Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 118 di 339 PrimaPrima ... 1868108116117118119120128168218 ... UltimaUltima
Risultati da 1,171 a 1,180 di 3385
  1. #1171
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    La sensazione di morte imminente svanisce pian piano.
    Impiego una ventina di secondi per rendermi conto di quanto è successo: sir Tywin ha sprigionato tutta la potenza della sua aura e noi tutti siamo caduti come mosche di fronte al suo potere. Ma cosa ...? Le mie narici sono scosse da una puzza di rancido senza pari, mi volto nella direzione da dove proviene l'olezzo è ... orrore, mi trovo la septa tra le braccia: cosa vuoi da me, brutta bertuccia? Per tutta risposta la vecchia usa la mia testa come bastone per issare il suo culo peloso, non mi scanso ma le do una spinta per allontanarla da me, mentre mi alzo a mia volta. Intorno a me vedo la desolazione, il potere oscuro mi sconvolge e avvince da sempre, ma quello che sprigiona dal Gran Maestro è talmente crudo e affascinante che non mi importerebbe di finire nuovamente abbracciata alla vecchia pur di riprovare quel sapore.



    "Lady Feralys... state bene? Avete bisogno di aiuto, per caso?"
    Una dei nuovi arrivati mi rivolge la parola: "Ma certo cara, non preoccupatevi per me, piuttosto voi, cosa avete fatto alla faccia? Un incidente o siete così dalla nascita?" - scommetto la seconda.



    Senza badare troppo alla risposta mi faccio largo verso il centro della stanza dove si sta svolgendo l'azione vera e propria. Questo posto è talmente pregno di segreti e cose non dette che non mi stupirei affatto che persino il cinghiale arrostito ne abbia di propri e succulenti da svelare. Alla rivelazione che re Rickard è stato avvelenato le reazioni dei presenti sono disparate, ovviamente conoscendo già la natura della sua indisposizione non faccio una piega, non ho voglia di giocare a fare le faccine.



    "I tre consiglieri sono stati da sempre in cima ai miei sospetti, tutti e tre insieme, complici, ognuno per la sua parte dello stesso reato. Ho come l'impressione che non fossero contenti della direzione che stava prendendo la politica del re e che abbiano fatto di tutto per insediare sul trono l'attuale reggente, forse ritenuto più degno di governare. I nuovi risvolti fanno pensare che si voglia favorire anche un matrimonio tra il principe Lantis e la regina Lumen, come avrebbe dovuto essere dall'inizio: la prematura scomparsa dell'amata Margarete con tutte le conseguenze che ne sono derivate deve aver portato scompiglio e contribuito alla creazione di questo folle piano. Siamo davvero sicuri che colui che ha avvelenato il re non abbia pensato che potesse restare colpita anche la principessa Esperin? Perchè mai? Magari il fatto che lei mangiasse o meno la torta non ha preoccupato il colpevole semplicemente perchè non gli importava: il suo obiettivo era un altro, chiunque si fosse trovato sulla traiettoria del colpo, passatemi l'espressione, sarebbe stata solo una casualità senza importanza. Anzi, il fatto che la principessa sia ancora qui tra noi ha permesso al colpevole di farla franca finora." - parliamo del nostro amico Kalisi, adesso - "Piuttosto, questo coinvolgimento di Drako Kalisi, il reietto" - sottolineo la parola reietto - "lascerebbe presumere che ci sia dell'altro sotto. Le missive trovate sembrano innocue, ma se altre più compromettenti fossero state distrutte? E perchè l'elfa Niniel avrebbe mantenuto i contatti con lui? Chi è stato il primo dei due a cominciare questa amicizia di penna?" - non mi interessa in realtà, voglio solo focalizzare l'attenzione di quest'essere, colui che si crede un uomo di caratura superiore, che si permette di trattare chiunque come se fosse il peggiore dei cani con la rabbia. Dovrà pagare, prima o poi, l'affronto che mi ha fatto!



    Un soldato irrompe nella stanza avvisandoci che sir Doyle è stato trovato ucciso, con la gola tagliata.
    "Ogni arma ha una sua firma ben precisa, un taglio fatto dal filo di una spada è diverso da quello lasciato da un pugnale. Secondo voi che arma era? E l'uomo è stato sgozzato mentre l'assassino lo guardava negli occhi oppure è stato attaccato alle spalle?" - si tratta nuovamente di charme oppure di un agguato? - "E' evidente che il soldato è stato attirato lì, magari per fare rapporto al suo mandante. E' importante capire anche quando è avvenuto tutto ciò, prima del trambusto con Lady Alinor? Oppure è successo dopo, in tal caso Taras e Niniel sarebbero, almeno per questo omicidio, innocenti."




  2. #1172
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    La septa mi risponde assicurandomi che Esperin si è allontanata prima del dolce per via della sua stanchezza, versione dei fatti che conferma poi lei stessa.


    È un fatto così fortuito che mi riesce difficile pensare sia solo una coincidenza, però la principessa aggiunge un particolare interessante: la cena è avvenuta a un'ora più tarda rispetto al solito, e quindi la sua stanchezza sarebbe da imputare a questo. Decido di tralasciare, per ora, questo particolare, dato che abbiamo già abbastanza gatte da pelare al momento... eppure l'idiozia dell'avvelenatore, supportata da Deirdre, non mi convince.


    La vecchia afferma poi di essere d'accordo con la mia idea, approfondendola ulteriormente: propone infatti di utilizzare un mago esterno alla torre e di nascondere il veleno, in modo da ricreare perfettamente la situazione in cui si è ritrovato Callien. Prima di risponderle, accetto con un sorriso le missive che mi porge Esperin, e mi concentro immediatamente su di esse, scritte fortunatamente in una calligrafia abbastanza leggibile. L'ultima lettera è sicuramente... interessante, per svariati motivi. Innanzitutto è la prova concreta che la consigliera sia estranea all'avvelenamento, il che è già un enorme passo avanti. Le parole su Callien, poi, non fanno che peggiorare la sua già precaria posizione, e il piccolo test a cui ho pensato acquista sempre più importanza. Spero che del veleno sia stato conservato...


    <<Direi che questa missiva prova che Niniel non è coinvolta nell'avvelenamento>>, dico, mostrando ad Esperin il pezzo di carta che ho appena letto. <<Il tradimento della consigliera è da imputare alla sua debolezza di cuore, e nulla più>>. È ormai evidente che l'elfa sia estranea ai fatti, e che il motivo per cui ha scritto queste lettere è un qualche tipo di affetto o amicizia che lega, o legava, lei e Drako.


    La mia risposta alla septa viene ancora una volta ritardata dalla comparsa di un soldato. Inizialmente penso che si tratti di sir Doyle, ma è da solo, non è scortato da nessuno... non si tratta infatti dell'imputato, ma di una semplice guardia che ci comunica un messaggio infausto: sir Doyle è stato trovato senza vita in un rudere poco lontano dal castello. Un ghigno mi spunta sulle labbra, e mi premuro di nasconderlo celermente: la faccenda inizia a diventare davvero stimolante. Sto giocando a scacchi con qualcuno, e il mio avversario mi ha appena mangiato un cavallo. Ascolto distrattamente lo scambio tra Vicent e il soldato, cogliendo solo le informazioni fondamentali. La septa mi si avvicina, anche lei è incuriosita dalle lettere, e dopo averle visionate propone di utilizzare un mago maestro per il nostro piccolo test. <<Sono d'accordo>>, le rispondo, a voce abbastanza alta in modo che mi sentano tutti. <<Suppongo che non sia difficile trovare a Luna di Diamante un Mago Maestro, giusto?>>. Siamo ancora in attesa di una risposta sul veleno estratto, credo che Lantis stia aspettando di avere più informazioni possibile prima di parlare.


    <<Il soldato ha detto che è avvenuto tutto questa notte>>, dico iniziando il mio discorso, anche per rispondere ad Adamantia: credo che non abbia ascoltato con attenzione il soldato. <<Considerate le tempistiche dell'attentato, è un dettaglio da non trascurare. Dato che non vi sono segni di colluttazione presumo che sir Doyle si fidasse del suo aguzzino e che si sia lasciato colpire alle spalle>>. Rimango in silenzio per qualche istante. <<Di certo, non si aspettava di morire in quel rudere>>. Potrebbe sembrare una frase ovvia, ma in realtà è un fattore molto importante: sir Doyle è stato eliminato da un suo alleato, e non da un nemico. Poi cambio tono, rendendolo, se possibile, ancora più serio. <<Credo che lo Charme sia stato utilizzato su Hellar in quel rudere. Sir Doyle, suppongo volontariamente data l'assenza di ferite oltre a quella mortale, ha usato il suo potere e poi è stato ucciso dal terzo uomo, il mandante, per evitare che aprisse la bocca. Ciò renderebbe il nostro sospettato, quindi, una persona che non dispone dello Charme, e che ha dovuto ricorrere a sir Doyle per il suo piano. A questo punto, penso che la domanda da porci sia ovvia... Idee sull'identità del terzo uomo?>>. Parlo soprattutto ai frequentatori abituali del castello.
    Our wills and fates do so contrary run

  3. #1173
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Il mandante... il mandante dell'attentato a Lady Alinor ha coperto tutte le sue tracce e stiamo letteralmente brancolando del buio. Lantis osserva serio e pensieroso il soldato che è giunto a darci notizia dell'orribile fine di Sir Doyle: una bocca da far tacere, una gola sgozzata perchè poteva dire cose scomode?



    Ne sono convinta.





    Aiden risponde prontamente alle domande di quell'oca della Feralys... parla solo per mettersi in mostra? I suoi vestiti osceni, che violano qualsiasi tipo di etichetta di corte, ci pensano già per lei.



    "Vi ricordo, inoltre, Lady Adamantia, che le questioni riguardanti le politiche matrimoniali non sono di nostra competenza... il Principe sa bene cosa è giusto fare... non mi pare li caso di esplicitare eventuali vaneggiamenti" aggiungo con un tono severo.



    Sono questioni delicate che riguardano il Reggente e il futuro della casata Raeghar, come osa immischiarsi? Dopo la brutta figura fatta con la septa, poi, grazie alla quale abbiamo guadagnato una bella aura del Gran Maestro, dovrebbe solo tacere.

  4. #1174
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Lord Tywin Leithien

    Al menzionare il veleno, noto una serie di volti stupefatti, veri o finti che siano, non capisco perché lo sappiano solo ora, era dunque una informazione riservata? Chiedo venia! Alzo un sopracciglio in segno di dissenso come mio solito fare. Il comandante pone le sue domande sul veleno e sul metodo di estrazione, domande alle quali la septa prontamente risponde, senza risparmiare dettagli interessanti, nonostante io sappia, non ero a conoscenza dei particolari di tutta la vicenda. La principessa sembra essere stata graziata da un fato propenso, non ha mangiato la famosa torta contente il veleno, che attacca solo coloro appartenenti alla razza insulsa dei maghi e pensare che tutti quelli che hanno fatto parte del mio casato, si sono estinti rapidamente, una sorta di selezione naturale, niente maghi e niente elemento che non sia fuoco o vento, purtroppo non è questo il caso, si sono dovuti applicare per elaborare un veleno che agisse indisturbato sotto agli occhi di tutti. La principessa conferma nel ricordo di quella sera ed enuncia il contenuto della missiva, delle analisi effettuate al Re tramite simbiosi e di una strana e, a quanto pare, sospetta reazione di Callien. Ed ecco un altro soldatino di legno con l’affanno, entra nella sala in cui ci troviamo e spiega che questo Doyle è stato trovato morto in un capanno e tutto ciò che ne consegue dalle analisi svolte dall’elfo della truppa: 3 figure, la prima quella di Hellar, la seconda di Doyle e sulla terza non si sa nulla, ma con tutti i presupposti per pensare che sia lo stesso mandante dell’attentato alla vita diLady Alinor, la quale si degna perfino di riprende coscienza. La missiva passa nelle mani del Comandante e successivamente all’attenzione della septa, concordano nel voler chiarire il dubbio nei riguardi della reazione di Callien, convocando un mago di pari grado ed esporlo inconsapevolmente all’estratto del veleno per poterne studiare gli atteggiamenti ed emozioni varie ed eventuali. Concordo perfettamente, credo sia un’idea piuttosto intelligente, la septa non si smentisce ed il Comandante conferma l’opinione che mi sono fatto di lui.
    “E’ possibile, dunque, procedere?” Mi rivolgo al reggente. “L’estratto è conservato nel laboratorio alchemico in un’ampolla, ma si dia il caso che abbia con me una fiala del veleno ed è sigillato. Nel caso qualcuno decidesse di fare il furbo e di sottrarre l’intero ricavato dell’attento lavoro della septa, gli alchimisti avrebbero comunque qualcosa sul quale lavorare, per ricavarne un antidoto.” Antidoto che dubito possa alleviare le sofferenze del Re, è in una situazione decisamente avanzata, non mi è neanche stato permesso di visitarlo, avevano il timore che la mia sola presenza potesse peggiorarlo. “Ebbene, chiamate un mago di grado maestro” mi rivolgo al soldato in sala, il quale prontamente gira i tacchi e se ne va. “Reggente, può provvedere a nascondere la fiala in questa stanza, magari infilatelo in un cesto di frutta qui al centro del tavolo in modo che il mago possa sedersi nelle prossime vicinanze” Faccio segno ad un serva, in modo che provveda a trasportare il piccolo cesto dalla cucina al tavolo ed il Reggente annuisce, infilando la fiala nel punto meglio indicato, in modo da non renderlo facilmente individuabile. “Il Primo Cavaliere è un elfo se non erro, una donna dalla legalità ferrea, sono certa che sarete scrupolosa nel compito che io ed il Reggente vogliamo affidarvi: analizzate le reazioni emotive e fisiche del mago, in modo da compararle con quelle di Callien ed assicuratevi che nessuno interferisca.” Resto in silenzio qualche secondo ed osservo Lady Feralys, quella donna non ha fatto osservazioni molto acute al termine del suo intervento, ma posso far finta di nulla, dopotutto non m’importa granché del suo intelletto e dopo il taglio della lingua a Rosalinde, non sono conosciuto per essere un amante del pensiero femminile, sono convinto che senza verbo sarebbe ancor più interessante. Un sonoro calpestio, simile a quello di una truppa proviene dall’esterno: sei guardie ognuna al lato di un consigliere. “Lasciateli qui, siamo in grado di badare alla nostra incolumità anche senza la vostra presenza. Voi tre sedetevi e fate silenzio, fino a quando non sarete interpellati” Rivolgo uno sguardo al Reggente “Sono certo che il Principe Lantis concorda con me”. Callien è l’unico con le mani non legate, gli altri due hanno delle corde ai polsi, Niniel gli occhi bendati per precauzione e tutti si siedono in fondo la sala, sulla mia sinistra leggermente più dietro, in modo che siano visibili ai presenti in sala. Non attendiamo molto ed il mago chiamato dalla guardia ci raggiunge anch’egli, presentandosi con con un inchino “Avete richiesto la mia presenza?” “Sedetevi pure qui” il Reggente indica il posto più vicino al cesto di frutta “ Non vi ruberemo molto tempo, Sir Stanner” Focalizzo la mia attenzione sul Primo ed attendo un responso.

  5. #1175
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Il comandante, la Principessa, la septa e gli altri nobili si susseguono con i loro interventi, pochi indizi certi e tante supposizioni, anche se alcune più ragionevoli di altre.


    Un soldato ci comunica del ritrovamento del cadavere di Doyle, ma questo fatto potrebbe anche non essere del tutto negativo. Magari non avremmo ricavato nulla dall'interrogatorio, invece così sappiamo che la mente che si nasconde dietro tutto è disposta ad uccidere ancora pur di salvarsi e rimanere nell'ombra. Sotto pressione potrebbe commettere errori, devo solo fare attenzione a non finire nel suo raggio d'azione e poi che gli altri facciano cosa vogliono.


    Cerco di studiare le reazioni degli altri alle varie notizie rimanendo in silenzio, in fondo chi mi assicura che l'assassino o un complice non sia tra noi? Se qualcuno si avvicinasse troppo alla verità potrebbe ritrovarsi con la gola mozzata, quindi meglio non fare congetture a voce alta.
    Il comandante mi pare molto astuto, così come la septa, ma di lei non sono sorpresa... Tutti quegli anni che se li porta a fare altrimenti!
    <<I nuovi risvolti fanno pensare che si voglia favorire anche un matrimonio tra il principe Lantis e la regina Lumen, come avrebbe dovuto essere dall'inizio>>


    Cosa odono le mie orecchie? La rossa deve amare molto lanciare provocazioni! Non ho mica dimenticato le frecciatine di prima.
    Il decimo la riprende duramente.


    Devo dire che ha coraggio a fare ad alta voce ragionamenti del genere, che credo abbiano qualcosa di vero, ma ho il buon senso di tenermeli per me. Tuttavia non penso che i consiglieri siano tutti colpevoli dell'avvelenamento del Re e dell'attentato alla Promessa, le missive di Niniel con l'ex primo e il furto di teste credo siano fatti separati e fortuiti o magari atti a confonderci, ma fino a quando non avremo risposte alle questioni poste e a molte altre ancora è inutile torturarsi il cervello. Che si sbrighino con gli interrogatori!


    Lord Tywin finalmente prende parola e dispone le modalità per sperimentare il comportamento di Callien all'insaputa del veleno, sono curiosa e resto concentrata in attesa.
    Ultima modifica di albakiara; 20th May 2015 alle 17:22

  6. #1176
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Finalmente qualcosa inizia a smuoversi.


    Tywin sembra interessato alla nostra idea, per me già il solo ottenere una sua vaga attenzione è una vittoria. Lantis, per una volta nella sua vita, dà prova di lungimiranza e afferma di avere con sé una fiala contenente del veleno. Il test viene organizzato in pochi minuti: l'intruglio nerastro viene nascosto in una cesta di frutta al centro del tavolo, come suggerito dal Gran Maestro, e Cassandra riceve l'incarico di utilizzare la sua Simbiosi per scrutare l'animo della cavia prescelta.


    Appena terminiamo di allestire il tutto, un forte rumore di passi mi fa voltare verso l'ingresso della sala da pranzo: i tre consiglieri, scortati da sei guardie, ci hanno finalmente raggiunto.


    Tywin congeda senza troppi complimenti i soldati che li hanno accompagnati e finalmente mi trovo di fronte i tre Maestri in tutto il loro splendore. Lo stregone Taras ha le mani legate, ricordo come ci ha accolti settimana scorsa, non avrei mai potuto prevedere una simile evoluzione degli eventi. L'elfa Niniel, oltre ad essere immobilizzata, ha anche una benda sugli occhi: la giusta punizione per un comportamento irresponsabile come il suo. Il mago Callien, infine, è l'unico senza una corda che gli lega i polsi.


    I tre prendono posto dietro a Lord Leithien, ed è ormai chiaro che chi sta dettando le regole, in questa stanza, non è più il Reggente. Passano pochi altri minuti prima che anche il protagonista del nostro piccolo esperimento ci raggiunga: Sir Stanner, così lo chiama Lantis. Mi concentro quindi sulla sua espressione, sui suoi movimenti, su ogni minimo cambiamento sul suo viso.
    Questa storia del veleno potrebbe finalmente giungere alla sua degna conclusione, e non potrei essere più felice di così. Lasciamo riposare in pace re Rickard, se lo merita.

    Our wills and fates do so contrary run

  7. #1177
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Tutti intenti a cercare di cogliere piccoli particolari, elementi sfuggiti, a fare teorie in base a sciocche reazioni e complotti che per quello che mi riguarda, potrebbero essere partiti pure un anno fa.....e alcuni di loro che fanno?
    Rallentano le indagini!
    Più cerco di far concentrare i presenti sulle cose utili (e almeno quel falso stregone del Comandante è sulla mia stessa linea di pensieri), più la gente incompetente starnazza....ovviamente di chi parlo? Ma di Lady Feralys!



    Stringo i pugni cercando di trattenermi dal farle un servizietto con le radici, mentre tengo gli occhi fissi sulle lettere, fingendo di leggere e non sentirla.
    Parte con un altro monologo dove dice che è sempre stata convinta della colpevolezza dei consiglieri (eh? ho sentito bene? "sempre"? Parla di cose che ovviamente non sa, è qui da poco prima che Drako fosse imprigionato e non ha basi concrete per farneticare in quel modo!), poi addirittura mette in dubbio la mia analisi sulla stupidità dell'avvelenatore:



    "(...) Siamo davvero sicuri che colui che ha avvelenato il re non abbia pensato che potesse restare colpita anche la principessa Esperin? Perchè mai? Magari il fatto che lei mangiasse o meno la torta non ha preoccupato il colpevole semplicemente perchè non gli importava: (...)"
    Per l'appunto, gallina di Asshai: se non gli importava era uno stupido, perchè se la principessa si fosse beccata il veleno avrei capito subito che tale era la causa.
    Ma che le rispondo a fare, ho avuto la prova prima che straparla senza causa di cognizione...c'è solo da perderci il tempo a starle dietro.
    Il comandante invece da voce a tutti i miei stessi pensieri: Niniel è solo colpevole dei rapporti cartacei avuti con Kalisi, mentre la posizione di Callien peggiora. Si ritrova d'accordo con la mia idea di usare un mago Maestro, dopodichè ascolto il suo pensiero circa le ultime novità sulla morte di sir Doyle.



    Il succo è che entrambi i soldati si fidavano di questa terza persona, una persona che ha usato un'arma inattiva.
    Semplice precauzione, o....



    Inspiro aria tra i denti stretti: lady De Lagun riprende Lady Adamantia, gongolo interiormente ma non lo do a vedere, andando a sedermi vicino a Lady Waters. Vorrei parlarle, dirle che è inutile sospettare della regina (mi ci gioco le caccole nel naso che lo pensa!), perchè fino a questa notte non la considerava di certo una valida avversaria.
    Ora la posizione di lady Alinor è effettivamente salita: vincitrice di Franthalia e per aver sventato un attacco alla sua persona.
    Devo farle rendere conto di questo: Lantis non guarda oltre il proprio naso, e io gli donerò una regina che saprà schiacciargli quelle due noccioline che ha tra le gambe....altro che lady Lumen.
    Lord Tywin prende in mano la situazione e da disposizioni per effettuare la prova con il veleno e con il mago: alzo un sopracciglio all'affermazione di Lantis per le ricerche sulla cura del veleno....e perchè non ne sono stata informata?
    Potrei dirglielo che l'unica soluzione alla guarigione del re è un cambio di razza (cosa impossibile ovviamente) ed evitargli di perdere tempo?..................naaaah! Insiste nel non volersi fidare di me, del mio giudizio? Fottiti, Lantis!
    I tre consiglieri arrivano, tutti con le dovute precauzioni, come evitare all'elfa Niniel di charmare qualcuno o....Callien non ha i polsi legati. Uhm.



    Dovevo aspettarmelo, eppure sono sorpresa.
    Guardo Taras in viso, ma il suo sguardo non incontra il mio: tutti e tre si siedono silenziosi, mentre tutti noi passiamo a sistemarci sul lato sinistro della sala.
    Avete richiesto la mia presenza?
    Mi volto verso l'entrata, e noto l'arrivo di Sir Stanner: do uno sguardo a Lady De Lagun, non vedrò la simbiosi, ma spero come di cogliere qualcosa....guardo di nuovo Taras e poi nuovamente Sir Stanner....stiamo a vedere.


  8. #1178
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Ripenso a tutto ciò che abbiamo detto e che è accaduto intorno a questo tavolo maledetto da quando è iniziata la riunione. I pensieri mi si affollano come un turbine confuso, violento e inarrestabile.



    L'aura di tenebra mi ha lasciato uno strascico di magone e sapere dell'avvelenamento del nostro amato Re, di come e del perchè stia morendo non mi aiuta di certo. Resto apparentemente impassibile, come un bravo soldato che monta di guardia, ma dentro di me le emozioni sono davvero tante, davvero forti. Re Rickard è uno degli uomini che io ammiro di più al mondo, sempre pronto ad aiutare la gente in difficoltà, sempre con il sorriso sulle labbra... anche a chi, come me, era un soldato senza alcuna ambizione politica. Riusciva sempre ad abbracciarti con la sua allegria, con il suo ottimismo e quando ti trovavi in prima linea, davanti ad un'orda di rivoltosi ai confini di Dohaeris, pensavi alle sue parole e tutto ti sembrava possibile, ogni battaglia e lotta ti pareva più facile da affrontare, ti pareva vittoriosa, ti pareva giusta. Re Rickard è un uomo giusto e la mano che sta spegnendo la sua luce deve pagare con la vita, come vogliono le leggi di Dohaeris, anche se per me, quel mostro non ha violato solo quelle: le leggi stesse della natura, a strappare via un uomo così magnifico ad un popolo così bisognoso della sua guida.



    Stringo i pugni, farò tutto quello che è in mio dovere e potere che portare la verità a galla! Osservo di buon ordine tutto ciò che avviene per la preparazione dell'esperimento e accolgo con doverosa disciplina l'ordine di Lord Tywin: giungerà a breve un mago maestro e io dovrò leggere le sue sensazioni. Il veleno è nascosto, se esso crea disagio o paura nei maghi alla sua sola presenza, lo scopriremo presto.



    Il Gran Consigliere Callien ha provato paura dinanzi a lui al Castello, vedremo così a cosa era riconducibile tale sentimento. Appena Sir Stanner, il mago maestro scelto per questa prova, entra in sala, si siede e sembra non avere alcuna reazione particolare. Mi connetto così, silenziosamente e senza alcun tipo di effetto ottico, all'anima dell'uomo, usando Madre natura e il dono degli dei siamesi come un ponte simbiotico di comunicazione. La mente vaga come in un lungo tunnel, fatto di brusii, di sentimenti, di emozioni e di sensazioni. Il mago è curioso, sento che è lì perchè la sua indole buona vuole essere di aiuto, vuole porgere al Reggente tutto l'ausilio possibile.



    Fedeltà, lealtà ma nemmeno l'ombra della paura o dell'angoscia. Nemmeno disgusto, nulla di quello che ci è stato riferito dalla Gran Consigliera Niniel. Callien ha avuto paura per il veleno ma non a causa della sua natura di mago, questo è certo. Interrompo la mia simbiosi e congedo l'uomo con un saluto militare, ringraziandolo della sua disponibilità. Una volta andato via, dichiaro con voce severa il mio responso: "Non ho avvertito nessun tipo di paura, di disgusto o di angoscia in Sir Stanner. Anzi, vi ho letto volontà di essere d'aiuto, fedeltà alla corona e lealtà alla bandiera dei Raeghar". Guardo il Gran Consigliere Callien... perchè avevi paura? Perchè quel veleno ti ha messo angoscia? "Signori, procediamo con l'interrogatorio" esclama atono Lord Tywin. "Gran Consigliere Callien, durante le analisi della septa siete stato molto utile eppure conosciamo per certo il timore e la paura che avete provato dinanzi il veleno che sta uccidendo il nostro amato Re. A cosa era dovuto un sentimento tanto fuori luogo?" domando severa, trattenendo forzatamente la rabbia che sento. Un Gran Consigliere dovrebbe essere l'effige della fedeltà al Re e invece eccoli, tre meschini traditori in ceppi di fronte al Reggente.



    Che giorno buio questo, per la nostra amata Dohaeris.

    Simbiosi
    Gli elfi nascono dalla natura e con essa hanno forte affinità, sono in grado di comunicare con la flora e la fauna nel linguaggio antico della madre terra: i fiori, le rocce, le creature, ecc
    I maghi e gli stregoni sono loro stessi frutto della natura, la luce e l’ombra fanno parte del Tutto, quindi gli elfi sono in grado di connettersi anche alle loro menti, riescono dunque a percepire ed infondere, a loro volta, le proprie emozioni. Gli effetti sono diversi a seconda del grado:
    Esperto- Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (ciò vale per tutti gli stati umorali)

  9. #1179
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Mentre aspetto che il comandante prenda le missive, volgo lo sguardo verso Alinor preoccupata per il suo svenimento. Immagino quanto l'aura l'abbia fatta stare male, e suppongo che averla già subita qualche giorno fa abbia peggiorato le cose, a causa della consapevolezza di cosa quell'imposizione mentale le avrebbe nuovamente comportato. La vedo riferire a Vicent di stare bene, e le sue parole mi tranquillizzano, in parte. Il Comandante prende le missive e le legge velocemente, gesto compiuto contemporaneamente dalla septa alle sue spalle. Entrambi concordano sulla necessità di utilizzare un mago maestro per il test della reazione al veleno, e proprio mentre si voltano in attesa della risposta di Lantis sulla possibilità di eseguirlo, un soldato entra trafelato nella sala. Ci comunica, ahimè, che Sir Doyle è stato trovato morto con la gola tagliata in un rudere poco distante dal Castello. Accidenti, questo non fa che rallentare la risoluzione di questo complotto ai danni di mio Padre!
    E' palese che sia stato ucciso per imporgli silenzio eterno, e le parole del soldato interrogato da Vicent lo confermano. Tramite simbiosi hanno infatti scoperto che in quel rudere sono entrate tre persone: Sir Hellar che è uscito poco prima dell'alba, probabilmente sotto effetto dello charme dato che poco dopo lo abbiamo trovato nelle stanze di Alinor, Sir Doyle ed una terza persona che è rimasta non identificata e che probabilmente è il mandante dell'aggressione. Quest'ultimo ha certamente ucciso Doyle dopo aver sfruttato il suo potere, per farlo tacere per sempre sulla vicenda.
    Adamantia prende la parola, esprimendo le proprie riserve sui consiglieri, colpevoli a suo dire di aver complottato tutti e tre contro il Re, non approvando le proprie scelte politiche e private, come il matrimonio con Lumen. La guardo contrariata, non ha alcuna base per affermare queste cose, e farebbe meglio a mostrarsi più saggia soprattutto in situazioni come questa. Cassandra la riprende rimettendola al suo posto, e non posso che approvare questo suo intervento.
    Finalmente è Lantis a prendere la parola, affermando di aver conservato il veleno in un'ampolla nelle mani degli studiosi che ne stanno creando un antidoto, ma di averne con se una fiala che ci permetterà di realizzare l'esperimento con il mago.



    Temo che per un antidoto sia ormai troppo tardi, anche se vorrei con tutto il cuore che fosse vero. Il Lord interviene, mostrandosi molto interessato e favorevole all'esperimento che abbiamo intenzione di fare, e propone di nascondere la fiala in un cesto di frutta da mettere il più vicino possibile al mago. Lantis ci mostra la fiala, contenente quello che apparentemente sembra fumo nero come le tenebre dell'Abgruntis. Nero come l'oscurità che avvolge la razza a noi avversa, nero come il male insediato nel cuore di chi ha compiuto questo orribile gesto. La osservo attentamente, cerco di percepire qualcosa, qualsiasi cosa. Sono pur sempre una maga, seppure non potente come Callien, e dovrei sentire ugualmente un qualche tipo di fastidio, eppure...niente. Provo odio per quella sostanza e per chi l'ha realizzata, ma nulla che sia imputabile alla sostanza in sè... quanto a ciò che ha comportato per me e per la mia famiglia. Strano... ma probabilmente è meglio aspettare la reazione del mago convocato. La fiala viene sistemata nel posto designato, e subito dopo fanno il loro ingresso in sala i tre consiglieri ed il mago su cui eseguire l'esperimento, che apprendo essere Sir Stanner.



    Il mago viene fatto accomodare davanti al cesto, mentre i tre consiglieri alle spalle del Lord, ben visibili dai presenti e con le dovute precauzioni. Sono legati ai polsi, tranne Callien, e la consigliera Niniel ha anche una benda sugli occhi, necessaria per prevenire l'uso del suo charme.



    Dovranno certamente rispondere a numerose domande durante questo processo, ma prima di tutto è necessario chiarire la reazione di Callien. Resto in silenzio, e non noto alcun gesto particolare da parte di Cassandra anche se sono ben consapevole che sta rilasciando il proprio potere elfico, abbracciando il mago per scrutare negli abissi del proprio animo. Passa qualche istante in cui nella sala cala il silenzio, ed è proprio allora che Cassandra si rivolge a tutti noi, annunciando il proprio verdetto "Non ho avvertito nessun tipo di paura, di disgusto o di angoscia in Sir Stanner. Anzi, vi ho letto volontà di essere d'aiuto, fedeltà alla corona e lealtà alla bandiera dei Raeghar". Niente, proprio come quello che ho sentito io nei confronti del veleno. Il fastidio e la paura del mago non sono dipesi quindi dalla sua natura, ma da altro... e questo certamente sposta il suo nome al primo posto tra i tre sospettati. "Signori, procediamo con l'interrogatorio" esclama atono Lord Tywin, spronandoci così a rivolgere domande ai consiglieri, in modo da chiarire quanto ancora resta oscuro in questa vicenda.



    E' Cassandra a formulare la prima domanda, ovviamente a Callien "Gran Consigliere Callien, durante le analisi della septa siete stato molto utile eppure conosciamo per certo il timore e la paura che avete provato dinanzi il veleno che sta uccidendo il nostro amato Re. A cosa era dovuto un sentimento tanto fuori luogo?".



    Parlate Callien... siete stato davvero voi? Ed in caso... avete fatto tutto da solo, oppure avete avuto uno o più complici in questo atroce misfatto? Ci avevate giurato fedeltà, rispetto e devozione. Come avete potuto fare una cosa del genere ad un uomo magnifico come mio Padre? Faccio un respiro profondo, devo calmarmi e non lasciarmi andare all'agitazione ed alla rabbia. Devo riflettere, e non tranne facili ed ingannevoli soluzioni. Se anche è stato lui, potrebbe non essere il solo coinvolto. <<La mia domanda è invece rivolta al Consigliere Taras...>> ho poche speranze che le sue parole saranno effettivamente utili, ma è meglio non tralasciare nessuna possibilità <<Sappiamo che vi siete occupato del cadavere della cuoca che è stata esposta allo stesso veleno del Re, come mai non avete notato l'incredibile somiglianza tra i sintomi? Chi ha seguito assieme a voi le indagini, archiviandole così velocemente ed in maniera inconcludente?>>

  10. #1180
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ​E' sera

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •