Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 132 di 339 PrimaPrima ... 3282122130131132133134142182232 ... UltimaUltima
Risultati da 1,311 a 1,320 di 3385
  1. #1311
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    La mocciosa si volta furente, per me è già una vittoria che non stia starnazzando chissà che ingiustizia!



    Anche lord Fanon arriva, manca solo la lady rossa....ormai è chiaro che Lord Tiwyn ha inzuppato il biscotto, la cosa potrebbe rivelarsi più che vantaggiosa: Tywin non è ai livelli di libidine del figlio e lady Feralys non è certo una nobile qualsiasi....non mi sorprenderebbe un'alleanza più che duratura tra i due, e questo allontana Adamantia dal gioco del trono. Bene.
    "In questa tenebrosa notte, Re Rickard Raeghar ha lasciato questo mondo per raggiungere la dea Saraswaty e godere del tepore della sua luce immortale."



    Inghiotto un grumo di saliva spalancando gli occhi che spero non tradiscano la gioia che mi pervade l'animo! Spero abbia sofferto tantissimo! Porto le mani sotto il tavolo per stringere il tessuto del saio....sto difficilmente trattenendo le risate...cerco di distrarmi guardando fisso il reggente, la mia faccia è una maschera di cera: non ho problemi a mostrare la mia felicità, sono una loro prigioniera e di certo posso permettermi tutta la sincerità che voglio a differenza del resto dei presenti, se non fosse che Lantis mi farebbe volare in tempo due secondi!



    Ascolto dunque il resto del discorso, il regg-...il Re si congeda dalla riunione, vorrei dire a sir Dreth di farci comunque un resoconto su Franthalia, ma al momento parlare con ĺady Alinor è più urgente.
    Attenderò l'uscita del re, dopodiché mi rivolgerò verso lady Alinor alzandomi:
    << Lady Waters. Con me. Dobbiamo parlare.>>



    Attenderò che si alzi per seguirmi, e insieme ci dirigeremo verso il giardino con la fontana, passeggeremo verso il porticato dall'altra parte della Torre. È il momento di far entrare lady Alinor sulla scacchiera come il pedone che diventerà Regina.



  2. #1312
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Termino di fare colazione velocemente, sarebbe decisamente poco appropriato mangiare durante la riunione.


    Passano giusto pochi minuti prima che qualche volto si faccia vedere: Lantis e Cassandra sono i primi ad arrivare, seguiti a ruota dalla septa e Dreth, che prendono posto vicino a me, e poi da tutti gli altri abitanti della torre.




    All'appello manca solo Adamantia... temo che questa sua latitanza verrà notata. Mano a mano che arrivano saluto tutti con un cenno, rimanendo concentrato sul viso del reggente: è contrito, un po' pallido, pare quasi malato. La preoccupazione per la sorella dev'essere veramente difficile da sopportare, oppure... Raiden, mi hai forse fatto un immenso regalo? Hanno avvelenato anche lui?
    Finalmente Lantis si stanca di aspettare la Feralys e la riunione comincia. Apriamo le danze nel migliore dei modi: il re è morto.


    Ci metto qualche secondo ad elaborare la notizia: il Gran Maestro Rickard non fa più parte di questo mondo, è deceduto, schiattato, trapassato, ha raggiunto la Dea se vogliamo essere clericali. Abbasso la testa e lo sguardo, abbattuto: improvvisamente il piatto davanti a me è infinitamente interessante... fino a quando Agatha non me lo porta via per ordine della septa.
    La voce del reggente (presto re) raggiunge ovattata le mie orecchie: aspettavo da tempo questo momento. Rickard era... un ostacolo, un impedimento che doveva essere eliminato. Ora, finalmente, posso procedere con i miei piani, e ne sono immensamente felice, ma... sento una specie di malinconia, anche. Non ho mai provato affetto per il re, non sono mai stato un suo servo fedele senza spina dorsale alla stregua dei Dreth, ma non posso nemmeno negare che Rickard sia stato un re abile, capace di mantenere Dohaeris unita sotto un unico vessillo. Dei... un sorriso impercettibile si fa spazio sulle mie labbra: è un ghigno amaro, forse triste, forse allegro, non lo so. Sarei uno stolto a provare semplicemente gioia, perché Rickard Raeghar, il re più potente e buono di tutti i tempi, era un uomo da ammirare e rispettare.
    Ma un uomo che doveva morire, perché quel corpo inerme sul talamo intralciava i miei piani.


    Dopo aver affibbiato a Vicent il titolo ufficiale di Mietitore di Franthalia, Lantis mi affida l'ennesimo incarico: stilare gli identikit di ogni nostro nemico, con tanto di poteri, razza ed elemento. Mi chiede poi di concedergli la mia stanza per riposare... bene. Finito? Magari volete anche un rene? Mi alzo dal mio posto e sistemo la sedia. <<Vostra altezza, vivo per servire>>, gli rispondo, prima guardandolo negli occhi e poi abbassando un poco la testa, riferendomi ad entrambe le richieste. Quindi lo seguo, lasciandomi alle spalle la sala da pranzo, e avanzando un poco avanti a lui in modo che possa guidarlo. <<Vi prego di perdonare lady Feralys, sono sicuro che il malore le passerà presto... non è comunque un comportamento appropriato, le intimerò di avere più rispetto per gli incontri formali>>. Adamantia, cosa state facendo? Dovremo parlare, il prima possibile. E mettere qualche cosa in chiaro. <<La mia stanza è questa, ed è tutta vostra. Chiederò a un servo di posizionarsi di fronte alla porta, in modo che nessuno venga a disturbarvi>>. Con un gesto della mano comando di avvicinarsi al primo servo che vedo passare e gli comunico il suo compito. Poi torno a parlare con il Raeghar, guardandolo negli occhi. <<Prima, però, ho assolutamente bisogno di parlarvi. Comprendo che è un momento difficile, so cosa significa perdere il proprio padre>>, non vi è alcuna emozione nella mia voce, non voglio farlo sentire a disagio, perché so che non apprezzerebbe, <<Ma certi discorsi non possono essere rimandati, nemmeno di poche ore>>. Non sono uno stolto, so che anche lui la pensa così. Mi avvicino quindi alla porta e la apro, invitando Lantis ad entrare.
    <<Prego>>, dico.

    Il servo si trova già da ora fuori dalla porta
    Our wills and fates do so contrary run

  3. #1313
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Osservo le leccornie sulla tavola pregustando ciò che "divorerò", con eleganza ovviamente, al termine della riunione quando Agatha porta via tutto su cenno della Septa. Eh no!




    Purtroppo non faccio neppure in tempo a nascondere una fetta di torta nel tovagliolo
    Dopo qualche minuto di attesa il Reggente prende parola senza aspettare oltre l'arrivo di Lady Feralis, quella donna non può proprio fare a meno di attirare tutte le attenzioni su di sè... Chissà se è ancora con Lord Tywin...
    <<In questa tenebrosa notte, Re Rickard Raeghar ha lasciato questo mondo per raggiungere la dea Saraswaty e godere del tepore della sua luce immortale...>>


    Cosa? Giusto ieri siamo venuti a conoscenza del veleno e ora... Ora si aprono le danze!
    Le lacrime sarebbero eccessive e fuori luogo, per cui mi limito a mantenere l'espressione composta e seria, nascondendo lo stupore per la notizia.


    La lotta al trono è dunque iniziata, sono questi i momenti in cui ci si può arricchire, occorre solo prestare attenzione alla scacchiera e scegliere le pedine su cui puntare.
    Il Reggente, che a questo punto sarà il nuovo Re, continua a dare disposizioni sulla battaglia, sul funerale, e conclude con una serie di ordini per il Comandante.


    Quando i due uomini lasciano la stanza mi guardo intorno per capire se la riunione è effettivamente finita, sono appena arrivata e non posso mostrarmi impaziente, ma quella torta sembrava molto buona.


    Ultima modifica di albakiara; 1st June 2015 alle 19:26

  4. #1314
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS
    CASTELLO NERO - ADAMANTEM

    Guardo Twyn ancora nudo, sdraiato sul letto: ha l'aria soddisfatta, per quello che è successo tra noi e per la sua proposta, suppongo. Mi osserva. Un guizzo attraversa i suoi occhi gelidi, poi lo stregone si alza e si avvicina a me, sembra quasi voglia ribadire ancora una volta chi comanda.
    Mi stringe a lui con impeto, i nostri corpi sono di nuovo vicini, tanto che non passerebbe nemmeno uno spillo tra noi. Questo contatto ravvicinato mi da i brividi, pelle contro pelle, occhi negli occhi, lo sguardo duro di Tywin mi tiene incatenata, non posso fare a meno di guardarlo.


    "Voglio Waters fuori dai giochi, non farti scoprire o ti ammazzo con le mie mani, se ci riuscirai tutto questo sarà anche tuo: il castello, i diamanti e tutto ciò che la tua testa non ha ancora osato desiderare"
    Allora si tratta di questo: Alinor Waters.
    "Sei stato tu" - dico quasi tra me e me. E' più che plausibile che dietro tutto quello che è accaduto alla Torre ci sia Tywin: Rickard morto, Alinor in una tomba, Lumen libera di sposare Lantis. Dev'essere il suo piano fin dall'inizio, mi chiedo se la morte della regina Margarete sia avvenuta per cause naturali. Una carezza delicata sul viso spezza il circolo dei miei pensieri e mi induce a concentrarmi meglio su ciò che dice quella sua voce maschia e sensuale.
    "Sarebbe un vero peccato far marcire questa pelle sotto cumuli di terra, quando invece potresti valorizzarla con collane di diamanti di ogni taglio e di ogni colore. Fuori dalla porta vi sono delle ancelle, affidati a loro per un bagno, le terme sono tutte tue". Una minaccia seguita da un'offerta di cortese ospitalità, dovrei avere paura, temere quest'uomo ed in effetti è così, ma ... devo ammettere che tutta la situazione è molto eccitante.


    Dev'essere così anche per Tywn che si avventa di nuovo con passione sulle mie labbra, che, sapienti, rispondono al bacio con entusiasmo mentre le braccia avvinghiano ed esplorano il corpo muscoloso. Dopo un pò ci stacchiamo e, mentre Tywin si sdraia a letto io decido di accettare la sua proposta di utilizzare le terme, mentre vado via, con la schiena verso di lui gli faccio sapere come potrei giustificare alla torre la mia presenza qui, se mai dovessi averne bisogno.


    "Un delle tue guardie, Raivo Galahad, viene da Asshai. E' stato uno dei miei maestri, diciamo che lo conosco piuttosto bene.". Non aggiungo altro, non ce n'è bisogno. Non ho risposto direttamente alla sua domanda, in fondo non credo nemmeno si aspettasse una risposta, men che meno negativa: ha studiato tutto nei minimi dettagli!
    La porta della camera da letto si chiude dietro di me e, proprio come aveva detto Tywin, due ancelle mi guardano con aria interrogativa: sono nuda e non mi sono preoccupata di recuperare la mia veste. Ci penseranno loro, in fondo diventerò la padrona qui.
    "Portatemi alle terme, ho bisogno di un bagno. Che non manchino oli e profumi, non vorrei dover informare Lord Tywin della vostra negligenza!"
    Subito dopo il bagno estremamente rilassante - credo di essermi addormentata per qualche tempo - mi lascio accompagnare al glados.


    Mi stringo nel mantello, l'aria gelida mi colpisce come lame taglienti sulla pelle. Prima di attraversare il portale mi volto a guardare il castello, forte, imponente, maestoso. Visto padre, dove è arrivata vostra figlia?
    Mi incammino poi decisa verso il bagliore e mi ritrovo nel meraviglioso mondo dei leccapiedi reali.

    TORRE DELLA LUNA

    E' passata l'alba, i guerrieri devono essere già all'Auspex. Non so cosa augurarmi a questo punto, se dovessimo vincere e se dovesse tornare soltanto Gildas il lunatico potrei essere contenta, sì. Ma in fondo, in questo momento le questioni che riguardano la conquista di territori non sono la mia priorità, ho cose ben più importanti da pensare.
    C'è una strana quiete qui attorno, che stiano ancora tutti dormendo? Possibile che abbiano lasciato andare via la Principessa senza concederle almeno una parata con 66 maledetti tromboni?
    Ho parlato troppo presto: in lontananza sgorgo una figura sgraziata e un sacco di patate e ovviamente la figura sgraziata è Lady Waters. Stanno confabulando e la septa mi lancia un'occhiata, non posso fingere di non averle viste quindi rivolgo il mio saluto ad entrambe poi vado diretta nella mia stanza, devo cambiarmi e fare in modo di far sparire o per lo meno rendere meno visibile il morso al collo. Dovrei avere qualcosa di adatto, credo.
    Mi blocco di colpo, assorta nei miei pensieri non mi ero accorta della guardia davanti alla porta di Aiden. Cosa sarà successo? Un altro tentato omicidio? Sono tentata di avvicinarmi e usare tutto il mio fascino per farlo parlare, ma sarà meglio che mi trattenga, sono stata fuori tutta la notte, è meglio non dare nell'occhio più del dovuto.
    Eccomi qui, nella mia umile stanzetta da ospite quasi indesiderata: in confronto a quella del Castello Nero è poco più che un ripostiglio di cose usate!


    Mi avvicino allo specchio e comincio ad armeggiare con creme ed unguenti: in circostanze diverse l'avrei sbandierato ai quattro venti, ma dato quello che c'è in ballo non mi sembra davvero il caso.

    *modificato il post col saluto di Adamantia ad Alinor e alla Septa.


  5. #1315
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    Un rapido bagliore verdognolo mi passa sugli occhi, seguito da un altro arancione e mille altri tutti colorati e diversi. Li apro di scatto notando il poco sole dell’alba infrangersi in vari colori sul cristallo del diadema. Sbadiglio rumorosamente osservandomi intorno nella stanza. Vicent ancora dorme, stravaccato sulla panca e con la coperta sparsa in modo disordinato sul suo corpo. Noto che i servi hanno portato nella stanza un altro letto, bene. Almeno dalla prossima notte non dovrò dormire sulla panca, ancora ricordo bene quello che mi ha detto ieri sera, un modo come un altro per dirmi che da stanotte si cambia musica. Mi alzo dal letto prendendo il lenzuolo e, legandomelo intorno alla vita, mi avvicino all’armadio, sbadiglio nuovamente tirando fuori quella scomodissima armatura. «Prima ti indosso, prima ammazzo qualcuno e prima potrò buttarti nell’armadio di nuovo…» dico lanciando con poca delicatezza i vari pezzi sul letto che impattano con un suono metallico e fastidioso tra di loro. Mi affaccio sulla porta e faccio portare al primo servo che vedo un catino con dell’acqua. Comincio quindi a vestirmi, quando tornerò penserò a farmi un bagno che durerà minimo due settimane. Lo stivale destro non da problemi ma è quando arrivo a quello sinistro che la giornata comincia nel peggiore dei modi. La mano mi rimane incastrata nel ferro assieme al piede facendomi digrignare i denti dal dolore e sbattere con violenza l’arto a terra provocando un rumore a dir poco assordante, in quel momento anche Dreth si sveglia forse attratto dai vari rumori, lo sento ridere di me e in riflesso lo guardo innervosito non tanto dalla ridarella ma più dallo stivale che continua a non entrare «Grazie» dice stringendo la coperta tra le mani. Perché? Che ho fatto? Cioè… aspetta… mica l’ho curato o gli ho offerto un dolcetto. Finalmente lo stivale collabora e dopo aver infilato anche il resto dell’armatura, immergo la testa nell’acqua liberandomi dei colori di ieri. Passo quindi a ricolorarli con l’azzurro e l’argento, giusto per dare un senso a quest’ammasso di ferraglia. Vicent si denuda immergendosi in una vasca fattagli portare dai servi. Ma che fa? Mi volto di scatto per non guardare, non vorrei che mi invitasse in acqua con lui, non ho tempo. «Bei capelli…» dice continuando a lavarsi e un sorriso si mostra sul mio volto. Mi alzo poi dal letto e dopo aver ricevuto un piccolo colpo sulla schiena e delle parole di incitamento con un grosso sorriso, continuo a non capirlo questo ragazzo, mi avvio in fretta verso il glados, il Principe stringe a se la sorella, questo gesto continuo sempre più a non comprenderlo, nello stesso istante, il Primo mi rivolge anche lei i suoi complimenti per i miei capelli. Perché mi sento stranamente preso in giro da tutti oggi? Le rivolgo un cenno di gratitudine con la mano e poco dopo la poso sul glados focalizzando la nostra meta, l’Auspex. Chiudo gli occhi e insieme alla principessa muovo un paio di passi verso la luce del portale che con una strana sensazione mi inghiotte e…

    *Azione di Esperin concordata con Serenarcc

    Continua QUI

  6. #1316
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    "In questa tenebrosa notte, Re Rickard Raeghar ha lasciato questo mondo per raggiungere la dea Saraswaty e godere del tepore della sua luce immortale."



    Lo fisso con gli occhi sbarrati, mentre mi porto la mano sulla bocca. Re Rickard ci ha lasciati...Temevo che questo giorno sarebbe arrivato. E' stato tutto inutile...identificare il veleno, gli interrogatori ai consiglieri, le esecuzioni...alla fine lo abbiamo perduto ugualmente. Forse ero l'unica che sperava si potesse ancora salvare, l'unica stupida.
    Abbasso la testa e chiudo gli occhi.



    Quando la notizia giungerà a Brightwaters, mio padre ne soffrirà. Riapro gli occhi, voltandomi verso Lantis.



    Esperin non c'è, vorrei dirgli che gli sono vicino in questo triste momento, ma resto muta, impassibile.
    Si lamenta dell'assenza della Feralys...Sappiamo tutti dove e con chi si trova.
    Mentre seguo con lo sguardo Lantis che sembra allontanarsi con sir Urthadar, una fastidiosa voce mi giunge all'orecchio.
    << Lady Waters. Con me. Dobbiamo parlare.>> mi fa la septa, in piedi. Ufff...E' già giunta l'ora delle prediche su come essere una Regina?
    La morte di Re Rickard purtroppo segna la fine di quel briciolo di libertà che mi era rimasta. Speravo tanto non arrivasse mai questo giorno, lo speravo con tutto il cuore. Ora dovrò sposare un uomo che non amo e in più regnare su Dohaeris, accanto a lui.
    Questa giornata è cominciata nel peggiore dei modi e non accenna a migliorare.
    Avvilita, la seguo nel cortile dove noto Lumen seduta su una panchina davanti alla fontana.



    Mi volto verso la septa, stranita, non vorrà mica parlarmi in sua presenza.
    Ultima modifica di scarygirl; 2nd June 2015 alle 22:34


  7. #1317
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Come al solito l’unica a non essere ancora presente è Lady Adamantia Feralys. Davanti al Lord ed al Reggente ha fatto di tutto per mettere in cattiva luce la Septa con le sue assenze e chiacchierate con Leithien ed ora invece è proprio lei a commettere lo stesso errore. Per quale assurda ragione non è qui? Che abbia davvero accettato l’invito del Gran Maestro Tywin Leithien al castello nero? Dei. Sarebbe riprovevole come gesto oltre che compromettente per la sua reputazione: una nobildonna del suo rango che si presenta da sola nella residenza di un Lord in piena notte…? Non lascia molto spazio all’immaginazione cosa possa essere accaduto tra i due. Come se ciò non bastasse ad aumentare il fastidio del Reggente c’è Lady Alinor che improvvisa un festino a tavola ma, per fortuna, la Septa la riprende in malo modo con le sue radici. Lady Lumen fa poi la sua entrata e nel vederla il mio cuore perde un battito. Perché indossa un velo nero?



    Il nero è il colore del lutto e sia lei sia il Reggente hanno un’aria strana… Come se… No. No. No. No. Non può essere! Stringo di riflesso la mano destra al ginocchio ed abbassando lo sguardo inghiotto un groppone di saliva: ditemi che è un incubo. <<In questa tenebrosa notte, Re Rickard Raeghar ha lasciato questo mondo per raggiungere la dea Saraswaty e godere del tepore della sua luce immortale […]>>, il resto giunge ovattato alle mie orecchie.



    Dunque è davvero finita? Il Gran Maestro Rickard è morto? A quanto pare la risposta è un sì... Sì oggi ci ha lasciato il Re più potente e giusto di tutti i tempi. Sì oggi è morto un uomo buono e magnanimo. Sì oggi i Raeghar piangono un padre ed un marito. Sì oggi è una giornata infame per l’intera Dohaeris. D’un tratto sento che la malinconia, la tristezza, il rammarico e perfino l’incertezza mi piombano addosso ed una lacrima catartica sfugge al mio controllo solcando la mia guancia destra.



    So che non dovrei piangere ma la notizia è a dir poco devastante. L’unica effimera consolazione è che almeno adesso Rickard Raeghar è in pace tra le braccia della Dea Saraswaty, piuttosto che disteso su un letto, moribondo e divorato da un veleno. <<Purtroppo, quindi, non ci saranno festeggiamenti per Franthalia, Sir Vicent>>, come un automa ricambio lo sguardo del nuovo Re,<<ma ho sentito in giro dei bardi che inneggiano al vostro nome come il Mietitore di Franthalia... è questo il titolo onorifico che vorrei darvi... aggiungetelo pure ai vostri>>, lo vedo sorridermi, ma è un sorriso spento, vuoto. Franthalia… Non ci stavo nemmeno più pensando. In realtà non volevo proprio nulla, per me era già sufficiente la soddisfazione che ho avvertito nella sua voce quando gli ho comunicato la vittoria. <<Vostra Maestà, Vi sono grato per il titolo assegnatomi, cercherò di fare onore alla Vostra scelta e alla Vostra famiglia>>, dico atono, senza rifletterci troppo.



    Subito dopo si rivolge al Comandante e gli affida un incarico: dovrà stilare gli identikit di ogni nostro nemico, con nome, razza ed elemento. E’ un impegno gravoso questo ma necessario, almeno così non dobbiamo ripeterci e, soprattutto, non corriamo il rischio di dimenticare dei dettagli rilevanti riguardo le fazioni avversarie. Avrei un’idea per implementare questo schema ma al momento preferisco rimanere il silenzio: la esporrò in privato ad Aiden, ora non mi sembra il caso. Dopo un ammonimento a Lady Feralys ed aver chiesto al Comandante una gentile concessione della sua stanza, Re Lantis lascia la sala ed è visibilmente distrutto dal dolore. Involontariamente il mio pensiero va su Esperin perché anche lei, come Lantis, ha perso il padre e vedersi portare via dalla morte una persona a cui tieni è uno strazio che conosco seppur in maniera differente… E solo il tempo lenirà il dolore... Forse.



    Mentre alcuni dei presenti si congedano rimango fermo al mio posto. Cerco infatti di calmarmi un po’, metabolizzando quanto appena udito, finché di scatto non lascio la presa sul mio ginocchio. Mi stavo facendo male da solo. Titubante mi guardo attorno alla ricerca di uno sfogo… O quantomeno qualcosa da fare pur di rendermi utile. Gli occhi slittano su ogni figura in sala finché non si posano su quella che sta frontalmente alla statua di Lady MargareteLumen Leithien. Sarei quasi tentato di ignorarla, dopo tutte le cattiverie che ha compiuto sarebbe il minimo, eppure c’è qualcosa in me che mi intima di non farlo e di mostrare che sono diverso… Con un leggero sospiro mi sollevo dal mio posto, mi congedo con un rapido saluto dai presenti in sala e poi vado verso l’ex Regina. <<Si dice che quando ci lascia una persona cara, un pezzetto di noi se ne va via con lei>>, esclamo titubante tenendo lo sguardo rigorosamente basso. Lady Lumen prenderà il gesto come semplice rispetto, ma la realtà è che ho qualche remora a guardarla negli occhi visti gli effetti dello charme. <<E che, purtroppo, non esistono parole per poter colmare il vuoto che si sente>>, picchietto sul cuore per farle capire ciò che intendo... Selene... Mi manchi da morire...<<Ma perdonate questo cavaliere per arrecarVi disturbo in un momento del genere. Volevo solo dirVi che comprendo il Vostro dolore e Vi do le mie più sincere e sentite condoglianze>>.



    Resterò per un paio di minuti qui, per ascoltare un’eventuale risposta, dopo di che mi congederò con un semplice inchino per andare verso la mia stanza.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 10th June 2015 alle 02:52



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #1318
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Anche sir Dreth, alquanto scosso dalla notizia, si congeda da tavola per raggiunge la regina Lumen nel cortiletto.




    Seguo il suo esempio, scosto leggermente indietro la sedia e mi alzo da tavola salutando i pochi rimasti, poi entro nella dispensa e prendo una bella fetta di torta prima di ritirarmi nella stanza.




    Boccone dopo boccone mi gusto il dolce alle mele rimpiangendo di non aver preso una doppia razione... Uhm, dovrò farmi dare la ricetta dalla cuoca!
    Poggio il piattino a terra accanto al divanetto e mi "tuffo" nel letto, lasciandomi cadere di schiena, è da tanto che non dormivo su un materasso così morbido e comodo, finalmente potrò dire addio a pagliericci o stuoie pidocchiose.


    In pochi istanti mi abbandono al sonno, fin quando non mi chiameranno per gli allenamenti non ci sarò per nessuno.
    Ultima modifica di albakiara; 1st June 2015 alle 19:28

  9. #1319
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Il Re è morto.
    Nell'istante in cui l'oramai ex Principe Lantis, nonché prossimo Re di Dohaeris, termina il suo discorso, il mio sguardo si posa, quasi istintivamente, su ogni commensale riunito intorno a questo tavolo.
    Alcuni sono sinceramente sorpresi ed addolorati, altri... secondo me stanno trattenendo le risate.
    In molti, sono sicura, stanno godendo della dipartita del Re e sento che ben presto qualcosa in questa torre cambierà. Finora gli eventi a cui ho potuto assistere possono essere tranquillamente considerati, da persone normali si intende, come avvenimenti terribili e nefasti. Non oso immaginare cosa potrà accadere ora, quindi.
    Sono sicura che il divertimento è appena iniziato!
    Quanto alla sottoscritta... la morte del Re non mi fa né caldo, né freddo.
    Non sono qui perché aspiro al trono, non ancora almeno. La mia vendetta viene prima di tutto.
    Ammetto, tuttavia, che è stato il Re più leale e magnanimo che il popolo di Dohaeris abbia mai avuto.
    Ora, in teoria, Lantis salirà al trono, sposerà la giovane Waters e... tutti vissero felici e contenti?
    Credo proprio di no. No, dai, scherzi a parte... non può andare in questo modo.
    Poi come faccio a divertirmi?
    Pian piano tutti si allontanano dalla stanza, così decido di congedarmi anch'io.
    Rivolgo una riverenza all'ex Regina in segno di rispetto per il suo lutto, come se me ne fregasse qualcosa sì, e poi mi dirigo lentamente verso la mia stanza.
    Quando entro trovo la Hammerfell stravaccata sul letto, ormai già nel mondo dei sogni.



    Sbuffo mentre continuo ad osservarla. Essere costretta a condividere la stanza con una selvaggia che non ha nemmeno l'accortezza di cambiarsi d'abito prima di mettersi nel letto... mi irrita. Parecchio.



    Ma dove caspita è cresciuta questa?! In mezzo alle bestie, sicuro!



    Afferro velocemente una veste che sono solita usare per la notte, mi libero dei miei abiti, riponendoli con cura nel cassettone e, dopo essermi cambiata, mi infilo sotto le coperte. Ovviamente prima ho lasciato un bigliettino sul comodino della donna cresciuta nella giungla, in cui la prego di svegliarmi, qualora si svegliasse prima di me, così da poterci recare in armeria ed allenarci insieme come abbiamo stabilito poco fa.



    Sarà meglio riposare almeno qualche ora: voglio arrivare al mio primo allenamento ristorata.

    Ultima modifica di valuccia85; 1st June 2015 alle 20:55

  10. #1320
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vediamo un pò....come rovino la vita di una graziosa ragazzina, oggi?
    Potrei proporle di andare con un gran sorriso dalla vedova e dirle che le dispiace taaaaantissimo di rubarle la poltrona, oppure farla correre da Lantis per urlargli che lady Feralys in tutta probabilità è ancora al Castello Nero a studiare i mille e uno modi per far fuori gli eredi al trono!



    A proposito di lady Feralys....eccola che passeggia verso le sue stanze: ci ha solo salutato, io nemmeno la rispondo, ma qualcosa non sfugge ai miei occhi:
    <<Povera lady Feralys!>> esordisco voltandomi verso lady Alinor:
    <<Viene da Asshai, la terra dei deserti sconfinati! Per noi questa temperatura è più che accettabile, ma lei evidentemente soffre particolarmente del freddo! Per tutti i demoni....>> esclamo ridacchiando, riferendomi al pesantissimo mantello che indossa <<...manco fossimo ricoperti di neve come al Castello Nero!>> concludo allargando gli occhi, sperando colga il messaggio. Cominciamo a testare un poco le capacità deduttive della giovane cornacchia.



    Passeggiamo avanti e indietro per il porticato, all'ombra dell'edera che sarà in fiore ancora per poco. "L'inverno sta arrivando" direbbero i caproni del Nord.
    La regina è dall'altra parte delle fontana, sulla panchina che da le spalle alla sala da pranzo ed è appena stata raggiunta da sir Dreth: da qui non possono sentirci, lo scrosciare dell'acqua coprirà le nostre parole, e ormai tutti sanno che sono la septa della promessa sposa, dunque, a questo proposito...



    <<Ad ognuno in fondo, la propria croce! Se siete sfortunata, occuperete una posizione politica che non vi fa gola nemmeno un pò, se sarete fortunata qualcuno vi avrà ucciso prima risparmiandoVi il tedio. In fondo a chi importa? Qui siete solo il pedone "promessa sposa", l'unico motivo per il quale destate qualche attenzione è solo questo, per il resto siete una ragazzina stupida e totalmente anonima, persino il Vostro Promesso vi ha affibbiato a me come se dovessi ammaestrarVi a non so che fare, forse si aspetta che Vi spieghi come sventolarvi il viso quando scuote i suoi capelli da femminuccia! Se il vostro intento è quello di morire per non salire al trono, siete sulla strada giusta e non Vi disturberò oltre!>>



    Non le darò tempo di rispondermi, riprendendo immediatamente con la conclusione del concetto:
    <<Se volete sopravvivere, dovrete diventare regina, non c'è altra via....e per assicurarsi quel posto ci sono diverse modalità: di questi tempi va molto di moda il limitarsi ad aprire le gambe, ma ho sentito anche che cacciare un paio di diamanti da sotto al mantello funzioni! Purtroppo per Voi state per sposare il baccalà che abbocca a questi ami facili, ami di cui immagino siate sprovvista, quindi ditemi...presupponendo che entrambe non vediamo l'ora di liberarci dell'altra, cosa fareste senza di me? Vorrei sapere per l'esattezza cosa farebbe Alinor Waters.>> concludo seria, mancando appositamente il titolo di lady antecedente.



    Inspiro lentamente: quello che le ho detto è la verità....nessuno qui la considera se non per il ruolo che ricopre, lo stesso Lantis me l'ha affibbiata come un animale d'addestramento, ho come l'impressione che voglia tenerla invece lontana da se il più possibile....quello ora interessa a me è capire come ragiona, quali tasti spingere, cosa farle sfruttare meglio per imparare a difendersi da sola.
    Voglio liberarmene e presto.

    Nb: azione di Adamantia che saluta Deirdre e Alinor concordata con polliciotta.
    (non vediamo Ada uscire dal Glados, ma solo quando cammina nel corridoio per raggiungere la sua stanza)


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •