Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 106 di 339 PrimaPrima ... 65696104105106107108116156206 ... UltimaUltima
Risultati da 1,051 a 1,060 di 3385
  1. #1051
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Master

    Alinor, pari il tuo volto dalle schegge con le tue braccia, dei piccoli pezzettini di legno ti si conficcano nella carne, il tuo aggressore è vicino, col suo scudo di vento attivo è pronto ad investirti ed a feriti, ma la tua velocità superiore riesce a salvarti la pelle anche questa volta. Ti allontani, evochi ed attivi il tuo pugnale, caricandolo dell’energia dell’acqua che ti domina e cerchi di lanciarlo puntando al cuore. L’acqua si scontra col vento e come la natura di entrambe vuole, l’energia del primo ha la meglio: la tua arma perde di potenza, ma riesce comunque ad oltrepassare lo scudo, conficcandosi nel cuore. L’aggressore si porta entrambe le mani al petto e barcolla in avanti, sembra che non voglia demordere, muove qualche passo verso di te “Devo… uccidere… Alinor Waters” si accascia su se stesso ed in un attimo è a terra nel proprio sangue e senza vita.

    Alinor hai ucciso il tuo aggressore, puoi levargli la maschera, non lo riconosci, ma qualcuno alla Torre potrebbe.

    Alinor - 5 di costituzione

  2. #1052
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Vicent Dreth



    Il Principe abbandona la stanza, seguito dalle due maghe della torre: Lady Alinor e Lady Esperin. La strega di fuoco, intanto che Cassandra procede con le cure, si rende conto del mio sguardo ed avvicinandosi prende la parola. Sorridendomi affabile tenta di darmi spiegazioni circa il suo comportamento, riconducendo la battuta ironica all’agitazione che la vista del... trofeo le ha arrecato. Seppur mi senta stanco e provato per via della battaglia, le dono ugualmente la mia attenzione, annuendo durante le sue pause per farle capire che sto ascoltando. Ammetto però di sentire un certo fastidio ancora... Nonostante la donna si stia scusando ricordo bene che questo non è stato il suo primo tentativo di provocarmi in pubblico e… Beh, sarò diventato fin troppo diffidente, ma c'è qualcosa che non mi torna. Si accinge poi ad una serie di complimenti, elogiando la vittoria a Franthalia e sottolineando, più volte, come il dettaglio possa attirare una folta schiera di “ammiratrici”… Già, come no... Ne dubito altamente visto che l'unica per cui nutro un interesse sincero è impallidita alla vista del “dono” per il Principe. <<Vi ringrazio immensamente Lady Feralys, ma non merito tutti questi elogi da parte Vostra, o almeno non da solo. Mi preme farVi notare che è stato anche grazie alla mia compagnia d’arme se abbiamo riportato una vittoria da Franthalia… Ed a differenza di quel che si può pensare il sottoscritto ha fatto solo il suo dovere di cavaliere della corona: obbedito a ciò che il Reggente ha ordinato>>, le rispondo gentile e garbato.



    Dopo aver terminato la rigenerazione, Cassandra saluta tutti e si congeda. E cavoli! Distratto com’ero dalla dama non l'ho nemmeno ringraziata: spero che non se la prenda... Poco dopo anche il Comandante fa per lasciare la stanza non prima però di associarmi un nuovo nome: Sir Vicent Dreth, il mietitore di Franthalia! Ottimo, ci mancava anche questa: grazie a lui da ora ho un appellativo che fa concorrenza a quell’animale di un Leithien! Inghiotto un groppone di saliva e mi mordo la lingua pur di resistere dall'impulso di mandarlo a trastullarsi allegramente...



    <<Buon riposo, Comandante Urthadar>>, esclamo invece usando un tono calmo e pacato ma soprattutto non lasciando trasparire nulla.




    Resto dunque con Sir Gildas, Lady Feralys e… Agatha. La serva è infatti intenta a pulire il pavimento come ordinato da Lantis. Ed è proprio grazie a lei che mi ricordo di un dettaglio ovvero quello di essere sporco di sangue nemico dalla testa ai piedi. Riflettendoci, credo che sia meglio andare a darmi una pulita invece che chiacchierare con dame infantili e dispettose. Saluto tutti, inclusa la serva, e vado verso le
    terme: almeno oltre che lavarmi potrò distendere i nervi. Prima però, appurandomi di non essere notato dagli altri ospiti, affido le rose per la Septa ad un servo e gli do il preciso ordine di portarle nella mia stanza e metterle a bagno. Raggiungo così i sotterranei della residenza e continuo a camminare finché un rumore mi fa bloccare.



    Sollevo di scatto la testa ed allarmato osservo la figura che mi trovo di fronte: è solo Aiden.



    Espiro tranquillizzandomi e mentre mi massaggio il collo dolente a causa del peso dell’armatura gli farfuglio <<Fate pure come se non ci fossi…>>.



    Non attendo la sua risposta ed ignorandolo mi dirigo verso una delle stanze, riempiendo un catino d'acqua e cercando un panno...
    Ultima modifica di Damnedgirl; 9th May 2015 alle 01:39



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  3. #1053
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Intorno a me c'è solo la notte più nera, l'oscurità che ammanta ogni cosa fino a farla sparire, come se non fosse mai esistita. Il nulla anche sotto i miei piedi, il senso del vuoto che si rispecchia così bene nella mia anima, la vastità dello spazio sconfinato attorno a me.



    Credo di essere al Valmorguli... sì... sono proprio lì, come quel giorno quando incontrai Ryuk. La mia armatura riesce a scintillare nonostante le tenebre e il passo si poggia fiero e sicuro nonostante il sentiero non sia visibile.



    Nero ovunque, nero dappertutto. Una luce invade prepotente dinanzi a me, mi acceca dal principio ma poi cessa, si colora, prende forma:



    la testa di quella reietta si materializza proprio davanti a me, come se stesse fluttuando. Il sangue gocciola abbondante dal suo collo reciso, gli occhi sono vitrei, senza vita. Le evidenti ferite della battaglia sono cremisi di morte, le sue labbra ritratte, la pelle fredda e pallida. Le gocce piano piano si fanno più lente, sempre più lente e scendono potenti, ricche, floride di sangue che si spande veemente al suolo, che si distrugge in mille altre gocce, in mille schizzi che riecheggiano per tutto l'ambiente. Chiazze sul pavimento, le uniche cose che posso scorgere perchè brillano, scintillano di una luce macabra, rossa come la luna che nasce. Come la luna che tradisce. Mi avvicino e la osservo severa, perchè è la testa di una reietta, di una seguace di Drako. "Ha ingannato anche te? Anche io, un tempo, l'ho creduto un brav'uomo" le sussurro addolcendo il tono. Non sembro quasi più io, quella voce sembra quasi non appartenermi. Eppure sono io, so di esserlo. Provavo stima per Kalisi, ero come questa ragazza, forse aveva la mia stessa età quando fui portata alla Torre, quando il Dragone iniziò ad addestrarmi. Drako era il mio Comandante, era il Primo, era il mio modello da seguire. Forse anche per lei. Forse ha pagato una colpa non sua. Ma questa è la guerra, sono un soldato, io lo so bene. La guerra non ci gira intorno, agisce, travolge tutto ciò che vede, tutto ciò che si para dinanzi al suo cammino... la guerra è come me... poco saggia, poco riflessiva, che bada solo alla sua regola. Che va avanti dritta per la sua strada senza soffermarsi se fa del male a qualcuno. No, io sono cambiata, mi sto sforzando di cambiare, di mostrarmi più comprensiva. Sto migliorando, anche io sarò un Primo degno di ammirazione come lo era Drako. "Cassandra, sei una donna forte, una delle più forti e determinate che io conosca probabilmente, confido in te..." sento chiamare alle mie spalle.



    E' proprio lui che ora mi guarda, Kalisi, con l'armatura dei reali. Mi volto di scatto e vorrei andargli incontro, vorrei avere il tempo di essere felice per averlo rivisto onorevole e fiero come in quei tempi che ora sono così remoti, ma ancora debbo voltarmi verso la testa della misteriosa reietta, che inizia a sputare sangue dalla bocca come se stesse cercando di respirare.

    NB: Contiene un'immagine forte


    Resto impietrita, vorrei aiutarla ma qualcosa inizia a cambiare in lei... i suoi capelli smeraldo... iniziano a tingersi di rosso... un rosso fin troppo famigliare. Quel volto, prima dolce di una fanciulla giovane, diviene l'effige di tutti i demoni dell'Abgruntis. Efrem Targaryus ha la testa decapitata, gli occhi hanno lasciato ogni luce, il sangue cade a fiotti su di me che non arretro di un passo ma anzi, quasi come fossi ebbra, avanzo e allungo la mano come per afferrarlo, come per umiliarlo ancora. Viscido essere immondo, tu che hai distrutto la mia famiglia, tu che hai distrutto tutto ciò che amo... ora sei qui, la giustizia è compiuta, ora mio fratello tornerà a casa, tra le mie braccia, tra le braccia amorevoli della giustizia, della sua famiglia! E faccio per caricare un pugno verso Efrem che iniziano a spuntare ciuffi neri e punte di un colore che conosco fin troppo bene. Erano i capelli di mia madre, così mi è stato detto. Andreus ha gli stessi capelli di nostra madre... ed ora la sua testa è davanti a me, priva di ogni alito di vita... quel volto che tanto amo, che vorrei stringere, che parlava e scherzava... quegli occhi che sapevano guardarmi, che sapevano piangere insieme a me... mi accascio disperata, la mia voce è atona, le mie membra tremano e il cuore implode di dolore. Cosa è valsa la mia vita se non sono stata in grado di proteggere mio fratello? Come posso essere degna della mia carica se non riesco a salvare la persona che ho di più cara al mondo? Andreus non lasciarmi, ti prego... non lasciarmi...



    Frase di Drako concordata con Eclisse

  4. #1054
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Ed eccolo qui, finalmente: un bell'asciugamano bianco con tanto di ricamo dello stemma Raeghar.



    Lo afferro gettandolo nella bacinella d'acqua fredda profumata con sali alla menta ed intanto che il tessuto si ammorbidisce mi libero dell'armatura, pezzo dopo pezzo, appoggiandola in un angolo.



    Strizzo così il panno, ormai fradicio, ed inizio a sfregarlo sulla pelle cercando di lavare via tutto quel sangue...



    Lo sguardo però si posa involontariamente sulla superficie d'acqua delle terme che riflettendo un'immagine che mi fa bloccare ed accapponare la pelle: sono davvero io quello?

    Ultima modifica di Damnedgirl; 9th May 2015 alle 01:43



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #1055
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Mi desto di scatto, tra lacrime salate che bagnano il cuscino.



    Quanto ho dormito? Forse qualche ora, forse meno... mi è sembrata comunque un'eternità. Mi sciacquo il viso, ho delle occhiaie davvero spaventose ma l'acqua fredda mi aiuterà a farle sparire. Mi affaccio alla finestra e denoto che è proprio mattina, quel terribile incubo deve essersi svolto in poche ore.



    Cosa vorranno dirmi gli dei? Era un loro messaggio o solo il prodotto di questi giorni pieni di ansie e paure? L'immagine di quelle teste mi balena come un fulmine dinanzi agli occhi e inizio a tremare.

    Immagine forte


    Piango, sto piangendo disperatamente. Mio fratello... ora vorrei tanto abbracciarlo, sentire il suo profumo, averlo qui e tenerlo al sicuro da tutto, stringerlo come per non lasciarlo andare via. Mi bagno ancora il viso, devo scacciare quegli orribili pensieri dalla mente. Mi rivesto con l'armatura e mi dirigo in biblioteca, ho intenzione di terminare questa lettera per Andreus, non posso rimandare oltre.






    Ecco, non è certo un capolavoro da Accademia dei Bardi, ma è risaputo che so usare meglio una spada di una penna. Mi connetto alle energie naturali ed evoco a me una colomba bianca, le comunico i miei sentimenti, il mio dolore, la mia volontà di recapitare questo mio messaggio a mio fratello Andreus. Visualizzo il suo viso, il suo allegro sorriso, i suoi capelli scompigliati e vedo volare via con la colomba tra tante piume bianche il mio affetto per lui, che spero possa raggiungerlo. Mi stiracchio, scrivere quella lettera mi è servita per mandare via l'angoscia di quell'incubo. Non ci voglio ripensare, è stato davvero terrificante. Mi dirigo nella dispensa, ho bisogno di mangiare prima che giunga l'ora della riunione. Prendo delle uova e della pancetta: una bella colazione sostanziosa per iniziare una nuova giornata.

    Simbiosi
    Gli elfi nascono dalla natura e con essa hanno forte affinità, sono in grado di comunicare con la flora e la fauna nel linguaggio antico della madre terra: i fiori, le rocce, le creature, ecc
    I maghi e gli stregoni sono loro stessi frutto della natura, la luce e l’ombra fanno parte del Tutto, quindi gli elfi sono in grado di connettersi anche alle loro menti, riescono dunque a percepire ed infondere, a loro volta, le proprie emozioni. Gli effetti sono diversi a seconda del grado:
    Esperto- Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (ciò vale per tutti gli stati umorali)

  6. #1056
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar


    Scendo le scale, lentamente, in modo da non disturbare chi si è recato nelle proprie stanze per riposare. È stata una lunga notte per tutti, e ho bisogno che si riprendano, soprattutto la principessa e sir Demonar: la prossima battaglia sarà ardua, infinitamente più ardua delle precedenti. Sia i reietti che i ribelli saranno agguerriti: i primi vorranno vendicare l'elfa, i secondi cercheranno di evitare il suo stesso destino. Ho sempre raccontato ai miei carissimi alleati che la ribelle di Amaranthis fosse morta, ma in realtà non ne ho mai avuto la certezza, non abbiamo mai avuto prove concrete come... beh, una testa mozzata. Ora è successo davvero, la guerra inizia a mietere vittime e se qualcuno pensava ancora che si trattasse solo di un gioco, avrà dovuto rivedere la sua opinione. Drako ha un soldato in meno, Targaryus sta danzando sul filo del rasoio, e Lantis... beh, Lantis gongola. Ma va bene così, è giusto, che si goda pure quest'effimero successo.


    Arrivo finalmente alle terme, e rimango immediatamente colpito dalla grande vasca al centro della stanza principale. Se c'è una cosa che manca, a Castello del Tuono, sono le terme! Vi sono anche dei piccoli locali, adibiti probabilmente alla pulizia, che possono fornire della privacy a chi la cerca. Una categoria di persone in cui io, decisamente, non rientro. Afferro con le mani la veste per levarmela, ma per poco non faccio un frontale con il mietitore.


    Oh Dei, mi ha forse seguito? Vuole spiarmi mentre immergo i miei possenti muscoli in quest'acqua bollente? Trattengo a stento una risata e ignoro qualunque cosa abbia bofonchiato, rimanendo finalmente a petto nudo. I fumi ardenti avvolgono subito la mia pelle, come un caldo abbraccio che attendevo da tempo, e piccole gocce di sudore mi scendono per la fronte, la schiena, e il ventre.


    Sono partito con l'intenzione di immergermi, ma... ora che non sono più solo, mi è passata la voglia. Questa è un'occasione troppo ghiotta per divertirsi un po'!
    Mi avvicino alla stanzetta dove si è rintanato Vicent. Appoggiandomi con le braccia allo stipite della porta mi sporgo di poco, quel poco che mi permette di spiare all'interno con la testa. <<Vicent, perdonate l'intrusione...>>, gli sorrido, un po' imbarazzato. <<Volevo sincerarmi delle vostre condizioni. So che siete un soldato ligio al dovere, ma uccidere... beh, si tratta pur sempre di uccidere, non penso servano altre parole>>. Rimango in silenzio per qualche istante, continuando a guardarlo. <<E poi, la battuta infelice di lady Feralys... insomma, state bene?>>. Pensi pure quello che vuole sulla sincerità di queste parole, in realtà sono genuinamente curioso della risposta: mi sarete ancora utile, sir Vicent? O questa battaglia vi ha spezzato? Nel frattempo, non esito a soffermarmi sui suoi addominali: a Dreth mancherà pure l'ingegno, ma fortunatamente compensa con altro.

    Our wills and fates do so contrary run

  7. #1057
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    Dopo di me sento la voce del babbuino fare il suo ingresso nella sala da pranzo si complimenta coi guerrieri e dopo si diletta con una insulsa battuta da taverna. Oh dei… che caduta di stile. Se si fosse fermata ai complimenti avrebbe magari fatto una figura migliore. La ignoro e prendo a guardare il comandante che nel frattempo si prodiga nel creare altri favori a lady Waters. Ma perché fa così? Gli piace davvero chiedere favori agli altri? Sarebbe questa la gratitudine di cui parlava? Eppure Vicent o… oh dei… chi è stato a curarmi prima? Che sia stato di nuovo lui? No. Spero di no! Diamine. Ho visto Serana, non poteva essere lui, no. Mi rifiuto di crederlo! E se dovesse prendersela? Ho paura. «La fierezza con cui i nostri combattenti hanno mantenuto alto il nostro vessillo e sterminato i nostri nemici, non merita di essere sminuita da ironia fuori luogo, Lady Feralys» è la voce della principessa a ridestarmi dai miei pensieri. Un ghigno mi si dipinge sul volto mentre slitto lo sguardo dalla Raeghar a Lady Feralys. Prendi questa, essere immondo. Il reggente interviene congedandoci tutti e dicendo al servo zoppicante di portare la testa al castello. Maledizione, e ora? Uffa. Avevo intenzione di esporla in camera, o sulla testiera del letto. Non l’avrei rovinata, solo scuoiata e usato il cranio per altro. Che nervi. Odio dover rinunciare a ciò che desidero. Lady Waters accetta il debito col comandante e senza dire una parola se ne va via nelle sue stanze, che strana, non ha nemmeno fatto un sorriso da quando è rientrata. Che persona triste. «Bene, Gildas… Abbiamo vinto!» Vicent mi risponde fiero della sua vittoria, sono felicissimo finalmente papà potrà avere una buona notizia con cui crogiolarsi per i prossimi giorni, si annoia se non ha qualcuno contro cui combattere. O almeno così ho sentito quando urlava. Cassandra si crea un debito con Vicent curandogli ogni ferita, oh dei. E se fosse stata Cassandra? In fondo era un viso femminile quello che ho visto. No dai. È impossibile che sia stata lei. Mi odia. Entrambi i guerrieri si congedano seguiti dalle scuse di Lady Feralys che non perde nuovamente tempo per fare dell’ironia stupida… OH RAIDEN PER FAVORE LANCIA UN SECCHIO DI DIGNITÁ A QUESTA DONNA! Grazie! Non voglio sentire oltre così me ne vado in cucina, quella testa mi ha messo appetito e penso che un po’ di frutta potrebbe acquietarla. Dentro vi trovo Cassandra intenta a mangiare, non aveva detto che andava a dormire? Quanto tempo sono rimasto imbambolato? «Primo…» le dico soltanto piegando la testa con un sorriso. Mi dissero che davanti al Primo Cavaliere del re bisogna fare così, quindi obbedisco. Prendo qualche mela verde e qualche banana, da un po’ di tempo ho imparato ad apprezzarne il sapore. Prendo anche qualcosa per pulire il tutto, penso che mangerò in camera e poi mi farò una bella dormita. Questa giornata è stata stressante e domani toccherà a me scendere in campo, meglio riposare…

  8. #1058
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Ma che domande vado a farmi? Come ho potuto paragonarmi a quella bestia immonda di mio cugino? E’ ovvio che quello sono io… Un po’ diverso: forse più maturo, forse più cosciente del mio ruolo, forse più cavaliere... Scuoto la testa e continuo con la pulizia della pelle, sfregando il panno con maggiore forza. Getto poi gli ultimi indumenti a terra ed in tutta tranquillità mi immergo nell’acqua delle terme che mi accoglie in un caldo abbraccio. In poco tempo mi sento meglio: i nervi si distendono, i muscoli contratti si rilassano ed una piacevole sensazione di calma mista a benessere mi avvolge le membra. Chiudo gli occhi, rilassato, lasciandomi cullare dall’acqua, annullando ogni pensiero per qualche breve istante…



    Forse troppo breve.


    <<Vicent, perdonate l'intrusione...>>.



    Espiro pesantemente riaprendo lentamente le palpebre e focalizzo l’attenzione verso la figura che si è sporta appena dall'arco della stanza. <<… Urthadar?>>, gli domando con la voce impastata.



    Mi sciacquo così il viso per riprendermi un po' e restando immerso nell’acqua ascolto l’uomo: <<Volevo sincerarmi delle vostre condizioni. So che siete un soldato ligio al dovere, ma uccidere... beh, si tratta pur sempre di uccidere, non penso servano altre parole>>. Oh Dei… Se non fossi sicuro di essere sveglio penserei che questo sia il peggiore dei miei incubi! Aiden Urthadar che si preoccupa per me. Aiden Urthadar che si preoccupa perché io ho ucciso. Aiden Urthadar che si preoccupa perché ho portato una testa come dono per il Reggente. O è forse preoccupato che ci finisca la sua di testa su una picca? Mi lascio scappare una risata involontaria, ma poi bagnandomi le labbra torno subito serio. <<Avete detto bene, Comandante, sono un cavaliere e come tale ho adempiuto al mio dovere. Se il Vostro cruccio è la testa, rallegrateVi pure, il sottoscritto non ha rimorsi di coscienza. Purtroppo siamo in una guerra ed in una guerra la gente muore. Vi saranno altre perdite, perché questa non è la prima…>>, poggio la testa all’indietro smettendola di fissare Aiden, <<E probabilmente non sarà neanche l’ultima>>.
    Ma l’uomo non demorde.
    <<E poi, la battuta infelice di lady Feralys... Insomma, state bene?>>. Selene… Dannazione! Proprio lei doveva tirare in ballo? Dahmer... Dovrò tapparti la bocca prima o poi. Inghiotto un bel groppone di saliva e fissando il soffitto soppeso attentamente le sue parole. Sono combattuto: sputargli in faccia il suo stesso veleno rinfacciandogli la sua mancanza di tatto per l’appellativo di mietitore di Franthalia, o essere più maturo ed ignorare deliberatamente la sua domanda lasciandolo crogiolare nel suo stesso brodo? Chissà perché sono più propenso per la seconda.
    <<Sarò anche il pupillo di Casa Dreth…>>, assottiglio lo sguardo e lo fisso, <<Ma Vi ricordo Sir che sono un guerriero addestrato e non una signorina scesa in campo per raccogliere margherite>>. Beh... Involontariamente una frecciatina gliel’ho mandata.
    Ora però mi rimane un dubbio: perché mi chiede come sto? E’ come se stesse cercando di arruffianarsi il sottoscritto… Come se… Un momento! Che voglia qualcosa in cambio per il suo aiuto con la dama? Oh Aiden, Aiden, ora mi deludete, Voi non avete proprio pazienza! Dopo un lungo ed intenzionale silenzio do finalmente voce ai miei pensieri, <<Quando un demone ti accarezza cerca l’anima>>. L’ennesima lunga pausa, giusto per farlo spazientire un altro po’, mentre incurante della sua presenza esco dall’acqua ed afferrando un asciugamano me lo lego in vita.



    <<Allora>>, esclamo tranquillo e lo fisso negli occhi, <<Vediamo se ho capito bene. Voi ora volete qualcosa in cambio, giusto? Parlate dunque, Sir...>>.

    Ultima modifica di Damnedgirl; 9th May 2015 alle 01:56



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #1059
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters


    Lo scudo di vento impetuoso che protegge il mio avversario oppone un po' di resistenza quando incontra il mio pugnale che comunque alla fine fa centro e lo colpisce al cuore. Si porta le mani al petto, fa qualche passo e biascica: “Devo… uccidere… Alinor Waters” prima di accasciarsi a terra, senza vita. "Provaci dall'aldilà, cogl****!" gli faccio togliendoli la maschera che copriva il suo viso. Nessuno di mia conoscenza. Sarà davvero un altro membro di qualche setta oscura avversario della Maga Bianca? Getto la maschera nel suo stesso sangue, prima di aprire le tende e liberare Laila e Dora.
    "Per tutti gli dei, milady, state bene???" mi fa quest'ultima. Le mostro le ferite provocate da qualche scheggia. "Solo dei graffi!" le sorrido.
    "Bisogna avvertire subito qualcuno!" si allarma Laila con gli occhi spalancati sulla vittima. Nelle altre incursioni notturne sono sempre stata da sola, stavolta è diverso. Cosa potrei fare? Non posso tenere qui il cadavere...
    Le guardo inarcando le sopracciglia, quindi sospiro. "Andate a chiamare il Primo Cavaliere." ordino infine. Le due annuiscono e corrono via.
    Io ne approfitto per sedermi, finalmente, sul letto. Davanti ai miei occhi il cadavere del mio sicario ricoperto di sangue.
    Ma quando finirà questa giornata?


  10. #1060
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Niente da fare, continuo a svegliarmi di soprassalto... sarà passata un'ora? Forse poco più...non ne ho idea. La mia mente continua ad elaborare pensieri assurdi, in questo stato non riuscirò certamente a dormire quindi tanto vale alzarsi e darsi da fare. Stanotte andrò a dormire presto così da essere riposata domani, ma prima ho ancora tante cose da fare e persone con cui parlare. Il tempo stringe.



    Mi metto a sedere e mi infilo gli stivali che avevo lasciato ai piedi del letto, potrei mangiare qualcosa e poi aspettare il rientro di Lantis per sapere di più sulle analisi e sulla missiva che ha mandato a Drako. Mi è sembrato così teso, vorrei aiutarlo a stare meglio ma purtroppo non c'è nulla che posso fare per lui, se non impegnarmi al massimo per vincere domani. Sto per alzarmi, quando sul marmo della finestra vedo una rosa. Ma... non è possibile, l'avevo poggiata sulla cassettiera!



    Mi volto verso l'entrata, ed in effetti la prima rosa è ancora lì. Ne è stata lasciata una seconda mentre dormivo... di nuovo? La prendo in mano, cominciando a preoccuparmi...questa cosa mi inquieta non poco. Osservo il cortile ma è deserto, esattamente come prima.



    Nessuno può essere entrato nelle mie stanze con me presente, quindi o sto diventando matta io, oppure qualcuno è entrato dalla finestra. Non per forza arrampicandosi, potrebbe aver usato il teletrasporto, o il volo. Ma qui alla Torre nessuno, credo, possiede questi poteri. Mi affaccio alla porta con ancora la rosa in mano, il corridoio è deserto. Questa cosa è assurda... non me ne capacito.
    Posiziono la rosa accanto all'altra... continuando a guardarle perplessa. Dovrei buttarle, sarebbe la cosa migliore, questo ha tutta l'aria di essere uno scherzo. Però mi sembra quasi un peccato... ci penserò più tardi.



    Esco in corridoio, ordinando ad un servo di sorvegliare l'ingresso della stanza in modo da scongiurare l'eventualità che qualcuno entri in mia assenza, e mi dirigo in cucina per mangiare qualcosa.


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •