Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 269 di 339 PrimaPrima ... 169219259267268269270271279319 ... UltimaUltima
Risultati da 2,681 a 2,690 di 3385
  1. #2681
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Cassandra si sveglia quasi subito. Intontita, si guarda attorno poi ci avvisa: <<Abbiamo perso, hanno vinto i ribelli di Targaryus. Ryuk Leithien li ha risparmiati e si è accanito contro di noi... Deirdre... Hai già curato Deirdre? E' cieca e gravemente ferita, ha passato il Glados prima di me>>. Abbasso lo sguardo, ma solo per un attimo, per poi rivolgerlo in direzione di Vicent, attendendo una sua risposta che non tarda ad arrivare.



    Probabilmente il Comandante si starà occupando di Deirdre. Dev'essere senz'altro così. Il giovane si volta verso di me chiedendomi di effettuare un'aura di luce. Senza farmelo ripetere due volte, mi concentro chiudendo gli occhi e prendendo per mano Cassandra.



    La calma e la tranquillità che albergano nel mio animo di creatura della luce si riversano sul Primo.
    "Va tutto bene, Cassandra. Siete a casa ora." aggiungo per tranquillizzarla maggiormente, sorridendole. Su invito di Vicent mi appresto a tamponarle delicatamente il viso e il collo con un panno umido. Ryuk si è avventato contro le nostre guerriere ignorando i Ribelli...Fisso il Primo negli occhi, vorrei chiederle ulteriori dettagli, ma mi rendo conto che ora ha solo bisogno di riposare.



    Quando si rimetterà, potrà fornirci ulteriori informazioni insieme a Deirdre...e io potrò aggiornarla sulla mia proposta riguardo alla Banca di Ferro avanzata a Lantis. D'altronde è il Primo Cavaliere e ho la sensazione che non venga avvisata di ogni decisione che prende il Re...
    Vicent fa ritorno in infermeria insieme al Comandante che conferma di essersi occupato lui della Strega dell'Ovest e che costei sta riposando. Bene.



    Mi allontano per lasciare Cassandra nelle sue mani, rivolgendomi infine a Vicent: "Anche in armeria c'è bisogno dell' intervento di un guaritore, ve ne occupate Voi?".




    Aura di luce: I maghi prendono vita dalla luce e per tale motivo vi hanno forte affinità. Questa caratteristica è associata alla positività ed al bene, ma non sono rari i casi in cui viene adoperata per scopi bassi, il tutto dipende dall’indole del mago. La loro presenza suscita di per sé una certa calma, ma sono in grado di amplificarla per sortire diversi effetti che cambiano a seconda del grado:
    - Esperto – Si avverte un profondo stato di rilassatezza e ci si sente propensi positivamente verso lui.

    Ultima modifica di scarygirl; 16th October 2015 alle 20:36


  2. #2682
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    Resto solo con i miei pensieri e le mie preoccupazioni mentre la pioggia scende incessante, accompagnando per mano le tenebre della notte per poi svanire, lasciando nell'aria solo l'odore acre di terra bagnata. Una notte senza stelle, dominata da imponenti nuvole di tempesta che rendono l'aria elettrica... cosa starà accadendo all'Abgruntis? L'incertezza è forse peggio delle cattive notizie: odio non avere le cose sotto controllo. Mi affaccio dal lato del giardino, guardo distrattamente Sir Vicent allenarsi con la bella Lady Feralys e il Comandante. Il Mietitore è un guerriero veloce, possente... è un po' che non mi sgranchisco le ossa, devo tenermi in allenamento, lui sembra fare proprio al caso mio. Nella notte buia, d'un tratto, si illumina il Glados e posso scorgere solo l'ombra di una delle guerriere che cade a terra, priva di sensi. Il portale non si illumina per una seconda volta... qualcuno ci ha lasciato le penne all'Abgruntis e a meno che non c'è stata una strage, questo può significare solo che abbiamo perso. Sbatto con violenza il pugno sul parapetto: dannazione, siamo stati di nuovo sconfitti! Devo calmarmi, non posso sempre dare in escandescenza, sono sempre stato un tipo poco paziente, è vero, ma ora sono il Gran Maestro degli Stregoni... per tutti i demoni, l'Abgruntis era importante! Ho l'Auspex, questo è vero, ma l'Abgruntis mi spettava! Tutti i territori mi spettano, io sono il Re! Respiro profondamente, mi impongo la calma. La mano smette di tremare e sto per incamminarmi verso l'infermeria, dove presumo abbiano portato il ferito, ma una luce mi distrae: Mercur, il messaggero dei Saggi. Mi lascia una missiva proprio da parte loro... la apro in fretta, inutile perdersi in mille ipotesi.

    I Saggi rappresentano l'occhio vigile su Dohaeris, arbitri eterni e neutrali delle vicende dei mortali. E' d'uopo comunicare, quindi, che un membro della fazione reale ha tradito la sua bandiera e dunque la vittoria sull'Abgruntis è assegnata ai reietti.

    Un membro della fazione reale... tradito... tradimento. Come Esperin. Sono stato di nuovo tradito e non è difficile dedurre da chi: Deirdre dell'Ovest. Mi ci potrei giocare il grifone, sia quello dello stemma che quello nei calzoni. L'amuleto deve essersi indebolito o deve aver fatto qualcuno dei suoi riti che non ricorda più nessuno, il ringiovanimento è stato senz'altro una conseguenza. Quindi, il guerriero ferito che ho intravisto era Cassandra... non deve aver affrontato una situazione semplice. Quella bastarda, almeno adesso ho la consolazione di poterla ammazzare e prego Raiden di avere un giorno l'occasione di farlo con le mie mani! Mi precipito dunque al piano di sotto e spalanco le porte dell'infermeria... sì, Cassandra giace sul letto, c'è molto sangue e mi pare provata. Entrambi i guaritori sono presenti, devono esserci voluti tutti i loro sforzi perchè conosco De Lagun... non è mai crollata, non sarebbe mai svenuta al ritorno da una battaglia se le sue ferite non fossero state gravi. "Mercur ha lasciato una missiva da parte dei Saggi... conosco l'esito della battaglia. Appena il Primo sarà in forze, siete convocati in Sala Riunioni" dico freddamente e aggiungo con un tono più cupo prima di avviarmi: "Avere la testa di Deirdre dell'Ovest su una picca è diventata una delle nostre priorità". Mi siederò al trono di capotavola, manderò un servo per avvisare Lumen della riunione e un altro per chi non era presente in infermeria. Voglio sapere cosa è successo all'Abgruntis, per filo e per segno.

  3. #2683
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Non so se devo attribuire l’improvviso comportamento di Aiden alla mia aura di luce o semplicemente vederci una sorta di affetto per Cassandra ma fatto sta che dopo essersi tamponato la ferita ad un fianco si prodiga immediatamente in suo soccorso senza battere ciglio, sostenendo la mia versione dei fatti per farla stare calma.



    Bene.



    Mi rendo utile a mia volta passandogli l’arto mozzato mancante e poi mi allontano. La voce della consigliera mi fa voltare il capo verso di lei, <<Anche in armeria c'è bisogno dell' intervento di un guaritore, ve ne occupate Voi?>>. Do le spalle sia a Cassandra, sia ad Aiden, e sostengo lo sguardo della consigliera ed esclamando, <<seguitemi, avrò bisogno di aiuto con il cavaliere>>, cerco di accompagnarla assieme a me fuori dalla stanza. Ma un’entrata, quella del Re, anticipa il mio intento di informare perlomeno la consigliera sulla sparizione di Deirdre dell’Ovest.



    <<Mercur ha lasciato una missiva da parte dei Saggi... conosco l'esito della battaglia. Appena il Primo sarà in forze, siete convocati in Sala Riunioni. Avere la testa di Deirdre dell'Ovest su una picca è diventata una delle nostre priorità>>, con un lieve inchino saluto il Re che si congeda. Attendo quindi che Aiden termini le cure e poi guardando Cassandra dico, <<Mi assumo la piena responsabilità di quanto è appena accaduto perché ho chiesto io stesso al Comandante di reggere la mia versione dei fatti. Ci stavamo allenando in giardino, il Glados si è illuminato per una volta sola segno che Deirdre dell’Ovest non abbia mai fatto ritorno alla torre>>, abbasso lo sguardo, pentito, <<Date le tue condizioni ho ritenuto opportuno affrontare l’argomento in un secondo momento. Mi dispiace>>. In fondo ero solo preoccupato per la vita di un'amica e non credo sia un crimine rimandare un argomento di qualche minuto per poter guarire qualcuno. Ascolto le eventuali risposte, con accondiscendenza, infine alzo nuovamente lo sguardo portandolo sulla consigliera, <<Vado ad occuparmi di Sir Fanon>>. Mi soffermo un attimo sulla ferita al fianco di Aiden aggiungendo, <<Non so quale sia qui dentro ma ricordo bene che nell’ultima riunione sì è parlato di una pozione curativa: usala se vedi che il sangue non accenna a fermarsi>>. Senza più dire nulla mi avvicino alla Feralys ed ispirando profondamente attingo potere in minima parte dalla mia rigenerazione. Niente luci ad anticiparla stavolta, essa infatti si manifesta sul corpo della donna in una patina di luce dai riflessi verdi, viola e bianchi solo nell’esatto istante in cui le sfioro polso e stomaco.

    Difesa e Recupero - Rigenerazione:Avviene tramite tocco; (Maestro) Rigenera ferite di entità grave o mortale.
    <<Con permesso>>, esclamo poi ed intanto mantengo la concentrazione alta nella mano destra da cui vedo spuntare piccoli filamenti bianchi che mi confermano la rigenerazione sia ancora attiva. Raggiungo quindi l’armeria ed inginocchiandomi di fronte al cavaliere avvicino la mano a pochi millimetri dalle vesti cercando di percorrere il corpo per l’intera lunghezza mentre infondo il mio potere, eliminando ogni ferita.



    Infine lascerò svanire la rigenerazione in una nuvola bianca evanescente e guardando di sfuggita Lady Loren dirò, <<Il Re ha indetto una riunione urgente, se siete ferita raggiungete gli altri in infermeria altrimenti andate in sala>>. Tornerò poi a guardare Sir Fanon e con un paio di buffetti (leggeri) alla guance cercherò di farlo riprendere.



    Nota: Azione conclusa su Adamantia concordata.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 9th November 2015 alle 00:18



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #2684
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Vicent chiede a Lady Alinor di infondermi la sua aura di luce, così da calmare la mia agitazione ma... no, non voglio che qualcuno mi liberi dall'angoscia che provo, è un artificio, non è una cosa naturale... non è normale essere sereni e tranquilli dopo quel che è successo all'Abgruntis. Dopo che lui ed Aiden mi hanno attaccato le braccia usando i loro poteri. Senza sapere le condizioni di chi è sceso in battaglia con me. Dopo la sconfitta che ho riportato. Non voglio sentimi calma, perchè non sono calma. Sono arrabbiata, delusa da me stessa, impotente... no, non voglio l'aura di luce, non voglio provare sensazioni che non sono mie. Lo so che Vicent lo ha proposto a fin di bene ma... ci stavo lasciando le penne all'Abgruntis, iniziare a sorridere in maniera ebete e vedere unicorni rosa che cagano arcobaleni non mi pare il caso. Non sono dell'umore, anche se è stato molto gentile da parte sua. Anche Lady Alinor mi sorride e mi tiene la mano, Aiden che mi cura e mi riattacca l'altro braccio... siamo una fazione unita, così piena di buoni sentimenti, Lantis sta solo affrontando un momento di stress, vinceremo questa guerra! L'Abgruntis sarà la nostra ultima sconfitta, sì, la guerra finirà, io e Andreus torneremo a Gaearmir e lui farà la pace con Papy e tutto tornerà bello come un tempo. Ricambio il sorriso della Waters e inizio a muovere anche il braccio: sono tornata intera, posso tornare ad allenarmi e diventare più forte! Sorrido a tutti, mi sento così rilassata, Alinor è la nostra Consigliera e nonostante questo è qui a preoccuparsi per me... mi slancio verso di lei e tento di abbracciarla e cercherò di dare un bacio sulle labbra ad Aiden appena lei si allontana, perchè voglio bene a tutti ma a lui soprattutto, supereremo insieme questo momento difficoltoso, nonostante abbiamo litigato prima della mia partenza, io non riesco ad avercela con lui! Voglio fare pace, lui è mio amico, tutte quelle storie di quanto sia meschino e tessitore di inganni... non ci credo, devo dargli fiducia! La porta, però, si spalanca d'un tratto e appare Lantis, mi intimidisco un po' per la sua presenza ma poi mi ci incanto: ma quanto è bello? Anche ora, così freddo e distaccato, la sua aura nera di Gran maestro degli Stregoni così vivida che quasi la si può vedere ad occhio nudo... lo amo, come potrei non amarlo? Non dovrei, non devo, non posso eppure è così, sono imbrigliata da questo sentimento che mi riscalda il cuore, perchè non c'è nulla di male ad amare! Non sembra aver preso male la sconfitta, sono contenta che non sia arrabbiato con me, non voglio deluderlo ma non capisco bene cosa c'entra la testa di Deirdre sulla picca... Deirdre... come starà la mia compagna di lotta? Starà bene, lo sento, Aiden è bravo come curatore, ha un potere così bello da vedere ma quello di Papy lo è di più... sì, la rigenerazione di Papy è bellissima! Perchè non ce l'ho come lui? Pure quella di mio fratello è bella e sono sicura che anche la mia lo diventerà, devo solo migliorare, diventare più forte! Lantis ha indetto la riunione... non posso restare qui a poltrire inutilmente, sto bene e sono in forma, quindi scatto in piedi ed esclamo felice: "Orsù, raggiungiamo il Re in riunione!". Quasi avrei voglia di saltellare e nemmeno il cielo plumbeo riesce a mettermi tristezza!

    Ho tenuto conto dell'enorme differenza di carisma tra Cassandra e Alinor, oltre che i miei parametri del livello 9 dato che non ho ancora sistemato la scheda

  5. #2685
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Cassandra è messa male, molto male. Questa moda di affettare il nemico si sta diffondendo fin troppo in fretta, fin'ora sono stata brava ad evitarlo, ma tra teste, faccia, mani e braccia la situazione sta diventando fastidiosa, non vorrei andare in battaglia e ritrovarmi senza tette!
    Vicent mi ringrazia col suo classico sorriso da ebete, sto pensando a come migliorarlo, forse con un gancio dritto in bocca.


    Alinor ci raggiunge proprio quando Cassandra si sveglia e ci comunica di aver perso. Perfetto!
    <<Deirdre... Hai già curato Deirdre? E' cieca e gravemente ferita, ha passato il Glados prima di me>>
    "A dire il vero ..." - inizio a parlare ma un'occhiata truce di Vicent mi blocca e non posso fare a meno di alzare gli occhi al cielo quando lui le racconta la favoletta che Deirdre sta bene. Quella befana! Spero che stia ancora cercando la strada di casa e rimanga per sempre dove si trova adesso, almeno è cieca, così non potrà vedere la sua brutta faccia ogni volta che incrocia uno specchio. Resto con Alinor mentre Vicent va a recuperare Aiden e la noiosissima maga non trova di meglio da fare che una stupidissima aura di luce sul primo.


    Mi metto a sedere sbuffando e sfoggiando un sorriso sarcastico quando vedo il povero Comandante ridotto male che si lascia quasi trascinare da Vicent sul letto: che bella coppia di perdenti, quei due! Urthadar conferma la versione di Vicent, non capisco qual è il senso di tutto ciò, tanto Cassandra tra un pò starà bene e saprà tutto, in un modo o nell'altro, quindi perchè mentirle?
    Odio questo finto atteggiamento buonista e poi dannazione, questa donna è il Primo Cavaliere del Re, non il primo idiota che passa di qua per caso. So bene cosa fa quell'incapace, è sempre convinto che le donne siano esseri deboli e non in grado di gestire le emozioni, che devono essere protette ad ogni costo: ma noi scendiamo in battaglia come loro, rischiamo di morire esattamente come loro e quanto alla forza, beh ... quella ne abbiamo da vendere, soprattutto la forza di sopportare tali imbecilli.


    L'aura di luce della maga fa effetto su Cassandra, un effetto un pò troppo forte da come si comporta, si lancia su Aiden baciandogli le labbra alché io decido che è meglio andarmene e lasciare soli i piccioncini, ma proprio in quel momento ...
    <<Mercur ha lasciato una missiva da parte dei Saggi... conosco l'esito della battaglia. Appena il Primo sarà in forze, siete convocati in Sala Riunioni. Avere la testa di Deirdre dell'Ovest su una picca è diventata una delle nostre priorità>>


    All'arrivo di Lantis schizzo in piedi e mi distendo le vesti con la mano, anche se so di essere conciata da schifo dopo lo scontro con quei due. Ascolto le sue parole e non posso non lanciare anch'io un'occhiata eloquente in direzione di Vicent, che mi dici adesso, povera testolina vuota?
    Appena Lantis va via Vicent si scusa con Cassandra per aver mentito, si ok va bene, adesso piantala e renditi utile in un altro modo: sparisci! Lo vedo avvicinarsi a me, dopo aver parlato con Aiden, e curarmi senza dire nulla; quando finisce anch'io non dico nulla e mi limito a guardare verso il letto dove è ancora sdraiato il primo.
    Non ho più motivo di restare qui, tanto più che il re ci sta aspettando per la riunione, quindi decido di andare in sala riunioni.


    "Lady Alinor, venite con me?" - se mi seguirà continuerò a parlarle - "Prima la principessa Esperin, poi la septa, non vi sembra che questa fazione stia andando in pezzi? Non sarete la prossima a tradire, vero?" - poi cambierò tono - "Temo che se continua così finiremo davvero per essere sconfitti"


  6. #2686
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah Demonar

    Il torpore delle coperte diviene sempre più piacevole, mi rigiro appena stringendo le lenzuola quando uno spiffero dalla finestra non mi fa voltare dall’altro lato e avvolgere ancora di più nelle coperte. Sento lentamente il letto venir meno sotto il mio corpo


    e d’un tratto il mio volto si distende in un sorriso sarcastico, maligno. Rapido. «Buuuuuuuuuuuuuuuuongiorno Gildas!» per poi svanire nuovamente. Spalanco gli occhi terrorizzato un attimo prima di precipitare per terra in un groviglio di lenzuola e coperte. Mi rialzo reggendomi con entrambe le mani le tempie e stringo i denti in preda al dolore fino a farmi sanguinare le gengive.


    Respiro, sempre più affannato mentre il mio volto muta espressioni in modo repentino causandomi spasmi e tremori in tutti i muscoli facciali. Sento gli occhi bruciare mentre tremolano sotto questi cambi e nelle convulsioni prendo a urlare dal dolore. La testa mi scoppia. Mi accascio sul letto e stringo gli occhi e i denti mentre tra i dolori cerco di elaborare i pensieri che arrivano confusi, sconnessi, violenti ma tutti con un unico filo conduttore… un nome… «VICENT!» un pericolo. Una salvezza. Lo urlo ancora e ancora soffocando le grida e le risate nel cuscino dopo qualche istante mentre sento i dolori si fanno sempre più lievi e gli occhi bruciare sempre più intensamente. Sento qualcuno bussare alla porta e chiamare il mio nome. Rido, prima sommessamente soffocandole nel cuscino, poi sempre più forte fin quando la testa non mi ricade all’indietro, sul letto, in una curva perfetta del mio corpo e spalanco gli occhi osservando la porta. «Avanti ihihihihihih»


    l'uscio si apre cigolando rivelando le luci delle torce appena fuori dallo stesso. Il servo entra e osserva quasi terrorizzato la mia figura avvolta parzialmente dall’oscurità della stanza e in questa posa perfettamente innaturale. Spalanco gli occhi e la bocca in un largo sorriso «sir Demonar, vi sentite bene?» dice mentre io mi alzo lentamente dal letto piegando la testa di lato al pari di un burattino. «Vado… vado a chiamare sir Vicent come avete richiesto?» il sorriso muore tramutandosi in un espressione triste, rabbiosa mentre lo raggiungo posando una mano sulla porta e chiudendola alle sue spalle. «Oh, ma perché tutti ce l’avete con questo Vicent?» dico chiudendo a chiave mentre agito le mani. L’uomo si muove appena tirando qualcosa fuori dalla tasca e accendendo una candela


    «ogni volta che gli si parla esce fuori questo Vicent, ogni volta che muove un passo gli si chiede se Vicent vuole accompagnarlo, dorme e Vicent sta in camera con lui… sempre questo Vicent, Vicent, Vicent, Vicent…» agito le mani sempre in modo più frenetico ruotandole sopra la testa mentre richiamo a me mamma, la donna si materializza veloce dandomi la mano e sorridendomi austera e non appena compare del tutto la lancio verso il servo. La mano della donna si conficca in profondità nel braccio dell’uomo inchiodandolo contro la porta. Un urlo disumano esce dalle sue labbra, corro e gli tappo la bocca con il palmo mentre gli sorrido assottigliando gli occhi. «Oh… stai buono piccolo amichetto, Nikah non l’ha di certo fatto apposta. Vuoi giocare?» chiedo piegando un po’ la testa. L’uomo mi guarda terrorizzato facendomi cenno di no e io tiro via mamma dal suo braccio mentre il sangue comincia a colare sul legno e a schizzare dalla ferita. Un altro urlo, stavolta soffocato dalla mia mano esce dalla bocca dell’uomo… che dolce. Premo ancora le mie dita sulla sua bocca mentre la mano di mamma penetra lentamente nel suo ventre. L’uomo urla, si dibatte e io prendo a giocare con lui aprendo e chiudendo la mano sulla sua bocca accompagnando il ritmo con la testa. La mano scava inondandomi il braccio di quel liquido denso, caldo che scivola lento e gocciolando per terra modificando così il ritmo. Lentamente sollevo la mano della donna aprendo sempre di più il ventre dell’uomo fin quando non comincia a sussultare, gli spasmi divengono sempre più forti e il sangue cola dalle sue labbra scivolando anche sulle dita dell’altra mano.


    Ops… gli passo le dita sugli occhi riprendendo lo stesso buffo disegno che quell’idiota di Vicent si fece in faccia per calmare Gildas. Com’era? Ah sì, due grossi cerchi sugli occhi e… «il nasino rosso rosso!» dico schiacciandoglielo. Il corpo ormai privo di sensi dell’uomo resta in piedi, a fatica e con un ultimo, noiosissimo sbuffo mi tossisce parte di quel liquido vischioso in faccia, ghignando. Mi pulisco gli occhi guardandolo divertito e con un ultimo scatto, la mano di mamma passa sulla sua gola veloce. Un segno dapprima lieve, rosso si apre sul suo collo per poi fuoriuscire in una cascata rossa e densa che bagna totalmente i suoi e i miei abiti in schizzi più o meno violenti mentre il corpo, ormai esanime del servo si accascia per terra, ai miei piedi. «Uff… nemmeno i servi di papino sono così veloci a morire… che noia…»

    Chrysanta ---> Forma dormiente

  7. #2687
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Oh miseriaccia ladra che mal di testa! Cos'è successo? Ho un gran mal di testa, come se mi fossi presa una sbronza di quelle che i Siamesi non amano vedere! Cerchiamo di razionalizzare: ero in infermeria, ho comunicato a tutti di cosa è successo all'Abgruntis, mi hanno riattaccato le braccia e curata e il Re ha indetto la riunione, giurando vendetta contro Deirdre, che non è mai tornata alla Torre dopo la battaglia e deve quindi averci tradito. Assottiglio lo sguardo, ricordando anche le parole di Vicent, con le quali si scusava di avermi mentito. Faccio passare la mano nei capelli ma raggiungo la mia postazione accanto a Sua Maestà, sedendomi mentre attendo gli altri. Vicent ha suggerito a Lady Alinor di farmi un'aura di luce, ma deve essere stata molto potente, perchè ricordo come se tutto fosse avvenuto in una nuvola di zucchero. Che seccatura, non mi irrita la bugia che il cavaliere mi ha raccontato, comprendo benissimo il momento che era poco opportuno, ma quella roba da maghi potevano risparmiarsela. Comprendo anche che l'abbiano fatto con buone intenzione, non dovrei arrabbiarmi davvero con loro, ma io non ho necessità di essere protetta, sono un soldato, sono il Primo, avrei potuto fare qualcosa di sciocco davanti al Re o... oh Dei, poco prima che giungesse credo... credo di aver baciato Aiden. Non ne sono sicura, ma questo sarebbe davvero imbarazzante. Tamburello le dita sul tavolo, spero che tutti ci raggiungano. Lantis resta in silenzio, quando poi mormora: "Siete sopravvissuta per ben due volte alla furia di Ryuk Leithien... forse nessuno può vantare un risultato così. Siete riuscita anche a tornare da sola dall'Abgruntis, senza braccia e gravemente ferita... dovete essere immortale, Cassandra". Immortale. Io, che proprio in quel momento ho sentito l'alito fetido della morte su di me. Se non fosse stata per quell'ocarina... no un momento, non c'era nessuna ocarina. Non c'era nessuno all'Abgruntis che suonava l'ocarina. Ma io l'ho sentita, sono sicura di averla sentita. Sì, voglio credere che quel suono fosse reale, che non si possa sentire solo con le orecchie, ma anche col cuore. Forse Andreus mi stava pensando. Forse mio fratello mi ha tirata davvero fuori dalle fauci dell'oblio. Sorrido a Lantis, perchè voglio credere che le cose siano andate così. "Forse i Siamesi mi hanno dato questa forza, Maestà... quando si hanno dei motivi così forti per cui combattere, si diventa immortali" rispondo determinata ma serena, perchè so di aver compiuto il mio dovere, so di aver superato uno dei momenti più brutti della mia vita. E sento che mio fratello, là fuori, non ha interrotto il nostro legame, che il filo che ci lega indissolubilmente è ancora forte. Non importa la distanza, la diversità degli ideali, non importa quanto sia stato duro il nostro litigio: il sangue vince su ogni cosa, dicono, ma l'amore lo rende eterno. Immortale. Sì, come ha detto il Re: immortale.

  8. #2688
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Termino in fretta la cura, anche se occuparsi di arti amputati non è mai un lavoro semplice, non si tratta di risanare una semplice ferita bensì di occuparsi di tantissimi piccoli ma fondamentali particolari: vasi sanguigni, nervi, muscoli... deve essere tutto ricucito alla perfezione in modo da preservare l'affidabilità del braccio, o della gamba. La voce di lady Alinor disturba la mia quiete come lo stridio di un chiodo sul metallo, non mi ero nemmeno accorto del profondo stato di rilassatezza in cui mi stavo crogiolando... peccato che sia durato così poco. Prima che possa dire alla lady dei Fiumi che posso occuparmene io stesso qualcosa blocca le mie parole: si tratta delle labbra di Cassandra, soffici come delle nuvole, poggiate sulle mie in un veloce e inaspettato bacio. Rimango un attimo interdetto, è decisamente su di giri e attribuisco lo strano atteggiamento all'aura di luce della Waters... beh, che dire: forse per una volta dovrei andare a ringraziarla. Le sorrido, non ho dimenticato quanto mi sarai utile, anzi... dovrei recarmi in biblioteca per attuare ciò che ho in mente. Non posso però ancora allontanarmi perché giunge in infermeria nientepopodimeno che il mio compagno di giochi preferito, il re in persona: spalanca teatralmente le porte e ci comunica che ha ricevuto una missiva dei saggi e che è a conoscenza dell'esito della battaglia. Ignoro la correlazione tra le due informazioni e non faccio nemmeno in tempo a chiedere perché la seconda notizia ruba totalmente la mia attenzione: il Gran Maestro vuole la testa della septa su una picca. Non è difficile fare 2+2 e collegare l'assenza di Deirdre, le condizioni di Cassandra e la sconfitta al tradimento della strega. Indeciso sulla reazione che dovrei avere, sia intima che pubblica, mi limito ad ascoltare la vuota difesa di Vicent e il suo consiglio di utilizzare la pozione curativa: non so nemmeno perché l'ho seguito nella sua menzogna, al momento mi è sembrata l'idea più giusta ma ora inizio ad avere dubbi. Dei... Aiden Urthadar, il Lord delle Tempeste, il Signore del Tuono che permette ai dubbi di tormentarlo... non avrei mai creduto che sarebbe giunto questo giorno. Cassandra, ancora su di giri, ci invita tutti a raggiungere Lantis nella sala riunioni ma prima voglio levarmi quel pensiero. <<Vi raggiungo in un attimo>>, affermo ad alta voce, per poi uscire dall'infermeria e andare verso la biblioteca. Qui come sempre trovo carta e inchiostro, e le lettere escono da sole dalla mia mano, anche grazie ai recentissimi sviluppi. Poi piego il foglio, lo inserisco in una busta e la sigillo con il mio timbro personale, non sia mai che il Lord delle Tempeste non rispetti la formalità... Mi alzo dalla sedia, la busta al sicuro nella mia tasca, e mi dirigo a passo spedito in sala da pranzo, dove trovo solo Cassandra e Lantis ad aspettarmi. <<State meglio?>>, chiedo al Primo, recuperando il Voi che in privato abbiamo smesso di utilizzare. Ma non mi pare il caso con il re presente. <<Immagino che sarà una riunione lunga>>, affermo poi, prendendo posto all'altro capotavola, con il re di fronte. Deirdre ha davvero tradito? Non vedo l'ora di saperne di più.
    Our wills and fates do so contrary run

  9. #2689
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Ada recupera tutta la costituzione, Aiden 20 (una dose di Sepyra)

  10. #2690
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Mi ripeto la frase del Re nella testa, meccanicamente, osservando di tanto in tanto il cavaliere che non accenna a riprendere i sensi.



    L’ordine di volere la testa di Deirdre su una picca unito all’improvvisa sparizione della strega e la sconfitta all’Abgruntis può solo significare due cose: tradimento o fuga. Dannazione, qualcosa mi dice che a tavola dovrò sorbirmi quell’isterica della Feralys che mi dirà un bel “io l’avevo detto” ed io dovrò tacere perché ha ragione! Anche se è vero quanto mi ha rivelato, Deirdre dell’Ovest ha sicuramente trovato un modo per aggirare la mia aura da mago perché alla luce degli ultimi avvenimenti quella confessione sul proteggere Lady Waters e Lady Esperin è stato solo un modo per ridurre i controlli sulla sua persona da parte del sottoscritto.



    Tiro un pugno a terra, esasperato ed adirato dalla mia idiozia: mi sono lasciato raggirare.



    Cassandra però ha detto che il Leithien sì è accanito su noi Reali… E Deirdre portava quell’armatura, ne sono certo, l’ho vista e perfino salutata alla partenza. Dunque: chi ha preso l’Abgruntis? Reietti o ribelli? Credo che queste risposte le avrò solo alla riunione. Meglio limitarsi a presenziare. Mi carico il cavaliere su una spalla, senza alcuna difficoltà, e… Hey… Ma quello è il mio stivale?! Con la mano libera afferro la scarpa ed esclamando alla dama, <<spero che questo mattone numero 45 non sia finito in testa a nessuno! In tal caso, porgo al malcapitato le mie scuse oltre che i servigi curativi>>, accenno un saluto lasciando l’armeria. In infermeria butto letteralmente su uno dei letti il moribondo e senza alcuna premura, giusto per evitare che rabbrividisca a causa degli spifferi notturni, lo copro al volo con una coperta di lana. Non sia mai mi accusi di aver preso il raffreddore!



    Salto poi una finestra, tanto siamo al piano terra, e tagliando per il giardino raggiungo la stanza mia e di Gildas che però è chiusa a chiave. Busso leggermente e dico con un tono di voce medio, facilmente udibile, <<Sono Vicent, il Re ha indetto una riunione notturna urgente. Deirdre dell’Ovest è scomparsa>>.



    La porta non accenna ad aprirsi ma Gildas mi risponde quasi nell’immediato, <<va pure, mi vesto e ti raggiungo!>>. Poggio dunque lo stivale a terra, vicino l’ingresso, avrei preferito cambiarmi ma nonostante le pessime condizioni in cui sono ridotte le mie vesti tra acqua, fango e bruciature raggiungo comunque la sala riunioni. Porgo il mio saluto al Re e mi accomodo vicino al Comandante rivolgendo un’ occhiata preoccupata a Cassandra: quell’aura di luce doveva essere un bel po’ forte data la reazione avuta in infermeria…

    Nota: Frasi ed azioni concordate.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 9th November 2015 alle 00:26



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •