Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 265 di 339 PrimaPrima ... 165215255263264265266267275315 ... UltimaUltima
Risultati da 2,641 a 2,650 di 3385
  1. #2641
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    Il Caos... Indubbiamente, Sir Aiden non può dirsi figlio del Caos, gli uomini come lui hanno il talento innato e spontaneo di dominarlo, di piegarlo a loro favore. Un'abilità essenziale nella politica, che è cosa mutevole, improvvisa, come lo è stata la morte di Tywin Leithien. La gente di interesse ha questi intrinseco fascino, che è anche la causa della loro peggiore infamia: per loro, gli Dei sono morti, ballano sulle loro carcasse seguendo il ritmo di musica più conveniente per poter fare i passi che vogliono loro. Ed Aiden Urthadar ora, sta danzando al suono della legge. Sostiene che rivolgerci alla Banca di Ferro sia una buona idea, ma posso vagliare la verità delle sue parole in base all'intensità della sua convenienza, come sempre. "Pondererò bene chi mandare laggiù" asserisco pensieroso. Una persona di fiducia, ma anche abile con la dialettica, una persona che sa bene come persuadere ed ottenere. Una contrattatore, come lui, ma su cui nutrire più fiducia, che in me, al momento, è ridotta ai minimi termini. Qualcuno vi chiamerebbe "merda in calze di seta", Comandante. "La mia scacchiera è sempre pronta per accogliere sfidanti degni di nota come certo vi mostrerete voi, Lord Urthadar" dico rimarcando il suo titolo e facendogli cenno di permesso nel congedarsi. So bene che non sei solo il Comandante delle guardie, non sei solo un cavaliere in questa guerra: sei il signore di un paese importante, strategico, ricco. Sei la vipera che bisogna accarezzare per poter guarire da questa emofilia.

  2. #2642
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alagos Fanon


    Raggiungo l’armeria con in mano il Vecchio scarpone piede 54 mentre dietro di me vi è Lady Loren, a quanto pare ha accettato l’invito …alle danze.
    "Ben arrivati!"
    E’ la voce in tono serio di Lady Alinor che si sta battendo contro un manichino ad accoglierci al nostro arrivo. Le sorrido chinando leggermente il capo con rispetto prima di spostarmi di qualche passo verso sinistra e posare lo scarpone all’interno dell’armeria accanto all’entrata sulla sinistra.
    Intanto Lady Loren si sposta sulla destra tenendosi il muro alle spalle e assumendo una posizione che sembra difensiva…ottima cosa direi, da quella posizione può vedere bene l’ipotetico campo di battaglia.
    Ritorno nell precedente posizione, davanti a me Lady Alinor, dietro accanto al muro Lady Loren…
    La nuova consigliera reale, socchiude gli occhi e in un attimo palesa nella sua mano accompagnato da una piccola onda acquatica un pugnale…la sua arma.
    Lady Alinor possiede un pugnale e governa l’acqua, mentre Lady Loren, ha un ascia che le ho già visto usare e comanda il vento, proprio come me.
    Lady Waters si avvicina di qualche passo intimandoci di farci avanti, questa donna è sicuramente una donna sicura del fatto suo e che non ammette sollazzi, non posso che ammirarla oltre che per la bellezza anche per il modo di fare, sorrido malizioso in sua direzione .
    Milady assume una posizione di difesa , i miei occhi restano concentrati sulle sua mani ci richiama nuovamente all’azione.

    Non perdo tempo, voglio affrontarla di petto. Corro velocemente in sua direzione con l’intento di ingannarla ma nel farlo invoco in un turbinio di vento la mia balestra con una freccia, assicuro il corpo dell’ arma alla schiena, sono piuttosto abile a farlo in corsa ma la freccia resta nella mia mano.
    Quando la raggiungerò, ho intenzione di abbassarmi il più rapidamente possibile con un scivolata, lei è molto abile a quel che si dice e probabilmente il suo pugnale finirà dritto conficcato in qualche parte del mio corpo se non sarò tanto svelto a bloccare con la mano sinistra la sua mano destra , ma se dovesse colpirmi dovrebbe sbilanciarsi in avanti e sfruttando la posizione mentre sarò a terra in corso di scivolata ,conficcherò la mia freccia con forza nel suo stomaco…mal che vada magari se sono fortunato potrei ritrovarmi con Milady addosso…
    Se riuscirò a ferirla e lei non cadrà cercherò di rotolare via di lato per sfuggire alla sua ira…

    Lindthor ---> Arma in forma dormiente.

    spero sia tutto ok.
    Ultima modifica di DELTAG; 23rd September 2015 alle 19:21

  3. #2643
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Il permesso per congedarmi giunge subito e mi allontano dal Gran Maestro con altro piccolo inchino. L'idea di lady Waters... è stata una bella sorpresa, non posso negarlo: mi domando però se non le sia stata suggerita da qualcuno. Qualcuno che la vuole nella posizione che le è stata miracolosamente concessa, magari per manovrarla, o semplicemente per levarsela di torno. Ma forse anche in questo caso sto cedendo alle mie paranoie, alla fine dei conti non ho mai avuto una vera e propria conversazione con la donna e non posso essere sicuro che sia una completa idiota, forse nasconde un lato di sé che potrei apprezzare... una mente strategica, o comunque una qualche traccia di furbizia. Se ciò corrispondesse alla realtà dovrei anche tenerla d'occhio, più di quanto pensi Lantis, perché sarebbe un errore sottovalutare l'amicizia che la legava con Esperin. Un'amicizia che comunque mi tornerà utile, se riuscirò a fare quello che ho in mente... ma preferisco aspettare il favore delle tenebre, anche se in questa Torre pare che non dorma mai nessuno. Vago un po' per i corridoi senza una meta precisa, rimuginando sulle parole del re, potrei andare in biblioteca e buttare giù qualche riga del documento per Vicent... Vicent, Vicent, è vero: eravamo rimasti d'accordo di allenarci. Fermo un servo che sta trasportando delle lenzuola e gli chiedo dove si trova il novello Lord, quindi mi dirigo verso la sala riunioni dove lo trovo seduto al tavolo. Forse sta pranzando, l'ora dovrebbe essere quella, in effetti ho un certo languorino. Lo saluto con un cenno prima di entrare in dispensa e afferrare una mela bella rossa e matura. <<Novità sul nuovo potere?>>, gli chiederò poi, tornando in sala da pranzo ma senza prendere posto. <<Ho un po' di tempo libero adesso. Se non hai nulla da fare, possiamo allenarci. Ma mangia pure con calma>>, gli dico affabile, addentando infine il frutto.
    Our wills and fates do so contrary run

  4. #2644
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult



    Ben arrivati!” Ci saluta Lady Alinor. E’ seria e di sicuro questo non è un allenamento blando, devo essere pronta a tutto.
    Di lei so che è un’abile guerriera dopotutto ha vinto anche una battaglia.
    Distende la mano destra nella quale compare, in una piccola onda d'acqua.
    Lo dicevo che fa sul serio.
    Si avvicina di qualche passo a me ed a Sir Fanon, sembra accigliata mentre solleva il braccio sinistro nella nostra direzione muovendo le dita avanti indietro, invitandoci ad avvicinarsi concedendoci la prima mossa.
    Mmm… è molto sicura di sé, beata lei! Quanto vorrei avere la sua sicurezza.
    "Avanti." Ci incita.
    Sir Fanon si posiziona davanti a Lady Alinor dandomi le spalle… sarebbe un’ottima vendetta attaccarlo, ma penso che per me sia più importante confrontarmi con la Consigliera che con lui.
    Dopotutto si vocifera che sia forte…
    Sir Fanon corre veloce in direzione di Lady Alinor abbassandosi in scivolata, non so che intenzioni abbia ma credo proprio che questo sia il momento di muovermi.
    Presupponendo che Lady Alinor presti attenzione a Sir Fanon mi faccio avanti lentamente evitando di ostacolare i movimenti del Sir, nel frattempo richiamo a me il mio elemento, il vento, lo sento dentro di me in tutto il mio corpo, continuo ad avvicinarmi più velocemente mentre alzo la mano destra facendo sì che vada verso la Dama, ormai dovrei essere a circa un metro da lei quindi dovrei riuscire a rallentarle i movimenti.
    Corro quindi verso di lei richiamando a me La Mietitrice e quando sarò davanti a lei punterò al suo stomaco.
    Sia in caso di successo che meno, indietreggerò cercando di raggiungere la mia posizione di partenza o perlomeno di allontanarmi il più possibile da lei e mi metterò in posizione di difesa.




    Scuola di magia e incantesimi:
    Alzando la mano al cielo l’incantatore è in grado di incanalarvi la propria energia e plasmare il vento:

    Allievo Vento boreale – Si crea un forte vento, il quale si propaga per la distanza di due metri, che oppone resistenza al nemico, rallentandone i movimenti

    Nordic Hero Battleaxe >> Forma dormiente
    Ultima modifica di Lilla_20; 25th September 2015 alle 18:04

  5. #2645
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Forse Aiden ha avuto qualche imprevisto, vuol dire che mi tocca allenarmi da solo e per giunta sotto la pioggia... Spero solo che l'acqua non stia creando problemi all’Abgruntis...



    Sospirando comincio a pranzare con zuppa (stavolta commestibile) ed idromele speziato e tra una pausa e l’altra mi costringo a scrivere un biglietto per Lady Feralys:

    “Perdonate le mie parole in biblioteca. Non era un momento felice... Lord Vicent Dreth”
    La odio e trovo imperdonabile ciò che mi ha fatto alle terme, ma essendo una compagna d'arme ed io un soldato ho l'obbligo morale di dover instaurare con lei almeno un rapporto civile, una collaborazione basata sulla reciproca sopportazione. Ci sono riuscito con Aiden, posso farcela di nuovo... Forza e coraggio. Ordino quindi ad un servo di mandarle una precisa composizione floreale assieme alle mie scuse e poi riprendo a mangiare con calma.



    Dei passi richiamano d'un tratto la mia attenzione, sollevo la testa e vedo che Aiden mi ha raggiunto in sala. Dopo aver preso una mela dalla dispensa torna da me e mi domanda, <<Novità sul nuovo potere?>>.



    Lascio stare la zuppa e pulendomi la bocca con un tovagliolo ricambio lo sguardo dicendo, <<ho fatto qualche prova con Sir Gildas sulle abilità più innocue e non possiedo né lo scudo mentale né la scurovisione>>. Aiden resta in piedi ma prima di addentare la mela mi informa di avere del tempo libero e che volendo può allenarsi con me. Sorrido lieto: non l'ha dimenticato allora. <<Ho quasi finito, gradisci dell’idromele speziato o del vin brulè?>>, con un cenno della mano chiedo a Theon di servire al Comandante ciò che preferisce ed intanto termino in tutta calma il mio pranzo.



    <<Comunque per i tre poteri rimasti, a meno che non si voglia distruggere l’armeria, avrei bisogno di molto spazio…>>. Piego le labbra in un sorriso beffardo ed indicando il giardino mi alzo in piedi domandando scherzoso, <<Tu non hai paura di bagnarti, vero?>>.



    Attenderò un attimo per ascoltare la sua eventuale risposta, poi incurante della pioggia raggiungerò il giardino piazzandomi sotto le piante, semi riparato dall'acqua. Non assumerò nessuna posizione di difesa o di attacco e quando Aiden mi avrà raggiunto dirò, <<bloccami i movimenti con una presa da lotta e poi usa il tuo fulmine su di me: se ho lo scudo di vento dovrebbe attivarsi...>>, se invece non lo ho finirò fritto. Mi lascerò quindi immobilizzare ed inspirando profondamente cercherò di concentrarmi tenendomi pronto a reagire con il mio nuovo potere.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 30th September 2015 alle 15:52



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  6. #2646
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Ascolto Vicent mentre mangio il frutto con gusto, Lantis o chi per lui ha scelto bene i giardinieri reali. Mi dice di aver fatto delle prove con sir Demonar e di aver escluso, oltre allo scudo mentale, anche la scurovisione. Accetto dell'idromele con un sorriso mentre rifletto sulle sue parole, sono entrambi poteri particolari e che meritano un allenamento intensivo e diverso per essere utilizzati al massimo delle proprie capacità. La scurovisione ci sarebbe stata molto utile al Sinelux, forse ci avrebbe addirittura garantito la vittoria, ma posso comprendere i motivi che la rendono una tecnica meno apprezzata delle altre. Quasi mi perdo il resto del discorso del Mietitore, ma riesco a comprendere che desidera allenarsi all'esterno invece che in armeria. Non ha tutti i torti, Dreth ha dimostrato di avere un potere non indifferente e se la sua nuova abilità risulterà essere particolarmente distruttiva potremmo causare non pochi danni alla struttura. Termino l'alcol e seguo il soldato in giardino, la pioggia è ancora forte perciò ci sistemiamo sotto delle piante. <<Bloccami i movimenti con una presa da lotta e poi usa il tuo fulmine su di me: se ho lo scudo di vento dovrebbe attivarsi...>>, mi suggerisce tranquillo Vicent, al che rispondo con un ghigno. Lo guardo con aria di sfida, alzando un poco il mento e cercando di incatenare le mie iridi alle sue. Mi piace tutto questo. Mi piace la nostra danza, questa rivalità che siamo costretti a soffocare. Questo, contrariamente al resto... è facile, dannatamente facile. <<Non sarà necessario>>, affermo, con una sfumatura di adrenalina nella voce. Ed è questione di pochi istanti: alzo la mano al cielo scuro, infuriato, potente, ed invoco il Fulmine. Superbo, fiero, irriducibile.

    Distruzione: Maestro - Ira di Zeus
    Si è in grado di generare un fulmine che piomba dal cielo di grandi dimensioni, il quale travolge il nemico, fulminandolo e provocando ingenti danni da folgorazione (130 volt)
    L'ho già fatto. So che posso rifarlo. Ed infatti il Tuono diviene schiavo dal mio volere: posso sentirlo, posso dominarlo. Lo scaglierò contro Vicent con tutta la sua spietata potenza: se ha sviluppato lo scudo di vento dovrebbe riuscire a difendersi, altrimenti ricominceremo da capo.
    Our wills and fates do so contrary run

  7. #2647
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    I miei occhi continuano a studiare attenatamente i miei due avversari fermi davanti a me.
    Non so molto dei due se non che sono una maga e un elfo. Ho solo visto Sir Fanon allenarsi, mi sembra che domini il vento, ma non ne sono sicura.



    Proprio quest'ultimo sembra accettare la mia proposta di farsi avanti, tant'è che mi sorride affabile prima di cominciare a correre nella mia direzione.





    Il giovane, che non si dimostra essere molto veloce, durante la corsa evoca la sua balestra riponendola dietro la schiena e tenendo in mano una delle sue frecce.
    Stringo in mano il pugnale, pronta a colpire, qualsiasi sia la sua mossa. Nel frattempo, lancio anche un'ultima occhiata a Lady Loren che comincia anch'essa a correre verso di me.



    Sir Fanon esordisce con una scivolata che prontamente evito balzando in aria per poi posizionare la mia arma perpendicolarmente al mio corpo in modo tale da colpirlo in petto quando cadrò su di lui, facendo attenzione a non essere colpita dalla sua freccia.
    E' in questo momento che vengo invesitita da un forte vento generato dalle mani di Lady Loren.



    Il magico attacco della fanciulla non mi balza all'indietro, ma rallenta i miei movimenti, infastidendomi la vista e quindi distraendomi. Cado quindi sull'elfo, prendendo di striscio la sua freccia all'altezza dello stomaco. Colpito o meno dal mio pugnale, farò una capriola in avanti sollevandomi da lui, tirandogli un forte calcio all'indietro sulla testa.
    Mi allontanerò rapidamente da lui puntando il petto di Lady Loren contro la quale lancerò il pugnale con tutta la mia forza.
    Mi allontanerò ulteriormente dalla traiettoria dei due prestando molta attenzione al loro prossimo contrattacco.


    Arma - Purifier - Forma Dormiente


  8. #2648
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    È sera

  9. #2649
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS


    Ho consumato il mio pranzo in camera, non avevo nessuna voglia di parlare con chicchessia. Dopo che i servi hanno portato via i resti del pasto, apro il cassettone e tiro fuori la scatola in legno pregiato che contiene il regalo di Tywin, completo dell'anello che avrebbe dovuto sancire l'apice della mia scalata. Richiudo rumorosamente il coperchio: è finito tutto in niente, così com'era cominciato. Oh Raiden, ti diverti così tanto a vedermi in ginocchio? Ma io non ho intenzione di arrendermi, mi rialzerò e mi ergerò ancora più in alto di prima, te lo posso giurare!


    Meglio rimettere tutto sotto chiave, questi gioielli hanno immenso valore ci manca pure che me li faccia soffiare sotto il naso così mia madre potrà ridermi in faccia e con tutte le ragioni del mondo.
    Misuro la stanza a grandi falcate, sono inquieta. Sono sola, non ho nessuno con cui confidarmi, nessuno con cui possa parlare apertamente delle mie aspirazioni, dei miei sogni, le mie speranze. Sorrido, ma il mio è un sorriso amaro: come sempre dovrò cavarmela da sola, come sempre dovrò lottare con le mie forze, esattamente come quella notte.
    E sia, ricominciamo il gioco. Nonostante ogni tanto abbia questi piccoli momenti di sconforto, niente e nessuno può farmi cambiare strada, nemmeno l'ostacolo più grande.


    Il suono delle nocche sulla porta di legno risuona nel silenzio della mia stanza facendomi quasi sobbalzare. E' possibile che non si possa rimanere in pace 5 minuti?
    Guardo in cagnesco l'essere inutile che mette piede in camera mentre mi porge un biglietto e dei fiori.
    "E questo che sarebbe?" - gli dico senza aspettarmi seriamente una risposta - "Sparisci da qui, mi appesti l'aria".
    Lancio il mazzo di fiori sul letto e leggo il biglietto, curiosa:
    “Perdonate le mie parole in biblioteca. Non era un momento felice... Lord Vicent Dreth”

    Chiudo gli occhi sospirando. Vicent, quell'idiota. Quando capirà di essere un emerito imbecille a mettere sempre in discussione quello che dico sarà troppo tardi. Cosa possiamo farci? Gli dei si sono dimenticati di dargli un cervello umano, non posso certo dare la colpa a lui se non capisce niente.
    Mi sdraio sul letto prendendo tra le mani i fiori ed annusandone il profumo. Sei proprio un bambino, Vicent, se pensi di tenermi buona con questi mezzucci da pochi soldi, dovresti osare di più, ora che sei diventato Lord ... Un ragazzino alla guida di un grande regno, addio casata dei Dreth! Dubito che sarà in grado di fare qualcosa di buono, soprattutto rinchiuso in questa torre. Ho ricevuto questa mattina una lettera da Asshai in cui mi davano lumi su Aeglos e tutto quello che è successo tra le mura del castello: se i Dreth sono stati tanto stupidi da permettere a quattro straccioni di fare scempio della loro famiglia, beh si sono meritati quella fine e si sono meritati Lord Vicent.


    Giocherello ancora con il mazzo di fiori tra le mani e ripenso alla lettera che ho ricevuto il giorno del funerale di re Rickard, quella in cui il vecchio Bolton mi scriveva dell'indisposizione di mio padre, non ho saputo più nulla dopo, nessun'altra notizia. Mi domando come stia e se quello che mi hanno detto sia tutta la verità o c'è altro sotto; non sono riuscita ad andare a trovarlo, tra il Sinelux e tutto il resto ... ma dovrò rimediare, la mia famiglia è tutto quello che ho in questo momento.


  10. #2650
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth


    Una semplice richiesta di addestramento e di aiuto a superare i limiti che mi sono imposto viene presa da Aiden come una scusa per farmi male. Glielo si legge in faccia. Solleva il mento, incatena lo sguardo nel mio assumendo quell’espressione di sfida che conosco fin troppo bene. Quando gli regalo un attacco lui risponde con ghigno, e ciò dice dopo <<Non sarà necessario>> lascia intuire esaltazione.





    Porta una mano verso il cielo ed è questione di pochi attimi prima che un bagliore sinistro squarci nubi e cada a picco verso di me.



    Cosa potrei fare: rotolare via facendo sparare a salve i fulmini ad Aiden, potrei rapidamente avvicinarmi a lui in modo coinvolgerlo, anche se in minima parte, nel suo attacco o potrei semplicemente stare fermo e provare uno scudo di vento. Ed infatti, anche se l’istinto di sopravvivenza mi consiglia la fuga, io non faccio assolutamente nulla, mi paro la testa con gli avambracci e chiudendo gli occhi stringo i denti cercando di attivare una difesa che… Non c’è. L'elettricità scorre violenta per tutti i muscoli ritraendo e contraendo ogni fibra che si contorce con le altre provocandomi un dolore lancinante.



    Sento scosse, innumerevoli e terribili scosse che mi bruciano la pelle, abbrustolendo in modo particolare avambracci e viso. Finalmente quando l’elettricità si riduce posso tornare a respirare, più o meno, le orecchie smettono di fischiare, il battito del cuore torna regolare ed io dischiudo le labbra lasciando uscire una piccola nuvola di fumo dalla bocca. Nonostante il corpo sia ancora in fibrillazione guardo in modo impassibile Aiden, cercando il suo sguardo prima di dire, <<Niente s-scudo di vent-to>>, dipingendo un sorriso amaro sul volto. Comincio a demoralizzarmi, quest’abilità non sembra avere alcuna intenzione di uscire allo scoperto... Stringendo i pugni attenderò che l’elettricità termini il suo effetto e poi consiglierò ad Aiden questo:<<Se ricordi Esperin qualche tempo fa usò un tappeto per poter trasportare sia lei sia Deirdre dell’Ovest. Copiando questo metodo potresti portarmi in alto, a massimo quattro metri di altezza, sfruttando la tua telecinesi e poi lasciarmi andare nella fontana? Vorrei testare il volo e mi sembra una buona idea… Credo>>. Se acconsentirà farò esattamente ciò che ho detto, se invece non accetterà allora vedrò di regolarmi di conseguenza…
    Ultima modifica di Damnedgirl; 30th September 2015 alle 15:55



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •