Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 13 di 339 PrimaPrima ... 311121314152363113 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 3385
  1. #121
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    *A causa del danno subito, Alinor deve togliere 15 punti costituzione dalla scheda*

  2. #122
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Il mio potere sortisce il suo effetto e la principessa rivolge la sua arma contro Lady Alinor Waters che non fa in tempo a spostarsi. Ouch!
    Vorrei godere un pò di più di questa piccola vittoria, ma la piccola reale riesce, non so come, ad eludere in qualche modo il mio charme generando un clone che mi attacca alle spalle e mi punta la spada alla gola: ma come diavolo ha fatto?
    D'improvviso, invece di sentirmi terrorizzata per quello che mi sta accadendo, un'insolita aura di tranquillità mi pervade completamente rendendomi rilassata e a mio agio in questa situazione piuttosto ingarbugliata.
    Se qualcuno ci vedesse: tre donne aggrovigliate tra loro in armeria che se le danno di santa ragione!
    Il sogno di ogni maschio che si rispetti.
    Non ho interesse ad attaccare Lady Alinor, non mi sembra giusto vista la ferita già infertale da Esperin, piuttosto quest'ultima, che tenta di affettarmi come un tacchino arrosto, assaggerà la mia furia.
    Ho dato fuoco a quel maledetto manichino non per metterla in difficoltà, ma per farle capire che unendo le nostre forze avremmo potuto fare molto di più, ma quell'ingrata dal cervello delle dimensioni di una nocciolina non ha saputo fare altro che scagliarsi contro di me.
    Conoscerai la mia furia, ragazza!
    Sono una donna, non ho la forza di un guerriero, non l'avrò mai, per cui da quando ho iniziato ad allenarmi ho insistito sulla velocità, sulla destrezza. Ho imparato ad evitare le sfere di fuoco in movimento lanciatemi contro da mio padre, prima piano, poi sempre più veloci. Liberarmi da questa situazione non dovrebbe essere troppo difficile per me. Faccio perno sulla mia gamba sinistra spostandovi tutto il peso di corpo, con una mezza piroetta dovrei trovarmi faccia a faccia con la principessa e guardandola negli occhi attiverei la mia aura di tenebra, in modo che Esperin provi terrore, un terrore che non ha mai provato prima. Penserà che presto perderà suo padre, suo fratello morirà in battaglia e lei resterà sola, sola in mezzo ad un covo di serpi e scoppierà a piangere rinunciando al suo attacco. In seguito potrò colpirle il polso con la forza necessaria per disarmarla ed impossessarmi della sua spada.

    • Esperto – Infonde paura: Il cuore palpita più velocemente, si ha un profondo fastidio e soggezione


  3. #123
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth



    Poggio sovrappensiero il carico a terra, proprio di fianco la porta d’ingresso.
    Sinceramente ancora non riesco a spiegarmi la ragione per cui un manichino sia stato lasciato all’infuori delle mura ma prendo il lato positivo della cosa: almeno l’intruso era un falso allarme.
    Dopo essermi assicurato che Agatha si sia ripresa dallo shock, la lascio tornare al suo lavoro, recandomi nuovamente nei pressi del portale e scrutando i dintorni riprendo il turno.
    Vi rimango per una buona mezzora, salutando e studiando il via vai di persone; tra queste ci sono persino le dame incontrate il giorno precedente: noto sono vestite con armature o abiti meno vistosi e si stanno dirigendo in armeria.
    Passa qualche altro minuto ma ancora nulla, forse è meglio andare a controllare come procedono gli allenamenti delle signore…
    Fermo due cavalieri intenti a fare il giro di ronda ed affido loro il compito di proteggere il portale. Sto giusto per incamminarmi quando aggiungo <<…e qualora ci fosse un qualsiasi problema mi venga a chiamare immediatamente solo uno di voi, chiaro?>>, aspetto un cenno di consenso prima di andare.
    Mi fermo all’ingresso dell’armeria, alquanto contrariato per quanto sta accadendo nella stanza: ci sono resti ancora fumanti di manichini, coltelli volanti ed armi sguainate.
    Purtroppo però la situazione degenera sotto i miei stessi occhi, fin troppo velocemente per permettermi di fare qualcosa.
    Osservo allibito Lady Esperin quando brandisce la sua arma contro Lady Waters ferendola ad un fianco.



    <<Ora basta!>>, dico con tono autoritario.
    Mi intrometto tra Lady Waters e Lady Esperin, focalizzando la mia attenzione sul volto di quest’ultima, cercando il suo sguardo.



    Ma mi appare diversa, è come se non fosse in lei e sono sicuro di quanto penso…
    La conosco bene, anche se lei lo ignora.

    Esperin...

    E’ dal primo giorno in cui l’ho vista che è riuscita a fare breccia in me… Il suo viso d’angelo, il suo portamento regale, la sua dolcezza mista all’impulsività: ormai è come un fiore assai raro e delicato che va curato e protetto. Sono conscio che non dovrei osservarla in questo modo, ma è più forte di me, più la vedo più mi risulta incantevole, più la penso più lei tormenta i miei sogni.



    Scocca l’ennesimo fendente facendo traballare il manichino, assumendo un’espressione più seria quando sta per sfoggiare la sua grinta con l’ennesimo attacco.



    Sono talmente concentrato sulla principessa che neanche mi accorgo di avere qualcuno alle mie spalle finché non mi sento dire: <<Hai lo sguardo fisso da ben dieci minuti amico mio>>.



    Mi volto ad osservare il mio interlocutore, rendendomi conto di essere stato colto in flagrante dal primo cavaliere in persona!
    <<Sir Drako?>>, abbasso lo sguardo cercando una scusa plausibile. <<Avete frainteso, non è come sembra: stavo solo controllando la principessa in attesa del vostro arrivo…>>, odio mentire ma in questo caso è necessario.
    <<Non ti devi giustificare e togliamo queste formalità, almeno quando siamo tra noi. Comprendo che tu sia ammaliato da una perla così rara…>>, mi dice poggiando una mano sulla spalla. Inarco un sopracciglio incuriosito dalle sue parole e tornando a guardarlo dico: <<Da quando sono qui al castello mi sono talmente abituato a dare del voi che ormai non tendo più a farci caso…>>.



    <<E sì, hai ragione, è davvero splendida>>, mi metto a braccia conserte cercando di riprendere un poco di serietà <<Ma è la principessa ed io dovrei proteggerla, non spiarla>>.
    <<Beh... se lo fai con intenzioni da cavaliere non hai nulla da rimproverarti. I sentimenti non si possono gestire, ne hanno titolo, anche se lei è una principessa e tu un soldato>>.
    So di essere solo un cavaliere che deve stare al suo posto ma anche il solo vederla per giusto qualche minuto è sufficiente ad allietare il mio animo. Mi basta.
    <<Solo un soldato direi…>>, mi volto ad osservarla un’ultima volta, <<Che non crede di essere degno di tanto splendore, lei merita di meglio>>.
    <<Capisco, sei un uomo d'onore anche se così giovane. Anche io pensavo così, quando avevo più o meno la tua età, poi ho capito che l'amore è più forte della spada, più forte dell'armatura... se inizierai una lotta contro te stesso ed i tuoi sentimenti, perderai...>>.
    Mi chiedo cosa ne possa sapere il Primo di amore... In fondo lui ha rinunciato alle questioni sentimentali per il suo ruolo, ma è saggio e mi fido di lui.
    Nonostante ciò però sento che non posso venir meno al mio ruolo, il mio posto non è accanto Lady Esperin, posso e devo solo proteggerla.
    Nonostante l’amarezza mi divori dentro cerco di apparire solare e tranquillo, come se quello di cui abbiamo parlato fosse solo un lontano ricordo.
    Gli sorrido ed il Primo ricambia a sua volta, dandomi poi una pacca sulla spalla destra mi dice più serio <<ora torna ai tuoi doveri>>.
    Annuisco convinto e dopo averlo salutato vado via…
    ...

    No, non può essere stata la dolce principessa, almeno non volontariamente…
    Vado per esclusione, cercando la causa di tutto questo trambusto e rivolgo un’occhiata truce a Lady Feralys, l’unica possibile colpevole visto che Lady Waters è a terra sanguinante.
    E’ in questo frangente però che noto una copia di Lady Esperin intenta a colpirla; avendola osservata durante i suoi allenamenti sono a conoscenza delle abilità della principessa ed è per questa ragione che non vi rimango affatto sorpreso e nemmeno aiuto Lady Feralys: le sue copie sono immateriali e la principessa sono sicuro è a pochi passi da me, dunque l’attacco non le farà alcun male.
    Decido di dedicarmi alla promessa sposa di Lantis che a quanto pare ha realmente bisogno di me...
    Probabilmente dovrò assumermi la colpa per quanto le è successo, ma forse è meglio pensarci a tempo debito.
    <<Posso?>> chiedo chinandomi su Lady Waters accovacciata a causa del dolore.



    Attendo una sua conferma prima di procedere, cercando di capire nell’immediato l’entità del danno. Mi assicuro che la dama sia cosciente parlandole mentre sposto delicatamente il lembo dalla veste. << Siete stata molto fortunata…>>, non sa quanto è vero.
    C’è del sangue ma non è tanto, segno di una ferita superficiale: non è necessario portarla in infermeria.
    <<Si dà il caso che io sia un guaritore…>>, faccio per sfiorare con il palmo della mano sinistra la ferita e socchiudendo gli occhi mi concentro.
    Sospiro, rilassandomi, lasciando che la magia faccia il suo corso: il tatuaggio al braccio prende a luccicare ad intervalli irregolari, esattamente come se fosse metallo colpito dai raggi del sole, finché il potere della guarigione non affluisce totalmente nell’arto, facendo apparire una luce biancastra al palmo: le farà un pò male ma starà bene.



    Rigenerazione (avviene tramite tocco): Rigenera ferite di media entità (ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento).
    Mentre sono ancora assorto nel guarire la dama odo del trambusto in stanza; sospiro al limite della pazienza e con la coda dell’occhio osservo le due dicendo.
    <<Cosa esattamente non avete inteso del basta signore?>>.
    Se ci sarà una terza ripresa non sarò così cordiale...

    Credits: Ringrazio Eclisse per la collaborazione con il suo PNG Drako
    nel flashback che è ovviamente concordato con lei!
    Ultima modifica di Damnedgirl; 24th November 2014 alle 03:14 Motivo: Post completato.



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #124
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    *Alinor recupera 15 punti di costituzione se permetterà l'intervento di Vicent*

  5. #125
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    La vecchia mi sorprende: ero sicura sarebbe caduta rovinosamente ai miei piedi, ma riesce a parare il mio debole colpo grazie al suo bastone, che è riuscita ad evocare in un tempo anche piuttosto rapido del previsto. La megera non solo osa difendersi, ma scaglia anche un contrattacco, ha la velocità di una lumaca e potrei schivarlo senza problemi se non l'avessi sottovalutata. Devo stare più attenta, in battaglia certe leggerezze potrebbero costare care ma, appunto, non siamo in battaglia e per quel motivo che non ho prestato attenzione. La sua asta mi colpisce alle caviglie, non è un colpo molto forte ma è sufficiente a farmi inciampare e perdere l'equilibrio. Tacchi alti, la mia debolezza. Mi ritrovo io seduta a terra sul mio bel sederino sodo e levigato, con lei che mi fissa dall'alto. Intollerabile. Il mio vestito si sarà tutto impolverato. Ora la vecchina rimpiangerà amaramente il suo affronto. Sono caduta, per lei deve essere stato irresistibile guardarmi, così da permettermi di stabile un contatto visivo tra i miei splendidi occhi dorati e i suoi color fogna. Se il contatto visivo avviene, sorriderò malevolmente mentre con la voce vellutata e la magia che essa rilascia verso le sue pupille, le ordinerà di inginocchiarsi a me con il capo chino, così da usare la sua testa china come perno con la mano per potermi rialzare. Esattamente le dirò: "Deridre, ora ti inginocchierai a me senza ritegno, chinando il capo senza fare storie". La rosa incanta e ha spine e, di certo, è il fiore che mi descrive di più: per questo il mio soprannome, la rosa di fuoco. Bhe, anche per la mia incredibile abilità a letto, ma questa è un'altra storia. Se la septa farà come ho previsto, sarò di nuovo in piedi, a ridere di lei e della sua umiliazione.

    Alterazione e Illusione
    Charme- capacità di ammaliare e soggiogare la mente dell’avversario impartendogli un ordine (Non lo si può indurre a colpirsi da solo). Necessita di contatto visivo entro 5 metri

  6. #126
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Direziono il mio bastone lateralmente alle sue caviglie più forte che posso: essere poggiata al ginocchio mi da la possibilità di concentrare in questo gesto tutta la forza di cui dispongo.



    Riesco nel mio intento, consapevole che da sola, la mia energia non sarebbe bastata: è merito della mia posizione, della lunghezza della mia arma e degli abiti della regina....davvero poco adatti.



    Lady Lumen è a terra, volta frontalmente a me....piaciuto il tuffo, fatina?



    Mi alzo più in fretta che posso trattenendo un grugnito nello sforzo e faccio tre passi indietro...da qui posso colpire il suo fianco sinistro senza temere la gittata del suo fuscellino.
    Osservo raggiante il suo viso e i suoi occhi sorpresi...poi, improvvisamente, si volta verso di me:
    <<Deirdre, ora ti inginocchierai a me senza ritegno, chinando il capo senza fare storie>> mi dice osservandomi sadica.



    Mi fermo un attimo a guardala stupita...sto esitando. Non devo dimenticare CHI è, non devo dimenticare che non ho idea ne di cosa sia *realmente* capace, ne di cosa voglia.
    Fremo visibilmente, mentre guardo i suoi occhi d'oro minacciosi....devo...VOGLIO piegarmi. Non posso non farlo, è l'unica opzione che ho...si, meglio inchinarsi al cospetto della regina.



    Abbasso lo sguardo sconfitta da quella mossa carismatica: mentre la mia lancia scende lungo il mio fianco destro, arrivo ad inginocchiarmi.
    Tremo, mentre anche il mio busto segue la direzione della testa e le braccia si piegano sul terreno: verso il basso, verso la vergogna.
    Sento la regina rialzarsi sulle ginocchia, rimanendo piegata su di esse: è volta verso di me, sono sicura, anche se non posso verderla.
    Allunga una mano sul mio capo, come a volerlo schiacciare, e con quella si fa perno per rialzarsi.
    Cameo perfetto a dimostrazione della nuova leva che vuole innalzarsi su quella vecchia.
    Gli occhi mi bruciano, mi pizzicano.....che....mortificazione....


  7. #127
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters




    Cerco in tutti i modi di tamponare la ferita con le mani mentre alle mie spalle sento un urlo."Ora basta!"
    Mi volto e vedo un'ernorme sagoma che si intromette tra noi. E' sir Dreth.
    Ma basta cosa? Non abbiamo neanche quasi cominciato...e sì, io sono già al tappeto. Che vergogna! Fortuna che Lantis non è nei paraggi. Sarebbe stato ancor di più vergognoso.
    Per non pensare alle risate che si sarebbe fatto mio fratello Abel vedendomi in questa situazione. Messa a terra ancor prima di scendere in battaglia.
    Solo dopo aver analizzato la situazione, sir Dreth si china verso di me, osservando la mia ferita.
    "Posso? Siete stata molto fortunata…Si dà il caso che io sia un guaritore…" mi dice. Annuisco con un po' di imbarazzo.
    "Anche se...è solo un graffio!" affermo quando lui mette la mano sul mio fianco insanguinato.
    E' allora che noto con meraviglia il palmo della sua mano illuminarsi e quasi subito comincio a sentirmi meglio.
    Lo guardo e gli sorrido. "Grazie. Avete un grande dono sir Dreth."
    "Cosa esattamente non avete inteso del basta signore?" tuona subito dopo rivolgendosi alla principessa e a Lady Feralys intente ancora a sfidarsi.
    "Tranquillo sir Dreth. Di cosa ha paura? Ci stiamo solo allenando!" gli faccio mentre mi sento sempre meglio.
    Quasi del tutto guarita e determinata a tornare ad allenarmi, concludo: "Dobbiamo andarci giù pesante. In battaglia i nostri nemici non saranno clementi."


  8. #128
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Sbatto un paio di volte velocemente le palpebre. Ma cosa...?
    Guardo Fidelia, sporca del sangue di Lady Alinor, che ora è accovacciata a terra per il dolore. Mio Dio...cosa ho fatto?
    <<Io...io non... perdonatemi lady Alinor... io non...non capisco>> la guardo implorando perdono. Io...non so cosa mi sia preso. Non colpirei mai una combattente disarmata. Ma allora perchè le ho sferrato quel colpo? Non me ne capacito.
    Ricordo che ho sollevato l'arma di Lady Feralys... ero pronta a colpirla una volta che l'avesse afferrata. Poi ho sentito il bisogno urgente di rivolgere il mio attacco a Lady Alinor, disarmata. Non ha senso... eppure è quello che è successo.
    Guardo Lady Feralys, alle prese con il mio clone. Poi vedo arrivare fortunatamente Sir Dreth, conosco le sue doti di guaritore, saprà prendersi cura di Lady Alinor, la ferita non sembra profonda.
    Continuo a rivivere mentalmente gli ultimi istanti prima dell'incidente. Ho già vissuto qualcosa di simile, molto tempo fa.

    Quella mattina mi ero svegliata alla buonora. Sapevo che Drako era in armeria ad allenare una guardia appena entrata tra le proprie file di combattenti. Decisi di raggiungerlo senza però disturbarlo, amavo guardarlo combattere.
    Era così forte, sicuro di sè, padrone della situazione.



    Ancora prima di varcare la soglia dell'armeria avevo sentito qualcuno gridare.

    <<Io non posso! Non ce la faccio a sopportare tutto questo! Sangue, teste mozzate, arti volanti. Questo è troppo per me, la guerra è troppo! Me ne vado>>



    A parlare era la nuova recluta, ed il suo interlocutore era Drako.

    Il giorno precedente l'esercito reale era stato impegnato nel placare una rivolta al Nord, ed il ragazzo sembrava esserne rimasto molto colpito. Potevo comprenderlo perfettamente, la guerra ti segna dentro.

    <<Non fate così Ramon, so che non è facile, non vi abituerete mai all'odore di sangue e morte. Ma abbiamo un compito... dobbiamo difendere Dohaeris>>

    <<Sarà il vostro compito, non il mio! Io me ne vado!!! Oggi stesso>>

    <<Ramon>> lo riprese Drako, poggiando una mano sulla sua spalla e guardandolo negli occhi <<Fidatevi di me, presto sarà più facile. Ora vi calmerete, andrete a fare una bella dormita, e domani sarete in grado di riflettere meglio sulle vostre scelte>>



    Non sapevo, in quel momento, come fosse possibile, ma il ragazzo si calmò all'istante. Si congedò dal suo superiore e uscì dall'armeria, suppongo diretto alle sue stanze.

    Vidi Drako pensieroso e perplesso e decisi di non disturbarlo, così andai via.

    Quella sera stessa però, non riuscii a prendere sonno. Continuavo a ripensare alla scena vista la mattina in armeria. Avevo sentito parlare del dono di alcune persone di ammaliare la mente altrui, ma non ero certa che fosse quello il motivo del cambiamento d'umore del soldato. Poteva semplicemente aver ubbidito al comando del suo superiore.

    Ma c'era una cosa che sentivo l'urgenza di fare e alla luce di quanto successo avevo un motivo in più per pensare che sarebbe andato tutto come speravo.

    A notte fonda, annotai sul mio diario i miei pensieri e quella che era la mia intenzione, e poi uscii. Arrivai davanti alla sua porta...e bussai titubante.

    <<Avanti>>

    Sospirai, col cuore che mi batteva a mille. Abbassai la maniglia ed entrai.



    <<Lady Esperin!>> esclamò Drako, sorpreso <<Voi non dovreste essere qui. Soprattutto...non vestita in questo modo>>

    Sentivo le ginocchia tremare. Cosa diavolo pensavo di fare? Dio Esperin, che idiota! Ma ormai ero lì...

    <<Io...ecco...ho visto quello che avete fatto in armeria a quel soldato. Avete ammaliato la sua mente vero?>>

    <<Ho fatto quello che andava fatto per il bene del regno. E' un bravo soldato, era solo sotto shock>> rispose lui, abbassando gli occhi.

    <<Drako... so che sto commettendo un errore. So che non dovrei essere qui e non dovrei dirvi queste cose. Ma so anche che se adesso esco da questa stanza non proverò più quello che sto provando adesso. Adesso che sono qui con voi...>>



    <<Permettetemi di restare qui con voi...stanotte. Poi potrete cancellare i miei ricordi e sarà come se non fosse successo niente. Ma stanotte...state con me>> e così dicendo lasciai cadere a terra la mia vestaglia di seta...



    <<Lady Esperin...io...>>



    Non seppi mai cosa successe quella notte. I miei ricordi si fermano a quel preciso istante e solo perchè avevo annotato tutto sul mio diario, altrimenti probabilmente non avrei ricordato neanche di essere uscita dalle mie stanze. Quello che so è che mi risvegliai nel mio letto da sola, senza sapere come ci fossi arrivata.

    Non ebbi neanche il coraggio di chiedere spiegazioni a Drako nei giorni successivi, l'imbarazzo era troppo. E così feci finta che non fosse successo nulla, come fece anche lui.

    Fisso nuovamente Lady Alinor, la sua ferita sta guarendo grazie alle cure di Sir Dreth. Poi osservo Lady Feralys.
    Stavo per attaccarla, ricordo che mi ha fissato negli occhi, con aria di sfida, poi più nulla.

    Avete lo stesso potere di Drako, vero Lady Feralys? Mi avete ordinato voi di colpire Lady Alinor, ne sono quasi certa.

    Dovrò stare molto attenta a voi, d'ora in avanti.

    *Flashback concordato con Eclisse

  9. #129
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS




    "Ora basta!" - una voce maschile, dura, ci intima di fermarci. Ora basta? ORA-BASTA?
    L'intervento mi distrae un secondo portandomi a guardare verso il cavaliere: sir Dreth! Dei di Dohaeris, che impiastro!
    Ma cosa ...?
    Subito dopo l'intervento del cavaliere mi rendo conto che la mia aura di terrore non ha avuto effetto. Sgrano gli occhi più per la rabbia che per la sorpresa, come ha fatto quella piccola serpe a neutralizzare il mio potere? Quella ragazza deve essere più forte di quello che dimostra, forse non è poi così inutile come pensano tutti.


    Sir Dreth si china sulla promessa sposa e le guarisce la ferita, e così lui possiede il potere di rigenerazione. Interessante. Cos'altro saprà fare oltre alla crocerossina?
    "Tranquillo sir Dreth. Di cosa avete paura? Ci stiamo solo allenando! Dobbiamo andarci giù pesante. In battaglia i nostri nemici non saranno clementi."
    Mi scrollo di dosso il momentaneo fallimento e scoppio a ridere, non è una risata divertente, ma più di scherno nei confronti del piccolo uomo che ho davanti, anche se nessuno dei presenti lo saprà mai: "Ahahah. Sir Dreth, vi siete preoccupato? Siete pallido come un cencio steso al sole. Come ha precisato Lady Waters siamo nel pieno di un allenamento, in cui la principessa Esperin, devo ammetterlo, si è comportata egregiamente." - guardo la principessa e la scopro a fissarmi con attenzione - "Purtroppo noi non siamo cavalieri, non siamo state addestrate alla battaglia, non conosciamo la paura, lo sconforto, l'orrore di trovarci di fronte al nemico in situazione che non possiamo risolvere e, volenti o nolenti, siamo state chiamate a farlo e dobbiamo prepararci a dovere. Ci hanno concesso l'uso dell'armeria, voi stesso avete offerto, proprio ieri, il vostro aiuto per allenarci a sopportare e a sopravvivere a tutto questo. Non biasimateci per essere state un pò troppo convincenti nella nostra messinscena, le circostanze ci hanno costretto. La guerra contro il nostro regno ci ha costretto." - mi fermo un attimo, rivolgo il mio sguardo a terra per creare pathos e connessione tra me e tutti i presenti. Un attimo di silenzio e - "E poi Lady Alinor, per quanto ho sentito, è abituata a molto peggio, non è vero milady?"



    Spero che la situazione si sia calmata, sir Dreth è ... beh, non posso perdere il mio ascendente su di lui, deve tenermi d'occhio la vecchia strega.
    "Vicent. Oh, posso chiamarvi Vicent, vero?" - non aspetto la sua risposta, gli sorrido - "Sareste così gentile da prendere il mio posto e continuare l'allenamento? Io ... non mi sento molto bene, credo di essermi sforzata un pò troppo, vorrei tornare nelle mie stanze e riposare un poco. Voi permettete, principessa?"
    Mi allontano dall'armeria, sono piuttosto soddisfatta della mattinata, anche se mi brucia fare la figura della donnetta inerme. La mia destinazione non è la mia camera, ma il Glados, ho bisogno di raggiungere la zona neutra e devo farlo adesso.




  10. #130
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    "Sareste così gentile da prendere il mio posto e continuare l'allenamento? Io ... non mi sento molto bene, credo di essermi sforzata un pò troppo, vorrei tornare nelle mie stanze e riposare un poco. Voi permettete, principessa?" sento dire da Lady Feralys a me e Sir Dreth, dopo essermi ridestata dai miei ricordi.
    "Certo... le auguro di dormire bene, Lady Feralys. E' stato un piacere allenarmi con voi, sono felice che tra le nostre fila ci sia una combattente così abile" le rispondo sincera, mentre la osservo uscire dall'armeria.



    Torno a guardare Lady Alinor, sembra essersi totalmente ripresa grazie all'intervento di Sir Dreth.
    "Lady Alinor, se la sente di continuare l'allenamento? O preferisce riposare un poco? Nel caso voglia ancora allenarsi nonostante la ferita lascio a voi la prima mossa, ve lo devo. Io sono pronta..." le dico, materializzando nuovamente tra le mie mani Fidelia.



    La sento assumere consistenza nella mia mano destra, rispondendo prontamente alla mia richiesta.
    Sollevo il braccio, piegando il gomito, così da portare la spada dietro la mia schiena, quasi pronta a sferrare un colpo verticale. Piego leggermente la schiena e poggio saldamente i piedi a terra, uno davanti all'altro per non rischiare di perdere l'equilibrio a causa del peso della spada.



    "Sir Dreth... sareste così gentile da farci notare errori negli attacchi o nella postura? La vostra esperienza sul campo potrebbe salvarci la vita"






    Fidelia - Arma in forma passiva

 

 
Pagina 13 di 339 PrimaPrima ... 311121314152363113 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •