Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 200 di 339 PrimaPrima ... 100150190198199200201202210250300 ... UltimaUltima
Risultati da 1,991 a 2,000 di 3385
  1. #1991
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    In risposta al mio gesto ironico, sir Aiden lancia per l'aria il calice, facendomi quasi sembrare che urlasse "Anche io Grande Sciommione di Voce Grossa, Wrrraaaa!"
    Fingo di asciugarmi una lacrima dispiaciuta, in riferimento al vino sprecato, mentre ascolto i suoi ordini. Finalmente qualcosa di bello, città distrutte, innocenti uccisi...non posso andare anche io, signori Raeghar? No, eh?



    <<Ho discusso in terrazza con Esperin ieri sera. Abbiamo parlato per un po' di tempo (...). La principessa non mi è sembrata... strana, provata forse per i recenti avvenimenti, ma non credo avesse timore che qualcuno volesse rapirla. Oppure è stata brava a nasconderlo>>
    Alzo un sopracciglio, non capendo dove vuole andare a parare...se qualcuno si accorgesse di essere sotto un mirino, farebbe più attenzione, allerterebbe chi di dovere, non ci cascherebbe certo così!
    <<Qualcuno può ricostruire i suoi movimenti?>>



    Alzo le spalle, sorridendogli ironicamente:
    <<Quello che so io l'ho detto....gli altri evidentemente non lo giudicano importante da farvelo sapere!>>
    Il comandante rimane serio, nervoso: ti hanno portato via la fidanzatina? Ticchetto le unghie sul tavolo, pensando a quanto Lantis gli abbia fatto un cattivo servizio a dirlo così davanti a tutti. E' come confermare che è saltato un matrimonio con un Leithien, perchè i Raeghar si sono accaparrati l'altro...che fortunelli! E significa anche che il Comandante lo sapeva già!



    Credi di avere sempre tutto sotto controllo, vero, carotino? Pensi di fare il bello e il brutto tempo qui alla Torre come ti pare e piace? Bhe, ecco qui il "potere" che eserciti...chiami tutti e non viene nessuno, tranne questa povera vecchia che ti ha raggiunto solo perchè sta pensando esattamente la tua stessa cosa: uccidere. Esperin. Raeghar.
    Se mai riuscissimo a riportarla alla torre, ovvio.
    <<Sono interessato anche a ciò che è successo prima, come vi è sembrata, ogni dettaglio è fondamentale>>



    Non ho idea a cosa serva questa domanda, ma ci piace tanto perdere tempo, perchè smettere?
    <<Triste per il funerale, arrabbiata con il fratello per averla mandata lo stesso in battaglia...>>....e magari è scappata con il vestito ancora bagnato di pisciazza. Si certo, come no!



    <<Era totalmente presa dalla situazione qui alla torre, interessata ai nuovi elementi che ha dovuto trascurare...>> dico indicando col capo sir Fanon e lady Loren, gli unici qui presenti a farci da pubblico <<...e basta. Se anche avesse avuto un qualche sospetto, in base ai miei insegnamenti, non l'avrebbe detto a qualcuno in cui non riponeva fiducia...come me, ad esempio! Quindi non posso esservi ulteriormente d'aiuto!>> ghigno alzando mani e spalle.
    Ridi Raiden, ridi pure....più la situazione si fa pericolosa per me, più mi schiatto di risate.


  2. #1992
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Il cavaliere continua il suo lavoro sul disegno, che riconosco essere di suo cugino. Me lo ricordo vagamente, Dahmer Gray, ma il suo volto era praticamente alterato dalla maschera che vi aveva dipinta. Sembra così giovane, eppure conosco bene l'efferatezza di cui è capace. Sembra una cosa così paradossale che il male si nasconda in un viso tanto pulito. Vicent mi ricorda che da quando siamo stanziati qui alla Torre per questa guerra, non è mai accaduto nulla da poter considerare normale e in effetti, non posso dargli torto. Sembra che Raiden stia giocando con noi.





    Abbasso il capo seriosa, ma di scatto lo riporto su di lui quando mi mormora di essere l'ultimo ad aver visto la Principessa. Ad averla vista sorridere. Distendo le sopracciglia e lo guardo con pena: ho sempre sospettato dei suoi sentimenti per Esperin, per lui deve essere stato tutto più difficile. E ora il suo cuore sarà imprigionato in una gabbia di vetro che prende acqua man mano, come in quei giochi di prestigiazione. La Principessa è stata in compagnia di Gildas e Vicent questa notte, quindi quel che è successo è accaduto giusto qualche ora fa. "E' un'informazione importante, dobbiamo riferirla ad Aiden... dal comportamento che riporti, ti sembrava turbata?" gli domando quando nella mia mente un'ipotesi odiosa si sta facendo strada. Ma è certamente errata, Esperin non lo avrebbe mai fatto. Impossibile. Mi avrebbe almeno ridato il pugnale. Scaccio via quest'idea molesta e torno a concentrarmi sul ragazzo. Dobbiamo mettere queste taglie il prima possibile. "Dobbiamo terminare questi disegni in fretta, Vicent, non mi piace pensare che al momento ci sono bambini che muoiono perchè non si conoscono i volti di chi può aver rapito la Principessa" dico con amarezza. Quell'ordine non mi è piaciuto affatto. Ma è il Re, è un ordine del Re e noi siamo soldati. Quando abbiamo prestato giuramento abbiamo sempre saputo che non sarebbe stato facile. Eppure... perchè non ho detto niente? La vecchia Cassandra sarebbe morta pur di dichiararsi contraria a quello scempio. Cosa mi ha fermata? Vecchia... perchè ora chi sono? Il soldato in cui Andreus non riconosce sua sorella? Non è il momento per questi tormenti. Prendo la lista del databook, così da iniziare il prossimo ritratto. "Il prossimo è... Andreus De Lagun" dico abbassando la voce.





    C'è tutto su mio fratello qui: i suoi poteri, la sua data di nascita, la sua descrizione fisica. Il suo modo di combattere, la sua arma. Tutte informazioni che potrebbero ucciderlo. Ma immagino ci sia una roba del genere su di me anche da Targaryus. Accarezzo con la mano la pagina, dove è impresso il suo nome, quasi mi fossi estraniata da ciò che stiamo facendo. Un sorriso amaro appare sul mio viso... che cosa mi sta succedendo? Non l'avevo mai visto arrabbiato così. Men che mai con me. Sono solo diventata più accorta per gli intrighi in questa Torre, non sono cambiata. No, sono sempre io. Sono sempre Cassandra. Perchè allora non mi ha visto? Mi conosce davvero così poco? O sono io a conoscerlo poco? Vecchia... c'è quel vecchia che mi cade addosso come un macigno. Distolgo gli occhi dal libro e torno su Vicent: "Su, facciamolo. Mio fratello ha un aspetto giovane, i capelli sono scuri e a punta... le punte sono viola... come quelle di nostra madre, almeno così mi han sempre detto, perchè io non l'ho mai conosciuta. Gli occhi sono verdi come quelli di mio padre, così come il colorito ambrato della pelle e le orecchie a punta. Il suo viso ha un'espressione dolce, quando ti sorride riesce a trasmetterti tutto il suo affetto e comprendi cosa sia davvero una casa, una famiglia. Ma sanno anche guardarti con odio e rabbia, di rimprovero come se tu fossi il mostro più orribile della terra..." dico piangendo sempre più, scoppiando letteralmente in lacrime.



    Poggio celermente il volume sullo scrittoio e mi alzo di scatto, volgendo le spalle a Vicent. Accidenti, accidenti, accidenti. Che mi sta succedendo! Non è da me fare così, fare la femminuccia che frigna nel mentre del suo dovere. Il cuore sanguina e l'imposizine del Re mi pare sia stata molto più blanda, anche se non lo è stata. Ma l'anima è ciò che provoca il maggior dolore, perchè nessun guaritore al mondo può curarla. "Perdonami, perdonami io sono solo una stupida" dico con le mani sugli occhi. Non ce la faccio più, sto scoppiando. Qualcosa dentro di me si sta sgretolando. Sto andando in pezzi, li sento cadere a terra uno ad uno, a dispetto di tutto il mondo che mi gira intorno.

  3. #1993
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Mi siedo sul letto, accanto a Ricciarda con l'intento di ascoltare meglio il suo sproloquio.



    "[...] Chissà com'è gnocco il ragazzo che l'avrà rapita! Magari sarà già diventata una donna a quest'ora e noi non possiamo che essere felici per lei, per il bambino che porterà in grembo! Oh Lady Alinor, dovrò correre dal mio fidanzato, Sir Vicent, per dirgli che anche la Principessa aspetta un bambino come noi due! Anche se credo che non sia di Vicent e non credo manco di essere incinta, ma ci pensate? Io e la Principessa che ci accarezziamo i pancioni! Sarà così bello! Fate un bambino anche voi, il Re ha bisogno così tanto di sfogare con qualche fanciulla come voi, siete pure ingrassata da quando siete arrivata qui, sono certa che ora vi trova più attraente di quando eravate una mazza di scopa!" fa tutto d'un fiato.



    "Tu e sir Vicent...?" dico tra lo sbalordita e il divertita. "E certamente...penseremo noi tre a ripopolare Dohaeris, che bello!" continuo, sarcastica, anche se la vorrei strozzare per avermi dato della grassa! Ma lei s'è vista? ...Non incrineremo il letto, vero?



    Dopo avermi parlato dei suoi futuri progetti con il suo Vincenzone, si alza e mi prende le mani dicendomi che andrà tutto bene, poi si congeda.
    Povero Vincenzone! Dovrò farci una bella chicchierata con lui..quando sarà possibile.
    Non faccio neanche il tempo ad alzarmi dal letto, che un'altra serva mi avvisa che il Capitano richiede la presenza di tutti gli abitanti della Torre nella sala riunioni.
    Meglio tardi che mai!
    Torno seria, mentre imbocco il corridoio. L'ilarità di poc'anzi lascia subito il posto ad una prepotente ansia e preoccupazione. Esperin...spero davvero che tu stia bene.



    Appena giunta in sala noto un grande buco sul tavolo. Osservo stranita i presenti, prima di prendere posto tra gli altri.



    Come immaginavo si procede con l'idea della simbiosi nel giardino e vicino al Glados per capire se Esperin lo ha attraversato stanotte.
    Confermo ciò che asserisce la septa riguardo alla presenza mia, di Vicent e di Nymeria proprio in questa sala e fino ad un'ora tarda. Fatta eccezione del visitatore di Lady Feralys nessuno è entrato o uscito, l'avremmo sicuramente visto.
    Il Capitano, non contento, vuole altri dettagli, conoscere l'umore di Esperin, ma non vedo cosa altro aggiungere a ciò che ha già risposto la septa se non: "L'avrebbe detto a me, Capitano, ma non l'ha fatto. Non credo quindi che temesse di essere rapita."



    Questo è tutto tempo perso, l'unica azione che può tornarci utile è la simbiosi non certamente queste futili chiacchiere. Più tempo passa più cresce l'ansia per la vita di Esperin.
    E' stato sicuramente un periodo non felice per la mia amica, ne ha dovute passare tante...no, Alinor non puoi pensare che il peso sulle sue spalle sia diventato troppo pesante, magari anche dovuto alla proposta del nuovo pretendente, e che Esperin abbia preferito darsela a gambe. Ho visto i suoi occhi quando l'ho sollecitata a reagire, era determinata...determinata a sconfiggere i Leithien.
    <<Torna al Castello e comunica a chi di dovere ciò che ti sto per dire: esigo che la notizia del rapimento venga diffusa ai quattro venti. Parlatene nelle taverne, diffondete la voce alle carovane, voglio che sia sulla bocca di tutti. Voglio che reietti e ribelli vengano visti come mostri disperati che pur di vincere hanno deciso di prendersela con l'innocente principessa Esperin. Nel frattempo fate come il re ha ordinato e bruciate ogni villaggio non fedele sul vostro cammino, voglio un corvo con un aggiornamento ogni ora>> dice poi il capitano ad una delle guardie.



    Lo fisso, anche se so bene che è un ordine di Lantis. Più che far sembrare dei mostri le nostre fazioni nemiche sembra che ci stiamo impegnando più noi ad esserlo, sterminando innocenti. Non posso permetterlo.
    Ultima modifica di scarygirl; 1st August 2015 alle 14:51


  4. #1994
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Stiamo ancora rimuginando sul da farsi, quando arriva anche lady Alinor.



    Al mio appunto sul silenzio della principessa, la giovane Waters s'intromette, come al solito a sproposito:
    "L'avrebbe detto a me, Capitano, ma non l'ha fatto. Non credo quindi che temesse di essere rapita."



    Alzo un sopracciglio, perplessa: a te, con tua riconosciutissima capacità di tenere i segreti? Si certo, e io ho insegnato alla principessa a ricamare, ah!



    Dopo che il soldato chiamato da sir Aiden esce per eseguire gli ordini, riprendo nuovamente parola:



    <<Va fatta controllare anche la stanza di lady Esperin: sostenendo la Vostra tesi che la principessa poteva sentirsi minacciata da qualcosa, o quantomeno ne avesse il sentore, si potrebbe trovarvi qualche traccia. Il motivo principale per cui lo chiedo è un'altro però. Voglio analizzare le lenzuola, i cuscini, anche quelli del sofà: ho bisogno di un suo capello, probabilmente non servirà a nulla visto il silenzio dei Saggi, ma tenterei anche la strada dell'individuazione astrale....piuttosto che perdere tempo.>> termino infine alzandomi, in piedi.



    Giuro che se davvero ti trovo, vengo a prenderti a calci ovunque ti trovi, maledetta!


  5. #1995
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    Un servo giunge alle mie spalle, avvisando tutti che il Comandante li raduna nella sala con una certa urgenza. Aiden Urthadar: lo vedo al tavolo appena vi giungo, in un evidente stato di agitazione. A quanto pare ha persino preso a pugni il tavolo dall'impronta che v'ha lasciato nel legno. La septa gli porge del vino, che gli fa volare via con un colpo di mano. Urla i suoi ordini, o meglio fa da eco rabbioso a quelli di Lantis. Uomini: appena si perdono la loro gallinella dalle uova d'oro, vanno completamente in crisi. "Comandante, immagino di poter scorgere già il fuoco della giustizia se mi affacciassi alla finestra" gli dico con tutta la calma del mondo. Sono sicura che quella sciocca sia fuggita e che tornerà presto. Forse aveva bisogno di attirare l'attenzione, insulsa com'è, o di punire il fratello per essere stato brutto e cattivo con lei. Bamboccia. Ma sia mai che mi metto a scoraggiare le ricerche, anche perchè politicamente, Esperin ha commesso questo grave errore e il suo peso sulle decisioni di Lantis diverrà sempre meno importante. Inoltre, quando tornerà non concorderà con gli ordini che il Re ha dato per ritrovarla, la loro separazione mi pare cosa ineluttabile e questo non può che essermi di vantaggio. Un gran bel regalo mi hai fatto con questa sparizione, marmocchia. Ascolto la domanda dell'uomo, mi pare che stia riacquistando il raziocinio. Avevi organizzato tutto eh? Ti sei ritrovato con la mano della Principessa in pugno e te la sei fatta scappare. Eh mio dolce Aiden, i Raeghar hanno questo brutto vizio di mandare all'aria i piani più geniali. "Durante la festa dell'incoronazione, ho visto la Principessa allontanarsi con Lady Alinor... è stata l'ultima volta. Ho passato qualche ora alle Terme con Lady Feralys, che gli Dei la proteggano in battaglia. Poi sono tornata al Castello, senza incrociare nessuno. Theon? Non ti scomodare, il soldato che ci ha comunicato della scomparsa di Lady Esperin è morto... un banale incidente, una cosa che potrebbe succedere a chiunque di noi se tipo... andasse ora al Terrazzo" dico con un tono quasi distratto, sedendomi al capotavola che di solito occupa mio zio quando viene a farci visita. Già, dovrei informare anche lui di questa novità. Ordino ad Agatha di informare Lord Tywin al Castello Nero di raggiungerci subito, spero che non succedano altri disastri però: mio zio ha lo stesso modo di reagire di Lantis alle cattive notizie.

  6. #1996
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Se non facessi del mio autocontrollo un vanto, avrei già strangolato la septa con le mie stesse mani.


    Purtroppo vi è il tavolo incrinato a ricordarmi che ho commesso un madornale errore, ma non permetterò alla furia di accecarmi ancora una volta, perciò mi limito a guardarla serio e a ignorare ogni provocazione. In qualunque altra situazione avrei risposto volentieri, non sia mai che la privi di un po' di sano divertimento, ma ora è necessario che rimanga concentrato e che assorba ogni minima informazione.


    "L'avrebbe detto a me, Capitano, ma non l'ha fatto. Non credo quindi che temesse di essere rapita". Cerco con lo sguardo gli occhi di lady Waters, non mi sono nemmeno accorto del suo arrivo, devo assolutamente riprendermi. <<Sono d'accordo>>, mi limito a risponderle, perché è la verità: l'amicizia che lega Alinor e la principessa non è un segreto per nessuno, e se Esperin avesse pensato di essere in pericolo lei sarebbe stata la prima con cui ne avrebbe parlato.


    La septa potrà pure essere stata la sua insegnante, e sicuramente le ha raccomandato di dosare bene le sue parole, ma il cuore della giovane Raeghar è una bestia difficile da domare. Ne so qualcosa. Sostengo lo sguardo della Waters senza indossare un'espressione particolare, mi piacerebbe sapere qual è il suo problema, e spero che non sarà un intralcio per le mie indagini: potrà disprezzarmi quanto vuole, ma dovrebbe essere chiaro pure a una mente bacata come la sua che per ritrovare la sua amica dobbiamo collaborare. Tutti.


    Ascolto l'ennesimo suggerimento della septa, con cui come sempre concordo, e le faccio un cenno della testa. <<Occupatevene voi>>, le ordino serio. <<...con Theon>>. Non ho motivo di sospettare della megera, ma non mi sento sicuro a lasciarla sola nella stanza di Esperin. Non posso rischiare, già troppe cose stanno sfuggendo al mio controllo. Anche Lumen chiarisce le circostanze in cui ha visto la principessa per l'ultima volta e ci comunica che il soldato che stavamo cercando è morto, ucciso dalla furia di Lantis. Ottimo. Perfetto. Meraviglioso. <<Alagos>>, lo guardo, faticando a mascherare la frustrazione. <<Potete procedere con la simbiosi>>. Mi rivolgo poi alla regina. <<Vostra Altezza, il soldato non vi ha detto altro? Per esempio, l'ora esatta in cui si sono accorti della sua sparizione?>>. Non è possibile che sia sparita nel nulla, non è possibile che nessuno abbia notato niente di strano. Maledetto me che sono andato a dormire, sia dannato Raiden!

    Our wills and fates do so contrary run

  7. #1997
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Quando termino di parlare, arriva anche lady Lumen.



    "Durante la festa dell'incoronazione, ho visto la Principessa allontanarsi con Lady Alinor... è stata l'ultima volta. Qua-qua-qua! Qua! Theon? Non ti scomodare, il soldato che ci ha comunicato della scomparsa di Lady Esperin è morto... un banale incidente, una cosa che potrebbe succedere a chiunque di noi se tipo... andasse ora al Terrazzo"



    Sogghigno in sua direzione...ci sei appena stata sul terrazzo con lui e non t'è toccata la stessa sorte? Allora non ucciderà nessuno di noi, senza che t'impegni tanto a fare giri e giri di parole.
    Il soldato più utile al momento è stato fatto fuori: Lantis, il solito genio. Ogni volta che può fare qualcosa di buono, gli viene il ciclo di luna!



    <<Come ha fatto notare sua Maestà, ieri c'è stata l'Incoronazione: il castello è stato attraversato da una moltitudine di passaggi, nonostante i controlli, sarebbe stato più facile per il rapitore immischiarsi tra la folla e poi rimanere rintanato per agire di notte.>> ora che lo dico ad alta voce....ha senso. Questo ci complica enormemente le cose....
    Ascolto poi il Comandante domandarle:



    <<Vostra Altezza, il soldato non vi ha detto altro? Per esempio, l'ora esatta in cui si sono accorti della sua sparizione?>>
    Dato che sono già in piedi, mi allontano verso le stanze da letto, al secondo piano, seguita da un Theon quatto-quatto.
    Non ho voglio di stare a sentire lady Lumen starnazzare ancora, vista la precisione con cui riporta le informazioni, è tutto inutile.
    Entro così nella camera di Lady Esperin.
    <<Controlla i cassetti, l'armadio...>>
    <<M-m-ma....septa....i-i-io...n-nnnn....>>
    Guardo il servo sprezzante, osservandolo rosso in viso:
    <<Ti fa paura qualche mutanda? Ti ritieni ancora un uomo, per caso, dopo quello che ti ho fatto?>> esclamo scoppiando a ridere, tornando quasi immediatamente seria: <<MUOVITI! >>



    Theon balza sul posto, correndo finalmente ad aprire i cassetti, mentre io mi accovaccio vicino al sofà: è inutile controllare il letto, sarà stato cambiato già dalle serve. Comincio a passare la mano sui cuscini, lentamente, finchè non troverò un capello di lady Esperin.


  8. #1998
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Se solo non avessi chiuso quella maledetta porta e, prima di Lady Alinor, non mi fossi addormentato ora la Principessa sarebbe ancora qui. Probabilmente non ci sarebbe stato nessun rapimento, Re Lantis con la sorella tra le braccia avrebbe ancora un freno e non avrebbe mai ordinato quel genocidio ed ora Cassandra non mi guarderebbe con pena.



    Devo sembrare patetico, infantile e patetico. Però... Prima Selene, ora Esperin, è la seconda volta che mi portano via qualcuno che amo e comincio a credere di avere una sorta di maledizione addosso e che, forse, se non l'avessi amata tutto ciò non sarebbe accaduto. <<E' un'informazione importante, dobbiamo riferirla ad Aiden… Dal comportamento che riporti, ti sembrava turbata?>>, sentenzia Cassandra riportandomi alla realtà. Dobbiamo dirlo ad Aiden perché è il promesso sposo di Esperin. L’ennesimo crudele scherzo del destino in cui il sottoscritto si ritrova coinvolto sentimentalmente e politicamente. Già. Il Re sa perfettamente che tra Urthadar e Dreth non corre buon sangue, eppure si è accordato con Aiden Urthadar promettendogli la mano della sorellaEsperin… Una Urthadar. Sento il cuore frantumarsi e l’orgoglio urlare il suicidio piuttosto che pensare di dover giurare fedeltà ad una famiglia come gli Urthadar alla fine di questa guerra. Dovrò parlarne con mio nonno o con mio padre, i Dreth devono essere a conoscenza di questa alleanza per poter pensare ad una contromossa ed agire. Non è ancora detta l’ultima parola. Ma prima di tutto ciò io devo assolutamente trovare Esperin. Devo salvarla. <<No, non mi è sembrata turbata>>, ribatto pacato, stranendomi proprio per questo particolare. Non ci avevo riflettuto: l’ho allarmata sul conto di Aiden ed Adamantia, abbiamo discusso di argomenti molto delicati ed Esperin non ha fatto una piega. <<Era innervosita per Lumen e Lantis, addolorata per la morte del padre e preoccupata per Gildas ma no, non mi è sembrata né in ansia né spaventata, e dubito fosse minacciata da qualcuno o qualcosa…>>, un leggero sospiro esce involontariamente dalle mie labbra, <<Me ne sarei accorto…>>. O almeno credo, ormai non sono più sicuro di nulla.<<Dobbiamo terminare questi disegni in fretta, Vicent, non mi piace pensare che al momento ci sono bambini che muoiono perché non si conoscono i volti di chi può aver rapito la Principessa>>, dice amareggiata mentre afferra la lista stilata dal Comandante.



    Ha ragione. Meno chiacchiere e più disegni. <<Il prossimo è...>>, torno con gli occhi sul foglio da disegno, <<Andreus De Lagun>>. Merda. Tra tanti nomi, proprio Andreus, il fratello di Cassandra. Vedo che le dita della donna accarezzano il foglio mentre il suo viso assume un’espressione malinconica. Poggio il carboncino sul foglio e la osservo, rammaricato. E’ uno strazio, una sofferenza che non auguro a nessuno nemmeno al mio peggior nemico. <<Guarda che se non te la senti…>>, comincio a sussurrarle cercando di afferrarle una mano, ma lei mi spiazza e con determinazione afferma, <<Su, facciamolo>>.



    Sobbalzo dalla sedia, guardandola, cercando di cogliere l'espressione triste sul suo volto. Non ho idea del dolore che grava sulle sue spalle e questo mi fa del male, vorrei fare qualcosa per lei, qualcosa di concreto oltre alla vana promessa di aiutarla, ma so benissimo che tutto ciò è inutile. Cerco di tornare attento alle sue parole, non abbiamo molto tempo. Cassandra inizia a parlare ma quel che dice non mi serve per il disegno. Il colore degli occhi, le punte dei capelli, la dolcezza del viso… Sono tutti dei dettagli soggettivi... <<[..]quando ti sorride riesce a trasmetterti tutto il suo affetto e comprendi cosa sia davvero una casa, una famiglia. Ma sanno anche guardarti con odio e rabbia, di rimprovero come se tu fossi il mostro più orribile della terra...>>, e, irrimediabilmente, Cassandra scoppia a piangere. Si alza in piedi mentre coprendo gli occhi biascica,<<Perdonami, perdonami io sono solo una stupida>>, tra le lacrime. In silenzio mi avvicino a lei e cerco di abbracciarla, sperando che il gesto le trasmetta affetto e conforto.



    La lettera, il suo allontanamento notturno dalla torre, lo sfogo a cui sto assistendo. Tutto mi fa pensare che la cosa di cui mi ha tenuto all’oscuro sia proprio lui: Andreus. <<Il dolore che stai provando per lui è enorme, ti ammiro Cassandra, io non riuscirei mai a sopportarlo...>>, le mie mani proveranno ad afferrarle il viso mentre gli occhi si incateneranno ai suoi, <<so che le mie parole non valgono nulla, così come so che non potrò mai capire appieno il tuo dolore. Ma ti giuro che farò di tutto pur di aiutarti a riportare tuo fratello a casa, sano e salvo, e che la Dea Saraswaty mi punisca adesso se non dico il vero!>>.



    Sì. Anche per lei… Troverò una soluzione: io salverò Esperin, aiuterò Gildas e riporterò Andreus a casa, sano e salvo… Costi quel che costi non periranno altri innocenti per colpa di questa guerra.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 13th August 2015 alle 15:15



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #1999
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah Demonar

    Una ginocchiata mi arriva in pieno petto quando infilo la mia mano nel petto della donna. Ghigno mentre i colpi di tosse si fanno sempre più persistenti. Le fiamme divampano veloci, bruciano e la carne della donna si cuoce in fretta producendo quell’odore di arrosto che non fa altro che accrescere la mia fame. Sfilo la mano dal suo petto mentre il sangue continua a ribollire veloce sulla mia mano. Sto per allontanarmi ma la sua falce è più veloce e con un movimento repentino, vedo la lama abbassarsi sempre più veloce. Provo a ritirare il braccio ma ciò che ottengo ha dell’incredibile… la mia mano viene staccata dal resto del braccio restando appesa alla ferita della ragazza, il sangue zampilla veloce dal moncherino sul polso e il dolore prende a irradiarsi dal polso fino al cervello provocandomi quelle scariche di adrenalina mista a piacere. Con la mano libera premo appena sulla ferita osservando con un ghigno aperto sulle labbra le mie dita che prese dagli ultimi spasmi si muovono nel suo petto prima di cadere in terra. Rido, rido sempre più forte sentendo l’eco della mia risata spargersi per le alte pareti dell’armeria. «Uh l’eco… ihihihihihih» io odio l’eco nei miei spettacoli. Il dolore per la mano mancante si fa sempre più acuto e più il sangue casca per terra, più mi inebrio del suo odore e del dolore che ne scaturisce. Oh povero Gildas… cosa te ne farai ora di un corpo senza pezzi? Da anni sopporti la presenza di quelle cicatrici dietro la schiena, sopporterai anche l’assenza di una intera mano? Povero piccolo… «fai pena… Ihihihih» tossisco ancora e a ogni colpo di tosse, getti di sangue sempre più violenti cadono dal mio polso. Che spettacolo raccapricciante eh? Cerco una connessione, nuova, con quel cervellino compiaciuto, ora si starà beando del fatto di essere riuscita a staccare qualcosa e riverso nella sua testa quelle urla strazianti che ora Gildas emette per il dolore. Lo sento urlare sempre più forte, sempre più intensamente e le stesse urla si riverseranno nella mente della donna. La mia presa ha effetto, la donna si contorce dal dolore alla testa portandosi le mani alle tempie e stringendo, nello stesso istante mamma ricompare nuovamente nella mia mano avvolta per un attimo dalle fiamme e quando finalmente è integra e austera come un tempo, mi scaglio con velocità e violenza contro la ragazza, sollevo la spada e conficco con forza nel suo occhio sinistro facendo leva con l’arma fino a farlo saltare via dall’orbita. Il suo bulbo oculare schizza via saltando per terra prima di atterrare chissà dove e la donna si accascia a terra in preda al dolore. Rido beandomi del suo dolore mentre lei si porta le mani al volto guardandomi furente. D’un tratto dalla porta entra un servo avvisandoci che il Comandante ha richiesto la nostra presenza in sala da pranzo. Sbuffo, un’altra riunione. Che è successo ora, la princy è tornata all’ovile? Ditemi di no. Voglio far crollare Gildas una volta per tutte. Mi sfilo la maschera rivolgendo alla donna un veloce inchino, come a volerla prendere in giro. È riuscita a tagliarmi una mano, per questo merita un minuscolo scorcio del mio volto. «Cara, continueremo più in là con la vostra punizione per la vostra mancanza di disciplina…» varco l’entrata della sala e mentre sto per scendere le scale, scorgo le figure di Vicent e Cassandra. Bene, Gildas… PREPARATI! A passo lento, traballante mi dirigo verso i due cercando di mostrarmi quanto più rabbioso possibile, pianto la mano di mamma nella mia mozzata e nel legno di uno degli scrittoi e mi avvicino tossendo ai due, tendo la mano ormai libera verso Vicent che sta strozzando Cassandra e gli afferro l’armatura cercando di far uscire la voce simile a quella del soldatino che tanto apprezza «vedete cosa comporta il vostro “aiuto”? Eh?» gli mostro la mano mozzata che nel frattempo ha imbrattato il pavimento, guarda Gildas, stiamo ritinteggiando la torre col tuo stesso sangue. «Volete davvero aiutare? Bene. Allora toglietevi da davanti alle scatole una volta per tutte! Uccidetevi anche, non importa!» gli dico con finta rabbia, la mia espressione dovrebbe risultare convincete, che ne dici Gildas, sono ancora un bravo attore? Guardo poi Cassandra «Primo, c’è una soldatina che aspetta le vostre cure di là, forse dovreste cercare un occhio disperso…» Soffri piccolo idiota… soffri e lascia a me questo mondo…

    Alterazione e illusione:
    Imposizione del dolore (Esperto) Genera forte dolore che pervade la testa del nemico: Emicrania fulminante, disorientamento e nausea
    Chrysanta ---> Forma dormiente

    *Azioni di e su Nymeria concordate con albakiara

  10. #2000
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah sottrae 30 punti dalla costituzione, Nymeria 25

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •