Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 111 di 339 PrimaPrima ... 1161101109110111112113121161211 ... UltimaUltima
Risultati da 1,101 a 1,110 di 3385
  1. #1101
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Credo di essermi fatta leggermente prendere la mano, peccato che sia tutto finito, mi stavo davvero divertendo! Le preoccupazioni tornano ad assillarmi la mente, che è già stanca.
    Esperin mi offre supporto, ma le assicuro di stare bene. Anzi, stavo bene..prima!
    Il corteo comincia ad incamminarsi verso la sala riunioni fino a quando una delle nuove arrivate, la donna ragno, è colta, sembrerebbe, da un malore.
    Mi affianco ad Esperin cercando di capire cosa le sia successo, ma la nuova recluta spiega: "Oh, vostra Altezza, mi perdoni. Sarà stata la stanchezza per il viaggio e l'orribile scenario a cui siamo stati costretti ad assistere poco fa. Non posso credere che qualcuno abbia cercato di uccidere Lady Alinor. E'... terribile. Perdonatemi, non volevo arrecarVi altre preoccupazioni...".
    Bene, il corteo può ritornare a marciare almeno fino al prossimo mancamento. Capisco che siano nuove reclute, ma se sono così sensibili...cosa pensavano di dover affrontare una volta qui? Non sono mica venuti a visitare la Torre. Ci sono due fazioni che cercano di fare fuori ognuno di noi, dovrebbero saperlo. Ma chi li ha ingaggiati, Lantis? Non mi stupirebbe affatto dopo l'ingaggio di Gildas.
    Storco la bocca, preoccupata. Spero riescano presto a capire in che situazione ci troviamo, ma sono certa che persone del calibro di Lady De Lagun si impegneranno al massimo per la loro formazione.
    Una volta giunti nella sala riunioni, Esperin corre dal fratello in cerca di sostegno, mentre mi viene subito servita dell'acqua. Il Primo mi fa sapere di voler controllare ancora le mie ferite in infermeria. Cos'è, una scusa? Non mi ha già guarita? Forse ha bisogno di parlarmi in privato. Annuisco, sorridendole prima di ascoltare le parole che Lantis riserva alla sorella: "Sono corso subito qui appena il Primo mi ha avvisato... sono contento di vedervi sane e salve, mie signore. Milady" fa poi rivolgendosi alla sottoscritta: "Cogliete il suggerimento del cavaliere, voglio essere certo che stiate bene"
    Mi verrebbe da fargli il verso, ma mi limito ad annuire e a dirigermi in infermeria. Mi congedo dai presenti esclamando: "Con permesso.", accennando un inchino. Mentre seguo il Primo, fisso il Reggente. Vedi? So come si fa a comportarsi da vera Lady, solo che non voglio farlo. E qui ne seguirebbe una sonora pernacchia. Ma lui mi ha affidato agli amorevoli insegnamenti della septa...che ancora non vedo in giro. Fortunatamente.
    Come suggerito da Lady De Lagun, ordino alle mie ancelle di farmi portare degli abiti puliti. Non che ne abbia bisogno, ma essendo sporca e sudicia, non devo emanare proprio un bell'odorino.
    "Avete delle idee circa il mandante di Sir Hellar?" mi chiede dopo avermi rivelato di aver bisogno di altri dettagli più specifici circa la mia aggressione.



    Il Primo Cavaliere non è solo una donna forte seria, ma è anche affidabile. Dopo Esperin è la persona che più meriterebbe la mia fiducia in questa Torre.
    Cerco di ricordare qualcos'altro oltre a quello che ho già raccontato, ma non mi sovviene niente di particolare. "Si trovava già nelle mie stanze al mio arrivo, al buio e aveva già legato e imbavagliato le mie due ancelle." racconto nuovamente, sforzandomi di ricordare tutto.



    "Se ne stava fermo a fissarmi probabilmente attendendo il momento giusto per colpirmi. Momento che è arrivato ben presto. Ha sfoderato la sua katana dal bagliore verdognolo ed è corso verso di me. L'ho schivato e grazie al comodino che ho usato come scudo l'ho spinto sul muro. La katana è caduta ma è scomparsa subito, deve averla richiamata. E' qui che ha praticamente sgretolato il comodino e ferita a causa del suo scudo di vento. Mi sono fatta indietro appena in tempo e gli ho lanciato il mio pugnale in forma attiva, mirando il cuore. L'ho colpito, ha fatto due passi in avanti barcollando pronunciando "Devo uccidere Alinor Waters." e poi è caduto a terra, privo di vita. Il resto lo avete visto da voi."
    E' successo tutto all'improvviso, ma ho ben chiari quei momenti. Nessun altro dettaglio, è andata così.
    "Per quanto riguarda i miei sospetti sul mandante..." riprendo con un sorriso istintivo, abbassando di molto il tono della mia voce: "...chi altri potrebbe essere se non la Regina?".
    Sono sicura che anche lei lo pensa, dato che più di una volta ha sottolineato la sua sfiducia contro i Leithien.
    Mi sento di escludere un'aggressione esterna, un'aggressione scaturita da sette oscure o dalla setta delle Serpi Albine. Non avrebbero di certo usato guardie personali di consiglieri. Nella precedente aggressione notturna è stato un membro di una setta avversa a quella della Maga Bianca a cercare di uccidermi, me lo confermò lei stessa durante la sua ultima visita. Non credo che ser Hellar potesse farne parte...E non credo neanche che possa appartenere alla setta della mia maestra. Era un uomo ed era vestito di nero. Se le Serpi Albine son chiamate così dovrebbero essere tutte come la Maga Bianca, no?.. Sempre se le sette segrete non assoldino sicari esterni...non saprei. Lei stessa mi ha anche avvisata che nessuna delle Serpi ha mai lasciato viva la sua setta...ma è anche vero che durante la penultima aggressione è stata proprio lei a salvarmi la vita.
    Oh, sono così confusa. Scuoto la testa, prima di guardare negli occhi il Primo. Sono occhi puliti, sinceri.



    "Voi...cosa pensate?" le chiedo infine con un leggero imbarazzo.
    Ultima modifica di scarygirl; 11th May 2015 alle 23:10


  2. #1102
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Un elfo, finalmente, ci degna della sua presenza.


    Prima, nella fretta, non avevo prestato molta attenzione all'uomo, ma ora riconosco chiaramente i tratti dei Fanon, la casa che domina dei territori ad est. Se la memoria non mi inganna, mi trovo davanti al futuro Lord di Arador, il primogenito della famiglia. Non mi sovviene, però, il nome... si tratta di gente poco importante, lontana da Castello del Tuono e irrilevante per la mia politica. Lo osservo mentre si sposta al mio fianco e decide di non lasciar correre le parole della septa, riprendendola per la sua scortesia e, oddio... dandole della lady! Spalanco gli occhi e cerco lo sguardo di Deirdre, non vedo l'ora di sentire la sua risposta! <<Ho sentito, è sempre un piacere trovare ancora gente bene educata a questo mondo>>, sottolineo, ovviamente ironico.


    Non solo le sue parole, ma anche il suo atteggiamento è fin troppo pomposo, spero che una volta capito con chi ha a che fare si dimentichi della sua cara etichetta. Ignoro le sue scuse e gli ordino senza troppi giri di parole di soddisfare la mia curiosità. Il Fanon si abbandona quindi ad una trance, lo ammetto, molto suggestiva. Per quanto mi sforzi di capire, il mio essere Stregone mi condannerà per sempre all'ignoranza: solo un Elfo può comprendere e godere appieno della pace che gli conferisce il suo legame con la natura. Le piante non hanno sentito particolari emozioni nell'aggressore, anzi... è come se non ne avesse proprio, ha ripetuto la stessa frase due volte arrampicandosi alla finestra di Alinor: devo uccidere Alinor Waters.


    Lo guardo mentre emette la sua sentenza, cercando di capire se sta trattenendo delle informazioni, ma mi sembra assolutamente sincero. Sposto poi gli occhi verso quelli della septa, facendole poi un cenno di assenso. Quest'uomo è stato obbligato dalla magia ad attaccare lady Alinor, e ha pagato la sua fedeltà con la vita. Il ruolo di questo sir Doyle, quindi, diventa ancora più importante: potrebbe essere stato obbligato ad eseguire lo Charme sul povero Adam, oppure semplicemente non c'entra nulla, e il mandante ha sfruttato questa fortunata coincidenza per far ricadere ogni colpa su Taras. Ho scoperto comunque molte cose, e penso che il reggente sarà soddisfatto di queste mie brevi indagini.


    Sono pronto a congedare l'elfo, ma a quanto pare il Fanon è intenzionato a fare conversazione. Mi rivela finalmente il suo nome, Alagos, e si inchina al mio cospetto in segno di rispetto. Oh, adoro quando la gente si inchina davanti a me. <<Ammiro molto vostro padre, Lord Hunthor, e la sua maestria nel gestire il commercio dei vostri pregiatissimi minerali. Il piacere è mio, Alagos>>. Gli rivolgo un mezzo sorriso e lo guardo dritto negli occhi: una mia presentazione sarebbe superflua, la fama di Lord delle Tempeste mi precede. <<Siete in presenza anche della Strega dell'Ovest, venerabile septa di generazioni di Raeghar, avrete sicuramente sentito parlare di lei>>. L'ultima frase l'ho detta con un tono leggermente sarcastico, penso che l'elfo sia tremendamente a disagio nel parlare con una persona che per lui è solo il celeberrimo mostro mangiabambini. <<Vi ringrazio per l'aiuto, e vi suggerisco di recarvi in sala riunioni, si trova alla destra del Glados. Il reggente ci starà sicuramente aspettando>>. Ignoro la sua domanda sulla Waters, anche perché la septa gli ha già risposto con la sua solita gentilezza. Vedo poi quest'ultima allontanarsi dalla finestra, dopo aver bofonchiato la sua intenzione di recarsi nella sala da pranzo. Io decido invece di trattenermi ancora un po', potrebbe essermi sfuggito qualcosa... curioso ancora un po' in giro, rivolgendo nel frattempo delle parole al Fanon. <<Prima che andiate, però, posso chiedervi perché siete qui? Voi e le altre donne avete intenzione di unirvi alla nostra nobile causa?>>.


    Azioni di Deirdre concordate con Maru1e1a. Ora la septa si trova in sala riunioni!
    Our wills and fates do so contrary run

  3. #1103
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Lantis si alza subito in piedi quando mi vede andargli incontro, e mi stringe le mani preoccupato "Sono corso subito qui appena il Primo mi ha avvisato... sono contento di vedervi sane e salve, mie signore. Milady" aggiunge rivolgendosi ad Alinor, che fortunatamente mi ha seguita come speravo ed ha accettato l'acqua ho fatto servire a lei e a quella che apprendo essere Lady Araneae Theridiidae, sicuramente le aiuterà a riprendersi.



    Non conosco molto quella casata, ma sono lieta del loro contributo alla nostra causa. Lady Aranaeae sembra stare già molto meglio, sta conversando con Sir Demonar che con uno sguardo stralunato le si è presentato, quasi mi stupisco della sua buona educazione in questa circostanza, anche se non manca di sfoggiare uno dei suoi completi inopportuni. "Cogliete il suggerimento del cavaliere, voglio essere certo che stiate bene" aggiunge poi Lantis rivolto ad Alinor, accennando alla necessità, che trovo infondata, di seguirla in infermeria.



    Probabilmente il Primo vuole accettarsi delle sue condizioni emotive, oltre che fisiche, e parlarle privatamente dell'accaduto. Mi preoccuperò di chiederle di più dopo la riunione, sono in ansia per la mia amica, un'aggressione come quella, di un fidato della famiglia reale come Sir Hallar, non è facile da digerire. Qui dovremmo essere al sicuro...ed invece.



    Lantis lascia le mie mani, prima di aggiungere "Sorella, sediamoci, questa riunione sarà purtroppo lunga e piena di punti da affrontare". Si siede e prendo posto accanto a lui, volgendo lo sguardo ai presenti.



    Siamo quasi tutti, manca solo il Comandante, rimasto ad indagare nelle stanze di Alinor e la septa...anzi no, eccola entrare nella stanza. Probabilmente è stata al Valmorguli , non potrebbe essere andata altrove senza consenso. Ah...manca anche il nuovo arrivato, se non sbaglio la sua casata è Fanon, famosa per le sue terre con ingenti risorse minerarie. Da quello che si dice è addestrato all'arte della guerra, abbiamo bisogno di uomini come lui.



    Ordino ad Agatha di servire anche a me un bicchiere d'acqua, e la sorseggio distrattamente, ripensando a quando accaduto. Sir Hallar era un soldato di grande valore, in cui da sempre avevamo riposto la massima fiducia tanto da inserirlo come scorta di uno dei consiglieri del Re. La sua aggressione ad Alinor non può essere una coincidenza, e dubito sia scaturito da una propria volontà personale...deve essergli stato ordinato, e certamente da una persona rilevante data la gravità del gesto. Eppure, essendo un membro della scorta di Taras, obbedisce solo ai suoi ordini oltre a quelli della famiglia reale. Taras non farebbe mai una cosa del genere, ed anche se fosse non invierebbe come sicario un proprio soldato... troppo prevedibile, troppo stupido, troppo semplice ricollegarlo a lui. Che qualcuno...voglia incastrarlo? E per quale motivo? Torno ad osservare Lantis... chissà se ha qualche teoria sul mandante.
    "Dove sono gli assenti?" chiede lui, con tono atono <<Il Comandante è rimasto ad ispezionare le stanze di Lady Alinor, Fratello. Sir Fanon, uno dei nuovi alleati, era lì con noi, probabilmente lo sta aiutando. Arriveranno a momenti, come anche Lady Adamantia che non ho ancora visto questa mattina, credo sia ancora nelle proprie stanze>>

  4. #1104
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    La guardo nei suoi occhi limpidi, mi ripete ciò che è successo e non avverto alcuna menzogna nel tono della sua voce.



    Lady Alinor è sincera circa le azioni accadute nella sua stanza ma, appena risponde alla mia domanda sui suoi sospetti, qualcosa si incrina. Dubbio, confusione. A parole, si dice sicura che ci sia la Regina dietro tutto ciò, ma il battito del suo cuore è agitato, la mente è confusa. Ha dei dubbi, ha altri sospetti, seppur molto velati. Quali possono essere? Eppure le sue parole su Lumen sento che sono sicure, ma avverto comunque della confusione.



    Devo approfondire. "Milady, potete fidarvi di me, a costo anche di sottopormi al vostro odioso charme, potete stare certa che non vi tradirò. La Regina... sarà presente alla riunione, ho reso partecipe Lantis che il vostro è anche un mio sospetto. Se Sir Aiden riuscirà a procurarsi delle prove, avrete senz'altro giustizia. E che gli dei gemelli lo vogliano. Ma dovrà trattarsi di giustizia, non di pregiudizio. Quindi, se sospettate anche solo velatamente di qualcun altro, potete dirmelo. Nonostante si tratti di Lumen Leithien, sarebbe per me comunque odioso che sia vittima di un'azione ingiusta.



    L'ingiustizia non potrà mai tramutarsi in giustizia e renderebbe tutti noi complici ed esseri ingiusti. E non è questa la Dohaeris per cui combattiamo. Vi prego, ditemi se c'è dell'altro che devo sapere..."
    le rivolgo con dolcezza queste parole, non vogliono essere un rimprovero, non so a cosa siano legati i suoi timore e la sua confusione, quindi non ho elementi per giudicarli sciocchi.



    Attendo speranzosa, non c'è forse nessuno più di me che vorrebbe le teste dei Leithien su delle picche... ma non per mera vendetta, non per cieco odio. La giustizia, è sempre lei che deve guidare il nostro cammino.


  5. #1105
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alagos Fanon



    <<Lady Alinor Waters, dalla Terra dei Fiumi, figlia di Lord Horas Waters, promessa sposa del principe Lantis Raeghar da mesi e mesi, ritratta per ogni dove in Dohaeris e cantanta dai Bardi per il matrimonio prima e per la vittoria di Franthalia poi. Giusto, siete perfettamente giustificato dal non saperlo, il suo elemento è l'Acqua.>>
    <<Perdonate la mia scarsità d’intelletto milady per questa mia domanda, sono stato per diverso tempo lontano da casa e su campi di battaglia , sono piuttosto disinformato sulle faccende di corte…>> la osservo freddamente nonostante l a sua presenza mi faccia sentire un po’ a disagio…soprattutto i suoi occhi che paiono iniettati di sangue….<< non appena sono rientrato nelle mie terre sono subito ripartito. Non sapevo di questo matrimonio ne ho collegato il cognome della dama in questione scoperto tramite simbiosi , all’elemento della sua casata …che… se non erro domina i territori a sud di Dohaeris, dico bene? >>
    Piego il capo consapevole che ciò che sto dicendo corrisponde a verità.
    <<Conosco Lord Waters per fama, ma non ho collegato subito il tutto a quel casato…provvederò quanto prima ad informarmi meglio sulle dinastie che sono intervenute alla Torre per questa guerra. Avete fatto bene a farmi notare tale mia mancanza. >>
    Esordisco gentile, consapevole che forse avrei per lo meno dovuto informarmi su un minimo di storia delle casate prima di decidere di combattere per il Reggente assieme a questa gente, il mio maestro aveva ragione a riprendermi tutte le volte che fuggivo dal suo studio volando….. Non sono molto avvezzo a pettegolezzi di corte e questa è una cosa che avrei dovuto mettere in conto, lo so bene… ma ho avuto ben altre questioni a cui pensare ….e poi non sapevo che ci fosse un esponente di tale innominabile casato a corte….quel giullare….i suoi occhi diabolici , come quelli di tutto il suo casato, perché si trova qui? E’ il capitano poi a prendere parola e a distrarmi dalle mie congetture con fare compiaciuto.
    <<Ammiro molto vostro padre, Lord Hunthor, e la sua maestria nel gestire il commercio dei vostri pregiatissimi minerali. Il piacere è mio, Alagos>>.
    Mi rivolge un mezzo sorriso, fissandomi con le sue iridi azzurre simili a limpide pozze, occhi limpidi che paiono attraversati da un fulmine e che, secondo me celano verità nascoste, conosco gli Urthadar e mio padre mi ha sempre detto che è gente piuttosto pericolosa quanto potente, per fortuna non me lo sono trovato come nemico, per lo meno non ancora…lo fisso a mia volta, mentre continua con le presentazioni:
    <<Siete in presenza anche della Strega dell'Ovest, venerabile septa di generazioni di Raeghar, avrete sicuramente sentito parlare di lei >>
    <<Certamente che ne ho sentito parlare, molte volte, soprattutto da bambino ….>>
    Ricordo ancora ciò che la mia povera madre defunta mi raccontava a riguardo di questa strega
    , <<...ma ciò che si dice non corrisponde sempre a verità ed io ho imparato a non fidarmi troppo delle dicerie quanto a verificare le cose….è un piacere essere qui comunque…e di poterla conoscere personalmente non appena si presenterà la giusta occasione.>>
    Mantengo il mio sguardo su quello della vecchia cercando di vedere in lei il famoso mostro mangiabambini di cui si parlava, eppure ciò che vedo è solo un corpo troppo vecchio , avvizzito e stanco per poter contenere tale forza e potere…eppure il suo medaglione, il simbolo di quell’anatema che la imprigiona è ancora li…quindi forse ciò che si narra su di lei non è così totalmente falsa, me ne guarderò bene, di sicuro le sue conoscenze e la saggezza dovuta ai suoi anni portati neanche troppo male a giudicare dai secoli che dovrebbe avere, potrebbero essere sicuramente un vantaggio per questa guerra.
    <<Vi ringrazio per l'aiuto, e vi suggerisco di recarvi in sala riunioni, si trova alla destra del Glados. Il reggente ci starà sicuramente aspettando>>.
    Nuovamente le sue parole mi riportano al presente. Annuisco consapevole che il Principe visto che il Primo si è subito prodigato per andare a chiamarlo potrebbe essere già arrivato e, potrebbe giudicare irrispettosa la mia assenza al suo cospetto. La Septa si allontana quindi dal suo trespolo dietro la finestra mentre il Comandante si aggira ancora per la stanza con fare circospetto , faccio per parlare del perché io abbia posto prima questa domanda ma è nuovamente lui a parlare per primo:
    <<Prima che andiate, però, posso chiedervi perché siete qui? Voi e le altre donne avete intenzione di unirvi alla nostra nobile causa?>>
    .
    Nuovamente i miei occhi si posano sulla sua figura fissandosi sulla sua nuda schiena:
    <<Io avrei dovuto essere qui, fin dall’inizio di questa guerra, ma purtroppo non ho potuto presentarmi prima alla Torre perché conflitti di confine mi hanno trattenuto più del dovuto. Le tre donne non le conosco, non so dirle sul perché siano qui, ma per quel che mi riguarda si, ho intenzione di aderire alla vostra causa, finchè reputerò tale causa degna di essere combattuta. Non siatene sorpreso, non sono un traditore se è questo quello che state pensando>>
    Pronuncio queste parole con fare orgoglioso in fondo sono stato chiamato a combattere questa guerra per dare appoggio alla famiglia regnante, La cosa mi fa sicuramente onore e intendo portare a termine questo compito ma di fatto non sono ancora sicuro che la guerra che si sta combattendo tra tre fazioni che un tempo erano pressoché unite sia la soluzione ottimale per ristabilire l’ordine.
    <<Sapete perché prima ho chiesto l’elemento della dama? Ho cercato di comporre i pezzi di questa vicenda sulla base di ciò che ho più che altro sentito da voi…e sono sicuro come avrete sicuramente capito che si tratta di Charme…conoscete chi possiede tale potere qui alla Torre? Secondo me è tra coloro che possiedono tale dono che bisogna cercare il presunto colpevole di questo atto nefasto>> .
    Do quindi voce alle mie precedenti idee:
    <<Ora vi esporrò il mio personale punto di vista che potrebbe essere anche sbagliato, non è da prendere quindi molto in considerazione, ma se cercassi ad esempio di ragionare come il mandante di questo grave reato, potrei dire che ipotizzando di conoscere l’elemento di colei che devo eliminare, quindi in questo caso Acqua le manderei contro per avere un possibilità in più di riuscita ,una persona con il potere della Terra ovvero un elemento a lei totalmente avverso…non di certo Vento …>>
    Continuo cercando il suo sguardo e la sua attenzione :
    <<Forse colui o colei che hanno agito in questo modo, non conoscevano l’elemento di Lady Alinor oppure non hanno tenuto in considerazione la sua forza, pensando che dopo una battagli appena combattuta a detta della Septa e, a giudicare dall’armatura che la donna indossava ; perchè non credo e converrete con me, che la promessa sposa del Reggente e futura regina non se ne vada in giro per la Torre in armatura senza motivo; non avesse la forza per potersi difendere…anche se probabilmente questo non restringe il campo, perché tutti qui sapevano della scesa in battaglia di Lady Alinor giusto? >>

    Concludo sapendo che quest’ultima parte non potrebbe portare a molto , ma almeno ho espresso il mio parere.
    <<Necessitate ancora della mia presenza oppure posso recarmi su vostro consiglio in sala riunioni a porgere i miei omaggi al Reggente ? >>
    Ultima modifica di DELTAG; 9th May 2015 alle 19:30

  6. #1106
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ​E' pomeriggio

  7. #1107
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Mentre mi dirigo in sala riunioni, osservando attentamente gli ospiti, sento che l’ansia e la preoccupazione tornano ad attanagliare i miei pensieri: è come se d’un tratto il senso di pace fosse svanito e la gravità della situazione tornasse ad influire sul mio umore. Mi sforzo però di restare positivo e di ignorare questa brutta sensazione.



    Di certo il sapere che la torre non è più sicura come si credeva mi mette in allarme e non poco… Questo tentativo di omicidio so già che si ripercuoterà su tutti. Come minimo, data la gravità del fatto, partirà un’inquisizione su tutti i residenti del castello e della torre mezzaluna che minerà, e neanche di poco, la credibilità e l’affidabilità di ogni singolo elemento.



    E questo… E’ un bel guaio. Speriamo che il Comandante riesca ad ottenere più indizi possibili dalla sua indagine perché il colpevole deve assolutamente essere punito... Al più presto.



    Mi metto in disparte e senza dare troppo nell’occhio mi abbottono la camicia in modo da rendermi più presentabile: non vorrei che il principe prenda la mia “nudità” come un insulto… Non è né mai sarà mia intenzione.



    Lisciando la camicia mi volto nuovamente verso tutti gli ospiti e, mettendomi a braccia conserte, rimango in piedi mentre attendo l’arrivo del Comandante ed il resto dei residenti. Cerco intanto di ragionare sul chi e sul perché qualcuno possa voler morta Lady Alinor ... Ma solo tante domande affollano la mia testa.


    Possibile che Taras sia davvero il mandante? Un consigliere tanto fidato mi chiedo come possa correre il rischio di scoprirsi in maniera così sciocca. O forse è stato un attacco esterno? Magari i reietti si sono vendicati per la morte della loro compagnia. Hmm, no… Non avrebbero avuto il tempo materiale visto che l’alba è sorta poco dopo il nostro ritorno ed a detta di Lady Alinor il sicario la stava già aspettando. Oppure è stato qualcuno interessato al trono...? Ecco questo tassello potrebbe essere giusto, vediamo di riflettere sul punto e cercare di rendersi utili in questo delirio.
    Dunque…

    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th May 2015 alle 16:42



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #1108
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult



    Sono ancora fuori dalla stanza di Lady Alynor e finalmente ritorno in me, chissà perché prima mi sentivo così bene ed in pace con il mondo intero quando la situazione è tutt’altro che tranquilla. La mia attenzione è momentanea sulla tipa vestita strana…
    <<Calmarmi? E' questa l'accoglienza che i reali riservano ai loro alleati? Non ho ancora fatto nulla e ho già tut...>>
    Mmm… che strana accoglienza che abbiamo avuto e che pessimo tempismo arrivare quando qualcuno attenta alla vita della futura Regina ma di certo non l’ho voluto io. Di sicuro non è una buona cosa, magari sarò sospettata di essere con la mia famiglia il mandante di questo attacco, anche se è impossibile che il Principe possa pensare questo, dato la mia famiglia è da secoli che è fedele ai Raeghar ed anche se mio padre da quando è morto mio fratello non si più recato a Corte, l’ho fatto io, dimostrando la fedeltà dei Van Dervult.
    Persa nei miei pensieri torno a prestare attenzione solo quando sento parlare la Principessa <<Va tutto bene Alinor... seguitemi, un bicchiere d'acqua vi aiuterà a riprendervi>>.
    Già povera Lady Alinor non deve essere stato piacevole trovarsi uno che ti vuole uccidere nella propria stanza.
    Seguo anche io lady Esperin fino alla Sala riunioni dove noto, con piacere, che è arrivato anche il Reggente. <<Fratello!>> Sento la voce della Principessa rivolgersi al Principe <<Abbiamo sfiorato una tragedia, fortunatamente Lady Alinor sa come difendersi, ma la situazione è assai delicata...avete già preso provvedimenti?>>
    Mi guardo intorno cercando un posto dove sedermi, dopo quello che è successo voglio sentire cosa ne pensa il Principe e quali provvedimenti prenderà, mi siedo, vicino a me al momento non c’è nessuno né a destra né a sinistra.
    Ecco che finalmente il Principe parla. "Sono corso subito qui appena il Primo mi ha avvisato... sono contento di vedervi sane e salve, mie signore. Milady" .
    Ovvio che si preoccupi di sua sorella e della sua futura consorte. "Cogliete il suggerimento del cavaliere, voglio essere certo che stiate bene".
    Vedo le due donne lasciare la sala, ma non ci faccio più di tanto caso persa nei miei pensieri sull'attentato, per fortuna, non andato a buon fine.
    Quell'uomo era uno degli uomini di uno dei Consiglieri del re, Taras, quindi è molto strano che quest'ultimo abbia mandato un uomo, facilmente riconducibile a se stesso, per uccidere la promessa sposa del Principe. E' un Consigliere quindi di sicuro non è stupido e se avesse voluto far uccidere la futura Regina non avrebbe mandato un uomo facilmente riconducibile a se stesso. C’è decisamente qualcosa che non quadra.
    Ultima modifica di Lilla_20; 10th May 2015 alle 19:02

  9. #1109
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Apro di colpo gli occhi, svegliandomi di colpo dopo un sogno che non ricordo. Come sono finita nel mio letto? L'ultima cosa che rammento è la faccina imbrattata di sangue del mietitore di Franthalia, come l'ha argutamente soprannominato Aiden, che mi rivolgeva ovviamente parole di circostanza dicendo che il suo è stato un mero obbedire agli ordini. Tranquillo soldatino nessuno qui ti sta giudicando! O forse qualcuno si?
    Era l'alba, devo essermi trascinata fino in camera stanca dopo una nottate insonne passata ad ammirare teste mozzate.
    Oh, si! Adesso mi torna alla mente con più chiarezza. Ho preso qualche goccia di un infuso fatto con foglie di lavanda, estratto di iperico ed infine calamo aromatico, una pianta che cresce abbondante sulle colline dietro Asshai. Mia madre mi ha insegnato a prepararlo, è un infuso terribilmente efficace e io lo propinavo spesso alle ancelle per togliermele dai piedi. Ah, bei tempi quelli!


    Sbatto ripetutamente le palpebre per riprendermi dal sonno pesante e tendo le orecchie: cos'è questo trambusto?
    Scendo dal letto in fretta, non posso perdermi la festa in corso! Mi sciacquo rapidamente il viso per attenuare il gonfiore della dormita e indosso un abito dal colore dorato, per me inusuale, anche se un giorno qualcuno mi ha detto un giorno che mi dona molto.
    Mi affaccio alla porta della mia camera giusto in tempo per vedere un corteo di strana gente dirigersi verso la sala da pranzo, suppongo: che sta succedendo? Siamo stati invasi da un gruppo di circensi? Amici di Gildas forse?
    Ciò che attira la mia attenzione sono però le voci concitate in fondo al corridoio tra cui riconosco quella gracchiante della septa. Starà tramando di sicuro qualcosa, non posso perdermelo.
    Mi avvicino a grande falcate e noto che la festa si sta svolgendo proprio nella camera della nostra dolce "molto presto ex futura regina". Un lampo mi balena negli occhi: che sia stata strangolata nel sonno? Sia lodato Raiden!


    Ma le cose troppo belle in realtà non sono mai vere fino in fondo, infatti guardando la scena che mi si presenta davanti noto che ad essere a terra senza vita è il corpo di un uomo.
    "Le piante non hanno sentito particolari emozioni nell'aggressore, anzi... è come se non ne avesse proprio, ha ripetuto la stessa frase due volte arrampicandosi alla finestra di Alinor: devo uccidere Alinor Waters"

    Bene bene bene, cosa abbiamo qui? Un uomo in armatura. Spalle larghe, si direbbero muscolose, gambe affusolate ma forti, ben piantato in terra. Da quello che sta dicendo sulle ... piante, direi che si tratta di un elfo. Sta parlando con Aiden che, per gli dei, è mezzo nudo e messo bene anche lui. L'unica nota stonata in questo quadretto è la vecchia Deirdre: sempre in mezzo ai guai, eh, stregaccia?
    "Questo è il responso Comandante…a proposito, scusate se non mi sono ancora doverosamente presentato: Il mio nome e Alagos Fanon ."
    Fanon? Questo nome non mi è affatto nuovo, ma avrò modo di vedere poi chi è questo fusto.
    La domanda successiva mi lascia perplessa, ma è la septa a rispondergli e a fargli una bella lezioncina di storia. Ogni tanto devo ammetterlo, è divertente come nessuno!


    <<Ammiro molto vostro padre, Lord Hunthor, e la sua maestria nel gestire il commercio dei vostri pregiatissimi minerali. Il piacere è mio, Alagos>>
    Oh, giusto, qualcuno della sua famiglia potrebbe essere passato da Asshai qualche volta.
    Tra una lezioncina e l'altra decido di rivelare la mia presenza, non prima di aver ascoltato attentamente la teoria dell'elfo.


    "Si tratta sicuramente di charme, non ci sono dubbi. Ve lo dice un'esperta in materia, potete credermi, sir. Adamantia Feralys, molto piacere. Tra le terre dei Waters a sud e quelle dei Fanon ad est, ci sono quelle della mia famiglia. A quanto pare siamo vicini di casa."
    Attenderò che i presenti mi guardino per poi introdurre il discorso sull'uomo a terra:
    "Aiden, hai già scoperto il nome del malcapitato? Sono preoccupata per lady Waters, trovarsi un uomo in camera, non deve essere abituata a certe cose. Sta bene?"


  10. #1110
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Niente, non trovo nulla che attiri la mia attenzione più del normale. Decido comunque di lasciare tutto come l'ho trovato, e di non chiamare i servi per le pulizie, perché il reggente potrebbe voler controllare la scena personalmente. D'altronde, questo attacco è un'onta anche per lui: se a palazzo vi è gente talmente sicura di sé da azzardare un simile attentato, significa che il suo potere non è tanto autorevole quanto egli crede. Non che per me sia una novità, ma insomma... magari ora finalmente anche gli altri abitanti della Torre apriranno gli occhi.


    Ascolto distrattamente la risposta del Fanon, mi dice che dei problemi sul confine lo hanno tenuto lontano dalla guerra, ma è una frase in particolare a... colpirmi. <<[...] ho intenzione di aderire alla vostra causa, finchè reputerò tale causa degna di essere combattuta. Non siatene sorpreso, non sono un traditore se è questo quello che state pensando>>.


    Mi blocco e lo osservo, assottigliando gli occhi: sembra orgoglioso delle sue parole, ma non si rende conto che ciò che ha appena detto potrebbe condannarlo a morte? Quest'uomo non deve certo brillare per intelligenza, dato che pensa sia appropriato dire certe cose al Comandante delle forze reali. Piego leggermente il collo verso sinistra e continuo a guardare Alagos negli occhi mentre si improvvisa detective, tenendoci a dare il suo insulso apporto alle indagini. La mia mente è ancora bloccata su quelle parole, tanto ingenue quanto coraggiose, il Fanon inconsapevolmente mi ha fornito un'arma non da poco. Chissà, avrò forse trovato un altro piccolo, nolente alleato, qui alla Torre?


    <<Vi ringrazio per aver condiviso i vostri pensieri, Alagos... Sarà un piacere combattere al vostro fianco, finché riterrete che questa causa sia degna di essere combattuta>>. Gli sorrido ancora, non è di certo finita qui, caro il mio Alagos, se lasciassi correre non sarei degno di essere un Urthadar. <<Potete andare>>.

    La voce di Adamantia mi distrae. Compare dal nulla, come un fantasma, chissà da quanto tempo sta origliando i nostri discorsi? Sempre furba, la mia amica. Conferma la nostra teoria dello charme e mi chiede poi il nome del cadavere, sottolineando la sua preoccupazione per lady Alinor e infilandoci nel tutto una battuta delle sue. Oh, quanto mi diverte! <<Adamantia, comprendo la tua preoccupazione, dev'essere stato un trauma per lady Waters trovarsi un uomo nel talamo. L'uomo che ha osato attentare alla vita della nostra futura regina è Adam Hellar, faceva parte della scorta personale del consigliere Taras... Sicuramente anche tu starai traendo le mie stesse conclusioni>>. Conclusioni sbagliate, ne sono certo, ma ho bisogno di altri indizi. <<Alinor sta bene, si è difesa egregiamente, per nostra immensa fortuna>>. Guardo la donna negli occhi, alzando impercettibilmente per Fanon un sopracciglio... ma lei capirà. <<Ci stanno attendendo tutti in sala da pranzo, quindi direi di spostarci lì>>. Detto ciò mi dirigo a passo celere verso la sala riunioni, con l'elfo alle mie spalle.


    Una volta arrivato, vedo che sono uno degli ultimi: il reggente è già qui, noto però l'assenza di Lumen, pensavo volesse essere coinvolta in un fatto del genere... soprattutto per le sue implicazioni. Entrato nella stanza, mi fermo a pochi metri dal tavolo, rimanendo in piedi, e cerco lo sguardo di Lantis. Poi, dopo qualche istante, abbasso la testa. <<Perdonate le mie condizioni, ma non vi è stato tempo di recarmi in camera per indossare qualcosa di più appropriato>>. Alzo poi il viso e sostengo il suo sguardo. <<Mi assumo la piena responsabilità dell'accaduto, com'è giusto che sia, e vi assicuro che saranno presi provvedimenti per la nostra vita qui alla Torre. Quando l'Idra ci avrà raggiunti, vi comunicherò i primi risultati delle indagini, ma ora sono a vostra disposizione, se avete domande>>.


    Azione di Alagos che si sposta in sala riunioni concordata con Deltag
    Our wills and fates do so contrary run

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •