Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 2 di 339 PrimaPrima 12341252102 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 3385
  1. #11
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    31
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Ora come ora trovo quasi scontato il trovarmi qui.
    Più rifletto sulla vicenda accaduta stanotte e più mi convinco di essermi schierato dalla parte giusta, in fondo si può dire io abbia scelto il “male minore”: tra i reietti guidati da Drako Kalisi, un uomo che ha rinnegato i propri principi e doveri comportandosi da perfetto vigliacco, ed i ribelli guidati Efrem Targaryus, un individuo talmente accecato dal desiderio di vendetta da non rendersi conto della portata dei suoi gesti, quella dei reali è rimasta l’unica fazione adatta a me.
    Certo non appoggio i metodi di vostra altezza Lantis Raeghar, come non approvo il gesto di uccidere quei cavalieri mettendo in “esposizione” le loro teste, ma almeno rispetto agli altri riesco a… capirlo. Qui c’è in gioco la stabilità del regno, la morte di persone innocenti, la carestia, il caos e la distruzione, tutte conseguenze di una guerra civile, tutte ragioni per cui noi dobbiamo combattere: quando accadrà farò tutto il possibile - se non l’impossibile… - per alleviare le pene altrui.
    Voglio la pace e la serenità per Dohaeris…
    E’ il canto degli uccelli a riportarmi alla realtà.
    Punto lo sguardo verso la fontana ed osservo le increspature sulla superficie d’acqua lasciandomi cullare da quella momentanea sensazione d’armonia.
    Non è un caso che la mia camera si affacci proprio su questo giardino: vuoi per la mia mania dell’arte ed affini, vuoi per questo piccolo angolo di verde tanto curato da sembrare uno scorcio di paradiso, non ho potuto fare a meno di farmi assegnare quella stanza...



    Ma adesso non è il momento di ammirare il paesaggio, devo sorvegliare gli ospiti: prima il dovere, poi il piacere!
    Torno sull’attenti appena in tempo per notare la principessa Esperin che sta parlando con la sua septa



    Lady Esperin è uno dei pali portanti di questo regno, è infatti conosciuta per la sua infinita dolcezza, la sua integrità e la devozione verso la famiglia, delle qualità che non passano di certo inosservate agli occhi del popolo.
    La sua figura viene ben presto offuscata da quello sguardo rosso cremisi…



    E’ comico come questa “dolce” vecchina riesca a mettermi in soggezione, non che ne abbia paura ma ammetto che qualche remora è presente; d’altronde sono in presenza di una strega antica, una figura temibile e pericolosa: ringrazio gli Dei che sia dalla nostra parte.
    Osservo le due figure restanti notando la presenza di Lady Waters, futura sposa del principe Lantis, ed una seconda di cui ignoro l’identità…
    Inghiotto un groppone di saliva e distogliendo lo sguardo da loro mi sistemo leggermente l’armatura.



    Osservo così Sir Urthadar mentre cerca di socializzare con il comandante Cassandra De Lagun: se solo mezza parola di quanto ho sentito dire su questa donna è vera, allora ha appena trovato pane per i suoi denti!
    Come previsto il comandante lo rimette in riga, invitandolo ad una sessione amichevole di allenamento e prima di varcare la soglia della residenza si rivolge a me dicendo:
    <<Sir Vicent, può restare qui con le signore?>>.
    <<Certamente comandante De Lagun… >>, abbasso leggermente il capo accennando ad un inchino per congedare la donna: il rispetto prima di tutto.




    Non faccio però in tempo a rialzare il capo che
    Sir Urthadar si avvicina a me sussurrando: <<Mi raccomando, Dreth, sei tu che devi difendere le signore, non il contrario>>.
    Sospiro quasi incredulo.
    Speravo
    sinceramente in una tregua tra le nostre famiglie in vista della futura guerra ma a quanto pare mi sbagliavo di grosso, dovrò stare attento anche lui oltre che i miei nemici sul campo di battaglia.
    Ignoro la sua pessima ironia e mi limito a rivolgergli un sorriso di sbieco prima di avvicinarmi al portico, mi piazzo davanti ad una delle travi badando bene a mantenere un poco di distanza dalle signore per lasciare loro un minimo di “intimità”.




    Non che non voglia interloquire, anzi, parlare mi farebbe piacere ma purtroppo però è la mia introversione a bloccarmi.
    Mi limito così a fare da guardia e tengo gli occhi ben aperti dando un'occhiata nei dintorni.


    Ultima modifica di Damnedgirl; 19th October 2014 alle 23:21 Motivo: Correzioni.



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  2. #12
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    32

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    E' così difficile, madre cara, sapere quale sia la cosa giusta da fare. Vorrei per un momento essere saggia come lo eravate voi, per trovare una soluzione a questa triste situazione. Ho il cuore in mille pezzi, cerco di mostrarmi forte e non esternare i miei sentimenti, come mi è stato insegnato, ma in realtà quello che vorrei è solo piangere.



    Che ne è stato della Dohaeris di un tempo? La Dohaeris che voi e il mio caro padre avete fatto prosperare e governato con saggezza? Adesso è in mille pezzi, con fazioni che stanno per farsi guerra per distruggersi a vicenda. Voi non avreste voluto questo...voi avreste lottato per ripristinare la pace, ma non in questo modo. Non saremmo dovuti arrivare a questo punto... con questo odore di morte nell'aria.

    Drako... non posso credere, madre cara, a quello che si dice di lui...

    Le parole di Lantis continuano a rimbombarmi nella testa: <<Ecco sorella, colui che era stato frainteso! Non ha perso tempo a litigarsi con Targaryus il trono di nostro padre e ha realizzato quello di cui lo abbiamo condannato, ovvero crearsi un esercito personale per spodestare Re Rickard! Vile traditore che non ha saputo nemmeno morire da cavaliere! Drako è mosso dall'ambizione e chi lo ha seguito è solo un manico di incoscienti che non sa cosa vuol dire una guerra intestina!>>

    Drako ha davvero fatto questo? Tramato alle nostre, vostre, spalle?

    Lui e mio fratello sono cresciuti insieme, sono sempre stati inseparabili, e Drako ha sempre servito fedelmente la corona. E io... io non posso pensare ad una vita senza di lui, senza poterlo più vedere, senza poterci conversare, senza vedere quel suo dolce sorriso.

    Sono egoista, madre? Sto mettendo i miei stupidi sentimenti davanti al bene del nostro regno? Ha ragione Lantis ad affermare che il cuore mi sta offuscando la mente? Aiutatemi madre mia, perché non so davvero come affrontare tutto questo.




    Dei passi leggeri mi distolgono da questi tristi pensieri. Mi volto, e noto Lady Alinor, la promessa sposa di mio fratello. Maledico le mie cattive maniere, per non essere ancora andata a darle il benvenuto a corte. Spero che perdoni questa mia mancanza di rispetto, considerato quello che sta succedendo.

    Senza indugiare ulteriormente mi dirigo verso di lei per conversare e chiederle del viaggio, ma qualcuno mi afferra per il braccio. Mi volto, e il mio sguardo incontra il viso di Lady Feralys.



    <<Principessa, come state? Tutto questo deve essere terribile per voi, sappiate solo che io ci sarò per qualunque cosa, anche se vorrete sfogarvi e parlare di cose che mai osereste dire nemmeno alla vostra migliore amica! E’ un onore per me essere al vostro fianco in questo momento infausto!>>

    <<La ringrazio per queste gentili parole, Lady Feralys, è bello sapere che nonostante gli infausti avvenimenti che stanno sconvolgendo il regno ci siano persone disponibili e gentili come voi a corte>>

    Le rispondo più per dovere e per buona educazione che per reale interesse. Conosco davvero poco Lady Feralys e non potrei dire se parla sinceramente o meno. So che proviene da una famiglia della quale non si parla in termini molto lusinghieri, ma non sono abituata a giudicare a priori.



    La nostra conversazione viene interrotta dalla mia septa, Deirdre, che ignorando completamente Lady Feralys si rivolge direttamente a me con sguardo di rimprovero.

    <<Buongiorno Vostra Altezza. Mi domandavo se ora non eravate troppo preoccupata per conversare un poco delle Battaglie Dorate con questa vecchina… Gradirei discorrerne in giardino, davanti ad un buon the, siete d’accordo?>>



    Studiare in questo momento è l'ultima cosa che vorrei fare, ma se conosco bene la mia septa so che non accetterà un no come risposta. In tanti anni mi sono ormai abituata a rapportarmi con lei, nonostante la prima impressione non sia, per ovvi motivi, positiva. Tuttavia, ho imparato ad apprezzare i suoi modi rudi e diretti, come anche i toni autoritari che usa con me, che solo a lei sono concessi.

    <<Suppongo di non potermi rifiutare, magari conversare di Battaglie Dorate riuscirà a distoglierci da questi tristi avvenimenti...>> le rispondo, rassegnata.

    Nel frattempo, noto Lady Feralys dirigersi verso Lady Waters <<Purtroppo ci conosciamo in circostanze poco felici” – le sento dire – “Vi va di accompagnarmi a visitare le terme? Dicono che siano le più belle di tutto il regno, vorrei constatarlo con i miei occhi, non abbiamo simili meraviglie da dove vengo>>



    Sento su di me lo sguardo di rimprovero della mia septa, che, ignorando ancora una volta Lady Feralys, mi esorta : <<Vi ho dato lumi sulla buona educazione, mi pare. Non credete sia consono invitare con noi anche la promessa di Vostro fratello? Non conosce nessuno dei qui presenti, e di sicuro la Vostra amicizia le sarà novità gradita...forza!>>

    <<Lady Waters>> le dico, rammaricata <<Spero che vogliate perdonarmi per la tremenda mancanza di educazione mostrata oggi. Avrei dovuto darvi il benvenuto a corte, ahimè, molte ore fa. Ma i recenti avvenimenti mi hanno sconvolta, portandomi a commettere questo errore. Sarei ben felice se decideste di rimandare a dopo la visita alle terme per prendere un the con me e con la mia septa qui presente, così da conoscerci un pò meglio. E' davvero un onore per me conoscere la futura e adorabile moglie del mio caro fratello... >> spero di essere stata convincente.



    <<Ovviamente, l'invito è esteso anche a voi, Lady Feralys >> aggiungo poi, per non essere scortese nei suoi confronti.


    *La risposta di Deirdre è concordata con Maru e approvata della master!

  3. #13
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    36
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    "E io che mi preoccupavo di ricordare come si fa un inchino o come rivolgersi ad un membro della famiglia reale!" sospiro sollevata verso le mie ancelle. "Sembra quasi che nessuno abbia fatto caso alla mia presenza, neanche il mio futuro sposo, proprio ciò che desideravo!" continuo mentre mi metto a danzare con una di loro.
    Le lascio ridere tra di loro e ne approfitto per lasciare la camera in gran silenzio. Sento che non avrò problemi a sgattaiolare via neanche qui. Posso anche tirare più su il vestito e camminare con disinvoltura.
    Prima di continuare gli allenamenti, sarà il caso di studiare un po' il posto. Mi guardo scrupolosamente attorno, prima di giungere nel cortile ed intravedere la figura della principessa Esperin.
    Sembra assorta nei suoi pensieri, quindi faccio un passo indietro, ma mi nota quasi subito.
    Mio padre mi raccontò del giorno in cui nacque, della gran festa in tutto il regno. Mi disse che mi portò da lei, ma ovviamente nessuno delle due ricorda. Accenno ad un sorriso quando noto che si dirige verso di me.



    Purtroppo però, la donna rossa che avevo già intravisto nella sala del trono, la ferma e comincia ad interloquire con lei.
    Pazienza, mi dico, e, mentre cerco di tornare indietro mi sento addosso gli occhi della cosiddetta Serpe.
    Quante storie da brividi mi raccontava la mia septa su di lei per tenermi a bada. Guardandola bene però, più che ad una serpe la paragonerei ad un topo di fogna.
    Sono un po' lontana da lei, ma quando invita la principessa per un thè, il fetore delle sue fauci mi raggiunge e quasi mi stende. Spero per lei che non si abbeveri dalle latrine del castello.



    La lady rossa, intanto, mi raggiunge. In questo momento mi pento un po' di non aver mai studiato le famiglie più importanti del regno. Se lo avessi fatto, invece di scappare continuamente dalla mia septa, ora saprei chi è costei.
    <<Purtroppo ci conosciamo in circostanze poco felici. Vi va di accompagnarmi a visitare le terme? Dicono che siano le più belle di tutto il regno, vorrei constatarlo con i miei occhi, non abbiamo simili meraviglie da dove vengo>> mi fa.
    Visitare le terme con una perfetta sconosciuta? Che gioia!
    Il dono dell'invisibilità. Ecco, ora mi farebbe più che comodo possederlo. Ma, ora, come risponderle?
    Mi viene subito in mente di dare l'allarme per un improvviso attacco dei ribelli. Quale altro momento sarebbe più opportuno per attaccare? Dai, ribelli...dove siete??!!
    "Fortunatamente", Esperin si intromette: <<Lady Waters>> mi dice, <<Spero che vogliate perdonarmi per la tremenda mancanza di educazione mostrata oggi. Avrei dovuto darvi il benvenuto a corte, ahimè, molte ore fa. Ma i recenti avvenimenti mi hanno sconvolta, portandomi a commettere questo errore. Sarei ben felice se decideste di rimandare a dopo la visita alle terme per prendere un the con me e con la mia septa qui presente, così da conoscerci un pò meglio. E' davvero un onore per me conoscere la futura e adorabile moglie del mio caro fratello... >.
    Un thè. Con la septa. Ma davvero nessuno qui pensa sia il caso di allenarsi per l'imminente battaglia? Mi manca così tanto allenarmi per conto mio, nella vallata, sotto l'occhio vigile della maga bianca.


    Quasi rimpiango di non essere rimasta in camera con le mie ancelle. Ma prima o poi qualcuno doveva accorgersi di me, lo sapevo. Ora chi più vuole accaparrarsi la mia compagnia. E se indicessi una sfida per singolar tenzone? Almeno sarebbe divertente.
    Entro nella parte della lady educata e rispondo, sorridendo: "Vostra altezza, capisco perfettamente la situazione. Per me sarebbe un onore passare un po' di tempo in sua compagnia.".
    Comincio già ad essere a disagio. E' da molto tempo che non mi intrattengo con delle donne. In questo momento penso a mio fratello. Chissà cosa starà facendo Abel.


    Nonostante preferirei farmi scuoiare viva piuttosto che chiacchierare con delle donne davanti a un thè, Esperin è l'unica delle tre presenti che mi ispira fiducia e anche tanta tenerezza. Chissà se Lantis le somiglia caratterialmente. Forse sarà il caso di guardarle le spalle da costoro che sembrano delle arpie. In fondo un giorno saremo sorelle.
    Ultima modifica di scarygirl; 20th October 2014 alle 16:13

  4. #14
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    L'armeria è spaziosa, perfetta per ogni tipo di addestramento. Sir Aedan è giusto dopo di me, mi fa piacere che abbia rinunciato alla sua birra per fare qualcosa di più serio. Conosco la sua famiglia di fama, so che sono abili guerrieri ma non mi sono mai trovata accanto a lui in battaglia. Ero sempre con Drako e quindi... già, ora non avrò più la sua guida. Mi mordo il labbro mentre fisso il manichino con impresso sul petto il bersaglio delle frecce. Quante ore ho condiviso insieme a Drako davanti a questi fantocci? Quanto volte mi ha salvato la vita in guerra? Nonostante tutto, avrei dovuto capire a cosa mirava. Avanzo decisa verso il manichino da esercitazioni, lo tocco e mi volto verso sir Aedan.

    Cassy: "Sir Aedan, la vostra fama di spadaccino vi precede... pare proprio che siamo guerrieri agli antipodi noi due... sono un'arciera e le cose.. preferisco tenerle ferme" dico congelando al mio tocco metà del fantoccio. Sento fluire potente la magia dell'acqua che quasi mi ghiaccia il sangue nelle vene e dalla mano diffonde il suo torpore con una celerità superiore a quella di cui ero capace qualche anno fa. I miei esercizi mi hanno resa di certo una guerriera migliore, anche se sulla magia ho ancora molto da imparare. Stacco la mano e un sorriso sicuro appare sul mio viso.

    Cassy: "Hai mai lottato con Drako? Quando entrai nell'esercito, pensavo di essere potente, poi Drako mi sorrise e sciolse con le sue fiamme il mio ghiaccio, come nulla fosse. Conosco quell'uomo e tante volte ho ringraziato gli dei di averlo dalla mia parte. Ora è nostro nemico, un valoroso nemico e dobbiamo prepararci al meglio se vogliamo distruggerlo..." dico seria, continuando a guardarlo fisso negli occhi.
    Sono proprio curiosa di vedere se quello che si dice sugli Urthadar sia vera e se sir Aedan ha abbastanza fegato per affrontare uno come Drako sul campo di battaglia.

    Distruzione
    Iceberg –Congela una porzione del corpo, causandone la paralisi e medi danni da congelamento
    *Per velocizzare l'azione, ho concordato con gli altri masters la possibilità di rendere conclusa l'azione di congelamento del manichino, perchè questa non è a fine di battaglia.*

  5. #15
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    25
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Seguo celere la comandante nell'armeria. Vi entro per la prima volta e rimango piacevolmente sorpreso dalla sua grandezza e dalla qualità degli strumenti per l'allenamento: vi sono delle spalliere, ottime per tonificare il fisico, dei manichini perfetti per subire la furia della mia spada, e ciò che sembra equipaggiamento di scorta di alta qualità. Ahimé, devo ammettere che l'armeria della mia residenza impallidirebbe, se confrontata con questa. Il principe Lantis sarà pure un inetto, ma sa di certo come viziarsi.

    La voce di Cassandra attira la mia attenzione e mi volto verso di lei: sta toccando con la mano un fantoccio e mi sta guardando. <<Sir Aedan, la vostra fama di spadaccino vi precede... pare proprio che siamo guerrieri agli antipodi noi due... sono un'arciera e le cose... preferisco tenerle ferme>>, mi dice seria mentre mi mostra ciò di cui è capace. Una scarica di adrenalina mi invade: questa donna...avevo ragione, questa donna è una vera e propria forza della natura. Questa donna non è per nulla come i corpi vuoti che incontro in città, con cui mi intrattengo una sera, bevendo qualcosa, e a cui poi dico addio la mattina dopo. Questa donna...mi sta sorridendo. Mi sta provocando.

    <<Hai mai lottato con Drako? Quando entrai nell'esercito, pensavo di essere potente, poi Drako mi sorrise e sciolse con le sue fiamme il mio ghiaccio, come nulla fosse. Conosco quell'uomo e tante volte ho ringraziato gli dei di averlo dalla mia parte. Ora è nostro nemico, un valoroso nemico e dobbiamo prepararci al meglio se vogliamo distruggerlo...>>
    <<No, non ho mai avuto il piacere...>>, le rispondo con tono grave. <<L'ho intravisto di tanto in tanto a corte, durante le mie visite. Un uomo meraviglioso, emanava un'aura quasi mistica...ma forse è il mio debole per uomini e donne in armatura a parlare...sa, penso che non ci sia nulla di più affascinante di un guerriero capace. Dover uccidere il Primo Cavaliere sarà veramente, veramente un peccato>>, continuo, avvicinandomi lentamente a Cassandra senza mai distogliere il mio sguardo dal suo. Mi rendo conto solo ora che mi è spuntato un lieve sorriso sulle labbra. <<Mi corregga se sbaglio, comandante De Lagun, ma penso che si sia fatta un'idea sbagliata su di me...>>. Mi avvicino sempre di più e inizio ad accumulare delle scintille elettriche nella mano destra. <<Sono concentrato su questa guerra quanto lei, Kalisi e Targaryus minacciano tutto ciò in cui credo e non avrò pace finché non taglierò loro la testa personalmente, mi creda...>>. Ora mi trovo a pochi centimetri dalla comandante. Sono completamente perso in quei meravigliosi occhi azzurri. <<Se invece è del mio potere che dubita, beh...>>, sollevo la mano destra, ormai completamente carica di energia, e distolgo lo sguardo da Cassandra per osservarla compiaciuto, <<...non penso si debba preoccupare.>>

    Plasmo la saetta nella mano e, prestando attenzione a non ferire Cassandra, la scaglio contro il primo manichino da sinistra. Non voglio fare troppi danni, desidero solo che ella si renda conto che sono un valido alleato.

    Distruzione
    Lancia di fulmine - Si crea un fulmine dalle dimensioni di una lancia, che può essere scagliata al nemico, causandone danni medi da elettricità (80 volt)
    Our wills and fates do so contrary run

  6. #16
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS




    La principessa sta cercando di rubarmi la mia nuova amichetta invitandola a prendere un tè e a discutere di battaglie. Ovviamente lei accetta, non può fare altrimenti! L'avrei fatto anch'io, insomma, una carta principessa vince sempre su una carta Lady qualunque ... almeno per ora.
    Tengo comunque alto lo sguardo e non spengo il mio sorriso, ho così tanto da fare qui, tante persone da conoscere ...



    Sono già sul punto di salutare le damigelle, quando Esperin mi invita all'ultimo ad unirmi al club del ricamo.
    Porto una mano davanti alla bocca, come a nascondere un evidente imbarazzo, poi abbasso gli occhi, fintamente estasiata dalla proposta e rispondo: "Se vi fa piacere, altezza, mi unirò a voi volentieri".
    Sorrido di sghembo alla vecchia strega. Sono pronta a seguire le dame, gli aitanti cavalieri in armatura argentata possono aspettare.
    Almeno per ora.


  7. #17
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    29

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    <<Sarei ben felice se decideste di rimandare a dopo la visita alle terme per prendere un the con me e con la mia septa qui presente, così da conoscerci un pò meglio.>>

    Bene.

    <<Vostra altezza, capisco perfettamente la situazione. Per me sarebbe un onore passare un po' di tempo in sua compagnia.>>

    Benissimo.

    <<Ovviamente, l'invito è esteso anche a voi, Lady Feralys.>>

    ……

    <<Se vi fa piacere, altezza, mi unirò a voi volentieri>>

    Uhmf.



    Ovviamente non mi aspettavo una mossa più intelligente da parte di lady Esperin…non ha mai brillato per arguzia, a differenza di suo fratello. Se mai per disgrazia diverrà regina, morirà per qualche colpo alle spalle mentre ancora sta pronunciando il discorso dell’incoronazione! Si fida troppo e di troppa gente.
    Quante volte le ho detto che essere “gentili” e “regali” sono due cose totalmente diverse?
    Guardo rabbiosa verso la statua di Lady Margarete:
    “Tua figlia non imparerà mai, facendomi uscire di senno. Chissà come starai ridendo, dall’altro mondo!”



    Lady Esperin dovrà imparare cosa significa far stare gli altri al proprio posto.

    <<Sir Dreth.>> mi rivolgo alla guardia che è stata messa a nostra protezione:



    <<A cosa volete fare la guardia li, alle pietre? Seguiteci, e siate gentile da offrire il vostro braccio a Lady Feralys, gli Dei non vogliano caschi inciampando!>>



    La rossa mi sorride…ah! Come se non l’avessi capito che vuole passare la sua vita leccando sederi a destra e manca!
    Do le spalle alla principessa, manifestandole il mio diniego per come si è comportata e rivolgendomi a lady Waters.



    <<Cara, voi siete giovane e in forze, e questa vecchietta ormai non gode più di tale fortuna…Vi dispiace porgermi il Vostro braccio?>> le domando con voce affabile.


  8. #18
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    31
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Seppur involontariamente ascolto il continuo della conversazione tra le signore.
    E’ la septa che si rivolge nuovamente alla principessa esortandola ad invitare Lady Waters in loro compagnia. Ma per cosa? Spero non vogliano dividersi, fino a prova contraria non dispongo di poteri adatti a duplicarmi…
    La principessa però non se lo fa ripetere due volte ed interviene prontamente affermando:
    <<Lady Waters>>, un velo di rammarico si dipinge sul suo volto, <<Spero che vogliate perdonarmi per la tremenda mancanza di educazione mostrata oggi. Avrei dovuto darvi il benvenuto a corte, ahimè, molte ore fa. Ma i recenti avvenimenti mi hanno sconvolta, portandomi a commettere questo errore. Sarei ben felice se decideste di rimandare a dopo la visita alle terme per prendere un the con me e con la mia septa qui presente, così da conoscerci un pò meglio. E' davvero un onore per me conoscere la futura e adorabile moglie del mio caro fratello... >>.
    Orsù non sono l’unico frastornato dall’accaduto…
    Vostra altezza è visibilmente scossa e pensierosa ed effettivamente ne ha tutte le ragioni… E’ successo tutto così in fretta…
    In una notte ognuno di noi ha perso qualcuno: i compagni d’armi, gli amici e persino i familiari plagiati dalle bugie di quei due vili traditori si sono schierati contro di noi. E’ una vicenda triste ma è reale e nolenti o volenti dovremmo combatterli e vincere.
    Serro la mascella ed abbasso lo sguardo affranto da quest’ultimo pensiero: la guerra non è ancora iniziata ma la sofferenza già miete le prime vittime…
    Povera Principessa.
    <<Ovviamente, l'invito è esteso anche a voi, Lady Feralys>>.
    Alzo gli occhi ed associo il cognome a quella figura in rosso ora conosciuta. Feralys… Ora che ci rifletto mi sembra di ricordare qualcosa riguardo questa famiglia e se non sbaglio non circolano voci promettenti; ma non mi permetto di giudicare la donna solo per questo, d’altronde è l’esperienza ad avermi insegnato che non sempre le persone rappresentano la loro casata: gli Urthadar ne sono l’esempio lampante.
    <<Vostra altezza, capisco perfettamente la situazione. Per me sarebbe un onore passare un po' di tempo in sua compagnia>>, è Lady Waters a parlare.
    Questo “sua compagnia” mi dà l’impressione di una certa confidenza ma la cosa è alquanto strana, vostra altezza ha palesemente esplicitato la volontà di conoscerla.
    Cerco di sorvolare sul dettaglio riconducendo la mancanza di attenzione a semplice agitazione; d’altronde non è cosa da tutti i giorni potersi rivolgere direttamente ad un membro della famiglia reale.
    <<Se vi fa piacere, altezza, mi unirò a voi volentieri>>.
    Lady Feralys risulta invece impeccabile, sembra persino più entusiasta della proposta rispetto Lady Waters
    Comunque sia, entusiasmo o meno si è deciso per il the, nulla di ingestibile dunque per il sottoscritto! Bene, ora però dovrei intervenire… Ma come? Mi rendo conto di essermi involontariamente isolato e questo non è un bene: come ispiro fiducia ai miei alleati se neanche riesco ad interloquire con loro?
    Inoltre il comandante mi ha espressamente ordinato di restare assieme alle signore, ma a questa distanza avrei non poche difficoltà a proteggerle in caso di attacco. Dovrei assolutamente farmi coraggio ed avvicinarmi, non posso venire meno ai miei doveri.
    In fondo sono solo quattro povere donzelle bisognose di protezione
    <<Sir Dreth>>.
    Quasi sobbalzo quando sento quella voce stridula rivolgersi a me.
    << A cosa volete fare la guardia li, alle pietre? Seguiteci, e siate gentile da offrire il vostro braccio a Lady Feralys, gli Dei non vogliano caschi inciampando!>>
    Ecco un esempio di dolce ed amabile vecchina.
    Ma va bene, ironia a parte devo però ammettere che mi ha dato un’ottima occasione per poter intervenire e non intendo certamente farmela sfuggire!
    Prendo la richiesta avanzata dalla septa come se fosse un ordine e mi avvicino a Lady Feralys senza indugi.
    << Mylady>>, le porgo il mio braccio destro, << Sir Dreth, a vostra completa disposizione…>>.
    Un sorriso sincero mi appare in volto.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 22nd October 2014 alle 22:22



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #19
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    <<Sono concentrato su questa guerra quanto lei, Kalisi e Targaryus minacciano tutto ciò in cui credo e non avrò pace finché non taglierò loro la testa personalmente, mi creda...>>

    Il lampo che brilla nella sua mano si rispecchia nei suoi occhi e vedo così l'ardore battagliero degli Urthadar. Il fulmine che ha scagliato verso il manichino percorre rapido la massa di ghiaccio che avevo depositato e la distrugge. Un sorriso compiaciuto appare sul mio viso: sir Aedan non ha solo un ottimo controllo del suo potere, ma usa un elemento che è affine all'acqua. Inoltre, dalle sue parole posso dedurre che non tentennerà in battaglia ed è cosciente del valore dei nemici che affronteremo. La mia mente di guerriera inizia già a pensare le varie combinazioni che io e sir Aedan potremmo utilizzare in battaglia e la cosa mi riempie di ansia di combattere. Sono una persona pacifica di indole, ma anche molto ligia e quando ho un dovere da compiere dinanzi a me sono sempre ansiosa di assolverlo nel modo più brillante possibile. Targaryus, il mio acerrimo nemico. Non amo servire la vendetta ma in questo caso ho trovato una coincidenza che sarei ipocrita a non gradire: l'uomo che ha distolto Andreus, il mio amato fratello, dai suoi compiti, che lo ha allontanato dalla sua famiglia, che ha corrotto il suo animo nobile, l'uomo che odio di più al mondo si è scoperto essere il capo dei ribelli. Se scoprire che Drako è nostro nemico mi ha ferita nell'orgoglio e nella fiducia che provavo per lui, scoprire di Efrem è stato catartico. Quell'essere abbietto non è solo meritevole delle mie frecce nel cuore per quello che ha fatto alla mia famiglia, ma anche agli occhi del regno di Dohaeris.

    Cassy: "Targaryus è roba mia, infilzerò io stessa una di queste frecce in quel cuore marcio e banchetterò col suo empio cadavere... gli esseri malvagi devono essere puniti nei modi più atroci per dar monito agli altri di non avanzare le loro mani lorde di peccato sulla luce della giustizia" dico con l'espressione più seria che riesco a fare. Un velo di tristezza non riesce ad abbandonare la mia voce. Andreus, il sangue del mio sangue, colui che macchia il nome dei De Lagun ma che non riesco a smettere di amare. Da sorella, sarò io a mettere fine a questa follia, sarò io a porre fine alla vita di Efrem Targaryus.

    Cassy: "Ma mettendo da parte la retorica, sapete qualcosa di sir Dreth? Conosco il lignaggio della sua famiglia, ma temo sia troppo giovane per aver partecipato con lui a qualche campagna bellica... di certo con suo padre o qualche suo famigliare" chiedo con curiosità. Voglio vagliare per bene le risorse di cui disponiamo, il Principe potrebbe aver bisogno di un rapporto completo sulle capacità dei suoi uomini.

  10. #20
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    36
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Alinor Waters



    Lady Feralys accetta di unirsi a noi. Così chiama la principessa la fin troppo affabile lady rossa. Mi sforzo di ricordare qualcosa sul conto dei Feralys, ma nulla. Se solo mio padre potesse vedermi in questa situazione, sono sicura che si metterebbe a piangere dalla gioia. Sua figlia mentre sorseggia del thè insieme alle dame di corte. Mi viene il voltastomaco. Se mi vedesse Abel invece si farebbe una grassa risata, ne sono più che certa.
    I miei pensieri sono presto interrotti dalla septa che esclama <<Sir Dreth>>.
    Mi volto, anche per non sentire nuovamente il micidiale alito, e noto per la prima volta una delle guardie reali.
    << A cosa volete fare la guardia li, alle pietre? Seguiteci, e siate gentile da offrire il vostro braccio a Lady Feralys, gli Dei non vogliano caschi inciampando!>> continua la strega subito dopo. Sorrido e rivolgo lo sguardo verso la lady rossa. Non credo che corra buon sangue tra le due.
    Il topo di fogna poi si volta verso di me, chiedendomi cortesemente <<Cara, voi siete giovane e in forze, e questa vecchietta ormai non gode più di tale fortuna…Vi dispiace porgermi il Vostro braccio?>>.
    Da dove vengo io le vecchiette che non sanno reggersi in piedi camminano aiutandosi con un bastone. Comunque, nonostante non mi ispiri grande fiducia, le tendo il braccio. In fondo dovrò solo accompagnarla a sedersi.
    "Certo che non mi dispiace!" le faccio, accennando un sorriso.
    Prepariamoci dunque a questo thè, con la speranza che almeno possa chiacchierare di cose più interessanti con la guardia reale.


 

 
Pagina 2 di 339 PrimaPrima 12341252102 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 18:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 21:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 20:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 13:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 18:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •