Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 158 di 339 PrimaPrima ... 58108148156157158159160168208258 ... UltimaUltima
Risultati da 1,571 a 1,580 di 3385
  1. #1571
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult




    Seduta sul bordo della fontana la mia mente divaga dai miei ricordi e da ciò che mi ha raccontato mio padre su Re Rikard.
    Indubbiamente è stato un grande Re che ha dato tantissimo a Doheris, chissà se Re Lantis riuscirà a fare lo stesso.
    Lui è diverso da suo padre è praticamente l’opposto.
    Il mio sguardo vaga per il giardino incontrando lo sguardo della septa. Perché mi sta guardando? Che vuole da me?
    Guardo subito altrove e noto che anche la Principessa Esperin è tornata… chissà come starà male…
    Naturalmente è una grande donna e cerca di mascherare il suo dolore ma era molto legata a suo padre e sono certa che dentro di lei sta malissimo…
    Il mio sguardo è ancora fisso su di lei quando noto il messaggero della Valmorguli che le si avvicina…
    Ma chi è che osa convocarla in questo momento? Possibile che è una persona così indelicata da scegliere proprio questo momento per chiederle udienza?
    Mah!
    Noto poi Lady Alinor, la nostra futura Regina e mi rendo conto che non ho ancora fatto a nessuno le mie condoglianze e quelle della mia famiglia. Meglio cominciare a provvedere subito.
    Mi avvio verso di lei, faccio un inchino e solo dopo parlo con voce triste e vera, mi sento davvero così.
    «Lady Alinor vi porgo le condoglianze mie e della mia famiglia. Tutta Doheris ha perso un grande Re ed un grande uomo».
    Vorrei aggiungere altro ma non mi è mai piaciuto fare la lecchina ma anche se quello che vorrei aggiungere lo penso veramente, passerei appunto per quello che non sono, ossia una che lecchina, una che vuole farsi amica la futura Regina per profitto personale, quindi rimango in silenzio in attesa di una sua eventuale risposta rimanendo davanti a lei.

  2. #1572
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Mentre noto la principessa incamminarsi via con Mercur, comincio a passeggiare con il Comandante, che a differenza di qualcun'altro, sembra imparare dai precedenti errori: camminiamo uno di fianco all'altro, e senza pendersi in inutili giri di parole, sputa subito la bomba:



    <<Immagino siate molto ferrata sulla magia nera, Deirdre. Quindi, ditemi: uno stregone abile... o un mago, anche se ho forti dubbi, cosa potrebbe combinare con dei cervelli, bulbi oculari, e resti di teste mozzate? So che sono poche informazioni, e alquanto vaghe, ma avete una certa reputazione da difendere>>
    Oh-oohhh.



    Sbruffo divertita: mi chiedevo in effetti quando gli sarebbe passato per l'anticamera del cervello di chiedermi qualcosa sui resti delle cape mozzate, ma dubito si aspetti io gli dica qualcosa di utile.
    Come me, sarà già arrivato alla conclusione che qualsiasi cosa si potesse fare, nessuno si sarebbe arrischiato a prendere proprio quelle messe in esposizione sulle mura, ma si sarebbe procurato ciò che gli serviva altrove.
    Ma ovviamente, anche se mi è chiaro che non è questo il motivo principale per cui mi ha preso da parte, ufficialmente di questa faccenda ne sono a conoscenza solo lui e il Primo, al massimo sarà stato informato il re, quindi dovrei evitarmi tutti questi ragionamenti....oppure no:
    <<Qualcuno ha problemi di eiaculazione precoce? Immagino servano al sovrano, d'altronde se lo chiamano "Lantis del Fulmine" ci sarà un motivo!>> gracchio divertita, senza urlare.



    Terminata la risatina, riprenderò a parlare con un sorrisetto appena accennato:
    <<Cosa NON si può fare, vista l'imprecisione con la quale mi presentate la domanda: pozioni d'amore, filtri per togliere lo sporco dai muri, metalli per riparare le armi, veleni per far rendere incoscienti o addirittura per immobilizzare. Pratiche sacrificali per riportare in vita qualcun'altro e tante altre cose brutte, cattive e divertenti.>>



    Fingo di essermi resa conto improvvisamente di una cosa, fermandomi nella camminata e battendomi un colpetto sulla fronte:
    <<.....oh che sciocca, ora che ci penso....sono sparite delle teste dalla roccaforte e lei mi parla di resti di teste mozzate! Le avete già trovate?>> ovviamente è chiaro che il mio è uno scherzo, sarà solo per mettere in chiaro che so di cosa stiamo parlando.



    <<Direi che dunque è inutile il mio apporto: chiunque ha commesso questa pagliacciata, non l'ha fatto perchè gli servivano di certo le teste...o se le poteva tranquillamente procurare altrove senza avere un intero battaglione reale alla sua ricerca. Abbiamo chiaramente a che fare con un fanatico. Per cui mi dica, sir...per quale motivo questo appuntamento romantico sotto le stelle?>> dirò con un ghigno, espirando il fumo dalla pipa e riprendendo a camminare.

    Nb: ho chiesto ai master cosa rispondere in merito alle teste, e mi hanno detto che potevo rispondere di fantasia mia.


  3. #1573
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Lo sbuffare della septa mi coglie di sorpresa: pensavo la divertissero certi argomenti.


    Anzi, sicuramente è così, ma probabilmente non ama parlarne con stregoni che si sono appena staccati dal seno materno, secondo il suo metro di giudizio. Colgo però un certo interesse, penso che la nostra conversazione la intratterrà di più che quella con sir Fanon, anche se finiremo per parlare delle carote che crescono nell'orto reale.


    <<Qualcuno ha problemi di eiaculazione precoce? Immagino servano al sovrano, d'altronde se lo chiamano "Lantis del Fulmine" ci sarà un motivo!>>, esordisce la vecchia, tutta allegra, ma controllando il volume del proprio tono di voce. Le sorrido educato, meglio non esporsi, soprattutto con persone che non hanno pubblicamente scelto da che parte stare, e mai lo faranno.


    Si dilunga poi in una lista di cose che si possono creare grazie alla magia nera, e deduco immediatamente che cosa otterrò se rimaniamo sull'argomento: nulla. Giunge infine alla mia stessa conclusione: chi ha rubato le teste è un pazzo fanatico. Non che sia sorpreso... ma avevo bisogno della sua conferma. Mi chiede anche il vero motivo di questo incontro... mi ritiene davvero così intelligente? Perché non avrei potuto solamente essere interessato alla negromanzia? La guardo, curioso, ma anche divertito, assottigliando un poco gli occhi. <<Grazie>>, comincio, col tono di prima, senza fermarmi.


    <<Sì, il Primo ha trovato i resti di una testa in un sacco... incredibile, come ci siete arrivata?>>. Le sorrido, sarcastico. Poi torno serio. <<Volevo solo sentire la vostra opinione in merito, tutto qui. Solo gli stolti non ascoltano chi ne sa più di loro>>. Non è un complimento e so che non lo intenderà come tale, è semplicemente una realtà oggettiva. Smetto di camminare e mi giro verso di lei. <<Ma, se vi va, possiamo parlare di altro. Della vostra nuova pupilla, per esempio, e di quanto la sua vita sia in pericolo da quando la Dea ha chiamato a sé Rickard. Non sta a me dirvi da chi si dovrebbe guardare le spalle>>. I Leithien, tra tutti... e molti, moltissimi altri cagnolini. <<Ma per tutta la durata della guerra Lady Waters non è la futura regina, bensì un mio soldato. E i miei soldati, nel caso, devono morire sul campo di battaglia, non in camera da letto>>. Sto parlando senza particolari emozioni. <<Perciò, vi chiedo... posso fidarmi di voi, per quanto riguarda la sua incolumità?>>. Le scruto il viso, attento e concentrato... sperando di riuscire a cogliere la verità nel mare di sarcasmo che probabilmente sta per travolgermi.

    Our wills and fates do so contrary run

  4. #1574
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell


    Desideravo fare una chiacchierata intima con Lady Alinor e invece niente, in un attimo tutto l'Auspex pare essersi dato appuntamento nel giardino. La Lady Rossa, Sir Dreth, il Comandante e addirittura la Principessa, segno che la cerimonia è giunta a conclusione.
    Lady Alinor mi risponde simpaticamente e questo pare essere un buon inizio <<Oh...siete molto gentile, ma potete alzarVi, rimandate gli inchini a quando avrò una corona in testa!>>.


    Alle sue parole torno in posizione eretta e accenno un lieve sorriso, apprezzo i suoi modi, per nulla impostati ne altezzosi. Potrebbe veramente rivelarsi una brava Regina.
    Il suo tono e la sua espressione si fanno però serie <<La morte di Re Rickard ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti noi, in tutto il regno di Dohaeris.>>


    Sento il suo sguardo su di me, uno sguardo che mi sembra curioso, interrogativo, non giudice.
    <<E Vi ringrazio per la fiducia riposta in me e nel nostro nuovo Re, Lady.....>> lascia la frase sospesa nell'aria.
    <<Hammerfell, Nymeria Hammerfell>> dico subito, non voglio si senta imbarazzata per il fatto che non ricorda il mio nome, non sono una nobile e sono abituata all'anonimato.


    <<Non dovete ringraziarmi, ricompenserete la mia fiducia con le vostre gesta da Regina - noto la donna concentrata ad osservare il mio abbigliamento - Mi scuso per l'abito, questo è l'unico capo nero che ho portato con me alla torre, non ne ho molti adatti alla vita di corte, ma sono qui per combattere per Voi e per il Regno...>> dico con fierezza.


    <<Lady Alinor vi porgo le condoglianze mie e della mia famiglia. Tutta Doheris ha perso un grande Re ed un grande uomo>>
    Una voce femminile si intromette tra me e la futura Regina. Mi volto e senza farmi vedere dalla Promessa di Lantis la fulmino con lo sguardo, non ricordo il suo nome, ma è arrivata con me alla torre.


    Vorrei tirare un pugno su quel bel visino per raddrizzarle i denti, ma devo trattenermi e comportarmi educatamente, quindi rimango composta in attesa di Lady Alinor.
    Ultima modifica di albakiara; 29th July 2015 alle 02:17

  5. #1575
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Vicent Dreth


    Non appena informo la Septa che Drako Kalisi è il nuovo Gran Maestro dei Maghi riesco a coglierla talmente tanto di sorpresa che il fumo della pipa le va di traverso. <<Septa…?>>, le chiedo inarcando un sopracciglio ed osservandola crucciato. La preoccupazione però viene presto meno, l’anziana comincia infatti a sganasciarsi per dalle risate segno che stia bene...



    Dalla reazione sconsiderata della Septa mi distrae Sir Fanon che accetta il mio aiuto ed io, approfittando del contatto con la sua mano, infondo nel suo corpo la mia magia curativa che dopo qualche istante risana completamente il cavaliere. <<In poche parole la Dea Saraswaty ha dato ufficialmente la sua approvazione al capo dei Reietti>>, la sento affermare beffarda... Quasi la preferivo a strozzarsi con il fumo. Dei. Non poteva proprio fare a meno di sottolineare con cattiveria questo triste scherzo del destino? Ancora una volta è il cavaliere a riprendere la mia attenzione. L’uomo dopo aver proferito delle scuse mi ringrazia ponendomi la domanda che ormai mi sono abituato a sentire, <<Posso far qualcosa per ringraziarvi della vostra gentilezza?>>. Non capisco perché continuino a chiedermelo. Sospiro, lasciando che le mie iridi si fissino sulle sue mentre la labbra si contraggono in un sorriso lievemente forzato, <<Assolutamente nulla, siete un alleato ed è un mio dovere risanare le Vostre ferite... Per quanto riguarda il resto invece non dovete scusarVi con me, Sir>>, concludo buttando un occhio su Lady Alinor che ha assistito alla scena. Ora che ci penso dovrei porgere anche a lei le mie condoglianze, durante il funerale mi è completamente passato di mente… Giungo entrambe le mani dietro la schiena ed esclamando un, <<Con permesso>>, faccio un lieve inchino per congedarmi sia dalla Septa sia dal cavaliere e tornare da Lady Feralys. Spero che l’attesa non l’abbia infastidita. Le porgo il braccio, educatamente, e guardandola mi sforzo di non apparire troppo freddo... Sono una frana con le donne, purtroppo. <<Mi dispiace recarvi tanto fastidio, sicuramente avrete di meglio da fare che scortare una strega nella sua stanza>>, mi dice accettando ed io la guardo d’istinto negli occhi. Ha indovinato. Il fastidio c’è ma non è né per la sua natura né per impegni, bensì perché nutro antipatia nei suoi riguardi. <<Nessun disturbo, milady>>, mi limito a risponderle riportando lo sguardo di fronte a me. Mentre ci rechiamo alla porta della sua stanza incontriamo anche Esperin di ritorno dall’Auspex, nonostante il mio cuore sanguini per osservare il suo viso spento dalla tristezza mi istigo di salutarla con un cenno del capo e proseguire. Non voglio infastidirla.



    La passeggiata con Lady Feralys è comunque breve e giunti a destinazione la dama si volta verso di me.



    <<Vi ringrazio, siete veramente un gentiluomo, è stata una giornata faticosa>>, il suo braccio scivola dal mio ma lei non si allontana, anzi mi viene pericolosamente vicina quando aggiunge, <<Un giorno dovremo parlare in maniera meno fugace e in un'occasione più allegra, magari per festeggiare una lieta ricorrenza>>, e finisce di parlare posando le labbra sulla mia guancia sinistra. Il contatto, seppur breve, mi coglie completamente impreparato, senza rendermene conto resto fermo a gustarmi ogni dettaglio di questa donna, soffermandomi in modo particolare sul suo profumo… Sensuale e provocante.



    A ridestarmi però è la stessa Lady Feralys che mi augura la buonanotte. Deglutisco visibilmente imbarazzato, ma soprattutto intimidito dall’atteggiamento lascivo della dama, e sposto lo sguardo dal collo, che ha ormai canalizzato la mia attenzione, a quella splendida mattonella bianca. Deve essere di marmo dato il colore… Sì... Sarà meglio parlare. <<Dovere, milady>>, mi schiarisco la voce cercando di riprendere il controllo dei miei sensi quando guardandola negli occhi le dico, <<Spero anch’io di poterVi parlare con più calma e, se sarà possibile, anche risolvere il nostro diverbio in biblioteca>>. La Septa, ricordo perfettamente le parole della dama ed il disprezzo che mi ha mostrato quando ho difeso l’anziana... Ed attendo ancora delle spiegazioni.<<Ma non voglio tediarVi oltre con la mia presenza, Vi auguro un buon riposo Lady Feralys>>, così concludo porgendole un semplice inchino. Non attendo oltre e, lentamente, attraverso il corridoio osservando la Septa ed il Comandante, vedo che anche Lady Alinor è qui ma è già impegnata a conversare con altri evito dunque di disturbarla e mi dirigo in libreria: gli identikit, non ho dimenticato il compito che mi è stato affidato.



    Nota: Il segno del rossetto c'è ma Vicent non se ne è ancora accorto! xD
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th July 2015 alle 01:37



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  6. #1576
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    <<Sì, il Primo ha trovato i resti di una testa in un sacco... incredibile, come ci siete arrivata?>> mi risponde ironico.



    Ghigno a mia volta, sono rari momenti d'intesa questi.
    La sua chiacchierata con lady Adamantia non mi ha poi stupito più tanto, vuoi perchè non ho sentito quasi nulla, vuoi perchè in fondo il 99% dei nobili, in tempi di passaggio del testimone reale, cerca di tirare al proprio mulino quanta più acqua possibile.
    Di certo però, sapere chi ha già le mani in pasta, è un vantaggio non indifferente.



    <<Volevo solo sentire la vostra opinione in merito, tutto qui. Solo gli stolti non ascoltano chi ne sa più di loro>>
    <<No infatti....lei è davvero attento a tutto.>> dico seria inspirando altro fumo dalla mia pipa, pensierosa.



    Il Comandante non lascia davvero niente al caso, e anche il fatto che non può davvero avere tutto sotto controllo è sua consapevolezza. Dai nostri precedenti dialoghi, di cui solo uno durato in maniera considerevole, da come si pone ai potenti, da come si muove e parla in pubblico...sir Aiden non è uno sciocco. Non per la media di questa Torre.
    <<Ma, se vi va, possiamo parlare di altro. Della vostra nuova pupilla, per esempio, e di quanto la sua vita sia in pericolo da quando la Dea ha chiamato a sé Rickard. Non sta a me dirvi da chi si dovrebbe guardare le spalle...>>
    Alzo un sopracciglio, espirando via il fumo tra le labbra strette: un argomento a caso, vero?
    <<Ma per tutta la durata della guerra Lady Waters non è la futura regina, bensì un mio soldato. E i miei soldati, nel caso, devono morire sul campo di battaglia, non in camera da letto. Perciò, vi chiedo... posso fidarmi di voi, per quanto riguarda la sua incolumità?>>
    Porto il mio sguardo al cielo, fingendo di pensarci un pò su: un sorriso pigno mi si dipinge nel volto, mentre gli ultimi sprazzi di fumo fuoriescono a piccoli fiotti.



    Ecco che tentano d'immischiarmi nei loro giochi:
    <<Mi dica, sir Aiden....lei mi ha preso per la sua guardia del corpo? Mi limito a fare ciò che mi è stato ordinato: istruisco una giovane indisciplinata ad imparare a tenere la sua boccaccia chiusa, a non dar retta agli sconosciuti che le offrono caramelle e non fare rutti a tavola.>> a dispetto delle mie parole, il tono è tranquillo, rilassato.
    Il mio volto si abbassa lento, cercando il suo sguardo: sono più seria che mai.
    <<Il processo ai danni del fu Re Rickard e di lady Alinor s'è concluso, eppure lei mi parla come se la minaccia sia ancora in atto. Oh, non credo assolutamente che mai finiranno le minacce per la promessa sposa, figuriamoci, ma lei viene a blaterare a me di fiducia. A me....>>
    Mi volto, guardando davanti ai miei occhi, imponendomi un profilo basso.
    <<....ci sono il Primo e mille altri soldati che possono assicurarsi ogni notte che la ragazzina faccia bei sogni indisturbata, o che le guardino le spalle durante le nostre piacevoli riunioni nel caso in cui le vada una fetta di torta alle mele di traverso! Eppure siete qui ad avvisare una vecchia barbagianni di....cosa, esattamente? Pensavate davvero di dovermi avvisare d'una cosa così ovvia? Suvvia, la Strega dell'Ovest v'aveva appena fatto un complimento...>> dico riferendomi alla sua arguzia e praticità di fare, <<...vale così poco per Voi da dovermi subito far ricredere?>> domando infine mestamente.
    Tu fingi di non minacciare me, e io fingo di non minacciare te, è così che andrà questo dialogo, giusto?
    Chissà se ci ho preso io: troppi soldati attorno a lady Alinor significa far arrivare l'attentatore a commettere qualche atto disperato (leggasi: "avveleniamo la torta intera, magari la mangia solo Rickard!"), ma al contrario, nessuno si preoccuperebbe più di tanto della septa lamentosa che è sempre dietro la sua gonnella....dico bene? Già...ma chi sarà questo attentatore, ammesso esista? Oh che sciocchezze, ce ne saranno minimo tre ogni cento metri!



    Allora in questo caso il caro Comandante dovrà essere un pò più pettegolo, o non ne usciremo.
    Un sorrisetto furbo fa capolino sulle mie labbra, addento il bocchino della pipa scoprendo parte dei denti, rimuginando sulla questione: gli lascerò credere d'essere un passo avanti al mio, di necessitare delle sue spiegazioni, di una chiarificazione...se ci ho azzeccato e lo capisce, potrebbe non avermi da dire altro, ma ora ha commesso l'errore di avere la mia attenzione.
    Mi domando cosa ne pensa lui della successione al trono....è davvero convinto che lady Alinor ci poggerà il suo culo sopra? Perchè io, sinceramente, no....


  7. #1577
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Sorride, fuma, parla. Sorride, fuma, parla.


    La septa non sembra proprio toccata dall'argomento, è sempre impassibile, qualunque cosa succeda, qualunque evento scuota le nostre vite. Ma come biasimarla? Tante piccole formiche, questo siamo per lei.


    Il gioco dei troni? Non ci prova neanche, tanto sa che sarà ancora qui quando il vincitore si troverà nella tomba, divorato dai vermi. Perché giocare, se hai già vinto? Perché rischiare, se non otterresti nulla di più? È questa la sua grande fortuna. Ed è questa la sua insopportabile maledizione.


    <<Vi divertite a giocare alla septa, vero? L'innocua septa, che parla tanto ma non fa mai nulla, che prende sul serio i suoi incarichi nonostante i borbottii>>, le chiedo, piegando leggermente la testa verso sinistra, incuriosito. <<Il Primo, sir Dreth, sir Fanon... non valgono una vostra unghia. Lo so io, lo sapete voi, lo sa anche qualcuno di loro nel profondo del cuore. Raiden... avete ripreso a combattere da quanto, una settimana? E siete già in grado di tenere testa ai guerrieri più abili del regno>>.


    A discapito di... quello. I miei occhi scendono istintivamente sull'anatema che porta al collo, per poi risalire pochi secondi dopo.


    <<Magari Vicent potrà davvero considerarvi una vecchia barbagianni e aiutarvi a scendere le scale, ma con me non attacca, non so più come farvelo capire. Il vostro corpo sarà pure una prigione, più di questa Torre, ma se pensate che io sottovaluti la vostra testa, avete sbagliato persona. E proprio per questo so che avete compreso benissimo la mia domanda. E per lo stesso motivo non oserò reagire>>. La guardo dritto negli occhi, senza muovere un solo muscolo. <<Non sto avvisando nessuno, non sto chiedendo la vostra protezione. Vi sto domandando: se qualcuno ve lo chiedesse e se l'occasione si presentasse, se foste sole in una stanza, se Lady Waters vi desse le spalle... che cosa succederebbe?>>. Giù le maschere, almeno per stavolta.
    Our wills and fates do so contrary run

  8. #1578
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    <<Vi divertite a giocare alla septa, vero? L'innocua septa, che parla tanto ma non fa mai nulla, che prende sul serio i suoi incarichi nonostante i borbottii>> mi domanda, pungolandomi.



    <<Oh si, da morire...>> sibilo disinteressata.
    Il Comandante tira la pietra e nasconde la mano, è già la seconda volta. Mi parla di quello che gli altri pensano di me, offrendomi dunque la sua ovvia visione delle cose: più ciarla, più l'unghia del mio indice ticchetta sulla pipa.



    Punta i piedi, apparentemente calmo, ma cambia linea improvvisamente perdendo tutti i punti che s'era guadagnato.
    <<Il vostro corpo sarà pure una prigione, più di questa Torre, ma se pensate che io sottovaluti la vostra testa, avete sbagliato persona.>>
    Continuo a camminare tranquilla, ma dentro di me rido: siete voi che avete sbagliato persona, Comandante. Intelligente....saggia? Oh, Raiden sa che testa di merda ho, quanto io sia capace di rovinare ogni cosa solo per il gusto di farmi una risata.
    Se non lo faccio è per istinto di sopravvivenza, nulla più, puro e semplice....non per questi idioti naturalmente.
    <<Vi sto domandando: se qualcuno ve lo chiedesse e se l'occasione si presentasse, se foste sole in una stanza, se Lady Waters vi desse le spalle... che cosa succederebbe?>>
    Avevo giudicato male sir Urthadar: è un totale deficiente, esattamente come tutti gli altri.
    Peccato.



    <<....valeva poco.>> sussurro più a me stessa riferendomi al complimento che gli avevo fatto prima, ma probabilmente mi sentirà.
    Mi volto annoiata, rispondendogli l'ovvio:
    <<Se...se....se....mi parla di aria fritta, comandante. Sa meglio di me -o dovrebbe saperlo- che per chiedermi qualcosa di rischioso bisognerebbe offrirmi un ripago che mi interessi. E questo ripago non esiste al mondo. I Raeghar hanno la mia libertà in ostaggio, chiunque altro si sedesse su quel trono sarebbe libero dal vincolo che impose Fenrir Raeghar, e io sarei morta.>>



    Chi sarebbe così stupido da tenersi tra i piedi la Strega dell'Ovest?
    <<Non le chiederò un collegamento logico, stia tranquillo, se ha avuto bisogno di chiedermelo vuol dire che non ci arriva nemmeno con la lezione di Storia!>> espirerò pesantemente, prima di continuare:



    <<Se lady Waters mi desse le spalle evocherei le mie radici e le frusterei la schiena, urlandole di non dare mai le spalle a nessuno. Questo è il mio "giocare alla septa", Comandante.>> terminerò annoiata, guardando oltre la statua di lady Margarete.
    Soddisfatto di aver fatto la scoperta dell'acqua calda? Se crede che farò come lui, impuntandomi con un atteggiamento finemente minaccioso e facendo domande a bruciapelo, si sbaglia. Mentire è facile, sbattere la cruda verità in faccia, come faccio io invece, è ben altra arte.


  9. #1579
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters




    <<Hammerfell, Nymeria Hammerfell>> si presenta così la giovane, concludendo prontamente la mia frase. "E' un piacere fare la Vostra conoscenza Lady Nymeria." le dico sorridendo ancora.
    <<Non dovete ringraziarmi, ricompenserete la mia fiducia con le vostre gesta da Regina >> continua, adulandomi. L'intenzione da parte mia ci sarebbe Lady Nymeria peccato ci sia ancora qualche intoppo sulla mia strada. Vorrei risponderle proprio così, ma mi limito a sorriderle nuovamente, anche quando nota il mio sguardo sul suo abito.
    Si scusa per quest'ultimo e dichiara di essere qui per combattere, denotando un ipotetico disinteresse verso cose frivole come l'abbigliamento. Questa ragazza potrebbe piacermi. Dalla carenza di abiti adatti alla vita di corte, ne deduco che non sia di nobili origini. Quindi, una popolana che si batte per la causa dei Reali? Un evento più unico che raro, direi, ma che comunque mi lascia dubbiosa.
    "La cosa fondamentale è che fosse del colore appropriato." replico con ironia prima di aggiungere: "Se avete bisogno di nuovi abiti non esitate a chiederli a me, personalmente. I sarti della città me ne regalanano in quantità abbondanti!".
    All'improvviso, un'altra nuova recluta si fa avanti, porgendomi anch'essa le condoglianze da parte anche della sua famiglia. Che io dovrei conoscere. Dovrei.
    "Vi ringrazio, milady. Ringraziate anche la vostra famiglia -chiunque essa sia- per il pensiero. Colgo l'occasione di ringraziarvi per esservi unite alla nostra causa. Mi piacerebbe allenarmi con Voi uno di questi giorni." concludo rivolgendomi ad entrambe con l'ennesimo sorriso.
    Sperando non mi venga presto una paresi, lancio un'occhiata furtiva alle mie spalle. La septa è con il Comandante, Esperin con Mercur, Dreth rientra con la Feralys.
    In questo covo di arpie è sempre bene guardarsi le spalle nonchè cercare di controllare quanto più possibile gli spostamenti di ognuno, soprattutto se sei la promessa sposa del nuovo Re e se la tua vita è sempre più in pericolo.


  10. #1580
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Ho annoiato la septa.


    Picchietta sulla sua pipa, ribatte disinteressata, continuando a camminare. Mi reputo fortunato, ci è voluto un po' almeno... ma era questa l'inevitabile conclusione.


    O magari no? Vi era forse la possibilità di un finale diverso per questa conversazione? Inutile rimuginarci sopra: i "se" e i "ma" non portano a nulla di produttivo. Ottengo comunque ciò per cui l'avevo disturbata, anche se ammetto che desideravo di più... ma ormai sono abituato ad accontentarmi: a piccoli passi si possono percorrere grandi distanze.


    Smetto di camminare e le rivolgo un inchino appena accennato. <<Ottimo>>, le rispondo semplicemente.


    <<Andate a riposare: domani avrete un nuovo Raeghar con cui divertirvi>>. Abbiamo finito di parlare, quindi aspetto una sua eventuale risposta e poi mi dirigo verso la sala da pranzo, ignorando tutte le persone che si trovano ancora in giardino, dove entro nella dispensa e mi verso un bicchiere di vino. Lo finisco con pochi sorsi, mentre rifletto su quale potrebbe essere la mia prossima mossa: la septa non rappresenta un problema, non nell'immediato avvenire. Quello che ha detto è vero: la sua sopravvivenza è strettamente legata ai Raeghar. Non può inimicarseli in alcun modo, e non oserebbe mai rischiare tutto per eliminare Alinor. Era abbastanza ovvio, ma non si sa mai... avevo bisogno di una conferma, come sempre. Con la protezione del Primo e la neutralità di Deirdre, la lady dei Fiumi è praticamente intoccabile. Nascondo il mio sorriso col calice, anche se non c'è nessuno in giro: è la forza dell'abitudine. Lo appoggio poi su un mobile e mi dirigo in camera mia, dove levo l'armatura rimanendo in intimo.


    Mi butto quindi nel letto, per riposare almeno qualche ora. Ho lasciato l'armatura fuori dal mobile, so che dovrò indossarla anche domani... non sia mai che un soldato si presenti all'incoronazione senza i colori del Grifone.
    Our wills and fates do so contrary run

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •