Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 97 di 343 PrimaPrima ... 47879596979899107147197 ... UltimaUltima
Risultati da 961 a 970 di 3422
  1. #961
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    <<Riunione>> una voce giunge lontana.


    <<Uhhh... Ancora cinque minuti...>> bofonchio sputando un filo d'erba dalla bocca e mi giro dall'altro lato per riprendere a dormire.
    L'umidità del terreno inizia a penetrarmi nelle ossa, rabbrividisco, mi è sembrato di sentire una voce, ma forse sognavo...


    Oh no, Drako ha chiamato... Chissà quanto tempo è passato! Mi alzo, do una rapida sistemata alla casacca stropicciata e sporca di terriccio e corro verso la tavola.
    <<Scu-scusate il ritardo... Avete già cominciato?>> Sono già tutti lì, spero non abbiano dovuto aspettare molto.


    Mi siedo vicino a Larieth, in silenzio, e attendo il capo. Mi sembra diverso, ha una luce nuova, intensa, come se... <<Gran... Gran Maestro?!>> mi lascio scappare per lo stupore.


    Non ne ho mai incontrato uno prima, lo guardo con ammirazione, commossa, non so come comportarmi ora.


    Se lui è diventato Gran maestro significa che... No, non può essere vero, eppure... Mi scende una lacrima al pensiero che il Re sia morto.
    Ultima modifica di albakiara; 2nd June 2015 alle 14:56

  2. #962
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    DAHMER GRAY

    Ma che giornata meravigliosa! Mi stiracchio verso l'ingresso della tenda e guardo pigramente il cielo di quest'alba che si preannuncia portatrice di tempesta. Il cielo è nuvoloso, la luce è ancora quella notte, il freddo porta con sè come un odore di sangue, di terra umida che si prepara alla pioggia.



    Mi metto l'armatura dei reietti in religioso silenzio, devo dire che mi sta davvero bene, dovrei indossarla più spesso. Pelliccia e ferraglia, come ogni buona armatura del Nord si rispetta. Devo rivaluta il buon gusto del capo.



    Mangio qualcosa di leggero, niente di troppo pesante... devo sentirmi il più agile possibile. Finisco il pasto e di Zag nemmeno l'ombra... starà ancora ronfando? Non voglio mica arrivare tardi per la battaglia, sento l'adrenalina che scorre sempre più prepotentemente nelle vene. Con questo cielo torvo, poi, mi sento di ottimo umore. Scorreranno sangue e budella all'Auspex, sarà uno spettacolo leggendario! Mi affaccio alla sua tenda, russa manco fosse un bue. "Zaghy? Su sveglia, è l'alba" dico restando sul ciglio dell'entrata della sua tenda.



    Non vorrei mi tirasse brutti scherzi, o qualcosa di doloroso all'impatto. "Non voglio andare a scuola, mamma!" mi risponde girandosi sul pagliericcio.



    Assottiglio gli occhi... mamma? Scuola? Questo caprone è andato a scuola? Capisco avere il sonno pesante, ma l'Auspex ci aspetta! Un momento... ho un'idea. "Va bene, Zag, se vuoi restare qui a poltrire fa pure, ma ho visto Larieth nuda varcare il Glados, penso la seguirò così vincerò la scommessa" replico sarcastico, voltandogli le spalle e incamminandomi verso il portale. "Arrivo!" sento urlare da dietro e quasi mi pare che lo stregone barbuto abbia imparato un nuovo potere, il teletrasporto.



    Attivo il Glados con la mano, io e il mio compare abbiamo delle lucciole da sterminare.

    Continua qui

    Azione concordata con mettiu

  3. #963
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Drako Kalisi

    Per tutto il tempo che hanno impiegato i vari membri della fazione a raggiungermi, sono rimasto in silenzio, con lo sguardo nel vuoto, puntando sul tavolo in un punto imprecisato. Non so ancora che parole scegliere esattamente, non so cosa dire… o meglio lo so, ma non è per niente facile. Tutto ciò che è accaduto stanotte ha dell’incredibile, si narra di cosa accada in quel luogo nel momento in cui il nuovo Gran Maestro viene nominato, ma ogni racconto è diverso, ogni esperienza è unica, le lucciole sono l’unico filo conduttore. Nel momento in cui Ric mi ha stretto a lui è come se mi avesse parlato, pur senza aprir bocca, è come se tutti i suoi pensieri fossero scivolati nella mia mente, come se una parte della sua forza fosse divenuta mia.
    <<Gran... Gran Maestro?!>>
    La voce di Elen mi ridesta, una maga… lei è un maga come me, quasi mi dimenticavo di questo particolare: il Gran Maestro è riconoscibile ai membri della propria razza, non potrei mai passare inosservato ora, è come un marchio a fuoco sulla fronte, un segno distintivo. Non ho mai capito in che consista questo senso di appartenenza che lega il mago al proprio Cerimoniere, perchè si avverte questa affinità, questo legame che annuncia la propria presenza prima di ogni altra cosa. Alzo lo sguardo verso la ragazza, appare emozionata, quasi con le lacrime agli occhi, forse qualcuno nei miei panni gioirebbe, ma non è il mio caso… non è mai il mio caso ormai. Riesco a trovare del negativo in tutto. “Sì, questa notte sono divenuto Gran Maestro dei Maghi, ciò vuol dire…” prendo un breve respiro e torno “ciò vuol dire che la Dea Saraswaty ha richiamato a sé Re Rickard.” Passo in rassegna ognuno di loro, guardandoli negli occhi, forse mai mio discorso è stato più serio “Lantis salirà al trono, mi aspetto che da quel momento in poi, Dohaeris ricada sotto una tirannia, dimentichiamoci ogni cosa legata al regno costruito da Rickard, i reali diventeranno una minaccia assai più gravosa. Se avete parenti o amici avvisateli che è il momento giusto per allontanarsi, devono andarsene il più lontano possibile” Lantis perderà quel briciolo di umanità che gli resta, lo conosco… lo conosco fin troppo bene. “Dohaeris non avrà più nulla a che vedere con la terra ospitale che ci ricordiamo, ora più che mai, va rasa al suolo. Arriverà un nuovo rinforzo a breve, vi prego di accoglierlo con le giuste maniere” Mi rivolgo in particolare a Ryuk e Dahmer “E’ stato un mio soldato molti anni fa, ha sangue Vanya che scorre nelle sue vene, proprio come te, Elen.”

  4. #964
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    <<Sì, questa notte sono divenuto Gran Maestro dei Maghi, ciò vuol dire…>>
    Temo ciò che sta per dire, l'ho già capito, ma sentirlo a voce alta lo renderebbe vero.


    <<ciò vuol dire che la Dea Saraswaty ha richiamato a sé Re Rickard.>>


    Mi mordo il labbro inferiore fin quando inizio a sentire il gusto di sangue in bocca, sento lo sguardo di Drako, ma non ho la forza di sostenerlo.
    <<Lantis salirà al trono, mi aspetto che da quel momento in poi, Dohaeris ricada sotto una tirannia, dimentichiamoci ogni cosa legata al regno costruito da Rickard, i reali diventeranno una minaccia assai più gravosa. Se avete parenti o amici avvisateli che è il momento giusto per allontanarsi, devono andarsene il più lontano possibile>>


    In questi casi ringrazio di non avere una famiglia e i miei amici dovrebbero già essere in salvo nelle foreste, pronti a spostarsi in caso di minacce.
    <<Dohaeris non avrà più nulla a che vedere con la terra ospitale che ci ricordiamo, ora più che mai, va rasa al suolo. Arriverà un nuovo rinforzo a breve, vi prego di accoglierlo con le giuste maniere. E’ stato un mio soldato molti anni fa, ha sangue Vanya che scorre nelle sue vene, proprio come te, Elen.>>


    Cosa? Ho capito bene? Ero convinta di essere l'ultima della dinastia materna, speriamo sappia dirmi qualcosa in più sul mio passato.
    <<Veramente?>> esclamo alzandomi in piedi senza riuscire a trattenere l'emozione <<Un Vanya, come me?>>

    Ultima modifica di albakiara; 2nd June 2015 alle 16:21

  5. #965
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti



    Drako risponde alla mia domanda usando poche parole. Non lo conosco abbastanza da poter affermare con assoluta certezza che qualcosa non va... eppure... eppure sento che è così.
    E' successo qualcosa... glielo leggo negli occhi.



    Quasi non noto la presenza di Occhi di Falco che si siede al mio fianco, ma un colpetto al piede mi desta dai miei pensieri...

    "Se hai fatto amicizia con quella, tienimela lontana, non ho ancora il gusto dell’orrido"

    "Amicizia con chi? Con Maschera di Ferro? Io? No, guarda... ti sbagli. Cerco di non fare amicizia con chi si diverte a giocare con l'acido col solo scopo di ferire i propri compagni, senza apparente motivo. Quella sta fuori, te lo dico io... e di brutto anche..." proferisco queste parole a bassa voce, con lo scopo di farle sentire solo al mio interlocutore.



    Drako mi pare fin troppo pensieroso e non ho voglia di creare inutili discussioni ora.
    Vorrei ringraziare Occhi di Falco come si deve, ma quando mi volto verso di lui... le parole mi muoiono in gola. Perché? Perché devo essere così, dannazione?
    Forse più tardi... al termine di questa riunione. Sì... posso farcela.
    Intanto noto che Larieth, Jarak ed Elen ci hanno raggiunto al tavolo.







    Rivolgo uno sguardo fugace alla giovane: chissà se avrà voglia di parlarmi più tardi.
    Forse dovrei essere io a cercarla? Magari con la scusa di un allenamento...
    Ma sì, se farò trenta... tanto vale fare anche trentuno.

    "Gran... Gran Maestro?!"

    E' proprio lei a proferire parola. Sembra decisamente sorpresa. Ma con chi sta parlando?!

    "Sì, questa notte sono divenuto Gran Maestro dei Maghi, ciò vuol dire che la Dea Saraswaty ha richiamato a sé Re Rickard"

    Cosa?! Quindi... Drako è diventato Gran Maestro dei Maghi?! Ed il Re è morto?!
    Ecco perché mi sembrava così pensieroso e turbato. Lo sapevo che c'era sotto qualcosa, ma mai e poi mai avrei immaginato tutto questo.
    Non ho mai conosciuto il Re, del resto... come avrebbe potuto una come me conoscere il Re, ma è sempre stato descritto come un uomo buono, giusto e leale verso il suo popolo.
    Indubbiamente Dohaeris non ha perso solo un Re magnanimo ed onesto, ma anche un grande uomo.

    -Sono sempre i migliori quelli che ci lasciano,no?- penso abbassando lo sguardo in segno di rispetto.

    No, non per il Re che non conoscevo nemmeno, ma per Drako. Dev'essere molto doloroso per lui tutto questo... posso comprendere la sua sofferenza.
    Prosegue il suo discorso...

    "Lantis salirà al trono, mi aspetto che da quel momento in poi, Dohaeris ricada sotto una tirannia, dimentichiamoci ogni cosa legata al regno costruito da Rickard, i reali diventeranno una minaccia assai più gravosa. Se avete parenti o amici avvisateli che è il momento giusto per allontanarsi, devono andarsene il più lontano possibile"

    I genitori di Elwing! Non posso non pensare a loro! Devo assolutamente avvertirli anche di questo pericolo imminente, poi saranno loro a decidere della propria vita. Cercare di convincerli e proteggerli è mio dovere, ma non posso imporre loro nulla. Proprio nulla.

    "Dohaeris non avrà più nulla a che vedere con la terra ospitale che ci ricordiamo, ora più che mai, va rasa al suolo. Arriverà un nuovo rinforzo a breve, vi prego di accoglierlo con le giuste maniere"

    Un nuovo alleato? Ti prego... fa che questo sia normale, fa che questo sia normale, fa che questo sia normale...

    "E’ stato un mio soldato molti anni fa, ha sangue Vanya che scorre nelle sue vene, proprio come te, Elen"

    Oh, meno male. Dovrebbe essere normale almeno questo tipo, oltre ad essere un valido combattente. Bene, bene... son curiosa di conoscerlo.

    "Veramente? Un Vanya, come me?"

    Giusto, un Vanya. La stirpe da cui discende Elen. Non mi ero soffermata su questo dettaglio. C'è chi è ancora più curioso di me di conoscere il nuovo alleato, allora...
    Vorrei rivolgere qualche domanda a Drako in relazione a ciò che è successo stanotte.
    Dov'è stato? Ha avuto modo di vedere il Re? Ha parlato con Lantis? Se sì, cosa si sono detti? Vorrei bombardarlo di domande, ma... questo non è il momento.
    Ora devo rispettare il dolore che sta provando per la sua perdita.
    Decido, quindi, di rimanere in silenzio.





    Ultima modifica di valuccia85; 3rd June 2015 alle 03:41

  6. #966
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Rickard è morto… Rickard non c’è più. Forse dovrei gioire, ma queste parole mi colpiscono ed è l’ultima cosa che avrei mai potuto pensare, non provavo affetto per quell’uomo, forse solo ammirazione, per quanto mi sia concesso provare qualcosa del genere per qualcuno, ma il paragone tra lui e mio padre è inevitabile.



    Forse sarei stato un uomo diverso crescendo con una figura come lui accanto a me, ci ho pensato diverse volte in passato quando ero più giovane e l’osservavo, era così fiero e forte, era sì buono, ma nessuno aveva mai osato immaginare che fosse un debole, la sua forza è leggenda, non necessitava di imporsi, bastava la sua presenza per acquietare gli animi, perfino il mio.



    Tutto sommato mi trovavo a mio agio in sua presenza e se mi fosse stato proposto di sposare Esperin, prima che il Re si ammalasse, probabilmente avrei accettato con entusiasmo, solo per godere di quella presenza che in qualche maniera mi rasserenava, un po’ di pace dopo una intera vita trascorsa accanto a mio padre. Drako è Gran Maestro, sembra una presa in giro… proprio lui che ha tradito la corona, è il prescelto per “sedere al trono” dell’Auspex come successore di Rickard, Re di Dohaeris, un affronto ancor maggiore per Lantis, un affronto della Dea che tanto venerano i Raeghar. Quasi non sento le parole di Niniel, che siede affianco a me, ho la testa che sta per scoppiare. Forse con Drako abbiamo maggiore possibilità di ottenere rispetto da parte dei maghi delle fazioni avverse, almeno di quegli stolti dei reali che si nascondevano sotto le candide ali di Rickard, ma non lo so… inizio ad avere troppa confusione in testa. Devo muovermi col mio piano, devo farlo il prima possibile. Torno ad osservare Drako, questa volta presto attenzione al resto del suo discorso, risponde ad Elen, ma non ho sentito la sua domanda



    “Sì, un Vanya come te, ma da quel che ricordi ha vissuto sempre altrove, lontano dalle tue terre. Si chiama Devon, anche lui padroneggia il fuoco e possiede il raro dono della rigenerazione, sarà una manna dal cielo per tutti noi” Un nuovo alleato dunque, ad un guaritore non si dice mai di no, inoltre è collegato ad Elen in qualche modo, spero la distragga abbastanza da Dahmer, lo voglio concentrato sulla battaglia, se dovesse far del male alla ragazzina dubito che Drako potrebbe sopportarlo oltre, devo prestare attenzione per lo stesso motivo. “Verrà accolto tra noi pacificamente” mi limito a rispondere. “Bene, ora… se non avete domande, mi ritiro nella mia tenda, non ho dormito e necessito di riposare”

    Devo parlare con Auron, devo mandarlo via, il più lontano possibile da Dohaeris, neanche i confini del regno dove si trova ora sono sicuri, che voglia o no, dovrà andare altrove, lo costringerò con la forza se necessario.


  7. #967
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Larieth Slagant


    Drako aspetta silenzioso con lo sguardo fisso sul tavolo l’arrivo di tutti, lo osservo attentamente, ha un espressione così strana, sembra diverso, ma non saprei dire come.


    Poco a poco anche gli altri ci raggiungono e si siedono attorno al tavolo.
    Senza attendere oltre, Drako ci annuncia il motivo della riunione, re Rickard è morto.
    La notizia mi colpisce con la stessa forza di un uragano , resto per un attimo stordita, incredula da quello che ho appena appreso.


    << Esperin>>
    sussurro con voce stozzata, non posso non pensare a lei e al dolore che sta provando ora, istintivamente porto la mano addome e stringo forte osservando Drako ancora attonita.
    << No, non può essere>>, so che il re era molto malato, ma in fondo al cuore ho sempre sperato che riuscisse a sconfiggere la malattia.
    << Lantis salirà al trono, mi aspetto che da quel momento in poi, Dohaeris ricada sotto una tirannia, dimentichiamoci ogni cosa legata al regno costruito da Rickard, i reali diventeranno una minaccia assai più gravosa. Se avete parenti o amici avvisateli che è il momento giusto per allontanarsi, devono andarsene il più lontano possibile >>




    Il mio pensiero vola inevitabilmente va a tutte le persone che ho conosciuto in questi ultimi anni, tra tutti, il suo volto mi appare nella mente come per incanto, quanto gli ho voluto bene, anche se solo dopo ho scoperto che non era vero amore quello che provavo, non vuol dire che non sia stato importante per me.
    Drako ci annuncia l’arrivo di un nuovo alleato e dopo un po’ si ritira nella sua tenda, lo seguo con lo sguardo, l’impulso di seguirlo è forte, so che per lui il re era come un padre, posso solo provare a immaginare come si possa sentire in questo momento.





    Mi impongo di non seguire il mio istinto, ma resto seduta, poi mi volto verso Elen e dichiaro: << Sono curiosa di conoscere questo nuovo arrivato, spero sia un abile guerriero, abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile>>





    Ultima modifica di saphira_84; 14th June 2015 alle 22:02

  8. #968
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Elen Nárë Vanya

    Drako
    si congeda e si chiude nella tenda per dormire un po', o forse per rimanere solo nel suo lutto.


    <<
    Sono curiosa di conoscere questo nuovo arrivato, spero sia un abile guerriero, abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile>> dice Larieth guardandomi.


    <<Anche io sono curiosa, ci servono guerrieri e poi lui è un guaritore e...>> e potrebbe sapere qualcosa sulla mia famiglia!


    Placo "l'euforia", mi risiedo e mi rivolgo all'amica cercando di prenderle la mano


    <<Scusa, questo è un momento triste e delicato, non voglio sembrare insensibile per la morte del Re. Non l'ho mai conosciuto, ma il suo animo nobile e la sua forza erano un faro per tutti noi... Dohaeris ha perso un grande Re.>>


    Mi è sembrata molto turbata, se vorrà cercherò di confortarla restandole accanto e ascoltandola.
    Ultima modifica di albakiara; 7th June 2015 alle 15:34

  9. #969
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Ryuk Leithien

    Drako se ne va ed io resto ancora al tavolo, nessuno ha parlato durante il suo intervento, ma Elen e Larieth cominciano a porsi domande. Larieth è curiosa del nuovo arrivo, me ne importa poco e niente, tranne che per quel suo dono della rigenerazione, iniziavo a temere di prosciugare Elen con tutto il lavoro che ha da fare, soprattutto per causa mia. La guaritrice si dispiace per il Re, non l’ha mai conosciuto, ma come tutti è conoscenza dell’uomo che era. La osservo senza particolare espressione, ma il tono della voce è basso, non sarò aggressivo questa volta “Rickard… era un uomo che meritava il mio rispetto.” Abbasso lo sguardo istintivamente, per poi alzarmi “Scusate” Non ho voglia sentire altre chiacchiere inutili su che grande persona fosse, chi non lo ha conosciuto non può sapere, chi non lo ha conosciuto non può neanche immaginare. Non sono triste, sono solo pensieroso e sì… forse non sprizzo felicità da ogni poro, ma questa situazione non fa altro che rimarcare la posizione di mio Padre, con Rick fuori dai giochi, la sua morsa sul Regno è sempre più forte. Almeno in una cosa sono meglio di lui, ho abbandonato mio figlio e gli ho evitato una vita come la mia, gli ho evitato un padre come me.

    Era mattina, quello stramaledetto sole alto nel cielo illuminava ogni cosa e non potevo attendere che arrivasse sera, non avevo tempo da perdere, dovevo agire in fretta, dovevo liberarmi di lui il prima possibile. Lo tenevo stretto tra le braccia, cercando di dosare la forza, non volevo ucciderlo o soffocarlo, almeno… non più. Lui aveva gli occhi chiusi, si era addormentato nella più totale calma, come se nella realtà si sentisse protetto ed al sicuro, la sua mano teneva stretto un lembo della maglia che indossavo, non sembrava avesse intenzione di mollarla.



    Avanzai col passo veloce verso il Glados più vicino, per poter raggiungere le campagne a Sud di Dohaeris, un luogo poco abitato, se non per qualche contadino ignorante che viveva di agricoltura, persone che non si erano mai spostate da quelle zone, se non rare volte, ma comunque ben distanti dagli affari di corte e dall’Adamantem. Ricordo che giunsi in una vallata, c’era un’unica casa ed attorno ad essa solo colline ed alberi, era proprio quello che cercavo.



    Quando giunsi alla porta non ebbi il tempo di bussare, che una donna si presentò sull’uscio di casa, aveva l’aspetto gentile, gli occhi grandi e verdi, la chioma castana che ricadeva sulla spalle, sembrava una brava donna e soprattutto non aveva idea di chi io fossi. Mi domandò se avessi bisogno di qualcosa, mi chiamò straniero e questo mi bastò per prendere la mia decisione definitiva.
    “Sono un viandante, sono di passaggio per queste terre e non lontano da qui ho trovato questo bambino abbandonato accanto ad un albero, non potevo lasciarlo alla sua sorte, ma non posso portarlo con me, sono un uomo solo ed ho un lungo viaggio da percorrere”

    La donna mi osservò esitante, ma il modo in cui guardava il bambino la tradì prima delle parole “Come si può abbandonare un simile angelo?” Un angelo… a guardarlo bene, poteva sembrarlo “Quale diavolo può averlo abbandonato? E’ così piccolo…”



    “Non ne ho idea, ma spero vogliate prendervene cura, potrebbe essere un figlio illegittimo lasciato a morire da una madre senza umanità, certamente qualcuno lo desiderava morto ed è meglio non chiedere in giro o potrebbero venire a cercarlo."
    La donna aveva gli occhi bagnati di lacrime a quel racconto fasullo, doveva essere fortemente sensibile o semplicemente io lo ne avevo poca. Allungò le mani per accoglierlo tra le sue braccia e nel momento in cui lo prese e lui lasciò il lembo della maglia, ebbi la netta sensazione che un masso mi ricadesse sulla schiena, una pesantezza mai avvertita prima “Io e mio marito cerchiamo di avere figli da qualche anno, questo bambino è un dono degli dei, lo cresceremo come fosse nostro, spero solo che ci benedicano anche con un buon raccolto, ma faremo i dovuti sacrifici per sfamarlo” Il gesto fu istintivo, infilai una mano in tasca e cercai il sacchetto con le monete, non era il caso di dispensare diamanti, avrebbero potuto collegarlo in qualche modo a me, specialmente nello scambio con della merce, così le porsi quel che avevo, non era abbastanza per crescere un bambino e due adulti, ma avrebbero potuto comprare scorte di viveri per qualche mese “Questi sono i risparmi di qualche tempo, vi prego di accettarli, è il minimo che posso fare. Tenetelo lontano dal paese, chiunque sia questo bambino, merita di vivere senza conoscere quelle persone o chi lo ha abbandonato” Qualche spicciolo per la vita di mio figlio, quel peso sulla schiena aumentava sempre più, dovevo andarmene al più presto e lasciarmi quella storia alle spalle, avrei comunque fatto trovare altro denaro nei tempi successivi. “Vi ringrazio buon uomo, che gli dei vi benedicano, oggi avete salvato ben più di una vita, siete un angelo” Un angelo io… non c’era cosa più ridicola che potessero dirmi. Diedi uno sguardo al bambino, quei suoi capelli rossi come quelli di Irina, quei suoi occhi azzurri che si aprirono come per salutarmi, non penso di aver mai visto nulla di più bello e di più pericoloso per me. Mi voltai, ma la donna mi chiamò ancora una volta “Gli avete dato un nome?”

    non ci pensai molto e senza voltarmi le risposi “Auron”.
    Arrivato nella mia tenda mi siedo sul pagliericcio, ho bisogno di liberare la mente

  10. #970
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti

    Lady Blackstone



    Il mio colpo purtroppo va a vuoto, ma riesco comunque nell'intento di farlo allontanare. Mi consiglia di fare questi giochi col suo amico.





    La sua età celebrale non supererà i due anni, credo. C'era da aspettarselo.



    Non faccio in tempo a riprendere il cammino verso i bagni che Drako indice una riunione.



    Faccio dissolvere nel nulla la mia falce, per poi accomodarmi al primo posto vuoto.
    Drako è il nuovo Gran Maestro, il re è morto e pare che arrivino altri rinforzi. Mi hanno parlato in precedenza della bontà d'animo del re, probabilmente uno dei pochi uomini che dovevano sopravvivere e morire di vecchiaia. Ora sarà il principe Lantis a salire al trono e Drako lo conosce bene. E' a causa sua, durante la sua reggenza, che ho sofferto come non mai. Non ricordo nulla di ciò che ero prima d'essere ritrovata da Mira, ma dubito di aver raggiunto l'apice della sofferenza come con gli uomini di Lantis.
    Loro...loro mi hanno costretta ad uccidere mio figlio...Edric.
    Stringo i pugni sotto il tavolo con forza. La rabbia riaffiora, come l'istinto omicida. Lantis e i suoi uomini pagheranno caro tutto questo. Non con la morte, sarebbe un privilegio quello.



    Farò raggiungere anche a loro l'apice della sofferenza, fisica e mentale. Non vedo l'ora di mettere le mani su quelle teste vuote e farmi guidare dalla fantasia.
    Sarà una grande vendetta la mia.
    Ultima modifica di scarygirl; 5th June 2015 alle 04:01


 

 

Discussioni Simili

  1. [Quest GdR] Sims Afterlife - Household
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 424
    Ultimo Messaggio: 6th September 2014, 23:07
  2. [Quest GdR] Omicidio a Bellavista
    Di Dina Caliente nel forum Omicidio a Bellavista
    Risposte: 505
    Ultimo Messaggio: 10th October 2013, 00:01
  3. Quest d'esempio
    Di Dina Caliente nel forum GdR - Gioco di Ruolo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 6th October 2012, 21:13
  4. Avete giocato al nuovo Deus Ex...?
    Di S1Mulator nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 3rd November 2011, 20:51
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •