Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 159 di 339 PrimaPrima ... 59109149157158159160161169209259 ... UltimaUltima
Risultati da 1,581 a 1,590 di 3385
  1. #1581
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    <<Ottimo>> mi dice tranquillo, inchinandosi appena.



    Do un'ultima sbuffata di fumo, rigirando poi la pipa per svuotarla sul manto erboso.
    <<Andate a riposare: domani avrete un nuovo Raeghar con cui divertirvi>>
    E chi sarebbe? Lantis? Puah!
    <<Già, ottimo!>> esclamo io, ridacchiando malvagiamente, seguendolo nella camminata di ritorno alla sala da pranzo:
    <<Le teste sono state ritrovate, nessuno attenta alla vita di lady Alinor e io sono una brava septa! Si. Ottimo!>> dico con un sussurro più svelto, visto che mancano poco meno di dieci metri dal gruppetto vicino al Glados e non vorrei elfi dalle orecchie lunghe e impiccione!
    Ci avviciniamo verso lady Alinor e compagnia, le do solo una veloce occhiata annoiata: nulla che questa stolta dovrà venire a sapere, almeno finchè non mi dimostrerà che non andrà di corsa a raccontarlo ai quattro venti firmando in automatico la sua condanna.



    <<Forse può salvarsi in extremis dall'inutilità di questo discorso, Comandante. Avrò bisogno dei suoi servigi nella mia stanza, domattina, non appena sarà sorto il sole. Venga a bussare alla mia porta.>> bercerò ancora con un accenno di noia.
    In realtà è l'unica cosa che mi interessa in mezzo a questo marasma d'inutilità: che sir Aiden domani mi faccia quello stupido favore.
    Theon zoppicca alle mie spalle, mi volto vedendolo trasportare un librone verso di me, così infilo la pipa nel mio taschino:
    <<Se-se-se-pta. Un li-libro che av-v-veva-vava....>>
    Si, quello che avevo chiesto: il libro sulle casate!
    Glielo tiro via dalla stretta tremolante, afferrandolo con entrambe le mani: è pesante si!
    Glielo sbatto direttamente in testa, berciandogli di tornarsene in cucina, dopodichè chiedo ad Agatha, impegnata nel servire la cena a sir Aiden, dove si trovi sir Dreth.



    Venuta a sapere che si trova in biblioteca, mi ci reco senza salutare ne degnare di sguardi alcunco.
    Salgo le scale, ripensando al dialogo col comandante: può aver negato quanto vuole, ma desiderava sapere a tutti i costi da che parte stavo....e considerando il suo dialogo con lady Adamantia, sospetto che qualcosa si sta smuovendo ai danni della mia alunna.
    Lady Alinor è -ancora- in pericolo. Non uno effimero, non un pericolo costante, ma un allarme in avvicinamento sempre più pressante.
    <<Sir Dreth!>> enuncio entrando, trovandolo chino su di uno scrittoio a tratteggiare volti su volti....bozzetti, stilizzazioni...che peccato se ci facessi cadere la candela sopra, vero?



    <<Questo è il volume con tutti i ritratti delle casate nobili del regno...>> dico sfogliandolo velocemente fino a ritrovare il ritratto di Lucynda Mellow:
    <<Questa è la ribelle che ho incontrato in campo, a Solu-......-mquae.>> ghigno divertita, vedendo il rossetto stampato come un marchio sulla sua guancia. Glielo lascio li.
    Attenderò eventuali domande -figuriamoci se non le ha!- dipodichè mi prenderò una sedia e mi siederò al lato destro dello scrittoio che sta usando:



    <<Mentre lei scarabocchia, mi dica....dei nuovi alleati con i quali so si è scontrato in allenamento...potrebbe riassumermi come se la cavano? Dispongono di buoni poteri, sono elementi validi?>>
    Un veloce e minuscolo sbadiglio mi sfugge, ma riesco a non spalancare la bocca del tutto....Dei.....devo urgentemente andare a dormire. Coraggio sir Dreth, informazioni semplici e veloci, su-su!

    Nb: per il libro fattomi arrivare dal castello, ho chiesto permesso ai master!


  2. #1582
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    La mia mano trema fino ad arrestarsi a metà strada tra me e lui. Lo guardo serio riflettendo sulle sue parole e, con la mano ancora a mezz’aria «lui no! Lui sembra diverso!» dico serrandola a pugno Nikah sbuffa tendendo la mano ancora una volta «"sembrare" ed "essere" non sono la stessa cosa. Le apparenze, come meglio sai di altri, possono ingannare, Gildas...» un mezzo sorriso si mostra sul suo volto, ha ragione. Quante volte il mio corpo è stato come una marionetta nelle sue mani, costringendo la gente a credere che quel mostro, quel pazzo sanguinario senza alcun freno fossi in realtà io stesso. Ho perso tutto con lui, la mia vita è stata distrutta quando è nato, non che prima fosse stata diversa, ma… un tempo sapevo, speravo che una volta morto mio padre io sarei stato libero. Una libertà che mi è stata negata per tanto tempo e che ora stenta a venire fuori da quando sono qui. Potrei… potrei davvero cadere nel baratro e lasciare a lui il compito di librarmi, lasciare che distrugga tutto e tutti per il suo puro divertimento e, quando ormai sarà rimasto solo lui, distruggerlo dall’interno come un parassita al quale sono stato paragonato da molti dei nobili. Scavare lentamente dentro di lui divorando la sua follia fino a renderla solo una insignificante briciola in confronto a me. Il mio pugno si apre lentamente e le mie dita si avvicinano di nuovo verso di lui quando un fulmine mi attraversa la mente… una distorsione della musica creata dalla sua follia. A che scopo tutto ciò? A cosa mi servirebbe poi distruggerlo quando ormai sarà troppo tardi e la mia testa potrà già essere sul ceppo del boia? No. È la libertà che voglio, quella tranquillità che sto vivendo per la prima volta da quando sono arrivato qui da Vygrid. E che ora è in bilico tra me e lui. NO! Io non lascerò che sia lui a controllare me, lotterò pur di distruggerlo. Il mio sguardo si assottiglia, furente, se solo lui non fosse mai esistito! Con forza scaglio un pugno sul letto facendogliela abbassare mentre il suo volto si tramuta in una maschera di rabbia mista a sorpresa «"diverso" può significare buono, anche Serana era diversa!» Nikah ritrae la mano sghignazzando diabolicamente prima di parlare «"diverso" non significa né buono, né cattivo. Unisciti a Nikah. Ne sa più di te, lui, sul significato di "diverso".» ed eccole di nuovo, le sue dita che ad artiglio si lanciano verso di me, tese come ad un macabro invito a danzare. Stringo i pugni lungo i fianchi fino a sentire dolore alle nocche «ma che puoi saperne tu della differenza tra buono e cattivo? Sei cresciuto con me! Hai vissuto solo con me e di me ti nutri ogni giorno!» sbuffa schifato mentre mi guarda con aria di sfida «cerchi qualcuno che ti compatisca, Gildas? Sei schifosamente confuso e patetico...» mi alzo in piedi puntando i miei occhi nei suoi, non ho paura, non più. «Finora sono sopravvissuto anche senza di te, Nikah. Torna nel tarlo che ti fa da grotta. Ti chiamerò se mi servi.» finalmente un ghigno si mostra sul mio volto e alla sua vista,


    Nikah si infuria, trema e abbassa la testa prima di parlare con voce atona e bassa «prevedibilmente avventato e oltremodo stupido e cocciuto.» alza lentamente il capo



    mostrandomi un largo sorriso aperto «non è "se", Gildas, ma "quando". Ora fatti da parte e... come ti dicono tutti "stai zitto, mentre ti massacro"!» le sue mani scattano, escono fuori dallo specchio come se la superfice di quest’ultimo fosse solo un lieve velo d’acqua e si stringono attorno al mio collo mentre la sua figura emerge totalmente spingendomi sul letto. Il fiato comincia a mancarmi e in ultimo disperato gesto di salvezza, porto le mie mani sul suo volto, spingendo con forza i miei pollici all’interno dei suoi occhi


    quelle iridi gialle che simboleggiano tutta la follia della mia famiglia, l’uomo ghigna nonostante il dolore e sul mio volto si mostra una maschera di terrore.


    La forza delle sue mani stinge sempre di più così come la pressa delle mie dita e dopo un urlo che si mescola nell’aria e risuona per l’intera stanza, Nikah mi piomba addosso senza peso

    Immagine dal contenuto forte


    mentre le tenebre mi accolgono finalmente nel loro freddo abbraccio…

    Chrysanta ---> Forma dormiente
    *Ringrazio Damnedgirl per aver modificato l'ultima foto
    **Le cure sono già state "concordate" con lei
    *Post 4/5*

  3. #1583
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult




    Lancio un’occhiata alla donna che sta parlando con la Futura Regina, a quanto pare non ha gradito la mia intromissione, be’ peggio per lei, mica è sua proprietà Lady Alinor!
    Riporto lo sguardo su lady Alinor, è davvero molto bella.
    "Vi ringrazio, milady. Ringraziate anche la vostra famiglia... per il pensiero. Colgo l'occasione di ringraziarvi per esservi unite alla nostra causa. Mi piacerebbe allenarmi con Voi uno di questi giorni."
    Chissà se si ricorda di me o se ha sentito il mio nome… con educazione le rispondo.
    «E’ una brutto momento, me ne rendo conto, ma la mia famiglia, i Van Dervult, vi sono vicini in questo triste momento ed io sono la rappresentante della mia casata…» Continuo a guardarla cercandone gli occhi «Di qualunque cosa necessiate io sono qui, anche solo per distrarvi e per parlare del tempo»
    Spero proprio che non equivochi le mie parole, non sono una lecchina ma comprendo benissimo il dolore dovuto ad una perdita…
    Finisco giusto il mio discorso quando a noi si avvicinano il Comandante e la Septa che subito si rivolge a lui, ma non erano insieme fino ad ora?
    «Forse può salvarsi in extremis dall'inutilità di questo discorso, Comandante. Avrò bisogno dei suoi servigi nella mia stanza, domattina, non appena sarà sorto il sole. Venga a bussare alla mia porta.»
    La Septa che vuole Sir Urthadar nella sua camera di mattina presto? Mi rifiuto di credere che desideri un incontro romantico, per così dire…
    Rimango ancora là, in attesa di un’eventuale risposta di Lady Alinor, dopodiché, a meno che qualcuno non mi trattenga, mi ritirerò in biblioteca poiché sono davvero curiosa di vederla, chissà quanti libri ci saranno ed io adoro leggere e documentarmi!

  4. #1584
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alagos Fanon


    Sono ancora davanti alla stregaccia malefica dopo le generose cure di Sir Dreth quand'ecco giungere anche il Comandante a completare il
    dolcissimo quadro. Nonna, nipote e figlio…
    <<La visione di due estranei che diventano alleati mi scalda sempre il cuore>> sorride, ma sembra un sorriso finto, troppo tirato, lo guardo cercando di capire mentre i miei occhi lo scrutano rabbuiandosi per poi voltare il viso squadrando la Septa.
    -Io alleato di questa babbuccia infeltrita? Giammai! –
    Non dopo che mi ha trattato come se la mia persona valesse meno di zero.
    Ma cosa dovevo aspettarmi dalla Strega dell’Ovest?
    Pizzi e merletti a condire le sue parole e i suoi modi?
    Non sono degno di parlare con lei a quanto pare, ebbene, mi terrò a debita distanza, non ho voglia tutte le volte che incrocerò il suo viso di incrociare anche le sue disgustose radici.
    <<Sir Fanon, immagino che siate distrutto, vi consiglio di andare a riposarvi... domani sarà un grande giorno>> ad infierire sulla mia inutile presenza in questo luogo ci pensa anche il Comandante, che ha occhi solo per la nonnetta; rivolgendosi a me quasi fossi pezza per piedi consigliandomi gentilmente di andare a dormire per non dire di togliermi dai piedi … resisto all'impulso di rispondergli male dicendogli che lui è il mio Comandante, ma non mio padre e che non può pretendere di avere su di me un tale ascendente perentorio e che io posso fare quello che credo sia giusto, me ne sarei andato comunque lasciandoli soli senza bisogno di sottolinear e il concetto così sottilmente. Con un cenno del capo è lui il primo a congedarsi accompagnando la Septa in una passeggiata romantica al chiar di nubi dopo un funerale…certo che questi nobili sono davvero macabri direi…e io mi ci trovo a farne parte.

    Quanto vorrei tornarmene a casa mia lasciando perdere questa guerra e tutti gli intrighi che si svolgono sotto gli occhi di tutti , velati però da perbenismo e modi eleganti, chissà chi è davvero sincero qui dentro…io per primo non lo sono visto che combatto non per volere ma per obbligo di casta…pazienza, ormai sono qui e non posso far altro che rassegnarmi alla convivenza forzata con questi strampalati nobili in lotta per il potere e che magari nell'ombra tramano anche per il trono, persino i tre consiglieri di cui due andati ormai nel cielo degli Dei non sono stati risparmiati da ciò che qui dentro sta prendendo forma…
    Azzero i miei pensieri e su consiglio di Sir Dreth, vado a fare le condoglianze alla futura Regina di Dohaeris, Lady Alinor visto che la principessa è stata richiamata al cospetto dei Saggi dall'alato messaggero, pazienza, non appena avrò occasione porgerò anche a lei le mie più sentite condoglianze come anche quelle della mia famiglia, adesso che ci penso non ho ancora provveduto ad avvisare mio padre dell’accaduto. E ora chi lo sente!!!! Sono proprio un impiastro.
    Tra lo scontro con il Comandante e la frettolosa celebrazione del funerale, me ne sono dimenticato.
    Mi avvicino sospirando piuttosto abbattuto e rassegnato a passo sostenuto , verso lady Alinor, noto che vicino a lei mentre Sir Dreth si allontana con Lady Feralys, vi sono anche Lady Loren che sembra essersi ripresa e Lady Nimerya.
    << Perdonate il disturbo Signore…>> mi rivolgo a tutte e tre per poi soffermarmi per primo sul volto di Lady Alinor accennando un inchino << Volevo porgere anche a Voi le mie più sentite condoglianze , da parte mia e da parte della mia Famiglia, sono consapevole che queste parole non bastino a celebrare ciò che fu il Nostro defunto Re, ma credo siano le più semplici e le più adatte in questo frangente>>
    Le sorrido gentile cercando un consenso nel suo sguardo prima di rivolgermi a Lady Loren:
    << Spero vi siate ripresa con le cure del Comandante Milady, sono dispiaciuto per quello che è accaduto>> le dico cordiale fissando i suoi occhi verdissimi, non avrei voluto farle del male, ma siamo in guerra e se dovrà e dovrò combattere con i vessilli della famiglia Reale sarà inevitabile scendere in battaglia e, il nemico non perdona.
    Infine prima di congedarmi dalle tre donne rivolgo un sorriso gentile anche a Lady Nymeria, l’elfa dalla bellezza esotica e intrigante per poi scrutare il suo viso con ammirazione, ha decisamente dei lineamenti molto particolari.
    Torno con lo sguardo sulle tre indietreggiando di qualche passo:

    << Scusate se ho interrotto i vostri discorsi, perdonate la mia indiscrezione, buona notte Signore >> detto ciò mi allontano dalle fanciulle per dirigermi con sicura falcata verso l’interno della Torre.
    Non ho sonno nemmeno stanotte.
    Ne approfitterò per raggiungere la biblioteca e scrivere a mio padre.
    Ultima modifica di DELTAG; 25th June 2015 alle 15:54

  5. #1585
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Vicent Dreth


    Lascio scorrere le immagini della battaglia nella mia mente soffermandomi sui fotogrammi dei volti. Quasi meccanicamente la mano si muove sul foglio ed ecco che il viso dell’arciera d’acqua (Niniel) comincia a prendere vita illuminato dalla lieve fiamma d’una candela. Il tratto diviene più deciso quando le dita si soffermano sui dettagli. I tatuaggi, segni legati probabilmente a qualche tribù limitrofa che, per puro scrupolo, non tralascio. Completato il primo volto, cerco di passare al secondo, ma un <<Sir Dreth!>>, mi fa slittare di scatto la mano verso l’alto ed il foglio diviene ufficialmente da buttare. Menomale non avevo iniziato. <<Septa>>, esclamo espirando pesantemente. Sarò una persona buona, dolce e paziente, ma questa donna riesce a farmi girare i suddetti come non mai. <<Dite pure>>, ed intanto accartoccio il foglio accantonandolo da un lato. <<Questo è il volume con tutti i ritratti delle casate nobili del regno...>>. Ah già! Il ritratto della strega Mellow. La Septa prende a sfogliare il libro mentre io, per ingannare l’attesa, comincio a disegnare il secondo volto di Franthalia, ovvero quello dell’arciera ribelle (Medea) camuffato in parte dal cappuccio.



    <<Questa è la ribelle che ho incontrato in campo, a Solu->>, punto gli occhi su di lei, <<......-mquae>>. Inarco un sopracciglio stranito dal suo ghigno per poi focalizzare l’attenzione su ciò che mi sta mostrando… Viso pulito, lineamenti semplici, nessuno segno particolare. Bene: questo sarà uno dei più facili da riportare su carta. Riprendo a disegnare mentre le dico, <<Vi ringrazio Septa, ma come potete vedere Voi stessa per ora sto riportando i volti di Franthalia dunque, se non Vi è di disturbo, lasciate pure il libro qui in biblioteca così da poterlo consultare quando ne avrò bisogno>>. Mi trattengo dal farle domande, ne avrei parecchie soprattutto per quanto riguarda gli identikit ma data l’ora tarda e l’evidente stanchezza dell’anziana direi che è meglio rimandare. Mentre continuo con il mio compito la Septa si siede e mi chiede delucidazioni sui nuovi alleati sbadigliando sonoramente. Trattengo una risata perché sarebbe un gesto alquanto inappropriato il mio ed in maniera riassuntiva le fornisco informazioni su armi, poteri ed elementi che ho potuto visionare nel corso dell’allenamento, elogiando in modo particolare la Hammerfell con il suo teletrasporto e proferendo infine il mio dispiacere per non poterle dire nulla su Sir Fanon se non l’elemento che abbiamo in comune ovvero il vento. <<E’ tutto>>, concludo e guardando fuori dalla finestra mi rendo conto che ormai è notte fonda.



    <<Ora, con il Vostro permesso, mi congedo per ritirarmi nella mia stanza>>, cerco di sistemare alla meglio fogli e materiale da disegno per poterlo trasportare fino in camera, <<… E lo consiglio anche a Voi, non vorrete addormentarVi durante l’incoronazione spero!>>. Oh Dei… Spero solo di non averle dato un’idea.



    Attendo per un attimo la sua risposta prima di raccogliere tutto e lascio la biblioteca salutando con un cenno del capo Sir Fanon.



    Non appena varco la soglia della porta però noto che c’è qualcosa di strano in stanza: il letto di Gildas è disfatto, lo specchio è rovinato ai lati e del cavaliere non vi è alcuna traccia.



    <<Gildas tutto bene…?>>, lo chiamo leggermente allarmato, chiudendo alle mie spalle la porta con il tallone e poggiando tutto ciò che ho in mano sul mio letto. Niente. Nessuna risposta. Mi avvicino allo specchio, stranito, ed è grazie al riflesso che vedo Gildas riverso a terra con un occhio cavato.



    <<Somma Saraswaty...>>, corro da lui, inginocchiandomi e controllando ogni segno vitale: respira, il cuore batte ed ha perso i sensi... Forza, ho guarito di peggio. Richiamo rapidamente nei palmi la mia magia curativa che scaturisce con un forte bagliore biancastro.

    Difesa e Recupero - Rigenerazione (avviene tramite tocco): Rigenera ferite di media entità (ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento).

    <<Resisti Gildas…>>, sussurro a denti serrati mentre con delicatezza cerco di poggiare la mano destra sul suo occhio sinistro ed intanto con l’altra mano mi occupo delle ferite restanti sfiorandole con i polpastrelli. So che il contatto fisico gli darà molto fastidio, ma purtroppo non posso farci nulla... E’ troppo grave. Se tutto andrà come spero sentirà giusto un po’ di dolore iniziale all’occhio cavato, ma poi, complice la luce dalla tonalità pesca, avvertirà un formicolio misto ad un calore piacevole. L’occhio sarà la prima ferita a risanarsi, seguito poco dopo dai lividi al viso, poi quelli al collo e solo alla fine le mani graffiate dai vetri. In contemporanea, per puro scrupolo, terrò d’occhio eventuali movimenti in stanza… Perché è evidente che qualcuno lo ha aggredito ed il colpevole potrebbe essere ancora qui.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th July 2015 alle 01:44



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  6. #1586
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Mentre prendo la sedia per potermi sedere vicino al mio interlocutore, sir Vicent mi risponde:
    <<Vi ringrazio Septa, ma come potete vedere Voi stessa per ora sto riportando i volti di Franthalia dunque, se non Vi è di disturbo, lasciate pure il libro qui in biblioteca così da poterlo consultare quando ne avrò bisogno>>
    Alzo le spalle, sedendomi: non ho affatto badato ai soggetti dei suoi disegni.



    <<Lascerò il libro qui, così che sarà consultabile per chiunque.>> come se la cosa mi interessasse.
    Il novello pittore passa poi a soddisfare la mia curiosità principale, parlandomi dei nuovi arrivati, di come la Hammerfel padroneggi con intelligenza il teletrasporto, dei loro elementi, e confermandomi quello di sir Fanon.
    Bene: per quanto riguarda lady Ho-Le-Ragnatele-Pure-In-Testa non sa dirmi molto a parte che possiede una katana, ma io so che è una strega di terra, esattamente come me. Magari la sottoporrò ad un allenamento, così da scoprirla meglio.
    <<Ora, con il Vostro permesso, mi congedo per ritirarmi nella mia stanza … E lo consiglio anche a Voi, non vorrete addormentarVi durante l’incoronazione spero!>> mi dice scherzoso.



    Sbadiglio una seconda volta, mormorando un:
    <<Si, l'idea era quella....>>
    Rimasta sola, chiudo il libro lasciandolo sullo scrittoio in bella vista, quando anche sir Fanon entra nella stanza.



    Mentre mi incammino verso l'uscita, gli lancio un'altra battuta....il tipetto sembra prendersela molto facilmente a giudicare da come mi sta guardando storto!
    <<Ancora in piedi, bambino? Il Vostro amato sir Dreth si è appena allontanato, non riuscite proprio a congiungere i Vostri cuori, a quanto pare!>> enuncerò con finto rammarico.
    Mi incammino finalmente verso la mia stanza: una volta dentro do un'ultima occhiata alla pozione alla quale sto lavorando...è tutto pronto per domani, ci siamo quasi....ci siamo.
    Ci siamo.



    Scuoto il capo, prendendo dal mio cassetto le solite pozioni rigenerati: scolo le giuste quantità delle boccette una per una, a breve dovrò riguardare le scorte....credo. Boh, non so più niente.
    Devo necessariamente andare a dormire, se ci riuscirò.
    Mi sfilo via il saio indossando la camicia da notte, stendendomi poi finalmente nel letto: sento le ossa rilassarsi, i muscoli distendersi e gli occhi.....gli occhi non vogliono saperne di chiudersi.
    Dormi stupida vecchia, dormi.



    Nb: gesti di Alagos concordati con Deltag


  7. #1587
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    È l’alba

  8. #1588
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters




    Il cielo comincia a chiarirsi e io me ne sto qui tranquillamente a chiacchierare. Sto già diventando una logorroica donna di corte? Che un maremoto mi travolga all'istante!
    Ringrazio Lady Van Dervult (soprattutto per avermi detto il suo nome), Lady Nymeria e sir Fanon per la gentilezza dimostrata, vera o falsa che sia, e vado per allontanarmi da loro, congedandoli, quando la septa e il comandante si avvicinano a noi.



    <<Forse può salvarsi in extremis dall'inutilità di questo discorso, Comandante. Avrò bisogno dei suoi servigi nella mia stanza, domattina, non appena sarà sorto il sole. Venga a bussare alla mia porta.>> fa dopo avermi rivolto uno dei suoi soliti sguardi annoiati.



    Perchè mai l'ha detto vicino a noi? Devo cogliere qualcosa da questo gesto o è un'altra trappola?
    Cosa vuole dal Comandante? Di che servigi parla?



    Mentre mi allontano dalle due interlocutrici rimaste, la osservo perplessa, mentre si dirige all'interno con un grosso librone in mano. Chissà cosa starà combinando...





    Imbocco il corridoio che termina con le mie stanze. Sbuffo quando noto che sono già sorvegliate dai due soldati che, alla mia vista, si mettono immediatamente sull'attenti.
    "Rilassatevi..." consiglio loro, mentre entro in camera chiudendo la porta alle mie spalle.
    Penserò alla septa e all'imminente incoronazione tra qualche ora, ora voglio solo riposare un po'.
    Ultima modifica di scarygirl; 11th August 2015 alle 20:59


  9. #1589
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Continuo a voltarmi e rigirarmi sotto le coperte, ogni volta che chiudo gli occhi un coltello mi colpisce al petto.
    Grugnisco con rabbia per la centesima volta, sono stanca morta, vorrei dormire, ma niente....mi accorgo che è mattina quando sento il calore dei primi raggi sul viso. Che fastidio.



    Meglio alzarsi, ho delle cose da fare! Mi affaccio alla porta, dove fermo una serva ordinandole la colazione e di portarmi la conca con dell'acqua.



    Sono tutti affaccendati: oggi è un giorno importante....per gli altri il giorno dell'incoronazione del fesso reale....
    Mi gratto la pelata, pensando al da farsi...divido la pozione che ho composto ieri sera in dieci ampolle dalla bocca larga...tante quante sono le dita del Comandante, penso ghignando.
    La serva arriva dopo che ho finito l'operazione: mentre dispone il tutto, osservo i fiori di Franthalia sul davanzale...nessun cambiamento apparente.



    Mi immergo nell'acqua gelida, lasciando che il freddo mi ritempri le ossa e mi svegli del tutto, dopodichè passo la spugna sulla pelle raggrinzita, di modo che caschi tutta la pelle morta che continua ad addensarsi sull'epidermide.
    Terminato il bagno, prendo un nuovo saio dai cassetti, legandomelo stretto in vita.



    Chiamo nuovamente la serva, faccio portare via la tinozza e mi metto comoda a mangiare, in attesa che sir Aiden arrivi....in caso contrario, leggerò un libro nell'attesa, dopodichè scenderò in giardino...oh, non vorrà darmi un'altra delusione, vero?



    Nb: il nuovo saio indossato da Deirdre è l'ultimo a destra di questa foto,
    come sempre fa già parte del pack "Nuovi Sai di Deirdre" che trovate nella sua Scheda Pg!


  10. #1590
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell


    Dopo aver ricevuto le condoglianze anche da Sir Fanon la Promessa si congeda da noi ringraziandoci e anche io seguo il suo esempio, ormai si è fatta l'alba e ho bisogno di dormire qualche ora.



    Seppur breve, la mia chiacchierata con Lady Alinor non è stata del tutto inutile, ho ottenuto una fornitura di abiti in omaggio e, cosa più importante, un invito in armeria. Sarà un vero piacere scontrarmi con la Dama.


    Entro nella stanza, la mia coinquilina è già rientrata quindi non posso ancora occuparmi della bestiolina nel cassetto, vorrà dire che lo farò domani se la troverò ancora lì.


    Mi spoglio del "tendone" da lutto, indosso la camicia da notte e mi butto sotto le coperte, son talmente stanca che per addormentarmi non dovrò contare i cammelli.




    Un buon sonno ristoratore è tutto ciò che mi serve se vorrò essere splendente per l'incoronazione di Re Lantis!
    Ultima modifica di albakiara; 29th July 2015 alle 02:25

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •