Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 268 di 339 PrimaPrima ... 168218258266267268269270278318 ... UltimaUltima
Risultati da 2,671 a 2,680 di 3385
  1. #2671
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    E' notte

  2. #2672
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Abgruntis

    Tutto va come speravo che andasse: Ryuk fa cadere la sua compagna, calpesto la reietta col mio piede. Appena allontanata da loro, il Leithien mi urla rabbioso parole di vendetta: sostengo fiera il suo sguardo e se i ribelli hanno vinto questa battaglia, deve dar la colpa solo a se stesso, al suo odio contro noi reali. Non ha pensato ad attaccare l'altra fazione, ha solo pensato a se stesso. Nonostante mi abbia sorpreso il suo gesto di aiutare una compagna in difficoltà, sono anche certa che lo ha fatto solo per cercare di vincere, come d'altronde ho fatto io, ma non ha fatto bene i conti. Non lo avevo attaccato per questo, ma non ricapiterà più. Mi allenerò ancora più duramente, diventerò più veloce e più forte, il mio potere sta aumentando da quando è iniziata questa guerra... ne coglierò i frutti, non gli permetterò di realizzare i suoi sporchi piani, quel trono non sarà mai suo. "Puoi giurarci Leithien: la prossima testa reietta che schiaccerò sarà proprio la tua!" ricambio freddamente, determinata e fiera come sempre sarò in battaglia. E ammetto che c'è una parte di me che lo trova stimolante: un avversario da sconfiggere, un rivale da annientare... sono un guerriero, questo non può lasciarmi indifferente. Lo vedo abbandonare l'Abgruntis e mi pare quasi che la furia di queste ore sia già un lontano ricordo, ha smesso persino di piovere... mi sento debole, affaticata tutta d'un tratto. Sto perdendo troppo sangue, potrei svenire e non me lo perdonerei per nulla al mondo. Mi volto verso Deirdre, dobbiamo tornare in fretta alla Torre, lei è cieca ma insieme... ma che fa? Usa le sue radici per raggiungere il Glados e... sarà tornata alla Torre senza di me? Meglio occuparmi della mia condizione, a quanto pare dovrò cavarmela da sola. Non potevo che aspettarmi una bastardata dalla Strega dell'Ovest. Potrei attendere di poter riutilizzare la simbiosi e chiedere l'aiuto di quei corvi sull'albero di tenebra e sangue ma... nel frattempo potrei morire dissanguata. A mali estremi, estremi rimedi. Il mio arco è ancora evocato, faccio spallucce e con la bocca tiro la cinghia della faretra, così da avvicinare al viso le frecce. Sempre con la bocca, ne addento una con cui, gettandomi entrambe le volte a peso morto, infilzo le mie braccia. Corro verso il Glados con la freccia cui sono infilzate entrambe le braccia in bocca come fosse un pugnale, lo varco e in un attimo... in un attimo sono alla Torre.

    Torre

    Mi guardo subito intorno, quasi è diventato un rifleso incondizionato il morso, che stringo più forte, sul corpo della freccia. Le braccia perdono ancora sangue, così come le mie ferite dai gomiti. Crollo in ginocchio, sono allo stremo delle forze ma voglio raggiungere l'infermeria, là potrò curarmi, con la pozione potrò sistemare... non devo chiudere gli occhi, devo rimanere vigile, non voglio che qualcuno mi veda così. Devo rialzarmi... devo...

    *ovviamente, Cassy è svenuta con la freccia in bocca U_U'''

  3. #2673
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Concludo la scivolata e senza appurarmi dell’esito dei miei attacchi mi sollevo rapido da terra, stringendo Selene sporca di fango esattamente come me. Faccio per assumere una posizione difensiva ma un bagliore bluastro proveniente dal Glados mi distrae catturando la mia attenzione. <<I guerrieri dall’Abgruntis stanno tornando>>, esclamo a voce alta, dando in questo modo la mia resa dall’allenamento che confermo dissipando la mia arma in tanti cristalli luminosi.



    Selene - Arma richiamata
    Quando però vedo apparire Cassandra il cuore mi esplode nel petto, l’ansia mi assale e il terrore si fa strada sul mio viso per lo spettacolo a cui sto assistendo.



    Scatto, senza nemmeno pensarci, vado verso di lei il più velocemente possibile afferrandola dall’armatura prima che finisca a terra.



    Chiamo Agatha e dopo averle sfilato dalla bocca la freccia con le braccia la passo ad Agatha ordinando di mettere gli arti in un secchio di ghiaccio dalla parte non mozzata, poi, stando molto attento a non farle male, me la carico in braccio e rapido raggiungo l’infermeria guardando preoccupato il viso di Cassandra. E' svenuta. <<Per favore resisti…>>, biascico con un filo di voce mentre la faccio distendere, delicatamente, su uno dei letti, poi muovendomi in maniera frenetica per l'infermeria arrotolo del ghiaccio in un panno sistemandolo vicino al braccio sinistro ed usandone un altro le tampono la ferita allo stomaco. Almeno da una parte dovrà pur smettere di perdere sangue, no?



    Vedo che le mani mi tremano, gli occhi pizzicano, sono visibilmente agitato ed un conato di vomito che mi risale prepotente in gola ne è la conferma... Ma resisto ed inghiotto di stizza, respirando pur di non perdere la lucidità.



    <<Il braccio destro, Agatha>>, dico alla serva che mi passa l’arto più sconvolta di me ed io rapido convergo in entrambi i palmi la mia magia curativa che si manifesta più luminosa che mai. Tocco il braccio dalla parte amputata per riattivare la parte di tessuto esterna…

    Difesa e Recupero - Rigenerazione:Avviene tramite tocco; (Maestro) Rigenera ferite di entità grave o mortale.
    Il sangue comincia a scorrere a ritroso ed i filamenti di tessuto si animano sotto il mio sguardo vigile. Provo dunque a ripetere lo stesso procedimento con la parte destra monca di Cassandra per annullarle il dolore e continuerò ad infonderle il mio potere fino a quando il braccio non mi risulta perfettamente sano. Purtroppo non so quali altre ferite abbia ed essendo svenuta non posso chiederlo, quindi avvicinerò la mano destra a pochi millimetri dal corpo di Cassandra e senza toccarla la muoverà lentamente su ogni per curarle altri eventuali danni. In ogni caso quando la rigenerazione sarà svanita in una nuvola di fumo bianco evanescente prenderò un catino d'acqua e bagnerò un altro panno passandoglielo sul viso cercando di pulirla dal sangue oltre che darle un po' di sollievo.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 8th November 2015 alle 23:58



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #2674
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Non riesco a colpire Vicent come vorrei, perchè non sono riuscita a coglierlo abbastanza di sorpresa. Il mio fuoco riesce a bruciacchiare entrambi, ma non nel modo in cui avevo previsto. Non so bene cosa sia successo al mio potere, sembra più forte ma non sono riuscita ad essere altrettanto efficace come ero prima. Credo che avrò bisogno di più allenamenti per gestire al meglio questa novità, ma con questi buzzurri è difficile: chiamano la mamma per ogni piccolo graffio e ti tengono il muso se sfrutti bene i tuoi poteri per colpirli.


    Tento di usare ancora un pò di forza per infilare la lama nella carne soffice del ragazzo, anche se so che non mi servirà a molto, ma non posso andare avanti che qualcosa mi colpisce violentemente allo stomaco e mi scaraventa a terra.


    Il respiro si ferma di botto, ma riprende il suo ritmo quasi normale quando le spalle sbattono a terra provocandomi una fitta dolorosa ... la ferita che mi ha inferto Nymeria alla spalla non era perfettamente rimarginata, deve essersi riaperta. Mi rimetto in ginocchio mentre vedo Vicent evocare una specie di palla d'acciaio roteandola sulla testa: "E' una specie di messaggio subliminale, tesoro?" - gli dirò facendogli un rapido occhiolino. Dreth dirige il suo colpo verso la mia spalla sinistra, non riesco a fare granchè dal momento che sono già dolorante e quasi impossibilitata a scansare dal momento che sono in ginocchio. Istintivamente alzo il braccio a protezione del volto e l'arma si abbatte sulla mia mano spezzandomi il polso con un sonoro crack.


    Medea finisce a terra, nel fango e mi accorgo solo ora che ha smesso di piovere. Il dolore è intenso ma l'ho già provato mille volte, per cui mi concentro sui miei avversari e non penso ad altro: Vicent ha già spostato la sua traiettoria di tiro verso Aiden cercando di congelarlo. Mi alzo da terra e mi avvicino anch'io al Comandante a passo svelto, il polso sinistro è fuori uso, ma il destro funziona bene e regge già il mio pugnale.


    Mi posiziono di fronte a lui, concentro la mia aura sull'Urthadar, voglio che soffra fisicamente e che capisca che sono io il fulcro della sua sofferenza. Vedrà il mio volto ovunque attorno a lui, il mio ghigno che lo deride beffardo. Chiudere gli occhi non gli servirà a molto, mi vedrà anche se cercherà di farmi scomparire come uno scherzo della sua mente, sentirà il mio fiato sul collo, i miei denti succhiargli via il sangue e la vita insieme ad esso. Mi pregherà di non farlo, ma sarà troppo tardi quando si accorgerà che la lama del mio pugnale è affondata interamente nel suo fianco sinistro.
    L'urlo di Vicent mi distrae e mi volto d'istinto verso il glados giusto in tempo per vedere una scena raccapricciante: Cassandra non ha le braccia ... non ci vuole molto a capire come sia andata la battaglia.
    Il giovane guaritore si sta già dando da fare, ma il Primo cade in terra svenuta, ha perso molto sangue, oltre alle braccia, e il dolore deve essere inimmaginabile. Mi avvicino a Dreth e alla serva che segue i suoi ordini senza battere ciglio e mi aspetto di veder comparire la strega da un momento all'altro, ma il Glados non si illumina più. Che sia ...? Mah, non ci crederò se non vedrò il suo corpo putrido con questi occhi.
    Mi inginocchio dal lato opposto rispetto a Vicent e ordino alla tizia di prendere anche una brocca d'acqua e un bicchiere.


    "Bere le farà bene, se non altro la idraterà un pò. La lotta sarà stata faticosa." - darò tutto a Dreth - "Tieni, fallo tu. Il mestiere di infermiera ti riesce meglio e ti si addice di più"
    Non vorrei mai che qualcuno mi vedesse usare una gentilezza, ne va della mia reputazione.
    *Aura di tenebra#Maestro
    – Infonde Terrore: Si hanno palpitazioni, ci si sente sottomessi, in alcuni casi sopraggiunge tremore ed ansia, altera la percezione che si ha di lui, divenendo una figura terrificante.


  5. #2675
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Il mio avversario non fa in tempo a scoccare l'ennesima freccia che io gli sono già addosso.



    Comprimo il suo petto con lo scudo, mentre gli conficco una delle sue frecce nel fianco. Mi aspetto una sua qualunque reazione, lo vedo avvicinarsi e ...sfiorarmi le labbra con le sue.



    Spalanco gli occhi, scostandomi immediatamente. "Ma cos..."
    << Colpito da una delle mie stessa freccie….i miei complimenti …Lady Alinor…>> mi fa prima di chiudere gli occhi. Se li avesse ancora aperti vedrebbe il mio volto contorcersi, penserebbe all'effetto di un'aura di tenebra.



    Il mio istinto sarebbe quello di tirargli un pugno in testa, ma il poverino è già messo male. Credo di aver esagerato un po' con lui...Mi alzo in piedi lanciando via lo scudo e richiamo a me Purifier.

    Arma Richiamata
    Cercherò qualcuno che lo possa curare immediatamente.



    Lascio quindi l'armeria, correndo verso il piano inferiore dove con mia sorpresa trovo Cassandra in bruttissime condizioni e Vicent al quale chiedo: "Avete bisogno di qualcos'altro? Posso esserVi utile?" che si appresta a curarla.



    Attorno a loro noto anche Lady Feralys e Agatha. Mi avvicino di poco ai tre sussurrando preoccupata: "Cassandra...". La battaglia è finita e qualcuno l'ha ridotta in questo stato...Mi guardo attorno, ma non vedendo in giro il volto fanciullino della septa, chiedo ai presenti: "...Dov'è Deirdre?". Non posso pensare che non ce l'abbia fatta....non lei....è....impossibile.
    Riprendo un attimo di lucidità e cerco con lo sguardo il Comandante, l'unico che ora potrebbe aiutare Sir Fanon, anche se mi scoccia chiedere il suo aiuto, lo farò, è necessario. Mi affaccio alla finestra ma il buio mi impedisce di vedere se è nei paraggi. "...E il Comandante?".
    Ritornerò poi con lo sguardo fisso su Cassandra. Chi l'ha ridotta così la pagherà cara!
    Ultima modifica di scarygirl; 16th October 2015 alle 20:24


  6. #2676
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Attorno a me è buio, freddo, come se qualcuno avesse rubato tutti i colori. Delle voci mi giungono ovattate e so bene che tutto questo è un sogno, un incubo da cui devo svegliarmi. La mente, però, mi gioca strani scherzi, mi illude che io sia sveglia, che sia coi miei compagni ma non è così. Ripiomba improvvisa la consapevolezza che sono ancora inchiodata in questo mondo di tenebra, cerco di sforzarmi, di obbligarmi ad aprire gli occhi ma il corpo non mi obbedisce. Così come non sento le braccia, che cerco di muovere inutilmente. Fa male, l'angoscia che sento mi ottenebra il cuore, ne accelera il battito. Devo svegliarmi, devo farlo, devo fuggire da qui. E' come se l'Abgruntis mi abbia seguito fino alla Torre, come se non riuscisse a lasciarmi andare. Luce, ho bisogno di vedere la luce. Poi, di scatto, mi siedo sul letto, qualcosa mi scuote, la veglia è finalmente giunta. Il viso di Vicent preoccupato mi appare nitido e vicino, un braccio tornato a funzionante, Lady Adamantia e Lady Alinor mi guardano preoccupate. Sono in infermeria, mi guardo attorno stranita per qualche istante, ho gli occhi umidi, sono bagnata per la pioggia ma devo aver pianto. Sì, ricordo di aver creduto di morire, ricordo di aver attraversato il Glados e lì... lì sarò svenuta. Lo stomaco non mi fa più male, Vicent ha cominciato a curarmi. Gli sorrido dolcemente, ma non è solo questo: sono felice di essere tornata viva, di poter ancora rivedere le facce di tutti... non avevo mai sfiorato così da vicino la morte. Il dolore per l'altro braccio ancora reciso giunge subito come una saetta, mi fa chiudere gli occhi e contrarre le labbra. Mi sdraio pesantemente, mormoro in un fil di voce: "Abbiamo perso, hanno vinto i ribelli di Targaryus. Ryuk Leithien li ha risparmiati e si è accanito contro di noi... Deirdre... hai già curato Deirdre? E' cieca e gravemente ferita, ha passato il Glados prima d me" dico al cavaliere, cercando la strega dell'Ovest per la stanza, senza vederla. Sono stata in uno stato di incoscienza per così tanto tempo che le sue cure son già terminate?

  7. #2677
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Non so come, non so perché, ma fatto sta che in pochi secondi mi ritrovo congelato da capo a piedi. È successo tutto troppo velocemente: la panchina ha colpito entrambi i contendenti, ma Vicent è stato comunque in grado di usare il suo potere sulla mia gamba e da lì il ghiaccio di è espanso fino alle punte dei capelli. Riassorbo quindi Ammazzadraghi ormai caduta a terra, non vorrei che la usassero per attaccarmi. È... strano, non sento nulla, nessun dolore, nessuna sofferenza se non la sensazione di mille spilli che mi penetrano la pelle, anche i miei sensi si sono affievoliti e infatti mi limito a vedere il Mietitore allontanarsi con la coda dell'occhio, per poi sparire dal mio campo visivo. Non rimango comunque a lungo senza distrazioni, infatti pochi istanti dopo davanti a me si posiziona Adamantia che, complici le mie attuali condizioni, si prende tutto il tempo che vuole per fare i propri comodi. Sono immobile, sono inerme, al momento potrebbe farmi quello che vuole e io non potrei reagire, solo soccombere. Il suo sguardo... mi sta lacerando l'anima, si fa spazio tra le mie tenebre e si insidia nel mio cuore, che comincia a battere sempre più veloce. Odio, odio, odio questa sensazione di impotenza. Questa mancanza di controllo. Che cosa diamine vuole fare? Vuole uccidermi, qui e adesso? Ne avrebbe veramente il coraggio? Che domanda idiota: sì. Eccome se ne avrebbe. E io non posso reagire, non posso difendermi, non posso fare NULLA. Presto il dolore che provo si concentra sul fianco sinistro: mi ha pugnalato, la bastarda, e ora sanguinerò fino a morire perché non posso muovermi! Non posso curarmi! Nonostante siano congelate sento che le gambe mi stanno tremando, anche quando la strega rossa è ormai lontana non riesco a calmarmi... sto morendo, qui e adesso, e l'ultima immagine che avrò saranno i suoi occhi da serpe che mi scrutano dentro. Non riesco a scacciarli dalla mia mente. Non so quanto tempo sia passato ma appena ne sono in grado crollo a terra, a carponi, e osservo le mie lacrime che si aggiungono alle gocce di pioggia e al sangue che decorano l'erba.
    Our wills and fates do so contrary run

  8. #2678
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden sottrae 45 punti dalla costituzione, Ada 20 e Vicent 10.
    Cassandra ha recuperato tutta la costituzione e ha un solo braccio attaccato e funzionante

  9. #2679
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Mentre mi occupo del braccio destro di Cassandra ci raggiunge la Feralys che, stranamente, si mostra gentile e chiede addirittura dell’acqua per il Primo aggiungendo quando mi passa tutto, <<Tieni, fallo tu. Il mestiere di infermiera ti riesce meglio e ti si addice di più>>.



    Delicatamente continuo a sfiorarle il viso con il panno bagnato ed alzando il mio sorrido alla donna in modo sincero. <<Grazie Adamantia>>.



    Cassandra però dovrà svegliarsi o altrimenti non posso aiutarla a bere quell’acqua… Spero solo di aver fatto in tempo. Poco dopo giunge in stanza anche la consigliera che domanda di Deirdre dell’Ovest, guerriera che effettivamente manca all’appello, e poi del Comandante. Quasi in contemporanea Cassandra si sveglia di soprassalto, visibilmente agitata, con uno scatto si mette a sedere sul letto, mi sorride prima di prendere a guardarsi attorno e poi spossata torna a sdraiarsi mormorando, <<Abbiamo perso, hanno vinto i ribelli di Targaryus. Ryuk Leithien li ha risparmiati e si è accanito contro di noi... Deirdre... Hai già curato Deirdre? E' cieca e gravemente ferita, ha passato il Glados prima di me>>.



    Ma… No… Non è possibile. Ci stavamo allenando in giardino e sono abbastanza sicuro che la Strega qui non sia mai tornata. <<Forse se ne sta occupando Aiden>>, dico mentendo spudoratamente e lanciando un’occhiata eloquente alla Feralys: Cassandra non deve agitarsi o rischia di rimanere mutilata. Ne parleremo quando starà bene. Guardo Lady Alinor limitandomi ad esclamare, <<fate un’aura di luce>>, prendo delle garze e cerco di fasciare il braccio di Cassandra per ridurre l’emorragia, le offro poi dell’acqua, aiutandola a bere se vorrà, e nel mentre le dico in un sussurro, <<non muoverti, vado a controllare Aiden in giardino>>, cercando di accarezzarle la testa.



    Mi dirigo a passo svelto verso la porta ed aggiungendo per i presenti, <<una di voi, per favore, le tamponi viso e collo con un panno umido. Torno subito>>, lascio la stanza correndo da Aiden. Lo trovo esattamente dove lo ho lasciato con lo sguardo fisso a terra. <<Aiden>>, lo chiamo, ma sembra non sentirmi, allora infastidito mi inginocchio a terra e cerco di sollevargli il viso da sotto il mento fermandomi quando mi rendo conto che… Piange? Ma che gli prende?



    <<Smettila>>, dico innervosito, assottigliando lo sguardo, l’istinto mi direbbe di mollargli un ceffone esattamente come ha fatto lui ma poi ragiono ed ispirando attingo alla mia natura di mago per infonderla su Aiden.

    Aura di luce

    I maghi prendono vita dalla luce e per tale motivo vi hanno forte affinità. Questa caratteristica è associata alla positività ed al bene, ma non sono rari i casi in cui viene adoperata per scopi bassi, il tutto dipende dall’indole del mago. La loro presenza suscita di per sé una certa calma, ma sono in grado di amplificarla per sortire diversi effetti che cambiano a seconda del grado:

    Maestro -
    Infonde un profondo stato di benessere, ci si tranquillizza ed il mago, alterando la percezione che si ha di lui, diviene, dunque, una persona nella quale riporre profonda fiducia, la volontà di combatterlo si annulla.
    Quando si riprenderà gli dirò, <<Mi servi lucido. All’Abgruntis c’era il Leithien, ha ferito gravemente Cassandra che è tornata quasi morta dalla battaglia. Sì è svegliata sostenendo con convinzione che Deirdre dell’Ovest abbia attraversato il portale prima di lei, considera che le manca ancora un braccio quindi io per non farla agitare ho detto che di Deirdre te ne stavi occupando te… La realtà è che la strega non ha mai fatto ritorno…>>. Mi alzerò in piedi e cercherò di afferrarlo, caricandomelo in braccio, per portarlo in infermeria. Qui lo adagerò sul letto più vicino a Cassandra e passandogli una coperta pesante gli chiederò, <<ce la fai o continuo io?>>, indicando la mia amica.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 9th November 2015 alle 00:15



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  10. #2680
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    La paura lentamente mi abbandona, ma il freddo no. La stagione delle foglie è ormai arrivata e riesco a sentirla pungente sulla mia pelle, insieme all'aria di pioggia che ancora non se n'è completamente andata. Di solito amo questo odore ma adesso... adesso proprio no. Vorrei solo dormire, qui e adesso, vorrei adagiarmi nel sangue e svegliarmi quando sarà tutto finito. Non è da me pensare certe cose... ma non ce la faccio, non ce la faccio più. <<Smettila>>, la mano di Vicent mi solleva con dolcezza il mento e incontro le sue iridi grigie. Quando è arrivato? Da quanto tempo sono a carponi come un lurido cane? Non lo so, ma fatto sta che sono al sicuro ora. Continuo a perdere sangue e mi sento molto debole, ma Vicent è qui con me e so che la sua indole lo costringerà a proteggermi da qualunque pericolo. Mi parla della battaglia, di Ryuk, delle ferite di Cassandra e della curiosa assenza della strega dell'ovest. Lo ascolto con attenzione, concentrandomi su ogni parola che pronuncia e sul suo tono di voce che mi giunge alle orecchie più profondo e chiaro del normale. La situazione è grave, Cassandra è in pericolo di vita ed è necessario che fornisca anche il mio aiuto. Direi che non ho molta scelta. <<Ci sono>>, gli rispondo tranquillo, per poi accettare il suo aiuto e seguirlo in infermeria. Giunti qui però rifiuto la coperta, la mia pelle è ancora gelida ma avverto già il calore della Torre, sono in grado di aiutare. Afferro della stoffa che so essere sterile e tento velocemente di bloccare l'emorragia al fianco, mentre mi avvicino a Cassandra che mi sembra davvero molto pallida. <<Deirdre sta bene. È andata a riposare. Permettimi di curarti, e poi stenditi: queste ferite sono la prova di quanto ti sia fatta onore in campo>>. Attingo alla mia energia vitale e comincio a occuparmi del suo braccio, ormai è un gesto naturale e nonostante le mie condizioni non provo alcuna fatica nel farlo.

    Difesa e recupero: Maestro - Rigenerazione
    Rigenera ferite di entità grave o mortale
    So che ho mentito, ma non mi interessa se reagirà male quando scoprirà la verità: voglio solo che sopravviva e che si rimetta in fretta. Il resto non conta.
    Our wills and fates do so contrary run

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •