Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 93 di 343 PrimaPrima ... 43839192939495103143193 ... UltimaUltima
Risultati da 921 a 930 di 3422
  1. #921
    sim dio
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    3,378
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Zagarth Sovengard

    A quanto pare il mio aiuto non serve, Drako e gli altri hanno già preparato il necessario per eseguire la funzione. Il fuoco della pira divampa, sento il calore scaldarmi la pelle. Chi assiste impassibile, chi col volto che traspare tristezza e chi suona una dolce melodia. Guardo il corpo bruciarsi, le fiamme lo avvolgono e una puzza... di pollo... aleggia per l'intero accampamento. Fisso il le fiamme, mi lascio scaldare la pelle da queste e avanzo piano piano verso la pira. La melodia del violino di Ryuk mi culla dolcemente e sento gli occhi farsi pesanti. Ho sonno, non riesco ad essere presente, e l'unica cosa che voglio è mettermi a dormire. Ad un tratto, l'elfa, sembra resuscitare. Yeeehehehehehe! Ok, sto vaneggiando.
    Senza troppi indugi, mi accascio a terra, mi acciambello e chiudo gli occhi cadendo in un sonno profondo. Buonanotte, e buon viaggio culo di marmo.

    Mi sveglio, non so quanto tempo sia passato, ma comincio a preoccuparmi: non faccio altro che dormire.
    Frastornato, mi alzo da terra. Iddio, è come se avessi i sintomi di una sbornia. Mi incammino verso il lago, con sguardo inebetito e i capelli arruffati, magari lì troverò qualcuno.

    Dormire durante un funerale? FATTO


    Sappiate che ogni volta, per giustificare la mia assenza, farò dormire Zaghy U_U
    Perdonate il ritardo!



  2. #922
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Mentre attendo che Elen dica qualcosa, ma non è poi così tanto necessario, mi poggio nuovamente a terra, questa volta di lato, chissà se ora farà silenzio, oggi ho voglia di dormire all'aperto, quella tenda è claustrofobica ed il pagliericcio mi punge il culo, per non parlare del fatto, che se ne mollo qualcuna, non rischio di incendiare nulla.



    Passano pochi istanti e sento un certo calpestio di foglie alle mie spalle, ancora? E mo chi è ?



    Ho capito che stanotte non si dorme! Apro gli occhi, di nuovo, e vedo il grosso faccione di Zagarth, anche se la luce è molto tenue, riesco a vedere la sua espressione: sembra più addormentato di me.



    "Lo cercavi? Eccolo!" Dico ad alta voce ad Elen e richiudo gli occhi come se la cosa non mi riguardi



    chissà magari si risveglia dal suo stato catatonico e... ora che ci penso, serve anche a me una sistemata, anche se dubito che vorrà farlo dopo le perle che le ho dispensato, vabbè chiedo lo stesso "Anche io ho ancora la bua da guarire..."


  3. #923
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Il colpo va a segno ed il demente viene sbalzato lontano da me di almeno un metro.



    -Era ora di annaffiare un po' queste radici rinsecchite- penso soddisfatta, mentre l'ennesima fitta mi ricorda lo squarcio che ho nel basso ventre.

    Mi alzo lentamente, tenendo sempre una mano sulla ferita per cercare di contenere la fuoriuscita di sangue.



    Stavolta non si tratta di un braccio rotto... dovrò medicarmi ed in fretta.

    -Grazie per il tuo aiuto Earine, sei stata preziosa come sempre- penso mentre l'arma si dissolve dalla mia mano.

    Sono stata in grado di difendermi. Stavolta non mi sono lasciata pestare e basta.
    Significa che sto migliorando, che i duri allenamenti servono a qualcosa.

    -Se solo il mio potere fosse aumentato prima, Amica mia- rifletto tristemente, guardando istintivamente le mie mani ricoperte di sangue - Forse ora saresti ancora qui... con me...-

    Sono le parole del demente a riportarmi alla realtà.

    "Ero un bambino, avevo nove anni, Vicent sei. Secondo mio nonno, avrei dovuto dedicare la mia intera vita a servire il casato e lui, lavoravo come un mulo nelle cucine e nella fucina dei Dreth ed erano pochi i momenti in cui riuscivo a scappare. Ad Aeglos, nella regione di Winterhold, nevica sempre, perennemente... sei mai stata alla Barriera? Io sì, ma mentre lì la neve continua a cadere imperitura, nella Terra dei ghiacci è tutto solido, freddo e non ci sono isole nel mare ghiacciato, ma solo iceberg. La residenza dei Dreth ha come unico panorama una landa deserta di iceberg duri come i diamanti di Lord Tywin. Di quel freddo e di quella durezza sono anche fatti gli abitanti delle Terre del nord. Mio nonno Ulfric è un guerriero sanguinario, forte, senza nessun tipo di pietà o misericordia. Così crescono tutti i Dreth, così hanno fatto crescere me.
    L'onore e il dovere sono sopra ogni tipo di sentimento, il resto è roba da bambine che si fanno le treccine
    "



    "In passato sono stata costretta a spostarmi di continuo per... motivi di lavoro. Sono stata alla Barriera, sebbene non sia rimasta in quelle zone molte a lungo, ma la vita è molto dura da quelle parti... lo so bene - proferisco con un tono di voce fermo - Hai parlato di onore. Beh, l'onore è un sentimento e comporta non solo il diritto ad ottenere rispetto da parte degli altri, ma anche il dovere, comportamento sempre da te citato, di rispettare gli altri. Non a caso è accompagnato alla parola "rispetto", quindi se è questo ciò che ti è stato insegnato... non può venire meno. Soprattutto non in determinati momenti..."

    "Se lui fosse qui ti avrebbe massacrato di botte per averti visto piangere per la tua amica. La sofferenza va soffocata, non ci si abbandona mai alla disperazione, si va avanti a seguire il proprio dovere, incurante di ciò che calpesti attorno".

    Un ghigno compare sul suo volto. Siamo alle solite. Perché questo tizio deve sempre cercare di stuzzicarmi?
    Forse ha bisogno di un'altra lavata di testa per avere le idee più chiare?!

    "Tuo nonno non è qui, ma qualora fosse stato presente... doveva prima riuscire a prendermi, non credi? Sì, insomma, ormai sarà vecchio, no? Quanti anni ha? - enuncio abbozzando un sorriso - Scherzi a parte... - continuo tornando seria - Tuo nonno è un debole. Sarà forte, crudele e spietato quanto ti pare, ma resta sempre un debole. La sofferenza e la disperazione ci aiutano ad andare avanti, ad affrontare ogni singolo ostacolo, a non mollare e continuare a lottare. Non mi avrebbe comunque vista piangere e disperarmi, il dolore è mio e lo tengo per me, ma esprimerlo, anche solo a noi stessi, non è sbagliato.
    Reprimerlo può essere estremamente dannoso. Continui ad andare avanti, a seguire il tuo dovere, come dici tu, ma lentamente cambi... e non sempre in meglio. Anzi... quasi mai. Avere qualcuno accanto... può essere l'unica ancora di salvezza che ti resta per... per non diventare un mostro...
    "



    -Com'è successo a me- vorrei aggiungere, ma mi trattengo.

    Noto che si mette a sedere sull'erba mentre prosegue il suo discorso, quindi mi piego con le ginocchia a terra per poter continuare ad osservare il suo volto, i suoi occhi.

    -Quanto di ciò che mi stai raccontando sarà vero?- penso mentre continuo a scrutarlo.

    Un'altra fottuta fitta!

    "I boschi sono infestati da lupi e io e noi uomini del Nord impariamo sin da bambini a ucciderli e scuoiarli... lo facciamo per la sopravvivenza... tutto ciò che facciamo ad Aeglos lo facciamo per sopravvivere... la natura non è fatta per ospitare umani, lì. Io e mio cugino un giorno, trovammo una cucciolata di lupi... Vicent mi incitò ad ucciderli, così avrebbe fatto bella figura con il nonno, ma io... bhe uno di loro, un cucciolo nero mi si apprestò e mi leccò la mano. Chiamami folle, chiamami sciocco, ma non ebbi cuore di fare ciò che il piccolo Lord mi comandava. Lo presi con me, lo addestrai, lo chiamai Ripper. Mi sentivo felice, quel tempo che durò la nostra amicizia"

    E così... era un lupo. Avevo immaginato si trattasse di un animale e non di un essere umano.

    "Un giorno Vicent fece la spia con nostro nonno, perchè non era onorevole per me avere come amico un lupo che un giorno avrebbe potuto sbranare qualcuno. Ripper non lo avrebbe mai fatto... inoltre, i lupi sono addomesticabili, ne ho avuti altri dopo, me li fecero usare in combattimento... mio padre intuì che fosse una buona idea la mia e mi fece provare. Comunque, quando raggiunsi Ripper, Ulfric era lì, aveva massacrato tutti gli altri cuccioli e Ripper... mi corse incontro, felice, come faceva sempre. Bhe il resto te l'ho raccontato... mi disse che o ammazzava lui il cucciolo scuoiandolo vivo o avrei potuto farlo io, dandogli una morte indolore. Non avevo scelta.. le presi anche di santa ragione, più che in altri giorni, una volta tornati a palazzo"

    Avverto una morsa al cuore. E'... è... se tutto ciò è accaduto veramente... è... orribile...
    Sollevo istintivamente lo sguardo, cercando i suoi occhi. Son sicura di avere un'espressione sconcertata e disgustata sul mio volto adesso, ma non mi interessa. E' questo che insegnano ai Dreth? Ad uccidere esseri innocenti?
    Questo sarebbe il loro onore?!

    "Sei stato cresciuto - proferisco con tono severo - da esseri che non sanno neanche lontanamente cosa sia l'onore. Costringere un bambino o chiunque ad uccidere un essere innocente... cosa c'è di onorevole in questo? Se tuo nonno fosse stato qui... avrebbe avuto un intero accampamento a prenderlo a calci nel culo.
    Forse è proprio ciò di cui avrebbe bisogno. Lui... e tutti quelli come lui...
    "

    "Non è stata l'inizio delle mie pene e non è stata la fine, ma quel giorno qualcosa si è spento dentro di me. Sì, Niniel, non ho compassione, non ho empatia e penso solo a sopravvivere e vendicarmi. Furono quelle le parole che mi disse Ulfric, le stesse che ho detto a te... e non mi hanno più lasciato. Puoi anche deridermi ora, non mi interessa, se ti è più comodo pensare che io sia nato mostro e stupido, fa pure. Sei una figlia dell'estate, non puoi capire chi ha l'inverno nel cuore" afferma alzandosi in piedi.

    Riesco, seppur a fatica, a rialzarmi lentamente. Lo guardo dritto negli occhi ed aggiungo...

    "Quando qualcosa si spegne... non è mai persa definitivamente... potrebbe sempre riaccendersi, chi può dirlo? Non ho alcun motivo di deriderti. Non sono quel tipo di persona. A differenza di altri - e sottolineo la parola "altri" - non ho bisogno di usare la sofferenza delle persone per prevalere su di loro. Sono una figlia di nessuno e tu non sai proprio niente di me o dell'inverno, autunno, primavera, scegli pure la stagione che preferisci, che posso avere dentro di me".

    Non c'è rabbia nella mia voce, ma fermezza.
    Lo osservo allontanarsi in direzione dell'infermeria ed inizio a seguirlo, lentamente.
    In primis perché necessito di cure e poi perché... sono curiosa e voglio sentire se ha altro da aggiungere.
    Ok, lo ammetto...!!!

    "L'odio richiede disciplina, abnegazione, annichilimento e dedizione. E' un sentimento difficile, più dell'amore, ma serio. La gente si apre di bocca sull'odio ma pochi sanno davvero odiare. Tu sei una ragazzetta cuori e fiori, non ucciderai mai Vicent... la tua anima deve diventare nera come la mia e questo non succederà mai. Non riuscirai mai a spegnere l'amore che ti porti dentro. Ma non preoccuparti, quando lo ammazzerò, se sarai ancora in questo mondo, posso regalarti la sua testa"

    "La testa puoi tenertela se vuoi, come trofeo magari, visto che, a quanto pare, nella tua famiglia avete queste usanze barbare - affermo leggermente stizzita... la ferita è troppo fresca ancora... troppo - Oppure potresti darla in pasto ai lupi... sarebbe anche giusto, non ti pare? Non me ne faccio nulla della sua testa.
    Lo voglio integro. Credimi... per dire di me che sono cuori e fiori... si vede che non mi conosci per niente...
    "

    E forse è meglio così.

    "Ho intenzione di restare in questo mondo ancora per un bel po'. Ho alcune faccende in sospeso. E poi, diciamolo, come faresti senza di me? Senza la tua dose di incazzatura quotidiana?"

    A volte sembriamo proprio due deficienti, me ne rendo conto. Stuzzicarsi a vicenda durante una guerra.
    Ma forse anche questo aiuta ad andare avanti, no?

    Inizia a chiamare Elen a gran voce, per poi entrare in infermeria e sdraiarsi sul pagliericcio.
    Con ancora una mano sulla ferita, inizio a cercare delle erbe curative. Qualcuno deve aver fatto ordine tra i vari ingredienti... dev'essere stata lei. Un sorriso spontaneo si affaccia sul mio viso: quella ragazza è sempre dolce e premurosa. Mentre sono intenta a preparare gli intrugli che ho preparato solo poche ore fa, mi rivolgo con lo sguardo verso il tizio ed aggiungo...

    "Elen stavolta ci ammazzerà. Avrà appena finito di curare almeno la metà delle persone presenti nell'accampamento ed eccoci di nuovo qui... con nuove ferite da curare. Un altro guaritore sarebbe l'ideale, invece c'è capitata una tizia stramba che si diverte a giocare con l'acido. Il solito culo..."

    Una volta che gli impiastri saranno pronti, inizierò a medicarmi. Quando Elen ci raggiungerà in tenda, le offrirò il mio aiuto se vorrà. Non ho le sue stesse capacità purtroppo, ma posso sempre tentare di alleviare il dolore o fermare eventuali emorragie, così da permetterle di riposare un minimo tra una persona da dover curare ed un'altra.

    "Domani vincerai - affermo decisa - So che vincerai. Hai le capacità per sconfiggere i nostri avversari.
    Io ne so qualcosa
    - abbozzo un sorriso, mentre mi indico la ferita con la mano - Non azzardarti a morire".



    Mi avvicinerò al pagliericcio dove si è appena disteso e cercherò di poggiare una mano sulla sua spalla (devo riuscirci... prima o poi dovrò imparare a vivere in maniera civile... anche con lui, per quanto possa risultarmi impossibile) per poi concludere il mio discorso:

    "Anche se non te ne fai nulla della mia empatia e delle mie parole, sappi che mi dispiace.
    Perdere un amico in quel modo... è orribile e sono veramente e sinceramente dispiaciuta per la tua perdita
    ".

    Se mi permetterà di toccarlo o meno non fa differenza: resterò in silenzio e continuerò a pasticciare con le erbe.










    Ultima modifica di valuccia85; 28th May 2015 alle 00:18

  4. #924
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Ryuk
    risponde duramente a quelle che erano delle semplici riflessioni.


    Eccolo a ribadire che non ho visto nulla e quindi non so nulla del mondo, al contrario di lui.
    Se non gli importa niente di ciò che lo circonda, perchè è qui? Potrebbe fare l'eremita su qualche monte, lì avrebbe tutto il tempo di pensare a se stesso e alla sua "unica" vita.


    Lo lascio parlare e resto in silenzio mentre racconta le sue uccisioni, i suoi gesti crudeli, le sue efferatezze. Si compiace di aver tagliato di netto la gamba di Dreth, lo stesso che ha ucciso Elwing e che è responsabile delle crudeltà inferte a Dahmer...
    <<Lo cercavi? Eccolo!>> dice indicandomi Zagarth <<Anche io ho ancora la bua da guarire...>>


    Nello stesso istante sento Dahmer che mi chiama, dalla voce sembra sia presso le tende.
    <<Zagarth, raggiungimi in infermeria, così ti rattoppo per domani!>> gli dico per poi rivolgermi a Ryuk <<Ti toccherà rimandare ancora un po', la precedenza va ai guerrieri!>>.
    Mi alzo e, guardandolo dritto negli occhi, gli dico <<La persona fredda, spietata, imperturbabile e menefreghista che dici di essere non se ne andrebbe in giro con quel violino a suonare tali melodie... Per quanto Elwing non abbia contato nulla per te, la sua morte ha inevitabilmente toccato corde del tuo animo, o sbaglio?>>
    Prendo un sassolino e lo lancio nel lago. Non rimbalza, ma dal suo tonfo nascono una serie di cerchi concentrici che si propagano sulla superficie dell'acqua. <<Vedi quel sasso? Lui continuerà ad essere solo un sasso in quel fondale, ma dalla sua caduta si sono generati tanti cerchi, tante vibrazioni che coinvolgeranno ciò che c'è intorno.>> inizio ad incamminarmi verso l'infermeria <<Tutto, anche se non lo vogliamo, anche se non gli diamo importanza, inevitabilmente ci influenza, ci contagia... Ma che vuoi che ne sappia una che non ha visto nulla della vita.>>
    Lo lascio solo a riflettere o a dormire, dipende da come prenderà le mie parole... Faccia quello che vuole, in fondo potrebbe essere mio padre!
    Entro in infermeria e vedo Dahmer sdraiato sul pagliericcio, ferito. Con lei c'è Niniel, anch'essa ferita <<Hei! - li chiamo annunciando la mia presenza - Vedo che vi siete divertiti parecchio!>>


    L'elfa si propone di aiutarmi <<Tranquilla, la tua ferita al ventre sembra profonda, cerca di muoverti il meno possibile!>>
    Faccio appello alla mia magia, la faccio scorrere verso i palmi e quando si manifesta luminosa mi avvicino a lui.


    Poggio la mano sulle contusioni allo stomaco per poi spostarla sul livido al viso intanto la ragazza cerca di incoraggiarlo per la battaglia.
    <<Paura per domani?>> gli chiedo istintivamente. Che domanda stupida, lui non è alle prime armi come me, è abituato a certe cose.


    Rigenerazione: rigenera ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento.

    NOTA: azione di cura concordata con Mary
    Ultima modifica di albakiara; 1st June 2015 alle 11:20

  5. #925
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY


    Elen è pronta a curarmi, appena entra nella tenda e scherza... in effetti, oggi ho abusato molto dei suoi poteri.



    Avrei voluto abusare anche di altro, ma in effetti mi sento stanchissimo e le sciocchezze che riesce a blaterale l'elfa non fanno che peggiorare la mia noia. Niniel è un'idealista sciocca e superficiale, non ha la minima idea, in realtà, di cosa si intende per onore per un uomo del nord. Dice di aver vissuto in viaggio, di essere stata alla Barriera: questo la rende ancora più stupida ai miei occhi... non c'è peggior stolto di chi non vuol capire, peggior sordo di chi non vuol sentire.



    Ma annuisco e sorrido, coi pazzi si fa così. Ha il potere di rendermi più maturo e non rispondere alle sue infantili affermazioni o forse, è solo questa dannata stanchezza. Eppure... eppure lo vedo che si sta impegnando in una cosa che non so ben decifrare. Sono sicuro che non provi attrazione sessuale per me... mi mette la mano sulla spalla però... sembra quasi... un gesto amichevole? La guardo con sospetto, non mi pare una cosa da lei. Ah capisco... la storia di Ripper ha fatto breccia. Che esseri strani le donne. A ragionarci sopra, una persona normale fuggirebbe da uno che racconta una storia del genere. Invece alle donne questo tipo di pietà piace... e incredibilmente, anche Niniel è biologicamente donna. Le lancio un mezzo sorriso mentre Elen mi cura e mi chiede se provo paura. Sono circondato da figlie dell'estate.



    Paura... bisogna essere vivi per provarla. Ho solo dei timori, invece... timori di non realizzare ciò che mi sono ripromesso. Ma non li definirei proprio paura. Inoltre, non è la mia prima battaglia. Con i reali ho scorazzato molto sotto il vessillo dei Dreth o con la mia bella maschera da boia, mi sono scontrato con guerrieri che mi hanno fatto nero, con altri che erano delle pippe immani... no, non ho certo paura. Immagino che un cucciolo impaurito, però, in questa occasione possa fare colpo. Ma no, vestiamoci dei panni dell'eroe, quello rimorchia sempre. "Dovrei averne... la paura è il primo segnale di intelligenza, dicono... io devo essere alquanto stupido a non provarla o magari è l'esperienza... non è la mia prima battaglia, se torno vivo ti porterò un souvenir" dico alla cagnetta tutto gentile. In realtà, se ci penso, mi sento ansioso di partire, di iniziare questa carneficina.



    Finalmente potrò bagnarmi del sangue del prossimo, finalmente potrò combattere senza freni. O magari ci lascerò le penne, ma sarà una morte degna, morirò per quello in cui credo. Ulfric sarebbe persino fiero di me, dato che è questo il suo senso dell'onore. Appena Elen avrà terminato la sua magia, saluterò tutti, lei soprattutto con un buffetto sulla fronte, di quelli amichevoli e affettuosi. "Non stare in pensiero per me, non me lo merito" le dirò con un sorriso sul viso. Tutto sommato, un'espressione sincera. So bene di essere quello che sono e di non meritare nulla. Uscirò dall'infermeria e mi dirigerò nella mia tenda, dove finalmente potrò dormire e riposare.



    Domani devo essere in forma!

  6. #926
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Il suo sorriso, la sua sicurezza, chissà se sono veri o solo un modo per non farmi preoccupare.


    <<Un souvenir?>> spero non sia la testa o qualsiasi altro "pezzo" del nemico <<Mi basterà sapere se l'acqua delle cascate dell'Auspex è più fresca di quella del nostro lago>> gli faccio un occhiolino, non voglio nulla, il suo ritorno sano e salvo è l'unica cosa che mi interessa.


    Dahmer si alza e dandomi un buffetto sulla fronte mi dice di non stare in pensiero per lui perchè... perchè non se lo merita? Che vuole dirmi con questo?


    Non gli chiedo nulla e lo lascio andare nella sua tenda, ha bisogno di riposare.


    <<Niniel, stenditi qui>> le indico il pagliericcio <<fammi controllare la ferita al ventre.>>
    In attesa di Zagarth vedrò di fermarle l'emorragia, quello è un punto delicato per noi donne, speriamo che nulla sia compromesso.
    <<Posso chiedere una cosa, se non sono indiscreta... Vedo che vi siete avvicinati molto ultimamente... - quelle parole "dolci", la mano sulla spalla e altri piccoli atteggiamenti - Hai cambiato opinione su di lui?>>

    Ultima modifica di albakiara; 1st June 2015 alle 12:37

  7. #927
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Dahmer recupera tutta la costituzione

  8. #928
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti




    Quando il tizio abbandona la tenda, gli rivolgo un ultimo augurio per la battaglia di domani e lo osservo allontanarsi.



    Chissà quali emozioni e sensazioni stanno attraversando il suo animo in questo momento.
    Una cosa è certa: non invidio il suo avversario. Ho avuto diverse occasioni per scontrarmi con lui in allenamento e non ne sono mai uscita indenne. Bene o male con noi compagni di fazione deve limitarsi, per ovvi motivi, ma contro un nemico i limiti decadono ed a quel punto...



    "Niniel, stenditi qui. Fammi controllare la ferita al ventre"



    "Ti ringrazio Elen, sei molto gentile" - proferisco prima di distendermi a fatica sul pagliericcio - "Mi dispiace. Devi usare di nuovo il tuo potere curativo su di me... ti... ecco... chiedo scusa. Ti stai stancando troppo, devi riposare..."



    Non è da me esprimere preoccupazione per qualcuno che non sia lei, ma... non so. Elen sembra così dolce...

    Chiudo gli occhi, pronta a ricevere il calore del suo potere, quando la giovane mi rivolge una domanda che non mi sarei mai aspettata...

    "Posso chiedere una cosa, se non sono indiscreta... Vedo che vi siete avvicinati molto ultimamente...
    Hai cambiato opinione su di lui?
    "



    "Oh sì" - esordisco con quello che dovrebbe apparire come un tono spiritoso e divertente - "Ci siamo avvicinati parecchio, guarda qui" - abbozzo un sorriso e mi indico la ferita.

    Chissà perché mi rivolge questa domanda... Non penserà, vero, che c'è qualcosa tra me ed il demente?!
    Non scherziamo!!! Ci manca solo qualche assurda scenata di gelosia per concludere la pessima giornata.
    Ho ancora qualcosa di importante da fare... lei... mi sta ancora aspettando, dopotutto.

    "Se ho cambiato opinione su di lui? No, direi di no" pronuncio con tono deciso per poi rivolgere lo sguardo verso di lei - "Mi dispiace, Elen. So che nutri un qualche tipo di sentimento per lui, ma non credo che finora ti abbia mai mostrato la sua vera personalità, diciamo".

    Mi spiace veramente rivolgerle queste dure parole, ma è stata lei a chiedermi di lui e non sono solita mentire.
    Detesto le bugie, quindi non mentirei mai... a meno che non fosse veramente necessario.
    So che dovrei farmi gli affari miei, ma a questo punto ci sto dentro... quindi...

    "Perdonami... sono io che ti faccio una domanda ora e spero di non essere indiscreta, ma... posso chiederti cosa pensi di lui?"

    Oh, la curiosità è femmina. E, che ci crediate o no, sono una femmina anch'io.


    Ultima modifica di valuccia85; 28th May 2015 alle 00:21

  9. #929
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lariteth Slagant


    Attraverso il portare e mi ritrovo ancora a Lacrima Mundi, ormai la mia nuova casa.




    Ormai non mi reggo più in piedi per la stanchezza, questi due giorni sono stati particolarmente pesanti, sono successe un sacco di cose.
    Drako ha preso il mio cuore e la fatto a brandelli, abbiamo perso un altra battaglia e una nostra compagna e morta, il senso di colpa per la morte di Layla è tornato a tormentarmi, e in fine la chiacchierata con Esperin.



    E' stato difficile per me dirle queste cose e darle ulteriori sofferenze, ho visto il modo in qui mi guardava, so di averla delusa, ma il suo ultimo abbraccio mi ha rassicurata sul fatto che il suo affetto per me è rimasto tale, come il mio verso di lei.



    Striscio dietro le tende cercando di fare più silenzio possibile fino ad arrivare nella mia tenda.


    Mi sdraio sul pagliericcio e chiudo gli occhi, ho davvero bisogno di riposare.

    Ultima modifica di saphira_84; 14th June 2015 alle 18:04

  10. #930
    sim dio
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    3,378
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Zagarth Sovengard

    ​Giunto a destinazione vedo Ryuk indicarmi e dire qualcosa ad Elen. Boh, va be, che giocasse quanto gli pare. La ragazza mi dice di raggiungerla in infermeria, poi fa un discorso filosofico a Leithien e se ne va. <<Ryuk, dopo devo parlarti>> dico all'uomo per poi dirigermi con la ragazza verso l'infermeria. Noto Dahmer, che esce dalla tenda dopo poco il nostro arrivo, e la donna falena, invece, mi sembra ridotta piuttosto male. Elen la esorta a stendersi sul pagliericcio e le due iniziano il loro chiacchiericcio adolescenziale. Mi poggio sullo stipite dell'entrata, sbadigliando ed aspettando che Elen mi curi. Appena lo farà, la ringrazierò infinitamente e cercherò di baciarle la mano. Cerchiamo di essere gentili qui, che i miei compagni mi sembrano particolarmente suscettibili.
    Oddio, L'Auscoso... me ne ero dimenticato.
    Cavolo, manca pochissimo alla battaglia... dovrò trovare il tempo di allenarmi, oltre a rimorchiarmi Larieth la frigida... e parlare anche con Ryuk...
    ...Cos'altro devo fare?!

    Ps: So che "domani" è mattino e che la battaglia è imminente... ma Zaghy ha perso la cognizione del tempo, ecco. u_u
    Ultima modifica di mettiu; 27th May 2015 alle 19:30

 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •