Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 187 di 339 PrimaPrima ... 87137177185186187188189197237287 ... UltimaUltima
Risultati da 1,861 a 1,870 di 3385
  1. #1861
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    E' notte

  2. #1862
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alagos ( ho bisogno di sfogare la rabbia) Fanon


    A quanto par eil mio colpo non va a segno il pazzo giullarino da strapazza è veloce dannatamente veloce, di certo lo è più di me…un nuovo colpo, questa volta al fianco, avverto il dolore sempre più pulsante andando ad aggiungersi a quello allo stomaco…nuovamente un taglio, nuovamente sangue, sopprimo un urlo che potrebbe essere disumano se lo lascio sfuggire dalle mie labbra, i miei occhi iniettati di ira però sono ancora fissi su di lui, perché ha menzionato mio zio? Cosa vuole da lui? Cosa può volere un Fanon qual è da un Demonar… dall’odiato nemico?
    << Direi che non ti interessano le condizioni di salute di mio Zio…. >> sibilo a denti stretti mentre la rabbia mi tiene ancora in circolo l’adrenalina che mi pervade nonostante il susseguirsi di ferite e tagli.
    Mi piego in avanti per il nuovo colpo ricevuto, si avvicina a me e con finta malizia mi sussurra mentre estrae quasi con goduria la sua spada dal mio fianco:
    « Anche a tuo zio piacevano certi giochetti a letto, oh come si credeva bravo…»
    Che cosa?
    I miei occhi si spalancano per la sorpresa e lo stupore per le sue parole, cosa avrà voluto dire?
    La lucidità sta scemando, mi sento debole terribilmente debole mentre rivoli cremisi scivolano sul mio corpo quasi fossero acqua…un calcio è quello che mi colpisce alla bocca spaccandomi probabilmente un labbro, ma non ci bado, non ora.
    Penso a mio zio, penso a ciò che ho appena udito uscire dalla labbra di un pazzo masochista ..ma se le sue parole non fossero solo menzogna? Conosco Zio Vjetar, conosco la sua indole bellicosa e poco incline alla parola, conosco la sua potenza e la sua forza ma….ma quello che ho appena udito trascende nell’assurdo …come può essere …
    No non ci credo, non può essere!
    "Sir Fanon... come state? Avete bisogno di cure immediate... permettetemi di aiutarVi..."
    Noto la figura di Lady Araneae avvicinarsi a me, sembra preoccupata, i miei occhi sono sbarrati, fisso lei ma non vorrei fissarla, non è lei che sto guardando ! Per gli Siamesi…non può essere vero…
    Boccheggio mentre il sangue fuoriesce copioso, tremo per la rabbia mentre la mia mente è altrove, faccio per accasciarmi su di lei su Milady che ho davanti , involontariamente….sono troppo shoccato, troppo confuso e sorpreso da ciò che ho appena udito, poco dopo vedo correre in nostra direzione nel buio di questa insensata notte in cui tutto ciò in cui credevo ha vacillato, un ammasso di metallo illuminato da qualche fulgida luce del giardino, sento la sua voce mentre la vista si annebbia, avverto il suo inebriante profumo farsi sempre più vicino:
    "Milady, sono contenta che il vostro spirito agonistico sia così... vitale... domani vi servirà in battaglia…state fermo Sir Alagos e non vi agitate... tra poco non sentirete dolore"
    La sua voce mi giunge cordiale vedo sul suo viso prendere forma un sorriso, un sorriso gentile mentre una luce azzurrina e calda inizia a ridare vigore al mio corpo ferito…ma non sono solo le cure sul corpo di cui ho bisogno, sono quelle nell’animo ad essere state inferte in profondità bruciando terribilmente. Sento le membra ricomporsi, le ferite suturarsi, il dolore pian piano scema fino a sparire quasi del tutto mentre la lucidità torna a prendere possesso della mia mente e una sensazione di benessere inizia a diffondersi.
    “ Grazie mille milady…perdonate se vi ho arrecato disturbo” mi rivolgo al Primo con un triste sorriso, sorriso però pieno di gratitudine . Resto per un po’ ad osservarla, dal basso verso l'alto, incrociando i suoi occhi, i suoi occhi blu così belli e così profondi…poi è un attimo….a quegli occhi se ne sostituiscono altri, un colore simile ... il colore di quelli di mio zio Vjetar…
    Mi tiro a sedere e mi porto le mani alla testa come a voler scacciare le parole di quel Demone in calzamaglia.
    "Come Vi sentite? Va meglio?" nuovamente è Lady Araneae a ridestarmi.
    Sposto il viso su di lei sciogliendo la mia presa lasciando ricadere le braccia ciondolanti sulle ginocchia piegate in una posa non propriamente elegante.
    “ Fisicamente si, direi molto meglio, grazie per esservi preoccupata per me, voi …voi state bene? Quel Demonar non vi ha arrecato offesa vero? “
    Chiedo dapprima alla ragazza, per poi ritornare con lo sguardo sul Primo:
    “ Vi ringrazio davvero, dal profondo del cuore” le dico sincero e al contempo amareggiato prima di rialzarmi e cercare con le mani l’acqua fresca della fontana accanto a me….ho bisogno di rinfrescarmi le idee….

    Lindthor ---> Arma in forma dormiente

    Ultima modifica di DELTAG; 15th July 2015 alle 23:57

  3. #1863
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Il cavaliere riesce a ringraziarmi sommessamente, lo sguardo è triste, assorto in qualche dolore. Conosco bene quegli occhi, sono simili ai miei quando penso ai miei problemi.



    "Sir Alagos, curare le ferite non è solo il mio dovere di soldato e di Primo, ma anche la missione di un De Lagun, cui i Siamesi hanno voluto donare questa importante responsabilità" gli rispondo sorridendo.



    Ovviamente, non è mai un disturbo curare un commilitone ferito, non deve darmi le sue scuse. Lady Araneae mi informa che è stato Gildas a ridurre l'elfo in questo stato, è migliorato molto, non posso che esserne orgogliosa, ma speravo si allenasse con la dama, così da prepararla un poco per il Sinelux. Mi sembra però dalla sua risposta, che la nobildonna è sicura di sè e grintosa: bene, è questo lo spirito giusto! "Gli Dei vi proteggeranno, Milady, perchè indosserete i colori giusti" le replico sicura di me. Mi congedo appena l'opera di guarigione è conclusa, mi dirigo nelle mie stanze e cerco di non fare rumore, così da non svegliare Lady Loren.



    Dormo giusto qualche ora, i miei pensieri sono troppo tribolati per permettermi di riposare serena. Nonostante il turno di guardia che ho fatto alla tomba del re, riesco a dormire proprio poco. Inutile restare in panciolle sul letto... magari un bel bagno mi farà bene. Prendo un telo pulito e un vestito, e piano piano mi dirigo alle terme... non potevo mica lavarmi con Lady Loren addormentata! La scena che mi si prospetta è davvero sorprendente: Lady Feralys alle prese con dell'acqua... un po' troppo solida.





    Ghiaccio. Che diavolo è successo qua? "Milady, avete bisogno di aiuto?" dico atona. La donna proprio non rientra nelle mie simpatie, soprattutto dopo il teatrino che ha fatto prima di cena con Lantis. Ma sono il Primo, domani deve combattere... è mio dovere assisterla.

  4. #1864
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah Demonar

    Purtroppo la mia spada non va come sperato, invece del suo stomaco riesco a penetrare nel suo fianco e a perforargli di poco la pelle. Peccato, se solo fossi stato più attento all’Auspex, adesso sarebbe un bel sacco d’organi pronto per essere usato come costume per qualche spettacolo. Uh che carino. Con quel naso a patata, il fondoschiena abnorme e il seno appeso… sì, ci avrei fatto una figura buffissima nei miei spettacoli di travestimento. Il suo sangue scende il gola come una sorta di vino pregiato e ne assaporo ogni goccia della sua essenza. Il sapore dolce e metallico mi esplode in bocca provocandomi l’ennesima risata. Passo la lingua sulle labbra lasciandola per un attimo fuori. Vedo la principessa scattare in avanti e poco prima che me ne renda di nuovo conto ecco che la sua spada mi trapassa lo stomaco. Sento il dolore irradiarsi in ogni centimetro del mio corpo. Sì, Sì! Continuate così. Distruggete. «L'inetto, il rifiuto, lo spregevole siete soltanto voi...Nikah» sputo sangue quando la sua spada si sfila dal mio corpo nuovamente la guardo negli occhi furente, ghignando e mostrandole i denti imbrattati del mio stesso sangue, del sangue di Gildas. Che lei sta pian piano uccidendo senza alcuna remora, con la scusa di voler distruggere me. Sento qualcosa aprirsi sotto i miei piedi e un attimo prima che possa abbassare gli occhi, ecco che un vortice di acqua, lo stesso che ha fracassato la ribelle all’Auspex mi inghiotte stritolandomi e sbattendomi da una parte all’altra. Sento le ossa della gabbia toracica premere e frantumarsi con forza mentre urlo in preda al dolore che via via si fa sempre maggiore sostituendosi alla gioia di Gildas che soffre insieme a me. Precipito al suolo, nella balconata gli occhi sgranati e la bocca semiaperta mentre mamma giace chissà dove sul pavimento. Il respiro è affaticato e rivoli di sangue fioccano dalle mie labbra facendomi tossire sempre più forte, sento i miei polmoni comprimersi sotto il peso delle ossa ormai distrutte dalle percosse. Provo a sollevarmi quando la donna si avvicina urlandomi ancora con disprezzo, la senti Gildas? «Volete sapere in cosa si differenzia da Voi? Lui ha un cuore Nikah... ma voi non saprete mai cosa significa» una risata alternata da colpi potenti di tosse si libera dalla mia bocca «un cuore?» tossisco e altro sangue esce dalle mie labbra «Gildas… non ha un cuore! Non sa cosa siano i sentimenti… li ha… solo descritti nelle sue opere!» rido concentrando il mio potere nella mano, sento le fiamme del mio creatore farsi sempre più potenti mentre la pelle diventa rovente e tendo il braccio verso di lei, subito le scaglierò nuovamente quella sfera infuocata di prima, potente e distruttiva del suo diametro massimo verso il centro del suo corpo. «Volete uccidermi… princy?» il sorriso si aprirà nuovamente lasciando vedere il sangue che a fiotti cola dalle mie labbra «fate… pure! Ma sappiate che… trascinerò anche il vostro schifosissimo Gildas… nella tomba!» Vieni fuori Gildas, voglio che tu sia presente quando moriremo! Mi tolgo la maschera lasciandole vedere il volto dell’uomo che sta per distruggere, il volto di Gildas che tanto apprezza e tanto difende… uccideteci…

    Distruzione:
    Esperto Palla infuocata – La fiamma prende forma in una sfera dal diametro di 1 metro, provoca ustioni di secondo/terzo grado
    Chrysanta ---> Forma dormiente

  5. #1865
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Mentre attendo una risposta da Nymeria, non posso non pensare a quella che tra qualche ora sarà (di nuovo) incoronata Regina. Non mi mancherà per niente il periodo in cui ero la Promessa di Lantis, davvero, ma vedere a chi spetterà il mio posto...mi disgusta. Chissà se l'altra concorrente, la Feralys, sa qualcosa al riguardo. Le ho viste vicine ultimamente e non mi meraviglierebbe una sorta di accordo tra le due. Anche se la natura di tale patto mi è oscura.
    E mio padre...andrà su tuttue le furie quando lo verrà a sapere. La sua unica figlia disonorata dal nuovo Re in carica. Pff...Ho rischiato di morire, di essere assassinata praticamente da chiunque volesse sedere sul trono accanto a Lantis e lui penserebbe solo ed esclusivamente al mio onore. Tipico del Lord Pesce Palla, niente di nuovo. Quello che più mi manda in bestia al momento però è la presa in giro di Lantis, le sue belle parole e quella faccia da schiaffi.
    Immagino le facce di chi mi guarderà sogghignando una volta che avrà fatto l'annuncio. Lumen, Adamantia, forse anche la septa...Ma tutti avranno quel che meritano, chi più o chi meno e so già da chi iniziare.
    I miei pensieri vengono interrotti dall'arrivo di Vicent, sempre più cupo, che chiede se abbiamo bisogno delle sue cure. Gli sorrido anche se mi verrebbe da chiedergli cosa ne pensa lui vedendomi in un lago di sangue. Ma meglio lasciare queste battutine alla septa, poi non mi sembra neanche tanto in vena di sarcasmo.
    Gli indico quindi le varie ferite ai polsi, all'addome. "Sarebbe un sollievo ser Dreth, vi ringrazio." asserisco lasciandomi curare.


  6. #1866
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Vicent è a pochi passi dall'uscita ma non riesce ad andare fino in fondo, un copione già noto, ahimè. Resto in acqua a gongolarmi ancora un pò, immergo le spalle e la testa, lascio che i rumori ovattati di tutto ciò che mi circonda si perdano nelle profondità della vasca. La presenza di Dreth che si strugge sotto il peso dell'aura di tenebra è irrilevante, è un altro di quelli che potrebbe svenire da un momento all'altro e, se sarà il suo caso, potrei anche sentirmi generosa e fargli la respirazione bocca a bocca.
    "Tu…"
    Riesco a sentire quasi distintamente, chi sarà entrato? Se mi vedranno qui penseranno che sono stata io a ...
    "Mammoletta, datti una calmata"
    La voce di Vicent appena qualche secondo fa era tremante e impaurita e invece adesso sembra forte, deciso, gelido.
    Risalgo appena dalla mia immersione giusto per vedere che nella stanza delle terme non ci siamo che io e lui.
    Credo che Lumen l'abbia fatto diventare completamente pazzo, ha un tantino esagerato con quell'aura. Se ripenso a quella subita l'altro giorno da Tywin, non riesco ancora a credere di essere sopravvissuta senza subire danni al cervello e se quella di sua nipote è solo lontanamente paragonabile alla sua non vorrei essere nei panni di quel poveretto.
    "Depressione o cosa stavolta? Chiedo in anticipo perché l’ultima mi è toccato sorbire le tue lagne con “oh povera la mia elfetta”, “Dahmer è stato un bimbo tanto cattivo”, “come farò”, “non vivrò”!"
    Ma che diavolo succede? Che cosa sta ...? Devo ammettere che Vicent che parla da solo è davvero inquietante, sarebbe saggio andarmene prima che arrivi qualcuno. Però ... però mi chiedo cos'altro verrà fuori di interessante da quella sexy boccuccia cattiva.
    Resto in acqua non mi muovo, assisto allo sproloquio di Vicent che alterna frasi che riesco ad udire ad altre biascicate ed incomprensibili.
    "Nhm. Eccolo che ricomincia! DEI. Ma invece che frignare quell’arnese che hai lì potevi pure finire di usarlo visto che c'eri già… Tanto ormai il danno era fatto"
    Sagge parole, Vicent oscuro, ma allora c'è vita in quel cervello!
    Poi sbotta urlando, finisce per gridare Sei un assassino! e infine cade a terra in lacrime: "Mi dispiace…"
    Oh, Raiden, questo ragazzo deve avere un grosso peso sulla coscienza se è finito per ridursi in questo modo! La curiosità mi morde dentro, suo cugino Dahmer, quello che milita nei reietti, deve aver fatto qualcosa ad un elfa, qualcosa di brutto e questo qui si sente in colpa. O si riferisce all'elfa dalla testa mozzata? Senza esserne consapevole mi avvicino un pò, come se potessi capire meglio in questo modo, ma adesso Dreth sembra essersi calmato. Mi guarda, non mi piace quella luce nei suoi occhi. Avrei fatto meglio ad andarmene quando potevo, questa situazione non mi piace affatto.


    Vicent si alza in piedi e si sfila nuovamente i pantaloni, gelido, come il suo elemento, si immerge in acqua per poi sbucare d'improvviso di fronte a me. Vicino, tanto vicino che posso sentire il calore del suo corpo nudo. Indietreggio un pò per istinto, mi guarda ancora ma non capisco cosa provi, i suoi occhi sono freddi, mi fanno quasi paura.


    Per un attimo mi vengono in mente i suoi occhi, velenosi come serpi, e il tocco del ragazzo sul viso mi fa sussultare impercettibilmente riportandomi alla realtà. Avvicina le sue labbra alle mie, la scena è quasi la stessa anche se chi mi sta di fronte non è lei, sono finita di colpo indietro nel tempo di 9 anni. Resto immobile, non è da me, la mia mente vorrebbe reagire, ma il corpo non collabora e poi potrebbe essere che non finirà come allora, non deve essere per forza così.


    Mi illudo nella speranza di un bacio, ma vengo delusa, nuovamente. Mi afferra i capelli, mi strattona con forza e mi fa voltare la testa di lato, non vuole che lo guardi mentre abusa di me? Mi solleva e il dolore alla cute è forte, per istinto porto le mani ai capelli, dove mi sta tirando nella vana di speranza di placare il supplizio. "Fa quello che devi e lasciami andare, pazzo!" - dirò tra i denti cercando di non far trasparire troppo la sofferenza, lei non avrebbe voluto.
    "Charme... L'avete usato su di me anche il libreria, vero? Qual'era la domanda... Adamantia? Non la rammento più..."
    In libreria? Per un attimo ho un vuoto, che mi frega della libreria? Poi ricordo... "Ah si, ti ho chiesto se eri uomo, Vicent, e la risposta mi pare evidente, non lo sei affatto!" - Cassandra è più uomo di te - "Mammoletta" - lo rimbecco per fargli capire che ho sentito, che ho visto, non posso dargliela vinta, non devo. E' forte, Vicent, mi tiene con una sola mano, ora, mentre l'altra scivola su di me con decisione. Il respiro si fa più pesante, sono inerme e sono nelle sue mani, può fare quello che vuole, potrebbe anche uccidermi dopo: l'ho visto parlare da solo, mi aspetto da tutto da un pazzo come lui.
    D'improvviso sento la morsa del gelo propagarsi sulla mia pelle, la presa sui capelli è meno forte, fino a scomparire. Volto finalmente la testa e vedo Vicent andar via, dopo avermi quasi urlato addosso: "Soddisfatevi con questo!"

    Faccio per muovermi ma non posso, quel maledetto verme mi ha bloccato in acqua come un cubetto di ghiaccio. Sento la pelle bruciare per il contatto col gelo, mi entra quasi nella carne, il corpo è mosso da brividi. Devo liberarmi al più presto, o finirò per restare senza gambe. Dreth sarà pure un pazzo, ma per fortuna è rimasto un povero idiota! Mi concentro per far confluire il calore del fuoco nelle mie mani, devo sbrigarmi! Lascio che il caldo si propaghi dai palmi fino al primo strato di ghiaccio che inizia a creparsi e a sciogliersi, finalmente! Sento che il sangue ricomincia a circolare normalmente, mi sento impaziente, ma non poso esagerare, finirei col peggiorare la situazione rischiando di bruciarmi: ci manca solo questo! Sento i brividi dissiparsi, non rapidamente come vorrei, ma va bene lo stesso. Il fuoco continua ad agire, sono quasi libera, ancora un piccolo sforzo e poi sarà tutto finito.
    "Milady, avete bisogno di aiuto?" - la voce di Cassandra risuona nelle stanze vuote delle terme, non ho mai sentito una voce più melodiosa della sua! Oh Raiden, sto davvero male!
    Finalmente l'acqua delle terme intorno a me ritorna allo stato liquido facendomi scivolare nuovamente all'interno della vasca. Guardo la pelle, tutta livida e violacea, mi fa male accidenti. Per fortuna sono in acqua e riesco a raggiungere facilmente il bordo e ad issarmi con le braccia. Mi spingerò fuori e resterò supina, con gli occhi chiusi, brucianti di lacrime e rabbia.


    "Per favore Cassandra, sareste così gentile da usare il vostro tocco magico sulle mie gambe? O temo che domani dovrà portarmici qualcuno in braccio, al Sinelux."- il tono è tranquillo.
    E' tutto a posto Adamantia, Karin ti curerà adesso e tu non sentirai più dolore.

    #Esperto Palla infuocata - La fiamma prende forma in una sfera dal diametro di 1 metro di diametro, provoca ustioni di secondo/terzo grado


  7. #1867
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Nessuna delle due donne mi risponde, probabilmente sono talmente concentrate nella lotta che non mi hanno sentito.



    Cerco di sorridere affabile, compiendo un immane sforzo pur di liberare la mente dall’immagine che ho impressa di quelle maledette terme, e muovo qualche passo in loro direzione. Lady Nymeria appare molto più provata rispetto che la promessa sposa del Re, forse è il caso di iniziare da lei?



    <<Sarebbe un sollievo ser Dreth, vi ringrazio>>, sento dire da Lady Alinor ed io di riflesso la guardo negli occhi.



    Credo che Nymeria dovrà aspettare, mi duole ma la precedenza va alla famiglia reale.


    Mi inginocchio di fianco a Lady Alinor e, socchiudendo lo sguardo, cerco di concentrarmi per richiamare il dono dei Greatnova. Il mio tatuaggio cambia di tonalità partendo da una colorazione più chiara ed illuminandosi, lentamente, comincia a risplendere ed avanzare ad intermittenza verso il fulcro del suo potere, ovvero il cuore.



    D’un tratto i palmi sprigionano una luce biancastra che, dopo un cenno di consenso della dama, lascio che entrino in contatto con le ferite più gravi.

    Difesa e Recupero - Rigenerazione (avviene tramite tocco): Rigenera ferite di media entità (ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento).
    Il bagliore muterà in una tonalità pesca che le pervaderà il corpo con un calore piacevole e che man mano che avanzerà raso pelle le provocherà un formicolio che anestetizzerà il dolore e rimarginerà gran parte dei danni subiti. <<Credo che ci vorrà un secondo intervento, ma, se i movimenti non Vi provocano troppo dolore, converrei di ritardare le cure in mattinata. Vi consiglio inoltre di mangiare ma soprattutto di riposare>>. In fondo lei non dovrà scendere in battaglia al Sinelux e qualche livido, spero, sia sopportabile. In più ho anche Nymeria da curare e, sinceramente, non so per quanto potrà resistere senza il mio intervento…


    Ultima modifica di Damnedgirl; 10th August 2015 alle 15:02



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #1868
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Terminate le cure, l'elfo sembra sentirsi meglio, ma c'è qualcosa... qualcosa nei suoi occhi, nel suo sguardo che... boh... non riesco a comprendere. Ovviamente, visto che sono curiosa come una scimmia, dovrò impegnarmi a capire. Non appena il Primo se ne andrà.



    "Fisicamente si, direi molto meglio, grazie per esservi preoccupata per me, voi …voi state bene? Quel Demonar non vi ha arrecato offesa vero?"



    Fisicamente. Bene. Se ha sottolineato che si sente molto meglio dal punto di vista fisico, posso dedurre che psicologicamente o moralmente non vada proprio tutto bene. Interessante.
    Ma cosa sarà successo tra quei due durante il combattimento?

    "Sto bene e no... non mi è stata arrecata alcuna offesa. Vi ringrazio per la Vostra premura..."



    "Gli Dei vi proteggeranno, Milady, perchè indosserete i colori giusti"



    I colori giusti? Scherza vero? Cioè... mi recherò in un luogo dove non c'è la minima traccia di luce... che cacchio me ne frega dei colori? Nemmeno si noteranno!
    Ah, ma devo vedere il lato positivo della situazione: non si noterà nemmeno quella ferraglia che mi toccherà indossare come armatura. Sollevata da questo futile pensiero, rivolgo un sorriso ed un cenno di assenso col capo alla donna che, subito dopo, si allontana.
    Bene. Siamo soli... vediamo di... conoscerci meglio...

    "Sir Fanon... perdonate la mia impudenza, ma ho notato qualcosa di strano nel Vostro sguardo poco fa, così mi domandavo... sicuro di stare bene? Sembrate, non so, sconvolto... oserei dire. Spero di non arrecarVi offesa alcuna con queste mie parole ed in caso Vi domando scusa..."



    Vediamo di capire cosa succede. Od almeno... tentiamo.
    Ultima modifica di valuccia85; 6th August 2015 alle 02:41

  9. #1869
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Gli occhi di Nikah sono totalmente privi di ragione o coscienza, le sue urla di piacere misto a dolore continuano a rimbombarmi nella testa mentre il mio sangue imbratta i denti che mi mostra ghignando ancora. Sputa sangue e mi guarda con odio, impossibilitato ad evitare i miei attacchi perchè molto più veloce di lui. Si lascia avvolgere totalmente dal turbine dopo essere stato colpito dalla mia lama e lo vedo urtare e rimbalzare contro le pareti taglienti, sempre più dolorante. Urla, urla in modo straziante ed incontrollato prima di cadere al suolo, sgranare gli occhi ed aprire la bocca, provato. Fatica a muoversi e a respirare, deve avere varie ossa rotte, e dalla sua bocca continua ad uscire del sangue mentre tossisce a ripetizione. Prova ad alzarsi ma il suo corpo non lo sorregge, ed una risata incontrollata si libera dalle sue labbra quando parlo del buon cuore di Gildas. «un cuore?» ripete, deridendo le mie parole «Gildas… non ha un cuore! Non sa cosa siano i sentimenti… li ha… solo descritti nelle sue opere!» ride ancora più forte, a fatica lo vedo evocare il suo elemento nel palmo della mano mentre io gli rispondo.



    <<Non li ha solo descritti nelle sue opere, li ha espressi attraverso di esse, e per farlo bisogna essere in grado di provarli. Mi ha messo in guardia da Voi, ha provato a proteggermi senza volere nulla in cambio. Questa si chiama Amicizia Nikah, A-M-I-C-I-Z-I-A>> scandisco bene le lettere, in modo che il concetto sia ben chiaro <<Potrà non conoscerne il significato, ma sicuramente il suo cuore è in grado di provare sentimenti, a differenza del vostro>>.



    La sfera di fuoco si materializza nella sua mano nella dimensione massima, e poco dopo me la scaglia contro con tutta la forza che gli rimane. Sono lucida abbastanza dato che l'effetto dell'imposizione mentale è svanito, così rapidamente lascio confluire il mio elemento in Fidelia, che viene attraversata rapidamente da migliaia di molecole d'acqua che ne ricoprono la superficie. Con un gesto veloce alzo la spada e taglio in due la sfera di fuoco, dissipandola nel nulla, scagliandomi nuovamente verso il mostro «Volete uccidermi… princy?» mi dice ancora, mostrandomi la dentatura ricoperta del mio e del suo sangue



    «fate… pure! Ma sappiate che… trascinerò anche il vostro schifosissimo Gildas… nella tomba!» .



    Continua a ridere, continua a godere di questa violenza incontrollata e gratuita, continua a sfidarmi a terminare l'opera... ma io non sono come lui. Lo raggiungo velocemente e provo a sferrargli un pugno in pieno viso, in modo da farlo cadere e magari perdere solamente conoscenza <<IO non sono come Voi. GILDAS non è come voi!>> gli dico, sprezzante. Se il mio colpo andrà a segno il cavaliere resterà a terra in fin di vita, in quel caso mi avvicinerò a lui piegandomi sulle ginocchia, per poi poggiargli una mano sulla spalla <<Gildas, hai visto? Lui non è invincibile, puoi farcela>> con un sorriso dolce sulle labbra, osservando quel viso ormai libero dalla maschera e - spero - dalla paura di soccombere a quel mostro.




    Fidelia - Arma in forma attiva (Acqua)

  10. #1870
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Non voglio che Nymeria pensi che sia egoista per non averla fatta curare prima di me, ma è che...ho fretta.
    In un gioco di luci e bagliori, Vicent mi offre le mie cure. Un leggero e lento formicolio pervade il mio corpo concentrandosi sulle mie ferite. Comincio da subito a sentirmi meglio, chiudo gli occhi abbandonandomi a questo magico e caloroso sollievo. Sento piacevolmente le ferite rimarginarsi dai polsi, dall'addome, il sangue sparire.
    <<Credo che ci vorrà un secondo intervento, ma, se i movimenti non Vi provocano troppo dolore converrei di ritardare le cure in mattinata e Vi consiglio di mangiare ma soprattutto di riposare>> mi fa.
    Eh? E da quando? Sir Vicent è scarico? Dov'è la manovella per ricaricarlo?...Forse le ferite erano più gravi di quanto pensassi.
    Una parola di tutta la sua frase però mi resta nella mente. Mangiare. Da quanto non lo faccio?
    Il mio sguardo si posa su Nymeria, mentre annuisco al gentil e prode cavaliere. "Occupatevi di lei, ora. Io andrò subito a riposare...all'alba dovrei salutare i nostri combattenti. ...Impegni da futura Regina!" asserisco in modo confuso, mentre mi rialzo aggrappandomi a Vicent.
    Mi sento ancora ammaccata, ma se nelle vicinanze trovassi Cassandra, potrei farmi curare anche da lei. Ho bisogno di essere perfettamente in salute!
    Congedo i due e lascio l'armeria, raggiungendo il piano inferiore. Se nel tragitto non incontrerò il Primo, mi dirigerò nelle mie stanze dove mi farò portare da una serva qualcosa ( di dolce) da mettere sotto i denti.


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •