Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 131 di 339 PrimaPrima ... 3181121129130131132133141181231 ... UltimaUltima
Risultati da 1,301 a 1,310 di 3385
  1. #1301
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS
    CASTELLO NERO - ADAMANTEM

    E' singolare come un piccolo cristallo di ghiaccio possa cambiare ogni cosa. A migliaia ne stanno cadendo in questo momento, ovattando i suoni dall'esterno e rendendo irreale l'intero paesaggio qui intorno. Al nord questa è la quotidianità, ad Asshai la neve non esiste, è una leggenda, una favola raccontata ai bambini per provocare meraviglia nei loro sogni ingenui.
    Il silenzio tetro della notte di Adamantem, favorito dallo scendere copioso dei fiocchi di neve, è rotto soltanto dai nostri gemiti e sospiri. Lascio che sia Tywin a condurre i giochi, so perfettamente quando è il momento di cacciare e quando è il momento di diventare preda. Ad alcuni uomini, piace sentirsi padroni a letto, altri preferiscono lasciare l'iniziativa e subire il piacere: mi so adattare a qualunque situazione, per fortuna sono in grado di leggere, quasi senza sbagliare, il desiderio di un uomo. E Tywin è uno di quelli: signore e padrone, dominatore sulla sua terra e conquistatore nel talamo.
    Sarei ipocrita a dire che la cosa mi dispiace, al contrario, potrei fare qualunque cosa per un uomo che sa il fatto suo e dimostra di essere sicuro di sè, potrei anche cedere ...

    SOTTO SPOILER CONTENUTI E IMMAGINI SCONSIGLIATI AI MINORI


    Tywin si stacca da me e mi ritrovo a fissare il soffitto, il respiro irregolare e il battito impazzito. Solo un momento, un momento per riposare i muscoli messi a dura prova da questo allenamento, il mio preferito, a dire la verità. Dovrei proporlo alla torre come preparazione alle battaglie, almeno qualcuna di noi potrebbe morire appagata!


    Il mio uomo mi scosta inaspettatamente una ciocca di capelli dal viso, un gesto di intimità? Se non sapessi chi mi giace accanto potrei anche pensarlo, ma ... Mi volto verso di lui, lo sguardo interrogativo.
    “Non hai deluso le mie aspettative, sono sempre più convinto che questo letto potrebbe diventare anche tuo, così come il mio cognome. Un uomo rispettabile necessita di una consorte, ho rispettato il lutto di mia moglie per troppo tempo, sempre se … sempre se quel nostro interesse in comune andasse a buon fine…”

    Non credo di aver capito bene, una sola notte e mi chiede di sposarlo? Se avessi detto di sì ad ogni uomo che me lo ha chiesto dopo aver assaggiato la mia virtù, a quest'ora avrei un harem più fornito di quel del signore delle Terre dell'Estate! Ma so che c'è di più, so che lui vuole di più. Con uno scatto felino sarò di nuovo sopra di lui, le cosce strette intorno ai suoi fianchi forti.


    Avvicinerò il mio volto al suo, i capelli, sciolti e selvaggi, a solleticargli il petto muscoloso, le braccia sostengono il peso: "E' questo che vuoi? Allora abbiamo ben più di un interesse in comune". Dopodichè lo lascerò disteso sul letto e mi alzerò in piedi, completamente nuda.
    "Avrei bisogno di darmi una sistemata, non posso certo tornare alla Torre in questo stato."
    Spero che in questo castello non si lavino lanciandosi fuori e rotolandosi nella neve come maiali nel fango: ho bisogno di un bagno come si deve. Potrò quindi lasciare l'Adamantem e tornare tra i miei compagni, chissà se è successo qualcosa di rilevante nel frattempo! Oh Raiden, che sciocchezza, cosa mai potrebbero aver combinato quegli inetti durante la notte!


  2. #1302
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Scendo lentamente le scale che mi conducono nei sotterranei.



    Avevo sentito parlare e letto in molti libri delle terme della Torre e non vedo l'ora di poterle ammirare.
    Mentre continuo a scendere le scale, tuttavia, un'immagine si materializza nella mia mente: lo sguardo di Sir Demonar. Non so per quale motivo, ma mi è sembrato... rabbuiato.
    Che l'abbia offeso in qualche modo?
    CHISSENE. Un giullare triste ed incupito non si è mai visto. Peggio per lui.
    Giunta alle terme, resto estasiata ad osservare le rifiniture, i materiali pregiati, una testa lanosa... che?!



    Ma che cacchio è?!



    Ah sì, Lady Hammerfell. L'avevo quasi dimenticata.
    Sta li... con gli occhi chiusi... Non le sarà mica preso un coccolone, vero?!
    No,eh! Almeno il bagno posso godermelo in santa pace?!
    Non basta che si è fottuta i ripiani del cassettone, che si è impossessata del letto vicino alla finestra e che debba respirare il mio stesso ossigeno? Pure il bagno deve rischiare di rovinarmi?!
    Riflettendoci, però, per quanto riguarda il letto vicino alla finestra... meglio così. Dati gli ultimi avvenimenti, vedi Lady Waters, non è saggio dormire accanto ad una finestra.
    Un sorrisetto compare sul mio volto: ma sì, tieniti pure la finestra, capellona!
    Oh, toh... si è mossa. Allora è ancora viva. Meno male... non dovrò chiedere alla servitù di disinfettare le terme.

    "Com'è la temperatura dell'acqua?" domando alzando leggermente la voce per annunciare la mia presenza.



    Ci manca solo che le viene un infarto adesso, così addio al bagno davvero.

    "E' calda... perfetta per rilassarsi" mi risponde prontamente la donna.

    Mi avvicino lentamente, respirando a pieni polmoni il vapore che si innalza nella stanza.
    C'è un buonissimo odore qui...

    Quando sono vicina alla vasca, mi accorgo che Lady Hammerfell è completamente nuda, proprio come mamma l'ha fatta. Oh, meno male! Una nobile che non si scandalizza a mostrare il proprio corpo.
    Non dovrebbe essere una tipa bigotta, allora. Meglio così, decisamente molto meglio così!

    "Perfetto!" proferisco entusiasta per poi spogliarmi velocemente ed entrare lentamente in acqua.

    Ahhh... che meraviglia...

    "Raccontatemi qualcosa di Voi, Lady Nymeria - non mi ha più detto se posso chiamarla così o meno, ma chissenefrega - Delle Vostre terre, ad esempio. Non ho mai avuto occasione di visitarle da ciò che ricordo.
    A meno che non sia capitato durante la mia tenera infanzia
    - ehhh, tenera un paio di ciufoli! - ma non ho modo di ricordare, temo..."



    "Ho lasciato le mie terre molto tempo fa... - sospira la giovane donna - Diciamo che il mondo è la mia casa, ma il mio cuore è rimasto nelle dune di Alik'r..."

    Le dune di Alik'r. Qualcosa avevo letto al riguardo... mi pare.

    Lista delle cose da fare:

    *Andare in biblioteca il prima possibile


    "Avete girato il mondo, quindi... - affermo sinceramente interessata alla sua storia - Siete una donna molto fortunata. Per molte donne è impossibile anche solo sognare di vivere una vita ricca ed avventurosa come la Vostra. Mi racconterete, col tempo, delle terre che avete visitato? Se non sono indiscreta, ovviamente..."

    Sì, sarà meglio sapere i luoghi in cui si è recata "Belli Capelli", qua... meglio evitare sgradite sorprese.
    Avrà mai visitato le mie terre? Non voglio domandarglielo direttamente, desterei troppi sospetti, quindi mi tocca fingere che me ne freghi qualcosa dei viaggi che ha fatto. Sprizzo gioia da tutti i pori... evviva.

    "Con molto piacere! E Voi mi parlerete del Vostro passato e delle Vostre terre - afferma sorridendo per poi continuare - Non mi riterrei comunque una donna fortunata, semplicemente una donna libera, ma la libertà ha il suo prezzo da pagare..."

    Pronuncia queste ultime parole a bassa voce, quasi a denti stretti oserei dire. Sembra molto pensierosa...
    Ma passiamo alle cose veramente importanti. Parlare del mio passato?!

    -Credimi... non penso gradiresti le storie sul mio passato, donna dalla folta chioma- penso divertita.

    Fuori sono sorridente e composta, ma dentro di me... mi sto ammazzando dalla risate!!!
    Il mio passato?! Sì, certo, come no! Aspetta che ora te lo racconto eh...
    Altro dettaglio da non sottovalutare: un prezzo da pagare.
    Chi meglio di me può comprendere queste parole?
    Il discorso si fa interessante, ma non voglio approfondire ora... potrebbe insospettirsi e non è ciò che desidero.
    Assolutamente no.
    Sono l'ultima arrivata e devo iniziare a farmi delle amicizie qui alla Torre o, ne sono più che certa, non uscirò viva da qui. Questo è un covo di vipere: o ti adatti o muori.

    "Siamo compagne di stanza - esordisco sorridente (la paresi è dietro l'angolo!) - Avremo molte occasioni di parlare e, perché no, anche scambiarci confidenze... col tempo. Ad esempio... Vi andrebbe, dopo un po' di meritato riposo, di allenarci insieme? Visti i metodi che sono soliti usare qui... (voglio anch'io un tappeto volante tutto mio!!!) sarà meglio darsi subito da fare. Che ne dite?"

    In attesa di una sua risposta, chiudo gli occhi e lascio che il corpo si abbandoni completamente: cullato da queste calde acque. Ahhhh... che pacchia!



    Dialoghi concordati con Alba

    Ultima modifica di valuccia85; 1st June 2015 alle 20:49

  3. #1303
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Poco prima della partenza...


    Rumori, farfugliamenti sconnessi, tintinnii metallici. Mi sveglio con un sonoro sbadiglio e, stiracchiandomi, osservo il cavaliere intento a lottare con lo stivale sinistro… 1 a 0 per l’armatura!



    Rido sommessamente, indugiando per qualche attimo sotto la calda coperta, e poi afferrandone un lembo la sposto esclamando un <<Grazie>> a Sir Gildas come apprezzamento per il suo gesto.



    Quando mi passo una mano tra i capelli però mi rendo conto che sono appiccicati e che non emetto un odore esattamente gradevole… Puzzo di vino. Mi faccio portare da un servo un catino d’acqua e dando a mia volta le spalle a Sir Gildas mi disfo delle vesti per lavarmi. Tampono poi i capelli con un asciugamano ed indossando il mio cambio d’abito mi rendo conto di aver finito assieme al cavaliere.



    L’uomo risulta infatti piuttosto lento e, da ciò che vedo, coordinare abiti a capelli è un suo vizio… Anche se stavolta la scelta devo dire che mi piace: blu ed argento. I colori dei Raeghar. <<Bei capelli…>>, esclamo guardandolo di sbieco e finisco di tamponare i miei dall’acqua. Nel momento in cui sono pronto e sistemato sento dire un <<Beh… Vado…>> incerto da Sir Gildas che si porta in piedi e guarda in mia direzione.



    Mi avvicino a lui e tirandogli una pacca amichevole sulla spalla lo incito con un, <<FateVi valere!>>, e tanto di sorriso. Confido in lui: grazie alla sua imprevedibilità unita alla bravura di Lady Esperin hanno alte possibilità di riuscita all’Auspex. Il cavaliere mi guarda ed accennando ad un semplice sì con la testa si incammina verso il Glados. Lo accompagno e non appena giungo al portale osservo fiero ed orgoglioso Lady Esperin abbandonare la torre assieme al cavaliere
    Torneranno, ne sono certo, e l’Auspex sarà dei Raeghar.

    Sala riunioni


    In compagnia del Reggente e del Primo raggiungo la sala riunioni. Saluto con un inchino la Septa ed Il Comandante già presenti e ricambio il sorriso di Cassandra che sì è resa conto solo ora della mia presenza.



    <<Agatha... raduna qui tutti i guerrieri, appena la Regina sarà qui, inizieremo la riunione>>, sento dire dal Reggente con un tono vuoto, quasi assente… Cerco di non allarmi riconducendo la sua preoccupazione alla sorella appena scesa in battaglia ed accomodandomi vicino al Comandante resto in solenne silenzio.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st June 2015 alle 00:25



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #1304
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    "RONF...RONF...RONF... ...Ehi!!" esclamo infastidita dalla luce entrata all'improvviso nella stanza.
    Una delle mie ancelle tira via le coperte. "E' l'alba mia signora e..." abbassa la voce "...stavate russando!" mi dice Laila, imbarazzata.
    "Con il sedere all'aria...mia signora!" aggiunge Dora, cercando di soffocare una risata. "Dora!" la riprende subito l'altra.
    "Uff...Stavo dormendo così bene...l'avrei fatto per altre quattro o cinque ore!" mi lamento, asciugandomi con la mano una bava dalla bocca.
    "Deve lavarsi, vestirsi e partecipare alla riunione!" mi rammenta Laila. Oh, la riunione...Fingo di piangere, di dimenarmi...ma mi tocca.
    "Ho già detto che odio tutto questo?" le chiedo prima di alzarmi dal letto.



    "Ogni singola mattina, mia signora." mi risponde come se l'avesse detto una miriade di volte.
    Dopo essermi lavata, vestita e profumata, vado per dirigermi fuori, anticipando l'uscita di Laila sommersa dalla biancheria da lavare.
    "E questa cos'è?" sento dire da Dora. Mi volto e...no. L'ha trovata!



    Corro da lei, strappandole dalle mani il foglio che aggiorno di frequente e che nessuno deve leggere.
    "Mi spiace, Dora. E' per il tuo bene!" le dico.



    "Cos..?" non fa in tempo a terminare la domanda che i miei occhi fissano costantemente i suoi. In un battito di ciglia sono nella sua mente, il mio pensiero s'insinua prepotentemente nella sua testa. Apro la bocca e pronuncio delicatamente: "Tu non hai visto niente.".
    Distolgo lo sguardo dal suo, interrompendo così la mia magia e attendo che esca dalla stanza per trovare un altro nacondiglio per il foglio.



    Infine mi precipito fuori dalla stanza dove vi trovo due guardie piantonate ai due lati della porta.



    Sapevo che l'avrebbero fatto. Indispettita, mi dirigo verso le stanze di Esperin per farle gli auguri per la battaglia che l'attende quest'oggi. Raggiungo poi la sala riunioni dove mi aspettano i miei vecchi alleati, fatta eccezione della Lady Rossa, Gildas e della principessa il cui posto è occupato dal Primo.
    Saluto tutti e prendo il mio solito posto, alla destra di Lantis. Faccio un sospiro profondo e comincio a consumare la mia colazione. Non ho molta fame oggi, forse la colpa sarà stata delle due grosse fette di torta nascoste sotto al letto che ho fatto fuori stanotte...
    Sorseggio il latte sforzandomi di ricordare ogni dettaglio relativo alla battaglia di Franthalia. Mi sembra di rivedere quelle lande, lo scheletro di drago, i nemici, soprattutto la mia avversaria dagli occhi rossastri.
    A quest'ora Esperin starà già combattendo...comincio a preoccuparmi. Spero solo che Gildas non le sia d'impiccio.


    Charme - capacità di ammaliare e soggiogare la mente dell’avversario impartendogli un ordine (Non lo si può indurre a colpirsi da solo). Necessita di contatto visivo.- Esperto – Contatto visivo entro 5 metri.
    Ultima modifica di scarygirl; 2nd June 2015 alle 22:45


  5. #1305
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell


    Dopo qualche tempo Lady Araneae mi raggiunge e si immerge con me nelle calde acque termali, avrei preferito godere in solitudine del rilassante fruscio dell'acqua e invece mi tocca soddisfare le curiosità della donna.
    Le sue domande mi riportano in tempi lontani, ormai quasi dimenticati, e la malinconia di casa, di Alik'r, mi assale.
    <<Non mi riterrei comunque una donna fortunata, semplicemente una donna libera, ma la libertà ha il suo prezzo da pagare...>> non so perchè mi sto aprendo così, sarà solo la stanchezza o le sensazioni che queste acque rievocano in me.


    <<Siamo compagne di stanza. Avremo molte occasioni di parlare e, perché no, anche scambiarci confidenze... col tempo. Ad esempio... Vi andrebbe, dopo un po' di meritato riposo, di allenarci insieme? Visti i metodi che sono soliti usare qui... sarà meglio darsi subito da fare. Che ne dite?>>


    <<Accetto molto volentieri, ho bisogno di sgranchirmi un po' dopo tutto questo oziare...>> qui sembrano tutti molto abili, dovrò allenarmi molto, ma di certo non farò capire alla donna le mie insicurezze.


    <<...ma ora dovremmo riposare, non credo manchi molto all'alba.>> Detto ciò mi alzo, esco dall'acqua e mi avvolgo nel telo per asciugarmi, poi mi rivesto. Senza minimamente turbarmi dalla presenza della donna.


    Salgo le scale, seguita dalla donna, e raggiungo il salone: il Reggente, il Primo, la Promessa, il Comandante, la Septa e il fustacchione tatuato sono già lì.
    Saluto tutti con un cenno d'inchino e prendo posto a tavola vicino a Ser Vicent.



    NOTA: azione di Araneae che mi segue concordata con Valuccia
    Ultima modifica di albakiara; 30th May 2015 alle 00:38

  6. #1306
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult




    Subito sento qualcuno avvicinarsi a me e vedo il primo che mi parla in modo gentile "Lady Loren? State bene? Era solo un incubo, ora siete al sicuro" e mi sorride.
    Accidenti che figura! Ho avuto un altro incubo su mio fratello e a quanto vedo l’ho svegliata quindi devo averla svegliata.
    «Mi dispiace di averVi svegliata…» Le dico gentilmente.
    Lei intanto si veste indossando l’armatura. "Lady Loren, devo congedare i guerrieri per la battaglia, semmai vorrete parlarmi del vostro incubo o necessitate di sfogarvi o confidarvi... in me troverete una spalla amica e un orecchio paziente"
    E’ molto gentile e premurosa quindi mi viene spontaneo sorriderle. «Vi ringrazio e scusatemi ancora, magari più tardi parleremo, sapete mi farebbe molto piacere approfondire la Vostra conoscenza e sono sicura che andremo molto d’accordo».
    Azzardo queste ultime parole perché le sento, dopodiché la osservo uscire. Mi alzo anche io, sento il mio stomaco brontolare e mi ricordo che a cena praticamente non ho toccato cibo.
    Mi lavo velocemente e poi apro il primo cassetto della cassettiera prendendo un vestito pulito, esco dalla stanza avviandomi per il corridoio. Incontro per fortuna Agatha e mi faccio accompagnare da lei nella sala riunioni dove vedo già tutti accomodati.
    Guardo in direzione del Principe e faccio un inchino prima di guardarmi intorno. Sono proprio l’ultima… avanzo quindi verso il primo posto libero che è quello vicino a Sir Dreth e mi siedo. Osservo il tavolo imbandito ma ancora non mi azzardo a prendere del cibo anche se il mio istinto mi direbbe di prendere la prima cosa che mi capita a tiro tanta è la fame…


    ** Per problemi vari tra cui quello in cui Loren appariva pelata ho cambiato la pg.
    I Masters sono stata avvisati ovviamente.

    Ultima modifica di Lilla_20; 29th May 2015 alle 17:52

  7. #1307
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Poco dopo l'allontanamento di Agatha, vedo arrivare finalmente lady Waters.



    La squadro con un'occhiataccia, ma non mi vede, intenta com'è a dirigersi verso il suo posto per....mangiare!



    Mangiare? Oh, per tutti i demoni.....soffoco una risatina con la mano sulla bocca, quella ragazzina è un pozzo senza fondo! Magari lo fa per allargare i fianchi in vista di una prossima gravidanza, ma conoscendola un pò ormai non ci giurerei proprio!
    Farò spuntare due piccole radici ai suoi piedi, che arriveranno veloci e silenziose all'altezza delle sue mani: una le frusterà velocemente con uno scatto il dorso della mano che regge il bicchiere, l'altra afferrerà il calice prima che cada a terra versandone il contenuto, ripoggiandolo poi sul tavolo.
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione


    Se si volterà verso di me infastidita, le risponderò con un sorrisetto eloquente: non è il momento di mangiare adesso.
    Subito dopo farò un cenno veloce ad Agatha, per ordinarle di sparecchiare tutto il tavolo, partendo in primis dal lato di lady Alinor, non si sa mai...



    Nel frattempo arrivano gli altri abitanti della Torre, toh guarda un pò, lady Araneae: da quale sedere comincerà a leccare quest'oggi? Ieri sera mi ha stupidamente dato ragione, dicendo che è più facile alzare un saio che abbassare dei pantaloni....proprio a me che l'avevo appena sgamata? Boh, sinceramente non l'ho capita quella battuta, l'unica cosa che mi è chiara è che si frega da sola con le parole....continuamente.
    Che noiosa, sembrava una buona promessa, e invece....bah.



  8. #1308
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Lord Tywin Leithien
    CASTELLO NERO - ADAMANTEM

    Per quanto Adamantia possa sembrare sorpresa, per le parole che ho appena proferito, sono certo che fosse cosciente del fatto che questa serata non si sarebbe incentrata unicamente sul compiacersi reciprocamente e che soprattutto avrei ripreso il discorso lasciato in sospeso in salotto, prima di dedicarci a ben altri affari. La mia è stata una sorta di richiesta di matrimonio, diretto, senza mezzi termini, non ho di certo bisogno di conoscerla, mi basta saperw il suo casato e darle un buon motivo per non tradirmi. Scatta nuovamente in un gesto veloce, mi sovrasta, le cosce giovani e toniche mi cingono i fianchi, mentre i capelli liberi e disordinati cascano sul mio petto.
    "E' questo che vuoi? Allora abbiamo ben più di un interesse in comune"
    .
    Non attende risposta, presumo che non se lo aspetti neanche, è più che palese che ambisca a raggiungere la vetta della scala sociale, solo gli stolti possono credere che basti infilarsi una corona in testa e sedersi al trono, l'economia fa l'uomo Re e si dia il caso che Dohaeris viva poggiata comodamente sulle mie spalle. Come un felino scivola via, senza che possa sfiorarne ancora la pelle, iniziavo quasi a ponderare una seconda ripresa, ma ormai non posseggo più il vigore della gioventù, posso dare il meglio di me una volta a notte, come ho appena fatto.
    "Avrei bisogno di darmi una sistemata, non posso certo tornare alla Torre in questo stato."
    Ancora nuda, eterea e marmorea resta in piedi accanto al talamo in attesa che le indichi la via, non un velo di pudore, non un briciolo di timore nel suo sguardo, apprezzo immensamente il primo, ma per il secondo potrei provvedere nel lasso di un secondo, ma non lo farò, deve avere ancora il fresco ricordo di cosa è accaduto alla torre, quando ha starnazzato con la septa in mia presenza. Decido anche io di alzarmi dal letto, senza coprirmi e di avvicinarmi a lei. La sovrasto di molto in altezza, solitamente basta questo per incutere un certo timore a chi mi sta attorno. Mi avvicinerò ancora e cercherò di cingerle la vita con un braccio e di tirarla a me con la forza, la stringerò abbastanza forte compattandola al corpo, poi cercherò i suoi occhi coi miei "Voglio Waters fuori dai giochi, non farti scoprire o ti ammazzo con le mie mani, se ci riuscirai tutto questo sarà anche tuo: il castello, i diamanti e tutto ciò che la tua testa non ha ancora osato desiderare" Allenterò poi la presa, ammorbidirò lo sguardo e cercherò di accarezzarle il viso "Sarebbe un vero peccato far marcire questa pelle sotto cumuli di terra, quando invece potresti valorizzarla con collane di diamanti di ogni taglio e di ogni colore. Fuori dalla porta vi sono delle ancelle, affidati a loro per un bagno, le terme sono tutte tue" Cercherò un bacio profondo, dopodiché tornerò a letto, necessito di riposare.

  9. #1309
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters




    Mmmmh, che goduria, è tutto squisitissimo! I cuochi delle Terre dei Fiumi hanno molto da imparare da quelli della capitale, non c'è dubbio!



    Tra un assaggio di questo, un sorso di quello e un morso a quell'altro, noto l'arrivo di alcuni dei nuovi guerrieri ai quali porgo i miei saluti sorridendo.



    Ho la bocca piena di cibo per parlare.
    All'improvviso qualcosa colpisce il dorso della mano con la quale tenevo il bicchiere. "Ahi!" mormoro, stranita. Abbasso lo sguardo e mi accorgo che da sotto il tavolo sbucano delle radici.
    Aggrotto la fronte e mi volto quindi verso la septa. Che ho fatto? Non si può neanche far colazione? O mi ha scambiata per la sua compagna di giochi, la Lady Rossa?



    Mi regala uno dei suoi orrendi sorrisetti prima di fare cenno ad Agatha di ripulire tutto. Se sta tentando di mettermi a dieta, mi ciberò delle sue radici...brutta vecchiaccia.



    Mi schiarisco la voce, facendo finta di nulla per poi rivolgere lo sguardo verso Lantis, alla mia sinistra. Mi sembra pallido, forse non si sente bene. O magari è fin troppo preoccupato per Esperin...come biasimarlo. Me ne starò buona buona attendendo che prenda parola...anche se la voglia di salire sul tavolo, correre verso la septa e darle un calcio nelle gengive è tanta.
    Controllati Alinor, controllati e stai calma.
    Ultima modifica di scarygirl; 2nd June 2015 alle 22:55


  10. #1310
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    Sono quasi tutti giunti in sala, manca giusto Lady Feralys... ma possibile che sia sempre in ritardo? Una pessima abitudine, che personalmente detesto... un difetto che non riesce proprio ad essere oscurato dalla sua sensualità. Lumen ci raggiunge poco dopo il mio arrivo, vestita di lutto, un velo sul viso.





    Quando le ho dato la notizia, si è accasciata al pavimento e ha pianto. Non ho provato pena, nonostante so che il suo affetto per mio padre fosse sincero. Anche se non l'ho mai creduto totalmente veritiero: sa che ora la sua situazione politica è assai precaria, penso sia più in lutto per quello che per il re. La sua camminata è ora mesta, elegante, saluta tutti con un inchino e si siede alle mie spalle, senza dire altro. Lady Alinor si siede accanto a me e inizia a mangiare, incurante di trovarci in una situazione formale, incurante di ciò che sto per dire... bhe su questo non posso certo dargliene una colpa. La guardo severo, la septa mi anticipa, dandomi la dimostrazione che le sue lezioni sono già cominciate. Picchia Alinor su una mano con una radice, giustamente una come lei non poteva che possedere un potere come quello... fortuna che quando ero piccolo non aveva risvegliato ancora i suoi poteri o comunque non ne ha mai fatto uso davanti a me. Quelle radici sembrano belle robuste e anche orticanti. Agatha sparecchia l'improvvisato picnic di colei che dovrebbe salire al trono affianco a me... il discorso a Tywin diventa sempre più impellente, così come quello a Lord Waters. Con la morte di mio padre, sono di fatto il Re di Dohaeris, ma per ora mi sento solo schiacciato dalle incombenze. Mi sarebbe stato comodo lasciare mio padre a soffrire per anni ancora in quel letto, così da avere il tempo di allontanare da me molti dei doveri che devo compiere. Ma non ho mai scelto la via della semplicità, l'ordine e il mio ruolo richiedevano questo, l'amore che nutro per lui anche. Sì, ho dovuto fare ciò che ho fatto: è stato un atto caritatevole, non potevo continuare a vivere in bilico, a vederlo soffrire ogni giorno di più. Mio padre deve essere ricordato per il grande mago e guerriero che era, per il magnificente Re che tutti hanno amato. Com'è stato difficile, sorella, lasciarti andare in battaglia senza dirti di lui... devi tornare da me, non ho le forze per affrontare tutto questo da solo. Forse sono solo stanco, non dormo da molto. Mi massaggio le tempie, riporto l'attenzione sui guerrieri della Torre. "In questa tenebrosa notte, Re Rickard Raeghar ha lasciato questo mondo per raggiungere la dea Saraswaty e godere del tepore della sua luce immortale. Ho reputato appropriato non turbare lo spirito di mia sorella prima della battaglia, quindi comprenderete il mio silenzio con lei. Una notizia del genere l'avrebbe sconvolta e avrebbe rischiato di distrarsi e di finire vittima del nemico. Preghiamo gli dei che la battaglia dell'Auspex sia breve e vittoriosa, ma soprattutto, che permetta di riabbracciare i nostri guerrieri sani e salvi il prima possibile. Se Esperin sarà tornata, questa sera stessa celebreremo il funerale qui davanti la fontana della Torre. Mio padre..." cerco di tenere il tono della voce fermo, serio, senza che tremi, ma questo ricordo mi fa indugiare un attimo "... mio padre amava molto la fontana della Torre, per questo vi volle la statua della Regina Margarete. Mi consola sapere che ora saranno insieme per sempre". Faccio un profondo respiro, non è stato facile per me fare queste dichiarazioni, sono sempre stato introverso e schivo su queste cose. Mi volto verso Sir Vicent, ho il dovere di conferirgli un titolo per la sua vittoria a Franthalia e per aver ucciso una nemica. "Purtroppo, quindi, non ci saranno festeggiamenti per Franthalia, Sir Vicent, ma ho sentito in giro dei bardi che inneggiano al vostro nome come il Mietitore di Franthalia... è questo il titolo onorifico che vorrei darvi... aggiungetelo pure ai vostri" dico abbozzando un sorriso, ma è artificioso, spento. Poi, parlo al Comandante, ho un altro incarico da affidargli. "Sir Aiden, vi do l'incarico di stilare una lista con relativi dati, di tutti coloro che abbiamo incontrato nelle battaglie... man mano che la guerra continuerà, l'aggiorneremo. Datene poi una copia a tutti i guerrieri, così da essere ben informati su chi è il nostro nemico. Ora, se volete scusarmi, ho bisogno di riposare... mi offrite la vostra camera, Comandante? Non è stata una notte facile, questa" dico alzandomi dal tavolo, congedando quindi tutti dalla riunione. Mi avvicino così a Sir Aiden e gli domando ancora: "Ho notato l'assenza di Lady Feralys, ditele che dovrà farmi rapporto per questo suo comportamento irresponsabile. Per la questione del furto di teste... potete aggiornarmi mentre mi mostrate il vostro alloggio o dopo, al mio risveglio". Mi incammino sperando che mi segua. Vedo Lumen che si inchina dinanzi a me e si congeda, andandosi a sedere in giardino. E' taciturna, persa nelle sue preoccupazioni. Mi sembra che fissi il bordo della fontana... già, meretrice, vorrei farti fare la stessa fine di Taras. Lord Tywin... maledizione... se non ci fosse lui avrei già la testa più bella del reame su una picca. Se Aiden mi seguirà e avrà da dirmi delle cose, lo ascolterò, altrimenti andrò direttamente a riposarmi.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •