Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 134 di 339 PrimaPrima ... 3484124132133134135136144184234 ... UltimaUltima
Risultati da 1,331 a 1,340 di 3385
  1. #1331
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult



    Rimango in silenzio a guardarmi intorno dopotutto ho fatto bene a non cominciare a mangiare dal momento che la septa ordina ad una serva di sparecchiare…
    Finalmente il Principe prende la parola «In questa tenebrosa notte, Re Rickard Raeghar ha lasciato questo mondo per raggiungere la dea Saraswaty e godere del tepore della sua luce immortale...»
    Sgrano gli occhi per la sorpresa il Re è morto? Il nostro amato Re non c’è più. No no no! Sicuramente ho capito male. Il Re più buono e magnanimo del Regno è morto.
    Riesco a ripetere dentro di me solo queste parole mentre senza che me ne renda conto una lacrima comincia a scendere dal mio viso.
    Ed ora? Be’ logicamente ora il Principe Lantis prenderà il suo posto e sposerà Lady Waters ma… ma…
    Non riesco a pensare lucidamente né tanto meno ad ascoltare il resto del discorso.
    Quando il Principe si alza ed esce dalla stanza decido di uscire anche io,



    ho bisogno di aria, così vado a sedermi sul muretto della fontana lontana da tutti coloro che stanno fuori persa nei miei tristi pensieri.



    Fuori infatti ci sono la Regina Lumen...



    ... la Strega dell'Ovest insieme a Lady Alinor.


    Ultima modifica di Lilla_20; 7th June 2015 alle 22:18

  2. #1332
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Araneae sottrae 25 punti costituzione, Nymeria 20

  3. #1333
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Araneae cade a terra e il sangue inizia ad uscire abbondante dalle caviglie, proprio come avevo previsto, peccato che la donna non demorde.


    Ecco che quella fastidiosa sensazione timore si fa viva in me, Araneae mi guarda spregevole e subdola, i suoi capelli son ragnatele che mi vogliono avvinghiare e trascinare nella sua trappola.


    Devo allontanarmi da lei, subito.


    Qualcosa mi viene incontro e cerco di schivarlo, ma sono come rallentata nei movimenti e la sua katana si conficca nella spalla.
    Maledetta... La sento blaterare qualcosa, mi insulta <<Non ho alcun interesse a farVi brutti scherzi come dite, ma visto che avete messo le carte in tavola fin dal principio... Vi invito caldamente a fare lo stesso: non giocatemi brutti tiri e sono sicura che potremmo anche andare d'accordo>>
    <<Vedo che ci intendiamo, allora! Io non giocherò brutti tiri a Voi e Voi farete lo stesso nei miei confronti...>>


    <<Sarà meglio chiamare un guaritore, non credete? Poi potremo continuare a danzare quanto volete...>>
    Un guaritore? Porto le mani al ventre dolorante e queste si tingono cremisi poichè il sangue sta uscendo abbondante dalle ferite ora che l'arma è stata rimossa.
    Senza guardare la donna mi sporgo dalle finestre che danno sul cortile e chiamo a gran voce un guaritore <<Sir Vicent? Scusate il disturbo... Necessiteremo del vostro potere curativo, in armeria, Lady Araneae è impossibilitata a scendere.>>


    Se non vedrò un suo cenno di risposta proverò a chiamare ancora.
    Ultima modifica di albakiara; 2nd June 2015 alle 23:10

  4. #1334
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria sottrae 20 punti costituzione

  5. #1335
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Il mio piano va a buon fine e sebbene non riesca a colpire la donna nel punto che avevo stabilito, riesco comunque a ferirla ad una spalla.



    Almeno per ora sono riuscita a fermarla... adesso bisogna solo attendere l'arrivo di un guaritore.

    "Vedo che ci intendiamo, allora! Io non giocherò brutti tiri a Voi e Voi farete lo stesso nei miei confronti..."



    "Come Vi ho detto poco fa - replico con tono fermo nel tentativo di mascherare il dolore che sento - non ho alcun interesse a giocarVi qualche brutto tiro. Non siamo solo compagne di stanza, motivo in più per andare d'accordo, ma prima di tutto siamo alleate. Andare d'accordo e collaborare tra di noi è un requisito indispensabile, non credete anche Voi?"



    Solo nel momento in cui le ricordo di chiamare un guaritore, pare rendersi conto della ferita nello stomaco da cui sta sgorgando del sangue.



    Però... ho fatto un bel lavoro tutto sommato. Posso ritenermi soddisfatta. Non ho perso la mano nel combattimento, ma dovrò fare molto meglio di così... siamo solo all'inizio.
    Inizia a gridare, affacciandosi alla finestra, il nome di Sir Dreth. Oh, finalmente qualcosa di utile si è decisa a farla.
    Con la mano destra che preme sul ventre ferito, cerco di strisciare indietro, fino ad appoggiarmi al muro della stanza.



    -Cavolo... qui tra teste mozzate e guerrieri che imbrattano i pavimenti di sangue... la servitù avrà sempre il suo da fare. Non si annoieranno di certo...- penso divertita.

    Quanto tempo è passato dall'ultima volta che qualcuno è stato in grado di ferirmi?
    Non ne ho memoria. Sentirmi così... vulnerabile... mi fa sentire viva! Viva come non mi sentivo da molto tempo. La vendetta ti farà anche andare avanti, ma dopo un po'... (un bel po'!) ti fa morire dentro. Ti fa diventare arida.

    "Complimenti Nymeria... siete una guerriera veramente molto abile"

    Le mie parole sono sincere. Ho veramente apprezzato l'abilità di questa donna, sia nell'usare la sua lancia, sia nel districarsi con i suoi poteri. Se solo desiderasse allenarsi di più invece di pensare a mettere subito fuori combattimento il suo avversario, sono certa che potrei divertirmi parecchio con lei.

    "Posso chiederVi da chi avete imparato la raffinata arte del combattimento?"

    Intanto che aspettiamo, perché no, due chiacchiere si possono pure fare. Giusto per non pensare al dolore...

    Ultima modifica di valuccia85; 3rd June 2015 alle 02:38

  6. #1336
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Il segno sul collo è quasi completamente sparito, gli unguenti di mia madre sono miracolosi per certe cose e li ho utilizzati abbastanza frequentemente per essere in grado di fare un buon lavoro. Faccio cadere il vestito sul pavimento e resto nuda ad osservare il mio corpo in cerca di altre tracce visibili ... eccone un'altra all'interno della coscia, non è visibile ad occhi indiscreti, mi limiterò ad usare una crema lenitiva per farla passare più in fretta. Una scossa scivola via decisa sulla mia schiena al pensiero di come mi sono procurata questi segni, ma è solo un attimo e riprendo la mia ispezione con attenzione. Sarebbe più semplice con un guaritore, ma poi dovrei dare delle spiegazioni e sinceramente nè Cassandra nè Vicent sarebbero degni ascoltatori. Se non fosse stato per quella guardia di fronte alla sua porta avrei sicuramente chiesto aiuto ad Aiden, ma ormai ...

    Mille pensieri si affollano nella mia testa, ho rimandato troppo a lungo la questione, adesso è tempo di affrontare la realtà.


    La proposta di Tywin è un'arma a doppio taglio, per me, ovviamente, lui ne esce pulito: uccidere Alinor, un'impresa che non è riuscita nemmeno ad un soldato addestrato. Se dovessi fallire o venire scoperta farei la fine di Taras, anzi no, di Callien, ucciso senza nemmeno un processo. Ma se dovessi riuscire ...
    Lui mi ha studiato per tutto questo tempo in cui è venuto alla torre, è sicuramente a conoscenza della storia della mia famiglia e sa le corde giuste da toccare per raggiungere il suo scopo. Già il suo scopo ... assicurare la discendenza Leithien sul trono di Dohaeris.

    In questo momento sua nipote Lumen è la regina, chissà per quanto ancora, mentre suo figlio Ryuk è promesso sposo ad Esperin; peccato che ci giri intorno, ma il vero potere è ancora nelle mani di Lantis, erede al trono di diritto. Escludendo Alinor dai giochi, il posto di futura regina resterebbe vacante e a quel punto chi impalmerà Lantis? Potrebbe essere una variabile impazzita, il principe potrebbe pescare ancora tra i bassifondi della nobiltà ... o potrebbe trovare me. Sorrido quasi senza volerlo al solo pensiero, ma è un'attimo. Di nuovo la mente si arrovella in un turbinio di pensieri.


    Alinor. Diciamo che velatamente, chiedendomi di ucciderla, ha rivelato che il primo mandante del suo tentato omicidio è stato lui, ne sono più che convinta. Non so se al processo qualcun'altro, oltre me, ha davvero capito cosa stava succedendo: uno dopo l'altro gli ostacoli ai Leithien sono stati eliminati e Tywin ne è uscito vincitore, nessuno è stato in grado di collegarlo all'avvelenamento di re Rickard o all'altro fattaccio. Ma una strega, una strega con lo charme, sopratutto, certe cose le nota: non hai un potere come il nostro e te ne vai a giocare coi topolini con Drako Kalisi ... l'elfa Niniel è stata ben più di questo ed è stata l'unica ad aver scampato la morte. Comunque questi sono solo pensieri, non c'è nessun fatto, niente che possa essere dimostrato se non che al castello sono tutti una manica di imbecilli e imbranati. Parlo degli uomini, ovviamente. Le uniche con un pò di cervello sono le signore, come volevasi dimostrare.
    Sono di nuovo uscita dal seminato, non riesco ad ammetterlo neanche a me stessa.
    Omicidio.
    E' una strana cosa, streghe e stregoni sono portati naturalmente al male, ma essere malvagi è una prerogativa di tutti gli uomini, eppure siamo sempre noi ad essere sempre buttati nella mischia, come se non avessimo una coscienza, un briciolo di sentimenti ... un tempo, neanche tanto lontano, anch'io ne ho avuti.


    "Le streghe hanno forgiato il mondo così com'è, nel bene ma soprattutto nel male." - mi ripeteva spesso mia madre prima di iniziare. Aveva ragione, ha sempre avuto ragione, anche se in cuor mio, mi fa male dargliela vinta.
    Basta pensieri cupi, Ada! Pensa alle cose belle! In che modo potrei uccidere Alinor, vediamo ... una bella fiammata mentre dorme, un taglio netto alla gola mentre trangugia torta di mele, uno sbadato uso di una spada contro il suo collo.
    Tutti bei modi, certo, ma con la mia firma stampata a caratteri cubitali su tutte le pareti della Torre e la mia sicura condanna a morte. E una strega morta non è mai una strega vincente!
    Non potrei mai farcela da sola, ho bisogno di alleati, di qualcuno che abbia tutto da guadagnare ad unirsi a me, di qualcosa su cui far leva per assicurarmi la riuscita del piano.
    Devo portare questa situazione su un altro livello, devo farcela, sono così vicina. Mi ritrovo seduta sul letto, ancora nuda a massaggiarmi i muscoli irrigiditi e i lividi su tutto il corpo: Tywin è un gran maestro anche a letto, nessun dubbio. Guardo fuori, il sole è già sorto, sarà meglio che mi vesta e mi faccia vedere in giro. Mi avvicino al cassettone per sistemare gli unguenti quando una boccettina mi scivola dalle mani e, nel tentativo di non farla rompere, rovescio a terra il piccolo baule contenente i gioielli. Gemme, collane, anelli sono sparsi su tutto il pavimento, non riesco a trattenere un moto di stizza e una fiammata improvvisa mi sfugge dalle mani. Ma che succede? Non mi era mai accaduto di non riuscire a controllare il mio potere: stringo i pugni per estinguere la fiamma e la sensazione di bruciore alle dita è forte, ma resisto, è parte di me. Io sono fuoco. Mi libero subito della rabbia e mi chino a raccogliere le mie cose, poi lo sguardo cade sull'astuccio intarsiato ancora chiuso e intatto, lo apro e il bagliore della pietra colpita dai raggi del sole mi arriva in pieno viso. Resto estasiata dalla bellezza dell'ambra incastonata nella collana, a guardarla non si direbbe che abbia più di mille anni ...



  7. #1337
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth


    Mi aspettavo un grazie seguito da un semplice sorriso di circostanza ed invece Lady Lumen mi sorprende. Quando mi parla di pezzi d’anima persi e si chiede se vi sia effettivamente rimasto qualcosa in lei, mi istigo a sollevare lo sguardo ed osservare quel sorriso così dolce che sembra quasi dipinto sul suo volto.



    Non so cosa pensare. Sono spiazzato e triste… La sua voce, il suo dolore e la sua amarezza, non posso fare a meno di sentire una sorta di empatia verso questa donna.. Mi sta dispiacendo davvero. A prendermi completamente di sprovvista però è il continuo, <<Dovete perdonare me, Sir Vicent, in allenamento sono stata molto sleale. Apprezzo molto le vostre parole>>. Inghiotto un groppone di saliva mentre il mio volto si ammorbidisce ed un sorriso involontario anima le mie labbra. Non mi sarei mai aspettato delle scuse, oltretutto sincere, da parte sua ed ammetto che è gratificante sentirle. Re Rickard Raeghar con il suo buon cuore è riuscito a lasciare il segno perfino in Lumen Leithien… Forse c’è ancora una possibilità per lei. Forse non è tutto perduto come crede. Schiarisco la voce e, leggermente imbarazzato, dico, <<L’allenamento è dimenticato, ma non la sincerità e la dolcezza che avete dimostrato qui. Accetto dunque le Vostre scuse, mia Regina>>. Spero di non risultare troppo freddo... Dei… E' proprio vero che sono un pezzo di ghiaccio con le donne. Ma è un urlo ad interrompere bruscamente la conversazione tra me e Lady Lumen, facendomi sollevare il capo verso la finestra dell'armeria.<<Sir Vicent? Scusate il disturbo...>>, ricambio lo sguardo di Lady Nymeria osservandola allibito,<<Necessiteremo del vostro potere curativo, in armeria, Lady Araneae è impossibilitata a scendere>>.



    Ma… Questa donna è una selvaggia o cosa?



    Non si rende conto di aver appena mancato di rispetto ad una vedova?! Abbasso di scatto gli occhi solo quando sento Lady Lumen esclamare, <<Restate pure qui, Sir Vicent, vado a controllare cosa sta accadendo in armeria, ho bisogno di distrarmi un poco>>.



    Prendo la sua richiesta come se fosse un ordine e rispondendo un, <<Come desiderate, mia Regina>>, lascio che si congedi da me facendo un semplice inchino.




    Ps: Frasi ed azioni di Lumen concordate con Mary.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 12th June 2015 alle 10:28



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #1338
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    La Torre della Mezzaluna è sempre stato il luogo di allenamenti seri e faticosi, i guerrieri hanno svolto il loro compito in maniera ininterrotta e con dedizione, ma quando mi giunge la voce urlante di una dei nuovi arrivati dalla finestra dell'armeria, con giusto me sotto in lutto per la morte del Re... è troppo. Irrispettoso e indisciplinato lo sguaiato gesto della ragazzina dagli orrendi capelli, ma non è tanto questo a irritarmi. Lantis non è ancora salito sul trono, sono ancora la Regina di Dohaeris. Non ho ricevuto condoglianze e sembra che per questa sciacquetta del deserto, io non abbia più alcun tipo di importanza o di influenza. Si sbaglia, si sbagliano tutti. Sono sempre Lumen Raeghar della casata Leithien e ora glielo dimostrerò. Con il passo felpato ed elegante, salgo con calma gli scalini che portano in armeria, e poi mi affaccio vedendovi le due donne ferite in maniera abbastanza sanguinolenta. Ad occhio e croce, e notando la forza laringea della capellona, non dovrebbero essere in fin di vita. "Signore" dico con la mia voce melodiosa e gentile, con un sorriso accennato sul viso "nei giardini si sta ancora piangendo la morte del nostro amato Re, non mi pare il caso di urlare dalle finestre. Un po' di rispetto per una povera vedova inconsolabile". Appena terminata la frase, evocherò con tutta la rabbia e l'odio che sento in corpo, la mia aura di tenebra. L'orrore si manifesterà concreto davanti ai loro occhi, sarò l'apice e il fulcro della loro paura, che le schiaccerà come pesanti macigni sul cuore, come se le membra fossero paralizzate e io fossi la morte in persona a dare loro la pace. Non devono dimenticare chi è Lumen Leithien, nessuno dovrà mai farlo. Dopo aver goduto della visione celestiale delle loro reazioni, ritornerò in giardino, e imperturbabile e sempre col sorriso sulle labbra, dirò a Sir Vicent di raggiungere l'armeria. Non sia mai che ci siano altri morti, oggi: questo giorno è solo per Rickard, nessuno deve osare toglierlo. Tornerò a sedermi alla panca, sicuramente mi sentirò meglio dopo aver sfogato un poco della tensione che ho in corpo.

    Aura di tenebra
    Gli stregoni nascono dall’oscurità, per tale motivo hanno una forte affinità con le tenebre e tutto ciò che di più malvagio esista. La loro aura ha profonde radici nel male e da esso traggono energie. La loro presenza incute sempre un certa negatività, seppur lieve, ma la particolarità sta nel fatto, che riescono ad amplificare questa sensazione che infondono a chi gli sta attorno. I’intensità dell’aura ed i suoi effetti, cambiano a seconda del grado.
    Esperto – Infonde paura: Il cuore palpita più velocemente, si ha un profondo fastidio e soggezione

  9. #1339
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters





    Mentre ci incamminiamo verso il porticato, da lontano appare la Lady Rossa che ci saluta con un cenno. Le rispondo nella stessa maniera ma con un sorriso che più finto non si può.
    <<Povera lady Feralys!Viene da Asshai, la terra dei deserti sconfinati! Per noi questa temperatura è più che accettabile, ma lei evidentemente soffre particolarmente del freddo! Per tutti i demoni....>> esordisce con sarcasmo la septa, riferendosi sicuramente al mantello che indossa la Feralys, <<...manco fossimo ricoperti di neve come al Castello Nero!>>.
    Le sorrido, non è difficile capire da dove stia venendo. "Sono sicura che ha trovato qualcuno lì che si è premurato di scaldarla!" ribatto.



    So bene che non stiamo facendo questa passeggiata per parlare dello svago notturno della Lady Rossa, vecchia. La fisso, attendendo che si decida ad arrivare al dunque.
    Comincia a parlarmi (col suo solito modo arrogante) del mio ruolo di pedina come futura Regina di Dohaeris e fin qui niente di nuovo, lo sanno anche i pesci della fontana alle nostre spalle.
    Sono consapevole di essere una pedina di questa scacchiera sol perchè sono promessa a Lantis, per null'altro. Ah, e quanto vorrei non esserci mai salita su questa grande scacchiera. Io lo so, lei lo sa.



    <<Se volete sopravvivere, dovrete diventare regina, non c'è altra via....e per assicurarsi quel posto ci sono diverse modalità: di questi tempi va molto di moda il limitarsi ad aprire le gambe, ma ho sentito anche che cacciare un paio di diamanti da sotto al mantello funzioni! Purtroppo per Voi state per sposare il baccalà che abbocca a questi ami facili, ami di cui immagino siate sprovvista, quindi ditemi...presupponendo che entrambe non vediamo l'ora di liberarci dell'altra, cosa fareste senza di me? Vorrei sapere per l'esattezza cosa farebbe Alinor Waters.>> incalza seriosa.
    La guardo, un po' perplessa. Quindi dovrò anche assicurarmi il posto di Regina? Non basta la promessa fatta dai nostri genitori? Non ho già il trono pronto al castello? Probabilmente no. Per un attimo è come se ricominciassi a respirare, come se fossi uscita da un'interminabile apnea. Vedo il trono che si allontana ancora da me.
    "Non ho diamanti, questo no, ma conoscete il posto da cui vengo, conoscete il Lord mio padre. Inoltre ho due gambe, che uso per camminare e dare calci, e so che dovrò aprirle per il bac...ehm, il nuovo Re, per dargli al più presto un erede - ho già la nausea alla sola idea - Sempre "augurandomi" che non entri in scena qualche bella donna come quella che l'ha fatto rinunciare a Lumen. Se si tratta di sopravvivere, sarò costretta anche ad eliminare la concorrenza...ma solo se sarà necessario." dico seria, dopo un profondo sospiro.
    Non permetterò che il Regno cada in mani più sbagliate di quelle di Lantis.



    "Quando sono arrivata qui alla Torre, l'idea di regnare mi faceva venire il voltastomaco, ma ora penso di voler diventare Regina, alla fine, non per ambizione o spirito di sopravvivenza, ma per contribuire al futuro prospero del Regno. Ho a cuore le sorti di Dohaeris e vederla soffrire, mi fa male. Vorrei che tutto ritornasse a com'era con re Rickard...ma questo non è più possibile." asserisco con un velo di malinconia.
    "Probabilmente sarò la persona meno adatta, per la mia inesperienza, la mia..." tossicchio "...indole, ma grazie a dei buoni consigli sono sicura di potercela fare. E in questo confido in Voi." continuo, in tutta sincerità.



    Mi rendo conto che più che darle una risposta, mi son solo sfogata. Con la persona sbagliata, sicuramente. Le staranno sanguinando le orecchie ora o magari s'è solo addormentata con gli occhi aperti. Forse mi rimprovererà per ciò che ho detto, dandomi della stupida, cretina e bla bla!
    Ma sono sicura che lei ha già in mente qualche idea, d'altronde DEVE farmi da septa. Non mi fido neanche un po' di lei, devo starci attenta, ma potrei sfruttare a mio piacimento la conoscenza e l'esperienza di cui tanto si vanta di avere.
    "Qualche consiglio?" le chiedo alla fine mostrandole un largo sorriso.


  10. #1340
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    "Allora? Sir Dreth sta venendo a curarci o no?" domando non appena Nymeria finisce di gridare, affacciata alla finestra, come fosse una pescivendola.



    Richiamo Aracne, ringraziandola mentalmente per l'aiuto che mi ha fornito in allenamento.

    "Non so, è rimasto fermo... sta li immobile..." replica la donna con lo sguardo ancora rivolto fuori dalla finestra.



    COSA?! No, dico, ma è forse sordo l'aitante cavaliere?!
    Ha intenzione di lasciarci qui, a crepare in armeria?!
    Non resterò qui a morire, quindi credo sia il caso di convincere Bei Capelli a darmi una mano ed allontanarsi da qui per cercare un altro guaritore.
    Sto, appunto, per rivolgermi alla donna, quando un rumore di passi attira la mia attenzione.



    Mi volto lentamente verso la direzione del rumore, tenendo sempre la mano destra sul ventre con lo scopo di contenere la fuoriuscita del sangue, e chi ti vedo?!
    La Regina Lumen!



    "Vostra Maestà..." pronunciò chinando la testa in segno di rispetto.

    La donna, tuttavia, sembra ignorare il mio saluto, infatti aggiunge con un sorriso...

    "Signore nei giardini si sta ancora piangendo la morte del nostro amato Re, non mi pare il caso di urlare dalle finestre. Un po' di rispetto per una povera vedova inconsolabile".



    -Tu piangi di sicuro- penso immaginando per un momento la vita futura di questa donna ora che il Re non è più tra noi.

    Improvvisamente un brivido mi percorre la schiena. Cosa succede?
    Sento che c'è qualcosa che non va...
    Le mani iniziano a sudare, così come la fronte, mentre il battito cardiaco accelera.
    Vorrei chiedere alle donne presenti in armeria di aiutarmi, ma la vista si annebbia ed inizio a respirare a fatica. Alzo lo sguardo verso la Regina, ma... cosa sta succedendo?
    La donna è sparita ed al suo posto c'è lui... di nuovo.
    I suoi occhi sono iniettati di sangue e mentre mi fissa, scrutando fino all'angolo più oscuro della mia anima, un sorriso crudele si dipinge sul suo volto.
    Resto pietrificata davanti alla sua imponenza: improvvisamente la sua figura diventa gigantesca ed inizia a muoversi verso di me con l'intento di schiacciarmi.
    Sono come paralizzata... vorrei correre, poter fuggire da lui una volta per tutte, ma i muscoli sono immobilizzati. Ormai non posso più fuggire... non c'è più scampo...

    -FAI QUALCOSA! CI UCCIDERA'! FAI QUALCOSA!!!"

    -NON POSSO, E' TROPPO FORTE PER ME!!! NON POSSO!!!-

    Il cuore sta per esplodermi nel petto, la testa pulsa all'impazzata ed il respiro è sempre più affannoso.

    -Non posso fare nulla per salvarmi... non posso- penso continuando a fissare terrorizzata la figura mostruosa che lentamente si sta avvicinando.



    [Chiedo scusa in anticipo, ma sono totalmente incapace a descrivere gli effetti dell'aurea =.=]






    Ultima modifica di valuccia85; 3rd June 2015 alle 02:47

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •