buona parola per me, era sempre gentile e sapeva ascoltare, chissà se ora ho ancora il diritto di presentarmi davanti a lei.



    cammino lentamente stando bene attenta che nessuno mi veda, e mi avvicino al Glados:<< Rem tene, verba sequentur>>.




    Continua qui...
    Ultima modifica di saphira_84; 12th June 2015 alle 22:04

  7. #917
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lady Blackstone


    La ragazzina si lascia accarezzare come se fosse un gatto. Non mi sono mai piaciuti i gatti, neanche di sapore. Tiro la mano indietro quando comincio ad avvertire il calore del suo potere miracoloso. Il formicolio allontana il bruciore mentre la pelle ritorna come intatta. Hai un grande dono bambolina.
    <<Be-bene. Beh, a volte tendono a comportarsi da "maschi", come a dover rimarcare chi comanda, ma sono buoni con me...>> mi risponde. Rimarcare chi comanda, certo. I padroni che abusano della buona fede delle ragazzine. <<Sono sicura che anche voi vi troverete bene con noi!>>.
    "Ne sono certa." asserisco con la solita inespressività. Mi troverò benissimo.
    Attendo che abbia finito per poi alzarmi dal lettino e uscire dalla tenda. Finalmente è notte, ora mi sento più tranquilla, a mio agio.
    Dopo essermi assicurata che nessuno mi stia seguendo, mi dirigo nella fitta boscaglia per recuperare le mie cose e trasportarle fino alla mia nuova tenda. Apro il palmo della mano destra e, dopo essermi concentrata appena, avverto l'acqua nera scorrere dentro di me fino ad uscire fuori dalla mia pelle sottoforma di molecole che, ruotando vorticosamente, compongono l'asta e poi la lama della mia Dark Sister.
    Mentre il gufo sorvola la zona, mi faccio largo tra la fitta vegetazione fino a quando non ritrovo le mie cose.
    Mi guardo bene intorno, devo essere sola. Nessuno deve avermi seguito. Mi tolgo il guanto della mano sinistra, avvicino l'indice alla tagliente lama della mia falce e faccio un piccolo taglio. Dopo aver appoggiato la mia arma ad un albero vicino, m'inginocchio a terra e con il sangue che sgorga dal mio dito formo un triangolo con un cerchio all'interno. Il simbolo della morte.
    Mi posiziono al centro del disegno, in ginocchio, cominciando a recitare parole oscure che a nessuno farebbe piacere sentire.
    Sento le fronde degli alberi attorno a me muoversi, le stelle girare vorticosamente...sento delle voci. A questo punto chiudo gli occhi e alzo le mani al cielo.
    Tutto attorno a me sembra placarsi. Mi rialzo in piedi e cancello le tracce del mio sangue. Riprendo la mia falce e le mie cose e ritorno al campo.


    Dark Sister - Arma in forma dormiente


    N.B. Il rito è solo a scopo illustrativo.


  8. #918
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya


    Terminate le cure la donna esce senza quasi rivolgere parola, mantenendo tutto il suo mistero.


    Io rimango ancora qualche minuto a controllare i medicinali prendendo nota di ciò che manca o sta finendo.



    Come vorrei poter fare un salto nella dispensa di Kyio, è sempre ben rifornita... Con tutti i suoi intrugli miracolosi mi risparmierei parecchio lavoro qui!
    Sistemate le boccette, separando accuratamente quelle pericolose dalle altre, esco alla ricerca di Zagarth. Le tende sono tutte vuote quindi mi avvio verso il lago sperando di trovarlo là, arrivata alla scaletta scorgo qualcuno sdraiato sulla riva, ma è troppo buoi per riconoscerlo. Mi avvicino e noto Ryuk, ma di Zagarth neppure l'ombra.


    <<Ryuk, hai visto Zagarth? Domani scende in guerra e ha ancora delle ferite...>> chiedo.
    Mi siedo a riva e inizio a lanciare dei sassolini nell'acqua, ma il tentativo di farli rimbalzare fallisce miseramente.


    Resto ad osservare, meravigliata, i riflessi delle increspature dell'acqua al chiarore delle stelle <<Strano come davanti a tali meraviglie tutto il resto appare irrisorio... Le nostre vite, i nostri problemi, nulla ha importanza paragonato a ciò che ci circonda...>> sospiro <<Ognuno di noi ha assistito a diverse perdite e molte altre ce ne saranno. Elwing ne è stata la prova...>>


    Mi interrompo, questo discorso è troppo grande da affrontare e troppo difficile in questo momento.
    Ultima modifica di albakiara; 1st June 2015 alle 11:07

  9. #919
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Un forte dolore, due sfere d'acqua mi sbalzano via di potenza, mentre il mio pozzo sabbioso svanisce così come è apparso.



    Era più grande del solito, il suo diametro era decisamente più esteso, gli allenamenti effettuati qui mi stanno facendo migliorare a vista d'occhio. Mi ritrovo così ad un metro di distanza dalla becera, col culo a terra e lo stomaco contuso, come fosse stato colpito da due ganci ben assestati.



    Anche lei ha sviluppato un nuovo potere, dovrò tenerne conto per il futuro.



    Sempre se avrò un futuro, tra qualche ora inizierà la mia prima battaglia con i colori di Kalisi. Cerco di rimettermi in piedi, il colpo è stato bello forte e il pugno in faccia inizia a pulsare. Scuoto la testa, perchè per qualche attimo vedo sdoppiato, ma riesco a tenere sotto controllo l'ira che si è impadronita di me poco fa. Niniel è gravemente ferita, riesco comunque a domandarmi ancora di Ripper, del perchè mio nonno mi ha costretto ad ucciderlo. non volevo dirle la verità di quanto è accaduto, avrei voluto ricamare una romantica bugia di eroismo e coraggio ma... a quanto pare resto ancora uno stupido, che in preda alla rabbia e all'odio non riesce a controllarsi. Per questo mi ritrovo sempre nei guai, questo aspetto del mio carattere deve migliorare, o non riuscirò a vivere abbastanza per scuoiare Ulfric come desidero. La guardo torvo, inutile ormai indossare una maschera, quest'elfa riesce a farmi incazzare così tanto che non riesco proprio a tenerne su nessuna. E ho deciso, deciso che all'Auspex scenderò con la mia vera faccia, che non ho bisogno di orpelli per dimostrare la mia ferocia. "Ero un bambino, avevo nove anni, Vicent sei. Secondo mio nonno, avrei dovuto dedicare la mia intera vita a servire il casato e lui, lavoravo come un mulo nelle cucine e nella fucina dei Dreth ed erano pochi i momenti in cui riuscivo a scappare. Ad Aeglos, nella regione di Winterhold, nevica sempre, perennemente... sei mai stata alla Barriera? Io sì, ma mentre lì la neve continua a cadere imperitura, nella Terra dei ghiacci è tutto solido, freddo e non ci sono isole nel mare ghiacciato, ma solo iceberg. La residenza dei Dreth ha come unico panorama una landa deserta di iceberg duri come i diamanti di Lord Tywin. Di quel freddo e di quella durezza sono anche fatti gli abitanti delle Terre del nord. Mio nonno Ulfric è un guerriero sanguinario, forte, senza nessun tipo di pietà o misericordia. Così crescono tutti i Dreth, così hanno fatto crescere me. L'onore e il dovere sono sopra ogni tipo di sentimento, il resto è roba da bambine che si fanno le treccine. Se lui fosse qui" le dico mentre un ghigno appare sul mio viso "ti avrebbe massacrato di botte per averti visto piangere per la tua amica. La sofferenza va soffocata, non ci si abbandona mai alla disperazione, si va avanti a seguire il proprio dovere, incurante di ciò che calpesti attorno".



    Mi siedo per terra, non amo parlare di queste cose ma per lo meno, se non dovessi tornare dalla battaglia, avrò lasciato a qualcuno la mia storia. Alzo lo sguardo, non capirà nulla delle mia parole, è troppo stupida, ha ricevuto troppo amore da questo mondo. "I boschi sono infestati da lupi e io e noi uomini del Nord impariamo sin da bambini a ucciderli e scuoiarli... lo facciamo per la sopravvivenza... tutto ciò che facciamo ad Aeglos lo facciamo per sopravvivere... la natura non è fatta per ospitare umani, lì. Io e mio cugino un giorno, trovammo una cucciolata di lupi... Vicent mi incitò ad ucciderli, così avrebbe fatto bella figura con il nonno, ma io... bhe uno di loro, un cucciolo nero mi si apprestò e mi leccò la mano. Chiamami folle, chiamami sciocco, ma non ebbi cuore di fare ciò che il piccolo Lord mi comandava. Lo presi con me, lo addestrai, lo chiamai Ripper. Mi sentivo felice, quel tempo che durò la nostra amicizia" dico rassegnato, guardando dritto davanti a me senza in realtà fissare nulla. Ovviamente, mi pare giusto lasciare la mia versione della storia. Non le dirò affatto di Manto di Luna o di come il piccolo Dreth frignò col nonno perchè risparmiasse i cuccioli. "Un giorno Vicent fece la spia con nostro nonno, perchè non era onorevole per me avere come amico un lupo che un giorno avrebbe potuto sbranare qualcuno. Ripper non lo avrebbe mai fatto... inoltre, i lupi sono addomesticabili, ne ho avuti altri dopo, me li fecero usare in combattimento... mio padre intuì che fosse una buona idea la mia e mi fece provare. Comunque, quando raggiunsi Ripper, Ulfric era lì, aveva massacrato tutti gli altri cuccioli e Ripper... mi corse incontro, felice, come faceva sempre. Bhe il resto te l'ho raccontato... mi disse che o ammazzava lui il cucciolo scuoiandolo vivo o avrei potuto farlo io, dandogli una morte indolore. Non avevo scelta.. le presi anche di santa ragione, più che in altri giorni, una volta tornati a palazzo" termino con un sorriso la mia storia. Un sorriso amaro, che so che Niniel non comprenderà. O forse sì, in fondo è un'elfa del cazzo, tutte le forme viventi dovrebbero essere importanti per lei. Mi rialzo e la guardo beffardo: "Non è stata l'inizio delle mie pene e non è stata la fine, ma quel giorno qualcosa si è spento dentro di me. Sì, Niniel, non ho compassione, non ho empatia e penso solo a sopravvivere e vendicarmi. Furono quelle le parole che mi disse Ulfric, le stesse che ho detto a te... e non mi hanno più lasciato. Puoi anche deridermi ora, non mi interessa, se ti è più comodo pensare che io sia nato mostro e stupido, fa pure. Sei una figlia dell'estate, non puoi capire chi ha l'inverno nel cuore" le dico amaramente, perchè è la semplice e cruda verità. Nel suo scalpitare, nelle sue moine, nelle lacrimucce, addirittura la visita del fantasma dell'amica... non avrà mai l'inverno dentro, non saprà mai cosa sia davvero l'odio. Mentre mi dirigo in infermeria, le dico le ultime parole: "L'odio richiede disciplina, abnegazione, annichilimento e dedizione. E' un sentimento difficile, più dell'amore, ma serio. La gente si apre di bocca sull'odio ma pochi sanno davvero odiare. Tu sei una ragazzetta cuori e fiori, non ucciderai mai Vicent... la tua anima deve diventare nera come la mia e questo non succederà mai. Non riuscirai mai a spegnere l'amore che ti porti dentro. Ma non preoccuparti, quando lo ammazzerò, se sarai ancora in questo mondo, posso regalarti la sua testa". So che mi urlerà dietro qualcosa, qualcosa di stupido, di inutile, qualcosa di estivo. Dolce figlia dell'estate, l'inverno sta arrivando e la mia opera di plasmarti a mia immagine e somiglianza è appena iniziata.



    Prima di entrare in infermeria urlo il nome di Elen e così mi sdraio su un pagliericcio, spero che mi raggiunga presto, ho bisogno di dormire.

  10. #920
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    <<Ryuk, hai visto Zagarth? Domani scende in guerra e ha ancora delle ferite...>>



    Mh....che palle, stavo riposando e questa viene a rompere proprio mentre Morfeo era pronto ad allargare le braccia "No" bofonchio ancora con gli occhi chiusi, restando fermo nella mia posizione.



    <<Strano come davanti a tali meraviglie tutto il resto appare irrisorio... Le nostre vite, i nostri problemi, nulla ha importanza paragonato a ciò che ci circonda...>> ha finito? <<Ognuno di noi ha assistito a diverse perdite e molte altre ce ne saranno. Elwing ne è stata la prova...>> No... stava solo dando aria ai polmoni, purtroppo. "Non me ne frega niente di quello che ci circonda, i miei problemi sono la cosa più importante, ho una vita sola" Apro gli occhi, qualcosa mi dice che mi subirò la paternale anche dalla ragazzina. Prendo una profonda boccata d'aria e mi stiracchio la schiena, per poi mettermi a sedere



    "Credi sul serio che della morte di quella ragazza m'importi qualcosa? Fino alla settimana scorsa non sapevo neanche che esistesse e venirne a conoscenza non mi ha ne migliorato, nè peggiorato la vita, non mi ha infilato nulla nelle tasche, nè me l'ha tolto. L'unica cosa della quale m'importava era vincere a Franthalia, ma c'ha lasciato la testa, quindi perchè dovrei sprecare solo due secondi della mia vita a piangere la sua morte?" Avanti fammi il discorsetto sui sentimenti e sull'amicizia, sul rispetto dei compagni, su quanto è bello sostenersi a vicenda...



    "Potrei essere tuo padre, ho visto e vissuto molto più di te, ho combattuto ed ucciso in maniera molto più cruenta di come ha fatto quel Dreth con Elwing, un ragazzino al quale sta iniziando ora a spuntare la barba, gli ho staccato una gamba di netto recentemente con una facilità disarmante e ne ho goduto profondamente. Queste sono le scene che mi piace guardare, queste sono le cose che mi piace fare: uccidere, martoriare, strappare, schiacciare, sbudellare, scuoiare. Abituati, là fuori ce ne sono a centinaia come me, ai quali non importa un bel niente di quello che ci circonda e dei cadaveri sui quali passano"


 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •