Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 28 di 339 PrimaPrima ... 1826272829303878128 ... UltimaUltima
Risultati da 271 a 280 di 3385
  1. #271
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    Attendo che il collo ed i polmoni della donna siano completamente guariti prima di scostare la mano da lei, ascoltando intanto ciò che mi dice, venendo in tal modo a conoscenza di come sia sollevata dalla presenza di ben tre guaritori qui a corte.
    Aggiunge dunque al mio discorso che la sua arma d’attacco è un arco e che vanta una mira quasi infallibile, esponendo poi alcune considerazioni utili in caso di future battaglie: primo la guardia deve rimanere sempre alta, secondo se un avversario è veloce ma non è né forte né robusto si può tentare di immobilizzarlo e terzo mai concentrarsi su un solo nemico, sarebbe una pessima strategia di attacco, in particolare se tra le schiere nemiche è presente un avversario come Leithien
    Mi ripeto mentalmente questi tre concetti memorizzandoli.
    Con gentilezza si rivolge a me, dicendomi: <<Vi ringrazio per il tocco curativo, ora mi sento decisamente meglio anche se spossata per la fatica... >>.
    Le sorrido cordiale prima di cingermi con la sinistra il braccio dolente; in realtà non vi era alcun bisogno di ringraziare, è il mio dovere tenere in buone condizioni i nobili della residenza, anteponendoli perfino a me stesso.
    <<Non mi sono nemmeno accorta che fosse scesa la sera… Forse è il caso che mi rilassi un pò alle terme... buon proseguimento, Sir Vicent>>.
    Mi inchino leggermente asserendo in contemporanea un <<Buon proseguimento anche a voi…>>, ma mi blocco nel finale non sapendo come rivolgermi a lei: De Lagun mi sa troppo di formale e chiamarla Lady potrebbe farla alterare.Preso com'ero dal discutere di tattiche non ho posto la domanda più semplice!
    Purtroppo però non posso più chiederglielo visto che la donna non è più qui...
    Dando un’occhiata attorno mi assicuro che non vi sia nessuno per poter togliere la maschera da cavaliere senza macchia e senza paura e rivelare l’uomo sofferente che sono; non so cosa faccia più male tra braccio e parti basse... E dire che sono stato perfino fortunato.



    Se sul campo di battaglia riportavo le medesime ferite che mi ha impartito De Lagun a quest’ora io ero morto! Devo migliorare se voglio aiutare, combattere e non fare unicamente da guaritore:
    la mia velocità non vale un beneamato piffero se non imparo a sfruttarla…
    Dannazione.



    Con andatura lenta mi dirigo verso la mia stanza, nei corridoi incontro casualmente Theon che mi osserva come se avesse visto un fantasma... Effettivamente non sono un bello spettacolo… Dovrei sistemarmi se voglio evitare che agli ospiti non venga un accidenti nel vedermi.
    Rassicurandolo Theon sulle mie condizioni gli chiedo di portarmi del ghiaccio ed una bacinella di acqua tiepida assieme a delle bende sterili.
    L'uomo si congeda ed io raggiungo le mie stanze, lasciando la porta socchiusa ed accomodandomi seduto sul letto...

    Stanza di Vicent...

    Dopo qualche minuto mi porta il necessario ma con mia sorpresa non chiede di andare, bensì si offre volontario per aiutarmi con la medicazione.



    Lo guardo provato per poi puntare lo sguardo sul mio braccio: effettivamente due mani potrebbero farmi comodo...



    Annuisco facendogli cenno di avvicinarsi, stendendomi di spalle sul letto.



    Do giusto una fugace occhiata a Theon per mormorargli un <<Grazie…>> prima di pormi l’impacco di ghiaccio sulle parti intime.
    Socchiudo dunque gli occhi, cercando di riposare per qualche minuto, resistendo al dolore quando mi immerge il braccio nell’acqua tiepida.
    Niente lamenti, smorfie o espressioni sofferenti: sono un cavaliere ormai e non un bambino…

    Ultima modifica di Damnedgirl; 2nd January 2015 alle 23:39



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  2. #272
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    RICCIARDA

    Ricciarda di qua, Ricciarda di là! Fai questo, fai quello! Che pizza! Con tutto questo lavoro che mi stanno dando non ho potuto nemmeno intrattenermi a fissare Sir Aiden, uffa! Ora sto davanti alla porta di miss perfezione la principessa sul pisello... ci fosse almeno Sua Grazia il Principe! A quanto pare Lady Esperin vuole farsi un bagno in camera: la comprendo, deve essere imbarazzante non poter sfoggiare davanti agli altri un pò di sana ciccia come la sottoscritta. Però ammetto che è gentile, la Principessa Esperin ha sempre dei toni pacati con noi e ci ringrazia, cosa che mai sentiresti da quella rospetta slavata della Regina. Inoltre, non mi ha mai fatto frustare! In effetti, è vero quello che si dice lei: è brava, buona, innocente, casta...

    <<Ricciarda, per favore avverti Sir Aiden di raggiungermi in terrazza tra poco, gli avevo concesso di conversare. Dovresti trovarlo nei pressi della biblioteca, credo. Grazie>>

    Casta una cippalippa! Hai capito la gatta morta qua! Gli ha concesso di conversare... e gli dei non vogliano che gli conceda altro! Anche se potrebbe tornarmi di vantaggio... se riesco a spiarli, magari becco Sir Aiden nudo! Mi inchino e mi congedo gentile, ma in realtà non vedo l'ora di essere già da lui... non va bene Ricciarda, stai tutta svampita! Come dice Lady Vera, la sorella di Lord Fellow, il cugino di terzo grado di Lord Smooth, quello che è scappato con la cugina ventenne, mica quello che gioca a dadi che stavo dicendo? Ah sì U_U Come dice Lady Vera, devo presentarmi bene davanti a Sir Aiden se voglio conquistarlo, perchè sì, mi sono prefissa che qui, o Sir Aiden o Sir Vicent faranno parte della mia collezione! Mi sistemo i capelli e mi abbasso un pò lo scollo della camicia... sono così bella e prorompente che non potrà notarlo! Poverino, dovrà poi accontentarsi di quella mazza di scopa di Lady Esperin! Busso alla porta della biblioteca ed entro garbatamente:

    "Sir Aiden? Sua Grazia la Principessa mi manda a dirvi di raggiungerla al più presto alla Terrazza, così da potervi ricevere come promesso"

    Ovviamente, mi sono inchinata un bel pò e sporto le tette a dovere. Eddai, non può non notarle U_U

  3. #273
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Purtroppo la conversazione con Lady Feralys dovrà aspettare: la sguattera di prima ci interrompe riferendomi che la principessa desidera conversare con il sottoscritto. È paonazza e... scollata... Ma che è? Chi tiene in riga la servitù in questa magione? La guardo un po' storto e la congedo.


    <<Lady Feralys, i miei doveri da comandante mi costringono a rinviare questa chiaccherata ancora una volta... Ma sarà l'ultima, glielo prometto>>. Faccio un leggero inchino e lascio la biblioteca per dirigermi in terrazza.

    Giunto a destinazione, mi pare ancora di sentire il profumo di Lumen. Cosa impossibile, ovviamente, il venticello serale ne ha sicuramente cancellato ogni traccia... È come se fosse intrappolato nelle mie narici. Scuoto la testa e mi schiarisco la voce per attirare l'attenzione di Esperin, che si trova già in terrazza. Sembra pensierosa, distratta, ma spero vivamente di sbagliarmi: ho bisogno della sua attenzione, ora più che mai.


    <<Principessa, grazie per avermi ricevuto. La prego di perdonarmi se salto i convenevoli, ma tante cose sono successe oggi, tante devono ancora succedere… E ho tanto di cui parlarle>>. La guardo dritto negli occhi, con un'espressione sicura ma affabile in volto. <<Innanzitutto devo chiederle scusa, perché a pranzo le ho mentito: non mi sono proposto per la carica di comandante solo per aiutare i miei compagni... >>


    Mi godo la reazione della principessa mentre continuo a parlare, illuminata dalla flebile luce delle torce...
    Our wills and fates do so contrary run

  4. #274
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Sento dei passi avvicinarsi e mi volto, scorgendo la figura di Sir Aiden sotto la fioca luce delle torce, che si schiarisce la voce per attirare la mia attenzione.



    <<Principessa, grazie per avermi ricevuto. La prego di perdonarmi se salto i convenevoli, ma tante cose sono successe oggi, tante devono ancora succedere… E ho tanto di cui parlarle>> comincia a dire, con tono sicuro, non appena i nostri sguardi si incrociano.



    La sua fretta mi mette un pò in agitazione, lasciandomi come la sensazione che stia per dirmi qualcosa di estremamente importante.
    <<Innanzitutto devo chiederle scusa, perché a pranzo le ho mentito: non mi sono proposto per la carica di comandante solo per aiutare i miei compagni... >> aggiunge poi, continuando a fissarmi.



    Mi chiedo cosa voglia farmi intendere, e cosa si stia preparando a dirmi. Ovviamente sono conscia del fatto che abbia presentato tale proposta anche per un egoistico desiderio di successo personale, sarebbe strano il contrario, ma sembrava davvero intenzionato ad aiutare i propri compagni ed il Regno a superare questo momento di crisi.
    <<Vada avanti, Sir Aiden, mi dica liberamente cosa quindi l'ha spinta a farsi avanti...>> gli rispondo, incitandolo così a continuare.






  5. #275
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    <<Il mio obiettivo principale è aiutare lei, principessa. La mia lealtà è fuori discussione. Ci tenevo a mettere in chiaro questa cosa, perché mi sembrava maleducato non farlo>>.


    Le offro poi il braccio, da vero gentiluomo, sorridendole. <<Per farmi perdonare di aver sprecato il suo tempo per quest'inezia, mi permetta di accompagnarla in sala da pranzo. L'ora di cena si avvicina>>, le dico affabile. Se accetterà il mio invito la scorterò fino alla nostra destinazione con estrema gentilezza, altrimenti mi dirigerò in sala da pranzo senza la sua compagnia, dopo averla ovviamente salutata.
    A cena avrò forse finalmente occasione di vedere Cassandra, e potrò capire se prova risentimento nei miei confronti.
    Our wills and fates do so contrary run

  6. #276
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth

    E’ la brezza serale a destarmi dal mio riposo, con il suo dolce soffio che mi accarezza la pelle nuda nella quiete della residenza.
    Riapro gli occhi disteso sul mio talamo, ascoltando quel silenzio innaturale che aleggia nella stanza e, girando leggermente la testa, focalizzo a fatica i contorni degli oggetti nascosti dalla penombra rischiarati dal lume di un’unica candela. Con un po’ di sforzo cerco di non riaddormentarmi.La stanchezza è tanta così come la voglia di abbandonarmi anima e corpo alla notte che verrà… Di lasciar libera la mente di vagare nei miei sogni più reconditi, spiccando il volo verso l’unica donna che io tanto vorrei: Esperin
    Tormentato da questo nome mi porto seduto, pentito anche solo di averla pensata...

    << […] se inizierai una lotta contro te stesso ed i tuoi sentimenti, perderai...>>

    No... Io non perderò… Non ora.
    Stropiccio gli occhi cercando di togliere l’immagine di Esperin dalla mia testa ma involontariamente uso il braccio infortunato e mi provoco una fitta che mi fa trasalire.
    Oh beh, perlomeno sono riuscito nel mio intento...” penso ironico mentre osservo sofferente il punto, notando solo ora le fasce.
    Rimembro così l’allenamento, il congelamento, De Lagun, Theon ed infine la sua medicazione.
    <<Theon…?>>, faccio per chiamarlo cercando la sua figura ma non c’è, evidentemente devo essermi assopito più di qualche semplice minuto... Scosto il ghiaccio, ormai diventato inutile, portandomi in piedi ed afferro l’unica candela accesa per potermi guardare meglio attorno.
    Gli abiti che erano sparsi per terra sono ora piegati e posati sul letto, poco distante è presente un catino con all’interno due asciugamani mentre a terra vi è una brocca d’acqua pulita; con stupore noto perfino l’armatura già pulita e lucidata. Abbozzo d’istinto un sorriso. Farà anche parte del personale di servizio ma si è occupato di me e dei miei averi senza batter ciglio, dovrò ricambiare ricordandomi di lasciargli almeno una moneta d’oro come compenso per il disturbo arrecato…
    Affacciandomi dalla finestra mi rendo conto di un via vai continuo di domestici in sala riunioni, segno che l’ora di cena è vicina ed io sono ancora qui a poltrire quando dovrei curarmi, pulirmi e vestirmi.
    Uhm.
    Rapidamente controllo che la porta sia ben chiusa per poi afferrare tutto ciò che dovrò usare e porlo di fianco a me quando mi accomodo sulla panca.
    Inspiro e socchiudendo gli occhi convergo la mia magia curativa verso il palmo sinistro.
    Complice il dorso nudo, l’effetto del mio tatuaggio mi è perfettamente visibile: partendo dall’altezza del cuore l’inchiostro inizia ad animarsi, rischiarandosi man mano, finché dalla mia mano non scaturisce una sfera biancastra. Non appena questa va sfiorare la pelle l’arto viene irradiato di una luce dalla tonalità albicocca chiaro che viene assorbita dalle ferite, anestetizzandole completamente. Una piacevole sensazione di calore mi pervade mentre con cautela muovo la mano dal gomito alle dita e poi viceversa… Finito con il braccio uso i residui di rigenerazione per assicurarmi che anche nell’altro “punto” non vi siano problemi: data l’intensità con cui Cassandra mi ha colpito meglio evitare di farsi scrupoli...

    Difesa e Recupero - Rigenerazione (avviene tramite tocco): Rigenera ferite di media entità ( ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento ).

    Provato blocco dunque la rigenerazione e, preso un minuto di pausa, inizio ad occuparmi alla buona del mio aspetto.
    Bagnando un solo asciugamano lavo prima il sudore e poi il sangue rappreso. Asciugatomi mi libero delle bende e mi vesto; lisciando però l’abito avverto una leggera protuberanza all'altezza della tasca, sfilo infatti il famoso regalino della septa ancora riposto lì: un servo onesto non rovista mai nelle tasche di un nobile.
    Ora sono due monete per Theon invece che una.
    Lo getto a mollo all’interno del catino assieme all’asciugamano macchiato di sangue e rimpiazzo il fazzoletto con uno pulito, aggiungendo inoltre due monete in tasca.
    Afferrando il telo con cui mi sono asciugato copro il recipiente, onde evitare che gli ospiti di passaggio scorgano l’acqua rossastra, infilo poi gli stivali e mi do un’ultima sistemata ai capelli.
    Sono pronto.
    Apro la porta ed afferrando bacinella e brocca abbandono la mia stanza chiudendo la porta alle mie spalle, infine chinandomi faccio per poggiare quel che trasporto ponendolo di fianco la mia entrata…

    Ultima modifica di Damnedgirl; 25th December 2014 alle 11:42



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  7. #277
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    <<Il mio obiettivo principale è aiutare lei, principessa. La mia lealtà è fuori discussione. Ci tenevo a mettere in chiaro questa cosa, perché mi sembrava maleducato non farlo>> è la semplice risposta di Sir Aiden a tranquillizzarmi sulle sue intenzioni, almeno in apparenza.



    Spero che le sue non siano solo parole e di poter contare sulla sua alleanza, nonostante non fossimo partiti esattamente col piede giusto prima a pranzo. Lo conosco poco, mentre conosco bene la fama della sua famiglia, questo mi spinge ad essere molto cauta con lui.
    <<Confido nelle vostre parole, Sir>> gli rispondo, educatamente.



    Vedo che mi porge il braccio, per poi aggiungere <<Per farmi perdonare di aver sprecato il suo tempo per quest'inezia, mi permetta di accompagnarla in sala da pranzo. L'ora di cena si avvicina>>



    Gli sorrido e gli porgo il braccio, lasciandomi condurre verso la sala. Ho intenzione di far servire rapidamente la cena per poi chiedere a Lady Alinor se ha voglia di fare una passeggiata, o comunque di trascorrere del tempo con me.



    Ci stiamo dirigendo verso la destinazione quando scorgo Sir Dreth uscire da una stanza con qualcosa in mano, e poi chinarsi per poggiarla. Quando gli siamo abbastanza vicini decido di salutarlo ed invitarlo ad unirsi a noi per la cena, suppongo abbia anche lui appetito a quest'ora.



    <<Sir Dreth!>> esclamo, per richiamare la sua attenzione, <<Stiamo raggiungendo la sala da pranzo. Si unisce a noi per cena?>>

  8. #278
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    <<Sir Dreth!>>, sento d’un tratto dire da una voce femminile.
    Vuoi per la stanchezza, vuoi per la guardia bassa, l’esclamazione mi coglie completamente di sprovvista, facendomi sussultare e rischiando perfino di farmi rovesciare il catino che recupero appena in tempo evitando danni. Con un sospiro poso a terra il recipiente e sollevando lo sguardo ammiro la splendida immagine che si prospetta dinanzi a me facendomi perdere ogni cognizione di tempo e luogo.



    E’ Esperin ad avvicinarsi avvolta in un elegante abito viola.



    Espiro, aprendo leggermente le labbra ed inghiottendo un groppone di saliva mi porto in piedi; non trovo alcuna parola adatta a descriverla se non meravigliosa... Lei è semplicemente meravigliosa.
    Punto le mie iridi nelle sue porgendole il mio saluto con un inchino, assottigliando lo sguardo, giusto di un poco, quando scorgo un velo di turbamento nella sua espressione: troppe volte l’ho osservata per non capire che c’è qualcosa che non va… Cosa vi succede principessa?
    Ma a distrarmi è una seconda figura che appare nella mia visuale e, ironia della sorte, la tiene perfino a braccetto: Sir Urthadar.



    Dopo un’ultima occhiata a Lady Esperin mi rivolgo al suo accompagnatore con garbo e cortesia.



    <<Vostra Grazia… Comandante Urthadar… Quale piacevole coincidenza incontrarvi entrambi qui>>, così vicini sto per aggiungere ma mi mordo la lingua per bloccarmi.
    Mi sforzo di apparire sereno perfino con lo sguardo e sorridere nonostante non sia affatto ciò che voglio, ciò che sento di esprimere.
    Al momento provo rabbia, frustrazione, impotenza ma soprattutto… gelosia. Vorrei staccarli... Vorrei non essere il cavaliere che sono... Vorrei mettere in guardia la fanciulla sugli Urthadar, rivelarle che dietro i loro modi garbati e gentili si nascondano bestie pronte ad infierire sul prossimo senza alcuna pietà. Ma non posso perché comprendo che tentare di metterlo in cattiva luce ora come ora è una pessima idea.
    In fondo se davvero Sir Urthadar stesse combattendo per la nostra causa ed avesse davvero a cuore il regno? Il mio sarebbe il peggiore dei colpi bassi.
    Non posso agire senza avere certezze e finché si comporta in una maniera tanto impeccabile dovrò assecondarlo ed ubbidire, mettendo da parte sentimenti, vecchi rancori e pensieri.
    Torno su Esperin e sorridendole con gentilezza le chiedo <<Cosa desidera questa splendida fanciulla da quest’umile cavaliere?>>, dato che mi ha nominato vorrà chiedermi qualcosa.



    La ascolto con attenzione quando mi invita a farle compagnia assieme a Sir Urthadar durante la cena.
    Vorrei offrirle anche il mio braccio ma il gesto mi sembra eccessivo dunque mi limito ad accettare affermando:<<Un po’ di compagnia è sempre benvoluta>>.
    Porto il braccio sinistro dietro la schiena e tendendo il destro in direzione delle scale li invito a proseguire con un <<Dopo di voi>> seguendoli a mia volta...

    Ultima modifica di Damnedgirl; 2nd January 2015 alle 23:43



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #279
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    TARAS

    Oggi è stata una giornata funesta, al Suo ritorno Sua Altezza mi farà a pezzi: ho permesso alla Regina di cambiare il comandante delle truppe con Sir Urthadar. De Lagun ha sempre avuto la fiducia di Lantis, non vederla più al comando lo farà andare su tutte le furie... o forse no, è da qualche anno che le mosse del Reggente sono diventate imprevedibili. Ma le disgrazie non vengono mai sole: il suo arrivo non è certo ben gradito per me. Non l'ho mai sopportato, un uomo dalle molteplici facce da cui non sapere cosa aspettarsi davvero. I nobili cavalieri e le nobili dame saranno riuniti per la cena a quest'ora quindi potrebbe essere il momento opportuno per presentarlo... se si degnasse di essere puntuale. Sono qui che lo attendo alla fine del porticato... spero non mi faccia attendere troppo.

  10. #280
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters




    Distesa sul letto, riesco a malapena a tenere gli occhi aperti. Un'altra stancante giornata rinchiusa tra le mura di questa torre sta per volgere al termine.
    Mi volto verso il muro con l'intenzione di addormentarmi, ma sento qualcuno aprire la porta delle mie stanze. Mi catapulto immediatamente giù dal letto.
    La mia ancella, Laila, entra e mi si avvicina.
    Sembra visibilmente turbata.
    "Allora? Sei riuscita a sentire qualcosa?" le chiedo subito, ansiosa.



    Mi fa cenno di sì. "Fortunatamente la bibblioteca è un luogo silenzioso e anche se ero fuori ad origliare alla porta ho potuto sentire abbastanza!" spiega.
    "Bene, allora parla. Cos'hai sentito? Cosa si sono dette Lady Feralys e la principessa?" chiedo sempre più impaziente e curiosa.
    Laila si schiarisce la voce, come se volesse ancora tenermi sulle spine.
    "Lady Feralys...a quanto pare ha incontrato Drako Kalisi." mi informa poi.
    "AH!" urlo, puntandole il dito contro. "Lo sapevo! Io l'ho vista rientrare dal gladios...sporca traditrice!" mi lascio scappare.
    "Quindi è stata rinchiusa nelle segrete, mi auguro!"
    Laila scuote la testa.
    "No? E che stanno aspettando?...Fammi andare a..." esclamo, dirigendomi verso la porta, ma lei mi interrompe.
    "Pare che gli abbia chiesto spiegazioni e che lui le abbia confessato i suoi dubbi riguardo alla colpevolezza di....del...del principe Lantis!" continua frapponendosi tra me e la porta.
    Spalanco occhi e bocca.
    "Ehh?? Colpevole di aver fatto cosa? E...e la principessa le ha creduto?" le domando quasi disgustata per l'infelice mossa di Lady Feralys.



    Laila alza le spalle e storce la bocca.
    "Lantis...non ci credo. Quella serpe velenosa sta cercando in tutti i modi di confondere la principessa! Cos'ha intenzione di fare, metterla contro suo fratello?".
    Sono furiosa. La voglia di malmenare la Lady Rossa cresce attimo dopo attimo.
    "Doveva pur giustificarsi per la sua assenza, ma inventare tutto questo...! O magari è il piano di Kalisi quello di mettere uno contro l'altro i Raeghar!" ragiono a voce alta, andando su e giù per la stanza.
    "Devo parlare con la principessa!" concludo, mentre Laila mi porge il vestito.
    La guardo stranita.
    "Avete saltato il tè con la principessa, dovete cambiarvi per la cena!" mi avvisa.
    "Oh...è vero.." sbuffo, mentre mi lascio aiutare a cambiarmi.
    Nonostante non abbia nessuna voglia di cenare, questa è un'occasione per vedere Esperin, magari dopo la cena.




    "Siete bellissima milady! Fate un respiro profondo e rilassatevi!" mi fa Laila, probabilmente per paura che possa sbottare durante la cena e inforchettare Lady Ferlays.
    "Stai tranquilla, non sono una sprovveduta!" le ricordo, mentre mi dirigo verso la porta.
    Percorrendo il lungo e deserto corridoio l'unica persona a cui riesco a pensare è proprio lei, quella serpe.
    Di colpo, mi fermo. Il rettile dovrà volare. Il serpente è un rettile, mi dico mentre guardo quello raffigurato dal mio bracciale.
    Che debba far volare dalla finestra quella serpe di Lady Feralys?



    Mi viene da sorridere, ma prima di farlo mi assicuro di essere da sola.



    Magari. Sarebbe tutto molto semplice e risolverei un po' di enigmi.
    Giunta in prossimità della sala da pranzo, mi compongo, mi tiro delicatamente i capelli indietro ed entro.




    P.S.Per l'azione della mia ancella ho chiesto ed ottenuto il consenso


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •