Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 10 di 339 PrimaPrima ... 891011122060110 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 100 di 3385
  1. #91
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Sul tavolo vi è ora presente ogni genere di leccornia, il tutto rigorosamente accompagnato da vino rosso e servizio in argento.
    Nonostante i miei occhi gioiscano ad una tale visione è il mio stomaco a parlare. Non ho proprio fame. So che dovrei sforzarmi di mandare giù qualche boccone, primo per mantenermi in forze, secondo per educazione e terzo perché non voglio proprio offendere la cuoca ma purtroppo tutto ciò che sta accadendo non giova minimamente al mio appetito.
    Osservo furtivamente la principessa e Lady Waters mentre abbandonano la sala, tornando ben presto al mio piatto vuoto.
    E va bene, proviamoci.
    Sto giusto optando per una succulenta coscia di pollo ma è proprio in quel frangente che interviene Lady Feralys posandosi su di me, mi volto di sbieco leggermente sorpreso ricordando di mascherare nell’immediato la mia introversione rivolgendole uno sguardo diretto; è più forte di me purtroppo non sono abituato ai contatti con le donne.
    A differenza di una certa conoscenza non è il mio passatempo correre dietro le sottane delle nobildonne…
    <<Vi avevo detto di tenere d'occhio, la strega. Il principe le ha chiesto di combattere per il Regno e lei ha rifiutato, riuscite a spiegarvi il perchè?>>.
    Touché.
    Ho notato anche io che il principe sia stato davvero severo in toni; c’era poi qualcosa nelle sue parole, nel suo sguardo, una sorta di rancore nei confronti della septa e, sì, anche di sfiducia. Nella strega dell’ovest invece, se metto per un attimo da parte il suo passato, ho visto un palese fastidio ma soprattutto… una resa.
    Vi rifletto attentamente.
    Non sono nella testa di vostra altezza ma può essere che sia semplicemente preoccupato per le sorti della battaglia.
    D’altronde la donna è l’anello debole del gruppo e se il suo rifiuto di usare la magia persiste nel tempo non immagino in un possibile scontro le conseguenze…
    C’è però il ma.
    Vi è infatti l’ipotesi più infida: quella che sia una traditrice.
    In cuor mio mi rifiuto di pensarlo perché sono convinto che chiunque abbia un lato buono e dunque una possibilità di redimersi dalle proprie colpe - e lei sta pagando tutt'ora a caro prezzo il suo passato - ma c’è anche una seconda ragione a dirla tutta, ed è la principessa.
    Il legame che si sviluppa con una septa è pari all’amore materno: rispetto, fiducia e soprattutto affetto. Non lo vorrei dunque… Non vorrei che la principessa subisca l’ennesima pugnalata alle spalle.
    Non lo merita. Non è giusto.
    Stringo una mano a pugno e sospiro pesantemente... C’è qualcosa che non va qui, ho un brutto presentimento.
    Mantengo lo sguardo su Lady Feralys mentre si alza con la scusa di un cambio d’abito, noto che mi fa persino un occhiolino a cui rispondo annuendo.
    Torno poi nuovamente sul famoso cosciotto di pollo ma - ahimè - è sparito. Strano… Eppure sono certo che fino a qualche secondo fa fosse lì...
    Oh al diavolo ho ben altro a cui pensare piuttosto che le sparizioni di cosce di pollo!
    <<… Il mio nome è Aiden Urthadar, piacere di conoscerla>>.
    Ed eccolo qua, il solito Sir Urthadar.
    Non ha smesso di sorridere neanche per un attimo da quando è entrato in stanza ed a giudicare dal suo appetito direi che la battaglia imminente non gli faccia né caldo né freddo.
    Del tutto opposta è invece la reazione del capitano De Lagun.
    Come me anche a lei sembra mancare l’appetito... E' inoltre silenziosa ma soprattutto pensierosa.
    La osservo preoccupato mentre si congeda ma mi trattengo dal seguirla: se vi è una cosa che ho capito delle donne è che quando vogliono rimanere da sole è meglio non disturbarle…
    L’ira degli dei è una sciocchezza al confronto.
    Dunque siamo rimasti solo in tre.
    Io, Lady ProudMoore e Sir Urthadar; data la parlantina dell’ultimo convengo che la mia presenza sia quasi irrilevante, decido dunque di andarmene.
    <<Milady>>, mi alzo rivolgendole un lieve inchino del capo <<Purtroppo ho rimembrato alcune… faccende importanti da dover sbrigare…>>, sono sempre stato un pessimo bugiardo opto dunque per dire la verità... omettendo però la ragione della mia assenza, <<ma, data l’ottima compagnia, vi lascio in tutta tranquillità a gustarvi la vostra cena>>, Sir Urthadar non è così stolto da compiere sciocchezze proprio nelle mura del castello e dunque sono sicuro di quanto appena detto.
    Afferro una mela e faccio qualche passo verso l’ingresso dicendo un <<vi auguro una buona continuazione>> prima di voltare l’angolo.
    Ora devo solo capire come fare la mia prossima mossa: devo controllare cosa sta facendo la strega dell’ovest senza però destarle sospetti.
    Mordo sovrappensiero la mela, sto per dare un secondo morso quando mi blocco ad osservarla.
    Un momento… La septa non ha mangiato!
    Fortuna vuole che la serva - Agatha - sia di passaggio proprio in questo momento. Mi faccio dunque preparare un bel vassoio, non conoscendo i gusti della septa le dico di aggiungere un poco di tutto ed informandomi della stanza in cui alloggia la strega congedo la donna lasciandola ai suoi doveri.
    Mi ritrovo così davanti alla porta, conscio che probabilmente io sia l’ultima persona che la donna vorrà vedere… D’altronde nel pomeriggio le ho - involontariamente - rimembrato il suo passato. Busso delicatamente alla porta e schiarendomi la voce dico: <<Perdonate l’orario ed a maggior ragione se vi ho disturbato…>>, mi blocco per un attimo incerto sul come continuare, <<Sono Sir Dreth e vi avrei portato un vassoio con qualcosa da mangiare>>.
    Ora c’è solo da sperare che il suddetto vassoio non me lo ritrovi per cappello.


    Ps: L'azione della serva è stata accordata con la master.




    Ultima modifica di Damnedgirl; 14th November 2014 alle 01:09



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  2. #92
    sim dio L'avatar di Tesla-Kun
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Livorno
    Età
    28
    Messaggi
    2,085
    Inserzioni Blog
    25
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Maiev Proudmoore.

    Come previsto sembrava che in molti oltre al principe avevano delle faccende più importanti da gestire che restare a cenare. Vedo la rossa allontanarsi lasciandomi quindi in compagnia dei soli comandanti/guerrieri in armatura presenti. Devo dire che non riesco a non sentirmi leggermente fuori luogo per via del mio abbigliamento ma non mi faccio condizionare da questa cosa e continuo a mangiare guardando gli altri.
    A interrompere il silenzio è uno scambio di battute di sir Urthadar e il comandante De lagun, nulla di che solo un invito di lui per convincerla di concedersi un bicchiere di vino. Avrei distolto l'attenzione di nuovo ma alla fine il sir si rivolge a me.
    «Non mi pare di averla mai vista prima, mylady. Le do il mio benvenuto a Torre della Mezzaluna. Il mio nome è Aiden Urthadar, piacere di conoscerla».
    «Non sbaglia infatti Sir, non è mio solito allontanarmi dalla mia dimora per visitare il palazzo reale» rispondo accennando un mezzo sorriso «la ringrazio per il benvenuto sir, è un vero piacere conoscere un discendente degli Urthadar di persona. Ad ogni modo sono Maiev Proudmoore, lieta di conoscerla...anzi conoscervi. il vostro cognome precede anche voi Sir Dreth» aggiungo poi, correggendomi poi alla fine per allargare la mia presentazione all'altro cavaliere.
    La De Lagun nel frattempo si congeda lasciandomi con i due cavalieri della scintillante armatura.
    Quale gioia...” penso sperando di uscirne senza fare troppi danni e raccogliendo, se possibile, qualche informazione in più riguardo la situazione attuale della guerra.
    «Milady Purtroppo ho rimembrato alcune… faccende importanti da dover sbrigare…ma, data l’ottima compagnia vi lascio in tutta tranquillità a gustarvi la vostra cena» si congeda il cavaliere dei capelli neri. Peccato, sarebbe stato interessante sapere come è arrivato fino a una carica cosi alta cosi giovane, insomma non mi sembra un uomo con anni e anni d'esperienza alle spalle ma questo non fa che incuriosirmi riguardo alle sue abilità. Fortuna è un mio alleato.
    «La ringrazio sir» gli rispondo con un sorriso.
    «Dunque, Sir» riprendo non appena l'altro si allontana «voi che avete sicuramente più esperienza di me in arti belliche, come vede questa guerra che purtroppo dobbiamo affrontare?» dico poi, con una sottile e finta nota di dispiacere.


    ps: eventuali errori li correggo il prima possibile ^^''

    - - - - - - - - - - - - - - - -


  3. #93
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Ho finito di preparare le scorte di pozioni per almeno un settimana. Se lavoro di buona lena ogni giorno, potrò assicurarmi tutto per almeno un mese! Bevo l’ultimo ricostituente: è ora di mettere a posto e andare finalmente a dormire. Non so se comincerò da domani con la regina, ma se così non fosse mi allenerò ancora per conto mio.
    Mentre chiudo tutte le boccette, mi domando contro CHI effettivamente stiamo combattendo. Efrem, Drako…ma chi altro c’è? Chi sono i traditori, chi è che qui manca all’appello? Di sicuro una montagna di straccioni, abitanti del basso popolino.
    Eppure sono sicura che vi troveremo dei nobili: da una parte potrebbero combattere per conto del reggente su altri fronti, ma di quelli che conosco nessuno è stato nominato a tavola. Per tutti i cunicoli putridi, Lantis….quanta gente ti sei inimicato?
    Dov’è finito ad esempio quell’aborto di Ryuk Leithien?



    Lui era in città il giorno del processo a Drako, sono sicura…possibile che sia tornato al suo castello in giorni tanto nefasti? Arriva la vedova Proudmoore da tanto lontano, e non si presenta lui? Avrebbe dovuto trovarsi qui, con noi…eccone un altro che segue l’istinto…o la sete. Nulla che io non ammiri, intendiamoci.
    Mentre sto riponendo le pozioni sigillate nel cesto, sento bussare alla porta:
    <<Chi è?>> chiedo infastidita.



    <<Perdonate l’orario ed a maggior ragione se vi ho disturbato…>> oh diavoli….sir Dreth. Di cos'altro è venuto a lagnarsi adesso?



    <<Sono Sir Dreth e vi avrei portato un vassoio con qualcosa da mangiare>>.



    Uhm. Il cane è stato promosso a porta-vassoi.
    Scuoto il capo, senza nessuna voglia di perdere tempo.
    <<Può andarsene, sir. Se volevo mangiare chiamavo un servo, inoltre mi sto cambiando in questo momento per poter andare poi a dormire, le risparmio lo spettacolo.>> rispondo ironica dall’altro lato della porta.
    Meglio che non senta rumori d’altro: mi sfilo il saio facendo poggiare la catena sulla pelle, indosso la camicia da notte, e mi infilo sotto le coperte.
    Ci voleva….


  4. #94
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    <<La ringrazio anche io, sir Dreth>>, rispondo al giovane. <<Faccia attenzione, mi raccomando>>, dico poi. Probabilmente la mia presenza lo ha spinto a ritirarsi nelle sue camere prima del previsto. Non lo biasimo, anzi gliene sono grato: preferirei cenare con le carcasse della feccia ribelle che ucciderò nell'imminente battaglia, piuttosto che con lui. Non che ci sia molta differenza...


    Colei che scopro essere Maiev Proudmoore esprime ammirazione per la mia casata. Fa sempre piacere, non c'è che dire. Proudmoore... Il nome non mi è nuovo, era sulla bocca della gente a corte, non molto tempo fa... Ah, sì! L'ex cavaliere, da poco passato a miglior vita. Ora ricordo: questa donna ha asceso alla nobiltà, sposandolo. Per arricchirsi, non c'è dubbio. Quindi è una popolana... Ma non le manca di certo la classe. Dispone di una evidente eleganza naturale, e mi domando se non fosse nel suo destino diventare una nobile.


    Pondero bene la mia risposta. Devo essere sincero? Diretto? O è meglio dissimulare? Nascondere, per ora, le mie vere intenzioni? Che fare, mi chiedo? Le mie labbra si piegano in un ghigno che cerco di nascondere con la mano: era da tempo che non mi sentivo così... stimolato, così interessato. Tutto ciò non è che una sfida per me, l'ennesima, forse la più intrigante che abbia mai affrontato. È un gioco: siamo tutti degli attori, ma solo pochi di noi ne sono coscienti. La regina, per esempio, sa perfettamente di essere su un palcoscenico. E ora cercherò di scoprire se anche la signora Proudmoore ne è al corrente.



    <<Questa guerra è un cancro, signora>>.


    Afferro il calice e lo porto alla bocca. <<Lantis non è stato in grado di controllare il potere a sua disposizione e ora abbiamo a che fare con un tumore che sta infettando il nostro regno. Lei mi chiede come vedo questa guerra?>>. Bevo un sorso di vino. <<Voglio essere sincero: come un'occasione. Combatterò per ciò in cui credo, curerò questa malattia personalmente, ma non senza ricavarne qualcosa. Tutti vogliono qualcosa, presumo pure lei: possiamo aiutarci a vicenda, se le va. Venga a scambiare quattro chiacchere, uno di questi giorni>>. Appoggio il pregiato bicchiere sul tavolo e mi alzo. Faccio un lieve inchino alla vedova per congedarmi e mi dirigo verso le mie stanze.

    Varco la soglia della camera, chiudendo gli occhi e inspirando profondamente. È stata una lunga giornata e i miei muscoli agognano del riposo. Levo l'armatura, lentamente, pezzo per pezzo, sentendo la pressione piano piano scomparire. È una sensazione estremamente piacevole. Apro poi la finestra e, dopo essermi affacciato, respiro l'aria della sera: un'abitudine familiare, in un ambiente così estraneo.


    Infine mi corico, spossato. Se il trono è comodo anche solo lontanamente quanto questo letto, non vedo l'ora di essere re.
    Our wills and fates do so contrary run

  5. #95
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Quando finalmente sono riuscita a calmarmi e mi sento più serena esco dall'acqua, diretta verso le mie stanze. Attraverso spedita i corridoi illuminati dalla calda luce delle candele e raggiungo le scale che conducono al piano superiore.



    L'ora tarda mi suggerisce di andare a riposare, così da affrontare al meglio le giornate successive che sanciranno l'inizio della prima battaglia. Ma il sonno non accenna a farmi visita, per cui decido di prendere ancora un pò d'aria fresca nella terrazza adiacente alle mie stanze.



    Il cielo è così limpido stanotte. Le stelle sono luminose, chiaro segno che domani sarà una giornata calda e soleggiata. Attorno a me solo quiete e tranquillità. Quasi tutti saranno già andati a dormire ormai, mi chiedo se anche loro siano in ansia tanto quanto me.

    Il mio pensiero si rivolge al comandante De Lagun e a Sir Aiden, che per primi scenderanno in campo per difendere la corona. Avvicino le mani al petto, pregando gli Dei di farli tornare a palazzo sani e salvi. Più della vittoria, ciò che mi preme e non dover affrontare la perdita di due così valorosi fedeli del regno.



    Sollevo gli occhi al cielo, osservando una tra le stelle che sembra più luminosa delle altre. Mi chiedo dove sia lui, preoccupata per la sua vita, oltre che per la mia.

    Chissà se anche voi, Drako, state osservando il cielo in questo momento e mi state pensando, tormentato come me da tristi pensieri. Siamo sotto lo stesso cielo, ma così lontani...



    Se anche voi stesse guardando la mia stessa luna, sarebbe come essere di nuovo vicini, nonostante tutto.


    Abbasso gli occhi, cosciente di comportarmi da stupida sentimentale. Comincia a fare freddo, sento dei brividi percorrermi la schiena.

    Rientro dentro, diretta verso le mie stanze, dove trovo il letto di nuovo al suo posto. Mi chiedo cosa avrà pensato la servitù vedendo il disastro combinato prima.

    Senza cambiarmi mi siedo sul materasso, esausta.



    Il grande giorno sta arrivando. La guerra sta iniziando. Ma io... non sono ancora pronta per tutto questo.

    Mi distendo, ancora vestita, e chiudo gli occhi, implorando gli Dei di portare via questo tormento lasciandomi scivolare in un sonno profondo.



    Post concordato con le master per far trovare ad Esperin il letto al suo posto!

  6. #96
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    I-r-o-n-i-a.
    Seppur velata mi è difficile non coglierla. Sembra quasi che la donna goda nell’umiliarmi ed ammetto che sta diventando… seccante.
    La figura della vecchia, dolce, nonnina indifesa va scemando irreparabilmente, alimentando i miei sospetti e scaturendo un termine tutt'altro che cortese: quello di
    maledetta serpe.
    Osservo il mio riflesso sul coperchio d’argento, rendendomi conto di avere un'espressione adirata...
    Ma che diavolo mi prende? Questo non sono io.
    Scuoto la testa e sorrido, tornando sereno, pensando che per quanto caparbia, acida e difficile possa essere di certo non mi arrenderò nel tenerla d’occhio... Ma anzi, sarà una bella sfida.
    Poso il vassoio di fianco la porta - sicuramente lo porteranno via i servi - e capto nel mentre solo silenzio all’interno della stanza.
    Sta dormendo davvero.
    Dovrei anch’io, ma non sono né stanco né affamato né tranquillo; sarà che è tutto il giorno che scorto vostra altezza e le dame di corte e non ho avuto modo di sfogarmi come mio solito.
    Mi dirigo dunque verso l’armeria, osservando il Principe Lantis che attende in giardino e di certo non è mia intenzione disturbarlo.
    Accelero dunque il passo, salendo le scale e dalla finestra scorgo la statua di staman; è così che il mio pensiero va involontariamente a Re Rikard, chissà come sta, non ho chiesto notizie di Vostra Maestà da più di un giorno ormai…
    Mi blocco osservandomi d'istinto le mani: se solo la mia magia curativa fosse più potente forse potrei guarirlo e quanto sta accadendo si risolverebbe con uno schiocco di dita.
    Niente spargimenti di sangue.
    Niente guerra.
    Solo pace.
    Ma… è un sogno perché non sono forte a sufficienza.
    Riprendo a camminare arrivando alla soglia dell’armeria, la stanza è vuota.
    Mi avvicino ad uno dei manichini portandolo esattamente al centro della stanza e studio ogni elemento ivi presente, incluso me stesso.
    Non ho potuto fare a meno di notare che l’armatura è di tipologia pesante; tirando le somme è un elemento negativo che influisce sulla mia velocità ma anche positivo dato che il peso - di norma - equivale a resistenza e quindi a meno danni.



    Devo adattarmi, resisto dunque alla tentazione di toglierla.
    Concentrandomi richiamo a me il mio elemento ed ecco che una lieve brezza prende a soffiare intensificandosi man mano fino a creare un vortice d’aria sul mio braccio destro. Così dal nulla materializzo la mia arma, Selene: una catena massiccia di mercurio solido, è lunga circa un metro ed alla estremità è presente una palla ferrata con punte acuminate.

    Selene - Arma in forma dormiente.
    Un’arma offensiva ma anche difensiva se saputa maneggiare correttamente.
    Sorrido mormorando un <<mi sei mancata sai?>>, iniziando a rotearla.
    Parto lentamente abituando il braccio all'armatura e quando sono più sicuro aumento la velocità di poco a poco.



    Inizio poi a muovermi in senso orario sferrando degli attacchi in successione al manichino e così procedo, schivando e spostandomi ed abbassandomi meccanicamente quando i contraccolpi - intenzionali - arrivano in mia direzione...

    Ultima modifica di Damnedgirl; 19th November 2014 alle 15:15 Motivo: Aggiunte Foto.



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  7. #97
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    La Luna inizia il suo corso e si specchia nel ghiaccio che ho provocato con la mia freccia. Il suo colore, quella luce perlacea che si irradia dalle onde del mare, mi affascina e sembra davvero magica. La dea della Luna sembra sorridermi, sembra voler consolare le mie afflizioni. Lei protegge la casata dei Raeghar per amore, come io proteggo il mio principe. Chiedo perdono alla dea per la mia eresia di essermi, anche per solo un istante fuggevole, paragonata a lei, ma la prego di sostenermi nella battaglia perchè il mio amore per Lantis è forte e si ispira al suo per quello che fu Esbern Raeghar. Il cielo limpido di stelle che, forse, mai vorrebbero vedere sangue sotto di loro ma che presto dovrà scorrere, veglia su di me e sento che la volontà degli dei è insieme a me, che sto facendo la cosa giusta, che sto lottando per la causa giusta. Guardo il mio arco e ne ritiro il potere, lo osservo svanire e rendersi impalpabile al tocco della mia mano. In una nuvola di bolle, Canto di sirena svanisce e io mi incammino verso la Torre, così da potermi ritirare nelle mie stanze. Mi sfilo l'armatura e la faccio pesantemente cadere a terra, indosso la camicia da notte e comincio a lucidarla. Mio padre Jubert mi ha insegnato che non bisogna mai andare a dormire senza aver lucidato a dovere la propria armatura e la propria spada. Faccio la punta alle frecce, con rituale meccanica passo la pietra per limare con calma e serenità. E' il momento in cui il guerriero si accomiata dalle sue armi e cerca di far pace con la sua anima. Mi ha sempre rilassato questo rito e mi consentirà di andare a letto con più serenità. Mi addormento, pensando che da qualche parte a Dohaeris, anche Andreus starà facendo la stessa cosa.

  8. #98
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    E' NOTTE INOLTRATA

  9. #99
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Una volta tornata nei giardini, mi guardo intorno cercando il principe. A quest'ora tarda avrà già parlato a sua sorella. O magari fuori ogni evento diplomatico è un gran chiaccherone. Per il Dio Abissale, spero proprio di no! Ho sempre odiato chi si perde in chiacchiere!
    Faccio pochi passi poi mi volto e alzo gli occhi al cielo pensando a quell'ombra, a quella voce.



    Chissà a chi apparteneva. Sono sicura che non è stato frutto della mia immaginazione. Ammetto di essere un po' stanca e assonnata ma non ho mai avuto le allucinazioni. Non vorrei che qualcuno stesse cercando di confondermi o di distrarmi.
    Mi volto verso il porticato e intravedo finalmente Lantis. Sono un po' nervosa mentre mi dirigo lentamente verso di lui.
    Mi fermo a metà tragitto visto e considerato che comincia adnche lui ad avanzare verso di me.



    Chissà di cosa vorrà parlarmi. Il suo volto è scuro, cupo. Non sta vivendo una bella situazione, questo è ovvio. Più avanza verso di me, più mi sento ansiosa. Devo riuscire a comportarmi in tutto e per tutto come una lady, cominciando dall'inchino.
    Mi schiarisco leggermente la voce chinandomi. "Vostra Altezza." La voce è un po' tremante. Ma perchè? Non ho mai avuto questi problemi confrontandomi con un uomo. Sarà perchè non tutti gli uomini sono principi di Dohaeris?



    "Volevate vedermi?" chiedo subito dopo raddrizzandomi, e con un tono più sicuro. Mentre attendo la risposta, una fioca luce rossa mi annebbia per un po' la vista. Cos'è stato? Mi volto a destra, stranita, ma non vedo nulla.
    Così, rivolgo lo sguardo verso Lantis.



    Cerco di sorridergli in tutta tranquillità, sperando di mostrarmi più normale possibile. Non vorrei che pensasse che la sua promessa sposa sia una pazza che sente voci, vede ombre e strani abbagli rossi.
    Ultima modifica di scarygirl; 15th November 2014 alle 20:10 Motivo: Correzioni grammaticali!


  10. #100
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    Conosco molto bene mia sorella eppure posso solo lontanamente immaginare il dolore che le ho causato dandole queste truci notizie. Vorrei fare di più di fronte la sua reazione disperata e cerco di darle sicurezza dicendole che mi occuperò io della situazione. Immagino che per lei sia una magra consolazione, ma sono con le spalle al muro. Il sangue dei Raeghar che ribolle anche nelle sue vene, mi chiede giustizia per nostro padre contro di lei, contro la regina. Se fosse così facile, ci sarebbe una bella testolina bionda su una picca nel giardino del castello. Non ho prove, anzi tutti gli indizi, in realtà, la scagionano: è regina senza figli e la fonte del suo potere è per l'appunto un re vivo e vegeto. Non le conviene, la morte di re Rickard non le è proprio di convenienza. Manca il movente, mancano le prove, mancano testimoni. Se la cuoca sapeva qualcosa, se l'è portato nella tomba.

    Lantis: "Con cosa potrei accusarla? Non ho niente in mano, ogni moto di buon senso la scagiona ma è l'unica che avrebbe avuto il potere e l'occasione di fare un'azione tanto atroce. Almeno, non mi viene nessun altro... ma al mio ritorno da Adamantem, indagherò a fondo, ve lo giuro sul mio onore, sorella".

    Esperin mi abbandona fuggendo disperata e questa immagine è così di contrasto a quella che ha mostrato prima a cena. Mia sorella è ancora una dolce innocente fanciulla, che spero trovi la forza dentro di sè per diventare la donna forte e risoluta che in questo momento necessita Dohaeris. Non posso cedere ai sentimenti, non posso cedere alle debolezze, anche per lei: Esperin, come il regno, sono ancora fragili e io devo essere la loro colonna portante.
    La notte si fa inoltrata e il profumo lieve e leggero delle ortensie si diffonde nell'aria. Attendo Lady Alinor e l'idea di doverle parlare per la prima volta in privato mi mette un po' di ansia. Non conoscere con chi ho a che fare mi rende sempre guardingo e non sapere le aspettative che questa donna ha nei miei confronti mi rende nervoso. E nella mente ho solo quell'immensa barriera gelida dei monti Adamantem. Respiro profondamente e il cuore torna ad essere calmo: devo impormi di essere saldo, sicuro, forse non troppo distaccato ma nemmeno troppo affettuoso. Delineo così la linea comportamentale da seguire, sperando di non uscire dai binari. E' un po' in ritardo ma si sa, le donne vanno attese pazientemente, è il dovere di un cavaliere. Lady Alinor giunge a me con un nuovo vestito e una nuova capigliatura ed è davvero splendente nella sua bellezza. I Waters sono famosi per tutta Dohaeris proprio per il loro aspetto, ma Lady Alinor è certo la stella più fulgida. Fa un inchino educato e impeccabile, cui segue a ruota il mio.

    Lantis: "Nonostante sia notte, mia signora, l'oscurità risplende di voi e della vostra bellezza" le dico con un tono gentile. Se avessi incontrato Alinor qualche anno fa, probabilmente la guarderei come farebbe qualsiasi altro uomo. Questa frase... questa frase mi ricorda Drako, di quella volta con Lady Lumen... che pensieri sciocchi, li scaccio immediatamente dalla testa.

    "Sì, avevo premura di incontrarvi, anche se ad un'ora così tarda e di cui vi chiedo venia, ma mi sembrava intollerabile partire per la barriera a nord senza avervi nemmeno parlato. Purtroppo la guerra non conosce il galateo. Milady, due volte ci siamo visti e due volte ho dovuto porvi le mie scuse ma spero che questo non leda l'immagine che vi sarete fatta di me. Al mio ritorno, avrò premura, e vi do la mia parola di cavaliere, che passeremo del tempo insieme, così da approfondire la nostra conoscenza. Trovo inopportuno che due perfetti estranei vadano a nozze e sono certo che per lo meno potremo, inizialmente, inaugurare una bella amicizia. Attendetemi, mia signora, e avrò un motivo in più per tornare presto dalla mia missione ad Adamantem, anche solo per rivedere il vostro viso" le dico con cavalleria, senza lontanamente sembrare viscido o allusivo. Di quel che ho sempre notato della follia femminile, è che è attratta dal contrasto: l'uomo decoroso, casto e virtuoso ma che a letto diviene focoso, malizioso, ferale. Gli uomini tendono quindi, ingannevoli, ad aderire per farsa a questo disegno e spesso le donne non disdegnano di fingersi ingannate ma Lady Alinor non può certo sapere che la mia non è una recita. Lei... I suoi capelli rossi, che danzano nei miei sogni come lingue di fuoco di passione e voluttà, che tormentano i miei pensieri e i miei desideri; che si legano al mio cuore e lo stringono in una prigione da cui non riesco a fuggire. Se solo potessi rivederla ancora, anche solo una volta...

    "Non sono un uomo di molte parole e vi chiedo congedo, così ad approntarmi per il lungo viaggio che mi attende" le chiedo con un inchino. Faccio segno alle guardie di riaccompagnare Lady Alinor nelle sue stanze se accetterà questa premura. Io ho intenzione di tornare al castello se lei non mi tratterrà ancora. Ho bisogno di dormire per essere forte. Per il nord.

 

 
Pagina 10 di 339 PrimaPrima ... 891011122060110 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •