Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 30 di 339 PrimaPrima ... 2028293031324080130 ... UltimaUltima
Risultati da 291 a 300 di 3385
  1. #291
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar

    In pochi minuti la sala comincia a riempirsi di persone. La prima ad entrare a Lady Alinor, che ascoltando la domanda percepisce la mia preoccupazione e cerca di tranquillizzarmi.



    Le rispondo con un sorriso, poggiando la mia mano sull'altro suo braccio e facendole poi un cenno con la testa dopo aver ritirato la mano. La preoccupazione è lecita in un momento come questo, e Taras potrebbe sapere qualcosa di nuovo sullo stato delle cose al di fuori della Torre.



    E' poi la septa ad entrare, sedendosi accanto a me, e poco dopo è il turno della De Lagun.
    Torno a fissare Taras, in attesa della sua risposta, quando è una figura alle sue spalle ad attirare la mia attenzione. Cerco di scrutarne i lineamenti, per tentare di riconoscerlo, ma mi sfugge il suo nome. Che sia un messaggero?
    L'avvicinarsi di Sir Dreth distoglie il mio sguardo dallo sconosciuto. Il cavaliere si accosta al tavolo versandomi un bicchiere di vino e porgendomelo dopo averlo roteato. Riconosco nel suo gesto gli insegnamenti della mia septa sul come identificare un veleno, e mi chiedo come possa conoscerlo anche lui...probabilmente anche la loro famiglia deteneva questo prezioso segreto.
    <<Principessa? Perdonate la mia impudenza con questo intervento, ma…l'onorevole Taras ha esplicitato che quanto deve dire è sì urgente ma anche lieto>> mi dice poi, guardandomi dolcemente.



    Capisco le sue intenzioni gli sorrido, prendendo il calice tra le dita e roteandolo a mia volta, non per mancanza di fiducia ma perché mi è stato insegnato a farlo sempre da me, e constatando che effettivamente è sano. Poi, alzandomi, rispondo <<Siete molto gentile Sir Dreth, e vi ringrazio per il vostro gesto. Ho ben inteso le parole di Taras, ma speravo di avere qualche informazione in più. Riguardo al vino...credo aspetterò di mettere qualcosa nello stomaco prima di berlo, ora sto bene così, ma grazie ugualmente>> concludo, poggiando delicatamente il calice sul tavolo.



    Dopo aver spostato la sedia anche a lady Alinor, Sir Dreth torna a parlare a Taras: <<La lieta novella riguarda, per caso, la figura alle vostre spalle o c’è dell'altro?>>.
    Mi volto nuovamente verso l'uomo sconosciuto, ed aggiungo a mia volta: <<Benvenuto alla Torre di Mezzaluna Sir, sono Esperin Raeghar, figlia di Rickard Raeghar. Diteci, con chi abbiamo il piacere di conversare?>>


  2. #292
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    Vedo la bocca di Taras muoversi, ma tutto ciò che sento fare è «bla bla bla!». Bene, se la mascella deve muoversi, lasciamo pure che si muova «ihihihih!» sghignazzo alle sue spalle mantenendo la mano sulla bocca, ho sempre desiderato fare un piccolo gioco con lui, uno di quelli che preferisco far fare agli ospiti più noiosi, papà ha sempre adorato la mia “danza della felicità” nella quale costringevo a ballare i noiosissimi commensali lanciando loro i coltelli o qualunque oggettino contundente che trovavo ogniqualvolta non riuscivano a ripetere quello che facevo, sfortunatamente, ne rimanevano sempre due o tre mentre gli altri finivano tutti eliminati o tagliuzzati in vari tranci che poi venivano scaricati nelle cantine dove i servi se ne occupavano. L’arrivo dei nuovi commensali attira la mia attenzione più della tunica di Taras, una pioggia di colori si riversa nella stanza a cominciare dalla principessina, com’è che si chiama? Esp… no no… Aspirin, giusto! Diamine! Sposto lo sguardo sui suoi accompagnatori. Oh, ma chi vedono i miei occhi? Sir mento di natica Dreth. Ho sempre avuto voglia di vedere più da vicino quell’abisso che separa i due menti, deve fare davvero freddo laggiù. Lo vedo scostare la sedia della principessa, l’altro uomo non so chi sia, ma spero sia qualcuno di buona compagnia «Vi ringrazio Taras, siete sempre troppo gentile.» dice la principessa rivolgendosi al vecchio, bleah! «Theon, Agatha, Ricciarda... convocate tutti di massima urgenza qui nella Sala, lo Stregone Taras ha da fare un importante annuncio» oh, finalmente qualcosa di interessante, allora anche lui è dotato di un cervello oltre ad un copione di frasi da ripetere sul momento. «Taras...avete qualche notizia di mio fratello, o di mio padre?» quanta tragedia nelle parole di questa ragazza, mammina, sembra che la principessina non abbia mai visto una risata prima d’ora. Ed ecco che ad un tratto arriva lei, oh dei. «Ancora non è crepata?» mormoro a voce leggermente alta al suo passaggio, la septa dei reali ignora totalmente me e il vecchio e va a sedersi accanto alla principessa, ora capisco perché lei non sorride mai. Devo fare qualcosa per rallegrare la fanciulla, forse vedere Taras ballare potrebbe rinsavirla? Chissà… successivamente alla septa arriva anche un’altra dama, con un vestito blu e bianco come la tunica di Taras, sbuffo visibilmente annoiato guardando gli altri ospiti della torre fare i loro comodi nella sala, Dreth passa un calice con del vino alla principessa «Principessa? Perdonate la mia impudenza con questo intervento, ma… l'onorevole Taras ha esplicitato che quanto deve dire è sì urgente ma anche lieto.» uffa, anche lui muove la mascella emettendo solo stupidi versi come i bambini di pochi mesi. Che noia. Che noia. Che. Noia. Sbadiglio rumorosamente portandomi la mano alla bocca «La lieta novella riguarda, per caso, la figura alle vostre spalle o c’è dell'altro?» alle parole dell’uomo un sorriso compiaciuto si fa strada sul mio volto, non ci credo! Sono l’anima della festa! Che cosa carina! Dreth mi guarda negli occhi, “quello è lo sguardo più sensuale che io abbia mai visto!” penso e di conseguenza un’altra risatina fuoriesce dalle mie labbra, sembra che qualcuno qui si sia accorto della mia presenza finalmente, che ingrati. D’un tratto vedo apparire al mio fianco il generale De Lagun, però, non l’avevo mai vista senza tutta la zavorra addosso. Prima che possa raggiungere gli altri mi avvicino a lei «comandante De Lagun, vi trovo… in splendida forma… sì…» le rivolgo uno dei miei soliti sorrisi, mostrando i denti e piegando la testa di lato, non ho mai capito il motivo per cui la gente scappa dopo averlo visto. «Ditemi, come sta vostro fratello? Corre ancora dietro quel ragazzaccio?» vengo poi distratto dalla principessina che finalmente mi degna del suo sguardo «Benvenuto alla Torre di Mezzaluna Sir, sono Esperin Raeghar, figlia di Rickard Raeghar. Diteci, con chi abbiamo il piacere di conversare?» mi volto verso di lei ignorando quindi il comandante De Lagun e mi avvicino alla fanciulla con passo lento ed elegante imitando i tanti grand’uomini che si erano presentati al cospetto di mio padre, cerco di prenderle una mano portandola vicino alla bocca e sfiorando la sua pelle con le labbra. Sono davvero un grande attore. Bravo Nikah. Bravissimo. «Principessa Aspi… ehm… Esperin, molto piacere. Il mio nome è Gildas Demonar, figlio della nobile casata dei Demonar.» le rivolgo infine lo stesso sorriso che ho rivolto al comandante, chissà che effetto farà a lei…
    *Foto a brevissimo u.u
    Ultima modifica di SimsKingdom; 30th December 2014 alle 22:50

  3. #293
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Qualcosa non mi quadra in questo ragazzo: sghignazza in modo molto famigliare. Probabilmente, ha combattuto sotto i miei ordini, ho già sentito il suo verso, ma non riesco proprio a focalizzarlo. Una conferma del fatto che questo ragazzino mi conosca arriva subito, chiamandomi per nome e con un accenno a mio fratello. Un accenno davvero poco simpatico.
    "Ex comandante... da oggi il comandante dei reali è Sir Aiden Urthadar" gli dico indicando il cavaliere con un sorriso. Non voglio che Aiden pensi che io sia risentita o arrabbiata. "Per quanto concerne mio fratello, egli è sempre stato un cuor gentile ed è facile arguire che sia stato tratto in trappola da un viscido verme come Targaryus, che lo ha manipolato con le sue folli idee di libertà e giustizia... parole con cui nasconde l'unico suo vero intento... potere e distruzione... purtroppo, quando si ha un senso così alto dell'amicizia o dell'amore, si fanno molte follie... e mio fratello considera Targaryus il suo più caro amico" affermo severamente. Andreus ha comunque sbagliato, non voglio certo giustificarlo. Per quanto io possa amare Lantis, non tradirei mai il mio giuramento di cavaliere per lui. "Lealtà prima di tutto" è il motto del mio casato... come ha potuto dimenticarlo? Noi siamo i marinai che, nonostante i posti esotici e bellissimi che visitano, tornano sempre a casa, alla loro terra, leali alle famiglie, al loro popolo. Mare che vive, Terra che lega. Il nostro spirito del mare può portarci lontano da casa, ma la terra ci legherà per sempre. Come può Andreus non sentire questo legame? Come vorrei parlargli, incontrarlo, cercare di capire. Ma purtroppo, il dovere viene prima, prima di me stessa: questa notte lo farò, ho bisogno di farlo, di vedere quella persona.

  4. #294
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Il tempo di sedermi, e un nugolo di zanzare tigre comincia ad affollarsi sulla principessa, includendo anche me nel nucleo di ronzii mielosi rivolti alla Sua persona. Per la tomba del demone Ashoff, che fastidio!



    E' un gesto di sir Dreth a farmi un momento impallidire: quella rotazione del calice....il suo sguardo attento sul liquido....non è possibile! Ero sicura di aver distrutto secoli fa l'unico libro che ne riportava l'uso! Come è possibile che la famiglia di questo ameba ne sia in possesso? Che spreco di risorse, tecniche segrete date ai porci!
    Sbruffo infastidita, quando la principessa si alza per riceve il calice, seguita dal mio sguardo: ruota a sua volta la coppa, e la ripone al suo posto senza bere. Bene, almeno non si è fidata di quel citrullo, sa che deve sempre controllare di persona, i liquidi come il cibo, ben inteso. Forse è sperare troppo in una sua buona condotta, ma sembriamo sul piede giusto.



    <<Principessa? Perdonate la mia impudenza con questo intervento, ma…l'onorevole Taras ha esplicitato che quanto deve dire è sì urgente ma anche lieto>> le dice con tono apprensivo, manco Lady Esperin stesse per svenire come una debole servetta qualunque!
    Ma perchè, che è successo? E perchè deve sempre stare attaccato come un tarzanello ai culi di noi poveri malcapitati?
    Chiederò a un servo di raccogliermi qualche suo capello tra le lenzuola...magari qualche vecchio malocchio (vedremo se la famiglia Dreth è capace di difendersi da certi regalini), e avrà da preoccuparsi più di se stesso che di noi altri, lasciandoci finalmente in pace.



    Lady De Lagun nel frattempo interviene nei confronti del nuovo arrivato, che a parte la sua risatina molto divertente alle mie orecchie, non mi ha suscitato nessun'altro interesse. Deve essere un nobile, e credo anche di averlo già visto in passato, visto che i suoi lineamenti mi ricordano vagamente qualcuno...inoltre deve conoscere i De Lagun. Non ho sentito cosa le ha detto, ma la giovane gli risponde in merito al tradimento del fratello, per cui deve averle sussurrato qualcosa sul figlio maschio di Sir Jubert.



    Il pomposo ospite si presenta finalmente alla principessa con un baciamano, palesando il suo cognome....ah! Ecco chi era questo scherzo della natura!
    Sogghigno rumorosamente, divertita dalla sua presenza:
    <<L'unico erede di sir Demonar....ma guarda un pò! Mi ricordo di tuo padre...il nostro reggente ha pensato bene di allietare il nostro tempo libero con un giullare di corte...ho sentito parlare dei vostri spettacolini. Perchè non ci intrattenete un pò mentre attendiamo gli altri ospiti? Un sonetto, una ballata....suvvia, sir Dreth sarebbe un'ottima spalla comica per Voi, invitatelo, non Vi offenderà di certo rifiutandosi!>> gli dico indicando alle mie spalle il soprammobile che si appella a cavaliere.



    Ricordo sir Gildas da ragazzino, un vero caso umano, per quel paio di volte che ho potuto osservarlo abbastanza da vicino...spero che sia peggiorato con l'età!

    Nb: le conoscenze di Deirdre sulla storyline di Gildas sono state concordate con Simskingdom.


  5. #295
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar

    La De Lagun è la prima a rivolgere la parola al nuovo arrivato, difendendo suo fratello senza però giustificarlo e attribuendo il suo tradimento alla sua ingenuità e fedeltà verso Targaryus. Cerco il suo sguardo per infonderle conforto, ma la sua maschera determinata e severa mi distoglie dal mio intento. L'ex comandante è una donna forte, e rivolgerle simili attenzioni potrebbe addirittura farla sentire a disagio, quindi meglio evitare.
    Torno a guardare l'uomo, ancora vicino a Taras, in attesa di una sua reazione.



    Lui in risposta alla mia domanda si avvicina e mi fa il baciamano, per poi finalmente presentarsi: «Principessa Aspi… ehm… Esperin, molto piacere. Il mio nome è Gildas Demonar, figlio della nobile casata dei Demonar.» esclama, con tono fiero, e rivolgendomi poi un sorriso, sorriso abbastanza inquietante devo dire.



    Ha infatti piegato la testa di lato e mostrato i denti...neanche fosse...un cane. Resto a fissarla sbalordita, chiedendomi dove gli abbiano insegnato come rivolgersi ad una donna, ma scaccio subito via questi pensieri nel momento in cui sento la voce della mia septa rivolgersi a lui.
    <<L'unico erede di sir Demonar....ma guarda un pò! Mi ricordo di tuo padre...il nostro reggente ha pensato bene di allietare il nostro tempo libero con un giullare di corte...ho sentito parlare dei vostri spettacolini. Perchè non ci intrattenete un pò mentre attendiamo gli altri ospiti? Un sonetto, una ballata....suvvia, sir Dreth sarebbe un'ottima spalla comica per Voi, invitatelo, non Vi offenderà di certo rifiutandosi!>>



    La casata Demonar..ecco dove ho già visto quei capelli eccentrici! Ora capisco anche le parole della septa, correvano voci a palazzo riguardo al suo...passatempo, e anche sulla sua splendida voce devo dire. Spero non si sia offeso per i modi della septa.



    <<E' un piacere averla qui, Sir Demonar>> rispondo, nascondendo un pò di rammarico per il fatto che abbia sbagliato il mio nome, ed ignorando la battuta della mia septa <<Cosa la porta alla Torre di Mezzaluna? La vostra nobile casata ha deciso di contribuire alla nostra causa?>>


  6. #296
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Questa giornata sembra infinita e, come se non bastasse, è stata quasi un totale fallimento. Qualche carta sono ancora riuscita a giocarmela nonostante la mia mano si sia rivelata meno bella di quello che mi aspettavo. Ho rivelato alla principessa la mia sortita nella zona neutra, ma almeno sono riuscita ad insinuare il seme del dubbio in lei. Non bisogna mai fidarsi di nessuno, dolce Esperin, questo lo imparerete di certo a vostre spese. Molto presto.
    Sento aprirsi la porta della biblioteca ed ecco apparire Sir Aiden, portamento fiero e sicuro di sè, degno rappresentante della sua nobile famiglia.


    "Lady Feralys, finalmente la trovo sola. Desidero da molto parlarle, conoscerla meglio... sia come soldato, sia come donna. È un buon momento?"
    Credo di aver sentito una volta mio padre proporlo come un buon partito, forse siamo stati vicini ad essere fidanzati, anche se non lo sapremo mai, temo. Non mi sarebbe dispiaciuto, certo, se i nostri obiettivi non fossero stati diversi.
    "Con piacere Sir Aiden, avete tutta la mia attenzione".


    Purtroppo il momento dura poco perchè veniamo interrotti da una disgustosa serva dal seno prorompente, ha esposto la mercanzia a quanto vedo. Che gentaglia dobbiamo sopportare! I Raeghar non hanno stile nemmeno a scegliere i loro servitori.
    "Lady Feralys, i miei doveri da comandante mi costringono a rinviare questa chiaccherata ancora una volta... Ma sarà l'ultima, glielo prometto"


    Gli sorrido amabilmente e gli sussurro mentre va via:" Sono a sua disposizione nelle mie stanze quando vuole, comandante. Almeno lì potremo stare tranquilli."
    E' ora di dirigermi nella mia camera, farò un bagno caldo e mi rilasserò un pò, in fondo me lo sono meritato. Poi senza indugio mi unirò agli altri per la cena. Spero sarà divertente come lo è stato il pranzo.



  7. #297
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Se in gioventù mi avessero detto che un giorno avrei scortato sottobraccio una Raeghar, non ci avrei creduto. E invece il destino mi ha portato fianco a fianco di Esperin, la giovane principessa triste, figlia dei sovrani tanto detestati dai miei genitori. Sorrido ripensando agli insulti che mia madre soleva riservare alla regina Margarete, un sorriso che si tramuta ben presto in smorfia quando la principessa raccoglie un bastardello dal ciglio della strada. Ammetto che sentir uscire dalla bocca di sir Dreth le parole "comandante Urthadar" mi provoca un piacere non indifferente. Gli rispondo con un cenno e non gli presto particolare attenzione per il resto del tragitto. Chissà a cosa sta pensando, mentre ci segue fedele come un segugio? Crederà che ho circuito la principessa? Che l'ho insinuata? Potrei farglielo credere e divertirmi un po', d'altronde devo pur trovare un'utilità a questa pallida scusa di cavaliere. No, Aiden, concentrati... Prima il dovere e poi il piacere...

    Arrivati in sala da pranzo, la troviamo vuota. Speravo di incontrare Cassandra, per sincerarmi delle sue condizioni, per capire cosa prova nei miei confronti. Odio? Indifferenza? Non so quale dei due preferirei. Preso da questi pensieri non mi preoccupo nemmeno di far accomodare la principessa, come l'etichetta richiederebbe: ma fortunatamente ci pensa quel cagnolino di Dreth. Rimaniamo soli per poco, perché Taras, il dignitario di corte, ci raggiunge per comunicarci una, a detta sua, lieta novella. Lo guardo un po' storto: avrebbe bisogno di qualche lezione dal sottoscritto sull'arte del lecchinaggio. All'allegra combriccola si uniscono anche la septa, lady Waters e... Cassandra. Strabuzzo gli occhi per qualche secondo, colpito dalla visione dell'ex comandante: pensavo di essere pronto ad affrontarla, ma forse non è così. Non riesco a staccarle gli occhi di dosso, nemmeno quando Vicent si rende per l'ennesima volta ridicolo davanti a quasi tutti i reali. Che mi succede? Perché mi importa così tanto della sua opinione, di quello che pensa, di come si sente? Ci conosciamo da pochi giorni, non è possibile che io provi già un sentimento così forte. Eppure... Eppure è la prima persona che riesce a mettermi a disagio, in anni. E la sensazione non mi piace. Non mi piace assolutamente.

    «Comandante De Lagun, vi trovo… in splendida forma… sì…». È una voce sconosciuta a ridestarmi, che proviene dalle spalle di Taras. Mi accorgo quindi della presenza di un'altra figura, probabilmente collegata a ciò che lo stregone desidera dirci. Dopo brevi convenevoli ci rivela il suo nome: Gildas Demonar. Un cognome che conosco di fama, che figurava di tanto in tanto tra i documenti di mio padre, ma nulla più.
    "Ex comandante... da oggi il comandante dei reali è Sir Aiden Urthadar", dice Cassandra, indicandomi e... Sorridendo. Temo che sia un sorriso di circostanza, però sento già i muscoli rilassarsi. Per ora mi accontento di questo.

    La septa non manca nemmeno stavolta di allietarci con un'acidità esemplare, costringendo Esperin a ricorrere alla diplomazia. Mi pare di capire che la strega e sir Dreth non vadano d'amore e d'accordo, e chissà, magari potremmo socializzare sorseggiando un tè e passando il pomeriggio inventando battute su di lui.
    Sento che il mio nuovo ruolo di comandante mi costringe a dire qualcosa al nuovo arrivato, quindi non perdo tempo. <<Sir Demonar, vi do il benvenuto a Torre della Mezzaluna>>, affermo chinando leggermente la testa, un gesto inteso come un saluto. <<Ballate e canti sono utili per il morale, ma se siete venuto qui per fornirci la vostra spada, sappiate che il vostro aiuto non verrà rifiutato>>. Gli sorrido affabile, ma in realtà sto scrutando il suo viso estraneo: un nuovo soldato potrebbe sconvolgere i fragili equilibri della fazione. Equilibri che intendo mantenere, anche a costo di inimicarmi i miei alleati.
    Amico, o nemico? Non riesco mai a decidere.
    Our wills and fates do so contrary run

  8. #298
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Saluto De Lagun con un cenno del capo e rimango con i miei occhi fissi su Sir Capelli Bizzarri finché non accenna ad una reazione.
    Sussurra prima qualcosa all’ex capitano per poi presentarsi ed affermare di far parte della casata dei Demonar.



    Unico, miserevole, dettaglio: e chi dovrebbero essere? Non conosco la sua famiglia, ma in base a gesti, sorrisi ambigui e modi di fare direi che non è un galantuomo.
    Ascolto De Lagun difendere a spada tratta
    il fratello.



    Intanto approfitto del calo d’attenzione nei miei riguardi per allontanarmi indisturbato da Lady Esperin, dandole in tal modo spazio; mi ha confermato di stare bene ed aver frainteso la sua curiosità con preoccupazione dunque la mia vicinanza le è perfettamente inutile.
    Osservo dunque De Lagun, che appare tranquilla ed imperturbabile, per poi spostare la mia attenzione su Sir Demonar… Eppure quel viso, mi è familiare.
    Alle parole della septa sovviene un ricordo.



    <<L'unico erede di sir Demonar....ma guarda un pò! Mi ricordo di tuo padre...il nostro reggente ha pensato bene di allietare il nostro tempo libero con un giullare di corte...ho sentito parlare dei vostri spettacolini>>.
    Cosa? Che forse sia lui...?
    Effettivamente assomiglia al ragazzo che sentii cantare qualche tempo fa… Aveva una splendida voce ed indossava una maschera.
    Quando chiesi ad uno dei presenti il suo nome, costui mi rispose con “Nikah”.
    E’ però il gracchiare dell'anziana a strapparmi dal viale dei ricordi, quando per l’ennesima volta si fa beffa di me asserendo:
    <<Perchè non ci intrattenete un pò mentre attendiamo gli altri ospiti? Un sonetto, una ballata....suvvia, sir Dreth sarebbe un'ottima spalla comica per Voi, invitatelo, non Vi offenderà di certo rifiutandosi!>>.
    Lasciare le battute agli esperti no eh? Non per qualcosa ma la sua pessima ironia non fa ridere nessuno.
    Tre sono le cose che ho imparato da quando sono cavaliere: custodire segreti, soffrire le ingiurie ed impiegare il mio tempo ad aiutare gli altri.
    Figuriamoci dunque se i suoi dispetti e le sue battute mi toccano! Anzi, se la diverte tanto l’umiliarmi può pure continuare, poco mi importa, le sue frecciatine non sono che parole… Ed un cavaliere si dimostra di esserlo con i fatti.
    Mantengo comunque la mia educazione e le rispondo dicendo: <<Grazie per l'invito septa, ma sarei una pessima spalla, non sono in grado nè di cantare, nè di ballare. Preferisco osservare, magari imparo anche io qualcosa per allietarvi, quando ne necessiterete>>, abbozzo un sorriso di circostanza.
    Con nonchalance faccio dunque per sedermi al lato opposto del tavolo, l’ultima sedia a partire dall’ingresso, osservo la tavola imbandita ed avverto un leggero brontolio provenire dal mio stomaco...



    Ho fame: devo mangiare, ho usato fin troppo potere per via della rigenerazione.
    Quando arrivano Lady Feralys e la vedova Proudmoore? Le due dame si stanno facendo attendere fin troppo.
    Penso con un sospiro, voltando lo sguardo verso l’entrata ed ascoltando distrattamente la conversazione tra Sir Urthadar e Sir Capelli Bizzarri spero in una loro tempestiva comparsa.






    Ps: Per il ricordo chiesto il permesso a SimsKingdom.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 3rd January 2015 alle 18:30



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #299
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    La mia stanza è silenziosa e buia, solo una fioca luce illumina un angolino, tremolante ed instabile. Osservo la fiamma librarsi verso l'alto, libera, indomabile, vera e so che se solo lo volessi potrei far bruciare tutto questo, farlo consumare fino a quando non resterebbe che cenere. Cenere e morte, sarebbe una vittoria o una sconfitta per la me e per la mia famiglia? Una sconfitta, direbbe certamente mio padre, lasciarsi prendere dalle emozioni non è mai un bene, mai. Ho imparato la lezione, Lord Hames, i vostri insegnamenti non sono stati vani e ve lo dimostrerò. Porto la mia mano sinistra pericolosamente vicino alla fiamma, sento il calore sul palmo, insistente, deciso. Stringo il pugno con forza e nello stesso momento la fiamma esplode, si alza, brucia più intensamente e così anche il mio cuore, brucia, brucia con violenza.


    E' ora di cambiarmi, è ora di tornare a giocare.
    Sento bussare alla porta, è la serva. La vedo fare un inchino profondo.
    "Milady, perdoni il disturbo. Gli ospiti sono tutti attesi nella Sala da Pranzo, lo stregone Taras deve fare un importante annuncio."
    Fingo di prestarle poca attenzione e la allontano con un secco gesto della mano.
    Un annuncio importante, potrebbe essere essere il ritorno del principe Lantis o l'annuncio della sua morte in battaglia, oppure vorrà comunicarci i prossimi di noi a scendere in battaglia.


    Qualunque sia il motivo devo prepararmi e raggiungere gli altri.
    Scelgo dunque un abito sobrio e mi incammino. Giunta lì noto che ci sono quasi tutti e ... e questo chi è?


    "Buonasera a tutti, signori" - esordisco, poi guardando verso il nuovo, strambo arrivato - "Lady Adamantia Feralys, sir." - inclinando leggermente il capo verso destra.


    Non attenderò oltre, mi siederò al tavolo insieme agli altri nell'attesa che lo stregone faccia questo annuncio.


  10. #300
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    TARAS

    Sono tutti radunati nella Sala e hanno già iniziato a conversare con Sir Demonar. La sconfitta non ha piegato i loro animi e vengo a conoscenza da Lady Cassandra che suo fratello Andreus è nelle fila dei ribelli. Sua Altezza sarà a conoscenza di questo dettaglio? Certamente sì, ha il raro dono di sapere informazioni che io nemmeno immagino. A questo punto, non posso sapere se la mossa della Regina era concordata con Lantis oppure no e se questa gli sarà gradita o meno.

    "Allora Cavalieri e mie Signore, sono felice di constatare che il vostro animo è vivo più che mai, nonostante la sconfitta ad Amaranthis... proprio per dar man forte alla nostra legione, il Principe Lantis mi ha scritto dal Nord, ordinando l'inserimento nelle nostre fila qui alla Torre, il giovane Sir Gildas Demonar, che si è distinto in numerose battaglie per la sua abilità con la kopesh di fuoco... inoltre, Sua Altezza ha annunciato che la ribellione dei Bruti è a buon punto per essere soppressa e quindi a breve il suo ritorno tra noi" avviso tutti con un tono formale. Kopesh di fuoco... penso che questo ragazzino abbia in comune con Drako solo questo.

    "Per rispondere alla domanda di Vostra Grazia Esperin, non ci sono novità sulla salute di Vostro Padre il Re... purtroppo, i sacerdoti non sono stati in grado di individuare il male e per via dell'ecclesia abhorret a sanguine, non hanno potuto intervenire direttamente su Vostro Padre... il Principe ha così chiamato i più importanti cerusici del Regno, ma anche loro sono rimasti impotenti dinanzi la malattia del Re" dico tristemente. "Non è, però, collegata alla malattia di Lady Proudmoore, che è stata portata al Castello in attesa che si rimetta al più presto... Sir Gildas prenderà la sua stanza qui alla Torre" continuo nella mia serietà. "Se avete domande ponete pure, miei Signori, o mi congederò dandovi tutti i miei rispetti" alla fine concludo con un inchino.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •