Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 275 di 339 PrimaPrima ... 175225265273274275276277285325 ... UltimaUltima
Risultati da 2,741 a 2,750 di 3385
  1. #2741
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    La riunione ha presto inizio. Cassandra ci descrive scrupolosamente lo svolgersi della battaglia...non poteva ancora sapere che era l'unica a combattere per la nostra fazione. Non poteva sapere di avere al fianco una traditrice. Con la coda dell'occhio osservo rientrare Lady Loren e Sir Alagos...bene, cominciavo a preoccuparmi! Il cavaliere sembra non mostrare imbarazzo per quel bacio rubato...ma, meglio non pensare a queste frivolezze.
    A proposito di cose frivole, Lady Feralys squittisce qualcosa, ripete le mie parole di prima sulla septa e poi segue il solito discorso ornato dalle solite belle parole a cui neanche lei crede. Ormai il suo falso monologo è una tradizione di ogni riunione. Sostiene non tanto velatamente che dovrei fidarmi di lei? Pff.. fossi pazza! Inoltre propone di perlustrare la camera di Deirdre come se la Strega dell'Ovest, che ci ha fatto tutti fessi, potesse aver sbadatamente dimenticato qualcosa. Ma magari ha lasciato il suo catetere in tuo onore, Lady Rossa! Trattengo un sorriso, prima di tornare seria e prestare attenzione ai nomi scelti da Lantis per la prossima battaglia. La scelta ricade proprio su sir Alagos e Lady Loren. Storco leggermente le labbra, non mi sembrano affatto pronti per scendere in guerra, ma dubito di riuscire a far cambiare idea a Lantis una volta presa una decisione. Temo per la loro vita...spero che seguano un addestramento duro e che facciano progressi quanto prima. Sento Lantis nominare anche Arin Waters, ma non so a che riguardo. I discorsi del Re sono sempre più soporiferi..."Lady Alinor, non ho dimenticato la vostra proposta, la sto vagliando accuratamente e mi pare interessante. Vi farò sapere quanto prima. Lady Feralys, non ho scordato nemmeno voi, non potrei mai" dopo aver annuito, accenno un conato di vomito. La nausea che mi danno quei due quando si sorridono e si sfiorano le mani non ha eguali. Chissà cosa ne pensa Lumen di questa storia...sicuramente non le interessa, mi pare ovvio. Lantis per lei vale solo per il cognome che porta...
    Proprio la Regina, sbucata da non so dove, compare durante la riunione con la splendida e opportuna idea di un ballo per celebrare il fidanzamento con il ...mio ex promesso. Inarco un sopracciglio. L'incoronazione è stata d'obbligo, anche se troppo sfarzosa per i miei gusti, ma è davvero necessario indire un ballo nel bel mezzo della guerra? Però...magari con questa scusa riuscirò a vedere e parlare con Abel...
    Questa riunione sarebbe stata forse la prima a considerarsi noiosa, se non fosse per l'intervento di Gildas, che, fasciato di colori opportuni quanto lui, decide di attaccare proprio Lumen. Lantis si allontana per parlare o per toccarsi le dita o altro ancora con la cortigiana di Asshai, il Comandante si è già dileguato da tempo, Cassandra e Loren cominciano un allenamento così come sembrano voler fare la Regina e Gildas. Faccio per avvicinarmi a Vicent, vorrei parlargli, ma Nymeria mi anticipa. Mi alzo quindi dalla sedia ed esco dalla sala, raggiungendo ed entrando infine nelle mie stanze.
    Ultima modifica di scarygirl; 16th October 2015 alle 20:55


  2. #2742
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult




    Niente da fare neanche quando mi metto in difesa va bene, infatti Lady Cassandra fa una finta, sembra che stia per colpirmi alla guancia ma alla fine mi prende allo stomaco.
    Non ci è andata tanto leggera… Chiudo gli occhi per un istante mentre porto la mano nel punto dove mi ha colpito.
    "Una finta è come un'illusione: dovete cercare di attirare l'attenzione del vostro nemico su un attacco fittizio, quando invece la vostra vera intenzione si svelerà da un'altra parte, con il vostro vero attacco"
    Faccio svanire la mia arma arrabbiata.
    Eh no, basta. Ora mi sono davvero stancata di prenderle!!
    Riapro gli occhi.
    Non siamo tanto veloci quindi mi avvento su di lei con il braccio che prima era sul mio stomaco piegato in modo da restituirle il pugno sullo stomaco, ma all’ultimo momento sarà l’altro che caricherò indietro per imprimergli più forza e colpirla in pieno viso.
    Sia se il mio colpo andrà a buon fine, sia in caso contrario mi sposterò verso destra mettendomi in posizione di difesa.

  3. #2743
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Dissipa l'ascia e storco un po' il naso per questa scelta: con un'arma è indubbiamente più facile effettuare una finta. Cerca di colpirmi allo stomaco ma è lenta, vedo bene che vuole invece caricare un colpo per il viso, la lascio fare, dovrebbe far bene alla sua autostima e comprendere quanto siano fondamentali le finte contro avversari più forti. Il pugno in faccia è ben assestato, mi colpisce lo zigomo procurandomi un bel livido viola. Tenterò così di afferrare il braccio con cui mi ha colpito e con una mossa di judo, ribaltarla a terra stesa, dovrebbe battere la schiena sul lastricato del sentiero e i miei piedi trovarsi vicino la sua testa. La guarderò dall'alto e le sorriderò: "La finta era buona, ma con la vostra ascia avreste avuto più successo". Spero che non stia prendendo male questo addestramento, voglio solo che torni viva dal Kratoning e lì gli avversari non avranno pietà.

  4. #2744
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren sottrae 20 punti dalla costituzione, Cassandra 10

  5. #2745
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Nymeria non se lo fa ripetere due volte e materializza la sua falce iniziando a compiere dell’evoluzioni mosse a passo di danza con il probabile intento di distrarmi.



    Rimango immobile, concentrato, tenendo gli occhi incatenati in quelli di Nymeria fino a quando la donna non svanisce utilizzando un’abilità conosciuta: il teletrasporto. Punto la spada alle mie spalle, in modo da coprire i tendini d’Achille, poi rapido agisco d’istinto abbassandomi a terra e mi piego sulle mie stesse ginocchia in modo tale che se l'attacco giungerà dall'alto, da una qualsiasi direzione, non potrà prendermi, se invece giungerà dal basso mi prenderà.



    E Nymeria si rivela infatti scaltra, sorprendendomi, materializza sé stessa di fronte a me, rannicchiata rasoterra, e con un colpo leggero - almeno per i miei standard - mi prende le tibie costringendomi a mantenermi con una mano pur di non perdere l’equilibrio.



    <<La prossima volta assaggerai la mia lama!>>.



    Le sorrido di gusto e con un balzo pongo una distanza minima tra me e lei recuperando nel mentre la spada. Ci sa fare, sarà divertente questo allenamento. <<Bella mossa>>. Esclamo sincero, complimentandomi, e nel mentre roteo la lama della spada sulla mia destra. <<In guardia!>>, la avviso scattando rapidamente in avanti e fingo di volerla colpire allo stomaco con la spada. In realtà, giunto a pochi passi, tenderò il palmo sinistro verso di lei e rapido, plasmerò il vento puntandolo in direzione dei suoi capelli. La corrente sarà invisibile, debole e fastidiosa, il mio intento è solo quello di spettinarla.

    Distruzione - Furia dei Cieli: L'incantatore è in grado incanalare la propria energia nella mano e plasmare il vento; (Maestro) Si genera un tornado di circa 3 metri di altezza e 2 di larghezza, che è in grado di travolgere il nemico e sbalzarlo in aria, l'incantatore lo crea nelle sue immediate vicinanze e può direzionarlo in un'area di 10 metri. Può causare gravi danni da impatto. [Usata a grado principiante!]
    Poi, sfruttando la distrazione che l’aria, spero, le arrecherà cercherò di disarmarla colpendo di prepotenza i polsi con la spada, usando però la parte piatta della lama.



    Non voglio reciderle o mozzarle nulla. In ogni caso indietreggerò e scuotendomi le vesti dalla polvere assumerò nuovamente una posizione di guardia… Tenendo d’occhio anche le spalle.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 30th November 2015 alle 23:50



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  6. #2746
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar
    Auspex

    Il cane da guardia sta abbaiando troppo. È a questo che penso mentre lo ascolto, calmo e posato, mentre risponde al posto della consorte sviando il vero intento del mio discorso. Ho evitato la Valmorguli perché volevo che venisse anche lui, ma non ho intenzione di permettergli di mettermi i bastoni tra le ruote. Lo guardo comunque con interesse, mentre un angolo della mia bocca si solleva: lo vedo per la prima volta in questa veste politica, quando fece visita alla Torre ero impegnato a sistemare i casini di mio zio, e in battaglia ho potuto solamente assistere al demone dentro di lui, non all'uomo che lo circonda. Mi faccio scivolare addosso la sua provocazione, non meritano il mio rispetto formale, nessuno dei due: hanno perso ogni titolo, ogni goccia di sangue nobile, ogni lusso che la loro vecchia vita gli assicurava. Esperin non è più niente, mentre Ryuk può chiamarsi Lord solo per l'esercito che comanda, ma nulla più. Dal sottoscritto, non merita alcuna attenzione all'etichetta. Ma soffermarci su questo punto sarebbe inutile e deleterio. Intelligenza... è stata davvero questa la tua arma, Esperin? Sei stata più intelligente di me? Oppure è stata colpa mia, che non ho previsto un tale risvolto degli eventi? È a questo quesito che voglio trovare una risposta. Ryuk termina il suo discorso, addirittura condivido le parole su Lantis, ma ciò che succede dopo mi lascia interdetto: la donna gli sorride, non sono abbastanza vicino per esserne sicuro ma sembra un sorriso... sincero, e solleva una mano per accarezzargli la guancia. Una carezza, proprio come a un cane, un dannato cane che sarebbe dovuto essere soppresso molto tempo fa. "La vita è imprevedibile", si limita ad aggiungere Esperin, voltandosi a guardarmi. Sostengo i suoi occhi limpidi senza timore, né vergogna. Eppure la fatidica domanda ha iniziato a ronzarmi in testa: possibile che questa farsa del matrimonio non sia una semplice farsa? Possibile che lo abbiano reso legale, sia agli occhi della legge umana, sia agli occhi degli Dei? Possibile che non si tratti di una mera mossa politica ma di... altro? No... non riesco a crederlo. Non è possibile che Esperin Raeghar sia cambiata così tanto. Eppure le prove sono qui, davanti ai miei occhi. Riacquisto subito il controllo della mia mente: tocca a me. <<Ottenere?>>, ripeto, per poi lasciarmi andare a una risata controllata. <<E che cosa potrei ottenere? Informazioni? Non siete stupidi, non me ne dareste mai. Il matrimonio che mi spettava? Prima dovrei eliminare Ryuk>>, sposto il mio sguardo su di lui, <<Ma al figlio dell'Uragano basterebbe poco per spazzare via il Tuono>>. La superbia non è il mio peccato, sono perfettamente cosciente dei miei limiti e della sua potenza. Gli rivolgo un sorriso gentile, per poi tornare a parlare con la vera protagonista di questo incontro. <<Voglio solo risposte. Pezzi mancanti. Una degna conclusione a ciò che abbiamo iniziato insieme>>. Non sto mentendo: sono sinceramente... curioso. Voglio capire. Voglio comprendere. Voglio sapere esattamente quando ho perso la partita. <<Il piedistallo di Lantis è più sottile di quanto pensiate... e la mia scala diventa sempre più alta. Non solo il suo, anche quel parassita di Lumen ha i giorni contati, e sto cercando di godermeli il più possibile. Eppure... ci sei sempre tu, e la tua assurda mancanza di logica, che mi ronzano in testa>>. Piego leggermente la testa di lato, assottigliando gli occhi. <<Forse ritieni che i motivi dietro al tuo tradimento siano chiari... forse lo sono, ma io non capisco. Non riesco a trovare una ragione dietro al tuo agire>>. Chissà se mai avrò una risposta. Chissà se riuscirò mai a superare questo smacco. <<Tutti hanno danzato sulle note della mia musica: la pantera di Asshai, la Strega dell’Ovest, addirittura il Fulmine Nero… ma tu no. Tu danzavi seguendo la tua musica. E, quando ti sei stancata, hai smesso di ballare. Voglio sapere perché>>.
    Our wills and fates do so contrary run

  7. #2747
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Il re mi conduce sul terrazzo, credo sia la prima volta che vengo qui: la vista è mozzafiato, l'alba sta schiarendo il cielo, la luna e le stelle scompaiono piano per lasciare il posto al tiepido sole dell'autunno.
    Mi avvicino alla balaustra, sostenendomi con entrambe le mani e ascolto Lantis mentre mi parla di Tywin, dandogli le spalle.


    Anche lui sapeva: ne è venuto a conoscenza dopo oppure sapeva già qualcosa da prima? Adesso non conta più niente, ormai: "Vi ringrazio, maestà. Come potete immaginare è stato un duro colpo da sopportare, ma ancora più duro è stato fingere quasi indifferenza davanti agli altri. In questa torre siamo circondati da gente ambiziosa e invidiosa, meglio non dare adito a troppe chiacchiere, le comari acque chete sono sempre in agguato, pronte a vedere del marcio anche dove non c'è." - la voce di Lantis era calma, anche se non mi è di certo sfuggita la sfumatura di irritazione che colorava il suo tono, continuo: "Tywin era un uomo che sapeva come si conquista una donna e se tutto fosse andato per il verso giusto a quest'ora l'Adamantem sarebbe nelle nostri mani. Bastava solo un pizzico di tempo in più" - sto ancora fissando il sole che nasce in lontananza, questa sconfitta personale brucia ancora ... e tanto. Quella piccola, insulsa principessina, non le bastava quello che aveva, no, lei voleva di più, tutte loro vogliono di più. In fondo Esperin, poveretta, era solo circondata da ricchezze e comodità che tutti sognano, aveva il mondo ai suoi piedi, era amata da tutta la sua famiglia ... che ne possiamo capire noi poveri comuni mortali della sua immensa sofferenza! E tra tutti ha pensato bene di pestare i piedi proprio a me, di prendersi i miei diamanti, il mio posto!
    "So che la morte di Tywin vi ha lasciato un pesante fardello, mi auguro che non vi lasciate schiacciare dai doveri, ma che sappiate ancora ritagliarvi un pò di spazio per i piaceri della vita, piccoli o grandi che siano."



    Lantis riprende a parlare, mi volto piano verso di lui quando fa menzione della spia al castello nero: "E' probabile che l'abbiate conosciuto quando vi siete unito agli uomini di Tywin contro i Bruti. E' un potente stregone di fuoco, con lui ho imparato a combattere sfruttando il mio elemento ed è stato in grado di tirare fuori molto altro, da me. E' un buon amico, non nutro nessun dubbio su di lui, se è questo che vi preoccupa." - gli dico avvicinandomi di modo che la mia voce giunga solo alle sue orecchie.



    "Comprenderete certamente, siete una donna intelligente, quanto sia necessario essere fedeli e leali alla fazione ora più che mai... ho visto una certa amicizia con Lady Lumen e con il Comandante Urthadar... so essere molto generoso per chi mi dimostra lealtà, Milady, e spietato con i traditori... avete qualcosa da appuntarmi?"
    Sorrido alle sue parole, chissà se fa questi discorsetti anche agli altri o riserva solo a me le sue attenzioni: che caro!
    "Maestà potete star certo che la mia lealtà non è in discussione, vi consiglio caldamente di passare più tempo con noi, così potrete vedere coi vostri occhi quello che succede davvero: bisbigli, sguardi, gesti più eloquenti di qualsiasi altra parola, questo posto dovrebbe essere ribattezzato la Torre dei sussurri." - lo guardo, cerco qualcosa nei suoi occhi, non so bene cosa, un lampo, un barlume, ma finisco per perdermi nel profondo del suo freddo blu.



    Mi sta chiedendo spiegazioni e io non lo deluderò: "Lady Lumen e io abbiamo parlato giusto un paio di volte, l'ultima volta mi ha consegnato l'anello che suo zio avrebbe dovuto donarmi per sancire la promessa di matrimonio. Lei non costituisce un pericolo, le state dando ciò che vuole, il titolo di regina e il vostro nome, credo possiate cancellarla dalla vostra lista nera, se davvero la sposerete. Il Comandante Urthadar, piuttosto. Mi piace la sua compagnia, è un uomo brillante e intelligente e, credetemi, qui alla Torre sono doti molto rare, se non uniche. Una ragazza deve pur trovare diletto in qualche modo, non credete?" - continuo a sostenere il suo sguardo e a parlare a voce bassa, senza rivelare alcun timore anche se la sua aura di Gran Maestro si fa sentire in tutta la sua maestosità - "Penso che il nostro caro Lord abbia fatto un patto con più di un diavolo per assicurarsi un posto al sole comunque vadano le cose. Non gli piace che sia il destino a giocare con lui, dal momento che l'ultima volta non gli è stato molto favorevole. Ogni frase, ogni gesto, ogni sguardo nasconde un secondo fine, mi sono lasciata ingannare anch'io, ma vi assicuro che non ripeterò questo sbaglio una seconda volta. Non cadete nelle sue spire velenose, per quanto possano sembrare sicure e confortevoli."
    Mi allontano nuovamente da lui, gli occhi fissano in basso, verso il punto da dove arriva una moltitudine di schiamazzi.
    "Io sono qui perchè voglio vincere e so di essere nella fazione giusta, i nostri cavalieri non sono secondi a nessun Leithien e se la strega non avesse tradito scommetto che le sorti della battaglia dell'Abgruntis sarebbero state ben diverse. Reietti e ribelli non valgono un unghia in confronto a molti di noi! Non mettete in dubbio la mia lealtà ai reali, tutto il resto, quello che faccio qui è sopravvivenza. Potrei restarci molto male se dovessi vedere nuovamente infrangersi i miei sogni." - volto la testa, in modo da poter vedere Lantis solo con la coda dell'occhio: "Ora vogliamo focalizzare il discorso sulla vostra enorme ... generosità?"




  8. #2748
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Ryuk Leithien
    Auspex


    Resto fermo, impassibile, ad osservare il Lord di Capo Tempesta, così rigido che pare gli abbiano infilato un palo su per il culo e dal quel che io ne sappia, gira voce che, non gli dispiacerebbe neanche. Sono immerso nei pensieri, nelle motivazioni che hanno potuto spingerlo fino a qui, perchè non convocarla in una zona come la Neutra, certamente sicura, che non mi avrebbe neanche spinto a seguirla per farle da guardia del corpo. Il suo atteggiamento, per quanto mi irriti, appare sicuro e pacato, che abbia solo intenzione di parlare? Non è uno stupido, Aiden Urthadar, è uno che gioca con la mente piuttosto che con la forza. Sono distratto quando un movimento mi coglie alla sprovvista: Esperin porta la sua mano al mio viso in una carezza, per poi regalarmi una fintissima espressione amorevole. Mi irrigidisco all'istante, ma, complice la distanza, confido nel fatto che il Comandante non abbia notato i miei occhi sgranarsi. Riprendo contegno ed osservo Esperin allo stesso modo, ricambiandole lo sguardo con un sorriso a bocca chiusa "La vita è imprevedibile"



    Riporta l'attenzione all'uomo ed io faccio lo stesso, gli domanda direttamente cosa intende ottenere, non ha fatto giri di parole e resto in attesa di un intervento chiarificatore <<Ottenere? E che cosa potrei ottenere? Informazioni? Non siete stupidi, non me ne dareste mai. Il matrimonio che mi spettava? Prima dovrei eliminare Ryuk>> L'osservo chinando la testa di lato e l'osservo come farei con un bambino, che deve ricevere la ramanzina <<Ma al figlio dell'Uragano basterebbe poco per spazzare via il Tuono>>



    Gli rivolgo un cenno del capo in assenso, la sua affermazione potrebbe rispecchiare la realtà, ma viene solo a conferma del fatto che non intenda giocarci tiri mancini<<Voglio solo risposte. Pezzi mancanti. Una degna conclusione a ciò che abbiamo iniziato insieme>> porto l'attenzione ad Esperin, non capisco se Aiden si stia rivolgendo solo alla collaborazione che hanno avuto come membri della medesima fazione, oppure altro <<Il piedistallo di Lantis è più sottile di quanto pensiate... e la mia scala diventa sempre più alta. Non solo il suo, anche quel parassita di Lumen ha i giorni contati, e sto cercando di godermeli il più possibile. Eppure... ci sei sempre tu, e la tua assurda mancanza di logica, che mi ronzano in testa>>



    Lumen... al solo sentire quel nome mi vien da ridere, è nata per essere calpestata, ho goduto troppo poco dei calci che le ho dato in pancia, mi auguro di godere ancora della sua sofferenza, non desidero di certo che muoia rapidamente <<Forse ritieni che i motivi dietro al tuo tradimento siano chiari... forse lo sono, ma io non capisco. Non riesco a trovare una ragione dietro al tuo agire. Tutti hanno danzato sulle note della mia musica: la pantera di Asshai, la Strega dell’Ovest, addirittura il Fulmine Nero… ma tu no. Tu danzavi seguendo la tua musica. E, quando ti sei stancata, hai smesso di ballare. Voglio sapere perché>> C'è qualcosa che non mi torna, le motivazioni di Esperin, per lasciare la fazione, sono più che evidenti: La trama portata avanti da Niniel, la continua noncuranza di Lantis, essere rilegata in un angolo senza alcun potere decisionale nelle questioni del regno, anche solo il fatto che Lantis l'abbia mandata in battaglia senza avvisarla della morte del padre basterebbe per farla infuriare, ma non pretendo che uno come Aiden capisca quest'ultimo punto.



    Ed allora mi domando: che Esperin non abbia raccontato nulla di ciò che è venuta a sapere? Non è certo il momento per chiederglielo avanti agli occhi indagatori di questo rapace, mi limito a rispondere all'uomo con una frase senza capo, nè coda, al solo fine di spronare la stessa Esperin a parlare ed a rispondere alla domanda di Aiden.



    Mi avvicino di un passo a lei e con la mano destra le sfioro il braccio all'altezza del gomito, fino a ridiscendere in una carezza e stringerle il palmo nel mio in maniera decisa"Perchè tutto ciò che è accaduto alle sue spalle non basta come motivazione? Il totale disinteresse di Lantis avanti ad una presa di coscienza di tale portata, da sola, non basta secondo te?"


  9. #2749
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar
    -Auspex-


    Fortunatamente dopo un iniziale momento di smarrimento Ryuk capisce cosa sto facendo e ricambia il mio gesto, ed Aiden sembra credere a questa apparente sintonia, a giudicare dalla sua espressione. Torno a concentrarmi su di lui mentre sostiene il mio sguardo senza esitazione, <<Ottenere?>> ripete le mie parole, prima di scoppiare a ridere in maniera controllata mentre io continuo a guardarlo con serietà <<E che cosa potrei ottenere? Informazioni? Non siete stupidi, non me ne dareste mai. Il matrimonio che mi spettava? Prima dovrei eliminare Ryuk. Ma al figlio dell'Uragano basterebbe poco per spazzare via il Tuono>> si scambiano uno sguardo di reciproco assenso, mentre i miei occhi sono ancora puntati su Aiden che ben presto torna ad incrociarli con i suoi <<Voglio solo risposte. Pezzi mancanti. Una degna conclusione a ciò che abbiamo iniziato insieme>> e qui assottiglio lo sguardo, nel ripensare agli intrighi che ha tramato alle mie spalle coinvolgendo mezza Torre, pur di unire le due casate.



    Non sono mai stata una sua complice, né una sua alleata, neanche in quel primo istante su quella terrazza, quando credevo che il suo unico obiettivo fosse fermare gli intrighi di Lumen e tutelarsi da lei, e questo lui lo sa bene, sebbene ignori probabilmente che sono riuscita a rendermene conto "abbiamo iniziato insieme un qualcosa che hai continuato da solo, Aiden". Ma anche se non fosse successo avrei preso ugualmente la decisione di schierarmi con Drako, perchè la mia scelta in fin dei conti non ha nulla a che vedere con tutto questo, ed i suoi intrighi non mi hanno stupito affatto, così come quelli di Lumen. E' tutto uno schifo, ed è contro tutto questo schifo che lottiamo. <<Il piedistallo di Lantis è più sottile di quanto pensiate... e la mia scala diventa sempre più alta. Non solo il suo, anche quel parassita di Lumen ha i giorni contati, e sto cercando di godermeli il più possibile. Eppure... ci sei sempre tu, e la tua assurda mancanza di logica, che mi ronzano in testa>> parole prevedibili, come è prevedibile il suo interesse a destabilizzare a manovrare Lantis, così come non mi stupisce che non riesca a comprendere le motivazioni che mi hanno spinto a lasciare la Torre, perchè gli ideali che io seguo sono ben lontani da quelli che guidano i loro passi.



    <<Forse ritieni che i motivi dietro al tuo tradimento siano chiari... forse lo sono, ma io non capisco. Non riesco a trovare una ragione dietro al tuo agire>> rimarca ancora, assottigliando gli occhi, mentre io continuo a mantenere il suo sguardo in attesa che termini il proprio discorso prima di rispondere. <<Tutti hanno danzato sulle note della mia musica: la pantera di Asshai, la Strega dell’Ovest, addirittura il Fulmine Nero… ma tu no. Tu danzavi seguendo la tua musica. E, quando ti sei stancata, hai smesso di ballare. Voglio sapere perché>> perchè semplicemente non sono come tutti voi, perchè il mio obiettivo è radicalmente diverso dal vostro e non avrei mai potuto raggiungerlo restando alla Torre. Sto organizzando le parole per rispondere, quando sento la mano di Ryuk accarezzarmi il braccio dall'altezza del gomito per poi riscendere fino al palmo e stringerlo in maniera decisa, e solo grazie al forte autocontrollo che mi sono imposta appena giunti in questo luogo riesco ad evitare di trasalire per questo gesto inaspettato. Mi volto con la testa leggermente verso di lui pur senza incrociare il suo sguardo, sorridendo tranquillamente per mantenere le apparenze, per poi ricambiare la stretta con la mia mano mentre interviene nel discorso in modo neutrale, cosa che apprezzo dato che la domanda è rivolta a me e so esprimermi da sola, anche se non sempre mi è stato permesso, e tornare poi a guardare Aiden.



    E' in attesa di una mia risposta, sembra sinceramente curioso delle mie motivazioni, anche se a me sembrano talmente chiare da non richiedere ulteriori spiegazioni. "Perchè questa sono io, Aiden. Non la Principessa, non la sorella di Re Lantis, non la bambina da proteggere o da raggirare con l'arte della retorica che conosci fin troppo bene. Ma Esperin Raeghar, la figlia di Rickard Raeghar, e la fazione di cui ora faccio parte rappresenta ciò in cui credo e ciò per cui ho deciso di combattere" continuo a mantenere il suo sguardo, ma contemporaneamente mi ritrovo a stringere di più la mano di Ryuk, quasi senza rendermene conto, sebbene il mio tono sia calmo e deciso.



    "Non avrei mai potuto seguire la tua musica, non avrei mai potuto danzare con te, con Lantis e con i Reali sui cadaveri del mio popolo. Mi sono stancata, forse hai ragione, è successo proprio questo. Mi sono stancata di limitarmi a guardare, di essere tenuta in disparte, di dover subire le decisioni e le conseguenze delle trame altrui, che siano le tue, quelle di Lantis o quelle di chiunque altro. Ed ho iniziato ad osare, come il mio sangue mi impone" lottando per ciò che ritengo più giusto, contro di voi.


  10. #2750
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Loren Van Dervult




    Il mio colpo va a segno ed io sorrido inconsapevolmente, felice che almeno una mia mossa sia stata buona.
    La mia ritrovata autostima però dura poco dato che il Primo mi afferra il braccio con cui l’ho colpita e mi ribalta a terra stesa.
    "La finta era buona, ma con la vostra ascia avreste avuto più successo".
    Ecco, ho comunque sbagliato e ne devo prendere nota, devo dire che quest’allenamento mi ci voleva proprio…
    Osservo per un attimo i suoi piedi che sono proprio vicino alla mia testa, rotolo quindi su me stessa, richiamo velocemente la Mietitrice dopodiché cerco di colpirle il piede più vicino a me.
    Sia se il mio colpo andrà a buon fine sia in caso contrario mi alzerò mettendomi in difesa.
    Inutile cercare di spostarmi, tanto lei è più veloce di me.



    La Mietitrice >>>>> Forma Dormiente

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •