Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 124 di 339 PrimaPrima ... 2474114122123124125126134174224 ... UltimaUltima
Risultati da 1,231 a 1,240 di 3385
  1. #1231
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Ascolto i verdetti che si susseguono uno dopo l’altro. Lady Lumen si dichiara favorevole all’esecuzione, il Gran Maestro invece è contrario, ma è il Principe Lantis ad esprimere il verdetto finale: colpevole. Afferra con violenza il condannato a morte e lo trascina di peso fuori in giardino; a differenza di alcuni non esco ma, semplicemente, mi affaccio dalla finestra che dà sulla statua di Lady Margarete e con sguardo apatico osservo i vani tentativi di Taras per liberarsi. Mi domando se le prove fossero davvero sufficienti per arrivare ad incriminarlo ma, soprattutto, se queste morti si potevano evitare. In fondo nulla è stato certo durante il processo e non è difficile pensare che ci sia una mente più corrotta e scaltra che ha manovrato il corso degli eventi a suo favore. Dubbi, ecco cosa si annida nella mia testa, che si insinuano nella mia coscienza provocandomi incertezza... Ma che sto facendo? Io che sono un cavaliere, un fidato servitore e dovrei sostenere il Principe Lantis, sto mettendo in dubbio la sua parola? Anche il Primo dopotutto si è espresso allo stesso modo e questo conferma che qui sono io in torto. Come mio solito mi lascio guidare dal mio buon cuore ed auguro redenzione al prossimo… Ma stavolta no. Taras è colpevole. Colpevole di non aver adempiuto i suoi doveri di consigliere, colpevole di negligenza e colpevole di non aver fermato l’avvelenatore. Il mio volto è impassibile durante l’esecuzione, maschero perfino l’orgoglio che sento quando odo il Principe Lantis emettere la sua sentenza esattamente come un uomo del Nord.



    Una semplice frase la sua… Che racchiude il nostro onore, il nostro senso del dovere e la nostra giustizia. Dopo un forte bagliore ecco apparire nel palmo della sua mano la spada che con impeccabile letalità cala sul collo del condannato.



    <<Valar Morghulis>>, sussurro fissando l’acqua che si colora di una tonalità rosso cremisi.



    Il Principe Lantis, dopo aver ordinato di ripulire e di scortare in prigione l’ex consigliera Niniel, rientra in sala e torna a sedersi al suo posto. Rimanda a domani il resoconto per Franthalia e conferma che i prossimi due guerrieri che dovranno scendere in campo saranno Sir Gildas e la Principessa Esperin. Mi sforzo di non guardare nessuno, di mantenere la compostezza adatta al mio ruolo, e di ripetermi in testa le parole di Cassandra per farmi forza: Esperin è una Raeghar e per lei scendere in campo non è che un magnifico onore. In quanto a Sir Gildas invece non sono preoccupato. Sono cosciente della sua follia ma in armeria, quando mi sono misurato con lui, ho notato un guerriero abile che con la sua imprevedibilità potrebbe giocare un ruolo fondamentale all’Auspex. Quando la riunione termina, il Gran Maestro parla con la Septa dichiarandosi anche lui “contento” della sentenza emessa - ma fino a pochi minuti fa non ero contrario? - e poi si congeda lasciando la fiala di veleno al Primo, facendo i suoi saluti al Comandante e… invitando Lady Feralys al castello nero.



    Curioso… A quanto pare la dama ha attirato le attenzioni dei Leithien: mi chiedo quando sia accaduto ciò. Cerco comunque di non badarvi troppo e nonostante l’appetito sia quasi assente mi accomodo al tavolo, sforzandomi di mangiare. Nel corso della cena però Cassandra ci informa di alcuni cambi di stanza: Sir Fanon dormirà con il Comandante (pover’uomo… Non lo invidio per niente!), Lady Loren con Cassandra, le due nuove dame si divideranno la mia vecchia stanza ed io starò con Sir Gildas. Sorridendo a Cassandra inclino leggermente la testa da un lato e confermo con un cenno che l’idea mi va bene: sarà un ottima opportunità per poter legare con qualcuno qui e, magari, fare davvero amicizia con lo strambo ma simpatico individuo.Per “festeggiare” la lieta notizia ordino ad un servo di versarmi del vino ed alzando il calice rivolgo un brindisi al cavaliere. Dopo aver bevuto, non appena poso il bicchiere sul tavolo, vedo la Septa volare sopra un tappeto… Afferro nuovamente la mia posata per continuare a mangiare e... CHE?!



    Sbatto le palpebre incredulo ed usando l’indice allontano il calice di vino dal mio piatto intanto che domando a Lady Feralys, <<Sono io ubriaco qui o la Septa ha appena volato su un tappeto…?>>.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th May 2015 alle 17:31



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  2. #1232
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    La tizia dalla folta chioma mi risponde, ma sono troppo rapita dai suoi capelli per ascoltarla attentamente: ci vivrà qualcuno lì dentro, a parte ovviamente zecche e pidocchi?
    "Alla giustizia?" - dice poi, chinando il capo.


    Ma sta facendo sul serio? Alla giustizia? Se davvero esistesse una giustizia mezza Torre sarebbe sotto terra in questo momento e nel numero dei defunti ci sarebbe ovviamente lei insieme agli altri nuovi, tranne l'elfo, per il momento, potrei divertirmici un pò prima.
    Fingo di sorriderle e sgrano gli occhi con aria interrogativa, mentre lascio che uno dei servi mi riempia nuovamente il calice.
    "Sono rari gli uomini che apprezzano le parole in una donna..."
    "Per fortuna mia cara, perchè in genere a quegli uomini piace giocare con le banane, ma per fortuna non è questo il caso del nostro comandante: un uomo aitante e virile come pochi qui dentro" - giù le zampe carina, capisci chi comanda qui? Ad interrompere questa bellissima conversazione ci pensa il Primo che se ne esce con una ridistribuzione delle stanze. Spero non faccia la stupidaggine di mettermi con qualcuno di questi perchè potrei inavvertitamente bruciarne il letto.


    Per fortuna tutto si risolve bene per me, ma Aiden si becca l'elfo tra capo e collo e sir Dreth il pazzo giullare: addio Vicent, è stato ... simpatico conoscerti! Ridendo sotto i baffi immaginando le nuove situazioni, continuo a spiluccare dai piatti che adornano la tavola, mentre la septa viene richiamata dalla principessa: non possono stare un minuto lontano quelle due, è proprio amore con la a maiuscola. Anche lady Waters fugge via proprio quando Dreth si unisce a noi commensali e si fa riempire la coppa di buon vino fresco per festeggiare il nuovo compagno di letto. Avvicino anch'io le labbra al bicchiere e prendo un bel sorso. Sto per trangugiare avidamente il dolce nettare quando Vicent si rivolge a me con una strana frase: "Sono io ubriaco qui o la Septa ha appena volato su un tappeto…?"


    Guardo istintivamente verso la finestra e vedo in effetti la vecchia librarsi a mezz'aria cavalcando un sudicio tappeto. La sorpresa è troppo grande, i miei occhi non credono a quello che sto vedendo. Non riesco a trattenermi, è più forte di me, mi volto verso il mietitore di Franthalia e gli sputo in faccia tutto il liquido contenuto della mia bocca.


    Mi porto subito una mano sulle labbra, ma non per pudicizia, ma perchè voglio mascherare il riso: la sua faccia seria è così comica in questo momento! Oh dei, non ce la faccio e una risata esplode prepotente scuotendo tutte le mie membra.
    Attenderò che il povero soldatino dica qualcosa, dopodichè gli porgerò le mie scuse più sentite e mi ritirerò nella mia camera. Devo prepararmi il Lord del Castello Nero mi attendere e io non voglio farlo aspettare più del dovuto.


    NB: l'azione di Vicent che si prende il vino sputato in faccia è concordata con Damnedgirl XD


  3. #1233
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    E' notte

  4. #1234
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Mentre il tappeto torna indietro sorreggendo il peso della septa, questa mi fissa furente e non appena si assicura sulle proprie gambe, sento qualcosa afferrarmi alle spalle.



    Non faccio in tempo a realizzare, che velocemente delle radici mi afferrano per spalle e braccia, stringendole fino alla punta delle dita.



    Non riesco più a muovere le braccia e quindi a divincolarmi o a materializzare la spada, e le radici mi trascinano verso l'esterno del tetto, nonostante io cerchi di ostacolare tale movimento con le gambe. Non ho nulla a cui aggrapparmi, ed in breve tempo mi ritrovo sospesa nel vuoto, sopra il giardino, sostenuta solo dalle radici.



    <<E' questo che fate, in guerra? Salvate il Vostro nemico?.........Non. Siete. PRONTA!>> grida lei, battendo poi con la punta del suo bastone sulle tegole. Provo a divincolarmi inutilmente, la morsa è troppo stretta ed un senso tremendo di vertigine mi colpisce in pieno quando abbasso lo sguardo verso il basso. Se dovesse lasciarmi cadere adesso probabilmente morirei, siamo troppo in alto e non posso ricorrere alla telecinesi, avendola utilizzata per lei. Sono stata una stupida, ha perfettamente ragione. Ma non potevo guardarla mentre si spiaccicava a terra, non potrei mai fare una cosa del genere. Una cosa è in battaglia, una cosa è con un alleato...o almeno questo è quello che continuo a ripetermi, anche se ho paura di mostrare una debolezza fatale come questa anche in battaglia. La septa si sarebbe aiutata con le radici, ed a differenza mia lei sarebbe riuscita comunque a cavarsela, mentre io adesso sono totalmente fregata, ed ho fatto tutto da sola. Dannazione.
    <<Avete ragione, va bene? Ho sbagliato>> le grido, seccata, ammettendo il mio errore, e lentamente le radici mi riportano verso il tetto, con mio enorme sollievo. Non appena riesco a poggiare i piedi sulle tegole, con le radici ancora a tenermi ferma, il suo bastone mi colpisce in faccia e noto il suo solito sguardo strafottente e compiaciuto.



    Questa volta non mi lamento, nonostante quel bastone faccia un male cane, ed accuso il colpo trattenendomi. Non posso neanche rispondere con un calcio, dato che è troppo distante e sono bloccata dalle radici. Devo ammetterlo, è stata brava a sfruttare l'affetto che provo per lei, mi ha messo faccia a faccia con una mia grande debolezza e certamente ho imparato la lezione, non mi farò più scrupoli. <<Voglio continuare>> le dico, decisa, questo allenamento per me non è ancora finito, non ho intenzione di arrendermi così ! Materializzo la mia Fidelia, la cui lama taglia le radici che avvolgevano la mano destra, e provo a liberarmi anche delle altre. Toglietemi queste radici di dosso, altrimenti le taglierò una ad una!




    *Azioni di Deirdre concordate con Maru1e1a

  5. #1235
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Lady Adamantia non si sbottona sulla sentenza, si limita a sorridere e a farsi riempire nuovamente il bicchiere.
    <<Per fortuna mia cara, perchè in genere a quegli uomini piace giocare con le banane, ma per fortuna non è questo il caso del nostro comandante: un uomo aitante e virile come pochi qui dentro>>


    <<Una vera fortuna!>>
    Questa donna non manca mai di lanciare frecciatine, chissà fin dove si è spinta col Comandante. Sposto lo sguardo su entrambi per cercare di cogliere qualcosa tra i due.


    <<Sono io ubriaco qui o la Septa ha appena volato su un tappeto…?>>


    Guardo fuori ed effettivamente scorgo la Septa librarsi in volo, avevo letto qualcosa nei testi antichi che commerciavamo, ma mai avrei creduto di vederlo con i miei occhi.


    Ladi Feralys non riesce a trattenere lo stupore e sputa il suo vino addosso a Ser Vicent. Oh, quanta eleganza!


    <<Questa giornata non finirà di stupirmi... E pensare che nei miei innumerevoli viaggi ne ho viste di stranezze e di meraviglie>> esclamo, poi finisco di bere il mio vino... Chissà quando gli altri si degneranno di presentarsi così da terminare la cena, non sarebbe appropriato alzarsi ora.
    Ultima modifica di albakiara; 24th May 2015 alle 17:14

  6. #1236
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Deirdre ed Esperin sottraggono 15 punti costituzione

  7. #1237
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Avrei voluto assaggiare un'altra coscia di pollo, ma credo che alla fine mi sarei addormentata con la faccia nel piatto.



    Uscendo dalla sala, incontro Theon al quale rammento con un sorriso: "Sai cosa fare con gli avanzi della cena!". Dopo averlo congedato, barcollando neanche fossi ubriaca, imbocco il corridoio che porta alle mie stanze.



    Non vedo l'ora di mettermi a letto e scacciare ogni tipo di pensiero o preoccupazione dalla mia testa.
    Apro lentamente la porta e mi affaccio guardinga. "C'è nessuno...?" chiedo, non si sa mai.



    "Vi ho preparato il lett..." comincia a dire una sagoma venuta fuori da dietro l'armadio, prima d'essere interrotta dal mio sandalo lanciato sulla sua faccia.
    Era Dora, la mia ancella. "Per la barba d'alghe del Dio Abissale!" esclamo accorrendo da lei, prima di scoppiare a ridere.
    "Non dovresti sbucare così dal nulla, Dora. Soprattutto dopo che qualcuno si è introdotto qui per cercare di uccidermi." le faccio, riprendendo il fiato.
    Dopo essermi assicurata di non averle fatto troppo male, la congedo per rimanere finalmente sola. Indosso la vestaglia e mi metto a dormire.



    Appena chiudo gli occhi, rivedo la testa di Taras galleggiare nella fontana macchiata del suo stesso sangue, l'esecuzione di Callien. Immagino anche la fustigazione di domani ai danni della Consigliera Niniel e penso a chi potrebbe aver tirato i fili di tutto questo. L'ansia e la preoccupazione tornano a farmi visita.
    No Alinor, non ricominciamo. Mi metto seduta sul letto, sbuffando. Userò la magia per tranquillizzarmi e magari dormire serena e sognare unicorni che corrono felici sugli arcobaleni.



    Chiudo gli occhi, concentrandomi sulla mia essenza di maga. Libero la luce che risiede in me espandendola a tutto il mio corpo. Mi sento subito più calma, più rilassata e ottimista.

    Aura di luce - I maghi prendono vita dalla luce e per tale motivo vi hanno forte affinità. Questa caratteristica è associata alla positività ed al bene, ma non sono rari i casi in cui viene adoperata per scopi bassi, il tutto dipende dall’indole del mago. La loro presenza suscita di per sé una certa calma, ma sono in grado di amplificarla per sortire diversi effetti che cambiano a seconda del grado:
    - Esperto – Si avverte un profondo stato di rilassatezza e ci si sente propensi positivamente verso lui.
    Ultima modifica di scarygirl; 25th May 2015 alle 21:22


  8. #1238
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Sono ancora assorta nei miei pensieri, quando la voce del Comandante mi riporta alla realtà...

    "Ci tengo a darvi finalmente il benvenuto alla Torre, siete giunti in un giorno infausto... Vi invito a venire da me per ogni evenienza. Posso chiedervi cosa vi ha spinto a unirvi alla nostra nobile causa? Ho già discusso con sir Fanon, ma sono interessato anche alle vostre storie".



    Sto per rispondere alla sua domanda, ma la Hammerfell mi anticipa ed inizia a parlare.



    Peccato che, poco dopo, anche la bestiolina rossa si intromette nel discorso.



    Lei e le sue frecciatine del cavolo! Saprei io dove ficcargliele!
    Sono ancora intenta a fissarla, quando la voce di Sir Dreth si fa strada nei pensieri.
    Oh, porca vacca! Ma che caspita succede?!

    -Riesci sempre a divertirti, eh? "Adorabile" vecchiaccia...- penso divertita abbozzando un sorriso.

    Mi viene in mente il sonoro rutto con cui ha allietato le nostre orecchie poco fa ed il sorriso mi arriva fino alle orecchie.

    -A quanto pare la bestiolina rossa fa concorrenza alla tua innata grazia ed eleganza, Vecchia- rifletto mentre osservo assai disgustata la scena che mi si para davanti: la faccia di Sir Dreth gocciolante.

    In effetti per una tipa come lei è difficile tenere chiusa la bocca, l'ha dimostrato fino a poco fa, quindi c'era da aspettarselo. Tuttavia mi ha colpito (e non poco!) il fatto che Lord Leithien l'abbia invitata nel suo castello. Sarà meglio tenere d'occhio la stregaccia: qualcosa mi dice che è una bestiolina decisamente poco addomesticata.

    "Vi chiedo perdono, Sir Comandante, per il lungo tempo impiegato nel rispondere alla Vostra domanda. Ero ancora... come dire... rapita dagli eventi..."



    Tre morti nel giro di poche ore. Oh, Raiden... questo è proprio il posto che fa per me!
    Ho preferito non esprimermi sul giudizio finale, eppure sono convinta che uccidere entrambi i Consiglieri sia stata una pessima mossa. I cadaveri non parlano, Principe Lantis... forse non lo sai.



    Vabbè... mi sono comunque divertita nel godermi lo spettacolo.
    Se non fosse per la terribile notizia relativa alla condivisione della stanza con la Hammerfell, sarebbe veramente tutto meraviglioso. Cavolo, ma questa è la Torre dei Reali od un vecchio ostello? Mi toccherà dividere i miei spazi con lei, dover stare sempre in tensione e non poter mai essere me stessa fino in fondo. Che palle!!!

    "Comunque, Comandante, il motivo che mi ha spinta ad unirmi alla Vostra causa è semplice e, credo, condiviso dalla maggior parte dei Signori e delle Dame presenti: proteggere il regno dall'invasione di questi rozzi e stolti rivoltosi. Non oso pensare a cosa potrebbe accadere se esseri del genere riuscissero in qualche modo a prevalere sulla nobile stirpe dei Raeghar. Saremmo costretti tutti ad assistere alla distruzione del Regno e delle ricche terre confinanti. Una vera tragedia..." - afferro delicatamente il calice posto sulla tavola imbandita, con un rapido cenno del capo ordino ad un servo di riempirlo d'acqua e dopo una lunga sorsata continuo - "Vi ringrazio per il cordiale benvenuto. Se acconsentite, tuttavia, mi permetto di dissentire su un punto del Vostro discorso: sulla base dei terribili avvenimenti a cui abbiamo assistito oggi, direi che il nostro arrivo è stato propizio.
    Qui alla Torre si stanno verificando degli accadimenti gravissimi e... com'è che si dice... l'unione fa la forza... siete d'accordo?
    "



    Distolgo lo sguardo dall'uomo per iniziare a mangiare qualcosa.
    Il lungo viaggio mi aveva già messo un certo languore e grazie al tetro spettacolino a cui ho potuto assistere poco fa, ora ho proprio una gran fame!
    Ultima modifica di valuccia85; 22nd May 2015 alle 20:09

  9. #1239
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth




    Lady Feralys
    si volta in mia direzione ed in tutta risposta alla mia domanda mi sputa del vino in faccia… Letteralmente.



    Chiudo gli occhi di riflesso ed inghiotto un bel groppone di saliva istigandomi di non scoppiare a ridere assieme alla dama perché per quanto sia ilare l’accaduto so bene che il mio sarebbe un gesto indecoroso ed inopportuno: un processo è terminato, due traditori sono stati appena giustiziati ed il nostro Re è in punto di morte... Non posso ridere.



    Mantengo dunque la mia compostezza e con tutta la calma del mondo uso la manica della camicia per asciugarmi, poi aprendo gli occhi fisso la dama ed abbozzando un sorriso le dico, <<Va tutto bene Lady Feralys, è solo un po’ di vino…>>. Ascolto la dama quando mi porge le sue scuse - che non erano necessarie ma accetto ugualmente - ed intanto mi slaccio la camicia che è ridotta ad uno straccio.



    La voce della dama vestita in modo...esotico però attira la mia attenzione. Fa una battuta di spirito sulle stranezze che avvengono qui alla torre della mezzaluna, accennando ai suoi viaggi e le meraviglie che ha visto. Che fortuna la sua, deve essere bello poter visitare il mondo: personalmente non posso permettermi questo lusso e l’unico posto da me conosciuto è il freddo Nord. <<Sì, sappiamo come divertirci…>>, esclamo sarcastico e consegno ad un servo la mia camicia. Anche la seconda dama dall’abbigliamento insolito prende la parola e fa un discorso piuttosto accorato sulla guerra e l’infausta giornata. Incuriosito slitto con lo sguardo sui nuovi presenti per cercare di rammentare i loro nomi, ma purtroppo la mia memoria non collabora… Tutti sconosciuti, eccetto che Sir Fanon. Male. A quanto pare l’assecondare mio cugino nelle sue scorribande sotto le sottane delle nobildonne invece che seguire le lezioni della mia septa comincia a farsi sentire... Già... Se solo non mi fossi lasciato trascinare da lui mi sarei evitato molti guai.



    Scaccio il pensiero e schiarendomi la voce intervengo a mia volta, <<Probabilmente la domanda è stata già fatta, ma potrei sapere con chi ho il piacere di interloquire?>>, osservo i tre volti uno ad uno, <<Prima ero… distratto ed ammetto di essermi perso le presentazioni>>, sorrido leggermente imbarazzato ed ascoltando la loro risposta riprendo a mangiare… Ma stavolta bevendo solo acqua.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th May 2015 alle 19:02



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  10. #1240
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    La cena continua con relativa tranquillità. Come prevedibile Lady Alinor si congeda prima di tutti, ormai la notte è calata e la Waters ha avuto una giornata decisamente impegnativa. Dovrei riposare anche io... sono in piedi da 48 ore, e non sono di certo state ore rilassanti.


    Sento lo stimolo di sbadigliare ma riesco a controllarmi, come l'etichetta desidera: non voglio di certo fare brutta figura davanti ai nuovi arrivati. Anche se, da quello che ho potuto vedere finora, i miei sforzi potrebbero essere sprecati, dato che nessuno si è ancora guadagnato la mia attenzione. Guardo Adamantia sorridendo dopo la sua frase, mi piace quando due donne marcano il territorio, soprattutto se sono io il territorio.
    Fortunatamente ci pensano i miei amiconi a rallegrare la serata: la Feralys infatti si improvvisa fontana e sputa del vino direttamente in faccia a Dreth, mentre alle loro spalle noto la septa che svolazza felice su un tappeto. Guardo istintivamente il mio calice, è ancora pieno, non sono ubriaco... mi viene spontaneo ridere, ovviamente con educazione e rispetto, cosa starà combinando la vecchiaccia? <<Non ci annoiamo mai>>, dico a vuoto, senza rivolgermi a qualcuno in particolare. Proprio mentre sto finendo di gustare il mio cinghiale, lady Araneae si decide a rispondermi.


    La ascolto distrattamente, seguendo con gli occhi il servo che le versa dell'acqua (che delusione...), e le presto la mia totale attenzione solo quando mi rendo conto che ha capito fischi per fiaschi.


    <<Ovviamente il vostro arrivo è stato propizio, e sono sicuro che contribuirete a mantenere alto il vessillo dei Raeghar. Dovete capirmi, però, se ritengo lo stesso che questa giornata sia stata infausta... una nostra compagna è stata aggredita, e due consiglieri della Corona si sono rivelati dei criminali>>.


    Scuoto mestamente la testa, fingendo tristezza... la giornata è stata sfiancante, sì, ma così piena di eventi! Peccato per la sopravvivenza di lady Waters. <<L'unione fa la forza, come contraddirvi? Non vedo l'ora di misurarmi in allenamento con ognuno di voi>>. Rimango poi in silenzio dopo che Vicent ha chiesto loro i nomi, ammetto che ne ho perso qualcuno. La Hammerfell, per esempio, Cassandra ha chiamato così la donna coi capelli ricci e neri... ma non ho afferrato il nome.

    Our wills and fates do so contrary run

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •