Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 237 di 339 PrimaPrima ... 137187227235236237238239247287337 ... UltimaUltima
Risultati da 2,361 a 2,370 di 3385
  1. #2361
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth


    <<A meno che Agatha non abbia imparato a viaggiare nel tempo negli ultimi minuti, è difficile che lady Waters sia stata informata prima, dato che il decimo Idra è appena tornato dalla Valmorghuli e quando la servitù ci ha chiamato per la riunione, non eravamo ancora stati informati>>, mi risponde il Comandante freddamente ed io sostengo lo sguardo, ricambiando i modi, e sforzandomi di non far crollare la sua certezza con un semplicissimo “ma io lo sapevo già”: i bicchieri costano... Ed ora c'è pure crisi. Cassandra dopotutto conoscendo l’amicizia tra Lady Alinor ed Esperin potrebbe averla avvisata, proprio come con me, ma ovviamente questo lui deve darlo per assolutamente per escluso propinando una manfrina di parole da vittima povera ed incompresa… Ci crediamo tutti, Aiden! Infine da brava vipera subdola e doppiogiochista quale è, ecco che sgancia la perla finale, <<Invidio il sangue freddo del nostro re>>.



    Vuoi un applauso, ora? So che Re Lantis è il nuovo Gran Maestro degli Stregoni, non c’è bisogno di sbattermelo in faccia. Lo vedo. Lo avverto. Nonostante il senso di disagio mi sto sforzando di non dare segni di cedimento, mostrandomi forte, fedele e coraggioso perché il Re ha il mio rispetto. Che poi io non avrei nemmeno detto di reagire come lui, ma semplicemente di prendere un attimo di coscienza e dimostrare del decoro per un uomo che ha appena saputo che la sorella gli marcia contro. Lantis… Stento ancora a capacitarmi della carica da Gran Maestro, non lo nego, sapere che in un certo senso abbiamo il favore di Raiden come Dio non è facile da digerire per un mago. Ma non posso biasimarlo, perché sono cosciente che a Lantis non sia stata data la possibilità né di scelta né di rinuncia, ed io ho giurato di servire i Raeghar fino alla morte e… Lantis è un Raeghar.



    Deirdre incurante di tutto e tutti si diverte, come se tutto questo non fosse una catastrofe! Mi manda addirittura un bacio e la cosa mi lascia alquanto perplesso facendomi inarcare un sopracciglio: che oltre agli anni abbia anche perso il senno? <<Certamente Comandante>>, sono le uniche due parole in croce che mi limito a dire ad Urthadar pur di porre fine a questa conversazione senza né capo né coda.



    Che si tenga pure la ragione, io so bene di aver detto cose giuste. Complice il nervosismo che ha scatenato in me questa inutile discussione quasi non mi rendo che qualcosa si strusciando contro la mia gamba e nonostante cerchi di vedere cosa sia stato a quanto pare non è nulla… Bah! Guardo perplesso Cassandra riconducendo a lei il contatto come segno di stare in silenzio ed io facendo spallucce eseguo ignorando il commento della Feralys.



    Sempre opportuna quella donna...
    Ultima modifica di Damnedgirl; 11th September 2015 alle 20:55



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  2. #2362
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Finalmente hanno capito che è inutile parlare dell'Adamantem, hanno capito che è inutile e non se ne fa nulla?
    Il discorso passa sul canotto Waters:
    "Certo, si starà facendo stringere il corpetto del vestito dalle sue ancelle per sembrare più magra, o si starà ingozzando di nascosto, come al solito."



    <<Questo è un giorno fortunato, magari Raiden ci fa la grazia e la fa esplodere quando si sarà strafogata abbastanza, oppure si affogherá strozzandosi!>> sghignazzo divertita.



    Guardo Vicent ritirando la mia radice, ma quell'essere inutile osserva il primo con il solito sguardo intelligente non capendo un cazzo...e che palle!



    <<A Vincé.....e sei proprio na palla!>> lagno in sua direzione, sbruffando rumorosamente. Dai, guardami stranito alzando il tuo sopracciglio non capendo un cazzo come al solito, tanto ormai il copione lo sappiamo tutti a memoria!



  3. #2363
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    Quella somara non si fa vedere e i bambini iniziano a soffrire l'attesa: si esagitano, si accusano, il Comandante si esibisce persino in una totale perdita del controllo della sua telecinesi. Forse, di tutto questo guazzabuglio, è la cosa più divertente. Continuo ad osservarli, ammetto che un poco mi torna il buon umore. Ma ancora, il mio corpo non risponde ai comandi del cuore. Loro discorrono di Adamantem, dicono a volte cose stupide, altre più razionali e logiche, sicuramente ho bisogno di sapere cosa sta succedendo al Castello Nero e Lady Feralys, la quasi vedova, mi fornisce addirittura una spia su un piatto d'argento. La nobildonna è stata poco saggia a parlarne dinanzi a tutti, quando la osservo severo mostro comunque dell'interesse. Si scatena una specie di isteria collettiva e volto leggermente il collo per osservare Lumen con la coda dell'occhio: è strano non sia ancora intervenuta, il suo cervellino bacato sta forse elaborando troppe informazioni. Quando riporto l'attenzione al tavolo, non vedo la loro discussione accennarsi a spegnersi e sono stufo di attendere quella mocciosa. Espiro pesantemente e senza volerlo, rilascio la mia aura di tenebra sui presente. Accidenti, ho perso il controllo, mi pare che il mio potere straripi di energia da tutti i pori, il dono di Raiden... devo esercitarmi a controllarlo. La mia notte si estende rapidamente nella sala, inizieranno certamente a subirne gli effetti e non voglio scatenare altri episodi nevrastenici. Faccio leva su tutta la mia forza mentale, io... devo farcela, devo tirare le briglie al cavallo nero che sta galoppando sulle loro teste. Il mio autocontrollo ha successo, lo sforzo è grande ma ho successo. Respiro, cercando di di riportare il cuore a battere quietamente e inizio a intavolare il mio discorso. "Abbiamo abbondantemente affrontato l'argomento Adamantem... poi vorrò discorrerne con voi in privato, Lady Feralys" dico cercando di controllare la mia oscurità. "La Consigliera avrà avuto dei contrattempi che dovrà giustificarmi per filo e per segno... ora occupiamoci della prossima battaglia: l'Abgruntis" esplico non riuscendo a trattenere un ghigno nel pronunciare il luogo in cui avrò il dovere di celebrare la gloria del mio unico Dio. Avevo in mente di far scendere il Primo, perchè Sir Vicent è un mago e non vorrei rischiare che si deconcentri in un luogo tanto ostile alla sua natura. Avrei riproposto il Comandante, ma... perchè no, Raiden ha forse voluto darci un segno dandole un nuovo aspetto. Ghigno in un mezzo sorriso mentre osservo Deirdre dell'Ovest: come per Solumquae, se tornasse cadavere non mi importerebbe più di tanto, anche se è un'ottima combattente. Non è mai stata fedele alla mia famiglia, ci ha sempre disprezzati, è una nostra prigioniera da secoli, questo non è un segreto per nessuno. L'unica cosa che la tiene qui è l'anatema, non ne ha mai fatto mistero, nemmeno nelle sue esternazioni infantili. So che combatterà comunque con tutte le sue forze, la mando per questo, perchè a una vittoria all'Abgruntis dei reali è legata la sua sopravvivenza. E io mi fido molto dell'istinto di sopravvivenza di una strega, nel bene e nel male. Acqua e terra sono poi elementi opposti, dovrebbero coprire una maggiore probabilità di contrasti con gli elementi delle altre due fazioni. "E' di vitale importanza, soprattutto in questo momento, portare una vittoria all'Abgruntis... sarebbe un vantaggio eccezionale avere sotto il nostro controllo sia il luogo sacro dei maghi e sia quello degli stregoni" spiego con calma, cercando di illustrare bene la faccenda. "Tutti conoscono l'Abgruntis: la sua enorme quercia di ombra e sangue, dalle cui radici si può estrarre il terribile veleno che ha ucciso mio padre, la tradizione del sacrificio dei mai nati, la leggenda che i più terribili stregoni si trasformino in demoni dopo la loro morte... certamente, Tywin è lì con loro, adesso" aggiungo come facessi una lezione di storia delle razze. La voce non si incrina nemmeno quando nomino mio padre Rickard. Ovunque tu sia so che mi guardi preoccupato, ma gli Dei vogliono questo e la tua morte... è vendicata, quel cane... io lo so che c'era quel cane dietro tutto questo. Raiden ha messo le cose apposto, così come dovevano essere dall'inizio e con la potenza del nostro esercito lo dimostreremo. Stringo il pugno, che è poggiato sul tavolo e guardo le mie due prescelte: "Cassandra De Lagun, scenderai tu in campo questa volta e... Deirdre dell'Ovest... siete tornata giovane giusto in tempo, venerabile septa". Mi rivolgo a loro sempre con freddezza, ma piano piano inizio a gestire meglio il legame tra cuore e mente. E i pensieri di questa riunione iniziano a tormentarmi... devo spazzarli via, almeno adesso. Non sono che inezie in confronto a quello che sta succedendo, non posso distrarmi. "L'ultimo punto di questa riunione proviene dai laboratori alchemici del Castello: i nostri alchimisti hanno scoperto una pozione curativa, estratta dai semi di Sepyra, ma di questo ve ne parlerà in dettaglio il capo alchimista in persona, appena giungerà alla Torre" concludo rilassando la spalla e alzandomi da tavola. "Mi ritiro per riposare in quella che era la stanza di Esperin... Lady Feralys, vi farò chiamare appena sveglio... e vorrò discorrere anche con Lady Alinor, che qualcuno l'avvisi. La riunione è finita" dico lasciando la sala. In realtà non mi sento stanco, cercherò di riposare solo perchè è la mia mente che mi suggerisce che sia opportuno farlo. Non dormo da un sacco di notti, il mio corpo potrebbe avere un tracollo.

    Aura di tenebra -> Interrotta
    Gli stregoni nascono dall’oscurità, per tale motivo hanno una forte affinità con le tenebre e tutto ciò che di più malvagio esista. La loro aura ha profonde radici nel male e da esso traggono energie. La loro presenza incute sempre un certa negatività, seppur lieve, ma la particolarità sta nel fatto, che riescono ad amplificare questa sensazione che infondono a chi gli sta attorno. I’intensità dell’aura ed i suoi effetti, cambiano a seconda del grado.

    Maestro – Infonde Terrore: Si hanno palpitazioni, ci si sente sottomessi, in alcuni casi sopraggiunge tremore ed ansia, altera la percezione che si ha di lui, divenendo una figura terrificante.

    NB: L'aura di tenebra è interrotta, quindi ne subite tutti gli effetti, che però svaniscono nel post stesso in cui la subite. Il discorso di Lantis, quindi, potete seguirlo.

  4. #2364
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Seguo i discorsi che si susseguono, Aiden mi pare calmarsi ma indubbiamente è ancora sotto shock, così come Vicent.



    Stiamo tutti cercando di elaborare le notizie che ci sono giunte, i due uomini iniziano persino a discutere e io vorrei tanto fare qualcosa per calmare tutti. Se avessi più potere sulla mia simbiosi, potrei instillare loro un sentimento di calma, ma purtroppo non ho potuto dedicare molto tempo agli allenamenti da quando sono Primo. Devo assolutamente rimediare, ne va del bene di tutta la fazione. Non conoscevo il potere telecinetico di Aiden e se lo conto agli altri due suoi posso dedurne che è diventato maestro. Questo mi rallegra, perchè significa che stiamo diventando più forti, nonostante abbiamo perso Esperin. Non avevo ancora pensato freddamente come Lantis alla parte relativa alla guerra. Non ci riesco ancora. Mi sembra di sprofondare in un incubo sempre più nero da cui è sempre più difficile svegliarsi.



    Tutto si ottenebra, le voci si fanno sempre più ovattate e pare che scenda una notte senza stelle nella sala. Osservo Lantis e i suoi occhi iniziano a brillare di fulmini, le sue labbra si piegano in un ghigno. Quel volto tanto amato, inizia a trasformarsi in quello di un demone, lo sguardo rosso sangue e nelle orecchie posso percepire distintamente l'urlo di tutti i bambini al confine. Non si toccano i bambini, io dovevo fermarlo.



    Osservo Lady Adamantia e mi pare che mi stia parlando, che mi stia rivolgendo parole arcane che non comprendo. Il suo volto muta, la sua espressione è di delusione, di disapprovazione: è Esperin che mi parla furiosa nella Valmorghuli, che diventa sorda alle mie implorazioni. E' lei che non ha avuto riguardi per i suoi compagni, non può parlarmi così. Stringo per riflesso la mano di Vicent ma quello... quello non è più lui, è mio fratello che mi guarda con al stessa espressione della principessa. Il battito cardiaco mi va in fibrillazione, ansimo come avessi affrontato una fatica immane. Poi, piano piano, tutto si rasserena, la luce torna a illuminarci, la mano che stringo è quella del mio amico e Lady Adamantia riprende le sue fattezze. La voce di Lantis irrompe come un tuono.



    Ascolto ogni sua parola, soprattutto riguardante la prossima battaglia: l'Abgruntis. Scenderò in campo nella terra degli stregoni, dove il male scende tra gli uomini e scatena la sua tenebra. Accanto a Deirdre dell'Ovest. Avevo inteso giusto, quindi, quella strega è proprio lei. Ripenso a quel luogo, non credo di esserci mai stata ma ne ho sentito parlare così tanto che mi pare quasi di vederlo. Sono un'elfa, sono legata alle leggi della natura e so bene come sia importante la tenebra accanto alla luce, la morte accanto alla vita, il male accanto al bene. L'esistenza di posti come l'Abgruntis è quindi necessaria per l'equilibrio naturale, ma non riesco a non provarne ansia, turbamento. In quello stesso luogo, Lantis sacrificherà dei bambini. Anche questo fa parte di ciò che deve essere, ma non posso fingere che sia serena a riguardo. Sono un soldato, però, e devo combattere questa guerra così da farla terminare. Dobbiamo andare avanti nelle battaglie, o questa situazione terribile non finirà mai. Per il bene regno, per il bene del popolo, lo spettacolo deve continuare perchè ormai è in stato avanzato. Non doveva proprio essere iniziato, non dovevamo permettere da subito che i semi dell'odio germogliassero. Ora è tardi, dobbiamo cercare di rimediare e di porre fine a questo orrore. "Agli ordini, Maestà, darò la vita se sarà necessario per portarvi l'Abgruntis" affermo decisa, sicura. E' la cosa giusta da fare, gli Dei Siamesi comprenderanno il mio tormento e la mia necessità. Loro non sono ciechi e sordi. Loro vedono, loro compatiscono insieme a me. Ascolto anche il resto del suo discorso, a quanto pare il capo alchimista verrà a farci visita per svelarci i poteri di una nuova pozione, distillata dai semi di Sepyra. Interessante, avrò molto da imparare a riguardo. Poi, si congeda, affermando di voler parlare con la Feralys e con Lady Alinor appena sveglio. In effetti, sono piuttosto delusa dall'assenza di Lady Alinor, se è davvero diventata Consigliera, dovrebbe assistere alle riunioni. O forse ha ragione Vicent, forse Esperin le ha scritto. O forse, ha avuto un imprevisto. Appena Lantis se ne va, comunque, approfitto per portare a termine il mio compito, consegnare a Lumen ciò che ho trovato nelle tasche di Lord Tywin. "Altezza" dico avvicinandomi a lei "questo era nelle tasche di vostro zio. Ho pensato fosse giusto consegnarvelo". Mi guarda e mi sorride, prende l'anello con sè e lo ripone in una tasca. "Penso di sapere per chi fosse... mi occuperò io del resto, Primo. Vi ringrazio" mi risponde gentile. Non sembra perturbata dagli ultimi eventi, come avesse indossato uno scudo. Forse sta ancora elaborando. Mi risiedo accanto a Vicent e cercando di attirare l'attenzione di tutti, faccio un colpo di tosse e chiedo: "Signori, penso sia opportuno che le guerrieri ci parlino del Sinelux".



    A Lantis non è importato, per lui è solo un territorio perso. Contano solo i risultati, eh? O magari era troppo concentrato sul tradimento di sua sorella e non ha voluto darlo a vedere.

  5. #2365
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    «Lady Alinor… so di non essere stato un perfetto compagno d’armi in questi ultimi giorni… cioè… da quando sono arrivato in realtà…» mi fa il giullare.



    «Ho pensato che donarvi questo piccolo vaso potesse in qualche modo ristabilire la pace tra me e voi…» riprende poco dopo, tirando fuori una sorta di sfera cava, un vaso direi, eccentricamente colorata.



    «a Vygrid, alcuni anziani… usano donare qualcosa di caro per appianare i rapporti tra due famiglie in lotta…» mi spiega in seguito mentre prendo in mano il presente. Lo scruto, sempre stranita, da ogni lato, cercandone forse una qualche bellezza. E' orrendo, veramente orrendo.



    "E' un pensiero davvero gentile Gildas..." gli dico però, sforzandomi di sorridere. Non ho idea se possa essere sincero o meno o se si stia solo burlando di me. Accettare un presente comunque non mi potrà di certo nuocere.
    "Apprezzo il gesto...lo metto qui.." faccio poggiando in modo maldestro il coso strano sulla prima base che trovo in camera.



    "Farò mettere dei fiori dalle mie ancelle.." continuo accarezzando la superficie liscia dell'oggetto.
    Torno poi verso di lui, mantendendo comunque una certa distanza. "E per il resto...Pace fatta." concludo, anche se poco convinta, facendogli un occhiolino.



    Spero sia tutto, la riunione dev'essere già cominciata.
    Ultima modifica di scarygirl; 3rd September 2015 alle 00:37


  6. #2366
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Terminato il mio sfogo sul mammalucco dei ghiacci, faccio per rimettermi a dondolare sulla sedia, quando un fischio insistente alle orecchie mi porta a tornare in equilibrio e con la testa incassata tra le spalle per il fastidio.



    Stringo un attimo gli occhi per la sorpresa, giusto una frazione di secondo prima di riaprirli per osservare un'ombra nera che cala dalle nostre teste, proveniente dal mio Signore...questo è il modo di richiamare attenzione!



    Difesa - Maestra
    Capacità di schermare la propria mente da attacchi psichici ed illusori (si attiva automaticamente e l'incantatrice che lo usa avverte un formicolio alle tempie):
    Scudo della mente - Se l’attacco arriva da un raggio di 10 metri, si riconoscono tutti gli attacchi di tipo illusorio.
    Il mio scudo mi protegge da essa, noto con soddisfazione di essere totalmente coperta mentre l'incubo mi sfiora la protezione...non posso sbattere in faccia al Gran Maestro l'inutilità della sua aura su di me, ne voglio però fare la figura delle debole davanti a lui.
    Reciterò una via di mezzo: stringo forte gli occhi e digrigno i denti, abbassando il capo. Mimo anche qualche tremolio per tutto il busto e mettiamoci anche un pugno ben assestato al tavolo, va, giusto per aggiungere dramaH!!
    Vorrei osservare gli altri, ma mi concentro sulla mia sceneggiata sperando che la noti e pensi che sono forte, molto piu forte di quanto si poteva mai aspettare.



    E' quando sento il fischio interrompersi, che vedo la nebbia melevola diradarsi, come ritirata da lui stesso....non sprecarla per questi quattro stolti!
    Fingo di essere appena-appena spaesata, fissando i miei occhi ai suoi senza però un briciolo di paura, giusto appena socchiusi come se avessi fatto un sforzo tuttavia sostenibile per resistere alle sue tenebre: non lo prendo in giro, ne lo sto sfidando.
    Voglio che sia orgoglioso di me, che Raiden attraverso di lui veda tutta la mia ferale impazienza, che stia sicuro che sono tornata e sono pronta a compiacerlo.



    Prende parola e nessuno osa fiatare: come immaginavo tratta con frettolosità ciò che riguarda l'Adamantem, risolvendo come me che c'è ben poco da fare ora, ma ovviamente non gli è sfuggita la possibilità di una spia al suo interno, come credo a nessun'altro...che altra via potrebbe esserci?
    "E' di vitale importanza, soprattutto in questo momento, portare una vittoria all'Abgruntis... sarebbe un vantaggio eccezionale avere sotto il nostro controllo sia il luogo sacro dei maghi e sia quello degli stregoni"
    Scalpito con i piedi sotto la sedia: vorrei urlare, vorrei piagnucolare grondando muco dal naso e avvinghiarmi alla sua gamba, per pregarlo di mandare me. Non posso permettere che l'Abgruntis....
    D'un tratto...sento che non ho bisogno di scenate: il Gran Maestro mi osserva, ghigna malvagio e io gli rispondo con lo stesso ghigno, abbasando il capo.
    "... Deirdre dell'Ovest... siete tornata giovane giusto in tempo, venerabile septa"
    Si......si........SI. Le mani mi tremano per un attimo, la testa annebbiata di mille pensieri, cose da fare, ma è tutto in disordine.
    Alzo la testa di scatto, portandomi in piedi:
    <<Mio Signore. Non è Deirdre dell'Ovest che sta parlando a Lantis Raeghar, discendente dei suoi aguzzini. Qui davanti al suo Gran Maestro c'è una strega che GIURA proteggerà l'Abgruntis!>>
    Con queste parole chiarisco a chiunque che non è dimenticata la mia storia con i Reaghar, nulla è cancellato, e non è a Lantis che sto facendo questa promessa, ma al nuovo Primo Figlio di Raiden.
    Ascolto le ultime novità sulla scoperta di una nuova pozione da parte dell'alchimista reale, e non appena il mio Signore va via, raccolgo i fogli del Comandante senza sedermi.
    Il Primo sta parlando con Lumen, quindi mi rivolgo ad Aiden alzando i fogli al lato del mio viso:
    <<Vado a ricopiarli in biblioteca per me, torno subito!>> esclamo raggiante.
    Raggiungo gli scalini salendoli due per volta, mi sento davvero energica, ma devo riordinare un secondo le idee....speravo di avere pi< tempo, ma ora mi rendo conto che me ne sbatto altamente: meglio così.
    Non ho bisogno di ricopiare proprio un cazzo ma lo faccio comunque velocemente, strappo un foglio ottenendo un pezzetto di carta piu piccolo, sul quale trascrivo un messaggio per Nymeria.
    Ritorno velocemente in sala dopo essermelo posto in tasca, riportando i documenti sia del Comandante che i miei, lanciando malamente i primi al centro del tavolo.



    Prendo posto vicino a Nymeria, aspettando il momento migliore per passarle il foglietto, mentre la Cassona con la quale dovrò scendere in battaglia prende parola:
    "Signori, penso sia opportuno che le guerrieri ci parlino del Sinelux".
    Mi gratto il capo, voltandomi verso le due interpellate: chissà che hanno combinato in mezzo a quel buio, l'ultima volta che ci andai io fu un'orgia memorabile.


  7. #2367
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS



    La septa continua a dare segni di cedimento mentale seguiti da sprazzi di lucidità e mi viene dietro con lo sberleffo sulla dolce, piccola e zuccherosa Lady Waters. Non trattengo un sorriso amaro, nemmeno quando Deirdre cambia soggetto e si concentra su Vicent, dovremmo darle del bromuro o qualcosa che la faccia dormire, magari per sempre.


    Lantis non accenna a fare un verso e la cosa non è affatto positiva: si sta irritando, per l’assenza di Alinor e per le nostre discussioni basate, purtroppo, sul nulla. La forza della sua aura preme sulla mia e la schiaccia come una suola di stivale farebbe con uno scarafaggio, la sensazione è terribile, ma per lo meno gestibile. Almeno finora.
    Il suo sguardo si posa su di me, ma non riesco a decifrare quello che sente: interesse? Noia? Disprezzo? E’ come se indossasse una maschera, sembra una caratteristica comune nei prescelti dal dio Raiden, anche Tywin aveva sempre addosso quell’espressione dura, persino durante il nostro intenso incontro a letto, anche se in quell’occasione sono riuscita a strappargli più di un gemito di piacere.
    Il solo ricordo mi provoca un brivido che mi scuote le spalle e il battito del cuore accelera leggermente, riempio il calice con un altro po’ di vino, stavolta senza l’aiuto delle radici.


    Vorrei tanto essere come queste svampite che ogni tanto si perdono nel loro nulla, avvolte da nuvolette soffici a rincorrere coniglietti rosa. Niente pensieri, niente problemi, la vita le sfiora e loro si spostano facendosela passare accanto come se fossero semplici spettatrici, guardone alla finestra a giudicare ciò che fanno gli altri.
    Purtroppo non sono fatta così, io la vita la afferro, la mordo, la mangio e ne assaporo il succo, a volte è dolce, altre volte, più spesso, i bocconi sono amari, ma guai a lasciarla andare senza muovere un dito pensando che gli altri prendano le decisioni per te. Ho dovuto imparare, per il mio bene, ho dovuto graffiare, lottare e scalciare per arrivare fin qui e nessuno mi toglierà quello che è mio.
    Hanno spostato il traguardo? Si tratta di fare qualche metro in più, non è niente, ce la posso fare. Poggio il bicchiere alle labbra e faccio un piccolo sorso, poi la mia mano comincia a tremare, dapprima impercettibilmente, poi sempre più forte. Il liquido ambrato si rovescia un po’ sul tavolo, la maggior parte a terra.


    Lo osservo terrorizzata, non è stata colpa mia! Non volevo, io non volevo! Guardo Lantis, il viso sformato dall’odio per me, e con lo sguardo gli chiedo perdono, lo supplico di non punirmi. Io cerco sempre di fare la cosa giusta, ma non ci riesco, non so perché, non ci riesco e basta.
    Perdonami, è un sussurro il mio. La gola è stretta in una morsa, mi manca il fiato e non riesco quasi a respirare. Comincio ad inalare aria rumorosamente, bramando un soffio di vita, che finalmente arriva.
    Le nebbie si diradano e riprendo il respiro regolarmente, poi faccio cenno alla seva di pulire a terra e versarmi dell’altro vino. Cosa mi è successo? Anche gli altri? Mi guardo intorno e vedo che, sì, tutti i miei compagni al tavolo hanno lo sguardo spaesato, spaventato, forse è stato il Gran Maestro.
    Ascolto Lantis, vuole parlarmi da solo, in seguito. Gli faccio cenno affermativo col capo e attenderò che mi chiami al suo cospetto. Sento ancora la sua voce ferma e monocorde mentre ci aggiorna che il prossimo campo di battaglia sarà l’Abgruntis e a difendere i nostri colori saranno la septa e Cassandra.
    La guerriera è molto brava, Deirdre riuscirà nuovamente a cavarsela. Sorrido, lei se la cava sempre. Infine un accenno su una pozione curativa, potrebbe essere utile, ma in questo momento è l’ultimo dei miei pensieri.
    Cassandra si avvicina alla regina dopo che Lantis è andato via e le consegna qualcosa, non riesco a vedere di cosa si tratta, seguito da due parole: probabilmente le ha fatto le sue condoglianze. Il primo si risiede e ci crede del Sinelux.


    Mi alzo dal mio posto e mi avvicino anch’io alla regina, l’abbraccerò con affetto e le darò due baci sulle guance, in ogni caso le dirò a bassa voce: “Sono addolorata per la perdita, voi sapete benissimo com’è il mio stato d’animo in questo momento”.
    Dopodichè mi rivolgerò ai presenti: “Il Sinelux è una landa disperata e piena di insidie. Sono scesa in battaglia consapevole che sarebbe stata dura, ma non mi aspettavo certo quello che ho vissuto con i miei occhi. L’oscurità era ovunque, non vedevo nemmeno le mie mani, nonostante questo ho provato ad affrontare due reietti per volta usando il mio fuoco, ma, evidentemente, i nemici erano già stati avvisati dalla principessa dei miei poteri, dei nostri poteri. Non ho potuto fare molto quando la spada della bastarda Urthadar ha reciso i legamenti del mio ginocchio impedendomi i movimenti e poi mi ha infilzato al ventre. Le ho inferto numerose ferite al volto, ma …” – mi blocco, ho detto già abbastanza della mia scarsa prestazione – “Dopo ho anche dovuto raccogliere i pezzi della mia compagna, potete comprendere il mio stato d’animo e perchè sono stata tanto tempo nella mia stanza.”
    Abbasso lo sguardo e continuo, non ho ancora finito: “Ho commesso degli errori, non lo nego, ma non avevo il cuore leggero. Ero piuttosto turbata per ciò che mi era successo appena qualche ora prima. Il Primo è informato, sa tutto. Qualcuno si è introdotto in camera mia e, con un espediente di quart’ordine, ha tentato di minare il spirito guerriero. E beh, ci è riuscito in pieno, purtroppo.”
    Termino il mio discorso, per ora, e resto in piedi accanto a Lumen ad ascoltare il resto.


  8. #2368
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria Hammerfell

    <<Certo, si starà facendo stringere il corpetto del vestito dalle sue ancelle per sembrare più magra, o si starà ingozzando di nascosto, come al solito.>> provoca ancora la stregaccia riferendosi a Lady Alinor.



    Sostengo il suo sguardo di sfida, sicuramente non sarò io a cedere, Adabella che te la fai con il Lord. Uh già, ora il tuo protettore è morto, in quale letto andrai a riscaldarti ora? Ti pavoneggi tanto a reginetta solo perchè hai un nome altisonante e un podere alle spalle, ma con me non attacca... Un giorno anche io avrò tanto di quel denaro da comprarmi tutti i titoli che voglio. Accenno un sorriso maligno senza staccarle gli occhi dalle sue iridi quando un moto di terrore mi coglie alla sprovvista, tremo sempre più visibilmente tanto da far rovesciare il calice di vino, il cui liquido purpureo si espande sulla superficie del tavolo. Che mi sta succedendo? Chiudo gli occhi e premo con le mani le tempie come per scacciare via le immagini di orrore che invadono la mia mente: ansimo, il cuore scalpita, ma dopo interminabili istanti tutto torna lentamente alla normalità. Mi guardo intorno spaesata, poi con le mani ancora un po' tremanti raccolgo il calice e lo riempio di nuovo nettare degli dei per inumidirmi la bocca seccata dal forte spavento.
    La voce del Re irrompe nella sala, ci comunica il prossimo campo di battaglia e i nomi dei guerrieri tra i quali non figuro ancora: saranno il Primo e la septa a dover riportare a casa la vittoria.







    <<Mio Signore. Non è Deirdre dell'Ovest che sta parlando a Lantis Raeghar, discendente dei suoi aguzzini. Qui davanti al suo Gran Maestro c'è una strega che GIURA proteggerà l'Abgruntis!>>



    dichiara la strega prima di congedarsi per ritornare poco dopo a sedersi accanto a me. Mi auguro che tenga fede al suo giuramento, ho bisogno di questa vittoria.
    Anche Adabella prende parola per spiegarci, o meglio per propinarci le scuse del suo fallimento al Sinelux... Quanta fatica per non sbadigliarle in faccia!
    Ultima modifica di albakiara; 17th September 2015 alle 00:52

  9. #2369
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Vicent si zittisce credendo di darmi un contentino, come fa ogni persona che si è resa conto di aver dato aria alla bocca per niente, lo vedo pure fare facce strane ma scelgo di ignorarlo, abbiamo già perso fin troppo tempo e Lantis non ha ancora proferito parola.


    Inutile sottolineare quanto poco mi piaccia il suo silenzio. Adamantia e Deirdre continuano ad insultare abbastanza chiaramente la... consigliera... Dei, difficile non pensare al suo nuovo ruolo senza ridere! Da futura regina a scribacchina reale!


    Anche se credo che manterrà la carica ancora per poco, dato che al suo arrivo, se mai Raiden ci concederà una tale grazia, dovrà sicuramente spiegare per filo e per segno la causa del suo ritardo. Propendo per "mi sono addormentata" e "non avevo voglia di vedervi", anche se "non entravo nel vestito" rimane una forte possibilità. Osservo il Gran Maestro, chissà che provvedimenti prenderà, spero solo di non fare la stessa fine di Alinor... non penso che vorrà levarmi la carica di Comandante per il mio piccolo sfogo. A chi potrebbe darla, a Dreth? A Fanon? Ma per carità. Tengo però d'occhio le guardie, mi pare che mi stiano osservando, alterno lo sguardo tra loro e il re... ha forse dato un ordine mentre non prestavo attenzione? Osservo anche i servi, pure loro mi controllano, e... sono armati? Che storia è mai questa? Con il cuore che batte sempre più forte sposto lo sguardo su ogni mio compagno seduto al tavolo, mi stanno fissando tutti, non si muovono, non parlano, i loro occhi vuoti sono fermi su di me come se stessero aspettando solamente un segnale per saltarmi addosso e catturarmi.


    Una singola goccia di sudore mi riga la tempia: quand'è che hanno smesso di discutere? Stringo il duro legno del tavolo con le mani, mentre invano cerco una qualunque spiegazione nel volto impassibile di Lantis. Che cosa vi ho fatto? Come vi ho deluso? Sono stato un degno servo del nostro dio, mi pare! Non ce la faccio a rimanere fermo, non posso aspettare il loro tradimento senza reagire! Tento di alzarmi in piedi ed evocare la mia spada ma le gambe me lo impediscono, mi rendo conto solo ora che stanno tremando senza controllo, proprio come le mani e la mia mascella. Stringo forte gli occhi, i pugni, e attendo la fine con il solo suono del mio cuore a tenermi compagnia... quando la voce del re irrompe nel silenzio e mi spinge a riaprire di scatto le palpebre. "Abbiamo abbondantemente affrontato l'argomento Adamantem... poi vorrò discorrerne con voi in privato, Lady Feralys". Mi guardo intorno, anche i miei compagni sono spaesati, alcuni addirittura terrorizzati, non è difficile comprenderne il motivo... sarà una caratteristica dei Gran Maestri tentare di riportare la calma utilizzando il potere concessogli da Raiden. Riacquisto la lucidità e tento di seguire il discorso del re, nonostante il cuore fatichi a calmarsi: i punti cruciali del discorso sono due, ovvero la prossima battaglia, che prenderà luogo all'Abgruntis e in cui combatteranno Cassandra e Deirdre, e una pozione curativa che potrebbe aiutare il lavoro di noi guaritori.


    Annuisco, approvo la scelta, il Primo è tra i migliori di noi e Deirdre venderà cara la pellaccia, come sempre. La stessa strega conferma le mie parole giurando addirittura al Gran Maestro di proteggere la nostra Culla e non ho assolutamente motivo di dubitarne: gli Dei ci guardano, gli Dei giudicano, e gli Dei puniranno chi permetterà ai nostri nemici di mettere le mani su un territorio tanto sacro per la nostra razza. Il discorso passa velocemente sulla battaglia del Sinelux e Adamantia prende la parola prima di Araneae. So più o meno tutto, mi mancavano i dettagli, ma ciò che mi sorprende è quello che ci comunica alla fine della sua arringa. <<È molto grave quello che dite>>, ribatto tranquillo, con la bocca ancora un po' impastata. <<Ed è un'azione che andrebbe punita duramente. Avete sospetti su chi possa esserci dietro a questo fattaccio?>>, chiedo alla diretta interessata e al Primo. <<Le informazioni passate da Esperin sono state sicuramente cruciali per la vittoria dei Reietti, ma il morale di un guerriero è estremamente importante in una battaglia, per questo la cosa mi preoccupa molto. Non deve più succedere>>. Adamantia si sta ovviamente aggrappando a ogni appiglio pur di scrollarsi di dosso la responsabilità della sconfitta, ma sta di fatto che nessuno deve permettersi di boicottarci. Non sotto il mio comando.

    Our wills and fates do so contrary run

  10. #2370
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth


    <<A Vincè… Sei unaaaaaaaa pawuaaaaaaaaa>>, la voce della Strega dell’Ovest mi giunge alle orecchie distorta ed ovattata e sento che l’aria comincia a mancarmi accompagnata da un tremore alle gambe che mi impedisce ogni movimento.

    Paura.

    Il cuore mi batte all’impazzata nel petto ed un forte senso di negatività mi attanaglia l’anima, all’ansia che cresce si mescola anche il dolore, la rabbia e la frustrazione per tutto quello che sta accadendo qui alla torre. E’ inconcepibile. Le emozioni si mescolano in testa creandomi confusione e mi impediscono di distinguere ciò che è un incubo dalla realtà.

    Terrore.

    Ho fallito, è solo colpa mia, Esperin è fuggita perché non sono stato in grado di fermarla. Sono un uomo inutile, un fallito, un assassino… Quell’elfa. Gli occhi iniziano a farsi lucidi ma in un ultimo atto disperato trattengo le lacrime mentre alzo il capo verso il Re, alla ricerca di redenzione e di perdono. L’oscurità però sembra essersi incanalata dentro di lui, avvolgendolo con le tenebre che ora si diramano nei suoi occhi. Lantis… E’ perduto.



    Sottomissione.

    Non riesco più a sostenere lo sguardo, e fisso il tavolo, cercando di scacciare quell’immagine orribile dalla mia mente.



    Chiudo gli occhi, istigandomi a respirare, mentre la fronte si imperla di sudore per l’immane sforzo di resistere. Quello non può essere il mio Re, non è più Lantis… Ma Raiden o meglio è la marionetta del Dio che uccide e distrugge tutto per puro divertimento. Ed io lo odio, con tutta la forza che possiedo, e vorrei poter salvare Lantis dall’oblio di tenebre e perdizione a cui è stato condannato ma purtroppo sono cosciente che non posso fare proprio nulla, perché questa è la scelta di un Dio, dunque cosa sacra ed irrevocabile. Sento che il cuore potrebbe esplodermi, che le troppe emozioni potrebbero farlo smettere di battere, impedendomi così di giustiziare Dahmer, di lottare per l’onore dei Dreth e di salvare, almeno, Dohaeris… Ma poi, pian piano, tutto si dissolve nel nulla lasciandomi addosso solo un forte senso di spossatezza e di disorientamento.

    Normalità.

    Prendo un respiro profondo, istigandomi a riacquistare lucidità, quando un contatto alla mano mi riporta bruscamente alla realtà facendomi trasalire e puntare lo sguardo in sua direzione. Cassandra…?



    Ricambio la stretta, per darle forza, e solo dopo qualche attimo la lascio andare per fare cenno ad un servo di versarmi dell’acqua. Mentre la sorseggio va già un pò meglio e riesco ad ascoltare il discorso del Re senza però guardarlo. Quell’immagine… Permane ancora nella mia testa.



    Le informazioni di rilievo sono solo due: il prossimo campo di battaglia è l’Abgruntis in cui scenderanno Cassandra e Deirdre dell’Ovest ed una pozione curativa che potrebbe semplificare la vita di noi guaritori. Detto ciò il Re si congeda ed il discorso si concentra sulla battaglia al Sinelux… Cosa che Re Lantis non ha minimamente tenuto in conto. E' molto strano. Forse sta ancora elaborando il tradimento di Esperin e non ha voluto darlo a vedere... Ascolto attentamente il resoconto della Feralys che proferisce il discorso proprio accanto all’amichetta del cuore… Ma quanto sono false? Si ucciderebbero a vicenda se solo ne avessero l'occasione! Comunque mi annoto mentalmente che dovrò ancora una volta fare a Lady Lumen le condoglianze, ma in un secondo momento, prima vediamo di terminare la riunione.<<Ho commesso degli errori, non lo nego, ma non avevo il cuore leggero. Ero piuttosto turbata per ciò che mi era successo appena qualche ora prima. Il Primo è informato, sa tutto>>, dannazione, non vorrà dire delle terme spero! Sposto lo sguardo verso di lei stringendo leggermente la presa sul calice e sorseggio la mia acqua fingendomi calmo.<<Qualcuno si è introdotto in camera mia e, con un espediente di quart’ordine, ha tentato di minare il spirito guerriero. E beh, ci è riuscito in pieno, purtroppo>>. Ah. Era solo questo? Davvero? Somma Saraswaty che infarto! GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE! Tossisco leggermente, complice del liquido che mi è andato di traverso, e proferendo uno <<scusate>> appena udibile mi ricompongo. Non ha detto nulla, delle terme non sa niente nessuno e devo finirla con queste paranoie. Accantono il calice e fisso Lady Araneae in attesa di udire anche il suo di resoconto: chi l’ha ridotta in quello stato? E Andreus… E’ ancora vivo?
    Ultima modifica di Damnedgirl; 11th September 2015 alle 20:59



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •