Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 173 di 339 PrimaPrima ... 73123163171172173174175183223273 ... UltimaUltima
Risultati da 1,721 a 1,730 di 3385
  1. #1721
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell


    Nel corso della riunione cerco di adeguarmi agli altri: ascolto con attenzione gli interventi, brindo alle guerriere che scenderanno nella prossima battaglia e do un'occhiata agli identikit.


    Mi trattengo dal ridere dinanzi alla sfacciataggine della rossa che viene però ostacolata dal Primo, ammiro Lady Adamantia, anche io mi comporterei così avessi i suoi titoli e le sue ricchezze, ai nobili tutto è concesso, tutto è perdonato.


    Il Re, da fedele cagnolino, ci lascia per correre a leccare i piedi al suo padrone... Lord Tywin deve essersi comprato pure la sua dignità, oltre che il trono.
    Tra un sorso di vino e un assaggio delle varie portate cerco di cogliere i chiacchiericci attorno a me <<Non trovate che il nostro Sir Dreth sia un gran bel giovane? Se fossi nei panni della Principessa sarei già innamorata follemente di lui>>


    <<Sono assolutamente d'accordo, e lo dico con certezza dopo aver avuto l'onore di toccare con mano.>> dice scambiando un occhiata maliziosa a Vicent. La donna non perde tempo, vedo. Prima Lord Tywin, poi il cavaliere, sarà già arrivata al Comandante o al Re in persona?


    << *coff coff zocco *coff coff* la!>> strabuzzo gli occhi, divertita e sconcertata dalla scenetta.


    Sento poi le due donne programmare un pomeriggio rilassante alle terme, piacerebbe molto anche a me, soprattutto per liberarmi dagli odori sprigionati dalla ferraglia che indosso, ma non voglio rovinare l'idillio intimo delle due donne, quindi mi accontenterò di un allenamento in armeria.
    Ultima modifica di albakiara; 1st August 2015 alle 20:41

  2. #1722
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS



    Il mio caro amico Gildas decide di non lasciar correre l'occasione per tacere e, tanto per infilare nuovamente il coltello nella piaga, fa un brindisi che avrebbe potuto benissimo risparmiarsi: "A voi lady Feralys e che la vostra… eventuale dipartita possa comunque onorare la casata Raeghar!"

    Il caro piccolo vermiciattolo odioso ... ma tanto nessuno dirà niente, Cassandra non si metterà in mezzo per difendermi, la principessa non sbarrerà gli occhi per il disappunto, nessuno muoverà un dito per me.


    Un sorriso amaro sarebbe la giusta conclusione, ma voglio fregarmene di tutti ancora una volta. Voglio fregarmene di te, Gildas, sì, proprio di te che mi guardi con quei piccoli occhietti annoiati, tornerò qui solo per lo sfizio di darti fastidio e darò fuoco alla tua maschera non appena ti vedrò. Promesso. Se poi ci andrà di mezzo anche un pò di faccia, pazienza.


    Riprendo il calice che avevo appoggiato poco prima e bevo un sorso in risposta al suo augurio.
    "A voi, Gildas. Noto con dispiacere che qualcuno all'Auspex deve avervi colpito con il potere dell'acqua alla testa. Fate attenzione perchè troppi lavaggi restringono il cervello e, sapete, comincia a notarsi!"



  3. #1723
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Ascolto tutta la riunione in silenzio. Oggi mi girano, quindi sarà meglio che questa lagna termini il prima possibile, così che possa recarmi in armeria ed allenarmi un po'.



    Tocca anche sorbirsi il triste spettacolino della Ferayls con il Re. Uff... che tristezza inaudita.



    Una nota positiva in tutto questo c'è: non dovrò più fare le condoglianze alla Waters.
    Visto che l'hanno messa a cuccia accanto alla vecchiacciachepuzzadivomito... direi che non è più un elemento tanto importante, quindi... chissenefrega!!!
    La nota negativa della serata, ovviamente, ci voleva. Dopotutto la giornata è iniziata nel peggiore dei modi, quindi perché non concluderla da schifo? Dovrò scendere in battaglia.
    Me l'aspettavo, certo, ma non così presto: finora mi sono allenata pochissimo... sarò all'altezza?
    Il mio solito culo! Non solo dover combattere subito, ma anche in un luogo decisamente ostile.
    Spero che si illuminerà come una torcia, o giuro che le darò fuoco io stessa!!!
    Il Primo ha detto che con l'allenamento sarei migliorata ed ora tocca a me combattere? Mah.
    Evidentemente non vogliono darmi il tempo per migliorare.
    Non capisco, ma come ho passivamente accettato la scelta del Re, con un semplice cenno di assenso con il capo, allo stesso modo ricambio i brindisi.
    Afferro il calice e mi bagno le labbra con un po' di vino, giusto per non offendere nessuno.
    La tavola è imbandita, ma ho lo stomaco chiuso a causa del cattivo umore.



    Mi sforzo comunque di mangiare qualcosa. Meglio poco che niente. Mi è andata già di traverso la colazione... magari anche col pranzo farò il bis. Chissà! Vorrei recarmi in armeria, ma non è il caso di alzarsi ora ed abbandonare la tavolata.

    "Potrei consultare, quando possibile, tutta la documentazione? Vorrei essere pronta per la battaglia..." domando con tono cordiale.

    Non mi rivolgo a nessuno di preciso, ma lo sguardo è rivolto al Comandante ed alla Principessa.





    Una volta che avrò visionato tutto, mi congederò con una riverenza ed andrò in stanza a cambiarmi.
    Non prima di aver fatto le dovute condoglianze alla Principessa, si intende.
    Ultima modifica di valuccia85; 6th August 2015 alle 01:18

  4. #1724
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    "Sono certo che le apine di Franthalia si sono battute con onore, Sir Dreth".
    Cosa?? Cosa sentono le mie orecchie? Il mio forse non più marito ha fatto una battuta? Questo sì che è un giorno memorabile!
    Continua a sostenere il mio sguardo mentre mi fornisce l'intera storia della famiglia della mia avversaria a Franthalia, tale BlackSnow.
    Dopo aver ordinato di bandire la negromanzia, passa a parlare della prossima battaglia schierando proprio la sua nuova rossa concubina e la Theridì, Theridè...per la gioia mia e della septa, quindi.
    Mentre i servi ci portano del cibo, dò un'occhiata a tutti i documenti che passano nelle mani della septa, seduta accanto a me. Ed è nel mentre che Lumen avvisa Lantis che Tywin lo attende al Castello Nero. Senza indugiare il Re pescelesso, alza il culo dal trono e si dilegua. Peccato. Avrei voluto trovare il tempo di metterlo alle strette e sapere quali siano realmente le sue intenzioni e se fossero fondati i sospetti della septa, di urlargli contro quanto lo disprezzo.
    Stringo i pugni per la rabbia, ma sorrido brindando a chi scenderà in campo nella prossima battaglia. Alla faccia tua Feralys!
    Successivamente stento a trattenere un enorme sorriso dopo aver udito il sarcasmo di Gildas proprio nei suoi confronti. Noto solo ora la vicinanza di Lumen alla Lady Rossa, ma da questa distanza non riesco a capire cosa si dicono. Non capisco neanche se sono complici o rivali. Probabilmente la seconda visto che entrambe sembrano aspirare ad intrufolarsi nei pantaloni di Lantis e a regnare al suo fianco.
    Magari non diventerò Regina, ma impiegherò tutte le mie forze perchè questo non accada. Nessuna delle due dovrà mai occupare quel posto.
    Assorta tra i pensieri, mi alzo dalla sedia andando a raggiungere il Primo ed Esperin. Devo riuscire a parlare con quest'ultima lontana da occhi e orecchie indiscrete.
    "Scusatemi, ho interrotto un discorso? Non era mia intenzione!" esordirò rivolgendomi ad entrambe con un sincero sorriso.
    Se la risposta sarà negativa continuerò, rivolgendomi ad Esperin con un sussurro: "Potrei parlarti in privato?".


    N.B. l'azione di Alinor che sbircia i documenti che legge la septa è concordata con Maru.
    Ultima modifica di scarygirl; 7th July 2015 alle 02:36


  5. #1725
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Terminato la mia parte di resoconto lascio la parola a Lady Alinor ed attendo che la conversazione si concentri sugli identikit in un misto di agitazione e d'ansia. E’ grazie alla Principessa che riesco a distrarmi un po’ quando dice <<Medea, della casata Euripide, figlia di uno dei soldati condannati per...tradimento>>, getto un occhio sul mio disegno ed effettivamente la fanciulla non sì è sbagliata: ho visto il suo volto proprio mentre stavo recuperando il trofeo per Lantis e, come uno sciocco, non ho minimamente pensato di appurarmi della sua identità prima di riportarla su carta… Poco male, vorrà dire che lo rifarò tanto disegnare mi aiuta a distendere i nervi. Curioso però... Non capisco perché la ribelle non ha attaccato me. Sono il cugino di Dahmer, l’ex boia della luna, e suo padre è stato giustiziato proprio da lui… Oh, giusto, ne siamo al corrente solo qui alla torre, quasi lo dimenticavo!



    E’ la voce di Lady Feralys a riportarmi al presente, la dama infatti, non contenta di essersi accomodata al posto che spettava a Lady Alinor, dà inizio ad una discussione ricca di allusioni che non posso non cogliere visto che il soggetto sono proprio io... Dei, mi sento vagamente preso di mira: prima il marchio con il rossetto, poi la sua richiesta di volermi parlare privatamente ed ora… questo nel bel mezzo di una riunione seria e formale. Anche se in realtà sto solo rimpiangendo di non dominare la terra per poter creare un bel pozzo sabbioso in cui sprofondare, mi istigo a tenero lo sguardo fermo su di lei e fingere perplessità. Finché non parlo vorrà dire che non balbetterò a causa dell’imbarazzo e se non balbetterò allora ci penserà il mio viso a fare il resto.



    Cerco poi di ignorare la volgarità di Lady Feralys rivolgendo uno sguardo di sincero apprezzamento sia a Cassandra sia alla Principessa per il loro supporto e mi concentro sui restanti interventi, in particolare sulla descrizione di Lady Alinor. <<Aveva un aspetto demoniaco. Grandi occhi rossi, simili a quelli dei rettili, una pelle verdognola con strani segni e tre dita per ogni mano>>. Ma allora non è stata un’allucinazione provocata dalle punture di api! La ribelle che ci ha insultati ha davvero un aspetto atipico e sarà una bella sfida riprodurla su carta, indubbiamente. Finalmente il Re interviene facendo del sarcasmo sulle api che mi aiuta ad accantonare l’imbarazzo per le allusioni della dama, ma è una frase in particolare che mi fa nascere un sorriso spontaneo in volto, <<[…] ma non lo evoco per non stropicciare i disegni di Sir Vicent>>.



    Oltre che un velato avvertimento a Lady Feralys di non aver gradito la sua sfacciataggine è per me una chiara conferma di apprezzamento. Ottimo. Continuo ad ascoltarlo con convinzione quando dice, <<Dato che il talento di Sir Vicent è molto utile per creare anche un nostro personale faldone, comando che vengano messi alle stampe tutti i ritratti che egli farà, compreso quello di Targaryus e Kalisi, così da affiggerli per il regno con la lauta ricompensa di 1milione di valyrie per i due capi fazione e di 500 mila valyrie per uno qualsiasi dei loro seguaci. Ovviamente, si preferiscono morti>>.



    E’ ufficiale e visto che non voglio deludere né le aspettative del Re né quelle del Comandante che mi sta sorridendo (sempre che non gli sia venuta una paresi facciale…) vorrà dire che mi impegnerò giorno e notte per terminarli quanto prima. Ora è un mio dovere. Terminata la riunione Lady Lumen però interviene dicendo, <<Maestà, prima di congedarvi, volevo informarvi che mio zio Lord Tywin avrà onore e desiderio di incontrarvi al Castello Nero, perché lì è dovuto subito recarsi per dei problemi alla Barriera, probabilmente un attacco di Bruti. Io resterò qui alla Torre fino al vostro ritorno, così potrete scortarmi voi stesso a palazzo>>.



    Che strano, il problema dei Bruti non era stato risolto da Re Lantis stesso? Sembrerebbe più una scusa per poter incontrare privatamente il Re. Mentre lascia la sala alterno lo sguardo tra lui e la Principessa che non posso fare a meno di osservare crucciato: da quando suo padre è morto lei è diventata fredda, malinconica ed apatica... Mi ricorda moltissimo Lady Margarete. Sarei tentato di avvicinarmi ma è Cassandra a farlo prima di me e forse è meglio così… Non riuscirei a reggere il suo sguardo dopo ciò che mi ha detto Dora e se davvero voglio reprimere i miei sentimenti allora devo smetterla di girarle attorno. Siamo solo amici. Amici. Prendo posto di fianco a Gildas, sganciando un sorriso di circostanza a Lady Feralys, e, dopo aver partecipato al brindisi in onore delle guerriere, stuzzico le varie prelibatezze a tavola pur di riempirmi lo stomaco. Ho una fame da lupi! La mia attenzione però viene catturata dalla Regina Madre che inizia a “mangiare” sensualmente un grappolo d’uva nera mentre tiene gli occhi fissi su di me. Inghiotto di colpo ciò che ho in bocca onde evitare di finirci strozzato ed osservo quel gioco di labbra ed uva… D’un tratto una leggera gomitata al fianco destro mi fa voltare verso Gildas che sussurra sarcastico, <<fossi in voi chiuderei la bocca, avete la bavetta che è quasi arrivata a toccare il piatto… Non per altro!>>. Deglutendo serro le labbra ed amareggiato abbasso di scatto lo sguardo verso il piatto continuando a mangiare in silenzio. Che idiota…! Mi sono incantato ed ho perfino ricambiato il suo sguardo… Che mi è preso? Dire che so di non doverla guardare negli occhi, quelle iridi dorate sono maledette e pericolose. Mi sciacquo la bocca con un po’ di vino incupendomi quando sento dire da Lady Lumen, <<Non trovate che il nostro Sir Dreth sia un gran bel giovane? Se fossi nei panni della Principessa sarei già innamorata follemente di lui>>. Sì… Solo nei miei sogni ed oltretutto erotici a quanto pare... Termino il pasto, ascolto distrattamente la conversazione tra le dame.<<Sono assolutamente d'accordo, e lo dico con certezza dopo aver avuto l'onore di toccare con mano>>. Toccato con man- <<Nhm?!>>, esclamo senza volerlo, tenendo premuta sulle labbra la forchetta e paleso tutta la mia incredulità inarcando un sopracciglio. Perché farsi avanti con queste false insinuazioni? Vuole provocarmi? Ammaliarmi? Non la capisco… E forse non mi va nemmeno visto che vorrei solo scavarmi una fossa per sotterrarmici. Ignoro volutamente il resto della conversazione, proponendo per educazione un brindisi rivolto sia a Lady Feralys sia a Lady Araneae, <<Onore a Voi Lady Feralys e Lady Araneae, le guerriere che terranno alto il vessillo dei Raeghar>>, mi sforzo di fare un sorriso cordiale ad entrambe le dame mascherando l'imbarazzo e poi bevo tutto d’un fiato il vino in segno di buon auspicio. Attendo giusto qualche minuto e tenendo lo sguardo basso mi congedo per andarmene in armeria dove mi libero dell’armatura per iniziare il mio riscaldamento…
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th July 2015 alle 02:41



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  6. #1726
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Dopo aver controllato l'assenza di veleno nei cibi che ho messo nel piatto, mi rimpinzo lo stomaco con nonchalance, badando poco all'etichetta. Voglio andare a schiantarmi in armeria, avrò bisogno di tutte le energie e di una carica digestione in caso ci sia bisogno negli scontri di flatulenze organiche! Un bravo guerriero deve curare tutte le sue armi!
    Mentre controllo svagatamente se anche il vino è esente da tossine, guardo a capotavola un nuovo, ma non inaspettato, duetto comico: la regina madre e lady Feralys....giocano a chi è più gatta morta. Però.
    Non lo sanno che le gatte morte....puzzano? A loro starebbe bene come a me? Ecco....come ha appena sottolineato sir Gildas...meglio le zoccole, almeno anche se sporche, sono vive!
    Quando ho terminato di servirmi, mi alzo, rivolgendomi con la voce alle due allegre comari di Windsor, dopo una risata gracchiate:
    <<Che bei tempi che mi ricordate! Quando ero giovane e partecipavo alle cene di pleniluvio con gli Orchi: mi sfidavano sempre a quanto velocemente riuscivo a starnutire un moccolo veloce e trasformarlo immediatamente in una radice....oh ne ho spezzati di cuori, e non tutti metaforicamente, tra quei babbioni! Ah....adorata gioventù!>> terminerò ridendo ancora.



    Noto che sir Dreth non è più al suo posto: mi guardo intorno e lo vedo dirigersi verso il piano di sopra della torre Ovest...chissà se va in armeria, potrebbe fare al caso mio! Approfitto dell'arrivo di lady Alinor vicino alla principessa, per spostarmi e dirigermi anche io verso le scale.



    Una volta sulla soglia, lo trovo in effetti intento a spogliarsi dell'armatura, per poi cominciare a fare del riscaldamento....che noioso.
    Rimango più nascosta dalla sua visuale, dietro uno dei lati dell'arco d'entrata, inspirando piano: una silenziosa preghiera alla dea minore, Demetra, protettrice della Terra che tutto da e tutto prende, come la vita.



    Avverto scorrere dai miei piedi l'energia vitale che mi contraddistingue nel freddo pavimento, voglio sentire le spire che crude stridono tra loro scorticandosi a vicenda, le voglio taglienti e desiderose di violenza...quando sono pronte, le mando alle spalle di sir Dreth, strisciando silenziose sotto le mattonelle di marmo.



    Il caprone del Nord è un guerriero abile, da quello che so forte e veloce: potrebbe tanto liberarsi delle mie radici tanto schivarle, per cui agirò di furbizia....spunteranno senza far rumore, innalzandosi fino alla sua nuca, per poi ghermirlo nel giro di due secondi al massimo, mi basta che compiano un giro solo per alzarlo con forza e farlo sbattere violentemente con la testa al soffitto, dopodichè lo farò rilasciare subito, facendolo cadere con un tonfo a terra. La sorpresa dovrebbe rendere la cosa fattibile.
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione
    Inutile cercare di ghermirlo con più forza per adesso, mi basta che le radici saggino qualche goccia di sangue del suo collo, giusto un antipasto....sarà del mio sangue che dovranno nutrirsi oggi.
    Se tutto andrà come previsto, ma anche se non ci riuscissi, mi renderò visibile, entrando platealmente:
    <<Due salti prima di cominciare ad allenarsi, direi che è il meglio!>> ridacchierò portandomi al centro della stanza, frontalmente a tre metri da lui.



    <<Avevo proprio voglia di allenarmi sir...non sarò all'altezza delle apine di Franthalia, ma di certo riesco a spezzarle la schiena più facilmente! Mi viene da ridere che un bamboccio del genere pensi davvero di meritare quel titolo per aver cacciato via qualche insetto da un campo di fiori! Sapete qual'è l'unica cosa che temo in Voi? Che mi diade una testata col mento....quello si che farebbe male, oh ma non crucciatevi....>> dirò mentre stenderò la mano destra perpendicolare al pavimento, richiamando la mia lancia:
    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    <<...quella terza tetta di cui fate bella mostra è un mio regalo, lo sapevate? La conosco bene quindi...."Uiben Dreth" vi dice niente? Mi fece un pò alterare, e con un bel gancio destro gli ho sistemato tutte le generazioni future!>> esclamerò ridendo fragorosamente.
    Se certo....mi sarebbe piaciuto avere questo onore. Il gancio destro glielo tirai eccome in un allenamento, ma il mento c'era già! Ottenni di deviarglielo però, wueheheheh!
    Si capisce tanto che sto facendo di tutto per farlo incazzare....? Coraggio, fammi dimenticare questa giornata, buono a nulla! Non mi metto manco in posizione difensiva, voglio che mi veda spavalda e menefreghista, come non reputandolo capace di colpirmi.


  7. #1727
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Avrei fatto volentieri a meno dello spettacolo di due oche che si identificano ed avvicinano proprio davanti ai miei occhi, ma purtroppo non posso evitarle né ignorare la loro chiacchierata che giunge chiara alle mie orecchie. Parole pregne di superficialità e frivolezza, come sono entrambe le due streghe di fuoco, condite con falsità e doppisensi volgari. Dei... che schifo.



    Ignoro bellamente la battuta di Lumen su Vicent, non mi reputo assolutamente superba nel definirmi superiore ai suoi modi di fare stupidi ed infantili, per quanto possa ritenersi una donna di mondo, il dolore ti forgia è vero, ma non ti rende intelligente purtroppo. Ed ancora appellandomi a tutto il mio autocontrollo ignoro la sua battuta su Lantis, imponendomi di mantenere lo sguardo impassibile e rivolto ancora verso Cassandra. Spero che se ne vadano presto alle terme come stanno concordando, sicuramente a continuare la loro farsa o a stringere qualche patetica alleanza dato che sono così simili, così da tornare a respirare aria pulita. Non sopporto più questa gente, non sopporto più questa falsità ed ipocrisia. Sir Gildas seduto accanto a me interviene con un augurio decisamente inopportuno al quale la Feralys risponde a tono. Lo guardo contrariata e sto per riprenderlo, quando si zittisce da solo a seguito di uno scambio di sguardi con la Regina, la quale ovviamente non mostra neanche l'opportuno contegno in pubblico ostentando una volgarità spicciola nel mangiare dell'uva fissando Vicent. Il cavaliere mantiene il contegno ma si mostra molto imbarazzato e si congeda poco dopo, seguito dalla septa dopo una delle sue solite battute nei confronti delle due donne, che stavolta trovo addirittura divertente. Vicent non merita decisamente di essere considerato al pari del giocattolo di quelle due streghe, spero sappia destreggiarsi nonostante la loro avvenenza e la posizione di Lumen. <<Permettete?>> alzo lo sguardo e noto Aiden accanto a me intento a versarmi del vino ed osservo il mio calice ormai vuoto.





    <<Potrebbe servirvi>> aggiunge, volgendo un fugace sguardo alle due oche che abbiamo di fronte. <<Si...grazie Aiden>> rispondo con un sorriso, permettendogli in questo modo di versare il vino e poi sorseggiandolo distrattamente, dopo avergli indicato con un sorriso il suo calice, così da farmi compagnia.



    <<Avete visionato la lista? Cosa ne pensate?>> abbasso nuovamente lo sguardo sui documenti ancora sul tavolo <<Davvero un lavoro eccellente, Comandante>> gli rispondo sincera, le informazioni sono state raccolte con zelo e con grande ordine e metodo... ha davvero fatto un ottimo lavoro. "Scusatemi, ho interrotto un discorso? Non era mia intenzione!" sento esclamare da Alinor alla mia destra, accanto a Cassandra, poi la vedo avvicinarsi ancora un pò e sussurrarmi "Potrei parlarti in privato?" la guardo complice in viso, per poi annuire accettando così il suo invito.



    Mi volto verso Aiden, prima di parlargli <<Sarei lieta di parlarne ancora più tardi, Aiden>> guardandolo in volto, spero che gli impegni gli permettano di accogliere il mio invito. Poi mi alzo mentre nel frattempo Lady Araneae prende la parola "Potrei consultare, quando possibile, tutta la documentazione? Vorrei essere pronta per la battaglia..." la guardo titubante ma poi le porgo gentilmente i documenti, infondo dovrà scendere in battaglia domani ed è giusto che sia preparata al meglio. Esco poi dalla stanza dopo essermi congedata da tutti, facendo un cenno ad Alinor di seguirmi. La condurrò attraverso i giardini, dove saremo sole, respirando finalmente un pò di aria pulita e godendo della tranquillità che finalmente mi circonda, prima di parlarle <<Grazie... non ne potevo più>> sorridendole sincera.

  8. #1728
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Più che riscaldamento avrei bisogno di freddare i bollenti spiriti. Ho ancora impresso nella testa lo sguardo della Regina Madre a tavola… Dei.



    Ha cercato di sedurmi davanti a tutti i commensali dopo neanche un giorno di lutto, eppure ieri mi era sembrata sincera nella sua sofferenza ma a quanto pare era solo apparenza! Quanto sono idiota…?



    Chiudendo gli occhi aumento la velocità e mi sforzo di non pensarci, di infiacchire lo spirito assieme al corpo.



    Qualcosa però mi si avvinghia attorno al collo e stringe con forza. Vi porto d’istinto le mani per cercare di allentare la stretta ed è così che mi rendo conto di essere intrappolato da radici… Ma chi diamin-?! Con uno scatto tentano di farmi sbattere contro il soffitto, di testa, allora io sfrutto tempestivamente la mia forza e la mia velocità per evitare l'impatto: pongo infatti le mani contro il muro e trattenendo il respiro faccio leva con le braccia. Per un pelo. Sento che inizia a mancarmi il fiato e che la carne brucia a causa della stretta ma, per fortuna, le radici mollano la presa ed io mi ritrovo a piombare verso il pavimento. Fletto le gambe ed atterro in maniera “morbida” rotolando su me stesso in modo da non rompermi niente, tossisco poi un paio di volte e massaggiandomi il collo torno a respirare voltandomi in direzione della voce gracchiante alle mie spalle, <<Due salti prima di cominciare ad allenarsi, direi che è il meglio!>>. Prende posizione a tre metri di distanza, frontalmente a me, mentre alle mie spalle ci sono due manichini e la spalliera. <<Avevo proprio voglia di allenarmi sir... Non sarò all'altezza delle apine di Franthalia, ma di certo riesco a spezzarle la schiena più facilmente!>>. La ascolto arricciando il naso a causa dell’olezzo di vomito proveniente dalla sua veste...



    <<Mi viene da ridere che un bamboccio del genere pensi davvero di meritare quel titolo per aver cacciato via qualche insetto da un campo di fiori! Sapete qual'è l'unica cosa che temo in Voi? Che mi diate una testata col mento.... Quello si che farebbe male, oh ma non crucciatevi....>>, assottiglio lo sguardo su quell’arma, il suo bastone rudimentale che appare nelle sue mani esattamente come è descritto nei suoi libri.



    <<...quella terza tetta di cui fate bella mostra è un mio regalo, lo sapevate? La conosco bene quindi...."Uiben Dreth" vi dice niente? Mi fece un pò alterare, e con un bel gancio destro gli ho sistemato tutte le generazioni future!>>. Roteo gli occhi divertito e scettico, non si può di certo dire che manchi di fantasia ma nonostante apprezzi il suo sarcasmo mi è evidente la sua provocazione… Vuole combattere. Bene: sarà una bella sfida.<<Mi duole correggerVi ma il mento dei Dreth risale alla prima generazione! Conosco la storia della mia casata dunque, almeno in questo, non potete ingannarmi… Deirdre dell’Ovest>>. Sollevo dunque il braccio destro di fronte a me e…

    Selene - Arma in forma dormiente
    Selene appare in un alito di vento.
    <<Ma se volete combattere allora io Vi affronterò. Perché sono un cavaliere e Vi rispetto come guerriera, state pure certa che non mi risparmierò>>. Inizio a ruotare l’arma dal lato destro e mi avvicino rapidamente a lei. Accompagno il movimento con corpo e braccio imprimendovi tutta la mia forza ed intanto connetto la mia volontà sull’arma lasciando che risplenda di una luce dalla tonalità verde chiaro, a tratti tendente al bianco, e che le particelle d’aria girino vorticosamente attorno alla palla ferrata offuscandola ad occhio nudo.

    Selene - Arma in forma attiva
    (Vento - L’arma è percorsa da molecole d’aria che si spostano ad una velocità tale da renderla tagliente anche se il colpo non affonda e di scavare più in profondità se va a segno)
    Quando sono certo di aver calibrato bene il tiro lascio che la palla si scagli con tutta la mia forza. Ho intenzione di colpire il bastone della strega perché voglio disarmarla. Indipendentemente dall’esito di questo attacco cercherò di allontanarla girando su me stesso e tendo la gamba sinistra con l'intento di darle un calcio di prepotenza in pieno viso, all’altezza dell’occhio destro per l’esattezza. Poi continuerò a far roteare Selene ed indietreggerò di due metri pronto ad usare la mia destrezza per schivare attacchi provenienti da una qualsiasi direzione… Spalle incluse.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th July 2015 alle 02:46



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #1729
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    Alle mie provocazioni, manco tanto impegnative, sir Dreth si fa na' bella risata da uomo vissuto qual'è!
    Inchiniamoci! Il Mietitore di Franthalia fino a pochi giorni fa si annusava i tesori del suo pannolone e ora reagisce sorridente e scanzonato! Come crescono in fretta....dimenticando il cervello per strada!
    <<Mi duole correggerVi ma il mento dei Dreth risale alla prima generazione! Conosco la storia della mia casata dunque, almeno in questo, non potete ingannarmi… Deirdre dell’Ovest>>



    Che.Palle.
    Espiro già annoiata....ma non era ovvio che fosse una battuta? Cosa dicevo prima del cervello?
    La sua arma appare tra le mani in una folata di vento (inodore? peccato!), già avviata nella rotazione:
    <<Ma se volete...>>
    Oh, ma sta sempre a parlare? E BASTA!
    <<...combattere allora io...>>
    <<allora io>> ripeto con una vocetta squillante e fastidiosa, da bimba rompiscatole.



    <<....Vi affronterò...>>



    <<vi affronterò>>
    <<...Perché sono un cavaliere....>>
    <<perchè sono un idiota>>
    <<....e Vi rispetto come....>>
    <<come la donna della mia vita>>



    <<.....guerriera, state pure certa.....>>
    <<Roooooonf!>> che noia!
    <<....che non mi risparmierò>>
    Abbiamo finito? Si?
    Eccolo che parte verso di me, forza vieni, vie-il bastone??? MI HA COLPITO IL BASTONE???
    Ho due braccia e due gambe e questo mi colpisce il BASTONE! Che avevi paura, che te lo ficcassi su per lo sfintere?!?!?
    Il tempo d'incazzarmi che un calcio dritto all'occhio destro mi colpisce in pieno...e finalmente! Che aspettavi, l'invito scritto?
    Grugnisco soddisfatta, mentre per il colpo indietreggio per inerzia, premendo sull'occhio colpito con la mano sinistra libera...l'arma spezzata stretta nel mio pugno destro.
    Vedo con l'altro sano che si è allontanato ancora....principiante.
    Questo è il meglio di Dreth? Ecco perchè era rimasto così colpito dalle poche ferite infertomi da De Lagun, sono abituati a farsi i giochetti da bambini, a giocare con le apine, mica a ferire gravemente qualcuno!!!
    Scoppio a ridere della sua infantilità, ma posso fare di più per farlo incazzare...
    <<Facciamo un ripasso della storia dei Dreth!>> urlo alzando il braccio con l'arma dimezzata, usandola a mo di bastone per gli insegnanti: prendo una grossa boccata d'aria in maniera teatrale, dopodichè comincio a cantare a squarciagola....
    <<LA CHIAMAVANO BOCCA DI ROSA, METTEVA L'AMORE, METTEVA L'AMORE! LA CHIAMAVANO BOCCA DI ROSA E METTEVA QUELLA BOCCA PROPRIO SOPRA OGNI COSA! E QUANDO PASSO' L'UCCELLO LEITHIEN, PURE QUELLO SI PAPPOOOOOO'!!! PAPAPARAPA! PAPAPAPAPAAAAAAAAAA!>>



    Ancheggio sul posto con un enorme sorriso, muovendo il bastone a ritmo di musica....
    <<Coraggio sir!! Di chi sto parlando??? Ti do un indizio.......è una baldracca stimatissima in tuuuuutta Dohaeris!!!>> sghignazzo ricordando l'aneddoto raccontatomi da Ryuk, mentre contemporaneamente lancio quasi con pigrizia il bastone a terra.
    E ora colpiscimi.

    Nb: Deirdre che è a conoscenza della storia della madre di Dreth concordato con Ecli.


  10. #1730
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Mi parla addosso e si prende perfino gioco di me, rimanendo indifferente a ciò che ho detto. Tutto comunque va come ho previsto: le spezzo il bastone da combattimento in due pezzi e la colpisco con un calcio in pieno viso. Indietreggio, in attesa di un contrattacco, ma lei mi spiazza scoppiando in una fragorosa risata.



    La guardo confuso, assottigliando lo sguardo. E allora? Vuole combattere si o no? Le ho ceduto la prima mossa. Ma l’anziana, non contenta, improvvisa un ballo con tanto motivetto adattato a qualcuno che mi riguarda: mia madre.



    Sgrano gli occhi e serro la mascella quando dice, <<L'UCCELLO LEITHIEN, PURE QUELLO SI PAPPOOOOOO'>>.



    Sento la rabbia risalire offuscando ogni mia razionalità, e ringhio, urlando contro l’anziana, <<Tacete!>>. Avanzo verso di lei lasciando dissipare la mia arma quando avverto nella mano destra un formicolio freddo e familiare. <<Bugia… E’ solo una maledetta bugia! NON E’ VERO!>>. Basta! Cosa diamine vuole??? Sto perdendo il controllo... Questa maledetta befana ha superato ogni limite. Se continua le strappo la lingua, giuro che lo faccio! <<Coraggio sir!! Di chi sto parlando??? Ti do un indizio>>, sono a pochi a passi da lei quando le sibilo un, <<Tappatevi la bocca...>>, ma lei continua esclamando, <<E’ una baldracca stimatissima in tuuuuutta Dohaeris!!!>>, ed io non ci vedo più.



    <<BASTA!>>, urlo rabbioso mentre scatto in avanti cercando di afferrare la strega direttamente dalla gola e con ferocia provo a sollevarla di peso nell’intento di farla piombare a terra sulla schiena.



    Se riuscirò - ma data la distanza minima dovrei farcela - allora cercherò di mettermi sopra di lei ed aprirò la sua bocca per afferrarle la lingua mentre libererò il mio elemento che si manifesterà in un bagliore di tonalità verde dai riflessi biancastri e che quando entrerà in contatto con lei verrà accompagnato da uno stridio sinistro.

    Distruzione - Iceberg: Congela una porzione del corpo, causandone la paralisi e medi danni da congelamento.

    Il mio intento è congelarle la lingua. Sentirà ogni millimetro della pelle bruciare, il sangue arrestarsi, il gelo protrarsi fino alla mandibola ed un dolore lancinante mentre, in contemporanea, manterrò ben salda la presa con le dita e cercherò di strapparle la lingua. Voglio solo che stia zitta.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 26th July 2015 alle 02:51



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •