Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 292 di 339 PrimaPrima ... 192242282290291292293294302 ... UltimaUltima
Risultati da 2,911 a 2,920 di 3385
  1. #2911
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS



    Il pugnale affonda nella carne come se fosse burro, posso sentire il suono sinistro dei tessuti che si lacerano sotto la lama e il sangue scorrere caldo, anche sulla mia mano. Vicent è sotto l'effetto della mia aura, trema, ha paura, poi, come in un dejavu, evoca l'aiuto di qualcuno, presenze che può vedere soltanto lui.
    Come quella volta alle terme, dopo l'aura di tenebra di Lumen, si rivolge supplicante a chissà chi: "Aiutatemi. Vi prego"


    Mi guarda, gli occhi carichi di odio come se stesse fissando il demonio in persona, digrigna i denti, ma io mi limito ad affondare di più la lama.
    Silenziosa e letale, giusto mamma?
    "Se pensi che ci sarà un lieto fine, non hai prestato attenzione!"
    Il lieto fine? Per chi mi ha preso, per una delle principessine dei sue sogni?


    Lo vedo lasciarsi andare a terra, le mani a coprirsi la ferita sanguinante, la sua arma lontana; potrei fargli qualunque cosa, infilargli Medea nella nuca ed ucciderlo con un solo colpo o strangolarlo a mani nude, ma poi chi mi divertirei a prendere in giro? Sei fortunato ad essere il mio bersaglio preferito, Vicent.


    Mi inginocchio e con la mano libera cerco di sollevargli il busto, per farlo sollevare da terra, nel frattempo affondo nuovamente Medea nella sua spalla destra, questa volta, per lacerargli i tendini e impedirgli, o per lo meno rendere difficoltosi e meno fluidi, i suoi movimenti.


    "Svegliati Vicent, questa è una favola moderna: non c'è mai il lieto fine" - gli sussurrerò all'orecchio aspettando, sempre in ginocchio, che si riprenda per continuare il nostro discorso.

    #Arma - Pugnale in forma non attiva - Simmiler Knife (Medea)


  2. #2912
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    30
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    E magicamente l’oscurità attorno a me si dissolve ed assieme ad essa anche le visioni delle persone a me care.



    Rimango dunque a terra, inerme, visibilmente spossato da ciò che ho appena subito, con il respiro faticoso, la ferita sanguinante e gli occhi leggermente socchiusi.



    A meno che io non sia impazzito di colpo, credo di essere stato vittima di un’aura di tenebra e non fatico a capire l’artefice di ciò: Adamantia Feralys. Per quanto io la disprezzi devo ammettere che è una strega davvero temibile, la sua aura è stata devastante. Deglutisco quando Adamantia mi afferra la canotta all’altezza del busto ed assecondo il tentativo di farmi inginocchiare di fronte a lei; sono ancora troppo intontito, non mi conviene reagire, è proprio per questo che non oppongo alcuna resistenza ma, anzi, quando vedo che vuole affondare il pugnale nella mia spalla destra la lascio fare e digrignando i denti sfrutto il dolore per riprendere lucidità.



    Farò del dolore, della rabbia, della sofferenza, la mia forza. <<Svegliati Vicent, questa è una favola moderna: non c'è mai il lieto fine>>.



    Mi sussurra maligna all’orecchio, rimanendo in ginocchio, e decido che questo è il momento adatto per agire. <<Troppe chiacchiere>>. La ammonisco in un sussurro mentre con la mano sinistra scatto in direzione del suo collo cercando di afferrarlo. Libero quindi il mio gelo, lo sento chiaramente propagarsi dal cuore e diramarsi al braccio sinistro, vi accumulo tutta la mia potenza pronto a rilasciarlo non appena il palmo toccherà la gola di Adamantia. Il ghiaccio si estenderà rapido per tutto il corpo bloccandola come fosse una statua, impedendole i movimenti.

    Distruzione - Crystalgrave: L'incantatore ha la capacità di concentrare la propria energia nel palmo di una mano e congelare ciò con il quale viene a contatto; (Maestro) Congela tutto il corpo a contatto, causandone la paralisi ed ingenti danni da assideramento.

    A prescindere dal risultato mi abbasserò di nuovo a terra, sfilando in questo modo il pugnale di Adamantia dalla mia spalla destra, ed andandole di lato cercherò di assestare una tallonata di prepotenza al gomito con cui impugna l’arma con l’intento di romperglielo. In ogni caso mi allontanerò di circa cinque metri, stando sempre alle sue spalle ed in guardia mentre mi tamponerò la ferita all’addome con la mano sinistra. Il braccio destro è andato e respiro un pò a fatica, ma non mi arrendo.

    Selene - Arma in forma dormiente
    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st December 2015 alle 02:01



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  3. #2913
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Docile come un gattino Vicent lascia che mi nutra della sua sofferenza anche se, da bravo cattivone, mi fa uno di quei suoi sguardi carichi di rabbia: peccato che i tuoi occhi siano velati dalle lacrime e siano poco credibili, povero cucciolo!


    Dopo avergli sussurrato all'orecchio tento di ritrarmi ma lui mi afferra rapido alla gola, con orrore temo voglia soffocarmi, ripiombo in un ricordo del passato e mi irrigidisco spaventata, ma altrettanto rapidamente mi rendo conto che sta usando il suo potere congelante su di me impedendomi di fare qualsiasi movimento dalla testa in giù.
    "Troppe chiacchiere" - mi dice aspro.


    Alzo un sopracciglio, l'unica cosa che posso muovere ridotta in queste condizioni: "E io che credevo che i chiacchieroni foste tu e i tuoi ... amici invisibili"
    Tento di non pensarci ma il freddo mi sta entrando dentro, sento come se tanti piccoli spilli avvelenati mi stiano pungendo contemporaneamente: è una sensazione orribile, mi fa male. E' ghiaccio ma mi sento bruciare come se fossi avvolta dalle fiamme, anzi, forse in modo peggiore perchè è un bruciore secco, insidioso e subdolo.


    Il cavaliere si alza: "Goditi il momento, Vicent, perchè sarà la prima e unica volta che mi vedrai inginocchiata di fronte a te." - oh lo so che lo farà impazzire questa frase, provocandogli ribrezzo. O forse si tratta di desiderio celato?
    Adesso lo sento alle mie spalle, cerco di voltare la testa ma non riesco a guardare cosa sta facendo. D'improvviso avverto un colpo secco, come se uno specchio fosse andato in frantumi, che diavolo stai combinando Vicent?


    "Ti nascondi come un codardo? Non puoi sfuggirmi, io ti troverò sempre"
    Cerco di prendere tempo parlando, in realtà sto facendo appello a tutto il mio potere, so che posso fare di meglio rispetto all'allenamento a tre in giardino di qualche giorno fa, il mio fuoco sta crescendo e vuole esplodere libero come un vulcano in eruzione. Mi piace fare tutte le mie scene con le mani ma so anche che non ne ho bisogno per scatenare l'inferno in questa maledetta stanza, per cui, date anche le circostanze, questa volta dovrò farne a meno.


    Sento ardere il fuoco alle mie spalle, ne avverto il calore e la potenza, lascio che si espanda in tutto il suo splendore sperando che Vicent sia tra le fiamme ad arrostire come un pollo allo spiedo. Poco male se non sarà così, almeno potrò liberarmi da questa morsa e riprendere a pestarlo per bene.

    #Maestro Tempesta di fuocoL'incantatore genera una colonna di fuoco direzionabile nell'area di 10 metri, alta al massimo tre metri e larga due, dove l’incantatore non ne è il fulcro, ma nelle sue immediate vicinanze, provoca ustioni di terzo/quarto grado
    *Ada non si è ancora accorta del gomito rotto visto che è congelata e non ha sentito dolore, lo sentirà dopo, eccome se lo sentirà .


  4. #2914
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    30
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Non bado alla provocazione di Adamantia quando il ghiaccio le blocca il corpo e ne approfitto per abbassarmi di scatto e sfilare via la lama dalla spalla destra. Una piccola fitta, seguita da un liquido caldo e vischioso, mi fanno capire, senza che io guardi, di stare perdendo sangue. Cerco di non pensarci, mi rimetto in piedi e…<<Goditi il momento, Vicent, perchè sarà la prima e unica volta che mi vedrai inginocchiata di fronte a te>>.



    Dei. Avrei dovuto congelarle la lingua oltre che il corpo, chissà forse anche questa sarebbe stata la prima e l’unica volta in cui l’avrei zittita!



    Non rispondo ma sento che il nervosismo sale ed assieme ci sono anche la rabbia e il disgusto che le sue parole mi stanno provocando, mi istigo però a mantenere la calma, a non assecondare i suoi tentativi di farmi perdere la concentrazione, e silenziosamente colpisco con una tallonata il gomito sinistro di Adamantia. Avverto con chiarezza un sonoro “crack, credo proprio di averle rotto il braccio. Fingo di non sentire nemmeno l’ultima frase e mi allontano di cinque metri. Trattengo un colpo di tosse per evitare di farmi udire e sputo a terra il sangue per liberare la gola dal fastidio di questo sapore metallico. D’un tratto un fumo denso circonda Adamantia, reagisco nell’immediato senza nemmeno pensarci, e corro via anticipando il vortice di fuoco ancora prima che venga scagliato. Mi piazzo alla destra di Adamantia, mantenendo la solita distanza di sicurezza, e piego le labbra in una smorfia contrariata quando vedo che il fuoco impatta contro la rastrelliera vicino l’entrata dell’armeria.



    C’era una bella spada lì, un vero peccato. Pazientemente attendo che il fuoco si estingua e, guardingo, osservo Adamantia sfruttare il calore per far sciogliere il ghiaccio e liberarsi dal mio potere. Assicuratomi di averla focalizzata corro verso di lei, piazzandomi frontalmente, e, con le dita che si chiudono a scatto, serro a pugno la mano destra. Da questa posizione proverò ad afferrare con la sinistra il collo di Adamantia e arrivato sotto la mandibola stringerò con forza, premendo con pollice ed indice verso l'alto, mentre cercherò di sollevarla da terra di peso.



    Voglio che le manchi l’aria, voglio che provi lo stesso senso di impotenza che ho avvertito io durante la sua aura di tenebra, voglio indebolirla. In ogni caso le chiederò, <<ti arrendi?>>, guardandola negli occhi e non mollerò la presa fino a quando non smetterà di lottare.



    Selene - Arma in forma dormiente
    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st December 2015 alle 02:04



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #2915
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Il ghiaccio si scioglie in una pozza liquida sotto di me, ho i vestiti umidi e la pelle arrossata: le bruciature da congelamento sono innumerevoli e mi fanno male.


    Vedo Medea abbandonata sul pavimento e d'istinto allungo il braccio per prenderla ma resto bloccata in un grido soffocato di dolore. Un'esplosione di punti neri mi colpisce come se avessi milioni di schegge negli occhi, mi sento quasi svenire; il dolore è acuto ma mi mordo le labbra per non dare a Dreth nessuna soddisfazione. A proposito sarà arrostito? Credo di no dal momento che non sento puzza di carne bruciata, che disdetta.


    Cerco di alzarmi lentamente, ma Vicent mi si para di fronte e mi stringe nuovamente la mano attorno al collo, questa volta col chiaro intento di soffocarmi. Nella mia testa si riaffacciano sensazioni, dolore, paura di morire, tutte cose che credevo sepolte sotto uno spesso strato di durezza. Mi sento sollevare di forza ed insieme al terrore sento anche riaffiorare la disperata voglia di resistere, di non lasciarmi sopraffare dalla forza bruta.


    "Ti arrendi?" - mi guarda negli occhi adesso, ti è passato il cagotto?


    "Non capisci niente, Vicent. Io non mi arrenderò mai" - dopo di che, con la speranza che allenti la presa e con tutta la forza che ho in corpo, colpirò con la punta del piede dritto fra le sue gambe, tanto per ricambiare il favore.


    Se mi lascerà andare resterò dritta in piedi di fronte a lui e gli assesterò uno schiaffo in pieno viso, di quelli che lasciano le impronte vivide delle cinque dita, altrimenti continuerò a scalciare e a tentare di graffiarlo ovunque fino a quando non si sarà stancato di prenderle.


  6. #2916
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alagos Fanon

    Alba


    Mi giro e mi rigiro nelle coperte crogiolandomi nell'accogliente letto, nell'aria di questa sconosciuta stanza, vi è un profumo che conosco...
    Mi volto sulla mia sinistra e ciò che mi coglie al risveglio, è un corpo di donna, coperto solo da un delicato lenzuolo che è scivolato lasciando scoperta una spalla, una cascata di setosi capelli rossi...Loren...
    Le scosto delicatamente dal viso una ciocca ribelle, non vorrei svegliarla, soprattutto dopo la nottata passata, ma dobbiamo andare, una battaglia ci attende, così come i nostri nemici.
    Al mio tocco si sveglia, mi guarda con i suoi profondi occhi verdi, mi sorride prima di guardarsi attorno e scattare come un fulmine in piedi pronta per vestirsi.
    Resto per un attimo ad osservare le curve minute del suo corpo, corpo di donna che ha condiviso con me questa peccaminosa notte.
    Pigramente mi stiracchio, i nervi tesi, la tensione alle stelle nonostante i piacevoli momenti trascorsi.
    Mi alzo dal letto voltando le spalle alla giovane, sono completamente nudo e l acos anon mi disturba, raccolgo da terra gli indumenti sparsi e mi appresto ad indossare l'armatura lucidata e splendente, l'armatura dei Reali che combattono sotto il vessillo dei Raeghar.
    Nessuno dei due parla, consapevoli probabilmente di ciò che è accaduto e di quello che ci apprestiamo a fare...
    Raggiungiamo la porta, ma prima di uscire Loren mi guarda, vorrei dirle qualcosa, eppur el eparole faticano ad uscire, non so quel che succederà al Kratoning ma so che dobbiamo impeganrci al massimo e cercare di portare a casa se non la vittoria, almeno la vita.Mi avvicino a lei, allungo le braccia tirandola a me delicatamente, la abbraccio posando poi le mie labbra sulla sua fronte, donandole un dolce bacio, un sussurro è quello che ne segue uscendo dalle mie labbra:
    << Andrà tutto bene..>>...almeno lo spero, ma non voglio darle a vedere il mio timore.
    Mi regala un sorriso ed insieme raggiungiamo il Glados.-L'ora di scender e in campo è giunta, facciamoci onore.-
    Chiudo per un attimo gli occhi , la Torre scompare mentre la luce del portale ci conduce al Kratoning.


    Continua qui.
    Ultima modifica di DELTAG; 16th November 2015 alle 00:49

  7. #2917
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    30
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    Adamantia reagisce in modo strano alla mia presa. Si fa prendere dal panico, non ragiona più e fa attacchi istintivi, senza alcuna logica. Attutisco, seppur in parte, l’impatto del piede contro i miei gioielli di famiglia bloccandole la gamba all’altezza del ginocchio con la mia mano destra e stringo appena la presa al collo per farle mancare l’aria, serrando i denti e ringhiando mentre scalcia e mi graffia come una dannata.



    Non capisco… Che diamine sta combinando?



    Avrebbe potuto ordinarmi con lo charme di lasciarla andare, o usare un’aura di tenebra per rendermi inerme e poi infierire, o perfino sfruttare i danni già presenti per provocarmi un dolore tale da impossibilitarmi di ragionare e mollare la presa. O che ne so… Spezzarmi il mignolo, cavarmi gli occhi o infierire con le unghie sulla ferita nella spalla. <<Beh, allora direi che mi arrendo io: tu hai vinto, io ho perso>>.



    Dico calmo provando a sollevarla per l'altezza massima del braccio prima di annullare la presa dal collo e cercare di farla impattare a terra, di posteriore.



    Anche se sostiene il contrario dubito sia ancora in grado di combattere; il ghiaccio le ha provocato danni ingenti, ha il braccio sinistro rotto e vedo numerosi lividi sparsi per il resto del corpo… No, non infierirò o rischio davvero di ucciderla e non voglio, in fondo le ho fatto anche troppo e nemmeno me ne sono reso conto… Questa guerra mi sta cambiando, non so se in peggio o in meglio. <<La Regina aveva ragione ad elogiare le tue capacità di guerriera>>, esclamo sincero, tendendo la mano sana verso di lei con l’intento di aiutarla ad alzarsi ed in caso anche sostenerla. <<Chi era il tuo maestro? Perché per le prese credo che dovremmo dargli qualche bacchettata sulle mani…>>, aggiungo poi scherzando e guardandola negli occhi. So che potrebbe usarmi come una marionetta, ma per la prima volta da quando mi rapporto con lei la cosa non mi importa: involontariamente mi ha aiutato, mi sento un pò meglio grazie a questo allenamento, ed ora voglio... Ricambiare. <<Posso curarti io o preferisci che ti porti da Cassandra?>>, domando un pò insicuro, ricordando in che punto ho scagliato il colpo di frusta, e mentre attendo una risposta lascio svanire la mia Selene che si disgrega in tanti piccoli frammenti di ghiaccio...



    Selene - Arma richiamata
    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st December 2015 alle 02:07



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #2918
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    35
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    I suoi occhi sono ancora fissi nei miei. Mi guardano, mi scrutano, cercano di leggere nella mia anima.



    "Ally?" mi sento chiamare. Scuoto la testa, imbarazzata, distogliendomi da quello sguardo intenso.
    "Ehm...no, non credo di conoscerlo..." rispondo a mio fratello.
    "Il ballo è ormai terminato milady, posso avere l'onore di fare una passeggiata con Voi all'aria aperta? Vi dirò il mio nome.." mi propone allora il misterioso ragazzo con voce profonda quanto i suoi occhi.
    Mi guardo attorno ed effettivamente siamo gli unici rimasti in sala.



    Il mio cuore continua a battere, d'istinto mi verrebbe subito di dirgli di sì, ma poi rivolgo lo sguardo verso Abel, anche lui mi sta osservando. Il sopracciglio inarcato mi fa intendere che non è d'accordo. Perchè? Me l'ha presentato lui alla fine..
    Quello che mi frena è anche altro...Sono venuta a questo ballo per parlare proprio con mio fratello di Desmera...per cercare di metterlo in guardia in qualche modo.



    Mi avvicino all'orecchio di Abel sussurrandogli: "Sta attento a lei." poi mi rivolgo al misterioso cavaliere, accettando con un sorriso il suo invito.



    Mi spiace aver turbato in questo modo Abel, ma almeno sono riuscita nel mio intento. Conoscendolo, ora gli starà a debita distanza. Non so ancora se posso parlargli della setta più che altro per non metterlo nei guai...sempre se non ci è già.
    Dovrei stargli accanto, a casa, e invece devo stare qui, adempiendo ai miei doveri di Consigliera e di combattente dei Reali.



    "Siete silenziosa.." mi dice quella voce profonda. Non me n'ero neanche accorta, ma siamo già all'esterno della sala.
    "Ero sovrappensiero, scusatemi." mi giustifico, dicendo la verità, ma senza ancora guardarlo negli occhi.
    "Spero che non Vi siate sentita obbligata dal mio invito.." ribatte lui, fermandosi ad ammirare il cielo.
    Alzo gli occhi sul suo profilo, imbarazzata, mentre gli rispondo prontamente: "No, no, no...".
    "Ma ora potete dirmi il Vostro nome?" gli chiedo quindi, senza attendere oltre.
    Lui si volta verso di me e mi sorride. E che gran bel sorriso...


  9. #2919
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Vicent allenta la presa, dice che è lui ad arrendersi, poi mi molla lasciandomi cadere col sedere sul pavimento. La sua espressione da bravo ragazzo mi disturba, così come mi disturbano i suoi elogi, non sono una bambina, non mi deve nessun contentino.
    Mi tende la mano per aiutarmi a rialzarmi, la afferro stringendogliela con forza e mi tiro su sfruttando la sua forza, spero che sia ben piantato a terra e non mi cada addosso.


    Sono in piedi di fronte a lui, che, sorridendo, mi chiede: "Chi era il tuo maestro? Perché per le prese credo che dovremmo dargli qualche bacchettata sulle mani…"
    Mi sfugge un sorriso ripensando agli allenamenti con Raivo: "Il mio maestro era più portato per altri tipi di prese, ma se credi di essere migliore dovresti darmi una dimostrazione pratica più che dare fiato alla bocca."



    Ritorno poi subito seria nel constatare che effettivamente Vicent ha per due volte sfruttato un mio punto debole nel corso dello stesso allenamento, deve aver notato delle incertezze nel mio modo di reagire la prima volta e poi le ha messe a frutto una volta che si è ripresentata l'occasione. Dovrei sbarazzarmi una volta per tutte di questa stupida paura, è evidente che la nonna non ha fatto un buon lavoro in questo caso e che sarebbe il caso di rivolgermi a qualcuno in grado di estirpare ogni sensazione che mi riporti alla mente quanto sono stata stupida e debole quella notte. Il problema è che non mi fido abbastanza di nessuno per parlare di certe cose e non credo che succederà mai più nella mia vita che mi aprirò con una persona che non sia lei o il suo dannato fantasma, per cui credo di dover tentare un'altra strada, forse Vicent potrebbe essermi utile, dopotutto. E nonostante tutto.



    "Posso curarti io o preferisci che ti porti da Cassandra?" - la sua domanda mi fa tornare a focalizzarmi sul suo mento.
    "Dove vorresti portarmi? Non esiste che me ne vada in giro per la Torre in questo stato per farmi vedere da tutti! Ti sei divertito con me, adesso assumiti le tue responsabilità, Vicent!" - mi scosto i capelli dagli occhi e li sistemo dietro le orecchie, lo guardo, abbasso leggermente la voce - "O per lo meno, se non te la senti di fare altro, rimettimi a posto il braccio, altrimenti come faccio a prenderti a schiaffi la prossima volta?" - ormai ti conosco, Vicent, non ti fai scrupoli a colpire in certi punti delicati, ma ti fai mille pippe mentali se devi curare una donna, non ho nemmeno voglia di starci a discutere più di tanto - "Sei una causa persa" - gli dico col mezzo sorriso.



    Dissolvo Medea, abbandonata sul freddo pavimento su cui ha lasciato cadere tracce di sangue, in un turbinio di fiamme e fumo, fino a che non resta null'altro se non il segno della ferita inferta a Dreth e attendo quindi che il guaritore faccia il suo dovere.



    #Arma dissolta - Simmiler Knife (Medea)


  10. #2920
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    30
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Vicent Dreth

    L’allenamento volge al termine ed Adamantia dopo una frecciatina con i contro fiocchi ammorbidisce il tono di voce dicendomi, <<O per lo meno, se non te la senti di fare altro, rimettimi a posto il braccio, altrimenti come faccio a prenderti a schiaffi la prossima volta?>>, aggiungendo infine sarcastica, <<Sei una causa persa>>.



    Abbozzo un mezzo sorriso, guardandola dubbioso per l’ultima affermazione - che chissà a cosa è riferita - poi, sostenendola di peso per evitare che cada, mi concentro ed attivo la mia magia curativa che si manifesta in due sfere d’aurora boreale.



    Difesa e Recupero - Rigenerazione:Avviene tramite tocco; (Maestro) Rigenera ferite di entità grave o mortale.

    <<Sta ferma>>, le ordino e, partendo dal braccio rotto, appoggio i palmi con delicatezza spostandole lentamente sul corpo di Adamantia
    per risanare ogni ferita, inclusa quella al basso ventre. Certo che non ci sono andato leggero...



    <<Sarò più che lieto di darti qualche lezione per imparare a liberarti dalle prese in lotta, ma… Per adesso mangia, riposati ed evita grossi sforzi nella prossima mezzora con il braccio>>, le consiglio prima di lasciarla andare e sfruttando gli ultimi residui di rigenerazione occuparmi anche delle mie ferite. Sento però che il naso mi formicola e capisco che come mio solito sto abusando dei poteri ed il fisico ne sta risentendo, forse dovrei mettere in pratica i consigli che do agli altri anche su di me. Asciugo il rivolo di sangue, cercando di non farmi notare da Adamantia,



    e poi esclamo, <<Grazie per l’allenamento, Adamantia>>, salutandola con un cenno del capo prima di lasciare la stanza. La canotta è sporca di sangue, opto quindi per cambiarmi, ma nel tragitto un bagliore improvviso mi fa bloccare e guardo interdetto Mercur quando con voce atona mi informa che ho l’ennesimo incontro in neutra. Sospiro pesantemente e mormorando, <<accetto>>, vado verso il Glados...



    Chi sarà stavolta?

    Nota: Azione conclusa accordata con Polly.

    Continua qui.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 30th November 2015 alle 00:26



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 18:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 21:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 20:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 13:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 18:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •