Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 18 di 339 PrimaPrima ... 816171819202868118 ... UltimaUltima
Risultati da 171 a 180 di 3385
  1. #171
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    <<Mi reputo offeso, principessa...>>, sento dire alle mie spalle, dopo aver parlato a Sir Dreth. Mi volto e vedo Sir Urthadar entrare nella stanza.



    <<Il valoroso combattente che ha appena fatto ritorno sta morendo di fame e lei fa preparare solo per tre?>> aggiunge, avvicinandosi.



    <<Sto scherzando, ovviamente. È un onore rivederla, principessa>>



    <<Sir Urthadar!>> esclamo, sorpresa e felice <<Che gioia rivederla a palazzo, non ero stata informata del vostro ritorno...>> aggiungo, porgendogli poi la mano per concedergli il baciamano.



    <<Sono immensamente felice di vedere che state bene. Ma vi prego... non fatemi morire di ansia e curiosità. Come è andata la battaglia? E come sta la comandante De Lagun? Ditemi che sta bene anche lei...per favore>>



    Poi mi volto verso Agatha, ancora in attesa dei miei ordini <<Ovviamente potete preparare per tutti, e aggiornatemi per favore su Lady Feralys. Potete andare, grazie>>.
    Osservo la serva inchinarsi e uscire dalla stanza per adempiere ai propri compiti, poi mi volto nuovamente verso Sir Aiden, in attesa di aggiornamenti sulla battaglia appena conclusa.


  2. #172
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    *Pey'j può ripristinare tutto il parametro di costituzione*

  3. #173
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Silenzio e quiete, questo è quanto si respira mentre vado a braccetto con Lady Esperin.
    D’istinto ne osservo la figura, studiandone il volto, e traggo la conclusione che la fanciulla sia sovrappensiero...



    Distolgo lo sguardo nell’immediato pensando che è solo una conferma di come, a differenza d’altri, dimostra d’essere non solo nobile d’origini ma anche d’animo: riconduco infatti l’umore a pura e semplice preoccupazione, aumentata dall’ansia per la battaglia ancora in corso…
    Gli allenamenti l’avranno distratta, ma solo per poco.
    Un’espressione severa appare involontariamente sul mio volto: il solo pensare che i miei compagni siano là fuori a lottare, tenendo alto il nome dei reali, mentre altri sono qui a poltrire nei loro letti in pieno primo pomeriggio mi mette addosso un certo senso di... fastidio.
    Sospiro, cercando di non pensarci, rilassando il viso mentre mi dico che non vale la pena d’alterarsi.
    Non davanti a lei…
    Non appena raggiungiamo il nostro tavolo le lascio andare il braccio e corrispondo con un lieve cenno del capo il suo sorriso. Ma quanto è dolce? Si sta sforzando di apparire serena nonostante tutto...
    <<Agatha>>.
    Mi volto a mia volta verso la serva che ancora riesce a guardarmi.



    <<Cortesemente, fate un rapido giro del palazzo per verificare la presenza di Lady Feralys...>>.
    Uhm.
    Curioso… Non è la prima volta che Lady Feralys viene nominata nonostante non sia l’unica ospite che manchi all’appello…
    <<A momenti si aggiungerà anche Lady Alinor, quindi potete considerare almeno tre ospiti...>>.
    Ma mi sbaglio o la ha esclusa a priori? Inarco un sopracciglio perplesso.
    Solitamente una septa rimane sempre in compagnia del suo protetto o protetta, anche solo per osservarla ed assicurarsi che si stia comportando in maniera consona al rango, eppure lei non è qui, nonostante gli allenamenti siano finiti già da un pezzo… Comprendo bene che la discussione con il principe possa aver sconvolto l’anziana, offendendola, ma non mi sembra né il caso di scontarsela su sua sorella né una scusa per venir meno ai propri doveri. Che sia allergica al cibo oltre che la magia? Questo spiegherebbe il rifiuto del mio vassoio la sera precedente.
    Trovo inoltre alquanto ambigua la coincidenza che proprio la dama che mi ha chiesto di controllarla sia svanita nel nulla…



    <<Vogliamo accomodarci, Sir?>>.
    Giusto, il pranzo, quasi dimenticavo.
    Le sorrido e faccio per scostarle una sedia ma è una seconda voce ad intervenire bloccandomi: <<Mi reputo offeso, principessa...>>.
    L’uomo entra in scena, pavoneggiandosi un poco ed ignorando bellamente il sottoscritto concentra tutta la sua attenzione verso la dama che saluta con un inchino.
    Lo sento poi rivolgersi a me, più per beffa che per educazione, rimanendo impassibile quando mi dice: <<È sempre un piacere, Dreth>>.



    Quasi mi mancavano lui e le sue frecciatine.
    Lo osservo abbozzando un mezzo sorriso e rispondendo con tono calmo gli dico <<Lieto di rivedervi sano e salvo alla residenza, Sir Urthadar…>>, sottolineo quel Sir prima di gettare una rapida occhiata alle sue spalle ma vedo che non c’è nessuno…
    Sono quasi tentato di andare a controllare il comandante De Lagun per potermi assicurare che stia bene quando sento Esperin esclamare sorpresa e felice un <<Sir Urthadar! Che gioia rivederla a palazzo, non ero stata informata del vostro ritorno...>>, porgendogli una mano.
    Ma maledizione…
    No, non credo sia il caso di lasciare la principessa da sola con lui. De Lagun sta bene. In fondo anche lei come me ed il cavaliere qui presente possiede l’abilità di rigenerazione ed in più da quel poco che la conosco direi che potrebbe darle perfino fastidio la mia presenza: un integerrimo soldato come lei non vorrebbe mai mostrarsi debole...
    Sì, deve essere così.
    Mi mordo la guancia internamente mentre rimango fermo ad osservare la mano tesa di Lady Esperin: il solo pensare che Aiden stia per sfiorarla mi fa ribollire il sangue nelle vene ma devo assolutamente trattenermi dal farglielo notare...



    Mi basta Lady Waters da dover sviare sull’argomento e costi quel che costi Esperin non dovrà saperlo: ha già mille problemi, non voglio aggiungermi alla lista…
    <<Sono immensamente felice di vedere che state bene. Ma vi prego... non fatemi morire di ansia e curiosità. Come è andata la battaglia? E come sta la comandante De Lagun? Ditemi che sta bene anche lei... Per favore>>, chiede visibilmente preoccupata prima di voltarsi verso Agatha e rimarcandole per l’ennesima di trovare Lady Feralys la lascia congedare.
    Spero proprio che la trovi o non appena Lady Alinor ci raggiungerà provvederò io stesso ad iniziare le ricerche... Sono ufficialmente in pensiero per la strega di fuoco, inizio a nutrire seri dubbi che possa essersi cacciata in qualche guaio.
    Torno al presente, lasciando al cavaliere tutto il tempo per salutare la dama e scostandole la sedia riprendo l’attenzione di Esperin dicendole:
    <<Vuole accomodarsi, milady?>>.
    Rivolgo poi uno sguardo a Sir Urthadar, ansioso a mia volta di conoscere la sua risposta…

    Ultima modifica di Damnedgirl; 11th December 2014 alle 17:34



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #174
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Sfioro la mano della principessa con la mia e gliela bacio, delicatamente, guardandola negli occhi. La sua pelle è liscia, profumata, la sua eleganza quasi divina: che sia merito della septa o del suo sangue, Esperin emana un'aura di classe e nobiltà difficile da ignorare.
    Mi chiede della battaglia e poi parla alla sguattera... Troppi "per favore" e "grazie", per i miei gusti. Mai essere troppo indulgenti con la servitù, potrebbero venir loro strane idee in testa.


    <<Fisicamente, stiamo bene: abbiamo riportato solo ferite superficiali, nulla più. Spero che questa buona notizia le basti, principessa, perché devo comunicarle che Amaranthis è stata conquistata dai seguaci di Kalisi>>. Distolgo lo sguardo dagli occhi di Esperin e lo rivolgo a terra, fingendo imbarazzo. Stringo i pugni, per esagerare il sentimento di rimorso che provo. Quanto mi costa, comunque, ammettere la disfatta davanti a Dreth...


    <<Penso che Cassandra sia nelle sue stanze. Non so come abbia preso la sconfitta, è una donna molto orgogliosa e ligia al dovere, temo che il rimorso la stia mangiando viva... Se non si unirà al pranzo andrò a sincerarmi delle sue condizioni>>. Parlando mi rendo conto di credere veramente a quello che dico, una sensazione che non mi capita spesso di provare. Mi... Mi importa dello stato d'animo della comandante. Non voglio che si assuma la colpa del nostro fallimento, perché non è colpa sua. Non è nemmeno colpa mia, ma io ne sono cosciente. Cassandra, invece, fedele alla causa com'è, probabilmente starà vivendo attimi di pura disperazione. E ciò... Ciò è male, perché ho bisogno di lei al massimo delle forze, concentrata. Sì... È per questo che mi interessano le sue condizioni.
    Sì.

    Scaccio dalla mente questi pensieri e mi avvicino al tavolo. <<Piuttosto, mi dica... Come ha trascorso la mattinata? Vincent l'ha trattata bene?>>. Guardo Dreth, piegando leggermente la testa. Gli sorrido sornione.


    <<E volevo chiederle... Sa per caso come posso farmi concedere udienza dalla regina? Necessito di parlarle... Con urgenza.>>
    Our wills and fates do so contrary run

  5. #175
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Il dolore al fianco è lancinante. L'uomo che dominava il fuoco nella fazione reietta è riuscito a colpirmi, nonostante la ferita che sono riuscita a provocargli, ma Leithien... non eravamo preparati a lui. Io non ero preparata.



    Potevo immaginare che il rampollo di una delle famiglie più potenti e importanti di Dohaeris ci avesse tradito? Conoscendolo sì, avrei dovuto tenerlo in conto. Riguardo nella mente tutti i fotogrammi di questa battaglia: mio fratello e le ferite che ha inflitto ad Aiden... era ferito, per colpa sua, di mio fratello, il mio compagno di squadra si è ferito. Oltre le mie, anche le colpe di Andreus pesano sulla mia coscienza come un macigno. La sorella di un ribelle che non è riuscita a conquistare Amaranthis: ecco cosa sono, ecco cos'è Cassandra De Lagun. Come lo comunicherò a Lantis? Il principe... lui deve sapere, deve conoscere il tradimento di Ryuk Leithien! Nel suo viaggio al nord, probabilmente, Lord Tywin Leithien, il padre del reietto, sarà insieme a lui e... che sia in cospirazione con suo figlio? Il nobile e integerrimo Lord Tywin? Non posso crederci eppure, dopo Drako e questa sua alleanza moralmente discutibile con Ryuk, non dovrebbe sorprendermi più nulla. Nella mia stanza fisso la mia armatura insanguinata gettata a terra. Impongo la mia mano destra sulla ferita ed evoco a me, rilassando il mio spirito e pregando gli dei della guarigione, il mio potere curativo. In breve tempo, la ferita si rimargina, lasciandomi solo un piccolo segno, che volutamente non mando via del tutto. Da questa cicatrice riparto come guerriera, a difendere il regno minacciato anche dall'interno. Una cicatrice per non dimenticare quanto la guerra sia vera, concreta. Non posso farmi prendere dallo sconforto, non ora, non dopo aver sentito le sensazioni di quell'elfa, non dopo aver visto mio fratello e Ryuk, non dopo aver testato in prima persona quanto sia pericolosa e reale la minaccia di questo conflitto. Indosso la tunica civile, niente di particolarmente eccentrico, non amo essere al centro dell'attenzione. Sono restia a farmi vedere in questi abiti ma immagino di non poterlo evitare a lungo. Voglio assicurarmi che Aiden stia bene e poi andare in biblioteca, dove scriverò una lettera di rapporto al principe Lantis. Mi dirigo verso la sala da pranzo, ho bisogno di mettermi in forze e vedo che Aiden è proprio lì, insieme alla principessa e sir Vicent. Faccio il mio inchino e chiedo se posso unirmi ai loro preparativi per il pasto.
    "Sarebbe un onore molto grande per me, Vostra Grazia, dividere la tavola del pranzo con Voi" dico rivolgendomi alla principessa. "Sono felice di constatare che la vostra ferita sia guarita sir Aiden, se non fosse così vi porgo i miei poteri curativi, che sono comunque a disposizione di voi tutti, miei signori" aggiungo cercando di non lasciar intravedere l'imbarazzo per il non aver saputo fermare mio fratello. Mi sento un pesce fuor d'acqua ma ho bisogno di nutrirmi: usare il potere rigenerativo dopo una battaglia così faticosa mi ha debilitato. Mangerò qualcosa comunque, anche se non dovessero invitarmi al tavolo, lo farò in dispensa.

    Difesa e Rigenerazione
    Rigenerazione - Avviene tramite tocco: Rigenera ferite di media entità ( ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento )

    *foto e download del vestito domani*

  6. #176
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar



    Sir Aiden si avvicina lentamente a me e gli concedo il baciamano come da protocollo. Mi fissa negli occhi e il suo sguardo mi mette...un pò di soggezione, di ansia, non so per quale motivo. Probabilmente è solo a causa della battaglia, mi dico, sono troppo ansiosa di sapere cos'è successo.

    <<Vuole accomodarsi, milady?>> mi chiede gentilmente Sir Dreth spostandomi la sedia e colgo al volo la sua proposta per aumentare leggermente le distanze da Sir Aiden <<La ringrazio cavaliere>> rispondo, sedendomi e incitando gli altri due a fare lo stesso <<Per favore, non vorrete far sedere da sola una dama>>, esclamo, scherzando.

    Sir Aiden intanto ha cominciato a rispondere alla mia domanda riguardo l'esito della battaglia: <<Fisicamente, stiamo bene: abbiamo riportato solo ferite superficiali, nulla più.>> mi dice, con voce amareggiata<<Spero che questa buona notizia le basti, principessa, perché devo comunicarle che Amaranthis è stata conquistata dai seguaci di Kalisi>> conclude poi, palesemente imbarazzato.



    <<Oh...capisco>> riesco solo a dire, dandomi mentalmente della stupida. In realtà vorrei dire molto altro: Ci sono state vittime? Lui era lì? Sta bene? E'...è vivo?



    Ma poi penso a cosa dovrei dire, a cosa dovrei pensare, a cosa dovrei provare...invece di preoccuparmi di lui.
    Dovrei rammaricarmi per la sconfitta, una vera disfatta per noi. Dovrei...dovrei gioire della sua eventuale morte, ma... come posso. No, non posso. Gli Dei mi staranno biasimando. Mio fratello, la Regina, la mia intera famiglia mi ripudierebbe se sapesse ciò che provo. Ma io voglio solo che lui resti vivo.

    Ovunque, anche lontano da me, ma vivo.

    E devo assolutamente sapere se lui era lì. Se ha combattuto e se gli è successo qualcosa.

    Seguo a stento il resto del discorso di Sir Aiden, presa come sono dai miei pensieri, quando gli sento farmi una domanda diretta. <<Piuttosto, mi dica... Come ha trascorso la mattinata? Vincent l'ha trattata bene?>>. Sorrido per la sua domanda, prima di rispondere <<Ma certo, Sir Dreth è stato un ottimo compagno dall'allenamento oggi... anche se dubito abbia dato il massimo con me come avversaria>> aggiungo, guardando con complicità Sir Dreth.

    Mi piacerebbe vederlo in un allenamento serio, dove il sesso dell'avversario o il suo rango con gli impediscano di esternare tutta la sua forza. Sono sicura che quello di stamane è solo un assaggio di ciò che è in grado di fare.

    <<E volevo chiederle... Sa per caso come posso farmi concedere udienza dalla regina? Necessito di parlarle... Con urgenza.>>



    <<Purtroppo da quando sono stata costretta a lasciare, per ragioni di sicurezza, le mie stanze al Castello per trasferirmi qui ho avuto pochissime occasioni di incontrarla. Sono sicura comunque che avrà presto modo di ricevere udienza, mio fratello dovrebbe tornare a breve dalla sua spedizione e con lui suppongo verrà a farci visita anche la Regina...>> gli rispondo dispiaciuta. Nelle condizioni attuali il fatto di essere parte della famiglia reale non implica assolutamente che io abbia maggiori contatti o informazioni di chiunque altro abiti qui. Purtroppo per me.




    Dei passi mi distolgono dalla conversazione col cavaliere, mi volto e vedo la comandante De Lagun entrare nella stanza. Istintivamente mi alzo, contenta di vedere anche lei in ottime condizioni. <<Sarebbe un onore molto grande per me, Vostra Grazia, dividere la tavola del pranzo con Voi>> mi dice, inchinandosi, prima di rivolgersi al suo compagno di guerra e continuare a parlare <<Sono felice di constatare che la vostra ferita sia guarita sir Aiden, se non fosse così vi porgo i miei poteri curativi, che sono comunque a disposizione di voi tutti, miei signori>>

    Mi alzo e mi dirigo verso di lei, incurante in questo momento dell'etichetta di corte. Arrivo a pochi passi dalla donna, frontalmente, e prendendole una mano tra le mie la incito a rimettersi diritta <<E' un onore per me, Comandante, condividere il pasto con chi ha rischiato la propria vita per difendere la nostra causa>> le dico, sorridendole riconoscente.



    Il mio discorso viene interrotto da Agatha che entra trafelata nella stanza. <<Vostra Altezza, mi dispiace ma non sono riuscita ad avvisare Lady Feralys come mi avevate chiesto, non sono riuscita a trovarla...>>. Ma dove sarà finita? Non è possibile che si sia davvero avventurata fuori dal palazzo. Sarebbe...una pazzia in un momento come questo! Rischierebbe la vita...potrebbero sequestrarla, ucciderla!

    <<Non importa Agatha, starà...riposando. Sembrava in effetti abbastanza provata...>> rispondo, incerta, ma senza far trapelare il mio disappunto. Magari ho costruito soltanto un castello in aria, senza alcun fondamento.
    <<Bene, direi che abbiamo avvisato tutti, o quasi. Possiamo servire il pasto, qui siamo tutti molto affamati a quanto pare...>> rispondo, tornando alla mia sedia e indicando agli altri a prendere posto, proprio mentre Agatha entra nuovamente nella stanza portando le sue prelibatezze.


    Devo assolutamente chiedere di più su cosa è successo in battaglia, e su chi c'era. Il mio sguardo incontra quello di Cassandra. Si, è lei l'unica a cui posso chiedere maggiori dettagli. Ovviamente dopo aver permesso agli ospiti di rifocillarsi.

  7. #177
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    La vecchia non mi contrasta, le energie iniziano a mancarle e io riesco ad avvicinarla e colpirla al fianco. Ci guardiamo negli occhi, siamo vicine come non mai e questo mi è... fatale. La becera apre la sua fogna, che sembra custodire milioni di carcasse di topi morti in decomposizione, e mi parla, alitandomi in pieno viso. Il fetore penetra nelle mie narici e arriva dritto al cervello, dove sento una fitta quasi dolorosa. Oh per gli dei antichi e nuovi, ma una pomata profumata per i denti non ha mai sfiorato la sua bocca! Mi ritraggo d'istinto, chiudendo gli occhi ed emettendo un flebile sussurro di protesta: è così puzzolente che quasi mi pare che l'aria si sia colorata di verde radioattivo! Avrò messo qualche capello bianco con questa esposizione malevola? Indietreggio di un passo, giusto un attimo di secondo, che consente alla megera di attaccarmi: mi dà una bastonata in testa, per fortuna in forma passiva. Non ha usato molta forza, ha semplicemente fatto cadere i due corni all'estremità del bastone, sfruttando la gravità. Ok, sono decisamente arrabbiata. La testa mi duole, mi ci vorrebbe del ghiaccio. Ho il bastone al mio fianco destro, in orizzontale, con il rubino verso di lei e in forma passiva ricarico un colpo contundente sul suo fianco sinistro: tento di colpirla con il massimo della mia forza questa volta. Se dovesse riuscire a contrastare questo colpo, non esisterò a darle una gomitata in pieno petto.

    Bellezza mortale -> forma passiva

  8. #178
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    <<Oh...capisco>>. "Capisco"? Capisce? Tutto qui? Che razza di principessa reagisce così a una notizia del genere? I suoi guerrieri hanno fallito, e lei "capisce"? Mi aspettavo altro. Rabbia, anzi, furia... non comprensione. Ma forse Esperin non è il tipo da sbraitare contro un soldato sconfitto. Forse non vuole infierire. Come se avessi bisogno della sua pietà...
    <<O forse le ha davvero mostrato tutto quello che ha da offrire, principessa. Non si sottovaluti>>, le rispondo al suo commento su Dreth, senza nemmeno guardare in faccia l'oggetto della nostra conversazione.
    <<Grazie per l'informazione>>, dico poi. <<Attenderò impaziente la loro visita, allora>>. Mi avvicino a una sedia con l'intenzione di prendere posto a tavola, quando dei passi mi distraggono. Mi volto e vedo Cassandra entrare nella sala da pranzo... Una nuova Cassandra, in abiti civili. Uno spettacolo che non pensavo avrei mai avuto la fortuna di vedere. Dopo aver salutato la principessa si rivolge a me: <<Sono felice di constatare che la vostra ferita sia guarita sir Aiden, se non fosse così vi porgo i miei poteri curativi, che sono comunque a disposizione di voi tutti, miei signori>>. Mi parla con la forma di cortesia che pensavo ci fossimo lasciati alle spalle, probabilmente per la presenza di Esperin. <<Come vede le mie ferite sono già guarite, ma apprezzo l'offerta, Comandante>>, affermo dolcemente lanciandole uno sguardo d'intesa. Non c'è bisogno di essere così formale, Cassandra, non dopo quello che abbiamo passato insieme...

    La sguattera ricompare e la squadro, infastidito. <<Vostra Altezza, mi dispiace ma non sono riuscita ad avvisare Lady Feralys come mi avevate chiesto, non sono riuscita a trovarla...>>. Lady Feralys ha lasciato la magione? Una mossa rischiosa... Mi chiedo cosa l'abbia spinta a farlo. Mi chiedo tante cose, in realtà. Non vedo l'ora di scambiarci quattro chiacchere. Mi volto verso la principessa: <<Nessun problema, spero?>>. Poi reagisco al suo invito spostando leggermente la sedia e riportando lo sguardo sulla comandante. <<La prego, Cassandra, si accomodi>>.
    Our wills and fates do so contrary run

  9. #179
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    L'alitata va a buon fine: la fatina arriccia il naso incredula e mentre scoppio in una risata sguaiata, indietreggiamo praticamente assieme di un passo, nelle direzioni opposte. La vedo cercare di dire qualcosa, o forse è solo un lamento...non mi stupirei di vederle cascare qualche bel filo dorato del suo tanto vantato crine!
    Indietreggiando, trascino anche la gamba destra, che quando torna dritta, mi regala un'altra piccola fitta di dolore...stringo di più la mano sinistra sulla bruciatura.



    Nel frattempo il mio polso s'inclina verso l'alto, portando l'asta della mia arma in verticale, dopodichè lo lascio ruotare (senza muovere minimamente il braccio) a destra...il peso della sommità della lancia fa il resto, cascandole esattamente sulla testa, accompagnato dal mio ghigno soddisfatto....mi sto divertendo, ovvio, ma....nel riportare a me la Fornsworn, avverto un lieve tremore al braccio: sono stanca, c'è poco da fare. Espiro, liberando energia tramite la mano che sostiene la lancia...senso il suo peso sparire velocemente, la mano libera e leggermente dolorante.

    Arma Richiamata – Lancia
    Forsworn Stave (Ophelia)
    L'allenamento è stato utile, almeno nella sua parte finale, ma al contrario di sua Maestà, dubito di poter continuare ancora per molto! Mentre questo pensiero mi attraversa la mente, vedo arrivare verso di me il rubino a forma di rosa...sarà che ho i sensi più recettivi in questo momento, dati dall'allenamento continuo, ma arrivo appena in tempo a schivarlo ruotando su me stessa verso la mia sinistra...avendolo fatto in tutta fretta però, completando il giro per ritrovarmi di nuovo con il corpo volto verso la regina, mi ritrovo in diagonale rispetto alla sua sinistra.
    Questo le permette, nel momento esatto in cui fermo la mia rotazione, di scagliarmi una forte gomitata sul petto, che per ovvi motivi mi è impossibile schivare.



    La forza del colpo mi conferma la rabbia della regina per come sta volgendo l'incontro...felicità a parte per essere riuscita a farle perdere quell'aria di superiorità, provo solo un'enorme fitta al livello dei polmoni. Inspiro con il fiato rauco, affaticata. Indietreggio piano di qualche passo, mantenendomi il petto....sgrano gli occhi nel notare l'iniziale affaticamento nel respiro...dannazione, non s'è affatto trattenuta, penso inclinandomi leggermente col busto.
    Abbassando anche il capo, tra un respiro rauco e l'altro, ghigno appena, soddisfatta: se solo potessi, continuerei ancora.



    Dopo avermi colpito, è tornata anche lei a massaggiarsi il capo, e il mio sguardo punta verso il sole: dalla sua posizione, deduco che è quasi ora del pranzo. Per quanto Lady Esperin possa coprirmi, nemmeno lei può giustificare una mia assenza tanto lunga...devo tornare, ma prima...la domanda fatidica.
    Ho pensato a mille modi diversi per porla a Lady Lumen senza che capisca quello che effettivamente so o senza far cascare la colpa sulla Principessa-Lingua-Lunga...ma come? Come?
    <<Vostra Grazia.>> espiro affaticata:



    <<Di sicuro non vale lo stesso discorso per Voi, ma io ho bisogno di fermarmi qui...questa vecchia carcassa non ha più la tempra d'un tempo. Il sole è alto, e qualcuno potrebbe cominciare a domandarsi dove sono finita. A tal proposito, mia signora, ho bisogno di un'informazione. Avevo intenzione di farlo col reggente, ma per motivi che conoscete bene, ieri sera mi è stato impossibile parlargli, dunque riporto a voi la mia richiesta: immagino sappiate che ho consegnato ai medici di Sua Maestà Vostro Marito gli ingredienti per un anti-dolorifico che a quanto pare aveva funzionato positivamente. Secondo i miei calcoli a quest'ora stanno finendo due erbe che ne compongono il composto, per cui ho bisogno di sapere se devo coltivarne ancora, o se il Re ha già sviluppato nel proprio organismo le difese immunitarie contro di esso, cosa che prima o poi succederà, temo. Se ci sono novità sulle sue condizioni, posso ovviamente provare a modificare il medicinale per procurargli di nuovo sollievo, ma non mi è permesso uscire dalla Torre, come sapete bene, dunque non sono aggiornata.>>
    Tossicchio un paio di volte pesantemente...quel colpo mi ha procurato un forte dolore: sposto la mano destra sulla bruciatura che si trova al fianco dallo stesso lato, mentre la mano sinistra va sotto il pendaglio, facendolo tintinnare, per massaggiarmi meglio il punto in cui ho ricevuto la gomitata.



    Non ho potuto fare riferimento al veleno in nessun modo, e questa era l'unica modalità in cui posso sapere se ci sono miglioramenti circa la salute di Re Rickard...qualsiasi risposta mi darà, me la farò andare bene...e se la farà andare bene anche Lady Esperin: più di così non ho potuto.


  10. #180
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    Finalmente questa strega raccapricciante si arrende! Ho ancora il suo fiato pestilenziale nel naso, devo assolutamente lavarmi, disinfettarmi, eventualmente gettarmi nel fuoco purificatore di Vesta! Inizio a comprendere l'alto livello di tolleranza che ha Efrem verso lo sterco di cavallo: essendo cresciuto da questo mostro nauseabondo, deve aver perso ogni cognizione olfattiva! Mi ricorda che è l'ora di pranzo e in effetti deve essere così: il sole è al centro del cielo, come un re seduto sul suo trono e splendente nella sua regale eleganza. Stranamente, è proprio della salute del re che mi domanda: mi chiede se il suo stupido antidolorifico abbia funzionato. Non so che diavolo sia successo al vecchio, ma sono sicura di due cose: una è che mi ha rotto le uova nel paniere, mettendo Lantis in una posizione di vantaggio rispetto a me; l'altra è che la sua malattia è stata causata da un veleno composto da misteriose erbe e malefici che solo un'abile alchimista avrebbe saputo approntare. Che ci sia lei, Deirdre, dietro tutto questo? Perchè mi chiede della sua pozione? Lei odia i Raeghar, perchè mi sta chiedendo della salute del re? Per Lady Esperin? Lantis le ha parlato... che le avrà detto? Di certo, la verità: Lantis non è un vigliacco, nonostante ami molto sua sorella. Cosa mi conviene dire a questa donna? So cosa si racconta a palazzo: tutti sospettano di me, quando sono l'ultima persona al mondo che trova vantaggiosa questa situazione. Deirdre può aver avvelenato il re per ordine di Lantis? Tutto quel battibecco di ieri sera era una messinscena? No, la strega ha dimostrato più volte di non saper recitare. Come ora, che si finge preoccupata per la salute di Rickard.
    "Ho dei nobili da incontrare nel pomeriggio, l'assenza di Lantis ha fatto gravare su di me altri compiti. Vi siete battuta bene, septa, sono sicura che sarete un osso duro in battaglia, data la vostra astuzia" le dico con un sorriso sereno sul viso. Dovrebbe imparare da me l'arte della menzogna: nessuno direbbe che questa mia maschera sorridente è falsa come quando si spaccia l'ottone per l'oro. "Purtroppo, non so rispondere alla vostra domanda, perchè della salute del re si occupano i suoi speziali e i suoi medici: Lantis è certo più informato. Passo le mie giornate a ricamare al suo capezzale, sperando che ritorni il re forte e vigoroso che ho conosciuto alle nostre nozze" aggiungo con una nota preoccupata e di pena che, cavolo, se sembra vera! Sono bravissima ad ingannare la gente! Ricamare poi, non so davvero come mi vengano certe storielle, non saprei nemmeno tenere un ago in mano senza sembrare impacciata! E' ben altro che amo ricamare e intessere... Non voglio rivelarle dell'avvelenamento, se Lantis venisse a sapere che divulgo una notizia riservata alla famiglia reale come nulla fosse, non perderebbe tempo ad accusarmi di veneficio, nonostante la potenza di mio zio. "Se non avete altro da domandarmi, tornerò al Castello: il dovere mi chiama, septa Deirdre" finisco congedandomi. Se non avrà altro da dire, il nostro incontro può ritenersi concluso.

 

 
Pagina 18 di 339 PrimaPrima ... 816171819202868118 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •