Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 123 di 339 PrimaPrima ... 2373113121122123124125133173223 ... UltimaUltima
Risultati da 1,221 a 1,230 di 3385
  1. #1221
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    La septa non si fa attendere, e nonostante l'ironia iniziale penso abbia capito che non sono in vena di scherzare. Sono determinata a dare il massimo in questo allenamento, a non risparmiarmi in alcun modo... dato che domani non ci sarà spazio per alcun tentennamento se voglio tornare viva dall'Auspex. Materializzo la mia Fidelia per farle comprendere appieno le mie intenzioni, l'elsa prende forma nella mia mano rapidamente assumendo la sua piena consistenza, e la stringo con forza in attesa della sua mossa. Vedo dai suoi occhi che ha capito, che è disposta a darmi quello che cerco, e non posso che essergliene grata.
    <<Possiamo giocare a fare le bamboline, come tutti gli abitanti di questa stupida torre....oppure possiamo renderVi pronta per una guerra vera.>> esclama, mentre io continuo a guardarla titubante, non riuscendo a capire cosa voglia fare.



    Con il fedele bastone tra le mani, invoca le sue radici che fuoriescono dalle mattonelle del pavimento, creando una sorta di gradino sul quale lei sale prontamente dopo aver preso una fiaccola. Ma...sta scherzando? Non vorrà davvero....Oh Dei!
    Seguo il suo esempio, non posso tirarmi indietro proprio adesso, e dopo aver preso una fiaccola cerco di salire con lei sulle radici, ma mi respinge intimandomi di trovare da sola un modo per arrivare lassù. E io come ci arrivo sul tetto adesso???
    <<Volate....>> è la sua unica risposta, prima di lasciarsi trasportare dalle sue radici direttamente sul tetto. Mi sporgo dalla finestra, posso ancora vedere il groviglio delle sue radici protese verso l'alto, accidenti...devo assolutamente pensare ad un modo per raggiungerla, subito!



    Non posso arrivarci senza l'uso della magia, oltre che richiederebbe troppo tempo e la notte si avvicina. Volare... ho bisogno di volare lassù, ma non ho questo dono che tante volte ho ammirato in mio Padre. Devo fare affidamento sui miei mezzi, ha ragione, e devo credere in essi. Ho bisogno di lasciarmi trasportare da qualcosa... qualcosa che posso spostare con la mente, ovviamente. Non ho alternativa, questa è l'unica soluzione. Dalla finestra dell'armeria vedo la mia camera, ed attraverso le tende scorgo il tappeto a terra. Non so se la distanza sia troppa, non ho mai usato il mio potere su un oggetto così lontano. Ma sono qui per sforzarmi al massimo, per testare i miei limiti...ed è questo il momento di iniziare. Mi concentro, connettendo la mia mente a tutto ciò che mi circonda. Sento peso e consistenza di tutti gli oggetti presenti nel circondario, con una precisione ed un raggio maggiore, segno che il mio potere sta crescendo. Sento di aver instaurato la connessione anche col tappeto in camera, con le particelle che lo compongono, che quindi lentamente si sollevano assieme. Il tappeto fuoriesce dalla finestra come da mio ordine, e velocemente attraversa il cortile entrando in armeria, sospeso a pochi centimetri da terra. Oh Dei... ma lo sto facendo davvero?!
    Prendo la fiaccola che nel frattempo avevo poggiato, e con molta titubanza metto un piede sul tappeto, seguito poi dall'altro. Mi inginocchio su di esso, sperando che la mia mente riesca a reggere il peso di entrambi, e lentamente lo sollevo di qualche centimetro, provando a muovermi. Spero di non soffrire di vertigini, non ho mai fatto una cosa del genere e la reputo decisamente fuori di testa. Se non fossi stata io a proporle l'allenamento, probabilmente mi sarei rifiutata di fare questa cosa assurda e rischiosa! Se mi vedesse Lantis gli prenderebbe un infarto!
    Bene... la mia mente sembra reggere il peso del tappeto e del mio corpo, non avverto particolare sforzo e riesco a manovrarlo a piacimento. Per cui decido di tentare, sperando che Saraswaty me la mandi buona. Infondo sono pochi metri, raggiungerò il tetto e finalmente avrò i piedi su qualcosa di ben saldo. Mi faccio coraggio ed esco dalla finestra, trovandomi così a qualche metro dal suolo. OH DEI, SOSTENETEMI!!! Com'è alto!!! Calma Esperin, calma, respira.
    Stringo la fiaccola e la mia spada, e manovro il tappeto verso l'alto, raggiungendo il tetto. Man mano che salgo, le luci che illuminano Dohaeris mi regalano uno spettacolo senza eguali, meraviglioso, che mai mi era capitato di vedere. I sentieri principali sono illuminati a vista, e la nostra bandiera sventola sui pilastri, sostenuta dal leggero venticello serale.



    Salgo ancora più su di un paio di metri, verso il cielo, dimenticando per un momento la septa, continuando a contemplare il panorama del Regno che mio Padre ha tanto amato, e che dobbiamo salvare da questa guerra. Non ho mai visto niente di così bello. Torno giù, e col cuore colmo di orgoglio compio qualche giro sul cortile, accorgendomi solo ora di quanto sia bella questa sensazione. Mi sento viva, mi sento libera, mi sento di poter fare tutto. Vorrei urlare, vorrei ridere a crepapelle, e lo faccio...si che lo faccio! Dei...che sensazione fantastica!



    Dopo un ultimo giro, punto la septa e "volo" verso di lei, fermandomi a poco più di un paio di metri di distanza. Scendo con i piedi sul tetto, lasciando adagiare il tappeto poco più dietro in modo da poterlo poi usare per scendere, ed incastro la fiaccola nelle tegole, così da essere entrambe illuminate. <<Volare è fantastico, Septa!>> le dico, entusiasta, per poi tornare seria, non è il momento di scherzare.



    Impugno saldamente la mia spada, e parto all'attacco sfruttando la mia velocità, cercando di sferrare un affondo al suo stomaco. A noi due, ora!


    Fidelia - Arma in forma dormiente
    Scuola di Magia: alterazione ed illusione
    Telecinesi - spostare oggetti o lanciarli con la forza della mente.

    • Maestro - A piacimento in una vasta area qualsiasi cosa

  2. #1222
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    L'aria serale è fresca, risanante: inspiro a pieni polmoni, il gelo li inonda come magia purificatrice...si sta bene quassù, nel silenzio.
    Mi pongo al centro del tetto, aspettando la principessa: il consiglio che le ho dato è in realtà alla base di ogni buon guerriero, ossia sfruttare i propri poteri con la fantasia, plasmare le proprie capacità in base alla esigenze del momento.
    Se non sa fare nemmeno questo, non merita la mia attenzione.
    Volgo il mio sguardo alla fontana, ed li che vedo un tappeto dirigersi verso l'armeria, librandosi in aria: i miei occhi si allargano soddisfatti...ha capito.



    Dopo un paio di minuti scarsi infatti, la vedo uscire proprio su quel tappeto, in ginocchio, usandolo come appiglio per librarsi in aria...questo trucco è riportato anche nel volume che riguarda i miei poteri, anche se nessuno dopo tanti anni lo associa a me, ma sono stata io la prima a fare quest'uso della telecinesi, almeno per quanto ne sappia.
    La vedo prendere meglio posizione sul mezzo di trasporto, da che sembrava non vedere l'ora di dirigersi al sicuro su questo tetto, la vedo fare un'improvvisa virata, girare attorno alla torre, soffermarsi sul panorama e....ridere.
    Ci prendi gusto, principessa?
    Un sorriso amaro prende forma sul mio viso aggrinzito: è una bella sensazione, in fondo...l'aria che ti fende il viso, i capelli scompigliati e liberi, il vuoto che gonfia i polmoni facendoti salire il cuore in gola...la libertà.



    Libertà di avere il mondo in mano, libertà di poter pensare solo a se stessi e di ridere, ridere...ridere fino allo spasmo.
    Che sapore ha, lady Esperin?
    Ne avete avuto un piccolo assaggio stasera, ma sareste mai in grado di rinunciare a tutto per essa? Quanto coraggio vi ci vorrebbe, per un atto del genere? Mandare tutto e tutti a quel paese, fuggire lontano e vivere, sul serio.
    Mi rendo conto improvvisamente che non vedo più la ragazzina dai capelli corvini, ma una donna sgraziata con i piedi piantati sulla sua lancia, il crine disordinato e sporco, la risata diventa sguaiata, il calmo librarsi in aria si trasforma in più avvitamenti suicidi...non avevo paura della morte allora.



    Stringo più forte l'elsa della mia Forsworn...la voglia di far del male a quella maledetta scopainculo mi assale....lei che si lascia sopraffare da uno stupido cognome, lei che non guarda al di la dei propri doveri e dell'amore per il fratello.
    Non faccio altro anche io che arpionarla a questa vita, ma Raiden sa quanto invidio la sua possibilità di potersene davvero andare, mandare tutti al diavolo e farsi una bella risata....ma no. No. Lady Esperin la sciocca rimarrà qui a farsi mettere i piedi in testa.
    Atterra ad un paio di metri da me, nessuna posizione d'attacco particolare:
    <<Volare è fantastico, Septa!>>
    <<Ma non mi dite...>>



    Un sospiro, un battito di ciglia: la sua spada affonda nel mio stomaco, ma io sono già pronta.
    Non mi aspettavo fendenti o chissà che magie pirotecniche...la lurida reale questa sera punta a fare male, e io sono qui per questo.
    Nello stesso momento in cui sento la punta affondare, mi getto d'istinto più avanti, accompagnandola nel gesto.
    Stringerò i denti, attendendo di sputare il sangue che mi sta salendo in gola al momento giusto...per ogni millimetro che mi trapassa lo stomaco con il freddo acciaio, la mia aura cresce: questa spada è il simbolo della loro famiglia che mi dilania le carni senza mai uccidermi....MAI.
    Andiamo affonda.....affonda.....non potrà mai farmi più male di quanto ogni sporco tuo parente non abbia già fatto! La mia aura di tenebra si nutre dell'odio che covo da secoli, cibandosi della punizione che un domani si ritorcerà loro contro.
    La mia anima esplode nel momento in cui la sua spada raggiunge l'apice dell'affondo...
    Aura di tenebra - Esperto
    Infonde paura: Il cuore palpita più velocemente, si ha un profondo fastidio e soggezione
    La guarderò intensamente negli occhi sputandole addosso anche il sangue, voglio vedere la sua reazione mentre io stessa mi sono gettata sulla sua spada, lo sgomento e lo smarrimento.
    Se riuscirò a distrarla con questo mio gesto appena un poco, passerò il mio bastone dietro le sue spalle, afferrandolo dall'altra parte e stringendola verso di me, per poterle dare un calcio sul ginocchio sinistro: colpirò col tallone, cercando di far rientrare il suo legamento su se stesso....non dovrebbe notare il movimento del piede, dato che l'avrò distratta con l'aura e con il gesto quasi suicida....coraggio principessina della mie cataratte....urla.....URLA.


  3. #1223
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Tutto ciò sta diventando spaventosamente familiare. Le cene in questa sala, le frecciatine dei commensali... penso che mi mancherà la Torre, quando avremo vinto la guerra.


    Lord Tywin decide di congedarsi e di tornare a Castello Nero, non prima però di aver affidato la fiala contenente il veleno a Cassandra. Osservo il composto con brama, potrebbe tornarmi utile una tale arma, anche se i miei obiettivi principali al momento non sono maghi... ma non si sa mai, nella vita.


    Il Lord poi saluta in particolare me e la Feralys, invitando quest'ultima addirittura nel suo castello, anche stasera stessa. Ah... la tela di Adamantia è più intricata di quanto pensassi. La osservo incuriosito, sussurrando nel frattempo un saluto formale al Leithien, che sicuramente non mi avrà sentito. Una donna ha di certo qualche arma in più rispetto agli uomini, ma non sarà questo a demoralizzarmi, anzi... rende il gioco ancora più interessante.


    Finalmente una delle quattro statuine mi risponde, si tratta della donna con la pelle scura e la chioma selvaggia. Piego leggermente di lato la testa quanto pronuncia maliziosamente la parola "offerta": non so se mi sia comoda una persona così sfacciata alla Torre, spesso e volentieri sfacciataggine e ingenuità sono sinonimi. Il resto del discorso è semplice e coinciso, combatterà con noi perché vuole sedare la rivolta, e desidera far parlare i fatti piuttosto che tediarci con la sua storia. Che delusione. <<Se ho chiesto è perché sono interessato, non preoccupatevi, sono un uomo che raramente si annoia>>, le dico gentile, assolutamente senza stizza, per poi infilarmi un altro boccone in bocca. Interviene poi Cassandra che ci comunica la nuova distribuzione delle camere: sir Fanon dormirà con me, mentre Vicent e Gildas condivideranno la stanza, così come lady Araneae e la Hammerfell, due dei nuovi arrivi.


    Lady Loren infine dormirà con il Primo. Sposto lo sguardo su Alagos, e gli regalo un sorriso, alzando verso di lui il calice di vino per poi berne un piccolo sorso. Oh, ci divertiremo un mondo! Sir Fanon sembra proprio un elemento interessante, con quella sua lingua lunga e il naso in ogni faccenda che non lo riguarda, e come dimenticare i pregiati minerali che il paparino tira fuori dalle loro meravigliose terre! <<Sarò un ottimo compagno di stanza, sir Fanon>>, dico, e poi torno a concentrarmi su lady Araneae e lady Loren: sto ancora aspettando una risposta.

    Our wills and fates do so contrary run

  4. #1224
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Lady "la rossa" si rivolge a me, sorseggiando del vino.
    <<Nymeria Hammerfell>> chino leggermente il capo, poi prendo il mio calice colmo di vino rosso e lo sollevo come per brindare <<Alla giustizia?>>
    Assaporo lentamente una sorsata di vino poi le dico affabile <<Lady feralis, spero non soffriate troppo per il povero Taras, mi pare abbiate votato per la sua innocenza...>>.


    Questa donna mi incuriosisce, voglio conoscerla meglio, è riuscita a farsi invitare da lord Tywin in persona... Chissà se ha altro da offrire oltre il suo bel corpicino!



    <<Se ho chiesto è perché sono interessato, non preoccupatevi, sono un uomo che raramente si annoia>> mi risponde il Comandante.





    <<Sono rari gli uomini che apprezzano le parole in una donna...>>


    Sto per raccontargli qualcosa sul mio passato quando il Primo ci comunica le nostre stanze, io dividerò la stanza con Lady Araneae.
    <<[...]potete già portare lì le vostre cose, Agatha vi mostrerà dove si trovano le stanze.>>


    Peccato che io non abbia molti vestiti con me, o, per lo meno, sono poco adatti a queste "cene di gala"... Vedrò di farmi prestare qualcosa da una delle gentili dame.
    Ultima modifica di albakiara; 24th May 2015 alle 16:33

  5. #1225
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters


    Colpevole. E' la fine per il Consigliere Taras che viene trascinato fuori dal colletto da Lantis. Assisto alla scena quasi con sdegno, poi mi alzo dalla sedia ed esco in giardino.
    L'esecuzione è rapida, il taglio netto. La spada del Reggente cozza rumorosamente su uno dei sassi mentre vedo i primi schizzi di sangue macchiare le limpide acque della fontana.



    La testa di Taras galleggia mentre il colore dell'acqua diviene di un fervido rosso.
    E' stata fatta veramente giustizia? Credo proprio di no. Sospiro pesantemente mentre rivolgo l'ultimo triste sguardo alla fontana.



    Finita la carneficina, ritorno al mio posto con l'amaro in bocca. La septa sembra entusiasta come una bambina a cui è appena stato regalato un dolce e Lord Tywin ammette anch'egli di essere contento della condanna. Pur avendo votato per l'innocenza dell'imputato.
    Che senso ha il suo comportamento? Votare "innocente" e poi dichiarare di essere soddisfatto della condanna...apertamente? O con l'avanzare dell'età si sta rincoglionendo o non so. Almeno taci...cosa volevi dimostrare, che soffri di bipolarismo?
    La mia attenzione viene poi catturata dall'annuncio di Lantis: Esperin e Gildas saranno i prossimi a scendere in guerra, come mi aspettavo.
    Non mi preoccupano le abilità della mia amica, ma il far coppia con il giullare. Non è affidabile, non lo hai mai dimostrato. Che sul campo sia diverso? Lo spero. Non vorrei che Esperin dovesse anche badare a lui.
    Dopo un baciamano insnguinato per via degli schizzi di sangue sul viso, Lantis ed Esperin escono dalla sala riunioni. Li seguo con lo sguardo. Spero di riuscire a fare i miei auguri alla principessa prima della sua partenza per l'Auspex.



    Di lì a poco, la cena viene servita, per mia gioia. Mentre vengo servita, noto con la coda dell'occhio sir Urthadar che sfodera il suo più bel sorriso cominciando a dialogare con i nuovi arrivati. Starà cercando dei nuovi alleati con cui complottare? Povere creature.
    Dopo aver consegnato il veleno nelle mani del Primo, l'amorevole Tywin esordisce con un: “Lady Feralys, attendo una vostra visita, se lo desiderate stasera stessa. Comandate, i miei saluti” Osservo la donna gongolare.





    Blocco il cibo tra i denti. Ma guarda un po', una nuova alleanza? Guarda caso entrambi hanno stranamente votato per l'innocenza di Taras. Non vorrei essere paranoica...magari la Feralys è qui alla Torre per fare la cortigiana e io non ne so niente.
    Mando giù in fretta l'ultimo boccone prima che perda l'appetito, mentre il Primo si occupa delle nuove reclute. Con un sonoro rutto la septa si congeda per raggiungere Esperin in armeria. Mi piacerebbe unirmi a loro, ma sono troppo stanca. Sono quasi 48 ore che non dormo.
    Congedo i presenti, soprattutto i nuovi guerrieri con un sorriso. Spero capiranno che ho urgenza di riposare dopo queste due giornate così piene. Infine, mi dirigo verso le mie stanze con la speranza di non trovare altre sorprese.


  6. #1226
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Quello che accade ha dell'incredibile. Conosco la mia septa e nonostante non sia più per ovvie ragioni (e per nostra immensa fortuna!) il demonio di cui le leggende narrano, so bene che non necessita per forza dell'ausilio della magia o delle armi per ridurre a brandelli il proprio avversario, ma le basta affidarsi all'ingegno che l'ha sempre contraddistinta. Mi sarei quindi aspettata di ritrovarmi a colpire il vuoto, o addirittura sospesa a testa in giù, tutto...ma non questo.



    Nel momento in cui la spada comincia ad affondare nel suo stomaco, la vedo protrarsi in avanti, quasi a facilitarne l'affondo. La fisso incredula, terrorizzata, sgranando gli occhi, mentre sento la lama avanzare millimetro dopo millimetro quasi come se lei stessa ne traesse piacere. Sento l'ansia crescere, assieme al ribrezzo per questo gesto masochista, ed alla paura di stare davvero per ucciderla senza volerlo, esaudendo forse qualche suo desiderio perverso. Fisso i suoi occhi freddi e determinati, ed alterno lo sguardo dal suo viso al punto in cui la lama sta affondando, ripetendo il gesto un paio di volte quasi a capacitarmi che lo stia facendo davvero.



    Mollo immediatamente la presa dell'elsa, lasciando la spada conficcata nel suo stomaco, proprio nel momento in cui sento il fastidio e l'angoscia raggiungere il loro culmine, togliendomi la lucidità necessaria per riflettere ed agire di conseguenza. Il suo gesto mi ha completamente spiazzata, e sono talmente sconvolta e spaventata da non riuscire più a muovermi. Sento i miei arti inermi, e gli occhi inevitabilmente fissi nei suoi, dai quali sono certa traspare tutto il mio smarrimento, mentre contemporaneamente riassorbo la mia arma non sopportando più di vederla conficcata nel suo corpo e sporca del suo sangue.



    Lo stesso sangue che mi finisce in pieno viso, quando lo sputa, e d'istinto abbasso le palpebre per non restarne accecata, con una smorfia di disgusto. Sono talmente scioccata che neanche mi rendo conto che con un gesto mi blocca dietro le spalle col suo bastone e mi avvicina a sé, e subito dopo sento una fitta dolorosa che parte dal ginocchio per poi estendersi a tutta la gamba, quando il suo tallone lo colpisce in pieno. <<AHHHHHHHHH!!!>> urlo per il dolore, con tutto il fiato che ho in gola, guardandola con disprezzo. Maledetta! Fisso terrorizzata il vuoto sotto di noi, temendo di perdere l'equilibrio a causa del colpo, sarebbe la fine per entrambe. Nella posizione in cui ci troviamo infatti, con il suo bastone ancora stretto attorno al mio corpo, rischieremmo di cadere insieme se perdendo l'equilibrio mi sorreggessi a lei e la trascinassi con me, ma per fortuna ciò non accade. Riesco a mantenere i piedi saldi sulle tegole, anche se il dolore al ginocchio persiste e continua a pulsare. E' una suicida, non c'è altra spiegazione! Il fastidio che provo nei suoi confronti non si è ancora placato, e vorrei solo potermi allontanare dalla puzza e dall'odio con i quali sta contaminando l'aria che respira. Ma sono bloccata tra il suo corpo ed il suo bastone, e ciò accresce il senso di inquietudine ed il bisogno d'aria, soprattutto dato che i suoi occhi mi deridono per le mie debolezze, ne sono certa... lo sento. Non posso fare nulla in questa posizione, qualsiasi contrattacco sbilancerebbe troppo entrambe e non sono una suicida come lei. Attingo quindi alla mia natura di maga, alla luce che la Dea Saraswaty ci ha donato e che rappresenta l'essenza stessa del nostro potere. Lascio sprigionare la mia aura da ogni singola fibra del mio corpo, con tutta l'energia che riesco ad incanalare nella sua direzione, provando a farla desistere dal tenermi bloccata in questo modo.



    Dovrebbe abbassare la guardia, e l'istinto di combattermi dovrebbe quasi annullarsi, portandola così ad allentare la presa del bastone. Poi, in un gesto di rabbia e di disgusto, sollevo il braccio destro e provo a sferrargli un pugno in pieno viso, con tutta la forza che possiedo, mirando a quei denti marci che si ritrova.



    So che mi sta sfidando, so che mi sta ritenendo incapace ad affrontare la battaglia di domani, glielo leggo negli occhi. Voglio dimostrarle che non è vero, voglio toglierle quel sorriso compiaciuto dal viso, voglio che si renda conto che non sono più una bambinetta che ha paura di sporcarsi le mani di sangue, neanche del suo.


    Aura di luce
    I maghi prendono vita dalla luce e per tale motivo vi hanno forte affinità. Questa caratteristica è associata alla positività ed al bene, ma non sono rari i casi in cui viene adoperata per scopi bassi, il tutto dipende dall’indole del mago. La loro presenza suscita di per sé una certa calma, ma sono in grado di amplificarla per sortire diversi effetti che cambiano a seconda del grado:

    • Maestro – Infonde un profondo stato di benessere, ci si tranquillizza ed il mago, alterando la percezione che si ha di lui, diviene, dunque, una persona nella quale riporre profonda fiducia, la volontà di combatterlo si annulla.


  7. #1227
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin sottrae 10 punti costituzione, Deirdre 20

  8. #1228
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    Solo una cosa non avevo previsto: che si cagasse talmente sotto da richiamare persino l'arma!
    Pochi centimetri distano i nostri busti, il sangue mi inonda il saio a partire dalla profonda lacerazione, sento un vuoto a livello dello stomaco....letteralmente!
    La arpiono con la lancia colpendola al ginocchio con il tallone, così come avevo previsto:
    <<AHHHHHHHHH!!!>>



    Oh si....siiiiii, urla, maledetta Raeghar, fammi vedere quanto mi odi in realtà, quanto sono falsi i tuoi sorrisini e le tue buone parole!
    Io ci sputo sulla tua pietà!
    Difesa - Esperto
    Capacità di schermare la propria mente da attacchi psichici ed illusori (si attiva automaticamente e l'incantatore che lo usa avverte un formicolio alle tempie):
    Scudo della mente - Se l’attacco arriva da un raggio di 5 metri
    Un fischio alle orecchie mi avvisa del pericolo imminente: un'aura bianca e pura si sprigiona dalla principessa Esperin, è forte, il mio scudo mi martella il capo tentando di rimandarla indietro....è opprimente....no....no!
    Brutta piccola serpe, col naso a patata così carino che ci farei cuccicuccicù...quelle orecchie a padella che starebbero benissimo con degli orecchini di madreperla.....e i suoi ondulati capelli....ooooohhhhhhh.....



    Un pugno mi arriva in pieno viso, sento la mascella fare letteralmente CRACK. Ohhhh, che belle le stelle!!
    Uno sguardo ebete si dipinge sul mio viso (la mascella aiuta a far cascare il labbro inferiore), mentre lascio andare la presa della mia lancia dietro le sue spalle per osservare il suo morbido crine:
    <<Oooohhhhhh, che bei capelli principessina!!!>> unisco le mani in preghiera, la lancia chiusa tra le mie braccia, gli occhi a forma di cuore: e il vestito? Oh.....no...........ho macchiato il suo vestito di sangue!!!!
    <<Oh principessa, mi dispiace tanto!!! Il vostro meraviglioso vestito tutto sporcoooooooo!!>> l'abbraccio piangendo, coccolandola mentre la sento irrigidirsi.
    Mi stacco da lei lasciando le mie mani sulle spalle e le sorrido radiosa:
    <<State SERENA lady Esperin, non avrete più modo di alterarvi con me! Sarò una brava nonnina, veniteeeee!!!! >> la lascio cominciando a saltellarle incontro, mentre la vedo osservarmi disorientata: non capisce a cosa giochiamo?



    Ma i maghi non fanno sempre questo all'Axupex?
    <<Forza Lady Esperin! Cantate con me!!! C'era Esperina, dindille e didella, che era la principessina, dindille e cavalier!>>
    Continuo a saltellarle intorno, allargando sempre di più il mio giro e facendo roteare il bastone a ritmo della canzoncina.
    <<Faceva il gitondo, dindille e didella, ma.....forse non.........non le piaceva....sniff....dindille e .....sniff....cavalier! >>
    Mi fermo di scatto, sto scoppiando in lacrime....perchè non vuole giocare con meeeee???
    Improvvisamente mi coglie un'idea, la mia faccia si ridipinge di felicità: oh si, la renderò felice e mi vorrà bene!



    A lei piace volare, io sono a due passi dalla sporgenza del tetto, mi basta.....OPLA'!
    <<WIIIIIIIIIII!>> urlo felice mentre mi lancio di sotto, salutandola contemporaneamente.



    Nb: ho chiesto a sere cosa avrebbe fatto in caso di queste mie "esternazioni",
    e lei mi ha risposto che sarebbe rimasta a guardare, quindi la cosa è concordata ù_ù


  9. #1229
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Per tutti gli Dei maggiori, i minori e tutte le sacre lucciole dell'Auspex...non posso credere ai miei occhi! Cosa diamine sta prendendo alla septa? Non può essere tutto provocato solo dall'aura, non ho mai visto nulla di simile! Ha fumato qualcosa prima di salire quassù? Eppure prima sembrava normale, sobria! Piange, ride, mi gira intorno, saltella, mi sta facendo venire il mal di testa!



    Mi parla dei miei capelli, mi tocca il vestito, si dispiace di avermelo sporcato di sangue. Mi abbraccia, mi coccola (addirittura!!!) con gli occhi quasi a cuoricino!!! Non si scompone neanche davanti al pugno, ma anzi la mandibola rotta le conferisce un aspetto ancora più....sinistro Aiuto... salvatemi!



    <<Forza Lady Esperin! Cantate con me!!! C'era Esperina, dindille e didella, che era la principessina, dindille e cavalier!>> comincia a cantare saltellandomi intorno ruotando il bastone.



    Oh Dei...fate che sia solo un tentativo di distrarmi, per poi colpirmi a sorpresa. Potrei scorgervi dell'ingegno in questo caso, o forse no, ma sarebbe meglio di niente. Qualsiasi cosa... qualsiasi... ma fate finire questa cosa
    <<Faceva il gitondo, dindille e didella, ma.....forse non.........non le piaceva....sniff....dindille e .....sniff....cavalier! >> si ferma di scatto, sembra delusa dal fatto che sia rimasta immobile a guardarla sbigottita. Ecco... ora mi attacca, me lo sento. Si dai...è tutto regolare, ora mi farà male, evviva! Sta per attaccarmi e tutto tornerà come prima.



    Coraggio...insultatemi. Forza... Vi prego, fatelo!!! Vi prego! Tornate la vecchia burbera di sempre...così mi fate seriamente paura! Ma cosa.... cosa diavolo fa? Si sta sporgendo... richiama le radici? no...si sta lanciando! COSA DIAMINE FATE SEPTA!!! <<WIIIIIIIIIII!>> urla, gettandosi e salutandomi con la mano. NOOOOOOOOOO!!!!!!!



    Mi volto immediatamente verso il tappeto che per fortuna avevo lasciato sul tetto, connetto la mia mente ad ogni fibra che lo compone e lo sollevo, lanciandolo immediatamente alla rincorsa di quella pazza che si è lanciata senza motivo, sporgendomi dal tetto per osservare il tutto. La septa si avvicina pericolosamente al suolo, ma arrivo giusto in tempo ed il tessuto riesce a frenare la sua caduta quando è a poco più di mezzo metro da terra. Senza indugiare la riporto indietro, fino a farla trovare a mezzo metro più su del tetto, a circa due metri da me, ed eventualmente la lascerò cadere col sedere per terra sulle tegole, adagiando nuovamente il tappeto poco più dietro. Ma che razza di idea le è saltata per la testa? Voleva ammazzarsi? Mi ha fatto prendere un colpo, accidenti a lei! <<Se avete finito con queste pagliacciate, possiamo iniziare a fare sul serio, Septa>> le dirò seccata, prima di focalizzare la mia Fidelia, richiamandone ogni molecola tra le mie mani e lasciandole ricongiungere fino ad assumere la sua forma materiale, e scagliarla verso di lei puntando stavolta a colpirla allo sterno.


    Fidelia - Arma in forma dormiente
    Scuola di Magia: alterazione ed illusione
    Telecinesi - spostare oggetti o lanciarli con la forza della mente.

    • Maestro - A piacimento in una vasta area qualsiasi cosa

  10. #1230
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    WiiiiiiiiiiiiiiiiiiooooooooooooocaaaaaaaAAAAAAAAZZZZZOOOOOOOO!!!!!!!!!!
    Maledetta zompaperete, che diamine mi ha fatto fare, io la rovinooooooooooooo!
    In meno di un secondo, vedo il cielo prima allontanarsi da me e poi fermarsi di botto: sono atterrata su qualcosa di...morbido.



    Il tempo di comprendere che diamine sta succedendo, che vedo la principessa affacciata al margine del tetto: la guardo furibonda, mentre sento di nuovo il tappeto librarsi per aria.....EH NO. NO!
    Non mi farò trasportare come un pacco da questa sgallettata.



    Peccato che alla Terra è impossibile non dare le spalle, piccola sciocca...volevi l'addestramento serio? Eccotelo servito!
    Mentre risalgo verso di lei, concentro alle sue spalle un silenziosissimo groviglio di spire, ad un solo metro dai suoi piedi: si alzeranno all'altezza delle sue braccia e solo quando potrò saltare da sola dal suo tappeto per atterrare sana e salva sui i miei piedi, la farò afferrare dalle mie radici, ricoprendo interamente le spalle e le braccia fino alla punta delle dita.
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione


    La solleveranno lievemente da terra spostandosi verso l'esterno del tetto.
    Se riuscirò in quest'intento, la mocciosa dovrebbe trovarsi appesa con solo il giardino sotto di lei...in quel caso le griderò:
    <<E' questo che fate, in guerra? Salvate il Vostro nemico?.........Non. Siete. PRONTA!>> terminando il tutto colpendo le tegole con la base del mio bastone.



    Ha già usato la telecinesi, se userà i cloni me ne accorgerò grazie al mio scudo, ma l'aura....mi allontano a più di dieci metri, indietreggiando....si, ci siamo, da qui non dovrebbe raggiungermi! Tossisco mantenendomi lo stomaco...sputo a terra un grumo di sangue, dopodiché serro i denti per il dolore....maledetta, eccoti il tornaconto!



    Cosa farai ora, stolta? Se provi a tagliare le radici con la tua spadina ricadrai di sotto, o credi che te le lascerò afferrare...posso farle sparire quando voglio!
    Mostrami di cosa sei capace....


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •