Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 149 di 339 PrimaPrima ... 4999139147148149150151159199249 ... UltimaUltima
Risultati da 1,481 a 1,490 di 3385
  1. #1481
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    A passo lento, elegante, mi incammino verso la sala riunioni, seguendo Aiden. Trovo già anche gli altri due guaritori fare il loro dovere ed Esperin... ah eccola, tutta accerchiata dai suoi cicisbei. Viva e vegeta, a quanto sembra, abbiamo troppa gente con la rigenerazione in questa Torre. Mi mordo il labbro inferiore, mentre vedo Sir Vicent parlarle e lei non sembra proprio avere ferite, sangue, o alcun segno di sofferenza fisica. Sembra però sconvolta, di certo il mio abito, che ho messo apposta, farà la sua figura anche se... da lontano scorgo che lady Feralys ha già mostrato i festoni del morto. Accidenti, quella donna mi ha anticipato, mi sono persa il bel faccino della Principessa distruggersi in mille pieghe di dolore per suo padre! Anche se la sua sofferenza mi è davvero di ben poco conforto. Anche io volevo bene a Rickard. Tutto sommato, anche io ho perso qualcuno di amato come un padre. Una lacrime scende violenta, rabbiosa: avevi promesso, Rickard, avevi promesso e ora... ora guardami. Guardami come mi hai lasciata completamente sola. Faccio il mio ingresso, quando giunge anche Lantis e io... io vorrei solo cantare. Una canzone che un bardo cantò ad un ricevimento cui presenziai... Il Re è morto ma la Regina è viva.. sì signori, la Regina è viva, non pensiate che le cose stiano diversamente. Alzo lo sguardo senza asciugare la mia lacrima... fa scena ed è sincera, non vedo perchè non approfittarne. Mi avvicino a loro, la pantomima della famiglia felice penso sia il minimo che possiamo offrire a Rickard per la sua morte. Era un uomo di pace, oggi merita la pace. La mocciosa prima ha detto che la battaglia dell'Auspex è vinta: bene, molto bene. "Potremmo celebrare il rito funebre all'Auspex, dove sono certa lui sia già in pace con Saraswaty" mormoro a Lantis. A lui... a lui sarebbe piaciuto. Una volta parlò di come fosse bello l'Auspex di notte, con tutte le lucciole che brillano della luce della dea... così voglio immaginarlo, così lo ricorderò sempre. Con il sorriso di un padre che mi rivolse quel giorno.

  2. #1482
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS


    Buono buono Vicent si avvicina con la faccettina lunga di circostanza e fa come gli dico: è così facile anche senza usare lo charme? Dev'essere così docile perchè gli manca una cosa fondamentale per essere uomo.


    Sento nelle orecchie la vocetta stridula di Cassandra che tenta di rimproverarmi per qualcosa. Pensa che gliel'abbia detto io? Mi crede davvero così stupida? Meglio non scoprirlo, potrei restarci male! La guardo aggrottando le sopracciglia, fingo anch'io di importarmene qualcosa e continuo a sussurrare: "Cassandra, io non ho detto nulla alla principessa, non avrei mai potuto essere così meschina. Ha ricevuto un biglietto con un falco, poco fa ed ha mutato espressione. L'ho visto dalla finestra mentre ero in giardino e mi dirigevo qui per assicurarmi che entrambi i nostri guerrieri stessero bene. Ho subito intuito ..."


    Dei passi pesanti, maschili, una voce. Mi volto e vedo Lantis che si dirige verso la sorella, il volto dolce, ma gli occhi sono espressione chiara del suo dolore.


    Volto la testa di lato, in fondo sono una donna anch'io, ho il cuore tenero e adesso sento nell'aria la pesantezza e la tragicità della situazione. Sospiro ampiamente cercando di riprendere la compostezza che richiede la mia posizione: quanto vorrei trovarmi altrove in questo momento, magari tra braccia forti e muscoli aitanti!


    Al quadretto di famiglia distrutta dal dolore si aggiunge Lumen, che col volto rigato dalle lacrime si avvicina ai due e tira fuori la genialata della sera:"Potremmo celebrare il rito funebre all'Auspex, dove sono certa lui sia già in pace con Saraswaty"
    Se mi piacessero le donne potrei innamorarmi sul serio di lei. Beh, per Raiden, nella vita mai dire mai ...


  3. #1483
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Abbasso lo sguardo e fisso le mani leggermente adagiate sulle ginocchia, a contatto col freddo metallo dell'armatura in alcuni punti ancora sporca del sangue della ribelle. Devo andare a cambiarmi, non sono in condizioni di dare l'ultimo saluto a mio Padre in questo stato, devo togliermi questo schifo di dosso, togliermi questi pensieri dalla testa.



    Non riesco a credere che Lantis mi abbia lasciata partire per l'Auspex senza dirmi nulla, era mio diritto essere informata, come era mia diritto passare questa giornata accanto a lui. Sono sua sorella, sono la sua famiglia, Lui era anche mio Padre... non posso credere che sia stato così egoista. Guardo Cassandra, poi Vicent, poi il Comandante... chiunque di loro si sarebbe certamente offerto di sostituirmi in battaglia quest'oggi, considerate le circostanze. Non è mia intenzione sfuggire ai miei doveri, ma quest'oggi... era diverso. Non era quello il mio posto, era Luna di Diamante, era casa mia, ad affrontare questa tremenda notizia con lui. Ma l'idea non è minimamente passata per la testa di mio Fratello, a quanto pare. Non so se essere più delusa o più arrabbiata, forse entrambe le cose o forse nessuna. Sono confusa.
    "Esperin" sento la sua voce forte, impetuosa, persino dolce mentre mi chiama. Si precipita da me, so che mi vuole bene, so che prova una profonda gioia nel rivedermi sana e salva, ma mi ha deluso... profondamente. Si avvicina di corsa, mi abbraccia, lo lascio fare ma non ricambio, non ce la faccio. Le braccia distese lungo i fianchi, il viso freddo, impassibile. "Sei ferita? Ti hanno curata? Ti hanno... informata?" mi chiede preoccupato ed angosciato.



    Lo guardo per la prima volta negli occhi, non so cosa vedrà. Probabilmente dolore, un dolore lancinante, ma anche frustrazione, delusione, sconcerto. Pensavo di essere di più per lui, di più di un semplice soldato dietro un'armatura. <<Si, sono stata informata pochi minuti fa>> rispondo, gelida, continuando a guardarlo. Esigo delle spiegazioni, ma probabilmente le conosco già <<Non preoccuparti, la guerra prima di tutto>> prima di tua sorella, prima della tua famiglia, prima dei tuoi valori, prima di tutto.



    Rivolgo lo sguardo verso la mia spada, ancora a terra sporca del sangue della ribelle, e pochi istanti dopo la dissolvo nel nulla. Tutto è adesso così insignificante. Dei passi mi fanno voltare verso l'ingresso, e la figura della vipera bionda vestita a lutto fa capolino nella sala. Si asciuga una lacrima, la meretrice da quattro soldi, gliela farei ingoiare con tutti i denti se solo non fosse altamente sconveniente. Mi alzo in piedi, continuando a fissarla, mentre lei mormora a Lantis, ignorandomi bellamente "Potremmo celebrare il rito funebre all'Auspex, dove sono certa lui sia già in pace con Saraswaty".



    Non distolgo lo sguardo fiero da lei, ma mantengo la calma come la situazione purtroppo richiede, e rispondo <<Mio Padre amava quel luogo, condivido questa scelta. Dunque, credo sia il caso che io vada a cambiarmi. Col vostro permesso>> li sorpasso, ignorandoli, ed esco dalla stanza diretta al piano superiore.


  4. #1484
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Il nuovo Re di Dohaeris sta per congedarmi, ma ad interromperlo è Agatha che ci annuncia il ritorno dei guerrieri dell'Aspex e delle probabili ferite riportate da Esperin.



    Non faccio neanche in tempo a rendermi conto delle sue parole, che Lantis mi scosta, uscendo dalle stanze in fretta e in furia.



    Non perdo ulteriore tempo e m'incammino a passo veloce, seguendolo. Spero che abbiano avvisato almeno due guaritori prima di avvisare noi.
    Nella sala riunioni sono tutti presenti. Lantis accorre da sua sorella che per fortuna sembra stare bene anche se ha una strana espressione sul viso.



    Anch'io devo aver avuto quella faccia appena tornata da Franthalia. Me ne stavo lì in silenzio pensando a ciò che era successo.
    Mi appoggio all'entrata, quella che affianca il Glados. C'è troppa gente che li circonda non mi va di unirmi a loro.



    Noto che anche Gildas sta bene, grazie alle cure del primo e poi...noto lei, Lumen. Fasciata in abito nero e con una lacrima che le attraversa il viso, si avvicina a Lantis, mormorandogli qualcosa.
    Esperin...devono averle già dato la brutta notizia.



    Ora capisco quello sguardo, quell'espressione tanto anomala. Faccio un passo in avanti, ma mi fermo subito. Meglio lasciarla in compagnia del fratello...in realtà credo che ci dovrebbe essere solo lui con lei in questa sala, in questo momento.
    La osservo da lontano e mi si stringe il cuore. Lantis cerca di abbracciarla con una dolcezza mai dimostrata finora. Non posso non pensare all'abbraccio di Abel, prima che partissi per venire qui alla Torre.
    Sento gli occhi gonfiarsi di lacrime, ma le asciugo subito. Le labbra mi tremano, ma le mordo per non darlo a vedere.



    Sono tanto dispiaciuta Esperin, vorrei dirle. Non conoscevo tuo padre, non so nemmeno se gli sarei piaciuta...ma con lui se n'è andata anche quella remota speranza di far tornare il Regno a quello che era un tempo, sotto il suo dominio. Non ci ha lasciato solo un padre, no...ma un Grande Sovrano, che se dovessi diventare regina, porterò come esempio unico e inqualificabile.
    Faccio dei timidi passi in avanti, ma mi tengo lontana da lei.
    Avevo promesso d'esserle vicina, ma lo farò, non qui, non adesso.
    Ultima modifica di scarygirl; 21st July 2015 alle 23:31


  5. #1485
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    AUSPEX
    Il mio colpo sul naso va a segno, ghigno sempre più visibilmente mentre vedo il sangue cominciare a colare dal naso di Dhamer. Successivamente, indietreggiando, mi rendo conto di un particolare a cui non ho badato, un’inezia alla quale non avevo pensato. Mamma seduta per terra, inerme senza alcuna goccia del sangue della principessa. Una copia. Maledetta. Non doveva andare così. Doveva morire senza rendersene conto, dannazione. Questa distrazione mi costa cara e nel momento in cui mi allontano, ecco che sento un pugno all’altezza del naso mi fa barcollare all’indietro «Lo so che ti sono mancato Nikah» indietreggio ancora mentre mi reggo la zona ferita sentendo le narici e tutto il naso pulsare e gonfiarsi vistosamente in quel misto di dolore e piacere che mi pervadono e mi inebriano come il più dolce dei vini. Guardo l’uomo negli occhi e un ghigno, deturpato dalle ustioni sul mio volto si palesa verso di lui «ihihihihihihih oh Dahmer!». Contemporaneamente la voce della principessa mi distrae urtandomi i timpani e facendo rimbombare ogni suono «COSA DIAMINE VI E' PRESO GILDAS???» urla e nell’avvicinarsi mi prendo la testa tra le mani, mi scoppia e a ogni suono sento come se i cardini che mi tenessero legati a questa realtà scoppiassero uno ad uno distruggendo ogni singola particella del mio essere. Qualcuno mi strattona, ma non ho la forza per uccidere, non ho la forza per colpire qualcuno. Crollo in ginocchio in preda al dolore insopportabile. Fatelo smettere. Non fatelo uscire. Vi prego, lasciatelo vivere. Cado all’indietro colpito da un secondo pugno in pieno volto, ma tutto ciò diventa irrilevante.

    TORRE DELLA MEZZA LUNA
    Persino quando vengo trascinato da qualche parte. Fitte agli occhi prendono il sopravvento facendomeli serrare di botto e quando arriviamo nel luogo dove la figura mi sta portando, ecco che le fitte cominciano a diminuire, si fanno più lievi e finalmente riesco a prendere nuovamente possesso di me stesso. Qualcuno prende a pungolarmi un braccio e mi volto notando il sorriso sghembo della vecchia ciabatta mentre prende a canzonarmi «Ve l'avevo detto che si dormiva male vicino al Glados!» vorrei rispondere, sollevare la mia spada fino a tranciarle di netto quell’indice che mi sta pungolando e sventolarglielo davanti al muso mentre la osservo gongolante, trionfante della mia vittoria. «Principessa, eravamo tutti in ansia! Siete ferita? Mi occupo di Sir Gildas nel frattempo, mi sembra molto grave» Cassandra mi si avvicina strofinando le mani e mostrandomi quella luce accogliente. Non riesco a muovere le gambe e correre via, non posso allontanarmi. Vi odio. Odio tutti voi sfruttatori. Il calore piacevole mi investe e sento le ferite rimarginarsi pian piano. Mi volto quando un’altra voce, stavolta quella del comandante che intima ad un servo di preparare da mangiare e di sistemare le stanze per il nostro rientro. Scosto lo sguardo per non incrociare quegli occhi gelidi. Subito dopo a entrare è Vicent che immediato si prodiga verso la principessa visibilmente sconvolta, dopo avermi rivolto un misero sguardo di pietà. Ignoro l’entrata di Lady Feralys avvolta in quello che sembra uno dei tanti centrini sottovaso del mio castello, osservo i presenti radunarsi tutti intorno alla donna. Tipico… «l'Auspex è nostro» dice la principessa. Un ghigno mi scappa mentre scosto lo sguardo dalla scena, ovviamente, lei che non ha mosso quasi un dito in questa lotta si prende tutti gli allori, le gratificazioni mentre io qui, lo stupido e idiota Gildas in disparte su una sedia a osservare la scena. Io che mi sono lanciato nella mischia vengo scartato mentre lei viene omaggiata solo per aver allagato il campo ed essersi limata le unghie insieme alle sue copie. Persino Vicent, non una parola, non un gesto. Lo sapevo. Lo sapevo. Tutti loro, uguali allo stesso identico modo degli altri. "Ma no, proviamoci." Idiota. Sono solo un’idiota. A entrare sono anche il principe o, a quanto pare dovrei dire Re, e la Regina. BASTA. Non sopporto più nulla. Me ne voglio andare. «Grazie…» dico come pagamento scostando leggermente Cassandra e alzandomi in piedi, prendo a camminare prendendo la strada per il giardino cercando di fare meno rumore possibile con l’armatura. Arrivato lì, mi siederò sulla panchina più lontana dall’entrata, osservando alternativamente la mia spada e il cielo che lentamente rivolge il suo abbraccio alla notte che si avvicina…

    Chrysanta ---> Forma dormiente

  6. #1486
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS


    E' appena successa una cosa che non mi aspettavo: la principessa ha silenziosamente mandato a quel paese Lantis, il fratello tanto amato e tanto degno di succedere al defunto padre alla guida del Regno. Una reazione dovuta, non credo lui si aspettasse altro, forse però ci sperava.
    L'ha tenuta all'oscuro della morte di Rickard per essere sicuro di non perdere un guerriero valido, ma in questo modo, forse, ha perso una sorella. Certo potrà spiegarle, parlarle, implorarla di capire, ma anche se tutto questo alla fine passerà, le resterà dentro la delusione, l'amarezza di essere stata tradita da una persona che riteneva degna della sua incondizionata fiducia. Strano come conosca bene questa sensazione, che strazio!


    Esperin si allontana senza degnare nessuno di uno sguardo, deve cambiarsi per il funerale e vorrà scoppiare a piangere in camera sua, penso, lontano da occhi indiscreti come quelli di questa gentaglia.


    Mi volto a guardarla andar via e noto che anche Alinor si è unita a noi discretamente, sbaglio oppure sulla fronte le hanno disegnato un grosso e bel bersaglio? Restiamo tutti imbambolati, mentre la principessa va via. Ma ... e l'altro guerriero? Si è dissolto?


    Sposto lo sguardo nella stanza per cercarlo, ma vedo soltanto patetici pupazzi imbalsamati. Non importa, che si fa adesso? Mi muovo verso Lumen e finalmente riesco a parlarle: "Mia regina, mi dispiace non essermi trovata questa mattina quando è stata data la triste notizia della dipartita di vostro marito, il nostro amato re Rickard. Approfitto per rivolgervi le mie più sentite condoglianze e sappiate che sono molto vicina, a voi e alla vostra famiglia." - molto, molto vicina.



  7. #1487
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Lady Esperin insiste di stare bene, ostentando un atteggiamento orgoglioso e sicuro.



    Sono davvero fiero di lei, perché nonostante stia provando un dolore non indifferente si sta comportando da vera Raeghar.



    Re Lantis giunge finalmente in stanza ed io indietreggio d’istinto lasciando il mio posto a lui oltre che un minimo di riservatezza per poterle parlare. Ma Lady Esperin rifiuta ogni tipo di contatto e rimanendo fredda ed apatica esclama, <<Non preoccuparti, la guerra prima di tutto>>. Dei. Sembra piuttosto risentita ed arrabbiata, probabilmente per aver udito la morte del padre da perfetti estranei piuttosto che suo fratello… Una reazione perfettamente plausibile visto che stamane il Re ha confermato a noi tutti di averla tenuta all’oscuro della notizia per non turbarla prima della battaglia. Ci raggiunge infine anche Lady Lumen che dopo aver conosciuto l’esito vittorioso suggerisce di spostare il funerale all’Auspex. La Principessa concorda con lei e si congeda assieme a Sir Gildas abbandonando la stanza. Seguo quest’ultimo con lo sguardo rendendomi conto solo ora di non essermi congratulato con lui per via del lutto di Lady Esperin.



    Maledizione! Dire che è tornato mezzo morto dall’Auspex, segno che in guerra si sia davvero fatto valere come aveva promesso… Facendo un inchino mi congedo dai presenti ed andando in dispensa prendo un bel sacchetto di biscotti. L’altra sera gli erano piaciuti. Poi, senza farmi notare, esco in giardino e guardandomi attorno trovo Sir Gildas seduto sulla panca più lontana dall’entrata mentre alterna lo sguardo tra la kopesh ed il cielo. Chissà che ha per la testa in questo momento…



    <<Ecco dove Vi eravate cacciato, Vi volevo fare i miei complimenti per la vittoria… Anche se in ritardo>>, gli sorrido con amarezza e poi mi siedo vicino a lui guardandolo in viso.



    <<Eravate ridotto male fino a poco fa, non deve essere stato uno scontro facile…>>. Così dicendo gli porgo i biscotti e porto a mia volta gli occhi verso la luna…
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th July 2015 alle 00:00



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #1488
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    A passi veloci esco dalla stanza, ho bisogno d'aria, di riprendermi, di riordinare le idee... sono troppo nervosa.



    Vicino l'entrata vedo Alinor, mi fissa dispiaciuta, sul viso un velo di tristezza composta, ma non si avvicina, sceglie di restare in disparte ed apprezzo tantissimo questo suo gesto. Se mi fosse venuta incontro avrei potuto cedere davanti al suo volto amico, e non è questo né il luogo né il momento per lasciarsi andare. Le sorrido, rassicurante, ed i nostri occhi si incrociano per un lungo istante in cui cerco di trasmetterle il mio stato d'animo. Poi riprendo a camminare e velocemente raggiungo le mie stanze, chiudendomi all'interno e lasciandomi cadere a terra sul pavimento.



    Porto le mani sul viso, posando i gomiti sulle ginocchia piegate e facendo dei respiri profondi per cercare di calmarmi. Sono finalmente sola. Poggio poi la testa all'indietro, alla porta di legno, e chiudo gli occhi per qualche minuto... posso farcela. Qualcuno bussa alla mia porta, scatto quindi subito in piedi ed apro ritrovandomi davanti un servo che mi comunica, tra mille giri di parole dato il lutto che ci ha colpiti, di aver eseguito il mio ordine circa il sorvegliare la stanza per quelle rose.



    Mi dice che non è entrato nessuno, ma che hanno visto una colomba lasciare una rosa sul davanzale poche ore fa, quindi il mittente si trova all'esterno della Torre. Mi giro verso la finestra, un paio di rose sono ancora adagiate lì <<Portatele tutte via>> gli ordino atona, ed in pochi secondi le rose spariscono e io resto nuovamente sola, non ho voglia di pensare a nulla oggi.



    Theon ha ubbidito agli ordini di Aiden, ed in camera trovo sia il catino pronto che qualcosa da mangiare. Ho lo stomaco chiuso, non riuscirei a mangiare niente neanche sotto tortura, per cui mi limito a sfilare l'armatura e ad immergermi nell'acqua così da ritemprare quantomeno il mio fisico. Ed infatti va subito meglio, una volta eliminata la polvere ed il sangue, quanto vorrei che fosse così facile cancellare anche questo dolore che sento dentro.
    Non resto molto tempo in acqua, il funerale potrebbe iniziare a momenti e non vorrei rischiare di perdermi anche quello...come il resto d'altronde. Per cui mi asciugo ed indosso un abito nero preso a caso nell'armadio. Un vestito molto semplice, senza fronzoli, come sarebbe piaciuto a mio Padre. Gli sarebbe piaciuto essere salutato all'Auspex, lo so, una cosa buona almeno sono riuscita a farla oggi.


  9. #1489
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Prima di lasciare la sala, Esperin cerca di rassicurarmi con lo sguardo in quel lasso di tempo in cui i nostri sguardi s'incontrano.



    Accenno un sorriso di rimando.
    Anch'io avrei reagito così, al posto suo. Merita di stare da sola, di piangere, rompere tutto quello che si trova davanti, urlare...elaborare un lutto.
    Resto immobile, all'angolo della sala con il capo chino e gli occhi chiusi per qualche minuto.



    "Mia Signora..." sento alle mie spalle.
    Mi volto, riaprendo gli occhi. E' Laila, la mia ancella.
    "Mia Signora, credo che dovrebbe indossare qualcosa di più appropriato...per il funerale all'Auspex.." bisbiglia, curvandosi lentamente verso di me.
    Già, il funerale. Sospiro pesantemente prima di annuire. Mentre sto per seguirla però, mi rendo conto di non essermi neanche congratulata con ser Gildas per l'esito della battaglia. Mi volto per un attimo verso gli altri, lo cerco con lo sguardo, ma non lo vedo.
    Lo farò in un altro momento.



    Laila mi attende davanti al Glados, quindi la raggiungo e la supero, dirigendomi verso le mie stanze.
    Mentre varco la soglia penso a come dovrei comportarmi con Esperin.



    Come ci si comporta tra amiche in questi casi? Dovrei cercare delle parole...parole di conforto. Dovrei avvicinarla durante il funerale o restare in disparte come poco fa?



    L'abito nero è lì, disteso sul letto e aspetta d'essere indossato. Quando lo farò, sarò pronta per raggiungere l'Auspex, stare accanto alla mia amica e dare l'ultimo saluto a Re Rickard.
    Ultima modifica di scarygirl; 21st July 2015 alle 23:45


  10. #1490
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell


    Raggiungo gli altri dove scopro la vittoria all'Auspex, bene, sapevo di essermi schierata con i più forti.


    Purtroppo però non c'è nessun banchetto festoso data la giornata di lutto.


    La principessa è la prima a lasciare la stanza: il non essere stata informata della morte del Re padre l'avrà agevolata in battaglia, ma ora il bel quadretto familiare potrà risentirne, credo.




    Resto silenziosa e in disparte, poi mi congedo nelle mie stanze alla ricerca di qualcosa di adatto per il funerale all'Auspex.


    Mangio qualcosa e mi lavo nel catino fattomi portare dai servitori, ho ancora tutto il sangue rappreso dei combattimenti.
    Mi avvolgo nel telo da bagno e mi metto alla ricerca di qualcosa di nero, impresa ardua, ma non voglio sfigurare davanti alla Lady Rossa e alla Vedova.
    Ultima modifica di albakiara; 29th July 2015 alle 01:38

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •