Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 194 di 339 PrimaPrima ... 94144184192193194195196204244294 ... UltimaUltima
Risultati da 1,931 a 1,940 di 3385
  1. #1931
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)


    Una volta in piedi, espiro a tratti...non sono stanca, non particolarmente, anzi...mi sto tenendo sveglia apposta!
    Potrei provare qualcosa di stupido...tipo....
    Connetto nuovamente la mia energia al pavimento, avverso le radici vorticare prepotentemente nel sottosuolo, e le dirigo verso uno dei manichini rimasto intero.
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione


    Le spire sfrigolano tra loro, avvolgendo l'oggetto inanimato e issandolo su per un metro.



    Indietreggio tenendo stretta la mia lancia, afferrandola con entrambi i pugni chiusi: uno...due....e tre!
    Ordino alle radici di lanciarmi l'ammasso di legname, ma....questo casca a terra di botto. Niente...governare le mie spire, che nel frattempo si sono già dissolte, mi riesce ancora difficile: evidentemente non sono ancora in grado di manovrarle come si deve, accidenti!



    Spingo via il manichino con un calcio, dopodichè faccio per alzarlo: sorprendentemente, ci riesco con estrema facilità!



    Fino a poco tempo prima, avevo bisogno di quella merda secca di Theon, per fare un'azione tanto semplice.
    Merito dei ricostituenti? Si certo....come no!


  2. #1932
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    I colpi alla porta mi fanno trasalire e, come in un maledetto dejavu, mi ritrovo i battiti del cuore accelerati.
    Chi diavolo è a quest'ora? Uno stupido di certo, uno stupido che non sa che dopo un certo orario sono ancora più pericolosa del solito, soprattutto dopo aver avuto a che fare con quel ... quel ... pazzo.
    Non riesco a fare nemmeno un bagno in santa pace: "Avanti, stavo cercando di farmi un bagno. Chiunque tu sia vedi di sbrigarti, non ho tempo da perdere, ho una battaglia, io!"



    La porta si apre, sento dei passi pesanti, metallici: è un uomo. Sporgo la testa di lato per vedere chi è, non vorrei finire con la gola tagliata o chissà che.
    Non appena vedo di chi si tratta, sorrido e lo invito ad avvicinarsi.
    "Sempre peggio, vedo. Dopo il ruffiano, adesso ti hanno promosso a fattorino."
    Mi alzo facendo leva con le braccia sui bordi della vasca. Non mi preoccupo di coprirmi, di certo Raivo non distoglierà lo sguardo da ciò che conosce fin troppo bene.
    Lascio le impronte bagnate sul pavimento, cammino piano per non rischiare di scivolare e mi avvicino a lui che mi porge il cofanetto ed il biglietto: c'è il sigillo dei Leithien, sarà sicuramente da parte di Tywin. Mi mordo distrattamente l'unghia del pollice mentre appoggio il foglietto sul mobile, poi torno indietro e mi impossesso del cofanetto.



    "Con permesso, allora" - Raivo fa per andarsene, ma io, perentoria, lo blocco con un braccio sul petto.
    "Non aspetti la risposta da riferire al tuo capo?"
    Gli sorrido e nel mentre apro il cofanetto facendo scivolare la sicura. Già di per sè è un pezzo pregiato, ma quello che c'è dentro! Oh Raiden, sono diamanti rossi meravigliosi! Stringo le labbra per non lasciare trasparire nulla delle mie emozioni, ma non credo di esserci riuscita, lo stupore è davvero tanto!



    Non mi spiego il motivo di questo dono, cosa è successo a parte la notte passata insieme che con un'altra se la sogna? Sicuramente nel biglietto ci sarà scritto qualcosa di più, ma voglio leggerlo quando sarò sola. Richiudo il cofanetto e lo metto via, poi mi avvicino a Raivo, nuda, maliziosa ...
    Avvicino le labbra alle sue, noto il suo sguardo recalcitrante, ma so come fargli cambiare idea: non lo saprà nessuno, Raivo.



    Il bacio è lungo e appassionato, tutti i sensi irrigiditi si risvegliano per bene, lui stringe a sè il mio corpo bagnato e privo di vestiti e io stringo la sua schiena muscolosa. Mi scosto dolcemente, sempre guardandolo negli occhi, lasciandogli sulla bocca il mio sapore:
    "Adesso puoi andare, e riferisci pure a Tywin quanto ho gradito."
    Gli do le spalle e, mentre lui si allontana, corro a rompere il sigillo e a leggere il biglietto, curiosa: "Una fiamma tra i diamanti, il pezzo più importante Ve lo donerò di persona..."
    Per gli dei, ho inteso bene? Mi aveva fatto una proposta ma credevo ... non so davvero cosa pensare, anche se non riesco a trattenere un sorriso che esplode prepotente sul mio volto.
    "Adamantia Leithien, non suona male" - mi accorgo di stare stringendo il foglio un pò troppo, non voglio sgualcirlo, devo farlo vedere a mia madre, così saprà che ha fatto bene a ...
    Al diavolo, altro che biglietto! Andrò lì con l'anello al dito e farò schiattare tutti d'invidia! Non ero all'altezza, eh? Dillo adesso, dillo ora se hai coraggio!
    Ripongo tutto al sicuro e solo dopo mi rendo conto di tremare un pò di freddo, devo ritornare al mio bagno. Afferro la bottiglietta del sapone per capelli e mi immergo nuovamente.



    Spero che non mi faccia lo scherzo di venire qui subito dopo la battaglia. Non voglio di certo farmi vedere la lui coperta di sangue e graffi e nemmeno con quella orrida armatura del cavolo!

    Charme - capacità di ammaliare e soggiogare la mente dell’avversario impartendogli un ordine (Non lo si può indurre a colpirsi da solo). Necessita di contatto visivo
    #Esperto - contatto visivo entro 5 metri


  3. #1933
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah Demonar

    Tossisco un paio di volte prima di svegliarmi. Lentamente la mia testa smette di dolermi lasciandomi solo i dolori fisici. Mi tengo il petto tastando lentamente le zone colpite. Il foro allo stomaco e sparito, così come gran parte delle ossa sono rassestate. Tossisco nuovamente quando delle fitte dolorose al petto mi costringono a voltarmi di lato e facendomi sputare qualche grumo di sangue per terra. Mi pulisco la bocca con la manica prima di tirarmi via gli abiti a fatica. Mi copro quindi con il lenzuolo ripensando alle parole della principessa. Sospiro, se fosse davvero così semplice… crede che non ci abbia provato in tanti anni? Sospiro nuovamente… eppure la paura di Nikah poche ore fa, sembrava reale. Voglio credere che sia così, non si era mai arreso prima d’ora, era sempre arrivato in punto di morte prima che io potessi fare qualcosa per bloccarlo. Ora invece… mi reggo la testa sospirando e mi massaggio le tempie mentre un altro colpo di tosse mi blocca. Sento dei passi e istintivamente mi volto dall’altro lato, non voglio che qualcuno mi veda in questo stato… anche Vicent, non me la sento di fare nulla ora. Mi volto di lato verso la finestra e chiudo gli occhi. I suoi passi sono pensati, e d’un tratto sento che si avvicina a me… stringo ancora di più gli occhi con paura ma ecco che la testa comincia a pulsarmi, sempre più forte mentre sento le urla di Nikah farsi sempre più acute. Cerco di reprimerlo, ma mi sento debole, debole e bloccato. Stringo i denti fino a farmi male… fin quando sul mio volto non si apre un sorriso enorme. Ruoto gli occhi girandomi con tutto il copro nel modo più silenzioso possibile. Sta a guardare Gildas, è giunto il momento di una dimostrazione pratica su ciò che ti ho detto stanotte e poco fa. Evitando di fare il minimo rumore, tengo fissi gli occhi su Vicent e mi sollevo arrotolandomi un lenzuolo attorno alla vita, voglio che giochi. Voglio che si diverta con questo corpo prima di lasciarlo a Gildas, prima di vedere la sua… com’è che la chiamava? Ah sì, fiducia… sgretolarsi come sabbia. Mi avvicino all’uomo che nel frattempo mi dà la schiena leggendo alcuni tomi scarabocchiando su dei fogli e provo a posargli le mani sulle spalle, scendendo lentamente sulle sue braccia e sul suo petto, con estrema lentezza farò scivolare le mie dita nella sua canotta scendendo sempre più lentamente mentre mi appoggerò col mento sulla sua spalla e sussurrandogli all’orecchio «ma siete davvero instancabile, Vicent…»


  4. #1934
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Dahmer Gray, ecco quale ritratto ho iniziato e nonostante la luce non sia delle migliori riesco a disegnare senza alcuna difficoltà… Il suo volto, lo conosco fin troppo bene e potrei farlo anche ad occhi chiusi.



    Il vero sforzo, al momento, sta nel non cadere in preda al sonno, sbadiglio una volta, poi una seconda, massaggiandomi gli occhi stanco e provato. Non posso dormire… Non voglio, ho troppo da fare. Chiudo gli occhi lasciandomi andare in un lungo sospiro ma proprio quando li riapro e riprendo a disegnare sento due mani poggiarsi sulle mie spalle e scivolare in quella che credo sia... Una carezza...?



    Un altro incubo con Lumen? Ma, non è possibile, io sono sicuro di non essermi addormentato. Mi irrigidisco di scatto, stranito dal contatto, e cerco di svegliarmi per far finire l’illusione. Sì. Ora chiudo gli occhi e contando fino a tre sparirà tutto: uno… Due… Tre. <<Ma siete davvero instancabile, Vicent…>>.



    Sobbalzo quando riconosco la voce, rendendomi finalmente conto che non è Lumen ma, <<GILDAS!>>. Dopo aver quasi urlato il nome per la felicità, lo guardo di sbieco e sorridendogli spensierato mi scanso delicatamente per mostrargli i disegni vista anche la sua curiosità in merito. Intanto, approfittando dell’assenza di vestiti, gli guardo meglio le ferite e accidenti... Vedo che ci sono andati davvero pesante in allenamento! <<Il tuo vizietto di farti trovare più morto che vivo dovresti levartelo dalla testa sai…? Mi hai fatto preoccupare prima…>>, esclamo abbozzando un lieve sorriso per sdrammatizzare le mie parole. <<Non so se hai fame ma ti ho portato dei biscotti>>, li indico con un cenno del mento e dopo aver sbadigliato sonoramente ripongo il materiale da disegno al suo posto. Inspiro profondamente richiamando nei miei palmi la magia dei Greatnova ma non appena il bagliore biancastro si palesa di fronte a me la testa comincia a pulsarmi e la vista si annebbia… Deglutisco provato, innervosito da questa mia debolezza, ed assottigliando lo sguardo cerco di focalizzare le ferite di Gildas.



    <<Posso?>>, gli domando guardandolo negli occhi mentre a fatica mantengo attivo il mio potere…



    Difesa e Recupero - Rigenerazione (avviene tramite tocco): Rigenera ferite di media entità (ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento).

    Se accetterà, allora avvicinerò i palmi sfruttando un contatto raso pelle per poter sanare tutte le sue ferite sempre in modo indolore e con un formicolio piacevole.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 10th August 2015 alle 16:20



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #1935
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    Forse è il momento di cominciare ad esercitarsi su qualche nuova tecnica, qualcosa di più conforme al mio fisico!



    Guardo le mie mani, ripensando ai ragionamenti che ho fatto poco prima...forte, granitica, possente...come la Terra!
    Riassorbo la Fornsworn rilasciando velocemente il mio braccio lungo il fianco, pronta a fare qualche piccola prova...
    Arma Richiamata – Lancia
    Forsworn Stave (Ophelia)


    Come ragionavo poco fa, ho bisogno di un potere che che sgretoli le ossa dei miei avversari prima ancora che possa muovere un passo, e che possibilmente mi protegga da attacchi più veloci...e so perfettamente su cosa basare il mio allenamento!



    Quando ero libera usavo uno scudo di roccia: i miei nemici tremavano alla sua vista, mentre riducevo in grattugia le loro ossa, mentre io stessa diventavo pietra pura. Non sono sicura di essere già abbastanza forte da poter gestire un potere del genere, ma devo provarci.



    Mi siedo sul pavimento freddo, stendendo la mano di fronte al mio viso, concentrandomi nel guardarla: intirizzisco le membra, cerco di farla indurire di proposito, ma nulla accade....tempo.
    Ci vuole tempo.



  6. #1936
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    Ser Vicent si congeda da noi e io seguo il suo esempio rivolgendo un inchino a Lady Waters prima di recarmi nelle stanze, ho bisogno di riposare anche io.


    Apro piano la porta e vedo Lady Araneae nel letto che sta già dormendo, domani deve combattere e non vorrei svegliarla con il rumore dell'acqua quindi prendo la veste da notte e raggiungo le terme, devo lavar via tutto il sangue ormai seccato sulla pelle e non c'è nulla di meglio di un caldo bagno rilassante.





    Mi spoglio degli abiti ed entro nella vasca, con gli occhi chiusi e le orecchie immerse nell'acqua i rumori svaniscono, il corpo si rilassa, la mente vaga libera, senza pensieri.




    Dopo qualche minuto cado in uno stato di abbandono e mi lascio cullare, ho bisogno di rimanere sola per riorganizzare le idee e pensare a come agire per conto della septa.
    Ultima modifica di albakiara; 7th August 2015 alle 22:17

  7. #1937
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alagos Fanon


    Sento un qualcosa di caldo circondarmi il corpo, riapro gli occhi, dove sono?
    Sbatto le palpebre cercando di capire dove io sia e cosa è questa strana sensazione di umido, mi sento quasi come un pesce..pesce?
    Scuoto la testa alzandola dalle mie braccia postae sul bordo mentre perle di acqua si diffondono nell’ambiente, abbasso il capo, fisso la lucida superficie dinanzi a me, per tutti gli Dei, mentre stavo pensando a mio zio, ai Demonar e ad altre faccende di casa, devo essermi addormentato alle terme, ecco perché questa sensazione!
    In un flash remoto , rammento le parole di una voce conosciuta, Lady DeLagun…
    "Buon bagno, Sir Alagos, avete chiesto di essere lasciato in pace e così farò ma... non riuscirete ad annegare i vostri crucci in questo bagno, solo gli amici hanno quel potere"
    Rifletto sulle sue parole, amici già...ne avevo uno caro, ma ho visto poi cosa è accaduto...da quel giorno ho sempre evitato di approfondire ogni legame umano esterno alla mia famiglia.
    Lady De lagun dov'era? Era qui alle terme? Io non…che???
    Non è che era qui mentre io da cafone mi sono spogliato e poi mi sono buttato in acqua vero?
    I colori del mio viso anche se non posso vederlo, cambiano, sono sicuro di essere passato in una frazione di secondo, dal bianco al rosso al porpora al…cremisi , mentre realizzo ciò che potrebbe essere successo . Che figura!!!!
    Possibile che io non ne combini una giusta?
    <<Tutta colpa di quel Demonar! >>
    Urlo al niente mentre dinanzi a me vi è solo la parete rocciosa delle terme e, in un angolo, i miei vestiti ben piegati.
    Cerco di fare mente locale mentre mi isso fuori dall’acqua cercando di ricordare cosa ho fatto prima di addormentarmi e dopo essere stato curato dal Primo in seguito allo scontro con Sir Demonar…
    Esco dall’acqua e mentre poi mi volto ancora nudo ad osservare l’ambiente circostante cercando di ricollegare i pezzi di ciò che è accaduto, ma nel farlo, noto un ammasso di capelli riccioli e scuri emergere in acqua.
    << AAAAAAAHHHHHHHH>> urlo nuovamente mentre mi ributto in acqua piuttosto imbarazzato e rosso come un peperone schizzando ovunque per aver visto solo ora la presenza della bellezza esotica dalla carnagione d’ambra.
    Affondo sotto con tutta la testa, per poi riemergere piano tenedomi con la schiena aderente alla parete della vasca, posando dapprima lo sguardo su di lei, sul suo volto, per poi voltarmi con il viso verso destra per evitare che l’occhio cada dove non dovrebbe. Se si sarà accorta come credo della mia ennesima figura, le chiederò scusa per la mia maleducazione.
    -Siamesi ditemi voi…cosa ho fatto di male per collezionare figure su figure? E poi…sono pur sempre un elfo maschio, certe visioni non dovrebbero essermi concesse così facilmente! Non che non apprezzi certo, ma …potrei divenire vulnerabile al fascino femminile e qualcuno non me lo perdonerebbe se dovesse saperlo . sigh. -
    Ultima modifica di DELTAG; 20th July 2015 alle 19:43

  8. #1938
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Continuo ad inspirare ed espirare, chiudendo a pugno e riaprendo la mia mano ritmicamente, cercando di infonderle la mia energia.



    Non è facile, esercitarsi in questo modo, ripartire da zero è sempre deprimente: piego le dita, finchè non avverto qualcosa che mi fa stingere gli occhi come due fessure.



    I polpastrelli! Piego meglio le dita, portandoli verso la mia visuale, e finalmente....li sfioro con le dita dell'altra mano, avvertendo la pelle secca e indurita: vi ticchetto sopra con le unghie, e quello che mi ritorna è un suono appena udibile e sordo.
    Difesa - Esperto
    Scudo di roccia:
    Scudo di Gea - Protegge integralmente (Potere attivato unicamente a scopo illustrativo)
    Pietra! Piegare a pugno la mano mi è impossibile, l'epidermide tira li dove torna normale, la secchezza mi irrita la mano: digrigno i denti....questa sofferenza che ora sento, sarà presto dei miei nemici!
    TUTTI.



    Rilascio finalmente andare via il potere, dopo un minimo di concentrazione e qualche difficoltà...non è andata poi così male!
    Ormai stanca e con la fronte imperlata di sudore, decido d'alzarmi, per poi dirigermi in biblioteca.



    Una volta nella sala a malapena illuminata, cerco un libro di lettura leggera, giusto per potermi distrarre dai pensieri...ne ho bisogno.



    Questa notte maledetta non accenna a passare....si certo Deirdre, come no. Purtroppo scorre fin troppo velocemente, e ancora niente!

    Nb: lo scudo di Gea è stato attivato solo per fini narrativi, non è presente nella scheda di Deirdre,
    ne lo userò negli allenamenti o in battaglia finchè non avrò raggiunto il livello per ottenerlo.


  9. #1939
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Dopo lo scambio di qualche battuta, Vicent ci abbandona e Nymeria lo segue poco dopo. Resto quindi da sola a sorseggiare questa deliziosa tisana. Vicent Dreth, un uomo dai mille talenti!



    Mentre fisso la tazza, ripenso all'ultima battuta della giovane mercante: <<Chissà se ci saranno ancora momenti così piacevoli...>>.



    Già, chissà. Il Regno si avvicina sempre di più ai piedi di un baratro e quando Lumen siederà su quel trono, beh...addio momenti piacevoli.



    Ritorno a sorseggiare la bevanda lentamente, fino a quando un vocione proveniente dalla mia sinistra non mi distrae.
    Qualche visitatore cerca Lady Feralys. Da qui posso solo vedere Agatha che lo fissa, impietrita. Inarco quindi la schiena, tirando indietro la testa per sbirciare meglio.



    Tra le mani di quello che sembra un uomo, una scatola. Mi faccio ancora più dietro, rischiando per un attimo di cadere dalla sedia. I colori dei suoi indumenti non lasciano alcun dubbio, ma cosa conterrà quella scatola?



    Osservo perplessa i due allontanarsi, ma poco dopo mi ricordo dello scherzetto e soffoco una risata. Chissà se il nuovo ospite sarà affascinato dalla nuova Feralys...sempre che abbia fatto il bagno...
    Finisco di bere la mia tisana e mi dirigo quindi nelle mie stanze.
    Cercherò di dormire almeno qualche ora.
    Ultima modifica di scarygirl; 24th July 2015 alle 20:51


  10. #1940
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    Le mie mani accarezzano con estrema lentezza la pelle del soldato, i muscoli si irrigidiscono di colpo dopo il mio tocco e faccio di tutto pur di reprimere una risata. Vedi Gildas, è stato facile. Lo sento dibattersi nella sua gabbia marcia e decadente nel quale voleva relegarmi e le sue urla mi giungono chiare alle mie orecchie. Rido appena camuffandola in una risata dolce, tutto pur di mettere a suo agio il ragazzone che Gildas tanto “ammira”. Patetico. Non appena riesco a infilare le mie dita nella sua maglia, però, non riesco a fare altri movimenti perché la voce del soldato mi blocca all’istante. «GILDAS!» stringo i denti ritirando le mani e portandomele alla testa stringo sempre con più forza. Lo odio. Lo odio. LO ODIO. ODIO QUEL NOME. Odio lui. Debole, stupido e insulso Gildas. Stringo i denti mugugnando a voce alta per il dolore lancinante alla testa. Inclino la schiena indietro, togliendo il mento da sopra la sua spalla e stringendo i denti ancora più forte. Ansimo e finalmente sento l’eco delle urla di Nikah aleggiare lontano. Respiro a fatica mentre l’uomo continua a parlarmi dopo aver passato gli occhi sul mio corpo. Oh no… «Il tuo vizietto di farti trovare più morto che vivo dovresti levartelo dalla testa sai…? Mi hai fatto preoccupare prima…» mi scompiglio i capelli e inclino leggermente la testa di lato. Ma… ma… come… che… preoccupare? Non capisco, preoccupare l’ho sentito dire solo una volta… da Serana, quando mi trovò più morto che vivo dopo le catene di papà. Fu la prima volta che vidi il suo sorriso… era dolce, sincero. È l’ultima cosa che mi è rimasta di lei dopo tutto quello che è successo. Lo guardo, senza rispondere e con una espressione inebetita sul volto… Nikah, credi ancora che non sia strano? Sei uno stupido. Mi indica poi qualcosa alle mie spalle «non so se hai fame ma ti ho portato dei biscotti» il mio viso si illumina in un sorriso e mi avvento con fame sui dolcetti. Apro il sacchetto sedendomi sul suo letto e mettendoli di fronte a lui, comincio a mangiarli con tranquillità. Ormai non ho più paura di lui, è strano. Ma ho capito che non vuole farmi del male… spero… non so come spiegare ciò che sento… non assomiglia a quello che sentivo per Serana. È diverso, nuovo… e piacevole. Si avvicina poi con una mano al mio corpo, deglutisco non appena la paura che Nikah avesse ragione, che mi sia lasciato abbindolare tanto presto, si impadronisce di me. Volto di lato la testa e stringo gli occhi lasciandone uno aperto per vedere che sta facendo e lasciando metà del biscotti tra le mie labbra e l’altra metà nella mano. «Posso?» dice e contemporaneamente vedo dalle sue mani delle luci biancastre che colpiscono il mio corpo donandomi un sollievo inimmaginabile. Sospiro tornando a mangiare il dolcetto e lo guardo mentre la sua magia fa effetto sulle mie ferite che si rinsaldano lentamente. Lentamente la sua magia svanisce lasciando la mia pelle nuovamente intatta. Prendo un respiro, il petto non duole più e le ossa sono totalmente risanate. «Grazie!» dico finalmente con sicurezza e non appena gli porgo il sacchetto coi dolci, ecco che un bussare insistente contro la porta disturba il pasto. Vedo Vicent sbuffare e alzarsi lentamente affaticato forse a causa mia. Si muove lento verso la porta biascicando qualcosa e il senso di colpa mi prende. Devo fare qualcosa per sdebitarmi. Mi alzo appena tirandolo per il passante dei pantaloni «eh no! Adesso voi vi mettete a riposare!» riesco facilmente nel mio intento a causa della sua stanchezza e l’uomo si risiede al suo posto. «Ci penso io…» dico annuendo verso di lui e mi avvicino alla porta, una delle piccole servette della torre è venuta a disturbare, come che si chiama? Ah sì, Agatha. La guardo infastidito dalla sua presenza e la ragazza mi guarda intimorita posando dapprima gli occhi sul mio corpo e poi sui miei occhi. «Perdonatemi Sir Demonar… sono… sono venuta a riportare l’armatura di Sir Vicent… spero che non sia di troppo disturbo…» evoco la mia spada in una lingua infuocata che avvolge il mio braccio e la guardo assottigliando gli occhi «lasciala dove ti pare e poi vattene! Non te lo ripeterò una seconda volta!» sento Vicent alzarsi e venire verso di me afferrandomi un braccio «Gildas, no!» stringe appena bloccandomi la spada. Ma non l’avrei colpita, solo ferita leggermente, giusto per ricordarglielo. «Le ho chiesto io di portare l'armatura, per fav…» Si blocca di colpo boccheggiando appena e inginocchiandosi. Lascio entrare la ragazza che lascia l’armatura sul comò e dopo aver biascicato un «perdonatemi…» fugge via terrorizzata. Afferro Vicent passando la spada sull’altra mano e lentamente lo porto di peso sul letto. Pesa parecchio il ragazzo, ma riesco finalmente ad adagiarlo sulle lenzuola dopo aver scostato il sacchetto dei biscotti. «Adesso voi dormite, promettetemelo!» tamburello appena con le dita sulla lama della spada dopo essermi seduto sul mio, se non lo farà lo farò dormire io dopo avergli suonato in fronte l’elsa della kopesh. Ha bisogno di riposo ed è tutta colpa mia. L’uomo guarda prima la spada e poi il mio volto sorridendomi di gusto prima di dire «promesso…» e stringere il cuscino piombando così di colpo in un sonno profondo. Mi distendo sul mio letto posando l’arma per terra e finendo di mangiare gli ultimi biscotti mi lascio andare anche io al meritato riposo…



    Chrysanta ---> Forma dormiente

    *Frasi e azioni di Vicent concordate con Damnedgirl

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •